Inoltre

Araldica e città medievali

Araldica e città medievali

L'araldica e le città medievali erano molto legate poiché città e città usavano dispositivi araldici per esprimere le caratteristiche ad esse associate. Alcuni scudi araldici mostrano la storia associata a quella città - come Colchester, Stepney e Bury St. Edmunds.

I primi dispositivi araldici per le città più antiche volevano collegarsi al re per dimostrare la loro lealtà. Era normale che le città avessero un leone da qualche parte nel suo araldico dispositivo: la città di York aveva cinque leoni d'oro su uno sfondo di una croce rossa, collegandosi così al monarca e al santo patrono d'Inghilterra, San Giorgio. I Cinque Porti che furono trovati intorno alla costa sud-orientale usarono anche il leone per mostrare un legame tra loro e la Corona. Ogni porto delle Cinque forniva le navi per la difesa dell'Inghilterra e, per ragioni logistiche, proteggeva il re. Cinque Ports sviluppò un processo araldico in base al quale divisero uno scudo esattamente in due da una linea verticale che scendeva al centro di uno scudo. Da una parte c'erano metà del corpo di un leone mentre dall'altra metà dello scudo c'era una carica che rappresentava quella porta. Sandwich, un porto delle Cinque, aveva tre mezzi leoni sullo scudo e tre mezze navi da guerra unite nel mezzo. Great Yarmouth - non un Cinque Port ma gestito dalla Cinque Ports Corporation - aveva tre metà leoni e tre metà pesce (la coda finisce). Mentre questo ha creato una combinazione un po 'curiosa, ha dimostrato la lealtà della città verso il re e la sua importanza come porto di pesca. Lo scudo di Bristol era più che altro una foto che mostrava una nave in mare - Bristol era un importante porto nel Medioevo - con un castello sulla cima di una scogliera a significare l'importanza della città per il commercio.

Le città con un forte legame con abbazie o monasteri avevano scudi araldici che riflettevano questo, molti che incorporavano una mitra o una croce.

Londra aveva una spada sul suo scudo e questo rappresentava la spada che uccise San Paolo, il santo patrono di Londra. Stepney, a est della città, aveva due pinze sul suo scudo insieme a una nave che indicava l'importanza della spedizione a Stepney. Le pinze erano quelle usate da St. Dunstan per pizzicare il naso del diavolo.

Lo scudo araldico di Colchester aveva una croce ruvida con tre corone - una alla base della croce con due lati del ramo orizzontale della croce. Le corone dimostrarono la lealtà della città nei confronti della monarchia mentre la croce faceva riferimento a Elena, figlia di Coel (che diede il nome a Colchester), che scoprì la croce di Cristo durante un pellegrinaggio a Gerusalemme. Helena costruì una chiesa a Gerusalemme per preservare la croce e per questo motivo fu effettivamente commemorato nello scudo araldico di Colchester.

Lo scudo araldico di Bury St. Edmunds aveva tre corone con due frecce che attraversavano ciascuna corona. Le corone rappresentavano l'ultimo re dell'antico regno dell'Anglia orientale - Edmund - mentre le frecce rappresentavano la sua morte per mano dei danesi quando si rifiutò di rinunciare al suo cristianesimo.