Corso di storia

Interazionismo

Interazionismo

Uno degli aspetti più importanti della teoria interazionista dell'educazione riguarda i modi in cui gli insegnanti hanno senso e rispondono al comportamento dei loro studenti. Nel loro libroDevianza nelle classi (1975), Hargreaves, Hester e Mellor analizzano i modi in cui gli alunni vengono scritti o classificati. Il loro studio si basa su interviste con insegnanti e osservazione in classe in due scuole secondarie. Hanno esaminato il modo in cui gli insegnanti "hanno conosciuto" i nuovi alunni che hanno iniziato il loro primo anno di scuola. Inizialmente, gli insegnanti hanno una conoscenza limitata dei loro nuovi allievi come individui.

Possono conoscere il tipo di bacini da cui provengono e questo darà loro una prima immagine generale del loro nuovo allievo, ma a parte questo sanno poco altro e possono solo iniziare a costruire un quadro man mano che l'anno scolastico avanza. Hargreaves et al. distinguere tre fasi di digitazione o classificazione.

Primo stadio: consiste nella speculazione. Gli insegnanti fanno ipotesi sui tipi di alunni con cui hanno a che fare. I ricercatori hanno notato sette criteri principali su cui si basava la tipizzazione iniziale.

1. Aspetto

2. Fino a che punto si conformano alla disciplina

3. Capacità ed entusiasmo per il lavoro

4. Quanto sono simpatici

5. Rapporti con altri bambini

6. Personalità

7. Se fossero devianti

I ricercatori sottolineano che in questa fase gli insegnanti sono solo indicativi nelle loro valutazioni e sono disposti a modificare le loro opinioni se le impressioni iniziali si rivelano fuorvianti. Tuttavia, formano un'ipotesi di lavoro - una teoria su che tipo di bambino è ogni alunno.

Secondo stadio: ogni ipotesi viene quindi verificata nel secondo stadio, che Hargreaves et al. chiama l'elaborazione. A poco a poco le ipotesi vengono confermate o contraddette, ma in entrambi i casi gli insegnanti diventano più fiduciosi nei loro giudizi man mano che la loro digitazione viene perfezionata.

Terzo stadio: quando viene raggiunto il terzo stadio, ha luogo la stabilizzazione. A questo punto l'insegnante sente, "conosce" l'alunno; lo capisce; trova poca difficoltà nel dare un senso alle sue azioni e non è perplesso o sorpreso da ciò che fa o dice ". A questo punto, tutte le azioni dell'alunno saranno valutate in base al tipo di alunno che si pensa sia. Alcuni alunni saranno considerati devianti e per loro sarà difficile vedere il loro comportamento in una luce positiva.

Sebbene Hargreaves et al. sottolinea che la digitazione è un processo graduale, altri sociologi hanno suggerito che può essere molto più brusco. In uno studio di un asilo americano, Rist (1970) scoprì che già dall'ottavo giorno di scuola i bambini erano seduti permanentemente a tre tavoli separati. Inoltre, la tabella 1 era riservata agli "studenti veloci", le tabelle 2 e 3 per i meno abili. Secondo Rist, tuttavia, non era, in realtà, l'abilità a determinare dove sedeva ogni bambino, ma il grado in cui si conformavano agli stessi standard MC (classe media) dell'insegnante. L'insegnante dell'asilo stava valutando ed etichettando gli alunni sulla base della loro classe sociale, non sulle loro capacità dimostrate in classe.

Effetti della digitazione: di per sé, la digitazione o l'etichettatura degli alunni potrebbe non essere così importante, ma molti sociologi sostengono che ha effetti importanti sul progresso degli alunni. Gli insegnanti sono in grado di influenzare i progressi dei loro allievi in ​​vari modi diretti e indiretti. Nelle scuole britanniche, gli insegnanti spesso distinguono tra gli alunni prendendo decisioni su quali esami farli e su quali flussi o bande in cui inserirli. Queste decisioni possono influenzare le opzioni aperte agli alunni. Gli insegnanti possono anche influenzare il progresso degli alunni in altri modi oltre a determinare in quali classi vengono inseriti e in quali corsi seguono. Due teorie strettamente correlate - la teoria della profezia che si autoavvera e la teoria dell'etichettatura - suggeriscono entrambe che il comportamento degli alunni può essere modificato dal modo in cui gli insegnanti reagiscono ad essi. La teoria dell'etichettatura suggerisce che la tipizzazione porta ad attaccare le etichette agli alunni.

Per gentile concessione di Lee Bryant, direttore della sesta forma, scuola anglo-europea, Ingatestone, Essex

Guarda il video: interazionismo simbolico 1 0002 (Settembre 2020).