Inoltre

Jeffrey Quill

Jeffrey Quill



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Jeffrey Quill, OBE, AFC, FRAes, è principalmente associato al suo lavoro come collaudatore del Supermarine Spitfire (progettato da R J Mitchell), prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Quill fu il secondo uomo a far volare l'aereo - Joseph "Mutt" Summers fu il primo. Quill successivamente divenne il capo pilota di prova e testò tutti i segni e le varianti dello Spitfire, che sarebbe diventato un combattente di prima linea per tutta la seconda guerra mondiale.

Jeffrey Quill è nato il 1 ° febbraio 1913 ed è stato educato al Lancing College, vicino all'aeroporto di Shoreham, nel West Sussex. La vista di un aereo che volava nelle vicinanze della sua scuola lo ispirò a unirsi alla Royal Air Force non appena lasciò la scuola. Fu ammesso alla RAF all'età di diciotto anni, con il grado di Ufficiale Pilota ad interim, e divenne solo dopo poco più di cinque ore di insegnamento con il punteggio di "eccezionale". Fu quindi inviato allo squadrone n. 17 (combattente) di Upavon.

Quill praticava il volo acrobatico il più spesso possibile e in seguito scrisse:

“A meno che le acrobazie aeree non fossero praticate assiduamente al punto in cui si conosceva ogni immaginabile combinazione di velocità e altitudine di cui il velivolo era capace, non si era padroni dell'aereo. Quindi sarebbe arrivato un giorno in cui l'aereo avrebbe deciso che era al comando invece del pilota, e quello sarebbe stato l'ultimo giorno. ”

Credeva anche che un pilota avrebbe dovuto imparare a volare in qualsiasi condizione atmosferica se avesse acquisito la padronanza di un aereo.

La sua attitudine per il volo per tutte le stagioni era stata dimostrata nel 1934-35 durante il suo servizio con il volo meteorologico RAF a Duxford. Lì, una piccola squadra di piloti volò ad alta quota in cabina di pilotaggio aperta, non riscaldata Armstrong Whitworth Siskin IIIA, per riferire su temperatura, umidità e formazione di nuvole. Gli strumenti a volo cieco erano rudimentali e si dovevano indossare tute riscaldate elettricamente. Dopo aver preso il comando del volo, Jeffrey Quill e il suo team effettuarono voli due volte al giorno, salendo a 18.000 e 25.000 piedi, senza perdere una volta uno slot programmato, in condizioni meteorologiche che erano spesso considerate "impensabili". Per questo risultato gli fu assegnata la croce dell'aeronautica all'età di 23 anni.

Nel gennaio del 1936 Quill si unì a Vickers Supermarine come assistente del suo capo collaudatore, Joseph "Mutt" Summers. Quill pilotò per la prima volta il K5054 - il prototipo Spitfire - il 26 marzo 1936. La sua responsabilità era quella di ottenere l'autorizzazione del K5054 per l'accettazione da parte della RAF di essere sicuro per i piloti di volare. Molto lavoro era necessario prima che la prima produzione Spitfire, la Mk 1, entrasse in servizio alla RAF nel luglio 1938.

Dopo la caduta della Francia nel 1940, Quill era determinato a riunirsi a uno squadrone di caccia. Anticipando l'opposizione dei suoi datori di lavoro a Vickers, che non erano disposti a rischiare di perdere un prezioso pilota di prova, sosteneva la necessità di acquisire esperienza di combattimento in prima linea. Alla fine, e con il sostegno del vice-marshall Air Keith Park, fu temporaneamente rilasciato il 5 agosto 1940 per unirsi allo 65 (Fighter) Squadron. Durante la Battaglia d'Inghilterra ha abbattuto un Me-109 e ha partecipato alla sparatoria di un bombardiere He-111. Tenendosi in stretto contatto con Joseph Smith (successore di R J Mitchell come capo progettista dello Spitfire), inviò rapporti con suggerimenti per modifiche e miglioramenti, in modo che le istruzioni potessero essere comunicate immediatamente all'ufficio di progettazione.

Quando fu dichiarata la guerra, Quill era diventato capo collaudatore presso la Vickers Supermarine, incaricato dello sviluppo e della produzione di voli di tutti i tipi di aeromobili costruiti dalla compagnia. Sono state progettate circa 52 varianti operative (di un totale di produzione di oltre 22.000 Spitfire) e Quill e il suo team le hanno testate tutte. Ogni nuova variante ha comportato nuovi problemi in termini di gestione o progettazione. Un cambiamento nella forma della fusoliera ha influenzato il modo in cui un aereo ha volato e Quill ha dovuto scoprire il modo migliore per pilotare un nuovo Spitfire e trasmettere le informazioni al team di progettazione e ai piloti di combattimento. Alex Henshaw, capo collaudatore presso la fabbrica di Castle Bromwich, ha scritto: “Il più grande dono di Jeffrey a quei tecnici con cui ha lavorato è stata la sua concisa analisi dei problemi tecnici e la sua capacità di articolarli in un linguaggio chiaramente compreso. Ultimo ma non meno importante è stata la completa integrità dei suoi rapporti di prova. "

Quill ebbe un secondo periodo di servizio in tempo di guerra quando, nel 1943-44, fu incaricato nel Fleet Air Arm, il ramo aereo della Royal Navy, di aiutare a sviluppare migliori atterraggi di bordo delle portaerei sulle portaerei. Il Seafire, la versione marittima dello Spitfire, aveva subito ingenti perdite a seguito di incidenti sul ponte di coperta. Durante cinque mesi di servizio con la Fleet Air Arm, Quill effettuò oltre 75 atterraggi sul ponte e le sue relazioni portarono a modifiche significative nella produzione di Seafire e nell'addestramento dei piloti della Marina. Gli fu conferito l'OBE nel 1943. Uno dei principali piloti collaudatori della Royal Navy, il capitano Eric Brown, scrisse che Quill "aveva la mente analitica di un superbo pilota collaudatore, addestrato a trovare le risposte a qualsiasi problema di volo".

Dopo la seconda guerra mondiale, Quill continuò con Vickers come capo collaudatore e si spostò verso l'era dei jet. La sua carriera di collaudatore terminò nel giugno del 1947 quando pilotò il prototipo di caccia a reazione Supermarine E10 / 44 Attacker. Perdendo conoscenza a 40.000 piedi, arrivò a 10.000 piedi, appena in tempo per atterrare in sicurezza, ma i controlli medici rivelarono il pesante tributo che avevano impiegato sedici anni di volo in alta quota su velivoli senza pressione. Aveva testato volando quasi un centinaio di diversi tipi di aeromobili e ha registrato oltre 5000 ore di volo.

Rassegnandosi a un lavoro di ufficio, Quill rimase con Vickers-Armstrongs come tecnico commerciale e responsabile di collegamento, diventando in seguito capo dell'ufficio dell'aeronautica militare. Dopo la formazione di BAC (British Aircraft Corporation) fu coinvolto nel progetto di bombardiere supersonico TSR-2 fino alla sua cancellazione da parte del governo laburista nel 1965. Nel 1966 divenne direttore delle vendite della società anglo-francese sviluppando il caccia supersonico Jaguar; in seguito è stato direttore marketing di Panavia, il consorzio anglo-tedesco-italiano che ha sviluppato il combattente da combattimento multi-ruolo Tornado. Si ritirò nel 1978, e divenne presidente della Spitfire Society e Fellow della Royal Aeronautical Society.

Quill scrisse due libri sullo Spitfire negli anni '80: Spitfire: a Test Pilot's Story (1983) e (con Sebastian Cox) Nascita di una leggenda: lo Spitfire (1986).

Ha volato regolarmente Spitfire agli spettacoli aerei e il suo ultimo volo in uno Spitfire è stato nel giugno 1966 quando ha eseguito acrobazie aeree nel Mk V AB910 ai fini di un film documentario francese. Un anno prima aveva pilotato lo stesso aereo da Wisley a RAF Coltishall, accompagnato da un Hawker Hunter, per consegnare l'aereo al volo storico RAF (in seguito diventato il Battle of Britain Memorial Flight, con sede a Coningsby).

Jeffrey Quill è morto il 20 febbraio 1996.

Luglio 2012

Post correlati

  • Jeffrey Quill

    Jeffrey Quill, OBE, AFC, FRAes, è principalmente associato al suo lavoro come collaudatore del Supermarine Spitfire (progettato da R J Mitchell), prima ...


Guarda il video: "A STORY OF FIGHTER DEVELOPMENT" SUPERMARINE ATTACKER JET SPITFIRE JEFFREY QUILL 84604 (Agosto 2022).