Popoli, Nazioni, Eventi

Enrico VII e governo locale

Enrico VII e governo locale

Per stabilire il pieno controllo del suo regno, Enrico VII dovette stabilire la sua autorità a livello locale e soprattutto a livello di governo locale. A livello locale, sia Henry che i magnati locali avevano un desiderio simile: controllare la popolazione locale in modo che fosse obbediente, il che, a sua volta, avrebbe assicurato la stabilità sociale. L'autorità del re a livello locale fu estesa attraverso un sistema di funzionari locali come Giustizi della Pace e Sceriffi. Il re comunicava con loro attraverso una serie di scritti - ordini scritti che non erano aperti, teoria dei parenti, all'interpretazione.

Questa disposizione ha funzionato quando il regno era in pace. Tuttavia, durante la Guerra delle Rose si ruppe completamente e dopo il 1485 uno dei maggiori problemi che affrontò Enrico VII stava affermando la sua autorità a livello locale dopo anni di dislocazione nei confronti di qualsiasi forma di autorità.

Edoardo IV aveva usato un sistema in base al quale aveva nominato alcuni nobili favoriti e leali per governare efficacemente a livello locale per suo conto. Ciò ebbe un discreto successo, ma portò a una situazione in cui alcuni nobili che sentivano di aver mostrato lealtà al re credevano di essere stati esclusi e non avevano alcuna possibilità di entrare in questo circolo interno. Questi nobili uomini divennero scontenti e una potenziale fonte di problemi per Edward. Coloro che si trovavano in questo cerchio interiore, sebbene apparentemente leali al re, divennero molto potenti nelle loro aree e il loro potere sembrò essere maggiore di quello del re.

Quando Enrico divenne re, riconobbe che il sistema usato da Edward aveva i suoi punti di forza in un'epoca in cui la comunicazione era molto lenta e inaffidabile. Tuttavia, pur avendo gli uomini del re a livello locale attratti da Henry, non voleva una situazione in cui diventassero eccessivamente potenti. Henry mise solo i suoi nobili più fidati in posizioni di potere. Lord Stanley aveva il controllo del sud del Lancashire e del Cheshire; il duca di Bedford era il nobile più potente del Galles e il conte di Oxford ricevette l'Anglia orientale. Uomini come questi si fidavano di Henry e conoscevano il risultato se gli avessero mostrato slealtà. Il Marchese del Dorset aveva avuto il controllo dell'Inghilterra sud-occidentale, ma Henry non poteva fidarsi di lui e la regione gli fu tolta. C'erano anche nobili che stavano per non fidarsi. Il conte di Northumberland rimase il tenente del nord ma i suoi poteri furono ridotti. Alla sua morte nel 1489, il suo erede era minorenne ed Henry approfittò di questa opportunità per sostituire la famiglia di Northumberland con il fidato Thomas Howard, conte di Surrey, che divenne tenente del nord ma non aveva terra in quella regione. Surrey non aveva alcun interesse personale nel nord e qualsiasi base di potere che avrebbe potuto creare avrebbe dovuto essere costruita da zero. Nel 1501, lo stesso Surrey fu sostituito da un consiglio sotto l'arcivescovo di York. Alla morte del duca di Bedford fu sostituito da un consiglio guidato dal vescovo di Lincoln, che non aveva alcuna base di potere in Galles.

L'allontanamento da un individuo che ha il controllo su una regione è stata una mossa astuta da parte di Henry poiché nessuno ha avuto l'opportunità di costruire una base di potere regionale.

Tuttavia, il desiderio principale di Henry era quello di stabilire legami molto più grandi tra i governi centrali e locali, ma con il potere centrale come dominante. Ci è riuscito?

Henry aveva poca intenzione di fare ciò che aveva fatto Edward IV: viaggiare per il suo regno giudicando le questioni mentre si presentavano. Henry voleva rimanere a Londra. Pertanto voleva centralizzare il governo su se stesso. Voleva estendere il suo dominio attraverso l'uso di tre cose: lo sfruttamento delle terre della Corona, l'uso più frequente del Consiglio reale e aumentando il potere dei Giustizi della Pace. L'uso più efficiente delle terre della Corona darebbe a Henry un reddito maggiore che potrebbe usare per migliorare la sua autorità. Le sue terre erano anche in tutto il suo regno e se fossero effettivamente gestite, questo da solo renderebbe il re l'autorità dominante in quella regione.

Giustizi della Pace (JP's) dovevano i loro uffici al re. Sotto il regno di Enrico VII, Giustizi della Pace aveva sostituito il potere locale degli sceriffi ed erano i principali ufficiali del governo locale. I JP erano responsabili del mantenimento dell'ordine pubblico nella loro area di giurisdizione. Erano anche responsabili dell'applicazione della legislazione che era stata introdotta a Londra. I JP sono stati nominati dai proprietari terrieri locali e pertanto avevano un interesse acquisito nell'attuazione della legislazione che garantiva una maggiore coesione sociale a livello locale. Il numero medio di JP per contea era di 18 anni. Il JP più anziano in una contea era di solito un vescovo. Gli altri JP seguirono in termini di anzianità dipendente dalla loro precedenza sociale nella loro località. JP si è affidato a cavalieri e scudieri per far rispettare le decisioni che erano state prese da JP e una volta ogni tre mesi tutti i JP in una contea si incontravano nelle Quarter Session. È stato alle Quarter Session che sono stati trattati casi giudiziari gravi. Ciò include tutto tranne tutti i casi che coinvolgono il tradimento. I casi criminali considerati troppo difficili da trattare per JP sono andati alle corti dell'Assise. Una corte d'assise si teneva in ogni contea ogni sei mesi. Questi erano controllati da giudici su commissione speciale della Corona.

JP's non ha ricevuto un reddito per il proprio lavoro in quanto si riteneva che parte della responsabilità di essere un proprietario terriero fosse quella di mantenere l'ordine pubblico e l'ordine sociale. Si credeva anche che il semplice fatto di essere un JP fosse abbastanza onore.

Enrico VII preferì selezionare i suoi JP dal secondo livello dei proprietari terrieri di una contea. Tutto ciò faceva parte della sua campagna per limitare il potere dei grandi magnati poiché i JP erano responsabili nei confronti del re e sarebbero stati un'utile fonte di informazioni riguardo a qualsiasi magnate che stava diventando troppo potente. Henry voleva che i suoi JP fossero responsabili nei suoi confronti e non nei confronti dei magnati delle loro contee. Henry ha continuato la politica di Edward IV di estendere il potere dei JP. Nel 1487, a JP fu dato il potere di concedere la cauzione a coloro che erano in attesa di processo. Nel 1495, a JP fu data l'autorità di trattare giurie che erano considerate contaminate dalla lealtà nei confronti di un magnate. In passato, i membri di una giuria in sintonia con un magnate locale erano stati usati da quel magnate per sfuggire alla giustizia per i reati commessi. Ora i JP potevano rimuovere i membri di una giuria ritenuta sospetta in casi riguardanti la nobiltà locale. A JP è stato anche dato il potere di agire senza giuria, tranne nei casi che hanno comportato l'eventuale approvazione della condanna a morte. Anche a JP è stato permesso di premiare gli informatori.

Probabilmente la più grande presa che Henry aveva su un JP era il semplice fatto che hanno servito per un anno. Sarebbe stato quindi sottoposto a una nuova nomina, cosa che il re fece. Qualsiasi JP che è caduto in disgrazia sarebbe caduto in disgrazia anche socialmente all'interno della sua regione poiché la sua mancata riconferma sarebbe vista come un segno della sua incompetenza. Pertanto, tutti i JP hanno avuto un ottimo incentivo a fare quanto potevano per il re e chiaramente Henry stesso ne ha tratto beneficio. Il re era anche responsabile dell'avanzamento sociale e un JP di successo e fedele poteva aspettarsi di avanzare nella scala sociale solo se gli fosse stato assegnato un titolo.

In che modo un JP ha esteso la sua autorità sulla sua area? Ogni contea era divisa in centinaia e per legge ogni cento doveva avere un alto consolato e ogni parrocchia un piccolo consolato. Tuttavia, JP ha trovato difficile trovare appuntamenti a tutti i livelli in una contea poiché molte persone si sono risentite per coloro che ricoprivano queste posizioni semplicemente perché erano visti come il lato visibile delle forze dell'ordine. La punizione in quanto questa volta è stata dura anche per i piccoli crimini e molti nell'Inghilterra rurale sono ancora alla ricerca di cibo sufficiente per le loro famiglie. JP è stato giudicato responsabile del bracconaggio catturato e High and Petty Constables hanno rafforzato la loro autorità in aree in cui quasi sicuramente vivevano.

Il potere di un JP era tuttavia equilibrato. La Court of the King's Bench potrebbe prevalere su qualsiasi decisione presa durante una Quarter Session e dal 1485 in poi tutti i JP dovevano iniziare una sessione del Quarter Court leggendo un proclama secondo cui si potevano presentare rimostranze contro un JP o una decisione presa da un JP a una corte d'assise o al re. Tuttavia, l'evidenza suggerisce che questa forma di appello raramente si è verificata.

Henry ha raggiunto ciò che si prefiggeva a livello locale? Mentre i funzionari retribuiti (come in Francia) sarebbero stati più efficaci in quanto sarebbero stati più cementati dal governo centrale, le finanze del re non lo hanno permesso. Tuttavia, il sistema su cui Henry si è basato sembra aver funzionato bene come quando le comunicazioni erano povere e lente. Ad eccezione di ribellioni specifiche come gli esempi di Simnel e Warbeck che erano basati sulla dinastia, la legge e l'ordine erano generalmente mantenuti. Solo nello Yorkshire e in Cornovaglia ci sono state ribellioni basate su questioni diverse dalla famiglia - entrambi i casi sono stati causati dalla tassazione. Per complimentarsi con l'autorità del governo locale, Henry dovette anche riformare il governo centrale in modo che entrambi funzionassero in modo tale da servire al meglio il re.

Post correlati

  • Enrico VII e JP
    Giustizi della Pace (JP's) dovevano i loro uffici al re. Con il regno di Enrico VII, Giustizi della Pace aveva sostituito il locale ...
List of site sources >>>