Paul Willis

Paul Willis è un sociologo britannico. Willis è nato a Wolverhampton e ha studiato alle università di Birmingham e Cambridge. Paul Willis è un importante teorico culturale britannico. Era professore di etnografia sociale / culturale alla Keele University. Il suo libro più famoso intitolato "Imparare a lavorare" era una serie di osservazioni e interviste in una scuola, che è stato creato per scoprire perché i bambini della classe operaia ottengono lavori della classe lavoratrice.

Paul Willis ha studiato un gruppo di 12 ragazzi della classe operaia durante l'ultimo anno e mezzo a scuola e i primi mesi di lavoro. Ha condotto una serie di interviste e osservazioni all'interno di una scuola, con l'obiettivo di scoprire perché "i bambini della classe operaia ottengono posti di lavoro".

Ha identificato due gruppi di alunni come "ragazzi" e "orecchi".

I "ragazzi" erano ragazzi della classe operaia che esprimevano un atteggiamento negativo nei confronti del lavoro accademico e mostravano anche atteggiamenti fortemente razzisti e sessisti. Hanno cercato di bere e fumare per entrare a far parte di un mondo più adulto e hanno pensato che il lavoro manuale, come l'edilizia, fosse molto più importante per il lavoro mentale. Visto che la società è gestita dal capitalismo, i ragazzi hanno riconosciuto che per loro non esisteva una pari opportunità, dato che, per quanto ci sforzassero, sarebbero rimasti molto meno efficaci degli studenti della classe media. Questo si collega all'idea marxista che non esiste meritocrazia in una società capitalista.

Una delle principali motivazioni per cui il ragazzo rifiuta la propria istruzione sarebbe l'orecchio.

I padiglioni erano visti come conformisti scolastici dai ragazzi ed erano esattamente l'opposto di loro quando si trattava di progressi accademici. I ragazzi erano sorpresi dai ragazzi perché erano i bambini che seguivano le regole della scuola, rispettavano i loro insegnanti e si impegnavano per l'educazione. Ai ragazzi non piaceva solo le orecchie, sentivano di avere una superiorità su di loro. Questo perché i ragazzi credevano che gli orecchi perdessero il loro tempo a scuola non potendo divertirsi o essere indipendenti.

Willis ha trovato una serie di somiglianze tra gli atteggiamenti e i comportamenti sviluppati dai ragazzi a scuola e quelli in officina al lavoro. Avere una risata era importante in entrambe le situazioni come mezzo per affrontare la noia, l'autorità e la ripetitività.

I ragazzi hanno rifiutato la scuola e si sono preparati mentalmente per un posto nella forza lavoro invariabilmente a livello manuale. Hanno imparato a sopportare la noia, si sono fatti una risata e hanno sostanzialmente accettato il lavoro di lavori poco qualificati e con bassi salari.

Per gentile concessione di Lee Bryant, direttore della sesta forma, scuola anglo-europea, Ingatestone, Essex

Guarda il video: Paul Willis (Settembre 2020).