Cronologia

Classe sociale e risultati

Classe sociale e risultati

In tutti i gruppi sociali la classe svolge un ruolo importante nel raggiungimento dei bambini nell'istruzione. A tutte le fasce d'età nel sistema educativo è evidente che i bambini della classe operaia ottengono risultati inferiori rispetto ai bambini provenienti da un ceto medio. Si suggerisce che il sistema sia distorto e progettato per i bambini bianchi della classe media che non tengono conto delle esigenze della classe operaia e dei bambini delle minoranze etniche. Tuttavia, la maggior parte dei ricercatori ritiene che vi sia una "gamma di abilità" simile in ogni classe sociale, il che potrebbe significare che le differenze di classe nel rendimento scolastico non sono dovute a differenze di classe nell'intelligenza, ma più a che fare con altri fattori nella società come le aspettative basse e basse aspirazioni, mancanza di gratificazione differita e questioni economiche che sono tutti più evidenti nella classe operaia.

I bambini provenienti da contesti della classe lavoratrice tendono a sperimentare difficoltà economiche più di qualsiasi altra classe; questo è spesso legato alla deprivazione materiale a cui questi bambini sono esposti durante la loro vita. La privazione materiale nella classe sociale cinque è stata strettamente collegata alla sottoesecuzione degli alunni della classe operaia nelle scuole sin dagli anni '60, quando i sociologi affermarono che il raggiungimento di un bambino poteva essere collegato alla mancanza di qualcosa che era poi trovato come una sorta di privazione. La mancanza di denaro e le cose che il denaro potrebbe comprare combinate con la mancanza di competenze e l'assenza di un buon atteggiamento hanno contribuito alla realizzazione di un bambino a scuola. Questi bambini non sono in grado di acquisire oggetti educativi necessari come un computer con accesso a Internet, scrivanie e libri di consultazione e revisione che aiutano anche a svantaggiarli.

Le differenze nella socializzazione primaria (Parsons) sono anche considerate un altro fattore nel rendimento scolastico tra alunni di diversi gruppi sociali. Si ritiene che i bambini della classe media ricevano più attenzione e incoraggiamento dai loro genitori sin dalla giovane età, che poi fornisce loro una base per ottenere risultati elevati quando entrano nella scuola primaria questa teoria suggerita da JWB Douglas (1964) è in contrasto con la socializzazione primaria sperimentata dalla maggior parte dei bambini della classe operaia che generalmente hanno genitori che non comprendono ciò di cui i loro figli hanno bisogno per avere successo nell'istruzione. La quantità di interesse mostrata dai genitori nell'educazione dei loro figli è stata vista da Douglas come il fattore più importante nel raggiungimento di qualsiasi bambino nel sistema educativo. Anche gli atteggiamenti dei genitori sul tema dell'educazione possono diventare evidenti per gli insegnanti e ciò può quindi incoraggiare l'insegnante a trattare un alunno in modo diverso da un altro.

Le sottoculture all'interno della scuola aiutano anche nelle differenze riscontrate dai bambini di diverse classi nel sistema educativo. Un sociologo britannico (Barry Sugarman) ha descritto la cultura della classe operaia come; fatalista, orientato al tempo presente e interessato solo alla gratificazione immediata. Questo, rispetto alla sottocultura della classe media, è diverso in quanto questa classe è più interessata alle idee non fatalistiche, all'orientamento temporale futuro e alla preoccupazione differita. Queste differenze possono anche rivelarsi uno svantaggio per i bambini della classe operaia in quanto il loro atteggiamento verso l'educazione non avrà entusiasmo per avere successo e la loro mentalità scoraggerà gli sforzi prolungati per il successo degli esami.

Infine, un altro processo che consente alle scuole di produrre risultati scolastici diversi tra gli alunni di diversi gruppi sociali sono i diversi schemi linguistici che emergono dalle diverse classi. La teoria della deprivazione culturale seguita dal codice di due principali discorsi fondato da Basil Bernstein svantaggia i bambini della classe operaia dai bambini della classe media. La teoria della deprivazione culturale suggerisce che i modelli linguistici di coloro che sono alla base del sistema di classe sono inferiori. Bernstein propone che i bambini delle classi lavoratrici adottino un codice vocale ristretto che è una specie di discorso breve e che non può essere compreso completamente al di fuori del codice vocale e che il sistema educativo adotta un codice vocale elaborato attraverso il modo in cui gli insegnanti insegnano agli alunni. L'insegnante a volte non riesce a capire l'alunno e gli studenti non riescono anche a capire la lingua parlata dall'insegnante, pertanto esiste una barriera linguistica che impedisce all'insegnante di insegnare ai propri alunni della classe operaia in modo appropriato e che impedisce allo studente di apprendere in modo sufficiente.

In conclusione, ci sono molte aree da affrontare quando si cerca di scoprire il ruolo dei processi nelle scuole nel produrre risultati scolastici diversi tra gli alunni di diversi gruppi sociali, quindi dopo averli presi in considerazione è evidente che la classe è il fattore più importante in quanto determina le opportunità di un bambino nel sistema educativo e nel modo in cui vengono educati, sia in modo appropriato che a loro vantaggio o meno.

Per gentile concessione di Lee Bryant, direttore della sesta forma, scuola anglo-europea, Ingatestone, Essex

Post correlati

  • Classe ed educazione

    Che cos'è esattamente la "classe" e come si adatta alle scuole e all'istruzione? Se digiti "classe sociale" in "Google", otterrai un numero di ...

  • Capitale culturale

    La teoria della deprivazione culturale implica che la classe superiore sta meglio in tutte le aree rispetto alla classe operaia e questo è soprattutto ...

Guarda il video: Il reportage fotografico come missione sociale (Settembre 2020).