Popoli, Nazioni, Eventi

Alfred Hugenberg

Alfred Hugenberg

Alfred Hugenberg era un politico e un uomo d'affari molto influenti a Weimar, in Germania. Hugenberg era un noto nazionalista e disprezzava il trattato di Versailles. Finanziò e guidò il Partito popolare nazionale tedesco nazionalista di destra e al Fronte di Harzburg Hugenberg del 1931 tentò senza successo di portare Hitler nelle sue tasche - cosa che il futuro Fhrer si rifiutò di fare.

Alfred Hugenberg è nato ad Hannover il 16 giugnoesimo 1865. Ha avuto un'infanzia confortevole e ha continuato a studiare legge e poi economia a Gottinga, Heidelberg, Berlino e poi Strasburgo. Sviluppò le credenze nazionaliste di destra e aiutò a fondare la Lega Generale Tedesca nel 1891, che nel 1894 divenne la Lega Pan-Tedesca. Anti-socialismo e ultra-nazionalista, la Lega pan-tedesca ottenne un seguito tra le classi medie e alte che guardarono cautamente l'ascesa del socialismo tra la classe operaia tedesca. Scioperi, minacce di sciopero, richieste salariali, migliori condizioni di lavoro, ecc., Tutto sembrava molto poco tedesco per i membri della Lega pan-tedesca.

Hugenberg si unì al servizio civile prussiano nel 1903, ma si trasferì nel 1909 alla grande preoccupazione industriale di Krupp e lasciò il 1918. Il suo compito principale era quello di mantenere in ordine le finanze di Krupp - un compito in cui eccelleva. La sua posizione lo portò in contatto con Gustav Krupp von Bohlen e Halbach che era a capo del colosso industriale. Krupp condivideva gran parte della convinzione di Hugenberg e stabilirono una stretta relazione. Dopo aver lasciato Krupp nel 1918, Hugenberg entrò in affari da solo. Durante l'era dell'iperinflazione, acquistò numerosi giornali a buon prezzo. Ha sviluppato il suo impero mediatico durante i cosiddetti "anni d'oro" di Weimar. Alla successiva crisi economica del 1929, fu il più grande magnate dei media di Weimar e non solo possedeva un gran numero di titoli di giornali, ma anche una catena cinematografica - Universal Film AG. Hugenberg usò i numerosi sbocchi che doveva attaccare i politici di Weimar. Si dedicò anche alla politica e nel 1928 divenne presidente del Partito popolare nazionale tedesco. Hugenberg voleva imporre le sue opinioni nazionalistiche estreme al partito. Nel 1931, ha prodotto il nuovo manifesto del partito. Hugenberg chiese l'immediato ripristino della monarchia, lo strappo del Trattato di Versailles, un contatto molto maggiore tra Germania e Austria, servizio militare obbligatorio, un nuovo impero tedesco e una riduzione del potere economico percepito che gli ebrei avevano nell'economia di Weimar.

L'obiettivo più immediato di Hugenberg era il cancelliere Heinrich Brűning, che credeva spingesse Weimar inesorabilmente verso il socialismo. Hugenberg fu uno degli uomini più influenti alla conferenza del Fronte di Harzburg del 1931, che ebbe lo scopo specifico di cercare di convincere il vecchio presidente Hindenburg a licenziare Brűning. Tuttavia, c'erano alcuni membri del partito che credevano di averlo spinto troppo a destra e che sarebbe finito per alienarsi dagli elettori. Numerosi ex membri del partito erano già partiti alla fine del 1929 e formarono il Partito popolare conservatore. Altri erano anche diffidenti sul fatto che Hugenberg volesse perseguire il voto di coloro che erano coinvolti nell'agricoltura e che aveva voltato le spalle all'industria nonostante il tempo trascorso con Krupp.

Sebbene gran parte di ciò che predicava Hugenberg avesse grandi somiglianze con le idee di Adolf Hitler, non erano ovvi partner politici. In primo luogo Hitler non aveva intenzione di condividere il potere con nessuno e in secondo luogo il Partito nazista aveva un seguito non solo tra la classe media ma anche tra la classe operaia nonostante l'esistenza del Partito comunista e un certo numero di partiti socialisti. Hugenberg non aveva mai lasciato intendere che stava cercando il sostegno della classe operaia, ma credeva di averne bisogno se voleva spingere per il potere. Fece generose donazioni alle casse del partito nazista e assicurò che il suo impero mediatico diede alla stampa favorevole Hitler e il partito nazista. Hitler aveva ripetuto quanto precedentemente affermato da Hugenberg sul fronte di Harzburg, ma aveva già concluso che Hugenberg voleva semplicemente usare il partito nazista per le sue intenzioni e non era disposto ad accettarlo. Anche uno dei confidenti più stretti di Hitler, Joseph Goebbels, aveva sviluppato una profonda antipatia per Hugenberg ed è quasi certo che Goebbels usasse il suo facile accesso a Hitler per assicurarsi che la mente del futuro Fhrer fosse necessariamente avvelenata. Le cose peggiorarono quando Hugenberg si rifiutò di sostenere Hitler nelle elezioni presidenziali del 1932. In effetti, Hugenberg incoraggiò un rivale a opporsi a Hitler e von Hindenburg - Theodore Duesterberg.

Tuttavia, Hitler non ha avuto tutto a modo suo. Nelle elezioni del 1932 per il Reichstag, il Partito popolare nazionale tedesco prese posto dai nazisti. Fu a questo punto che sia Hitler che Hugenberg tentarono di costruire ponti tra le due parti. Hanno avuto un certo numero di incontri privati, ma sono arrivati ​​poco dopo che Hugenberg ha rifiutato di sostenere la richiesta di Hitler di formare un governo, i funzionari nazisti dovrebbero essere a capo dei ministeri interni della Prussia e della Germania. Ciò avrebbe conferito al Partito nazista un potere enorme a livello regionale in Germania e Hugenberg non solo lo ha riconosciuto, ma ha anche abbandonato l'idea.

La convinzione di Hugenberg di poter "incastrare Hitler" non contava nulla quando Hitler fu nominato Cancelliere il 30 gennaioesimo 1933. Tuttavia, il Partito popolare nazionale tedesco (DNVP) deteneva 52 seggi nel Reichstag, cosa che Hitler non poteva ignorare prima della legge abilitante del marzo 1933. Ha nominato Hugenberg Ministro dell'economia e Ministro dell'agricoltura. Quest'ultimo incarico fu un tentativo di Hitler di conquistare i proprietari terrieri nella Germania nazista. Tuttavia, in realtà una volta approvata la Legge Abilitante, Hitler non ebbe tempo per Hugenberg - e certamente non ne ebbe bisogno. Hugenberg divenne una figura sempre più isolata persino sconvolgendo la popolazione tedesca aumentando il prezzo del burro per aiutare i produttori di latte tedeschi. Hugenberg suggellò il proprio destino politico quando nel giugno 1933 partecipò alla Conferenza economica mondiale di Londra e annunciò che il modo migliore per combattere la depressione economica degli anni '30 in Germania era quello di sviluppare un nuovo impero coloniale in Africa e di espandersi nell'Europa orientale. Ciò causò indignazione durante la conferenza e Hitler, ironicamente, dovette rinnegare i commenti. Hugenberg ha anche parlato contro i piani di creazione di posti di lavoro che erano al centro del piano nazista per ridurre la disoccupazione. Un messaggio meno che sottile fu dato a Hugenberg quando altri leader del Partito popolare nazionale tedesco furono arrestati dalla SA. Hugenberg si è dimesso dal gabinetto nazista il 29 giugnoesimo 1933. Fu solo dopo questo che Hitler accettò un accordo in base al quale ad alcuni membri del DNVP considerati leali al Partito nazista fu permesso di aderirvi mentre il DNVP si dissolveva ufficialmente.

Hitler permise a Hugenberg di rimanere nel Reichstag come "membro ospite" Vi erano 22 di questi "membri ospiti" ma 639 deputati nazisti. Hitler ha poi assunto molte delle sue preoccupazioni sui media, che sono state sotto il controllo di Goebbels. Hugenberg ne rimase con alcuni e li vendette al governo nazista nel 1943 per un buon prezzo.

Alla fine della seconda guerra mondiale, Hugenberg fu arrestato ma nel 1949 fu classificato come un "compagno di viaggio", il che significava che non era un nazista e gli era permesso di mantenere la sua proprietà, i suoi affari e il portafoglio di azioni.

Alfred Hugenberg è morto il 12esimo Marzo 1951

Aprile 2012

Post correlati

  • Adolf Hitler

    Adolf Hitler guidò la Germania durante la seconda guerra mondiale. Il suo desiderio di creare una razza ariana era fondamentale nella sua etica e nelle sue campagne politiche. Hitler non aveva ...

  • Adolf Hitler e la Germania nazista

    Adolf Hitler guidò la Germania durante la seconda guerra mondiale. Adolf Hitler si uccise il 30 aprile 1945 - pochi giorni prima della resa incondizionata della Germania. Berlino era ...

Guarda il video: Alfred Hugenberg - Der vergessene Führer (Settembre 2020).