Podcast di storia

Martin ScTug - Storia

Martin ScTug - Storia

Martin
(ScTug: t. 25; 1. 45'3"; b. 11'3"; dr. 5'9"; s. 6 k.; cpl. 9)

Il primo Martin, un rimorchiatore a vite costruito ad Albany, N.Y., nel 1864 fu acquistato dalla Marina come James Martin a New York il 16 giugno 1864; ribattezzato Martin quello stesso giorno e commissionato più tardi nel mese, Acting Ens. Rudolph S. Sommers al comando.

Equipaggiato come torpediniera, il 20 luglio Martin fu assegnato al North Atlantic Blockading Squadron per il servizio di picchetto. Il 27 luglio è stata presa al seguito insieme alla sorella rimorchiatore Hoyt dal piroscafo a vite Monticello per il convoglio da Hampton Roads, in Virginia, a Hatteras Inlet, Carolina del Nord, arrivando 2 giorni dopo.

Martin operò nei suoni della Carolina del Nord, fino al 1864. Il 29 settembre accompagnò la cannoniera Valley City lungo il fiume ScuPPernong per dirigere un gruppo di coscritti confederati inseguiti da due piroscafi dell'esercito nelle vicinanze del fiume Alligator. Con l'aiuto di Martin come rimorchiatore, Valley City è stata in grado di posizionare le sue pistole sui ritardatari con risultati rivelatori. Martin in seguito si unì alle operazioni che portarono alla cattura di Plymouth, N.C., tra il 29 ottobre e il 1 novembre.

Dopo la revisione al Norfolk Navy Yard all'inizio del 1865, Martin tornò ai suoni della Carolina del Nord, alla fine di febbraio. Continuò i compiti di rimorchiatore e picchetto fino a maggio prima di salpare verso nord a giugno, a Filadelfia per lo smantellamento. Martin è stato venduto lì il 10 agosto.


Queste risorse online aggiuntive del Museo del memoriale dell'Olocausto degli Stati Uniti ti aiuteranno a saperne di più sull'Olocausto e a fare ricerche sulla storia della tua famiglia.

Enciclopedia dell'Olocausto

L'Enciclopedia dell'Olocausto fornisce una panoramica dell'Olocausto utilizzando testi, fotografie, mappe, manufatti e storie personali.

Centro risorse sopravvissuti e vittime dell'Olocausto

Ricerca la storia familiare relativa all'Olocausto ed esplora le collezioni del Museo sui singoli sopravvissuti e vittime dell'Olocausto e della persecuzione nazista.

Enciclopedia dei campi e dei ghetti

Scopri oltre 1.000 campi e ghetti nel Volume I e II di questa enciclopedia, che sono disponibili come download PDF gratuito. Questo riferimento fornisce testo, fotografie, grafici, mappe e indici estesi.


Martin Stig Andersen

In qualità di compositore indipendente e sound designer, sto esplorando la relazione dinamica tra suono e immagine come mezzo per rivelare nuove storie ed esperienze emotive.

Sia che contribuisca allo sviluppo di giochi o progetti cinematografici, mi piace far parte di ambienti di lavoro interdisciplinari che mirano a raggiungere nuove vette nell'espressione audiovisiva.

Il mio lavoro è spesso caratterizzato dall'offuscare la linea di demarcazione tra musica e sound design, e mentre copro l'intero spettro, collaboro anche con altri compositori e sound designer nella creazione di mondi sonori unificati.

Perché un progetto si distingua credo che dovrebbe avere un'identità sonora unica e distintiva, e mi piace scavare a fondo, attraverso ampie sperimentazioni e ricerche, per scoprire quale potrebbe essere quel suono.

Il mio lavoro ha ricevuto numerosi premi internazionali tra cui un Academy of Interactive Arts & Sciences Award per Outstanding Achievement in Sound Design, un IndieCade Sound Award e dozzine di nomination tra cui una per il premio "Use of Audio" del BAFTA per il mio lavoro su LIMBO.

INSIDE premiato come miglior audio ai 17th Game Developers Choice Awards

INSIDE premiato come miglior audio ai Nordic Game Awards 2017

INSIDE nominato per la migliore musica ai British Academy Video Games Awards (BAFTA), 2017

INSIDE nominato per Audio Achievement ai British Academy Video Games Awards (BAFTA), 2017

INSIDE nominato per l'eccellenza in SFX agli SXSW Gaming Awards 2017

INSIDE nominato per l'eccellenza nell'audio agli Independent Games Festival Awards 2016

INSIDE nominato per Outstanding Achievement in Sound Design presso l'Academy of Interactive Arts & Sciences D.I.C.E. Premi 2016

INSIDE premiato come miglior audio agli Spilprisen (Danish Game Awards) 2017

INSIDE premiato come miglior audio per un gioco indie ai G.A.N.G Awards 2017

INSIDE nominato per Audio of the Year ai G.A.N.G Awards 2017

INSIDE nominato per la migliore colonna sonora interattiva ai G.A.N.G Awards 2017

INSIDE nominato per il miglior mix audio ai G.A.N.G Awards 2017

INSIDE nominato per Sound Design of the Year ai G.A.N.G Awards 2017

INSIDE nominato per Best Music/Sound Design ai The Game Awards 2016

INSIDE nominato per il miglior audio ai Golden Joystick Awards 2016

INSIDE premiato come miglior design audio dagli EDGE Awards

INSIDE premiato come miglior design audio da TheSixthAxis

LIMBO ha ricevuto l'Outstanding Achievement in Sound Design al 14° Interactive Achievements Awards, Las Vegas

LIMBO premiato come Miglior Suono a IndieCade 2010, il Festival Internazionale dei Giochi Indipendenti, Los Angeles

LIMBO premiato come miglior sound design agli X-Play Best of 2010 Awards

LIMBO nominato per l'uso dell'audio ai British Academy Video Games Awards (BAFTA), 2011

LIMBO nominato per il miglior audio all'11° Game Developers Choice Award

LIMBO nominato per la realizzazione audio ai Develop Industry Excellence Awards 2011

LIMBO nominato per la migliore produzione di suoni di intrattenimento interattivo alla 27a edizione dei TEC Awards per l'eccezionale risultato creativo

LIMBO secondo classificato per EDGE's 2010 Audio AwardLIMBO nominato per Best Sound Design 2010 da Gamespot

LIMBO secondo classificato per il miglior sound design ai Machinima Inside Gaming Awards

Essential Tree Work ha vinto l'ElektraMusic Award 2005, Francia

Sleepdriver nominato al Du 32e Concours International de Musique et d’Art Sonore Electroacoustiques de Bourges, Francia nel 2005

Essential Tree Work ha ricevuto una menzione d'onore nel Prix Ton Bruynél, Paesi Bassi, l'unico premio assegnato dalla giuria nel 2003

Essential Tree Work ha ricevuto una menzione d'onore al 25° Concorso Internazionale Luigi Russolo, Italia nel 2003

Premio Shadow Songs assegnato al concorso The Danish Arts Foundation nel 2000


La grande tempesta di neve del sud-est: 9-11 febbraio 1973

Una delle più grandi tempeste di neve nella storia degli Stati Uniti sudorientali si è verificata dal 9 all'11 febbraio 1973. Questa tempesta ha fatto cadere da uno a due piedi di neve in una regione che in genere vede solo un pollice o due di neve all'anno. Nuovi record di nevicate di tutti i tempi sono stati stabiliti in una serie di località tra cui Rimini, SC con 24 pollici e 18 pollici a Darlington, SC e 16,5 pollici a Macon, GA. Le nevicate a Wilmington, NC hanno raggiunto i 12,5 pollici con 7,1 pollici registrati a Charleston, SC, entrambi stabilendo record di tutti i tempi che sono stati battuti solo 16 anni dopo durante la tempesta di neve di Natale del 1989. La neve misurabile è caduta lungo la costa del Golfo dal Texas alla Florida e raffiche di vento sono stati segnalati a sud fino a Lisbona e Clermont, in Florida, appena fuori Orlando.

Totali delle nevicate per Stato. Fare clic sul nome dello stato per espandere.

Storia meteorologica

Un fronte freddo ha portato aria gelida negli stati del sud-est l'8 febbraio 1973. Quella sera questo fronte si è spostato dalla costa del Golfo e nel Golfo del Messico e quella notte ha iniziato a svilupparsi una bassa pressione lungo il fronte in stallo. Venti a spirale intorno allo sviluppo di bassa umidità del Golfo trasportato verso nord sopra l'aria fredda, e una miscela di nevischio, neve e pioggia gelata è stata segnalata dalla costa del Texas attraverso la Louisiana all'alba del 9 febbraio.

La bassa si è spostata ad est lungo il fronte quasi stazionario nel Golfo e ha raggiunto la Florida centrale durante le ore serali del 9 febbraio. Il ghiaccio si è trasformato in neve prima di finire attraverso la Louisiana meridionale e il Mississippi con totali isolati di oltre 3 pollici. La neve iniziò a diffondersi verso nord-est attraverso l'Alabama, la Georgia e la Carolina con pioggia gelata e nevischio che formava una zona di transizione attraverso la costa della Carolina del Sud, della Georgia e dell'Alabama tra la neve e la pioggia. I totali delle nevicate in Alabama sono stati i più pesanti in una fascia stretta tra Dothan e Montgomery, compresi i totali di oltre un piede riportati dalle comunità di Highland Home, Pittsview e Union Springs.

La minima si è rafforzata rapidamente la mattina del 10 febbraio, trascinando aria fredda verso sud attraverso la Georgia e la Florida. Questo ha cambiato le precipitazioni in tutta la neve fino a Tallahassee, Florida Valdosta, Georgia e Savannah, Georgia. Nevicate da moderate a abbondanti si sono sviluppate nella Georgia centrale, nella maggior parte della Carolina del Sud e nella Carolina del Nord orientale. Il tuono ha persino accompagnato la nevicata ad Augusta, GA intorno alle 3 del mattino, a Florence, SC alle 6 del mattino, Wilmington, NC a mezzogiorno e a New Bern, NC alle 14:00. I tassi di nevicate sono aumentati da uno a due pollici all'ora e si sono mantenuti lì per la maggior parte della giornata, producendo una striscia di nevicate larga 50 miglia per un totale di oltre un piede che si estendeva in tutta la Georgia, inclusi 18,5 pollici a Butler, 16,5 pollici a Macon e 14 pollici a Colombo, Georgia. È interessante notare che la neve è rimasta interamente a sud di Atlanta con solo cieli nuvolosi segnalati lì.

La bassa ha continuato a rafforzarsi mentre si spostava a est della costa della Carolina del Nord durante la sera del 10 febbraio. La neve ha cominciato a diminuire in tutta la Georgia e la maggior parte della Carolina del Sud, tuttavia neve leggera e raffiche sono state trasportate a sud nella metà settentrionale della penisola della Florida con nevicate misurabili che cadevano a Jacksonville. Le raffiche di vento hanno superato i 40 mph e hanno portato ad aree di neve soffiata con visibilità quasi zero in molte località della Carolina del Nord orientale durante la sera del 10 febbraio - condizioni davvero di bufera di neve in un'area che non vede quasi neve in un tipico inverno. Quando la neve finì, erano caduti ben 24 pollici nella città di Rimini, nella contea di Clarendon, nella Carolina del Sud. Altri totali significativi di nevicate includevano 18 pollici a Darlington, 17 pollici a Firenze e 16 pollici a Columbia, nella Carolina del Sud. Nella Carolina del Nord orientale sono caduti 16,5 pollici a Whiteville, 16 pollici a Morehead City, 13 pollici a New Bern e 12,5 pollici a Wilmington.

Dati satellitari ATS-3

Il programma GOES (Geostationary Operational Environmental Satellite) non iniziò a restituire dati fino a dopo il lancio del GOES-1 alla fine del 1975. Tuttavia ATS-3, (Application Technology Satellite-3) gestito dalla NASA, era in orbita durante il febbraio 1973 tempesta di neve e ha fornito immagini visibili dell'evento ogni 30 minuti. Di seguito è riportata un'animazione prodotta da copie cartacee scansionate gentilmente fornite dalla Biblioteca Schwerdtfeger presso lo Space Science and Engineering Center (SSEC) dell'Università del Wisconsin. Questa animazione copre l'intervallo di tempo dal 9 all'11 febbraio 1973.

Immagine ATS-3 che mostra la neve che copre il terreno dall'Alabama attraverso la costa NC

Questa tempesta ha bloccato i viaggi e ha isolato intere comunità nell'Alabama meridionale, nella Georgia centrale, nella Carolina del Sud e nella Carolina del Nord orientale per diversi giorni. In alcuni luoghi è caduta neve per più di un decennio in meno di due giorni! Una citazione del climatologo dello stato della Carolina del Sud, ristampata in un riassunto della tempesta dal National Climatic Data Center, riassume bene la situazione:

Nella Carolina del Sud centrale sono stati segnalati cumuli di neve fino a 8 piedi di altezza e praticamente tutte le strade sono state chiuse da due a quattro giorni. Gli elicotteri sono stati utilizzati per trasportare in aereo il cibo ai residenti bloccati. In Colombia due tetti sono crollati a causa del peso della neve. Le temperature notturne sono scese fino a 5 gradi in Columbia, SC dopo la tempesta.

L'Interstate 95 è stata chiusa a Fayetteville, nella Carolina del Nord, dove circa 1.000 viaggiatori sono rimasti bloccati. Al culmine della tempesta 1.600 persone a Fayetteville hanno approfittato dei rifugi di emergenza presso l'Armeria della Guardia Nazionale e un vicino auditorium. L'aeroporto di Raleigh è stato chiuso per una parte di due giorni a causa della neve. La NC Highway 12 sulle Outer Banks è stata inondata e sepolta dalla sabbia. La città di Buxton ha perso fino a 200 piedi di spiaggia in punti con diverse case e hotel danneggiati o distrutti. Anche nella "soleggiata" Florida, la Florida Highway Patrol ha riportato un incidente stradale su un ponte ghiacciato nella regione di Panhandle.

Il Articolo giornaliero estivo quotidiano ha riportato almeno 11 decessi correlati all'esposizione in South Carolina. Gli incidenti stradali hanno causato tre vittime in Georgia e almeno una in Louisiana. In North Carolina un piccolo aereo si è schiantato durante la tempesta uccidendo due persone e ferendone gravemente tre.

Gli impatti sull'agricoltura hanno incluso pollai crollati e uccelli morti con 3 milioni di dollari di danni nella sola Carolina del Sud. Pesanti accumuli di pioggia gelata in parti dell'Alabama meridionale hanno causato danni significativi alle piantagioni di pini con perdite sostanziali, tra cui danni per 1 milione di dollari solo nella contea di Covington. In Florida i venti e le onde della tempesta hanno affondato un rimorchiatore che trainava una cisterna di melassa da 2.300 tonnellate. La Guardia Costiera e uno yacht nelle vicinanze hanno salvato gli otto membri dell'equipaggio del rimorchiatore.

Al largo la tempesta in rapido rafforzamento ha creato forti venti e onde molto grandi. La Frying Pan Shoals Tower, poi una stazione di luce della Guardia Costiera, ha registrato raffiche di vento di 75-80 mph e onde alte più di 20 piedi. Una nave della Guardia Costiera Gresham di stanza al largo della costa del sud del New Jersey ha registrato una raffica di vento a 90 mph.

È interessante notare che questa è stata la seconda neve dell'inverno per Baton Rouge, in Louisiana e per parti della Florida Panhandle, entrambi eventi estremamente insoliti.

Rapporti di giornale

Quella che segue è una raccolta di articoli di giornale pubblicamente disponibili pubblicati durante e dopo la tempesta di neve dal I tempi di Gadsden (Gadsden, Alabama), il Sarasota Herald (Sarasota, Florida), il Libro Mastro della Terra dei Laghi (Lakeland, Florida), il Articolo giornaliero estivo (Sumter, South Carolina), e il Araldo di Spartanburg (Spartanburg, Carolina del Sud).


Più recente.

Sono stati sollevati sospetti che potrebbe non essere l'unico Stig dopo che le immagini sono emerse ieri che mostrano un uomo separato che la BBC ha affermato di essere lo Stig che partecipa ai National Television Awards alla Royal Albert Hall di Londra il 29 ottobre dello scorso anno.

Questo Stig - vestito ovviamente dalla testa ai piedi con i bianchi da corsa e nascosto dietro una visiera nera - ha guidato dopo i premi al quartier generale della BBC di Top Gear.

Testimoni oculari hanno raccontato che Stig è entrato nello studio a tarda notte per cambiarsi e subito dopo è stato fotografato mentre emergeva dall'edificio in jeans e maglietta con un caratteristico cappellino di lana da corsa "Arai" attillato tirato sulla sommità della testa.

L'uomo dietro la maschera: il pilota, raffigurato nel suo abbigliamento da corsa, ha lasciato sfuggire il suo grande segreto nell'improbabile cornice di un negozio d'arte a Bristol

Con forse un pizzico di ironia, la maglietta, ora disponibile nelle strade principali, portava lo slogan 'I Am The Stig'.

L'uomo in questione si chiamava "Will".

La pista si è riscaldata ieri quando una fonte di Top Gear ha offerto un altro nome.

Anche Julian Bailey, un pilota di Formula 1 di 47 anni che ha corso con i team Tyrrell e Lotus, è stato affermato di lavorare attualmente come Stig. C'è un altro Stig non identificato a piede libero.

Si dice anche che altri possibili Stigs subentrino quando i programmi degli altri piloti erano pieni.

Una fonte dello show ha aggiunto: "Guarda le foto degli Stigs da uno spettacolo all'altro. Se guardi l'altezza di Stig in diverse immagini, questo racconta la sua storia.

Bisogno di velocità: Ben Collins corre sotto la sua vera identità

'In alcuni sembra molto più alto di altri. Le persone sono diventate ossessionate dall'idea di scoprire chi sia lo Stig, ma non hanno considerato che sia possibile che sia più di una persona.

'Il semplice fatto è che attualmente ci sono quattro Stig che guidano sulla pista di prova.

"Da quando lo Stig ha guidato per la prima volta nello show, non è mai stato pratico avere un solo pilota che si prendesse cura di tutti i numerosi impegni dello Stig".

La fonte ha aggiunto che c'era frustrazione per i ripetuti tentativi di identificare il misterioso conducente.

Ha detto: 'Ci piace avere il mistero intorno a chi è. Vorrei solo che la gente si riposasse, è come dire alla gente che Babbo Natale non esiste.

"Tutti i bambini che vengono a incontrare lo Stig vogliono credere che sia un robot con le ginocchia magnetiche."

Un portavoce della BBC ha dichiarato: "Non commentiamo mai speculazioni su chi o cosa sia lo Stig".


Sei un autore?

Questa è la storia definitiva della scienza dietro l'arte del design delle supercar. Scritto dall'autore di bestseller Martin Roach e con illustrazioni tecniche su misura dell'insider di F1 Neil Waterman, oltre ai contributi dei più grandi nomi del mondo delle supercar, tra cui:

  • Adrian Newey - leggenda del design della Formula 1
  • Gordon Murray - creatore della McLaren F1
  • Achim Anscheidt - capo progettista della Bugatti Chiron
  • Tony Cappellaio - Guru del design Porsche
  • Horacio Pagani - fondatore di Pagani
  • Nigel Mansell - Campione del mondo di Formula 1
  • Christian von Koenigsegg - fondatore di Koenigsegg

Dai primi mostri sovralimentati alle complesse macchine di oggi, La scienza delle supercar ripercorre l'evoluzione della supercar attraverso la tecnologia che la alimenta.

Completamente illustrato, The Supercar Book è una guida sontuosamente progettata e piena di tutto ciò che potresti desiderare di sapere sulle migliori supercar del pianeta.

Dall'autore di bestseller numero uno Martin Roach, The Supercar Book è un must per tutti i ragazzi e i loro papà (oltre alle ragazze e alle mamme benzinaio!) interessati alle auto veloci.

Con un'introduzione della leggenda delle corse di F1 David Coulthard, così come i contributi dei più grandi nomi del settore, questo tour de force inizia con l'iconica Mercedes Gullwing del 1954 e corre attraverso ogni rispettivo decennio di storia delle supercar, mostrando i migliori e più importanti veicoli in questa scintillante specie. Con i 10 punti di riferimento che hanno cambiato il gioco che hanno definito il genere ed evidenziando dozzine e dozzine di supercar supremi come Ferrari, Lamborghini, Bugatti, Pagani, McLaren e Porsche, preparati a essere spazzato via dalla bellezza e dalla potenza di queste incredibili veicoli.

Con una preistoria del genere e un'escursione nelle muscle car americane, questo libro completo ci porta sotto i cofani e scopre la carrozzeria di queste macchine strabilianti, oltre a esplorare come la tecnologia delle supercar ha influenzato le auto di tutti i giorni.

Il Supercar Book è un tour de force dei veicoli più veloci, potenti e incredibili della storia delle supercar. Ricco di quasi 200 fotografie a colori, statistiche impressionanti e interviste esclusive con esperti di supercar, e con tutte le star di riferimento del genere, questo libro è la guida definitiva per ogni fanatico di supercar.

'Un trattamento speciale. Le immagini e le storie si combinano per fornire una trama ricca per raccontare la difficile storia del perché inseguiamo la velocità come una dipendenza.' Valerie Thompson, la motociclista donna più veloce del mondo
Da quando abbiamo costruito macchine in grado di trasportarci, c'è stato il desiderio di trovare modi per farle andare più veloci. Per alcuni, andare più veloci non è abbastanza: vogliono essere i più veloci. Questo libro celebra coloro che hanno costruito le macchine e le hanno guidate a velocità sempre maggiori. Questo è La storia della velocità.

Lo scrittore di bestseller di sport motoristici Martin Roach racconta il storia straordinaria di coloro che sono venuti per essere ossessionato dalla velocità. Da Camille Jenatzy, "il diavolo rosso", che divenne il primo uomo a guidare a oltre 100 km/h nel 1899, attraverso l'età d'oro del Malcolm Campbell e il suo Bluebird, e nell'era moderna delle auto a propulsione a getto ea razzo, siamo andati sempre più veloci. Ma questo libro non parla solo di questi record, anche Roach guarda la tecnologia, i motori e gli inventori che ha aiutato a progredire in velocità a tutti i livelli, da Formula Uno alle supercar di artisti del calibro di Ferrari e Mercedes che vanno a ruba avidamente dai collezionisti, raramente si vedono sulla strada.

Accompagnato da alcune delle immagini più belle delle auto e di coloro che le hanno costruite e guidate, Roach racconta una meravigliosa storia di innovazione e invenzione. Parla con alcuni dei grandi piloti per scoprire cosa li spinge a rischiare la vita e scopre dagli ingegneri come hanno sviluppato le loro idee. Lungo la strada, ascoltiamo storie e aneddoti notevoli, ma scopriamo anche come anche la ricerca della velocità può avere i suoi costi, con molti eroi ed eroine tragici che cadono lungo la strada.

Se ti sei mai entusiasmato al rombo del motore di un'auto sportiva, hai amato la sensazione della forza g mentre acceleri, o hai persino guardato con meraviglia un motore potente, La storia della velocità è un libro che non vorrai perderti.


Una breve storia di Scotland Yard

Il nome Scotland Yard evoca l'immagine di una strada nebbiosa di Londra pattugliata da un detective in trench che sbuffa fumo dalla sua pipa. Ma Scotland Yard ha una storia facilmente confusa, piena di nomi impropri e polemiche. Né in Scozia, né in un cantiere, è il nome della sede della Metropolitan Police di Londra e, per associazione, è diventato sinonimo di forza. Neanche The Yard serve la città, ma l'area della Greater London. Con tutta questa confusione, è tempo di indagare sulla storia di Scotland Yard e su alcuni dei suoi casi più infami, da Jack lo Squartatore agli attentati di Londra del 2005.

Contenuto relativo

Fare la Forza

La forza di polizia di Londra è stata creata nel 1829 da un atto introdotto in Parlamento dal ministro degli Interni (simile al segretario degli Interni degli Stati Uniti) Sir Robert Peel, da cui il soprannome di "bobbies", per il poliziotto. La nuova polizia ha sostituito il vecchio sistema di sentinelle. Nel 1839 questi uomini avevano sostituito le Bow Street Patrols, che applicavano le decisioni dei magistrati, e la River Police, che lavorava per prevenire la criminalità lungo il Tamigi.

La responsabilità di organizzare la nuova forza di polizia fu affidata al colonnello Charles Rowan e Richard Mayne, che occupavano una casa privata al 4 di Whitehall Place, il cui retro si apriva su un cortile: il Great Scotland Yard. Il nome di The Yard è stato ispirato dal suo sito, un palazzo medievale che ospitava i reali scozzesi durante le loro visite a Londra.

Il personale di Scotland Yard era responsabile della protezione di persone importanti, pattuglie comunitarie, affari pubblici, reclutamento e gestione del personale. Quando lo Yard inviò i suoi primi agenti di polizia in borghese nel 1842, il pubblico si sentiva a disagio con queste "spie" per le strade. Ma il ruolo della polizia in diversi casi importanti e il carisma di molti dei suoi investigatori l'hanno aiutata a conquistare la fiducia della gente.

Una di queste personalità, l'ispettore Charles Frederick Field, si unì alla forza al momento della sua costituzione nel 1829. Divenne buon amico di Charles Dickens, che occasionalmente accompagnava i poliziotti nei loro turni notturni. Dickens ha scritto un breve saggio su Field, "On Duty With Inspector Field", e lo ha usato come modello per l'onnisciente e affascinante ispettore Bucket nel suo romanzo Casa desolata. Field si ritirò come capo del ramo investigativo nel 1852.

Nel 1877, quattro dei cinque capi del ramo investigativo furono processati per aver cospirato con criminali in uno schema di scommesse. Nel tentativo di riparare la reputazione offuscata della forza, Howard Vincent ha presentato una proposta di ristrutturazione alla forza. Ben presto Vincent fu nominato direttore delle indagini penali e riorganizzò Scotland Yard, rafforzandone l'unità centrale. E con ciò, è nato il Dipartimento investigativo criminale (CID), una rispettata unità di investigatori della polizia in borghese.

La fine del secolo ha visto molti eventi monumentali a Scotland Yard. La "domenica di sangue" britannica avvenne il 13 novembre 1887, quando 2.000 agenti di polizia interruppero un incontro a Trafalgar Square organizzato dalla Federazione socialdemocratica, provocando più di 100 vittime. Pochi anni dopo, la forza si trasferì nel suo nuovo edificio sul Victoria Embankment. I locali divennero noti come New Scotland Yard.

Sempre durante questo periodo, uno dei detective più durevoli di Scotland Yard, Frederick Porter Wensley (alias "la donnola"), iniziò il suo incarico di 40 anni. Wensley si è unito alle forze armate nel 1888 e la sua carriera è stata evidenziata da molti casi storici, tra cui l'omicidio della donna francese di 32 anni Emilienne Gerard, noto anche come il caso "Blodie Belgium". La mattina del 2 novembre 1917, gli spazzini trovarono il torso di Gerard insieme a un biglietto con la scritta "Blodie Belgium". Wensley ha interrogato l'amante di Gerard, Louis Voisin, chiedendogli di scrivere il messaggio "Bloody Belgium". Voisin ha commesso lo stesso errore di ortografia, sigillando la sua colpa.

All'inizio della carriera di Wensley, ha svolto un piccolo lavoro investigativo sul famigerato caso di Jack lo Squartatore, che aveva attanagliato l'East End di Londra. Jack lo Squartatore era l'autoproclamato alias del serial killer (o assassini) responsabile di cinque omicidi tra il 1888 e il 1891. Gli ufficiali di Scotland Yard furono incaricati di arrestare il sospettato responsabile di 11 attacchi alle prostitute nel in gran parte impoverito Whitechapel la zona. La polizia ha determinato il modello dell'assassino - si sarebbe offerto di pagare per il sesso, attirare le donne e tagliargli la gola - ma ha lottato per rintracciare il criminale.

Senza la moderna tecnologia forense, gli ufficiali di Scotland Yard, vale a dire l'ispettore Frederick Abberline, si affidavano all'antropometria o all'identificazione dei criminali in base a determinati tratti del viso, come lo spessore della fronte o la forma della mascella. Più di 160 persone sono state accusate degli omicidi di Whitechapel, che vanno da Alice nel paese delle meraviglie autore Lewis Carroll al pittore William Richard Sickert. La polizia ha ricevuto molte lettere da persone che affermavano di essere l'assassino, due in particolare fornivano fatti dettagliati ed erano firmati "Jack lo Squartatore". Tuttavia, nel 1892, senza più indizi o omicidi, il caso di Jack lo Squartatore fu ufficialmente chiuso.

Il cortile oggi

Sin dal suo inizio, Scotland Yard ha sempre avuto un posto nella cultura popolare. Gli ufficiali sono apparsi frequentemente come personaggi sullo sfondo di misteri, comprese le storie di Sherlock Holmes di Sir Arthur Conan Doyle. In televisione e sulle riviste di oggi, i "bobbies" di Scotland Yard possono essere trovati stoicamente dietro la famiglia reale e altri dignitari che sono stati assegnati a proteggere.

Nel 1967, la forza si trasferì ancora una volta nella sua posizione attuale, un moderno edificio di 20 piani vicino alle Houses of Parliament. Il CID è diventato famoso per i suoi metodi investigativi, principalmente le sue tecniche di rilevamento delle impronte digitali, che sono state prese in prestito dall'FBI. Oggi Scotland Yard ha circa 30.000 ufficiali che pattugliano 620 miglia quadrate occupate da 7,2 milioni di cittadini.

Attualmente, la reputazione di Scotland Yard è in pericolo, proprio come 130 anni fa. Il 22 luglio 2005, durante le indagini sugli attentati di Londra del 2005, gli agenti di polizia hanno scambiato l'elettricista brasiliano Jean Charles de Menezes per un attentatore suicida e gli hanno sparato a morte. Menezes viveva in uno degli appartamenti che la polizia stava sorvegliando, quel giorno indossava abiti ingombranti e, secondo la polizia, assomigliava a un sospetto etiope che è stato successivamente arrestato per gli attentati. All'inizio di questo mese, i membri della Metropolitan Police Authority, il cane da guardia di Scotland Yard, hanno denunciato il commissario Sir Ian Blair per "non sapere dove si trovasse la verità". Il commissario ha più volte affermato che non si dimetterà per l'omicidio.


È un ragazzo impegnato:

La velocità ufficiale da record è stata raggiunta in un'unità JCB Fastrac pesantemente modificata e ha viaggiato a 103,6 mph. In confronto, il record precedente detenuto dal Track-Tor guidato da Stig era solo una passeggiata nel parco a 87,27 mph. Sebbene sappiamo che questo nuovo record è stato stabilito, poiché il tentativo è stato filmato per un prossimo documentario di Channel 4 che andrà in onda più avanti nel 2019, non è stato rilasciato alcun video ufficiale. Per ora, c'è solo un record sfocato e lontano registrato da Farmers Weekly, che era a disposizione per riferire sull'evento.

L'aeroporto di Elvington vicino a York in Inghilterra ha una pista lunga 1,8 miglia, che è la più lunga del paese secondo Settimanale degli agricoltori . Dopo aver eliminato il peso superfluo e apportato pesanti modifiche alle prestazioni, il risultato finale è in grado di erogare 1.000 CV e 2.500 Nm di coppia a 3.500 giri/min. Però, Settimanale degli agricoltori ha anche affermato che la potenza doveva essere ridotta un po' per ottenere il risultato desiderato durante il test effettivo.

La configurazione completa si basa sia su un compressore che su un turbocompressore, impostati per limitare il più possibile il ritardo del turbo. Se stai cercando di modificare il tuo trattore per scopi agonistici, puoi trovare un elenco molto più dettagliato delle modifiche esatte apportate a questa macchina su Settimanale degli agricoltori . Si spera che quel documentario sulla build colpirà Netflix o un altro servizio di streaming nel prossimo futuro per quelli di noi nel resto del mondo.


"Oltre il Vietnam"

Il 4 aprile 1967 Martin Luther King, Jr., pronunciò il suo discorso fondamentale alla Riverside Church condannando la guerra del Vietnam. Dichiarando "la mia coscienza non mi lascia altra scelta", King ha descritto gli effetti deleteri della guerra sia sui poveri americani che sui contadini vietnamiti e ha insistito sul fatto che era moralmente imperativo per gli Stati Uniti adottare misure radicali per fermare la guerra con mezzi non violenti (King, " Oltre il Vietnam”, 139).

I sentimenti contro la guerra di King emersero pubblicamente per la prima volta nel marzo 1965, quando King dichiarò che "si possono spendere milioni di dollari ogni giorno per tenere truppe nel Vietnam del Sud e il nostro paese non può proteggere i diritti dei negri a Selma" (King, 9 marzo 1965). King ha detto ai giornalisti su Affronta la nazione che come ministro aveva “una funzione profetica” e come “molto preoccupato della necessità della pace nel nostro mondo e della sopravvivenza dell'umanità, devo continuare a prendere posizione su questo tema” (King, 29 agosto 1965). In una versione del sermone “Trasformato anticonformista” tenuto nel gennaio 1966 a Ebenezer Baptist Church, King ha espresso la propria opposizione alla guerra del Vietnam, descrivendo l'aggressione americana come una violazione dell'Accordo di Ginevra del 1954 che prometteva l'autodeterminazione.

All'inizio del 1967 King ha intensificato i suoi proclami contro la guerra, tenendo discorsi simili a Los Angeles e Chicago. Il discorso di Los Angeles, intitolato "Le vittime della guerra in Vietnam", ha sottolineato la storia del conflitto e ha sostenuto che il potere americano dovrebbe essere "sfruttato al servizio della pace e degli esseri umani, non un potere disumano [scatenato] contro persone indifese". (Re, 25 febbraio 1967).

Il 4 aprile, accompagnato dal professor Henry Commager dell'Amherst College, dal presidente dell'Union Theological Seminary John Bennett e dal rabbino Abraham Joshua Heschel, ad un evento sponsorizzato da Clero e laici preoccupati per il Vietnam, King ha parlato con oltre 3.000 persone alla Riverside Church di New York. Il discorso è stato redatto da una raccolta di volontari, tra cui il professore di Spelman Vincent Harding e il professore wesleyano John Maguire. Il discorso di King ha sottolineato la sua responsabilità nei confronti del popolo americano e ha spiegato che le conversazioni con i giovani neri nei ghetti hanno rafforzato il suo impegno a nonviolenza.

King ha seguito con uno schizzo storico che delinea la devastazione del Vietnam per mano della "mortale arroganza occidentale", osservando, "siamo dalla parte dei ricchi e dei sicuri, mentre creiamo un inferno per i poveri" (King, " Beyond Vietnam , ” 146 153). Per cambiare rotta, King suggerì uno schema in cinque punti per fermare la guerra, che includeva una richiesta di cessate il fuoco unilaterale. Per King, tuttavia, la guerra del Vietnam era solo il sintomo più urgente del colonialismo americano in tutto il mondo. King ha affermato che l'America ha reso "impossibile la rivoluzione pacifica rifiutando di rinunciare ai privilegi e ai piaceri che derivano dagli immensi profitti degli investimenti all'estero" (King, " Beyond Vietnam ", 157). King urged instead “ a radical revolution of values ” emphasizing love and justice rather than economic nationalism (King, “ Beyond Vietnam, ” 157 ).

The immediate response to King’s speech was largely negative. Both the Washington Post e New York Times published editorials criticizing the speech, with the Post noting that King’s speech had “ diminished his usefulness to his cause, to his country, and to his people ” through a simplistic and flawed view of the situation ( “ A Tragedy, ” 6 April 1967). Similarly, both the National Association for the Advancement of Colored People and Ralph Bunche accused King of linking two disparate issues, Vietnam and civil rights. Despite public criticism, King continued to attack the Vietnam War on both moral and economic grounds.


Video: How the sound of Remedy’s Control is made – with Ville Sorsa, Martin Stig Andersen and Petri Alanko:


Check out the official trailer for Control below:

Watch 20 minutes of in-game footage:


Remedy has released around 20 minutes of work-in-progress footage from the game:

Please share this:

The ‘Street Sweeteners’ SFX pack is a meticulously edited collection of sound effects derived from hours of long-form recording sessions around different parts of the city of London.

‘Street Sweeteners’ are characterful street sounds with personality that will naturally bed into your city scenes and are sure to enhance your soundscape and bring any street scene to life.

City buses (double decker, single deck)
Brake squeals/screeches
Sirens
Vehicle horns
Garbage trucks
Car pass bys
Motorbikes, mopeds & scooters
Trailer/haulage vehicle rattles and shakes

Locations used include rooftops, balconies, street sidewalks, busy junctions and intersections, rush-hour traffic jams, quieter residential streets and built-up housing estates.

All of our sounds have been recorded in high-quality 24bit, 96kHz using Sound Devices, Sennheiser, Sony and DPA recorders and microphones. Additionally, each file has been tagged with detailed Soundminer and UCS metadata to speed up workflow and increase organization.

Please note there are five files recorded at 48kHz and 6 files recorded at 44.1kHz all the rest are 96kHz.

Animal Hyperrealism Vol II is a library containing sounds themed animal vocalisations, from real to designed creatures totaling more than 2000 individual sounds in 283 files.

The sounds were partly recorded with animals trained for media production, partly recorded in zoos and wildlife centers. The asset list includes but is not limited to: amur leopards, bottlenose dolphins, californian sealions, pacific walruses, red ruffed lemurs, owls, parrots, dwarf little fruit bats, hamsters, guinea pigs and many more.

The content has been recorded at 192KHz with a Sanken CO100K plus a Sennheiser 8050 for center image and a couple of Sennheiser MKH8040 for stereo image.
A special section of the library features samples recorded at 384KHz. For these sounds an additional microphone was employed, specifically the CMPA by Avisoft-Bioacoustics which records up to 200 KHz. This microphone was actually used to record most of the library but the 384KHz format was preserved only where energy was found beyond 96KHz not to occupy unnecessary disk space.
All files are delivered as stereo bounce of these for mics, though in some instances an additional couple of CO100K was added to the sides.
The resulting ultrasonic spectrum is rich and allows for truly extreme manipulation of the content.

List of site sources >>>


Guarda il video: Martin Stig Andersen talks about his sound design (Gennaio 2022).