Cronologia

Povertà ed educazione

Povertà ed educazione

Il legame tra povertà e fallimento scolastico ha interessato molti sia nel governo che nella ricerca per molti anni. Se la povertà in generale porta al fallimento educativo, ciò significa che quei bambini nati nella povertà nascono in un circolo vizioso - il ciclo della povertà - da cui non possono uscire? Nato in condizioni di povertà, scarsamente preparato se preparato per la scuola materna, fallimento rispetto ad altri alla scuola elementare, incapacità di accedere al curriculum completo alla scuola secondaria e fallimento al superamento degli esami. In questo contesto, come può un bambino nato in povertà uscire dal ciclo?

Il progetto Carolina Abecedarian era un esperimento controllato condotto nel 1972 nella Carolina del Nord, negli Stati Uniti, dal Frank Porter Graham Child Development Institute per studiare i potenziali benefici dell'educazione della prima infanzia per i bambini poveri al fine di migliorare la prontezza scolastica. È stato scoperto che nei loro primi anni di scuola, i bambini poveri sono in ritardo rispetto agli altri, suggerendo il fatto che erano mal preparati per la scuola. Il progetto Abecedarian è stato ispirato dal fatto che pochi altri programmi per la prima infanzia potevano fornire un ambiente sufficientemente ben controllato per determinare l'efficacia dell'allenamento della prima infanzia.

I bambini provenienti da contesti svantaggiati devono fare di più che semplicemente frequentare una buona scuola per migliorare il loro rendimento scolastico, secondo un rapporto. Ha affermato che solo il 14% della differenza tra le prestazioni di un individuo era dovuta alla qualità della scuola. L'ex ministro delle scuole, Lord Adonis, ha affermato che una delle principali priorità del governo laburista (1997-2010) mentre erano al governo stava aiutando i bambini provenienti da contesti svantaggiati. Ha suggerito che uno dei risultati del precedente governo era la fornitura di più attività al di fuori della scuola che aiutavano i bambini a sviluppare la loro fiducia. Con l'attuale forte riduzione della spesa pubblica, il timore è che questi progetti saranno facili obiettivi per i tagli.

La Joseph Rowntree Foundation ha studiato il legame tra povertà, fallimento o successo a scuola. Il JRF ha scoperto che i bambini in condizioni di povertà affrontano prospettive di istruzione notevolmente ridotte e possibilità di vita future. Hanno scoperto che questa è la conclusione non solo degli esperti di politica sociale e degli statistici del governo, ma degli stessi bambini piccoli. La ricerca pubblicata dalla Joseph Rowntree Foundation (JRF) mostra che i bambini sono consapevoli di tali risultati sin dalla tenera età e che i loro stereotipi rafforzano queste differenze. Questo studio sintetizza i messaggi dei primi otto progetti del programma Istruzione e povertà del JRF e esamina le esperienze dei bambini di diversa estrazione e il loro atteggiamento nei confronti dell'istruzione.

Ha concluso che il basso reddito è un forte fattore predittivo di scarso rendimento scolastico e che i bambini di diversa estrazione hanno esperienze contrastanti a scuola. I bambini meno avvantaggiati hanno maggiori probabilità di sentire una mancanza di controllo sul loro apprendimento e di diventare destinatari riluttanti del curriculum di insegnamento. Ciò influenza lo sviluppo di diversi atteggiamenti nei confronti dell'istruzione nella scuola primaria che aiutano a modellare il loro futuro.

Le loro scoperte sono state supportate da ricerche condotte dalla BBC nel settembre 2007. Lo studio ha scoperto che i bambini poveri sono meno di due anni indietro rispetto ai loro coetanei per quanto riguarda i risultati scolastici all'età di 14 anni e diretti verso una "spirale discendente". La ricerca per la "Campagna per porre fine alla povertà infantile" afferma che i bambini delle case povere sono fino a nove mesi indietro rispetto ai loro coetanei prima ancora di andare a scuola.

Per molti bambini che vivono in aree colpite dalla povertà, le scuole private non sono un'opzione probabile. Il costo medio per frequentare una scuola privata è di £ 10.000, che per chi vive in povertà è un sogno impossibile. L'opzione successiva per loro sono le buone scuole statali, dove saranno nuovamente svantaggiate a causa della "lotteria del codice postale". Questo è un sistema che favorisce coloro con codici postali percepiti migliori e i critici sostengono che consente alle scuole di selezionare al meglio le loro assunzioni future in modo da migliorare o mantenere la reputazione della scuola.

Il governo del Regno Unito ha fissato un obiettivo per il 2020 di eliminare la povertà infantile. Il JRF ritiene che dovranno essere spesi ulteriori 4,2 miliardi di sterline all'anno in crediti d'imposta se il governo dovrà raggiungere l'obiettivo di dimezzare la povertà infantile entro il 2015. Nel 2010, il JRF ha affermato che 2,3 milioni di bambini vivevano in condizioni di povertà. Il governo aveva fissato un obiettivo per il 2010 di 1,7 milioni, ma questo era stato fissato nel 1999 ben prima che la recessione entrasse nell'economia del Regno Unito. Con i tagli all'ingrosso della spesa pubblica nella maggior parte delle aree, gli attivisti per la povertà infantile sostengono che la cifra salirà effettivamente e che la scadenza del 2020 per l'eliminazione della povertà infantile mancherà di molto.

Per gentile concessione di Lee Bryant, direttore della sesta forma, scuola anglo-europea, Ingatestone, Essex

Post correlati

  • Oscar Lewis

    Oscar Lewis è stato un sociologo che ha studiato la povertà e le sue tendenze all'interno della società. Lewis ha inventato una teoria comunemente nota come il "Ciclo di ...