Popoli, Nazioni, Eventi

La battaglia di Gazala

La battaglia di Gazala

La battaglia di Gazala fu combattuta nel Nord Africa nel 1942 e culminò con la perdita di Tobruk degli alleati, una sconfitta che Winston Churchill definì una "disgrazia". La battaglia di Gazala avvenne dopo che c'era stata una pausa nella guerra in Nord Africa da febbraio a metà maggio 1942. Erwin Rommel desiderava continuare la sua campagna nella regione mentre Churchill voleva che i suoi comandanti militari lì mostrassero un approccio più offensivo. La perdita di Tobruk fu un duro colpo per il morale degli Alleati e sembrò caratterizzare le diverse strategie mostrate in Nord Africa: la volontà di Rommel di andare sull'offensiva e improvvisare i suoi piani, rispetto alla strategia conservatrice adottata dal tenente generale Ritchie, comandante dell'ottava armata.


L'attacco di Rommel a Gazala arrivò in un momento interessante durante la guerra. A tutti gli effetti, le forze dell'Asse stavano andando bene a metà del 1942. Gran parte dell'Europa era sotto il controllo dell'Asse, i tedeschi sembravano essersi ripresi dall'incapacità di catturare Mosca e stavano sviluppando le loro forze per un massiccio attacco a Stalingrado. In Estremo Oriente, le forze britanniche e indiane erano in ritirata in Birmania mentre i giapponesi stavano consolidando il loro potere nell'enorme regione che avevano conquistato. La guerra nel deserto era in corso dal giugno 1940 senza che nessuna delle due parti fosse in grado di sferrare un colpo a eliminazione diretta. Il terreno ha reso quasi impossibile una strategia coesiva in quanto una vittoria è stata difficile da seguire. La semplice distanza tra i quartieri generali di ciascuna parte in Nord Africa - 1.300 miglia - dà qualche indicazione sul fatto che anche la comunicazione fosse un grosso problema. Una campagna nel deserto tendeva a sussultare. L'Afrika Korps era un povero cugino delle forze preparate per l'operazione Barbarossa in termini di equipaggiamento che gli era stato dato. Rommel ha avuto una battaglia costante per ottenere OKW per fornirgli abbastanza carburante e attrezzature moderne nonostante il suo evidente successo lì. Alla fine di gennaio del 1942, Rommel aveva riconquistato la Cirenaica occidentale e aveva fatto avanzare le sue due divisioni a meno di 26 miglia da Gazala e 64 miglia da Tobruk. I combattimenti si sono susseguiti durante i quali entrambe le parti hanno riorganizzato uomini e attrezzature. Poco ha avuto luogo tra la fine di gennaio e la fine di maggio.

Il successo delle forze dell'Asse potrebbe aver portato i loro leader a diventare troppo fiduciosi. OKW credeva che Rommel avesse le forze necessarie per prendere l'Egitto e il Canale di Suez. Il valore della cattura di un simile obiettivo per i tedeschi fu enorme. La pausa tra gennaio e maggio ha permesso a entrambe le forze di riunirsi. Churchill divenne un grande critico del generale Auchinleck (comandante in capo del Medio Oriente) per il suo fallimento nell'essere più aggressivo. Churchill aveva le sue ragioni per prendere questa posizione. Gli Alleati non stavano andando bene contro le forze dell'Asse - e aveva bisogno di una vittoria o almeno dei segni di una campagna aggressiva - per rafforzare il morale degli Alleati. C'era anche il vero timore che Malta fosse invasa.

Malta era un grave problema per i tedeschi. La loro forza aerea e le U-boat erano dominanti nel Mediterraneo occidentale, ma le basi della RAF a Malta e le forze navali di stanza lì fecero una grande quantità di danni ai tedeschi che tentarono di rifornire l'Afrika Korps nel Nord Africa. Malta prese un martellamento dall'aria e ricevette la George Cross da Giorgio VI per l'eroismo mostrato da tutta la popolazione. Tuttavia, verso la fine della primavera del 1942, c'era una vera paura che l'isola sarebbe stata invasa e che i tedeschi avrebbero avuto una mano libera per quanto riguarda l'approvvigionamento dell'Afrika Korps. Ecco perché Churchill voleva che Auchinleck fosse più aggressivo nei confronti della sua strategia. In particolare, Churchill voleva che la Cirenaica fosse ripresa, poiché gli aerei della RAF potevano usare le basi aeree lì per attaccare la spedizione dell'Asse se Malta fosse caduta.

Auchinleck non condivideva il punto di vista di Churchill - e molti comandanti di alto livello in Nord Africa erano d'accordo con l'Auk. Se dovesse avvenire un attacco alleato, Auchinleck riteneva che dovesse essere ben pianificato e che la forza coinvolta fosse ben equipaggiata per l'attacco. Un simile attacco avrebbe bisogno di tempo per prepararsi. Questo atteggiamento lo ha messo in rotta di collisione con Churchill, che gli ha inviato un telegramma "rispetta o dimettiti". Auchinleck ha promesso un'offensiva a giugno.

Ironia della sorte, Rommel ha affrontato un problema diverso. I suoi superiori volevano che fosse più cauto nel suo approccio. La mente di OKW non aveva dubbi su Barbarossa, ma il 1 ° maggio diedero a Rommel il permesso di attaccare Tobruk quando si resero conto che il successo qui avrebbe aiutato notevolmente "Operazione Ercole" - la prevista invasione di Malta.

A metà maggio entrambe le parti stavano pianificando una campagna offensiva: gli inglesi per riconquistare la Cirenaica e i tedeschi per catturare Tobruk.

Le forze britanniche nella regione nota come Gazala Line contavano 100.000 uomini. L'ottava armata era guidata dal tenente generale Ritchie ed era composta dal 13 ° Corpo, guidato dal Tenente Generale Gott, e dal 30 ° Corpo guidato dal Tenente Generale Norrie. L'ottava armata era servita da 849 carri armati, composti da sovvenzioni, Stuart, crociati, San Valentino e Matilde. Dei 320 aerei nella regione, solo 190 erano in servizio. Le forze britanniche a Gazala e Tobruk furono protette dalla Linea Gazala - una massiccia barriera difensiva che consisteva in enormi campi minati (uno esteso per 43 miglia nell'entroterra dalla costa) e una serie di "torrenti interni" che ospitavano una brigata completa. 'Keeps' o 'box' sono stati progettati per ospitare un gran numero di uomini e attrezzature - i più importanti erano a Bir Hakeim, che ospitava il francese libero, e a Knightsbridge, che ospitava la 150a brigata della 50a divisione (Northumberland). Sulla carta, la Gazala Line era una formidabile barriera difensiva. Tuttavia, presentava gravi debolezze. I pianificatori britannici presumevano che Rommel avrebbe attaccato lungo la strada costiera. Pertanto, una quantità sproporzionata di uomini e attrezzature era detenuta nella regione costiera, a scapito delle posizioni interne. I "resti" in particolare avevano meno munizioni di artiglieria di quanto volessero. Quando alcuni furono "acquisiti" da Tobruk per i "resti", alti ufficiali ordinarono il suo immediato ritorno a Tobruk. L'intelligenza di Rommel suggeriva abbastanza chiaramente che la forza britannica nel sud della Linea di Gazala non era così forte come gli inglesi volevano rappresentare.

Le forze di Rommel contavano 90.000 uomini. Aveva accesso a 560 carri armati di cui 332 tedeschi e 228 italiani. Aveva anche a disposizione 497 aerei utili.

Rommel attaccò il 26 maggio 1942. Mandò un attacco di esca lungo la rotta costiera mentre progettava di inviare la maggior parte delle sue forze, le sue famose unità Panzer, in un arco a sud e attaccare la Linea di Gazala principalmente da sud e guidare verso nord per Tobruk. Rommel era così sicuro del successo che dava alle sue unità corazzate cibo, acqua e carburante solo per quattro giorni, dato che supponeva che la battaglia sarebbe finita entro la fine del 30 maggio.

Il successo iniziale di Rommel ha quasi travolto le forze britanniche dietro la Gazala Line. Tuttavia, il successo dell'Afrika Korps ha avuto un grosso problema: le colonne corazzate di Rommel hanno avuto un tale successo che si sono spostate troppo lontano dalle loro linee di rifornimento, principalmente carburante. Considerando che le forze britanniche erano nelle immediate vicinanze delle loro scorte. L'armatura superiore a cui Rommel aveva accesso (in termini di qualità) non poteva funzionare senza carburante. Il carro armato britannico General Grant M3 era adatto al deserto ma inferiore ai Panzer Mark III e VI, in particolare agli III e VI Specials. Tuttavia, nella seconda fase della battaglia, questi carri armati avevano problemi di approvvigionamento di carburante mentre questo era meno un problema per le sovvenzioni.

Il 28 maggio, il successo di Rommel fu quasi la sua rovina. Le sue unità corazzate si erano spostate troppo lontano dalle sue forniture di carburante. La British Intelligence aveva anche concluso che Rommel aveva a disposizione solo 250 carri armati per i 330 di Ritchie - una vera disparità.

La notte del 28 maggio, Rommel stesso cercò il suo convoglio di rifornimenti. Dopo averlo trovato, lo ha guidato personalmente verso le sue divisioni Panzer. I critici di Ritchie sostengono che se fosse stato più aggressivo nella sua strategia avrebbe potuto trarre grande vantaggio dalla precaria posizione di Rommel. Tuttavia, entro il 29, il tempo era passato.

Ormai Rommel era in una posizione migliore in termini di rifornimenti, ma non era in grado di fare ciò che voleva fare: attaccare e prendere Tobruk. Pertanto, dopo una serie di battaglie inconcludenti il ​​29, Rommel ha deciso di passare alla difensiva. Mise le sue divisioni corazzate all'interno di una formidabile barriera difensiva circondata da temuti 88 artiglieria. Tuttavia, aveva collocato le sue forze vicino a un enorme campo minato britannico e vicino alla 150a Brigade Box, uno dei "resti" armati pesantemente posti lontano dalla costa che ha dato a Ritchie un'importante presenza militare nell'entroterra. Sotto tutti gli aspetti, le tattiche di Rommel erano non convenzionali. L'area in cui aveva sistemato le sue truppe e i suoi veicoli doveva essere chiamata "calderone" per ottime ragioni.

I genieri tedeschi lavorarono instancabilmente dal 29 al 30 maggio per liberare un percorso attraverso il campo minato. Il loro successo fece sì che Rommel potesse almeno avere una linea chiara con le forze italiane che lo sostenevano.

Sebbene Rommel sembrasse in una posizione migliore, egli stesso ha riconosciuto il fatto che erano ancora in pericolo. Quando un prigioniero di guerra, il maggiore Archer-Shee si lamentò con Rommel delle razioni di acqua per i prigionieri di guerra, Rommel dichiarò che i prigionieri di guerra stavano ottenendo la stessa razione di acqua degli uomini nell'Afrika Korps - mezza tazza al giorno. Archer-Shee in seguito dichiarò che Rommel disse:

“Ma sono d'accordo che non possiamo andare avanti così. Se stasera non avremo un convoglio, dovrò chiedere termini al generale Ritchie. "

L'ottava armata non ha sfruttato questa vulnerabilità e ha lanciato un grosso attacco su Rommel il 3 giugno, permettendo così alla "Desert Fox" di riorganizzare le sue forze. Fu questa percepita esitazione di Ritchie a indurre la rabbia di Winston Churchill.

Negli anni successivi il generale Bayerlein dell'Afrika Korps affermò:

“Eravamo in una situazione davvero disperata, le nostre spalle contro un campo minato, niente cibo, niente acqua, niente benzina, pochissime munizioni, nessuna via attraverso le miniere per i nostri convogli; Bir Hakeim continua a resistere e impedisce le nostre forniture dal sud. Siamo stati attaccati continuamente dall'aria. "

Mentre Ritchie decise cosa doveva fare l'ottava armata, Rommel usò tutta la potenza dell'Afrika Korps per attaccare la 150a scatola di brigata comandata dal brigadiere Haydon con base a Got-el-Ualeb. Il 150 ° resistette per 72 ore ma alla fine cedette il 1 ° giugno. L'attacco al 150esimo Brigade Box è stato tutto o niente per Rommel. Se avesse perso la battaglia, avrebbe avuto altra scelta che ritirarsi. Il generale Bayerlein ha ammesso dopo la guerra:

“Tutto è sintonizzato sulla 150esima Box Brigade a 'Got-el-Ualeb. Se non lo avessimo preso il 1 ° giugno, avresti catturato l'intero Afrika Korps. "

Perché l'attacco al 150 ° era così importante? La vittoria significava che Rommel aveva linee di approvvigionamento sicure per la prima volta da mesi. Completamente equipaggiato, poteva scegliere quando attaccare l'ottava armata. Auchinleck consigliò a Ritchie di lanciare un attacco alla posizione di Rommel con la dovuta velocità dopo il 1 giugno, se non altro per far sapere all'Afrika Korps che l'ottava armata era ancora una formidabile forza di combattimento. Auchinleck temeva inoltre che nessuna azione avrebbe concesso a Rommel troppo tempo per consolidare la sua posizione.

"Vedo la distruzione della 150a Brigade Box e il consolidamento da parte del nemico di un brad e di un profondo cuneo nel mezzo della tua posizione con qualche dubbio."Auchinleck

Forti tempeste di sabbia nel deserto hanno fatto sì che l'ottava armata potesse fare ben poco il 1 ° e il 2 giugno. Tuttavia, le pattuglie inviate per ostacolare l'Afrika Korps hanno avuto successo. Il sergente Q. Smythe della 1a divisione sudafricana vinse la Victoria Cross per un'azione contro i tedeschi in una di queste pattuglie. Un grosso attacco dell'ottava armata contro Rommel è iniziato il 5 giugno - "Operazione Aberdeen". Sfortunatamente fu gestito e coordinato male e portò a perdite su larga scala nell'ottava armata: 6.000 morti o feriti, 150 carri armati persi e 4.000 prigionieri di guerra. Le unità di carri armati avvertirono tutta la forza degli 88 tedeschi posizionati sapientemente e senza un'adeguata copertura corazzata, le unità di fanteria che seguirono subirono di conseguenza.

Successivamente Rommel rivolse la sua attenzione ai francesi di Bir Hakeim. A corto di provviste e attaccato in aria da Stuka, il francese, per ordine di Ritchie, si ritirò il 10 giugno. Con questo successo, Rommel aveva distrutto il 50% della Linea Gazala. Solo due giorni dopo, il 30 ° Corpo, con solo 70 carri armati rimasti, era sull'orlo del collasso dopo essere stato attaccato dall'Afrika Korps. Con il controllo totale del "Calderone" a sud di Tobruk, Rommel aveva il controllo della strada costiera che conduceva a Tobruk. Entro il 14 giugno, Ritchie aveva in programma di ritirarsi alla frontiera egiziana per dare all'ottava armata il tempo di riorganizzarsi. Tuttavia, una tale mossa avrebbe reso Tobruk molto vulnerabile. Auchinleck ha inviato un ordine dal Cairo - "Tobruk deve essere trattenuto". Ritchie decise di ritirarsi in una posizione che avrebbe dovuto proteggere Tobruk e il ritiro iniziò il 14 giugno. Rommel era così fiducioso del successo a causa dell'apparente scompiglio all'interno dell'ottava armata che il 15 giugno segnalò:

"La battaglia è stata vinta e il nemico si sta sciogliendo."

Ritchie ordinò di mettere un perimetro difensivo attorno a Tobruk che si estendeva fino a 30 km dalla città. La "fortezza Tobruk" fu posta sotto il comando del maggiore generale H Klopper, comandante della seconda divisione sudafricana. Klopper aveva a sua disposizione circa 35.000 uomini e un totale di 2.000 veicoli militari di vario tipo. Le forniture di ogni tipo sono state progettate per durare 3 mesi. Tuttavia, Klopper ha anche affrontato una serie di gravi problemi. La Desert Air Force si era trasferita in basi troppo lontane da Tobruk per dargli qualsiasi forma di copertura aerea quando l'attacco doveva venire da Rommel. In secondo luogo, non aveva armi anticarro moderne a sua disposizione poiché era principalmente equipaggiato con circa 40 libbre da 2 libbre surclassate contro la forza del carro armato di Rommel. Il suo terzo grave problema era che c'erano enormi lacune nei campi minati che circondavano Tobruk.

Alle 08:00 del 20 giugno, Rommel attaccò Tobruk. Alle 10.00, l'Afrika Korps era penetrato per quasi 3 km nel perimetro di 30 km attorno a Tobruk. Le posizioni difensive si sono accartocciate e alle 19.00 i XXI Panzer erano effettivamente a Tobruk. La cattura di Tobruk aveva richiesto meno di un giorno. Klopper si arrese formalmente a Rommel la mattina del 21 giugno e tutti i combattimenti erano terminati entro la fine di quel giorno.

Perché 'Fortress Tobruk' è caduto così in fretta? L'assalto aereo iniziale, seguito da un massiccio attacco meccanizzato, causò molti danni in un breve lasso di tempo. La notizia del successo dell'Afrika Korp ha portato Klopper a ordinare la distruzione di tutte le sue apparecchiature di segnalazione nel suo quartier generale. Senza questa attrezzatura, Klopper non poteva comunicare con i suoi subordinati. La rottura della catena di comando fu un indubbio aiuto alla vittoria di Rommel.

Cosa ha raggiunto Rommel? La cattura di una così grande base nordafricana fu un grande colpo psicologico per gli alleati. Rommel catturò 2.000 tonnellate di benzina, 5.000 tonnellate di scorte e 2.000 veicoli militari riparabili. doveva anche prendersi cura di 33.000 prigionieri di guerra. Secondo i dati tedeschi, l'Afrika Korps ha perso 3.360 uomini, ma 300 di questi erano ufficiali (il 70% degli ufficiali che hanno combattuto nell'attacco a Tobruk). Lo stesso Rommel fu nominato un feldmaresciallo da un Hitler felice.

In seguito Churchill avrebbe scritto:

“Questo è stato uno dei colpi più pesanti che posso ricordare durante la guerra. Non solo gli effetti militari erano tristi, ma influenzavano la reputazione delle armi britanniche ... La sconfitta è una cosa; la disgrazia è un'altra. "

Ironia della sorte, la sconfitta aveva alcuni aspetti positivi. Doveva spingersi alla ribalta Bernard Montgomery. La sconfitta portò anche Roosevelt a inviare 250 nuovi carri armati Sherman per dare una mano nella guerra del deserto.

Post correlati

  • Battaglia di Gazala
    La battaglia di Gazala fu combattuta nel Nord Africa nel 1942 e culminò con la perdita di Tobruk degli alleati - una sconfitta che Winston Churchill chiamò ...
  • Neil Ritchie
    Il tenente generale Neil Ritchie comandò l'ottava armata britannica durante la battaglia di Gazala. Questa battaglia si concluse con la perdita di Tobruk e Ritchie, insieme a ...

Guarda il video: La battaglia di Ain el Gazala Bir Hacheim 1 - 2 (Settembre 2020).