Inoltre

L'America negli anni '20

L'America negli anni '20

La potente potenza economica dell'America dal 1920 all'ottobre 1929 è spesso trascurata o semplicemente oscurata da argomenti più eccitanti come il proibizionismo e i gangster, l'Età del Jazz con i suoi pazzi e il Klu Klux Klan. Tuttavia, la forza dell'America è stata generata e guidata dalla sua vasta potenza economica.

In questo decennio, l'America divenne il paese più ricco del mondo senza un ovvio rivale. Eppure nel 1930 aveva avuto una depressione che avrebbe avuto conseguenze in tutto il mondo. Ma nei bei tempi quasi tutti sembravano avere un lavoro ragionevolmente ben pagato e quasi tutti sembravano avere un sacco di soldi da spendere.

Uno dei motivi di ciò è stata l'introduzione del noleggio-acquisto in base al quale hai messo un deposito su un articolo che volevi e pagato rate su quell'articolo, con gli interessi, in modo da rimborsare più del prezzo per l'articolo ma non hai avuto per effettuare un pagamento in una volta sola. L'acquisto di assunzioni era facile da ottenere e le persone si indebitavano senza una vera pianificazione per il futuro. Negli anni '20 sembrava proprio che se avessi voluto qualcosa, l'avresti ottenuto.

Ma il semplice acquisto di qualcosa ha avuto un impatto economico importante. Qualcuno ha dovuto fare ciò che è stato acquistato. Questa era l'era prima della tecnologia dei robot e la maggior parte del lavoro era ad alta intensità di lavoro, vale a dire le persone hanno fatto il lavoro. La persona che produceva quel prodotto sarebbe stata pagata e lui (come era solito negli anni 1920) non avrebbe risparmiato tutti quei soldi. Anche lui ne avrebbe speso un po 'e qualcuno da qualche altra parte avrebbe dovuto farlo e così sarebbe stato pagato. E così il ciclo è continuato. Questa era la convinzione del flusso di denaro di John Maynard Keynes. Se la gente spendeva, allora le persone dovevano essere impiegate per fare le cose. Vengono pagati, spesi i loro soldi e così il ciclo è continuato.

Un buon esempio è stato l'industria automobilistica. I 3 grandi produttori erano Ford, Chrysler e General Motors.

Un boom nell'industria automobilistica è arrivato da Ford con il leggendario Ford Model -T.

Questa era un'auto per il popolo. Era economico; la produzione di massa aveva abbassato il suo prezzo a soli $ 295 nel 1928. La stessa macchina era costata $ 1200 nel 1909. Nel 1928, circa il 20% di tutti gli americani aveva automobili. L'impatto della Ford fece sì che gli altri dovessero produrre la propria auto economica per competere. I benefici sono andati al consumatore. Auto a noleggio a noleggio come queste molto convenienti. Ma ci furono importanti spin-off da questo settore in quanto il 20% di tutto l'acciaio americano andava all'industria automobilistica; 80% di tutta la gomma; 75% di tutto il vetro del piatto e 65% di tutta la pelle. Ogni anno venivano usati 7 miliardi di galloni di benzina e, naturalmente, motel, garage, ristoranti, ecc. Tutti sorsero e tutti questi sbocchi occupavano persone e queste persone venivano pagate.

Per far fronte alle nuove auto furono costruite nuove strade che impiegavano molte persone. Ma non tutti erano contenti delle macchine. I critici si riferivano alle auto come "prostituzione su ruote" in quanto giovani coppie corteggiavano su di loro e i gangster iniziarono a usare i modelli più potenti come auto di fuga dopo rapine. Ma le macchine erano sicuramente qui per restare.

Non solo le auto erano popolari. Le radio (10 milioni vendute nel 1929), aspirapolvere, frigoriferi e telefoni venduti in gran numero.

Nel 1928 anche il presidente, Hoover, sosteneva che l'America si era quasi sbarazzata della povertà. La nazione stava adempiendo la precedente dichiarazione del presidente: "Gli affari in America sono affari" - Calvin Coolidge.

Ma 2 gruppi non hanno prosperato affatto:

1) Gli afroamericani sono stati costretti a fare lavori forzati per salari molto poveri negli stati del sud. Hanno vissuto vite di miseria in totale povertà. Il KKK ha peggiorato questa sofferenza. Negli stati settentrionali, i lavori dignitosi sono andati alla popolazione bianca e la discriminazione era comune tanto al nord quanto al sud (sebbene il Klan fosse a malapena esistente al nord e la violenza che esisteva al sud a malapena esisteva nel nord) e molte famiglie nere vivevano nei ghetti delle città in condizioni pessime. Negli anni 1920 la popolazione nera non partecipò al boom economico. Il loro unico vero sbocco era il jazz e la danza, sebbene ciò fosse fatto per intrattenere la popolazione bianca più ricca e lo sport, in particolare la boxe.

2) I tagliatori di azioni del sud e della metà delle Americhe. Queste persone hanno affittato terreni dai proprietari o hanno ottenuto un mutuo per acquistare terreni da coltivare. Quando non potevano permettersi l'affitto o l'ipoteca, venivano sfrattati dalla terra. C'è stata una spinta così grande nella produzione alimentare che i prezzi sono crollati mentre gli agricoltori hanno cercato disperatamente di vendere i loro prodotti e hanno fallito. Il mercato europeo era fuori discussione. L'Europa si era vendicata a tariffe sui loro prodotti destinati al mercato americano stabilendo tariffe sui beni americani destinati al mercato europeo, rendendoli così molto più costosi, incluso il grano. Molti agricoltori del centro-ovest hanno perso la casa. Gli agricoltori maschi non sposati sono diventati i leggendari hobos - uomini che vagavano per gli stati dell'America centrale sui treni in cerca di lavoro part-time.

Questi due gruppi sono stati spesso dimenticati nell'era del jazz. Per molte persone, erano "fuori dalla vista e fuori di testa". Sembrava che tutti avessero soldi, persino gli operai delle fabbriche e i ragazzi che lucidavano le scarpe per le strade della città. In effetti, le persone avevano soldi di riserva senza nulla a che fare con esso. Hanno investito tutto ciò che potevano nel mercato azionario di Wall Street, New York. C'erano enormi fortune da fare qui e molti soldi investiti che non potevano permettersi di perdere. Tuttavia, l'esca era troppo grande e tutti sapevano che c'erano soldi da guadagnare.

Gli agenti di cambio erano in errore poiché erano felici di accettare un "margine" per acquistare azioni per una persona; questo accettava solo il 10% del costo delle azioni che dovevano essere acquistate per un cliente. Il resto doveva essere raccolto quando il prezzo delle azioni saliva - come avrebbero fatto, ovviamente ... Nel 1929, oltre 1 milione di persone possedevano azioni in America.

Nell'ottobre 1929 si verificò l'incidente di Wall Street. Il suo impatto è stato avvertito in tutto il mondo.