Cronologia

Chelmno

Chelmno

Il campo di sterminio di Chelmno fu il primo del suo genere ad essere aperto dai nazisti. Chelmno non aveva altro scopo se non quello di uccidere: nel caso di Chelmno, erano gli ebrei nel ghetto della vicina città di Lodz, a circa cinquanta miglia di distanza. Il ghetto di Lodz era già sovraffollato, ma la deportazione di ebrei da Amburgo dopo l'attentato alleato nel 1941, si aggiunse alla congestione del ghetto. Le SS decisero che l'unica alternativa era quella di trovare quelli nel ghetto che non potevano lavorare e ucciderli. Chelmno è stato costruito a 50 miglia da Lodz e le autorità hanno usato furgoni per uccidere le loro vittime.


Il campo iniziò a funzionare nel dicembre 1941. Il suo primo comandante fu Herbert Lange. Era stato trasferito dal lavoro nel programma di "eutanasia" nazista di Posen. In tale veste, Lange aveva sviluppato molte conoscenze su come uccidere le persone usando il monossido di carbonio. A Posen, Lange aveva usato furgoni a gas - e tre erano stati inviati a Chelmno. Per cominciare, gli omicidi erano su piccola scala e fatti su base ad hoc. Ma dopo la Conferenza di Wannsee del 1942, la gestione dei campi di sterminio divenne più urgente e professionale. Al momento della chiusura di Chelmno, probabilmente erano stati assassinati fino a 600.000 persone.

Chelmno era un castello in rovina e Lange, con la sua unità di 120 uomini, riceveva ebrei da Lodz ogni pomeriggio. Arrivarono in treno o in camion e furono fatti radunare nel cortile del castello. Dopo aver consegnato i loro oggetti di valore, gli ebrei furono costretti a spogliarsi e poi costretti a entrare nella cantina del castello. Da qui era stata costruita una rampa che portava ai furgoni del gas. Ogni furgone può impiegare tra le 50 e le 70 persone e l'intero processo dura circa 10 minuti. Una volta che tutti gli interni furono morti, il furgone fu portato in un luogo di sepoltura di massa dove le vittime furono sepolte dagli ebrei costretti a fare il lavoro. Più tardi, con l'aumentare del numero di morti, furono usati i pori della cremazione.

Gli ebrei non erano l'unico gruppo assassinato a Chelmno. Lì furono uccisi anche 5.000 zingari.

Post correlati

  • Il ghetto di Lodz

    Il ghetto di Lodz divenne il secondo più grande ghetto creato dai nazisti dopo la loro invasione della Polonia - il più grande fu il ghetto di Varsavia. Il…

Guarda il video: Chelmno Holocaust death camp (Settembre 2020).