Inoltre

Robert Goddard

Robert Goddard

Robert Goddard era professore alla Worcester Clark University nel Massachusetts, negli Stati Uniti. Goddard era affascinato dalle storie di Man going to the Moon. Tuttavia, si rese conto che qualsiasi veicolo usato per andare lì non poteva usare combustibile solido in quanto non poteva generare energia sufficiente per un razzo a lasciare l'atmosfera e sconfiggere la gravità.

Il sistema di propulsione genererebbe potenza esplosiva alla fine di un razzo per spingerlo. Goddard concluse che qualsiasi combustibile avrebbe dovuto essere liquido.

Goddard ha anche affrontato il problema che l'energia generata da un razzo avrebbe dovuto essere maggiore del peso del razzo stesso - e avrebbe bisogno di un po 'di energia per risparmiare. Goddard credeva che se l'idrogeno potesse essere convogliato in una camera di combustione sufficientemente rapidamente e bruciato con ossigeno liquido, avrebbe prodotto la forza desiderata per spingere un razzo sulla Luna.

Goddard ha sperimentato razzi a combustibile solido per affinare le sue tecniche. Durante la prima guerra mondiale ha anche inventato il bazooka che l'esercito americano ha assunto poco prima della fine della guerra nel 1918.

Nel 1920, Goddard scrisse un rapporto sui suoi test sui motori a razzo e lo inviò allo Smithsonian Institute. Si chiamava "Un metodo per raggiungere altitudini estreme". Il New York Times ne ottenne una copia e criticò severamente Goddard e il suo lavoro. Sosteneva che a Goddard mancavano le conoscenze fornite agli alunni a scuola sulla fisica di base.

Piuttosto che scoraggiare Goddard, la critica lo ha spinto in 20 anni di intensa ricerca. Nel 1926, Goddard lanciò il suo primo prototipo di razzo, chiamato Nell, nella fattoria di sua zia. Nell era alto 10 piedi. Quando la sua miscela di carburante ossigeno-benzina è stata accesa, non è successo nulla ... all'inizio. Quindi l'accensione prese e Nell fu lanciato a 60 chilometri all'ora e salì a un modesto 14 metri prima di ricadere in una zona di cavolo.

Il lavoro di Goddard ha attirato l'attenzione di Charles Lindburgh, il primo uomo a volare attraverso l'Atlantico. Ha presentato Goddard a Harvey Guggenheim, un finanziere milionario che ha fornito a Goddard fondi sufficienti per continuare le sue ricerche. Goddard si trasferì nel New Mexico e lavorò sotto il più stretto segreto. Era a causa del potenziale uso militare della sua invenzione? Probabilmente no. Un giornale riferiva al successo di Nell nel 1926 come "Il razzo lunare non raggiunge l'obiettivo di 238.799 miglia". Perché attirare l'attenzione di coloro che hanno sminuito il tuo lavoro?

Durante gli anni '30, pochi scienziati americani volevano parlare con Goddard, ma incontrò ingegneri tedeschi. L'esercito americano non si accorse del suo lavoro. Quando scoppiò la seconda guerra mondiale, Goddard era così preoccupato per l'attenzione che i tedeschi avevano dato al suo lavoro, che contattò l'esercito americano e mostrò loro il film del suo razzo Nell. I militari non erano interessati. Nel 1944, il primo V2 colpì Londra.

Dopo la guerra, Goddard ebbe l'opportunità di esaminare un V2. Ha scoperto che gran parte del lavoro sul V2 ha copiato il proprio lavoro. I nazisti avevano preso i suoi documenti e letto le sue 200 domande di brevetto.

Goddard, all'estrema sinistra, al lavoro su uno dei suoi motori

Goddard morì di cancro alla gola nel 1945. Il suo lavoro fu ripreso da scienziati americani e, ironicamente, tedeschi che lavoravano per gli americani. Nel 1969, Neil Armstrong camminò sulla superficie della Luna dopo essere stato portato fuori dall'atmosfera terrestre da Apollo 11. Nel 1969, il New York Times scrisse una scusa pubblica a Goddard - l'uomo che ha dato alla scienza un missile a combustibile liquido.

Guarda il video: The Story of Robert Goddard, Father of Modern Rocketry (Settembre 2020).