Podcast storici

Genere e rendimento scolastico

Genere e rendimento scolastico

Nel tempo c'è stato un cambiamento nel successo di genere durante l'istruzione; arrivare alla fine degli anni '80 con il fallimento delle ragazze era comune; le ragazze avevano meno probabilità rispetto ai ragazzi di ottenere uno o più livelli A e avevano meno probabilità di passare all'istruzione superiore. Venendo al prossimo decennio degli anni '90 ci fu un'inversione improvvisa; le ragazze ora stavano meglio dei ragazzi che ora non avevano successo. Nel 2006 il 10% in più di femmine stava ottenendo 2 o più livelli A rispetto ai maschi. Le donne stanno ottenendo gradi migliori degli uomini. I sociologi hanno esaminato questa diversione di genere da una prospettiva sociale. Cosa ha reso questa inversione così improvvisa e perché si è verificata?

Le femministe credono che il sistema educativo sia patriarcale e dominato dagli uomini, proprio come lo è la forza lavoro. Le femministe sostengono che il sistema educativo è solo una preparazione primaria per guidare la forza lavoro futura. Credono che ci siano ancora differenze di genere nella scelta delle materie nelle scuole. Colley (1998) ha rivisto questa idea e ha scoperto che, nonostante tutti i cambiamenti sociali negli ultimi decenni, le definizioni tradizionali di mascolinità e femminilità erano ancora diffuse. I sociologi Heaton e Lawson (1996) sostengono che il curriculum "nascosto" è una delle principali fonti di socializzazione di genere; nell'ambito dell'educazione, varie materie sono rivolte a un determinato gruppo di genere; per esempio, cucinare sarebbe rivolto alle ragazze che fanno i lavori domestici e cucinano. Mentre la maggior parte delle scuole ora intitola questo corso, Food Technology, le femministe credono che l'argomento sia ancora progettato per "ingannare" le ragazze nell'adottare un modo di comportamento che una società patriarcale accetta e che il divario tra ragazze e ragazzi è ancora presente nella società di oggi. Le femministe credono anche che gli stereotipi di genere possano ancora esistere nella società poiché si ritiene che i ragazzi si adattino meglio alla forza lavoro futura rispetto alle ragazze. Le ragioni addotte per le ragazze che in precedenza non avevano raggiunto l'istruzione erano dovute al fatto che le donne erano orientate alla famiglia e focalizzate sulla famiglia, che l'educazione era patriarcale e la socializzazione del ruolo che dovrebbero svolgere come donne tradizionalmente. Tuttavia, Norman (1988) sottolinea inoltre che prima ancora che i bambini iniziassero la scuola all'età di 5 anni, gli stereotipi sessuali sono già iniziati dalle bambole che giocano con il rafforzamento di ruoli femministi; per esempio: le bambole ora vengono con il trucco finto e alcune con grembiuli e mini cucine con cui le ragazze possono giocare. Ciò può influire sulle aspirazioni educative delle ragazze. Allo stesso modo, possono arrivare a credere che il conseguimento delle qualifiche attraverso l'educazione sia secondario rispetto alle idee di amore, matrimonio e figli. I ragazzi, tuttavia, hanno maggiori probabilità di ricevere giocattoli di costruzione che aiutano a sviluppare concetti scientifici e matematici. Questi stereotipi di genere sono ulteriormente rafforzati dai media. Pertanto, come conseguenza di questa forma di socializzazione precoce, le ragazze potrebbero aver imparato l'istruzione meno dei ragazzi, soprattutto negli anni '80.

A partire dagli anni '90, gli stereotipi di genere erano ancora evidenti nella società, tuttavia un numero maggiore di donne stava ottenendo un successo maggiore in tutto l'istruzione e il lavoro. Le Spice Girls erano le icone culturali degli anni '90 che rappresentavano il successo e il successo femminile; questo potrebbe essere un argomento avanzato sul perché il ruolo di raggiungimento del genere ha iniziato a diventare più accessibile alle donne e il ruolo alla fine è passato alle donne facendo meglio dei maschi. L'istruzione Education Reform Act del 1988, che ha portato i corsi a beneficio delle ragazze in gran parte anche in quanto sono generalmente più organizzati e si preoccupano più del loro aspetto delle opere rispetto ai maschi, le ragazze sono più accompagnate in tutta la società dalla famiglia in quanto sono viste più vulnerabili dei ragazzi e quindi sarebbe a casa più spesso dei ragazzi e quindi avrebbe più tempo per il loro lavoro. Le femministe credono che il ruolo dell'educazione dovrebbe essere a vantaggio e beneficio delle donne svantaggiate. L'istruzione Education Reform Act del 1988 ha mostrato chiaramente che alle donne viene data più possibilità di ottenere, tuttavia si può credere ed è da molte femministe che l'educazione sta riproducendo la disuguaglianza di genere e allargando l'attuale divario che già esiste in tutta la società.

Sharpe (1976, 1994) ha intervistato un campione di ragazze negli anni '70 e un altro campione negli anni '90. Scoprì che le loro priorità erano cambiate dall'amore e dal matrimonio negli anni '70 a lavori, aspirazioni e carriere negli anni '90. È evidente che c'è stato un chiaro aumento delle ambizioni di carriera delle donne in questa ricerca. Ciò avrebbe potuto essere influenzato da due cose, il successo educativo dei corsi e il miglioramento graduale o una socializzazione più moderna da parte dei genitori e dei media, promuovendo la teologia di cose come le Spice Girls. Le femministe radicali cercano di sensibilizzare le ragazze sulla struttura del patriarcato nelle scuole, sul posto di lavoro e nella famiglia. La loro strategia per farlo è quella di cercare di stabilire gruppi di discussione e sostegno femminili, in cui sia possibile esaminare il patriarcato e sviluppare la fiducia e le capacità delle donne di combatterlo, alla fine ciò dovrebbe ridurre gradualmente lo sfruttamento delle donne. Secondo Mitsos & Browne (1998), il movimento e il femminismo delle donne hanno tutti sollevato le aspettative e l'autostima delle donne. Ciò ha avuto per le femministe un motivo positivo per loro di continuare a lottare per l'uguaglianza poiché, sebbene le cose siano molto migliori rispetto ai tempi precedenti nella storia, le donne non sono ancora del tutto uguali agli uomini e questo si sta sviluppando nella società più ampia al di fuori dell'istruzione e nel lavoro.

Dale Spender ritiene che gli insegnanti di tutta la scuola prestino a ragazzi e ragazze diversi tipi di attenzione; dice che le ragazze sono elogiate per l'aspetto, il buon comportamento e il lavoro pulito. Ha esaminato ulteriormente l'argomento della disuguaglianza di genere nell'istruzione e ha dichiarato: "Ciò che è considerato intrinsecamente interessante è la conoscenza degli uomini. Poiché gli uomini controllano i registri e il sistema di valori, si ritiene generalmente che siano gli uomini che hanno fatto tutte le cose eccitanti, sono gli uomini che hanno fatto la (sua) storia, fatto scoperte, inventate e compiuto talenti di abilità e coraggio - secondo gli uomini. Queste sono le attività importanti e solo gli uomini possono impegnarsi in esse, quindi siamo portati a credere. Ed è così che le attività degli uomini diventano il curriculum. ' - Dale Spender, 1982

Le opinioni delle femministe spesso si collegano a quelle di Spender e alla loro convinzione che i ragazzi siano meglio preparati per la vita, l'istruzione e la forza lavoro dal momento in cui sono nati a causa del loro sesso. Ciò va contro l'idea di meritocrazia e incoraggia l'idea di profezia e discriminazione che si autoavvera. Le femministe guardano alla società su una scala macro e vogliono generalizzare le loro idee su maschi e femmine all'intera società. Credono che la società si basi sul conflitto e che il conflitto sia tra i sessi.

Un strutturalista di conflitti come un marxista sosterrebbe che la disuguaglianza di genere è presente a beneficio finale dell'economia e dei bisogni della borghesia. Friedrick Engels (1972), un sociologo marxista, ebbe la teoria studiando l'evoluzione della famiglia attraverso il tempo che la famiglia nucleare monogama sviluppò per risolvere il problema dell'eredità della proprietà privata. La proprietà era di proprietà di maschi, che avevano bisogno di eredi (progenie) a cui potevano trasmetterla. Avevano bisogno di un maggiore controllo sulle donne, quindi la paternità della loro prole era certa; promuovere il tema delle donne come sostenitrici del maschio. Pertanto, attraverso la socializzazione primaria che la famiglia Parson direbbe è la famiglia, il ruolo degli uomini è già passato ai bambini piccoli come capo della famiglia, tanto più inevitabilmente ha successo nell'istruzione e infine nel lavoro. La socializzazione secondaria si svolge nell'educazione che promuove i valori e le norme insegnati nella socializzazione primaria oltre alla preparazione della forza lavoro. I bambini piccoli vengono indottrinati dall'ideologia di classe dominante attraverso l'egemonia della borghesia per accettare lo sfruttamento e i ruoli previsti sin dalla tenera età, sia attraverso la socializzazione primaria o secondaria della famiglia e dell'istruzione o attraverso i media. Le femministe marxiste credono che il ruolo delle donne nella società sia modellato dai bisogni dell'economia e del capitalismo in cui le donne sono socializzate nel sostenere gli uomini a casa e al lavoro e che l'educazione rafforza questa teoria. La "teoria del bagno caldo" è una visione del marxismo e mantiene l'idea che le femmine dovrebbero fare tutto il possibile per mantenere il lavoratore alienato supportato e felice di continuare a lavorare per i soldi di cui ha bisogno per sostenere la sua famiglia, svolgendo il suo ruolo nella società. Ciò altera direttamente le prospettive e le aspirazioni delle donne verso l'educazione rispetto ai maschi. Se una femmina sente che la sua vita è già pianificata per loro e il loro obiettivo principale nella vita è quello di raggiungere una famiglia, l'istruzione non è una necessità, ma solo un extra obbligatorio. Si sostiene tuttavia che il marxismo ignora in gran parte la sottomissione delle donne e che le loro potenziali capacità e opinioni sono antiquate e non di rilevanza moderna poiché molte alterazioni negli ultimi tempi sembrano contraddire queste teorie.

La socializzazione secondaria si verifica nelle scuole e durante l'istruzione e coinvolge altre influenze e istituzioni che esercitano influenza su un gruppo. Le femministe credono che l'educazione sia un agente della socializzazione secondaria che aiuta a rafforzare il patriarcato. Quando si discute di ragazzi nell'istruzione, ciò rivela una grande importanza perché, essendo attorno alle "sottoculture", i ragazzi sono condizionati ad accettare gli schemi di comportamento attorno a loro come di consueto e iniziano a condividere valori e ruoli simili. Questo è allora quando gruppi di etnia o classe simili potrebbero potenzialmente riunirsi e creare una diversità culturale di potere e "ribelle".

Quando si discute dell'argomento del raggiungimento in termini di genere, un altro fattore è la differenza di attenzione data dagli insegnanti a maschi e femmine e le loro aspettative stabilite per ciascuno. I ragazzi spesso richiedono più attenzione da parte degli insegnanti rispetto alle donne, di solito negativi. La prospettiva di un interazionista è la teoria della profezia che si autoavvera che sostiene che le previsioni fatte dagli insegnanti tenderanno a realizzarsi. L'insegnante definisce o etichetta l'alunno in un modo particolare. L'interazione di questo insegnante con gli alunni sarà informata dalla loro etichettatura degli alunni e gli alunni potranno rispondere di conseguenza, verificando l'etichetta e rispettando la profezia. Pertanto, se i maschi dominano una posizione superiore rispetto alle femmine in classe e con i loro insegnanti, la loro etichetta rappresenterà un'importanza futura più positiva di quella delle femmine? E la femmina andrà oltre a guardare? Ciò è ulteriormente incoraggiato da 'impostazione' o 'banding' a causa di abilità mirate e divisioni raggruppando in lezioni. Hargreaves (1967) scoprì che i bambini nei corsi inferiori di una scuola secondaria venivano etichettati come "facinorosi". Di conseguenza, si sono rivoltati contro i valori della scuola e hanno sviluppato una sottocultura delinquente non conformista.

Jackson (2006) ha realizzato una serie di interviste e questionari in otto scuole per studiare la mascolinità e la femminilità. Le scuole erano dominate dalla cultura della mascolinità dominante. Questa preziosa resistenza, potenza e competitività. Il lavoro accademico è stato definito troppo femminile per essere visto come "bello" dai ragazzi. Ciò ha portato molti ragazzi a fare casino nelle scuole e non concentrarsi sul proprio lavoro, recitando la mascolinità "ladda". Jackson crede che la mascolinità laddish sia una "risposta alla paura di fallire in un sistema educativo sempre più competitivo". Con le ragazze che attualmente stanno facendo meglio dei ragazzi, si potrebbe sostenere che molti ragazzi sono stati rimandati nel tentativo di competere con una ragazza nel caso in cui la ragazza faccia meglio sentire il ragazzo inferiore e umiliato poiché i ragazzi sono stati indottrinati per credere che debbano fare di meglio rispetto alle femmine e se non lo fanno non sono "macho" e "cool".

I media svolgono un ruolo enorme nell'indottrinare, socializzare e creare identità culturale per molti individui nella società. Le femministe liberali trovano prove del ruolo sessuale stereotipato nei media e sostengono che influenza il comportamento. Tuchman (1978) ha affermato che sebbene le rappresentazioni possano cambiare nel tempo; "Le immagini dei media tendono a rimanere indietro rispetto ai cambiamenti nella società." Beuf (1974) sostiene che i bambini si modellano su modelli di ruolo televisivi e questo porta molte ragazze ad abbandonare le loro ambizioni prima di raggiungere l'età di 6 anni. I marxisti vedrebbero questo come un'egemonia culturale. Tuttavia, da queste prove presentate indica la chiara vulnerabilità degli individui nella società e mostra che ci sono molte disuguaglianze di genere incorporate che ci vengono pubblicizzate dal crescere alle aspettative di noi dalla nascita a causa del nostro genere. Pertanto, sebbene l'istruzione abbia un ruolo importante nell'ampliare il divario, credo fermamente che il divario esistesse già prima dell'inizio dell'istruzione.

È sempre più chiaro che in questo saggio il divario raggiunto tra uomini e donne è sicuramente presente e che è in parte in parte responsabile della disuguaglianza di genere che si sviluppa in modo più visibile nella società in generale. I postmodernisti sostengono che la disuguaglianza di genere è evidente nella storia e nella società attuale, tuttavia il divario si è ridotto e l'istruzione non è l'unica ragione del divario, ci sono molti altri fattori che contribuiscono. Tra il 1971 e il 2006, il tasso di occupazione delle donne nel Regno Unito è salito dal 56% al 70% ed è ancora in aumento, i tassi di divorzio nel Regno Unito nelle recenti indagini hanno anche ampiamente aumentato dimostrando che le donne hanno ora bisogno di un'istruzione per sostenere se stessi e i loro figli, l'indipendenza sta diventando sempre più attesa dalle donne e più donne ora cercano una carriera piuttosto che solo un lavoro, il che significa una maggiore enfasi sull'istruzione e il conseguimento di qualifiche a livello di laurea. Pertanto, non possiamo essere chiari sul perché esattamente questo divario nell'istruzione esiste interamente mentre i tempi cambiano; con prove di dati, statistiche, indagini, questionari e teorie, le interpretazioni fatte sono spesso diverse, tuttavia concludono in generale l'idea che sia principalmente dovuta alla socializzazione primaria e secondaria delle norme e dei valori individuali fissati dalla famiglia, dalla scuola e dai media perché le disuguaglianze di genere sono attuali nella società di oggi.

Per gentile concessione di Lee Bryant, direttore della sesta forma, scuola anglo-europea, Ingatestone, Essex

Post correlati

  • Femminismo ed educazione
    Per sua stessa natura, il femminismo studia ciò che le femministe percepiscono come una società dominata dagli uomini in cui storicamente ragazze e donne sono state "mantenute al loro posto" ...

Guarda il video: Serve separare i gemelli a scuola? (Luglio 2020).