Inoltre

The Perkin Warbeck Rebellion

The Perkin Warbeck Rebellion

La ribellione di Warbeck fu la seconda ribellione di Enrico VII da affrontare dopo la ribellione di Lambert Simnel del 1486-87. La ribellione guidata da Perkin Warbeck fu un affare lungo e duraturo tra il 1491 e il 1499. Mentre la ribellione fu un affare curioso, mostrò la fragilità della posizione di Enrico nella prima metà del suo regno.

Il padre di Perkin Warbeck, Jehan de Werbecque, era un povero hamburger di Tournai in Francia. Warbeck nacque intorno al 1474. Da ragazzo prestava servizio come servitore in diverse famiglie. Nel 1491 Warbeck lavorava per un commerciante di seta bretone chiamato Pierre Jean Meno. Warbeck arrivò a Cork nell'autunno del 1491 su una delle navi mercantili di Meno che vendevano seta. Pur non essendo un'occupazione umile, difficilmente lo collegava a una ribellione.

L'Irlanda era stata una roccaforte della famiglia York per alcuni anni e molti in Irlanda hanno colto l'opportunità di far avanzare la causa di York. Per qualsiasi motivo, il popolo di Cork credeva che Warbeck (che parlava un inglese scarso) fosse il Conte di Warwick - nessuno era ancora sicuro di dove fosse Warwick. Warbeck negò di essere il Conte di Warwick. Invece affermò di essere Richard, duca di York, uno dei principi della Torre. Si presumeva che fosse morto, ma nessuno era mai stato in grado di dimostrarlo. Mentre può sembrare strano che un venditore di seta dalla Francia si manifesti improvvisamente nel duca di York, il professor S B Chrimes crede che l'apparizione di Warbeck in una roccaforte della famiglia York non sia una coincidenza, ma è stata pianificata da sempre. Chrimes crede che due giocatori europei fossero dietro il piano nel tentativo di minare Henry. Chrimes crede che Carlo VIII di Francia e Margherita di Borgogna fossero dietro la trama - Margaret aveva già avuto un ruolo nella ribellione del Simnel del 1486-87. Sul ponteggio Warbeck menzionò il "re francese" in diverse occasioni, ma mai in un modo specifico che lo avrebbe incriminato.

Carlo VIII accolse Warbeck a Parigi nel 1492 e circa 100 sostenitori della House of York si radunarono attorno a lui. Da Parigi si trasferì nelle Fiandre dove Margherita di Borgogna lo prese come suo nipote. Questo fu visto come una mossa così minacciosa da Henry che interruppe tutti gli scambi con le Fiandre nel 1493. Il commercio di tessuti con le Fiandre valeva moltissimo - ma tali erano le misure che Henry era disposto a prendere. Warbeck ottenne quindi un altro sostenitore: il Sacro Romano Imperatore Massimiliano. Un sostenitore così potente ha aumentato notevolmente la pressione su Henry. Il Sacro Romano Imperatore su carta era l'uomo più potente d'Europa. Massimiliano riconobbe Warbeck come Riccardo IV d'Inghilterra. Tuttavia, Henry ha avuto due pause fortunate. Massimiliano era molto meno potente nella realtà e aveva difficoltà a far rispettare la sua autorità attraverso il suo impero, quindi la sua capacità di influenzare la politica inglese era ancora meno. Anche Carlo VIII perse interesse per Warbeck e diresse la sua attenzione e finanza verso il nord Italia, che invase nel 1494.

Henry aveva anche creato un'ottima rete di spionaggio in tutta l'Inghilterra e l'Europa continentale. Presto venne a sapere che il supporto di Warbeck non era così forte come sembrava. Henry sapeva anche chi erano i suoi sostenitori in Inghilterra. Il parlamento del 1495 approvò una serie di atti d'attacco, incluso uno per Sir William Stanley il cui esercito aveva avuto un tale impatto nella battaglia di Bosworth. Stanley ricoprì anche la posizione di Chamberlain, una delle posizioni più affidabili nella corte del re. Stanley fu giustiziato e le sue proprietà passarono al re. Anche Lord Fitzwalter, amministratore di Henry, fu giustiziato. Uno dei complotti era Sir Robert Clifford ma sembra che lavorasse da sempre per il re e lo informasse di coloro che stavano tramando di tradire Henry. Clifford ricevette il perdono totale per la sua cospirazione e una ricompensa.

Nel luglio del 1485, Warbeck tentò di sbarcare a Deal nel Kent. Qui sperava di radunare attorno a lui sostenitori per poter marciare su Londra. Fu un disastro e Warbeck salpò per l'Irlanda lasciando alcuni dei suoi uomini bloccati a Deal in attesa del loro destino. Qui assediò Waterford - una città fedele a Henry - ma senza successo. Dall'Irlanda, Warbeck salpò per la Scozia. Qui Giacomo IV diede rifugio a Warbeck e una pensione di £ 1200 all'anno. James vide Warbeck come un'opportunità per sconvolgere l'Inghilterra, anche se è dubbio che abbia mai creduto di essere Richard, duca di York. Usando la sua pensione per finanziarla, Warbeck tentò un'invasione dell'Inghilterra. Fu un disastro poiché nessuno a sud del confine era disposto a sostenerlo. Tuttavia, mentre Warbeck rimase in Scozia, rimase una potenziale minaccia. Henry offrì la mano della figlia maggiore in matrimonio con James, che James riteneva avesse molti più vantaggi per la Scozia di quanto Warbeck potesse mai offrire. Warbeck intuì che il suo periodo in Scozia stava per concludersi e nel luglio del 1497 tornò in Irlanda. Tuttavia, anche in un paese che aveva sostenuto la House of York, Warbeck non era il benvenuto e salpò per il Devon.

Qui solo poche migliaia di persone si unirono a lui e la gente di Exeter e Taunton lo cacciarono. Warbeck fuggì nell'Abbazia di Beaulieu dove sperava di trovare un santuario. Nell'agosto del 1497 fu convinto a rinunciare. Come straniero Warbeck non poteva essere processato per tradimento, quindi non avrebbe dovuto affrontare il macello di essere impiccato, tirato e diviso in quarti.

Henry permise a Warbeck di rimanere in tribunale dove poteva essere osservato. Tuttavia, ha stupidamente cercato di scappare, il che sembrava enfatizzare il suo tradimento. Warbeck fu messo in giacenza, umiliato e inviato alla Torre. Chiaramente dopo essere stato generoso con il pretendente, la pazienza di Henry si era esaurita. Nel 1499, Warbeck fu accusato di aver tentato di fuggire per la seconda volta, dichiarato colpevole e impiccato il 23 novembrerd 1499.

L'esecuzione di Warbeck potrebbe anche essere stata ordinata per un altro motivo. Henry era determinato a sposare il figlio maggiore, Arthur, con la figlia di Ferdinando e Isabella di Spagna. L'unione delle due nazioni avrebbe avuto molti vantaggi per entrambi. Tuttavia, con Warbeck in agguato sullo sfondo, c'era sempre la possibilità che Henry potesse essere sfidato e una possibilità così dirompente non migliorava la posizione di Henry. Se Warbeck fosse rimosso definitivamente, Henry avrebbe potuto affermare che il suo regno era forte e stabile. Il matrimonio di Artù e Caterina d'Aragona proseguì.

Post correlati

  • Enrico VIII - l'uomo

    Molti in Inghilterra credevano che la successione di Enrico VIII avrebbe inaugurato un'era meno austera di quella che Enrico VII aveva governato ...

Guarda il video: The Tudors: Henry VII - Pretenders and Rebellions - Episode 6 (Luglio 2020).