Podcast storici

Sobibor

Sobibor

Sobibor è stato istituito a seguito di "Azione Reinhard" - il piano per distruggere la popolazione ebraica della Polonia. Sobibor era uno dei numerosi campi di sterminio in Polonia, come Belzec, Majdanek e Treblinka, che furono istituiti per uccidere quanti più ebrei e altri "indesiderabili" possibili. Sobibor, aperto nel marzo del 1942, e il suo primo comandante fu Franz Stangl. Il campo è stato testimone dell'unica esplosione "di massa" di prigionieri in un campo di sterminio. Sobibor fu chiuso nell'ottobre 1943.

Sobibor fu costruito principalmente per "trattare" gli ebrei della città di Lublino e della zona di Chelm. Costruito in un remoto bosco vicino al piccolo villaggio di Sobibor, il campo era vicino a una linea ferroviaria che facilitava il lavoro che Sobibor doveva svolgere. Sobibor era anche usato per ospitare prigionieri di guerra russi. Rispetto ad Auschwitz era un piccolo accampamento che misurava solo 1.300 piedi per 2.000 piedi.

Le vittime arrivarono per ferrovia e furono portate quasi immediatamente nelle camere a gas. Nei primi due mesi dell'entrata in vigore del campo (da maggio a giugno 1942), furono uccisi 100.000 ebrei. Nell'estate del 1942 furono costruite tre nuove camere a gas per accelerare l'intero processo. Ironia della sorte, i cambiamenti alla linea ferroviaria significarono che gli omicidi si fermarono quasi tra agosto e settembre 1942. Il campo riprese il lavoro nell'ottobre 1942.

In proporzione alle sue dimensioni, Sobibor era il più piccolo dei campi di sterminio in Polonia, uccise molte persone, per un totale di 260.000 nei quasi 18 mesi in cui il campo era aperto. Si pensa che l'intero processo dall'arrivo a Sobibor alla morte non abbia richiesto più di 3 ore. Come avrebbero dovuto scoprire le vittime di Treblinka, Stangl era un amministratore esperto.

Sobibor ha anche assistito al più grande sfogo di massa di tutti i campi di sterminio. Il 14 ottobre 1943, due agenti delle SS furono uccisi dai detenuti mentre provavano gli stivali fatti da quelli nel campo. Gli uomini delle SS morti furono spogliati delle loro armi e 300 detenuti rischiarono il filo spinato e le miniere che circondavano il campo per entrare nelle foreste vicine. Molti furono uccisi ma circa 50 se ne andarono. Contaminato da questo evento, Sobibor fu chiuso nell'ottobre del 1943 e l'intera area fu piantata con alberi nel tentativo di mascherare gli orrori che erano esistiti lì.

Guarda il video: 1Â tempo Copia fuga da sobibor in italiano (Settembre 2020).