Cronologia

Karl Marx e l'educazione

Karl Marx e l'educazione

Karl Marx è uno degli uomini più influenti nella storia moderna. Marx nacque nel 1818 a Treviri. Ha studiato filosofia ed economia a Berlino e successivamente si è guadagnato da vivere come giornalista. Karl Marx è famoso soprattutto per "Il Manifesto comunista", che fu scritto nel 1848. "La sua vera missione nella vita era di contribuire, in un modo o nell'altro, al rovesciamento della società capitalista e delle istituzioni statali che aveva creato , per contribuire alla liberazione del moderno proletariato, che è stato il primo a prendere coscienza della propria posizione e dei suoi bisogni, consapevole delle condizioni della sua emancipazione ... Il suo nome durerà attraverso i secoli, e così anche il suo lavoro “.

Il comunismo è una filosofia politica che sostiene che gli uomini dovrebbero avere pari diritti alla ricchezza. Il marxismo è un modo di comprendere e analizzare l'organizzazione e la struttura della società. È anche un modo per capire come le società si sviluppano e cambiano. Il determinismo economico, secondo Marx, crea alienazione. Se una merce di cui qualcuno ha bisogno viene venduta per un buon profitto, Marx credeva che l'acquirente fosse sfruttato dal produttore di quella merce. L'alienazione, credeva Marx, porta a una società divisa tra gli "abbienti" e "non hanno". Ha identificato i ricchi come "i ricchi" e i poveri come i "non hanno".

Le teorie contemporanee sulla stratificazione sono state influenzate dal lavoro di Marx o Webber. Marx vide le divisioni tra la proprietà della ricchezza e la proprietà dei mezzi di produzione, mentre Webber poneva maggiore enfasi sulla proprietà meno di classe, quelli che non possedevano una proprietà sufficiente per mantenersi senza lavorare. Nessun sistema di stratificazione di classe è fisso e statico, la distribuzione delle risorse all'interno del sistema di classe cambia costantemente e anche la dimensione della situazione di mercato dei gruppi professionali cambia nel tempo.

Ci sono molti disaccordi su dove i confini tra la classe media e la classe operaia. I lavori manuali sono generalmente considerati per la classe lavoratrice, suddivisi in categorie di lavoro manuale non specializzato, semi-specializzato e specializzato. Lavoratori non manuali come lavori manuali di routine come il lavoro di segreteria e di segreteria, e lavori non manuali intermedi includono lavori come insegnanti, infermieri. La classe più alta comprende professionisti come dottori e commercialisti.

Dal 1911 al 2000 c'è stata una tendenza a lungo termine per aumentare la percentuale di lavori non manuali e diminuire i lavori manuali. Nel 2000 il 49% di tutti i lavoratori aveva un lavoro manuale mentre nel 1911 il 79% aveva un lavoro manuale. Vi sono stati notevoli aumenti nel lavoro professionale, gestionale e di routine non manuale. Questo spostamento è stato causato dal declino della produzione e dalla crescita dei servizi. Il carbone, la produzione di acciaio, la costruzione navale e i lavori portuali sono diminuiti, in parte a causa della nuova tecnologia ha aumentato la produttività, quindi sono necessari meno lavoratori per produrre la stessa quantità di merci. Anche la Gran Bretagna ha perso la concorrenza con gli affari delle economie a basso salario come l'America Latina, l'Europa dell'Est e l'Estremo Oriente. La vecchia classe operaia impiegata nella miniera di carbone, ecc. Ora è impiegata in supermercati, ditte di sicurezza, addetti alle pulizie e fast food - la nuova classe operaia (Roberts 2001).

Il settore dei servizi è cresciuto notevolmente grazie alla recente crescita di hotel, ristorazione e vendita al dettaglio. Il settore pubblico è cresciuto dagli anni '40 agli anni '70, ma si è arrestato e i servizi finanziari e commerciali sono cresciuti rapidamente dagli anni '60 -'80, ma il successo della tecnologia informatica ha ridotto la forza lavoro necessaria.

Secondo Marx ci sono due classi: borghesia e proletariato. La propria classe dipende dalla proprietà o dalla non proprietà dei "Mezzi di produzione".

Nel 1911 il 5% più ricco del paese possedeva l'87% della ricchezza personale del paese. Nel 1930 questo era leggermente diminuito all'84%, poi nel 1954 era sceso ancora di più al 71%. Questo è stato un leggero aumento nel 1960 con il 5% più ricco del paese il 75% della ricchezza personale dei paesi. Nel 1911 l'1% più ricco possedeva il 69% della ricchezza personale dei paesi. Nel 1936 questo era sceso al 56%, poi nel 1960 era sceso al 42% della ricchezza personale dei paesi.

I governi successivi in ​​Gran Bretagna hanno tentato molto meno di tassare la ricchezza rispetto al reddito. Prima del 1974 l'imposta principale sulla ricchezza era l'imposta sulla proprietà, pagata sulla proprietà di qualcuno che era morto. Nel 1974 il governo del lavoro ha introdotto l'imposta sul trasferimento di capitali, che ha tassato alcuni doni offerti da persone in vita. Nel 1981 il governo conservatore abolì l'imposta sul trasferimento di capitale e la sostituì con l'imposta sulle successioni. Più persone sopravvissero dopo aver dato beni a qualcuno, meno tasse pagarono sul dono.

La classe ha un impatto sull'istruzione e sulle possibilità di successo di un bambino nel 2011? Una ricerca della BBC ha scoperto che:

I bambini provenienti da contesti della classe lavoratrice hanno maggiori probabilità di essere inseriti in un gruppo inferiore a causa della loro classe piuttosto che del loro rendimento scolastico.

Un test in 168 scuole ha suggerito che gli alunni della classe media avevano maggiori probabilità di essere inseriti in gruppi più alti indipendentemente dalle loro capacità.

Sono stati studiati 10.000 alunni, metà dei quali sono stati collocati in set in base alle loro capacità. L'altra metà è stata collocata in set in base alla loro classe sociale o etnia.

Ciò significa che è più probabile che gli alunni ottengano risultati GCSE più bassi, poiché quelli dei set inferiori vengono generalmente inseriti per un documento d'esame inferiore.

Un portavoce del Dipartimento per l'infanzia, le scuole e le famiglie ha affermato che lo studio commissionato aveva esaminato solo un numero limitato di scuole e non rappresentava il quadro nazionale.

La professoressa Judy Sebba, che ha condotto l'esperimento, ha affermato che le scuole probabilmente avevano una "cultura della classe media come istituzione".

Ha aggiunto che "Il linguaggio e la parola, nonché la pressione dei genitori erano anche fattori".

Si pensa che i genitori della classe media comprendano meglio il sistema scolastico rispetto ai genitori della classe inferiore e hanno maggiori probabilità di spingere i propri figli a entrare in classi superiori.

///karl_marx.htm

Per gentile concessione di Lee Bryant, direttore della sesta forma, scuola anglo-europea, Ingatestone, Essex

Post correlati

  • Karl Marx e l'educazione

    Karl Marx è uno degli uomini più influenti nella storia moderna. Marx nacque nel 1818 a Treviri. Ha studiato filosofia ed economia in ...