Cronologia

La ribellione della Cornovaglia del 1497

La ribellione della Cornovaglia del 1497

Come l'insurrezione nello Yorkshire nel 1489, la ribellione del 1497 in Cornovaglia si basava su una domanda fiscale. Nel gennaio del 1497, il Parlamento votò una tassa per finanziare la campagna contro Giacomo IV e Perkin Warbeck. La Cornovaglia si rifiutò di contribuire a un'imposta che doveva pagare una campagna nel nord e che, per loro, non ebbe alcun impatto sulla Cornovaglia. Guidati da Joseph e Flammock, i ribelli partirono da Bodmin nel maggio del 1497. Marciarono verso est e ottennero il loro leader riconosciuto, il povero Lord Audley, a Wells. Il 16 giugnoesimo, i ribelli raggiunsero la periferia di Londra e 15.000 di loro si accamparono a Blackheath. Enrico VII aveva inviato un esercito a nord per l'atteso scontro con Giacomo IV. Tuttavia, lo ha ricordato a Londra.

L'esercito del re, guidato da Lord Daubeney, ebbe pochi problemi a sconfiggere i ribelli che, sebbene in gran numero, erano effettivamente privi di leader. Si pensa che circa 1.000 dei ribelli siano stati uccisi nella cosiddetta Battaglia di Blackheath. Alcuni furono fatti prigionieri ma molti ribelli fuggirono semplicemente. I capi furono messi a morte tra cui il fabbro Joseph e Lord Audley.

Tuttavia, mentre i ribelli furono facilmente sconfitti, la loro ribellione mostrò un fatto molto inquietante a Enrico VII. Avevano marciato da Bodmin in Cornovaglia a Blackheath, che era allora appena fuori Londra, senza che nessuno li sfidasse. Sebbene lo scrittore Holinshed affermasse che i londinesi occupavano ogni parte delle mura della città e che i ribelli avrebbero avuto difficoltà ad entrare nella città, non c'era alcuna garanzia. La cosiddetta ribellione della Cornovaglia difficilmente minacciò la posizione di Henry sul trono, ma mostrò la fragilità dell'intera struttura politica e sociale dell'Inghilterra in quel momento.

Guarda il video: Re Artù - Conquista della Cornovaglia ribelle #1 (Settembre 2020).