Podcast storici

Sociologi e bande

Sociologi e bande

Numerosi sociologi hanno analizzato lo streaming e il banding nelle scuole. In particolare, erano desiderosi di esaminare i criteri utilizzati dalle scuole che utilizzavano bande e streaming.

Stephen Ball ha esaminato il processo di banding alla Beachside School nel 1981. A Beachside è stato introdotto un sistema di banding per alunni del primo anno. Gli alunni sono stati collocati in una delle tre bande sulla base delle informazioni fornite dalle loro scuole elementari. La prima band conteneva gli studenti più capaci e la terza la meno capace. Tuttavia, Ball ha scoperto che fattori diversi dai criteri accademici erano influenti nel determinare le bande in cui venivano collocati i bambini. In particolare per gli alunni con capacità misurate simili, quelli i cui padri erano lavoratori non manuali avevano la più grande scelta di essere posti nella fascia superiore. Ha osservato che la maggior parte degli alunni era conformista e desideroso quando sono entrati per la prima volta nella scuola, ma gradualmente il comportamento dei bambini ha iniziato a divergere.

Nell Keddie ha esaminato l'operazione di streaming in un singolo argomento in una grande Londra. Oltre a esaminare la classificazione e la valutazione degli studenti, ha anche studiato i modi in cui le conoscenze sono state valutate e classificate. Ha cercato di elaborare i criteri utilizzati dagli insegnanti per classificare e valutare le conoscenze in classe. Scoprì che le conoscenze definite dagli insegnanti come appropriate al corso specifico erano considerate utili; la conoscenza dell'esperienza dello studente che non corrispondeva a questa definizione era considerata di scarsa importanza. La conoscenza presentata in una forma astratta e generale è stata considerata superiore a particolari informazioni concrete. Le conoscenze rese disponibili agli studenti dipendevano dalla valutazione dell'insegnante della loro capacità di gestirle, quindi a quegli studenti definiti brillanti veniva dato un maggiore accesso a conoscenze di alto valore. Ha concluso che la classificazione e le valutazioni di entrambi gli alunni e le conoscenze sono costruite socialmente in situazioni di interazione.

Ball e Keddie sono giunti alla conclusione che da un punto di vista interazionista, gli alunni vivono la scuola in diversi modi. Sono trattati in modo diverso dai loro insegnanti, con etichette diverse e spesso collocati in bande o flussi diversi. Gli alunni attribuiscono significati diversi alla loro istruzione e trovano una varietà di modi per relazionarsi con la loro esperienza. Le scuole di solito stabiliscono una serie di standard e indicano ai loro allievi come dovrebbero comportarsi. Tuttavia, non tutti gli studenti sono in grado e disposti a conformarsi all'immagine dello studente ideale detenuto dagli insegnanti. Se non lo fanno, gli alunni possono anche formare le loro sottoculture che rifiutano alcuni dei valori della scuola.

Già nel 1967, David Hargreaves ha studiato l'etichettatura nelle scuole secondarie moderne. In uno studio iniziale di una scuola moderna secondaria, Hargreaves (1967) ha collegato l'emergere di sottoculture all'etichettatura e allo streaming. Gli alunni etichettati come "piantagrane" sono stati collocati in flussi inferiori; quelli il cui comportamento era più accettabile nei flussi superiori. Quelli con etichette negative attaccate erano stati definiti come fallimenti: in primo luogo, essendo collocati in un moderno secondario che era visto come un'istituzione di seconda categoria; e in secondo luogo, attraverso il sistema di streaming. Molti insegnanti li consideravano non più di "bastardi senza valore". Di fronte al problema di non riuscire a raggiungere uno status elevato all'interno della scuola, tali alunni hanno tentato di proteggere il loro senso del valore e di mantenere un concetto di sé positivo. Gli studenti etichettati come facinorosi tendevano a cercare la reciproca compagnia e all'interno del loro gruppo conferivano uno status elevato a coloro che infrangevano le regole della scuola. Così interrompevano le lezioni, davano guancia agli insegnanti, non riuscivano a consegnare i compiti e tradivano e giocavano a fare truant. Tutto ciò ha portato prestigio. Secondo Hargreaves, quindi, all'interno della scuola sono emerse due distinte sottoculture: i conformisti e i delinquenti non conformisti.

Peter Woods non ha supportato il lavoro svolto da Hargreaves. Scoprì che le scuole sono più complesse di quanto suggerirebbe il lavoro di Hargreaves. Woods basò le sue idee su uno studio di "Lowfield", un moderno secondario in una zona rurale delle Midlands. Woods suggerisce che il modo in cui gli alunni affrontano la vita scolastica dipende dal fatto che accettino o rifiutino l'obiettivo del successo accademico e i mezzi istituzionali che specificano le forme appropriate di comportamento all'interno della scuola. Woods ha sottolineato che gli alunni possono accettare obiettivi e mezzi con un maggiore o minore grado di entusiasmo e per diversi motivi. Complessivamente, Woods ha identificato non meno di otto diverse modalità di adattamento alla scuola.

  1. Ingratiation - Questo è l'adattamento più positivo. Gli alunni che cercano di ingraziarsi si identificano completamente con gli insegnanti e cercano di guadagnare il loro favore. Tali alunni si preoccupano poco dell'atteggiamento degli altri allievi nei loro confronti e possono essere considerati dagli altri allievi come "brividi" o "animali domestici dell'insegnante".
  1. Conformità - Questo è un adattamento positivo meno forte alla scuola. Woods considera questo adattamento tipico dei nuovi alunni delle scuole secondarie. È anche comune tra gli alunni più anziani che stanno studiando per gli esami esterni, che si conformano per motivi strumentali, al fine di raggiungere il successo negli esami.
  1. Opportunismo - Questo è un adattamento che spesso si sviluppa nel secondo anno a scuola e può essere una fase temporanea prima che l'alunno sviluppi un atteggiamento stabile nei confronti della scuola. Gli alunni opportunisti oscillano tra il tentativo di ottenere l'approvazione dei loro insegnanti e il loro gruppo di pari.
  1. Ritualista - Qui gli alunni sono devianti nella misura in cui rifiutano gli obiettivi dell'educazione, ma non sono difficili da controllare. Esamineranno le mozioni di frequentare la scuola e non infrangeranno le regole della scuola, ma non si preoccupano né del successo accademico né dell'approvazione degli insegnanti.
  1. Ritiri - Qui gli altri alunni sviluppano adattamenti più devianti. I rifugiati respingono sia gli obiettivi che i mezzi stabiliti dalla scuola, ma senza una vera ribellione. Quindi cerca di passare il tempo a sognare ad occhi aperti durante le lezioni, a "scherzare" o "a ridere", ma non stanno consapevolmente cercando di opporsi ai valori della scuola.
  1. Colonizzazione - Secondo Woods, un adattamento molto comune negli anni successivi a scuola è la colonizzazione. Ciò è caratterizzato da "indifferenza verso obiettivi con ambivalenza sui mezzi". I colonizzatori non attribuiscono grande importanza al successo accademico, ma cercheranno di cavarsela con quel tanto che basta per "pulire il naso". Vogliono evitare problemi, ma copiano o imbrogliano se pensano che ci siano poche possibilità di essere scoperti.
  1. Intransigenza - Questo rappresenta uno degli adattamenti più difficili da affrontare per le scuole. Gli alunni intransigenti sono indifferenti al successo accademico e rifiutano gli standard di comportamento accettati. Hanno molta meno paura dei colonizzatori di nascondere la loro devianza.
  1. Ribellione - L'adattamento finale, la ribellione, comporta il rifiuto di entrambi gli obiettivi e i mezzi e la loro sostituzione con alternative. In questo caso, la vita scolastica è diretta verso obiettivi ben diversi da quelli sanzionati dalla scuola. Ad esempio, alcune ragazze potrebbero dedicare la loro vita scolastica a mostrare preoccupazione per il loro aspetto personale o discutere di ragazzi. Alcuni ragazzi potrebbero essere interessati solo a fuggire dalla scuola per entrare nel mondo del lavoro manuale non specializzato.


Per gentile concessione di Lee Bryant, direttore della sesta forma, scuola anglo-europea, Ingatestone, Essex

Guarda il video: Sociorama : une collection qui mĂȘle sociologie et bande-dessinĂ©e (Settembre 2020).