Inoltre

Cattedrale di Canterbury

Cattedrale di Canterbury

La cattedrale di Canterbury era uno dei più importanti centri di pellegrinaggio nell'Inghilterra medievale. C'è una cattedrale a Canterbury dal 597, quando Sant'Agostino battezzò il re sassone Ethelbert. L'arcivescovo di Canterbury era la figura religiosa più anziana del paese e aveva sede nella cattedrale. Mentre la cattedrale ebbe un enorme significato sia a livello religioso che politico in epoca medievale, la sua importanza come centro di pellegrinaggio aumentò notevolmente dopo l'assassinio di Thomas Becket nel 1170.

In realtà poco rimane della cattedrale originale o della cattedrale normanna costruita da Lanfranc che fu nominato arcivescovo di Canterbury da Guglielmo il Conquistatore nel 1070. Tuttavia, resoconti scritti da artisti del calibro di Bede ci danno un'idea di come fosse la cattedrale nella sua forma originale Il monaco Eadmer descrisse in che modo la cattedrale appariva davanti al fuoco del 1067 e in che modo la ricostruzione fu completata sotto la supervisione di Lanfranc. Gervase fornì un resoconto scritto di come appariva la sezione del coro della cattedrale durante un periodo di ricostruzione alla fine del XII secolo.

La vastità della Cattedrale di Canterbury significava che il denaro era sempre necessario per pagare per il suo mantenimento. Ci sono stati momenti in cui non era disponibile denaro sufficiente. La navata costruita da Lanfranc sopravvisse a un incendio che colpì la cattedrale nel 1174 ma cadde in rovina e in rovina. Alla fine del 1370 le condizioni della navata erano tali che l'arcivescovo Sudbury ordinò che i lavori iniziassero su una nuova navata. Henry Yeveley, un maestro muratore di Edoardo III, fu incaricato di questo. Il lavoro ha richiesto venticinque anni per essere completato e può essere visto oggi. I lavori precedenti nella navata limitavano la lunghezza e la larghezza a cui Yeveley poteva lavorare. Ma non vi era tale limitazione per quanto riguarda l'altezza - tranne per le ovvie ragioni ingegneristiche del tempo - e dal pavimento alla volta, la navata è alta quasi 80 piedi. Alla fine del XVI secolo fu posta una trave in pietra sopra l'altare per garantire la stabilità dell'enorme torre centrale della cattedrale.

Gli strumenti con cui un maestro muratore doveva lavorare erano limitati: martelli, scalpelli, misurazione grezza ideata, impalcature di legno ecc. Tuttavia, per tutte queste limitazioni, le abilità professionali mostrate a Canterbury sono meglio visibili nella torre centrale, conosciuta come la campana Harry Tower. Il soffitto, dove gli uomini avrebbero lavorato sulle loro spalle in cima a impalcature meno che stabili, è allo stesso tempo altamente decorativo ma funzionale. La torre è alta 235 piedi e il suo peso è contenuto e distribuito attraverso la volta a forma di ventaglio, che "trasporta" il peso alle fondamenta. Il soffitto geometrico immacolato di Bell Harry è una delle grandi glorie dell'architettura medievale, creata per la "maggiore gloria di Dio".

All'estremità orientale della cattedrale c'è un'enorme vetrata che mostra storie della Bibbia. Sotto di essa è la sedia patriarcale (cattedra), realizzata in marmo di Purbeck, su cui dal XII secolo tutti gli arcivescovi sono stati intronizzati. Inizialmente si pensava che questa sedia fosse quella usata da Sant'Agostino come sua cattedra, ma ora è accettato che la sedia sia nata durante il periodo in cui il coro fu ricostruito. Fu in prossimità della cattedra che fu esposto il cuoio capelluto di Thomas Becket.

L'omicidio di Becket nel 1170 portò a una grande crescita dei pellegrini che venivano a Canterbury. Di conseguenza, Canterbury stesso dovette cambiare per accogliere i numerosi pellegrini che vennero nel santuario di Becket all'interno della cattedrale. Nel 1220, i resti di Becket furono trasferiti dalla cripta alla Cappella della Trinità. Mentre i pellegrini si avvicinavano al suo santuario, avrebbero visto una custodia di legno e poi:

“Apparve il santuario, pieno di gioielli e oro; i lati di legno erano placcati in oro e damascati con filo d'oro e in rilievo con innumerevoli perle, gioielli e anelli, stretti insieme su questa terra d'oro. ” (Conto contemporaneo)

Tra questi gioielli c'era il rubino "Regale" che fu successivamente catturato da Enrico VIII.

Cifre precise per il numero di pellegrini che si recarono a Canterbury non sono facili da ottenere, ma si dice che nel 1420, 100.000 pellegrini si fecero strada in ginocchio lungo la navata fino a Pilgrim's Steps.

Guarda il video: Cattedrale di Canterbury (Settembre 2020).