Cronologia

Iperinflazione e Weimar Germania

Iperinflazione e Weimar Germania

La Germania di Weimar aveva salutato con orrore la punizione finanziaria di Versailles. Se la Germania avesse pagato la somma di £ 6.600.000.000, sarebbe rimasta indebitata con gli Alleati fino al 1987 !! Tuttavia, firmando il trattato di Versailles, aveva concordato in linea di principio con la questione delle riparazioni e nel 1921 la Germania riuscì quasi a pagare la sua prima rata di 2 miliardi di marchi d'oro. A Weimar Germania è stato permesso di pagare in natura (materiali reali) anziché solo in contanti. La maggior parte di questi 2 miliardi è stata pagata in carbone, ferro e legno.

Nel 1922, Weimar Germany non riuscì semplicemente a pagare un'altra rata. Ciò non credeva agli Alleati - specialmente la Francia, dove la rabbia nei confronti della Germania continuava ad essere profonda - e il governo tedesco fu accusato di aver cercato di sottrarsi alle sue responsabilità di riparazione. Questo evidente rifiuto fu solo quattro anni dopo la fine della guerra, e l'atteggiamento del pubblico verso la Germania era ancora molto ostile - e non solo in Francia.

Nel 1923, le truppe francesi e belghe invasero la Ruhr; La zona industriale più preziosa della Germania. Le truppe francesi e belghe rilevarono le fabbriche di ferro e acciaio, le miniere di carbone e le ferrovie. Quei tedeschi che vivevano nella Ruhr e che erano considerati non cooperare con i tedeschi furono incarcerati. Il cibo è stato preso. Che questa azione da parte di Francia e Belgio rompesse le regole della Società delle Nazioni - che appartenevano entrambe - è stato ignorato da entrambi i paesi. La Francia era considerata uno dei membri più potenti della Lega e qui stava violando il proprio codice di condotta.

Il governo di Weimar ha risposto ordinando agli operai della Ruhr di scioperare e ha ordinato a tutte le persone della Ruhr di resistere passivamente ai soldati francesi e belgi. Ciò significava che non dovevano affrontare apertamente i soldati francesi e belgi, semplicemente che non dovevano aiutarli in alcun modo. Ciò ha portato alla violenza e nei successivi 8 mesi di occupazione, 132 persone sono state uccise e oltre 150.000 tedeschi della Ruhr espulsi dalle loro case.

L'ordine per i lavoratori di scioperare potrebbe essere stato patriottico ma ha avuto conseguenze disastrose per la Germania nel suo insieme. La Ruhr era la zona economica più ricca della Germania e produceva una grande ricchezza per l'intero paese. L'enorme acciaieria Krupps era lì. Non producendo alcun tipo di merce, l'economia tedesca ha iniziato a soffrire. Gli scioperanti dovevano essere pagati e le persone espulse dalle loro case dovevano essere curate. Per fare questo, il governo ha fatto la cosa peggiore possibile: ha stampato denaro per coprire i costi. Ciò segnalò al mondo esterno che la Germania non aveva abbastanza denaro per pagare per le sue necessità quotidiane e che qualsiasi denaro potesse essere stato investito in Germania veniva rimosso dagli investitori stranieri.

Tale calo di fiducia ha anche causato una crisi nella stessa Germania di Weimar quando i prezzi hanno iniziato a salire per adeguarsi all'inflazione. Molto rapidamente, le cose sono andate fuori controllo e ciò che è noto come iper inflazione fissato. I prezzi sono aumentati più rapidamente di quanto le persone possano spendere i loro soldi.

Nel 1922, una pagnotta di pane costava 163 marchi.

Nel settembre del 1923, questa cifra aveva raggiunto i 1.500.000 di marchi e al culmine dell'iperinflazione, nel novembre del 1923, una pagnotta di pane costava 200.000.000.000 di marchi.

L'impatto dell'iperinflazione è stato enorme:

La gente veniva pagata a ore e si precipitava a passare denaro ai propri cari in modo che potesse essere speso prima che il suo valore significasse che era inutile.
La gente doveva fare acquisti con le carriole piene di soldi
Il baratto divenne comune: scambiare qualcosa con qualcos'altro ma non accettare soldi per questo. Il baratto era comune nel Medioevo!
I pensionati con reddito fisso hanno sofferto quando le pensioni sono diventate inutili.
I ristoranti non stampavano i menu quando arrivavano i cibi ... il prezzo era salito!
I poveri diventarono ancora più poveri e l'inverno del 1923 fece sì che molti vivessero in condizioni di congelamento bruciando mobili per ottenere un po 'di calore.
I più ricchi hanno sofferto meno perché avevano contatti sufficienti per procurarsi il cibo, ecc. La maggior parte dei ricchi erano proprietari terrieri e potevano produrre cibo nelle loro proprietà.
Il gruppo che ha sofferto molto - in proporzione al proprio reddito - era la classe media. I loro risparmi duri sono scomparsi dall'oggi al domani. Non avevano la ricchezza o la terra su cui ripiegare come avevano fatto i ricchi. Molte famiglie della classe media hanno dovuto vendere cimeli di famiglia per sopravvivere. Non sorprende che molti di quei ceti medi che soffrirono nel 1923, dovessero rivolgersi a Hitler e al partito nazista.

L'iperinflazione ha dimostrato a molti che il vecchio marchio era inutile. La Germania aveva bisogno di una nuova valuta. Nel settembre del 1923, la Germania ebbe un nuovo cancelliere, l'abile Gustav Stresemann. Chiamò immediatamente la resistenza passiva e ordinò ai lavoratori della Ruhr di tornare al lavoro. Sapeva che questo era l'unico approccio di buonsenso alla crisi. Il marchio è stato sostituito con il Rentenmark che era sostenuto con oro americano. Nel 1924, il Piano Dawes è stato annunciato. Questo piano, creato da Charles Dawes, un americano, stabiliva obiettivi realistici per i pagamenti di riparazione tedeschi. Ad esempio, nel 1924, la cifra fu fissata a £ 50 milioni rispetto ai £ 2 miliardi del 1922. Il governo americano prestò anche alla Germania $ 200 milioni.

Questa azione stabilizzò Weimar Germania e nei successivi cinque anni furono investiti 25 milioni di marchi d'oro in Germania. L'economia è tornata rapidamente alla forza, sono state costruite nuove fabbriche, l'occupazione è tornata e le cose sembravano tornare alla normalità. Stresemann ha dato alla Germania uno scopo e i problemi associati all'iperinflazione sembravano scomparire.

Dal 1924 al 1929 è noto come l'Età dell'Oro di Weimar. Berlino sarebbe diventata la città dove andare se avessi soldi, i nazisti erano una piccola festa, rumorosa ma senza importanza. Soprattutto, Stresemann ha dato alla Germania una forte leadership.

Guarda il video: Videolezione su iperinflazione Germania 1923 (Ottobre 2020).