Corso di storia

Friedrich Ebert

Friedrich Ebert

Friedrich Ebert fu il primo presidente della Repubblica di Weimar. Ebert subentrò durante un periodo molto tossico nella storia. In Francia, Belgio e Gran Bretagna desideravano molti di imporre al popolo tedesco un trattato di pace così severo che la nazione non sarebbe mai più potuta risorgere e iniziare un'altra guerra - il trattato di Versailles avrebbe incolpato direttamente la Germania per aver iniziato la guerra mondiale Uno. Ebert dovette anche affrontare la minaccia percepita dall'est. Il paese era in bancarotta, affamato e per molti senza leader. Ebert non solo doveva affrontarlo, ma doveva anche affrontarlo.

Ebert è nato a Heidelberg il 4 febbraioesimo 1871. Divenne un sellatore dal commercio e si diresse verso il lato liberale della politica. Ebert divenne il direttore del "Bremer B┼▒rgerzeitung", un giornale socialdemocratico, nel 1893. Fu effettivamente l'inizio della sua carriera politica. Nel 1905, Ebert fu nominato segretario del Comitato centrale dei socialdemocratici e nel 1913 divenne presidente del partito.

Durante la prima guerra mondiale Ebert era il capo di un gruppo politico chiamato "Socialisti di maggioranza". Per alcuni è stata la scelta ovvia di condurre la Germania fuori dalla sua sconfitta nella prima guerra mondiale. L'11 febbraioesimo 1919, Ebert fu nominato presidente provvisorio della Repubblica di Weimar. Per assicurarsi che non fosse sfidato in questa posizione - l'Assemblea nazionale voleva un periodo di calma politica - la nuova costituzione fu modificata in modo che Ebert fosse presidente fino al 30 giugnoesimo 1925.

Dal 1919 al 1924, Ebert dovette affrontare alcune questioni molto serie.

La prima grande crisi di Ebert fu il trattato di Versailles del giugno 1919 che sconvolse molti in Germania. I nazionalisti furono spinti all'azione; Ebert fu chiamato un traditore e molti predissero che avrebbe significato la fine per la Germania. Pochi accettarono che il governo di Ebert non aveva altra scelta che firmare il trattato di pace. Si potrebbe sostenere che il trattato avrebbe potuto essere molto più duro con la Germania e che ciò che la squadra di Ebert negoziava era migliore di quanto avrebbe potuto essere - non che questa argomentazione sarebbe stata accettata da molti gruppi nazionalisti di destra che esistevano all'epoca.

Il secondo grande problema che Ebert doveva affrontare era il Frei Korps e il loro tentativo di acquisizione di Berlino insieme al Kapp Putsch. Anche un sovietico è stato stabilito in Baviera per un periodo molto breve, ma era un segno della debolezza del governo che questo era stato violentemente messo da parte dal Frei Korps perché il governo non era in grado di farlo. Tale era la minaccia del Frei Korps che il governo in realtà si trasferì da Berlino, che era la casa del governo nazionale, per il più sicuro Weimar.

Ebert dovette anche occuparsi dell'occupazione della Ruhr da parte delle truppe francesi e belghe dopo che le riparazioni non furono pagate nel 1923. Ciò provocò uno sciopero generale e il conseguente impatto economico di ciò fu enorme poiché Weimar semplicemente non riuscì a sopravvivere finanziariamente con lei preziosa zona industriale in sciopero. A seguito di ciò, Ebert ha dovuto fare i conti con l'iperinflazione che è stata 'risolta' solo da un prestito americano per gentile concessione del Piano Dawes. Se l'invasione della Ruhr e l'iperinflazione sono combinate (poiché i due erano indissolubilmente legati), il tentativo di insurrezione nazista a Monaco nel 1923 doveva essere sembrato una piccola patatina.

Il tempo di Ebert come presidente è iniziato con molti detrattori. Tuttavia, la sua maneggevolezza e la sua leadership durante le crisi sopra menzionate hanno conquistato molti dei suoi critici. Ebert fu visto come un abile operatore politico e ottenne il rispetto di alcuni di quelli che lo avevano precedentemente criticato. È un segno di quanto abbia domato gli elementi più estremi in Germania che i partiti estremisti hanno fatto così male alle elezioni. Tuttavia, aveva ancora i suoi detrattori. Il 25 dicembreesimo 1924, un tribunale dichiarò di essere stato colpevole di tradimento nel gennaio 1918 perché aveva preso parte a uno sciopero delle munizioni.

Dalla depressione del 1923, guidò la Germania all'inizio dei cosiddetti "anni d'oro" dal 1924 al 1929. Tuttavia, lo stress coinvolto nel suo lavoro prese il sopravvento.

Ebert doveva ritirarsi o andare alla rielezione nel giugno 1925. Tuttavia, morì in carica il 28 febbraioesimo1925.

Luglio 2012

Post correlati

  • Friedrich Ebert

    Friedrich Ebert nacque a Heidelburg nel febbraio 1871 e morì nel febbraio 1925. Ebert fu il primo presidente tedesco di Weimar e fu determinante per introdurre ...

Guarda il video: 90 years Friedrich-Ebert-Stiftung (Settembre 2020).