Podcast di storia

Varuna II AGP-5 - Storia

Varuna II AGP-5 - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Varuna II

(AGP-5: dp. 3.960; 1.328', b. 60'; dr. 13'6", s. 12 k.
cpl. 283; un. 1 3", 8 40 mm., 8 20 mm.; cl. Portunus)

LST-14 fu impostato il 23 agosto 1942 a Neville Island, Pennsylvania, dal cantiere navale Dravo, varato il 9 dicembre 1942, sponsorizzato dalla signora RJ Mitchell ribattezzato Varuna e designato AGP-5 il 13 gennaio 1943, completato come LST da Dravo il 26 marzo 1943 e posto in commissione ridotta in tale data; rimorchiata a Tampa, in Florida, dove fu convertita in tender per motosilurante (AGP), e commissionata il 31 agosto 1943, il tenente Comdr. L. W. Borst, USNR, al comando

Dopo il suo shakedown nel Golfo del Messico, Varuna ha navigato per il Pacifico il 4 ottobre e ha proseguito attraverso la baia di Guantanamo, a Cuba, fino al Canale di Panama, dove è transitata il 22. Quando due giorni fuori Balboa, la nave lasciò il convoglio per ricevere un paziente di appendicectomia di emergenza da LST-19. A seguito di un trasferimento riuscito, e durante la navigazione per ricongiungersi al convoglio, Varuna e LST-219 si scontrarono il 27 ottobre. Non ci sono state vittime in nessuna delle due navi, ma il danno subito ha costretto entrambe le navi a tornare a Panama per le riparazioni

Attraccato a Balboa dal 9 al 20 novembre, Varuna è partito il 3 dicembre per le Isole della Società ed è arrivato a Bora Bora la vigilia di Natale. Vi rimase fino al 28, quando prese il via per la seconda tappa del suo passaggio, e arrivò a Pago Pago, Samoa, il 2 gennaio 1944.

Tuttavia, Varuna non si fermò a lungo nelle acque samoane, poiché si spinse verso Suva, Isole Figi, il 5 gennaio e poi proseguì attraverso Noumea, Nuova Caledonia ed Espiritu Santo, Nuove Ebridi, verso le Isole Salomone. Ha raggiunto Lunga Point, Guadalcanal, l'11 e poi si è trasferita a Tulagi dove ha scaricato il suo carico di attrezzature di base per motosiluranti (MTB). Facendo scalo al porto di Rendova, sull'isola di Rendova, e successivamente al porto di Blanche, nelle Isole del Tesoro, Varuna condusse il suo primo lavoro di riparazione il 17 febbraio, quando riparò il PT-105. Rimase alla base del porto di Blanche per il resto del mese di
Febbraio, riparando una media di quattro barche PT al giorno, prima di trasferire le sue operazioni a Nissan Harbour, Green Island.

Stabilendo la base delle barche PT a Green Island, Varuna era ora situata nella base forse più vicina al territorio giapponese. Situata a metà strada tra la Nuova Irlanda e Bougainville, entrambe occupate dai giapponesi ed entrambe ben a nord delle basi alleate più vicine, Green Island fungeva da area di sosta per i cinque squadroni MTB attaccati a Varuna. Questi PT erano destinati a molestare la corsia di rifornimento via mare giapponese dalla Nuova Britannia, dalla Nuova Irlanda e dalle Shortlands e per aiutare nel blocco di Rabaul.

Lo storico della nave in seguito registrò che fu mentre si trovava a Green Island che "Tokyo Rose" menzionò per la prima volta Varuna. La nave era stata tagliata fuori dai rifornimenti vitali mentre si trovava a Green Island e non era stata in grado di ottenere di più - o almeno così disse "Rose". Diversi giorni dopo, come ha raccontato lo storico, un PG si è avvicinato per offrire a Varuna una quota dei suoi magri negozi. "La Varuna ha rifiutato con gratitudine", ha scritto lo storico, dicendo che "aveva un sacco di tutto".

Varuna ha operato da Green Island fino al 31 luglio, quando è tornata alle Isole del Tesoro per un soggiorno di 20 giorni. Tornata a Green, caricò uomini ed equipaggiamento del Motor Torpedo Boat Squadron (MTBRon) 27, e partì dalla sua base il 24, raggiungendo Manus negli Ammiragliati due giorni dopo. Sebbene inizialmente previsto di partire da lì, un cambio di piano ha indirizzato Varuna e le sue barche PT a Mios Woendi, sulla punta settentrionale della Nuova Guinea. Partendo da Manus il 7 settembre, il tender MTB e la sua covata - MTBRon 27 e 28 - sono arrivati ​​a Mios Woendi il 13, via Humboldt Bay, Nuova Guinea.

Per i successivi 17 giorni, Varuna fece rifornimento, carburante, acqua e benzina in preparazione delle sue prossime operazioni e, in compagnia di MTBRon 27, partì per il Palaus. Arrivato a Kool Roads il 1° ottobre, il tender MTB ha aperto un'officina fornendo servizi di supporto ai PT a cui era stato assegnato il compito di pattugliare l'ancoraggio della grande flotta lì. Inoltre, i "Peter Tares" (PT) dovevano pattugliare e bloccare l'isola di Babelthuap, controllata dai giapponesi, e altre piccole isole del gruppo.

Varuna ha ricevuto un allarme "flash red" il 30 alle 0855 e, mentre altre navi prendevano il largo, ha ricevuto l'ordine di rimanere all'ancora per fungere da collegamento di comunicazione per lo screening delle navi e dei PT e per prestare assistenza se necessario. Alle 12:20, la nave raccolse un singolo "Sally" bimotore che arrivava basso e veloce. Ha sganciato una bomba vicino a un bacino di carenaggio galleggiante e ha rombato verso il tender MTB ancorato. Varuna aprì il fuoco con cannoni da 3 pollici, 40 millimetri e 20 millimetri, respingendo l'attacco avvolgendo l'aereo nel fuoco tracciante e facendo deviare l'attaccante in direzione di Babelthusp.

Varuna rimase a Kossol Roads fino al giorno dopo il Natale 1944, quando salpò per San Pedro Bay, Leyte, arrivando il 29 dicembre. Rimase nella baia fino al 26 gennaio 1945, occupandosi delle imbarcazioni dell'MTBron 27 e riparando imbarcazioni di altri squadroni impegnati nelle operazioni locali contro i giapponesi. Inoltre, verso la fine di questo periodo, Varuna organizzò l'invasione di Olongapo e della baia di Subic sull'isola di Luzon.

Ha servito in questo ruolo di supporto nella cattura della regione di Olongapo, occupandosi e riparando "Peter Tares". Quando le forze americane iniziarono la loro marcia per riconquistare Manila e la penisola di Bataan, le barche di Varuna bloccarono la costa di Bataan, con il duplice scopo di impedire ai rinforzi di entrare e ai giapponesi intrappolati di uscire; bloccando Corregidor e Fort Drum nella baia di Manila e pattugliando la baia. Questa azione continuò fino alla fine di aprile, con Varuna che rimase nella baia di Subic fino al 5 maggio.

Dopo un periodo di riparazioni che includeva un bacino di carenaggio, il tender MTB si è ancorato al largo di Samar per prepararsi all'imminente sciopero contro l'isola del Borneo, controllata dai giapponesi. Partendo da Samar il 23 giugno, Varuna ha navigato singolarmente per Tawi Tawi nell'arcipelago di Sulu, arrivando il 26 giugno. Ha trascorso il giorno successivo a rifornire e riparare le barche degli MTBron 10 e 27 prima di prendere il via il 28.

Arrivato al largo di Balikpapan il 1° luglio, Varuna ha scoperto che il mare agitato nello stretto di Makassar rendeva quasi impossibile l'attracco dei PT. Le forze alleate nel frattempo si assicurarono rapidamente una testa di ponte, costringendo i difensori giapponesi nell'entroterra e le operazioni di sminamento aprirono un canale verso il porto interno di Balikpapan. Lì, Varuna aprì di nuovo un negozio per occuparsi del suo gruppo di torpediniere. Fino a quel momento, i giapponesi avevano fatto poca resistenza dall'aria, ma, alla fine di luglio, il nemico iniziò attacchi aerei quasi continui per cinque giorni consecutivi. In uno di questi attacchi, le bombe schizzarono a poppa di Varuna ma abbastanza lontano da non causare alcun danno.

Le sue barche, durante questo periodo, effettuavano pattuglie regolari al largo della costa del Borneo e attraverso lo stretto di Makassar fino alle Celebes. Varuna si occupò della sua prole, sostenendo le loro attività moleste nei confronti del nemico fino al 0237 del 16 agosto 1945, quando giunse la notizia di cessare l'azione offensiva Due bombe atomiche e l'aumento delle pressioni alleate avevano costretto il Giappone ad accettare i termini di resa incondizionata della Dichiarazione di Potsdam.

Successivamente Varuna si è recato a Bobon Point, Samar, per assistere allo smantellamento delle imbarcazioni PT. Arrivato il 10 settembre, il tender MTB ha trascorso i successivi due mesi nelle Filippine a supporto di questa attività. Il 20 novembre salpò per gli Stati Uniti e proseguì, attraverso Guam, Pearl Harbor e il Canale di Panama, fino a New York City. Dismesso il 4 gennaio 1946, Varuna fu bloccato dalla lista della Marina il 1 maggio 1946 e venduto a Stavenger Tankrederi per essere demolito poco dopo.

Varuna ha ricevuto quattro stelle di battaglia per i suoi servizi durante la seconda guerra mondiale.


Libro dei ricordi

Walter H. Bergmann Jr., 89 anni, di West Grove, PA, è morto sabato 27 ottobre 2012 presso la comunità di pensionamento Jenner's Pond a West Grove, PA.

Era il figlio del compianto Walter H. Bergmann e Iva Brinton Bergmann ed è stato premorto dal primo amore della sua vita, Pat Kilmer Bergmann, nel 2003. Si sono incontrati a Harrisburg, Pennsylvania, e si sono sposati nel 1953. Risiedevano a Wilmington, DE, hanno goduto di quasi cinquant'anni di matrimonio, e cresciuto due figlie.

Nel 2004 il sig. Bergmann era sposato con il secondo amore della sua vita, Alma Seebach, che sopravvive. Entrambi erano membri della Concord Presbyterian Church di Wilmington. Nel 2005 si sono trasferiti alla Jenner's Pond Retirement Community, dove si sono divertiti a viaggiare ea partecipare a molte delle attività disponibili. Hanno goduto di otto anni di matrimonio.

Sig . Bergmann è nato a Egg Harbor City, New Jersey, è cresciuto a New Cumberland, Pennsylvania, e si è diplomato al liceo nel 1941.

Era un veterano della Marina della seconda guerra mondiale, dopo essersi arruolato nel 1942 e aver prestato servizio come Gunner's Mate in Alaska a Dutch Harbor e nelle Isole Aleutine ad Adak, in una rivista navale, nonché su tre navi nel Pacifico sudoccidentale, nei Caraibi , e il Nord Atlantico. Le navi erano rispettivamente la USS Varuna AGP 5, la USS Damato DD871 e la USS Gen. George O. Squire AP130.

Laureato alla Temple University, è stato impiegato come contabile presso la DuPont Company per 35 anni nel dipartimento delle finanze, ritirandosi nel 1985.

Era un membro del P.T. Boats, Inc., Tin Can Sailors e la Brinton Association of America, Inc. Amava molte forme di musica, in particolare il jazz degli anni '20, '30 e '40. Il suo interesse per la genealogia lo ha portato a ricercare il background di tutti e quattro i nonni.

Oltre a sua moglie, Alma, lascia le figlie Pamela J. Bergmann di Millsboro, DE, S. Elizabeth Pinter e il marito Mark, di Lowden, IA, un fratello Clark S. Baker di Camp Hill, PA, e una sorella Joyce A. Warcholak di New Cumberland, Pennsylvania e sei nipoti Alan J. Bergmann, Cassandra K., Joshua J., Jared W., Kyle S. e Alyssa K. Pinter. Sono sopravvissuti anche i figliastri Steven e la moglie Mary Jane Seebach di Newbury Park, CA, Cathy e il marito Ted Rigl di Pleasanton, CA, Jayne e il marito Theron vanDusen di Chapel Hill, NC, e David Seebach di Petaluma, CA.

La famiglia e gli amici sono invitati a visitare la famiglia di Walter dalle 10 alle 11:00 venerdì 2 novembre, presso la comunità di pensionamento di Jenner's Pond, Alison Building, 2000 Greenbriar Lane West Grove PA 19390. Seguirà un servizio commemorativo alle 11:00. La sepoltura si terrà privatamente nel Lower Brandywine Presbyterian Church Cemetery a Wilmington DE. Contributi in sua memoria possono essere versati al Benevolent Care Fund of Jenner's Pond all'indirizzo summenzionato, alla Concord Presbyterian Church o all'Helen Graham Cancer Center.

Gli accordi sono gestiti dalla Foulk & Grieco Funeral Home (610-869-2685) di West Grove. Per condividere un ricordo con la famiglia di Walter, visita www.griecocares.com.

Visitazione

02 novembre 2012
dalle 10:00 alle 11:00

Stagno di Jenner, Alison Building
2000 Greenbriar Lane
West Grove, PA 19390

Servizio commemorativo

02 novembre 2012
dalle 11:00 alle 12:00

Stagno di Jenner, Alison Building
2000 Greenbriar Lane
West Grove, PA 19390


Contenuti

  • Yacht Carolina
  • Descrizione
  • Storia
  • Yacht Moana
  • Operazioni del teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale
  • Tender torpediniere
  • Stabilire la sua base in Nuova Guinea
  • Trasferire la sua base in Nuova Gran Bretagna
  • Sostenere le operazioni di PT-boat nelle Filippine
  • Smantellamento del dopoguerra
  • Note a piè di pagina
  • Fonti
  • Riferimenti
  • link esterno

Fu acquistato dalla US Navy nel 1941 e commissionato come USS Hilo, prima designata come Patrol Gunboat (PG) 58 e poi funzionante e designata come Motor Torpedo Boat Tender (AGP) 2 a supporto delle torpediniere per tutta la durata della seconda guerra mondiale.


Credo del Bene Gesserit [ modifica | modifica sorgente]

La religione è l'emulazione dell'adulto da parte del bambino. La religione è l'incistamento di credenze passate: la mitologia, che è congettura, i presupposti nascosti della fiducia nell'universo, quelle dichiarazioni che gli uomini hanno fatto alla ricerca del potere personale, tutto questo si è mescolato a brandelli di illuminazione. E sempre l'ultimo comandamento non detto è 'Non fare domande!' Ma ci interroghiamo. Infrangiamo quel comandamento come una cosa ovvia. Il lavoro a cui ci siamo proposti è la liberazione dell'immaginazione, l'imbrigliamento dell'immaginazione al più profondo senso di creatività dell'umanità.


"Varun" è uno dei 101 nomi di Ahura Mazda, che significa "Liberatore dal male".

Varuna non è attestato nei testi dell'Avesta. La divinità marina più vicina nella cosmologia zoroastriana è Vourukasha e l'omonimo più vicino è Varena, la quattordicesima regione del mondo con quattro angoli (Vendidad 1.17) e popolato da "immondi" e "nativi selvaggi, non ariani" (Vd 7.10). In Yasht 15, Haoshyangha implora un dono di poter colpire "due terzi dei daeva di Mazana e dei demoni di Varena". (Yt 15.2.6) Un individuo che non segue daena "[la buona] religione" è an anya-varena. (Yasna 16.2 Vd 12.21, 15.2)

Troppo tardi per essere rilevante ai fini di una ricostruzione di ciò che potrebbe essere accaduto all'indo-iraniano *vouruna (se mai fosse esistita una tale figura precedente) in Iran è il "Varuna" dei testi della tradizione zoroastriana del IX secolo circa (il cosiddetto chiamati testi "Pahlavi") e nel primo Nuovo Persiano Shahnameh. In entrambi i casi questo Varuna è un demone ottuso e facilmente ingannabile di "arretratezza", che è il significato letterale medio persiano del suo nome.

Supponendo che Vedic Varuna non sia uno sviluppo puramente indiano (cioè supponendo che derivi da un indo-iraniano *vouruna), ci sono diverse teorie su cosa potrebbe essere successo all'indo-iraniano *vouruna in Iran:

Nyberg (Die Religionen des alten Iran, 1938:282ff) vede Varuna rappresentata come Amesha Spenta Asha Vahishta "Migliore giustizia", ​​un'opinione, con estensioni, che Dumezil (Tarpeia 1947:33-113) e Widengren (Die Religionen Irans, 1965:12-13) seguono anche. Questa teoria si basa sul ruolo di Vedic Varuna come principale protettore di rta, che in Iran è rappresentato da asha [vahishta].

Kuiper (IIJ I, 1957) propone che nientemeno che Ahura Mazda sia uno sviluppo di un precedente dvandva *vouruna-mitra. La base della proposta di Kuiper è che l'equivalente di Avestan mazda "saggezza" è vedica medhira, descritto in Rigveda 8.6.10 come "l'intuizione (rivelata) nell'ordine cosmico" che Varuna concede ai suoi devoti. Nella visione di Kuiper, Ahura Mazda è quindi una divinità composta in cui le caratteristiche propizie di *mitra negare le qualità sfavorevoli di *vouruna.

Zimmer (Münchner Studien 1984:187-215) ha osservato che Varuna ha il soprannome (epiteto di culto) L'invocazione di Artaserse III di ahuramazda ura mithra baga "Ahura Mazda, Mithra e il Baga" (Boyce, Acta Iranica 21, 1981:59-73).

Un altro epiteto di Vedic Varuna è asura, e potrebbe esserci un residuo di Varuna in quei passaggi Gathic (generalmente presumibilmente composto da Zoroastro stesso) si riferisce al ahuras (plurale) senza (a parte Ahura Mazda) nominarli esplicitamente. Mentre Ahura Mazda è uniformemente "il più potente Ahura" (ad es. Yasna 33.11), nelle uniche due occorrenze del termine dove la parola non si riferisce ad Ahura Mazda, il poeta usa l'espressione mazdasca ahurano (Yasna 30,9, 31,4). Questa frase, generalmente intesa come "il Saggio [Mazda] Uno e l'(altro) Ahuras", è nell'"opinione comune" (così Boyce 1984:159) riconosciuta come arcaica e in cui gli altri Ahuras sono *mitra e *varouna. Boyce (Mitra il Re e Varuna il Maestro, 2001) lo vede sostenuto dal giovane Avestan dvandvah espressione mithra ahura berezanta "Mithra e l'Alto Signore", quest'ultimo è senza ambiguità Ahura Berezainti, "Alto Signore" Apam Napat, il terzo membro della triade ahurica (Grigio, fondazioni, 1929:15), e con il cui equivalente indiano (anche Apam Napat) Vedic Varuna è strettamente associato.


Sono state nominate due navi della Marina degli Stati Uniti USS Varuna per Varuna, il dio vedico degli oceani e dei fiumi e custode delle anime degli annegati.

  • Il primo Varuna era una cannoniera a vite varata nel 1861 e affondata dall'azione nemica nell'aprile 1862.
  • Il secondo Varuna (AGP-5) era un tender per motoscafi, commissionato nel 1943 e dismesso nel 1946.

INS Varuna è una nave da addestramento a vela della Marina indiana. Varuna è stata completata nell'aprile 1981 da Alcock-Ashdown a Bhavnagar. Può trasportare 26 cadetti.

Le navi di classe Varuna della Marina indiana sono navi da addestramento a vela. Sono costituiti dalle seguenti tre navi.

Varuna è menzionato in una poesia, The Brewing of the Soma, di John Green Leaf Whittier (1807–1892), poeta americano.


Triangolazioni LMA

Le triangolazioni si basano sui dati del sottoscrittore manipolati da Xchange e inviati a LMA dove vengono riformattati. Forniscono un'istantanea dell'andamento del mercato (al lordo dell'IR) per codice di rischio e sono aggiornati trimestralmente.

Esistono due versioni, valuta unica (in cui tutti i numeri vengono convertiti in sterline) e una in cui i report possono essere suddivisi in una o più di 16 valute di regolamento. I rapporti sono resi disponibili solo ai membri a pieno titolo della LMA.

Laddove le classi siano scritte da quattro sindacati o meno, tale codice non può essere visualizzato per motivi di riservatezza. Alcune classi hanno informazioni complete sui premi ma parziali sui sinistri e queste sono evidenziate nella sezione degli avvertimenti.

Benefici

Monitorare i triangoli dei rapporti di premi e perdite a livello di mercato per codice di rischio

Pubblico di destinazione

Agenti direttivi dei Lloyd's: underwriters, attuariali e funzioni sinistri

Fonti di dati chiave

Frequenza

Accesso

Contatto


Varuna II AGP-5 - Storia

Dal Dizionario delle navi da combattimento navali americane, vol. VII (1981), pp. 569-731.

LST-1 è stato impostato il 20 luglio 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp. lanciato il 7 settembre 1942 sponsorizzato dalla signora Laurence T. Haugen e commissionato il 14 dicembre 1942, al comando del tenente W. L. Chessman.

Durante la prima guerra mondiale, LST-1 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione siciliana-luglio 1943
  • Sbarco a Salerno-settembre 1943
  • Fase delle operazioni di Anzio-Nettuno sulla costa occidentale dell'Italia-da gennaio a marzo 1944
  • Invasione della Normandia-giugno 1944

LST-1 è stato dismesso il 21 maggio 1946 ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 19 giugno 1946. Il 5 dicembre 1947, è stata venduta alla Ships Power and Equipment Co., di Barber, N.J., per la demolizione.

LST-1 ha guadagnato quattro stelle di battaglia per il servizio della Seconda Guerra Mondiale.

LST-2 è stato impostato il 23 giugno 1942 a Pittsburgh Pa., dalla Dravo Corp., lanciato il 19 settembre 1942 sponsorizzato da Miss Nancy Jane Hughes e commissionato il 9 febbraio 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-2 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione nordafricana-inizio 1943
  • Occupazione siciliana-luglio 1943
  • Sbarco a Salerno-settembre 1943
  • Invasione della Normandia-giugno 1944

LST-2 è stato dismesso l'11 aprile 1946 ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 5 giugno 1946. Il 5 dicembre 1947, è stata venduta a Bosey, Filippine.

LST-2 ha guadagnato quattro stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-3 è stato impostato il 29 giugno 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 19 settembre 1942, sponsorizzato dalla signora A.C. Harlow e commissionato l'8 febbraio 1943

Durante la seconda guerra mondiale, LST-S fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione siciliana-luglio-agosto 1943
  • Invasione del sud della Francia da agosto a settembre 1944

LST-3 è stato dismesso qualche tempo dopo la fine della seconda guerra mondiale ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 19 giugno 1946. Il 10 settembre 1947, è stata venduta alla Boston Metals Co., di Baltimora, Md., per la demolizione.

LST-3 ha guadagnato due stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-4 è stato impostato il 4 luglio 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 9 ottobre 1942 sponsorizzato dalla signora J. Bartolo e commissionato su
14 febbraio 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-4 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione siciliana-luglio 1943
  • Sbarco a Salerno-settembre 1943
  • Operazioni Costa Ovest d'Italia - Sbarchi avanzati Anzio-Nettuno gennaio e febbraio 1944
  • Invasione della Francia meridionale-agosto e settembre 1944

LST-4 è stato dismesso qualche tempo dopo la fine della seconda guerra mondiale ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 19 giugno 1946. Il 10 settembre 1947, è stata venduta alla Boston Metals Co., di Baltimora, Md., per la demolizione.

LST-4 ha guadagnato quattro stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-5 è stato impostato il 12 luglio 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 3 ottobre 1942 sponsorizzato dalla signora Wanetta Rose Barker e commissionato il 22 febbraio 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-5 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione siciliana-luglio 1943
  • Sbarco a Salerno-settembre 1943
  • Invasione della Normandia-giugno 1944

LST-5 fu dismesso poco dopo la fine della seconda guerra mondiale e fu cancellato dalla lista della Marina il 1 agosto 1947. Il 7 ottobre 1947 fu venduto alla Tung Hwa Trading Co., di Singapore, per essere demolito.

LST-5 ha guadagnato tre stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-6 è stato impostato il 20 luglio 1942 a Wilmington, Del., dalla Dravo Corp., lanciato il 21 ottobre 1942 sponsorizzato dalla signora H. E. Haven e commissionato il 30 gennaio 1943

Durante la seconda guerra mondiale, LST-6 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione siciliana-luglio 1943
  • Sbarco a Salerno-settembre 1943
  • Invasione della Normandia-giugno 1944

Il 17 novembre 1944, fu estratta e affondata in sei braccia d'acqua durante il viaggio da Rouen, in Francia, a Portland, in Inghilterra. Fu radiata dall'elenco della Marina il 22 dicembre 1944.

LST-6 ha guadagnato tre stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-7 è stato impostato il 17 luglio 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp. lanciato il 31 ottobre 1942 sponsorizzato dalla signora Anna Marvin e commissionato il 2 marzo 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-7 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione siciliana-luglio 1943
  • Sbarco a Salerno-settembre 1943
  • Invasione della Normandia-giugno 1944

LST-7 è stato dismesso il 21 maggio 1946 ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 19 giugno 1946. Il 7 ottobre 1947, è stata venduta a Mr. L. Lewis Green, Jr. di Charleston, SC, per la demolizione.

LST-7 ha guadagnato tre stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-8 è stato impostato il 26 luglio 1942 a Pittsburgh Pa., dalla Dravo Corp. lanciato il 29 ottobre 1942 sponsorizzato dalla signora Anne H. Johnston, e trasferito nel Regno Unito il 22 marzo 1943.

LST-8 è stato restituito dal Regno Unito il 1 giugno 1946 ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 3 luglio 1946. Il 5 dicembre 1947, è stata venduta a Bosey, Filippine.

LST-9 è stato impostato il 9 agosto 1942 a Pittsburgh Pa., dalla Dravo Corp. lanciato il 14 novembre 1942 sponsorizzato da Miss Katherine Moxin, e trasferito nel Regno Unito il 19 marzo 1943. LST-9 è stato restituito agli Stati Uniti States Navy il 1 giugno 1946 e fu cancellata dalla lista della Marina il 3 luglio 1946. Il 5 settembre 1948 fu venduta a Bosey Filippine.

LST-10

LST-10 è stato rinominato ARL-1 e chiamato Achelous (vedi) il 13 gennaio 1943.

LST-11

LST-11 è stato stabilito l'8 agosto 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 18 novembre 1942, sponsorizzato da Miss Virginia Fowler, e trasferito nel Regno Unito il 22 marzo 1943

LST-11 è stato restituito alla Marina degli Stati Uniti il ​​13 maggio 1946 ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 5 giugno 1946. Il 5 dicembre 1947, è stata venduta a Bosey, Filippine.

LST-12

LST-12 è stato impostato il 16 agosto 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 7 dicembre 1942 sponsorizzato dalla signora Joseph Fay e trasferito nel Regno Unito il 25 marzo 1943.

LST-12 è stato restituito alla Marina degli Stati Uniti il ​​5 gennaio 1946 ed è stato cancellato dalla lista della Marina il 20 marzo 1946. L'11 settembre 1947, è stata venduta a Washburn Wire Co., Philipsdale, RI, per la demolizione.

LST-13

LST-13 è stato impostato il 1 settembre 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp. varata il 1 gennaio 1943, sponsorizzata dalla signora Jean A. Brackmann e trasferita nel Regno Unito il 3 aprile 1943.

LST-13 è stata restituita alla Marina degli Stati Uniti il ​​27 febbraio 1946 ed è stata cancellata dall'elenco della Marina il 5 giugno 1946. Il 14 ottobre 1947 è stata venduta a Luria Brothers and Co., Inc., di Philadelphia, Pennsylvania, per la demolizione.

LST-14

LST-14 è stato rinominato AGP-5 e chiamato Varuna (q.v.) il 25 gennaio 1943.

LST-15

LST-15 è stato rinominato ARB-3 e chiamato Phaon (q.v.) il 25 gennaio 1943.

LST-16

LST-16 è stato impostato il 1 settembre 1942 a Wilmington, Del., dalla Dravo Corp., lanciato il 19 dicembre 1942 sponsorizzato dalla signora Lois M. Alexander e commissionato il 17 marzo 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-16 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Occupazione nordafricana:
    (a) Operazioni tunisine luglio 1943
  • Occupazione siciliana-settembre 1943
  • Sbarco a Salerno-settembre 1943
  • Operazioni sulla costa occidentale d'Italia:
    (a) Sbarchi avanzati Anzio-Nettuno-gennaio e febbraio 1944
  • Invasione della Normandia-giugno 1944

Dopo la guerra, l'LST-16 svolse l'occupazione in Estremo Oriente nel settembre e novembre 1945. Fu dismessa l'8 marzo 1946 e cancellata dall'elenco della Marina il 12 aprile 1946. Il 5 dicembre 1947 fu venduta a Ships and Power Equipment Co., di Barber, NJ, per la demolizione.

LST-16 ha guadagnato cinque stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-17

LST-17 è stato stabilito il 21 settembre 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato l'8 gennaio 1943, sponsorizzato dalla signora Sarah H. Bankson e commissionato il 19 aprile 1943, tenente HB Gallagher, USCGR, al comando.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-17 fu assegnato al teatro europeo e partecipò alla seguente operazione:

Dopo la guerra, l'LST-17 svolse il servizio di occupazione in Estremo Oriente in modo intermittente da settembre a dicembre 1945. Fu dismessa il 15 gennaio 1946. Il 15 novembre 1954 fu trasferita al comandante 13th Naval District, per essere utilizzata come bersaglio mobile, e fu affondato il 15 agosto 1956 da un siluro.

LST-17 ha guadagnato una stella di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-18

LST-18 è stato impostato il 1 ottobre 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 15 febbraio 1943, sponsorizzato da Miss Ruth Watt, e commissionato il 26 aprile 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-18 prestò servizio nel teatro asiatico-pacifico e prese parte alle seguenti operazioni:

  • Fase di occupazione di Finschhafen dell'operazione della Nuova Guinea orientale-settembre 1943
  • Arcipelago di Bismarck operazione:
    (a) Sbarchi di Cape Gloucester in New Britain - dicembre 1943 e gennaio 1944
    (b) Sbarchi delle Isole dell'Ammiragliato-marzo e aprile 1944
  • Operazione Hollandia-aprile e maggio 1944
  • Operazioni della Nuova Guinea occidentale:
    (a) Zona Toem-Wakde-Sarmi-maggio 1944
    (b) Isola di Biak-giugno 1944
    (c) Isola di Noemfoor-luglio 1944
    (d) Capo Sansapor-luglio e agosto 1944
    (e) Sbarchi Morotai-settembre 1944
  • Sbarchi di Leyte-ottobre e novembre 1944
  • Sbarchi di Lingayen a Luzon-gennaio 1945
  • Consolidamento delle Filippine meridionali
    (a) Sbarco sull'isola di Palawan-marzo 1945
    (b) Sbarchi delle isole Visayan-marzo e aprile 1945

Dopo la guerra, l'LST-18 svolse l'occupazione in Estremo Oriente fino all'inizio di novembre 1945. Tornò negli Stati Uniti e fu dismessa il 3 aprile 1946. Fu cancellata dall'elenco della Marina il 17 aprile 1946 e fu venduta alla Suwannee Fruit & Steamship Co., di Jacksonville, in Florida, il 31 ottobre 1946 per la conversione al servizio mercantile

LST-18 ha guadagnato sette stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-19

LST-I9 è stato impostato il 22 ottobre 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato l'11 marzo 1943, sponsorizzato dalla signora Frances P. Gott, commissionato il 15 maggio 1943 e rinominato LSTH il 15 settembre 1945.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-19 fu assegnato al teatro Asiatico-Pacifico e partecipò alle seguenti operazioni:

  • Operazione Isole Gilbert-novembre e dicembre 1943
  • Operazione Marianne:
    (a) Cattura e occupazione di Saipan-giugno e luglio 1944
  • Cattura e occupazione di Tinian-luglio 1944
  • Operazioni nelle Isole Caroline Occidentali:
    (a) Cattura e occupazione delle Isole Palau meridionali-settembre e ottobre 1944

Dopo la guerra, l'LST-I9 svolse l'occupazione in Estremo Oriente nell'ottobre e nel dicembre 1945. Fu dismessa il 20 marzo 1946 e cancellata dall'elenco della Marina il 1 maggio 1946. Il 5 dicembre 1947 fu venduta a Ships and Power Equipment Co., di Barber, NJ, per la demolizione.

LST-19 ha guadagnato quattro stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-20

LST-20 è stato impostato il 5 ottobre 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp. lanciato il 15 febbraio 1943 sponsorizzato da Miss Anne B. Sylvester e commissionato il 14 maggio 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-20 prestò servizio nel teatro asiatico-pacifico e prese parte alle seguenti operazioni:

  • Operazione Isole Gilbert-novembre e dicembre 1943
  • Sbarchi di Leyte-ottobre 1944
  • Sbarchi di Lingayen a Luzon-gennaio 1945
  • Operazione Okinawa Gunto:
    (a) Assalto e occupazione di Okinawa Gunto-aprile 1945

Dopo la guerra, l'LST-20 svolse il servizio di occupazione in Estremo Oriente fino all'inizio di novembre 1945. Tornò negli Stati Uniti e fu dismessa il 3 aprile 1946. Fu cancellata dall'elenco della Marina il 19 giugno 1946 e fu trasferita alla Maritime Amministrazione dell'8 ottobre 1947 per lo smaltimento mediante rottamazione.

LST-20 ha guadagnato quattro stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-21

LST-21 è stato impostato il 25 settembre 1942 a Wilmington, Del., dalla Dravo Corp. lanciato il 18 febbraio 1943, sponsorizzato dalla signora Lillian M. Lloyd e commissionato il 14 aprile 1943.

La nave da sbarco dei carri armati fu assegnata al teatro europeo e partecipò all'invasione della Normandia nel giugno 1944.

Al suo ritorno negli Stati Uniti, la nave fu dismessa il 25 gennaio 1946 e cancellata dalla lista della Marina il 19 giugno 1946. Fu venduta a Louis Feldman, di Flushing, N.Y., il 12 marzo 1948 e successivamente demolita.

LST-21 ha guadagnato una stella di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-22

LST-22 è stato impostato il 5 novembre 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 29 marzo 1943 sponsorizzato dalla signora WA Barnes e commissionato il 29 maggio 1943, tenente LN Ditlefsen, USCG, al comando .

Durante la seconda guerra mondiale, LST-22 prestò servizio nel teatro asiatico-pacifico e prese parte alle seguenti operazioni:

  • Operazione della Nuova Guinea orientale:
    (a) Occupazione di Saidor-gennaio e febbraio 1944
  • Arcipelago di Bismarck operazione:
    (a) Cape Gloucester, New Britain-dicembre 1943, gennaio e febbraio 1944
    (b) Sbarchi delle Isole dell'Ammiragliato-marzo e aprile 1944
  • Operazione Hollandia-aprile e maggio 1944
  • Operazioni della Nuova Guinea occidentale:
    (a) operazione nell'area Toem-Wakde-Sarmi-maggio 1944
    (b) operazione Biak Island-maggio e giugno 1944
    (c) operazione Noemfoor Island-luglio 1944
    (d) Operazione Cape Sansapor-luglio e agosto 1944
    (e) Sbarchi Morotai-settembre 1944
  • Sbarchi di Leyte-ottobre e novembre 1944
  • Sbarchi di Lingayen a Luzon-gennaio 1945

LST-22 tornò negli Stati Uniti e fu dismesso il 1 aprile 1946. Fu cancellata dalla lista della Marina il 17 aprile 1946 e fu venduta a MingSung Industrial Co., Ltd., di Shanghai, Cina, il 3 febbraio 1947 per essere convertito per servizio commerciale.

LST-22 ha guadagnato sei stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

LST-23

LST-23 è stato impostato il 27 ottobre 1942 a Pittsburgh, Pennsylvania, dalla Dravo Corp., lanciato il 13 marzo 1942 sponsorizzato dalla signora Mary H. Miller e commissionato il 22 maggio 1943.

Durante la seconda guerra mondiale, LST-23 prestò servizio nel teatro asiatico-pacifico e prese parte alle seguenti operazioni:

  • Operazione Isole Gilbert-novembre e dicembre 1943
  • Operazione Isole Marshall:
    (a) Occupazione degli atolli di Kwajalein e Majuro-febbraio 1944
  • Marianas operation:
    (b) Capture and occupation of Saipan-June and July 1944
  • Tinian capture and occupation-July 1944
  • Western Caroline Islands operation:
    (a) Capture and occupation of southern Palau Islands-September and October 1944
  • Lingayen landings on Luzon-January 1945

On 15 September 1945, she was redesignated LSTH. Immediately after the war, LSTH-23 performed occupation duty in the Far East until early December 1945. She returned to the United States and was decommissioned on 24 May 1946. She was struck from the Navy list on 3 July 1946 and was sold to the Kaiser Co., Inc. Seattle, Wash., on 6 April 1948 for scrapping.

LSTH-23 earned six battle stars for World War II service as LST-23.

LST-24

LST-24 was laid down on 19 November 1942 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 17 April 1943, sponsored by Mrs. Marguerite E. Davis and commissioned on 14 June 1943

During World War II, LST-24 was assigned to the Asiatic-Pacific theater and participated in the following operations:

  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Guam- August 1944
  • Western New Guinea operation:
    (a) Morotai landings-September 1944
  • Leyte landings-October and November 1944
  • Okinawa Gunto operation:
    (a) Assault and occupation of Okinawa Gunto - March and June 1945

LST-24 was decommissioned on 26 February 1946 and was struck from the Navy list on 5 June 1946 On 23 December 1947, she was sold to the Humble Oil & Refining Co., of Houston, Tex., and was converted for merchant service.

LST-24 earned five battle stars for World War II service.

LST-25

LST-25 was laid down on 12 October 1942 at Wilmington, Del., by the Dravo Corp, launched on 9 March 1943 sponsored by Miss Doily Hemphill, and commissioned on 3 May 1943, Lt. J. B. Holmes, USCG in command.

During World War II, LST-25 served in the European and Asiatic-Pacific theaters and participated in the following operations:

  • Invasion of Normandy-June 1944
  • Okinawa Gunto operation:
    (a) Assault and occupation of Okinawa Gunto -May 1945
  • Navy Occupation Service, Asia-September and October 1945 and March 1946
  • China Service-October 1945 and March 1946

LST-25 was decommissioned on 2 August 1946 and was struck from the Navy list on 8 October 1946. On 31 March 1948, she was sold to the Kaiser Co., Inc. Seattle, Wash., for scrapping.

LST-25 earned two battle stars for World War II service.

LST-26

LST-26 was laid down on 16 November 1942 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp. launched on 31 March 1943 sponsored by Mrs. Mathilda B. Coulter and commissioned on 7 June 1943.

During World War II, LST-26 served in the Asiatic-Pacific theater and took part in the following operations:

  • Bismarck Archipelago operation:
    (a) Cape Gloucester, New Britain-December 1943 and January 1944
  • Hollandia operation-April and May 1944
  • Western New Guinea operations:
    (a) Toem-Wakde-Sarmi area operation-May 1944
    (b) Biak Island operation-May and June 1944
    (c) Noemfoor Island operation-July 1944
    (d) Cape Sansapor operation-July and August 1944
    (e) Morotai landings-September 1944
  • Leyte landings-October and November 1944
  • Consolidation of the southern Philippines:
    (a) Mindanao Island landings-March 1945

She saw service in China from 3 to 10 October 1945.

Following the war, LST-26 performed occupation duty in the Far East until early November 1945. She returned to the United States and was decommissioned on 1 April 1946. She was struck from the Navy list on 8 May 1946 and was sold to Arctic Circle Exploration, Seattle, Wash., on 17 June 1946 to be converted for merchant service.

LST-26 earned five battle stars for World War II service.

LST-27

LST-27 was laid down on 10 December 1942 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 27 April 1943 sponsored by Mrs. R. R. Creed and commissioned on 25 June 1943.

During World War II, LST-27 was assigned to the European theater and participated in the following operations:

LST-27 was decommissioned on 9 November 1945 and was struck from the Navy list on 28 November 1945. On 15 December 1947, she was sold to the Rhode Island Navigation Co., of Newport, R.I., for scrapping.

LST-27 earned two battle stars for World War II service.

LST-28

LST-28 was laid down on 8 December 1942 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp. launched on 19 April 1943, sponsored by Mrs. Michael Torick and commissioned on 19 June 1943.

During World War II, LST-28 was assigned to the European theater and participated in the following operations:

LST-28 was decommissioned on 16 August 1946 and was struck from the Navy list on 29 October 1946. On 19 May 1948, she was sold to George H. Nutman, of Brooklyn, N.Y., for scrapping.

LST-28 earned two battle stars for World War II service.

LST-29

LST-29 was laid down on 8 January 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 17 May 1943, sponsored by Mrs. C. F. Lockton and commissioned on 10 July 1943.

During World War II, LST-29 was assigned to the Asiatic-Pacific theater and participated in the following operations:

  • Gilbert Islands operation-November and December 1943
  • Marshall Islands operation:
    (a) Occupation of Kwajalein and Majuro Atolls-January and February 1944
    (b) Occupation of Eniwetok Atoll-February and March 1944
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Guam-July and August 1944
  • Okinawa Gunto operation:
    (a) Assault and occupation of Okinawa Gunto -May 1945

LST-29 was decommissioned on 11 March 1946 and was struck from the Navy list on 8 May 1946. On 17 June 1946, she was sold to the Foss Launch & Tug Co., of Seattle, Wash.

LST-29 earned four battle stars for World War II service.

LST-30

LST-30 was laid down on 12 January 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 3 May 1943, sponsored by Mrs. C. B. Jansen and commissioned on 3 July 1943.

During World War II, LST-30 was assigned to the European theater and participated in the following operation:

LST-30 was decommissioned on 6 March 1946 and was struck from the Navy list on 8 May 1946. On 2 April 1947, she was sold to W. Horace Williams Co., of New Orleans, La., and was converted for merchant service.

LST-30 earned one battle star for World War II service.

LST-31

LST-31 was laid down on 2 February 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 5 June 1943 sponsored by Mrs. Maurice Endres and commissioned on 21 July 1943.

During World War II, LST-31 served in the Asiatic-Pacific theater and took part in the following operations:

  • Gilbert Islands operation-November and December 1943
  • Marshall Islands operation:
    (a) Occupation of Kwajulein and Majuro Atolls-January and February 1944
    (b) Occupation of Eniwetok Atoll-February and March 1944
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Saipan-June through August 1944
  • Tinian capture and occupation-July and August 1944
  • Okinawa Gunto operation:
    (a) Assault and occupation of Okinawa Gunto -May 1945

Immediately following the war, LST-31 performed occupation duty in the Far East until early January 1946. She returned to the United States and was decommissioned on 8 January 1946. On 1 July 1955 LST-31 was named Addison County after a county in Vermont. Her name was struck from the Navy list on 11 August 1955, and she was sunk as a target.

Addison County earned five battle stars for World War II service as LST-31.

LST-32

LST-32 was laid down on 17 February 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 22 May 1943, sponsored by Miss Dorothy M. Manko, and commissioned on 12 July 1943, Lt. Gardner P. Mulloy in command.

During World War II, LST-32 was assigned to the European theater and participated in the following operations:

LST-32 was decommissioned in July 1946. She was recommissioned on 7 March 1951. On 1 July 1955, LST-32 was assigned the name Alameda County after a county in California. She was reclassified Alameda County (AVB-1) on 28 August 1957, was decommissioned on 25 June 1962, and was struck from the Navy list that same month. On 20 November 1962, she was transferred to the Italian Navy

Alameda County earned two battle stars for World War II service as LST-32.

LST-33

LST-33 was laid down on 23 February 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp. Launched on 21 June 1943, sponsored by Mrs. Paul J. Walsh, commissioned on 4 August 1943, and transferred to the Greek Navy on 18 August 1943, with which she served through the remainder of World War II. She was sold to the government of Greece in January 1947 and served there as Samos (L-179). She was struck from the Navy list on 23 June 1947.

LST-34

LST-34 was laid down on 15 March 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., launched on 15 June 1943, sponsored by Mrs. Verne C. Cobb, and commissioned on 26 July 1943.

During World War II, LST-34 served in the Asiatic-Pacific theater and took part in the following operations:

  • Gilbert Islands operation-November and December 1943
  • Marshall Islands operation:
    (a) Occupation of Kwajalein and Majuro Atolls-January and February 1944
    (b) Occupation of Eniwetok Atoll-February and March 1944
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Saipan-June 1944
  • Leyte landings-October and November 1944
  • Lingayen landings on Luzon-January 1945
  • Okinawa Gunto operation
    (a) Assault and occupation of Okinawa Gunto - May 1945

Following the war, LST-34 performed occupation duty in the Far East from March to November 1946. She returned to the United States and was decommissioned on 15 November 1946 and transferred to Military Government, Ryukyus. Her name was struck from the Navy list on 23 December 1947. She ran aground in the Far East in January 1949, and her hulk was abandoned.

LST-34 earned six battle stars for World War II service.

LST-35

LST-35 was laid down on 20 March 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 30 June 1943, sponsored by Mrs. Samuel G. Cooper and transferred to the government of Greece on 18 August 1943 with which she served through the remainder of World War II. She was sold to the government of Greece in January 1947 and served there as Chios (L 195). Her name was struck from the Navy list on 23 June 1947.

LST-36

LST-36 was laid down on 21 April 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 10 July 1943, sponsored by Mrs. Franklin Keen, and transferred to the government of Greece on 23 August 1943 with which she served through the remainder of World War II. She was sold to the government of Greece in January 1947 and served there as Lemnos (L-158). Her name was struck from the Navy list on 23 June 1947.

LST-37

LST-S7 was laid down on 1 April 1943 at Pittsburgh Pa., by the Dravo Corp. launched on 5 July 1943, sponsored by Mrs. Jack Domb, and transferred to the government of Greece on 18 August 1943. She ran aground off Bizerte, Tunisia, on 1 June 1944, and sank. Her name was struck from the Navy list on 12 August 1948.

LST-38

LST-38 was laid down on 14 April 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 27 July 1943 sponsored by Miss Bertha Karpinski and commissioned on 3 September 1943.

During World War II, LST-38 was assigned to the Asiatic-Pacific theater and participated in the following operations:

  • Marshall Islands operation
    (a) Occupation of Kwajalein and Majuro Atolls-January and February 1944
  • Bismarck Archipelago operation:
    (a) Admiralty Islands landings-March and April 1944
  • Hollandia operation-April 1944
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Guam-July 1944

Following the war, LST-38 was redesignated LSTH-38 on 15 September 1945. She performed occupation duty in the Far East until mid-November 1945.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 26 March 1946 and struck from the Navy list on 1 May 1946. On 5 December 1947, she was sold to the Ships and Power Equipment Co., of Barber, N.J., and subsequently scrapped.

LSTH-38 earned four battle stars for World War II service as LST-38.

LST-39

LST-39 was laid down on 23 April 1943 by the Dravo Corp. at Pittsburgh, Pa., Iaunched on 29 July 1943 sponsored by Mrs. L. A. Mertz, and commissioned on 8 September 1943. She was assigned to the Pacific area during World War II but saw no combat action. She sank in the summer of 1944, and she was struck from the Navy list on 18 July 1944. She was later refloated, converted to a spare parts issue barge, and redesignated YF-1079. She served the Navy in that capacity until sometime between July 1945 and January 1946, by which time YF-1079 disappeared from the Navy list.

LST-40

LST-40 was laid down on 3 June 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., launched on 7 August 1943 sponsored by Miss Hilda Sambolt, and commissioned on 15 September 1943.

During World War II, LST-40 was assigned to the Asiatic-Pacific theater and participated in the following operations:

  • Consolidation of the Solomon Islands:
    (a) Consolidation of southern Solomons- June 1943
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Saipan-June and August 1944
  • Tinian capture and occupation-July 1944
  • Okinawa Gunto operation:
    (a) Assault and occupation of Okinawa Gunto -May 1945

Following the war, LST-40 performed occupation duty in the Far East until mid-February 1946. She returned to the United States and was decommissioned on 18 February 1946. In February 1947, she was transferred to the United States Military Government Korea, as a sale, and was struck from the Navy list on 5 March that same year.

LST-40 earned four battle stars for World War II service.

LST-41

LST-41 was laid down on 24 May 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp. launched on 17 August 1943, sponsored by Mrs. Mary Spisak and commissioned on 24 September 1943, Lt. W. B. Dundon, USNR, in command.

During World War II, LST-41 was assigned to the Asiatic-Pacific theater and participated in the following operations:

  • Marshall Islands operation:
    (a) Occupation of Kwajalein and Majuro Atolls-January and February 1944
  • Hollandia operation-April 1944
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Guam-July 1944
  • Western Caroline Islands operation:
    (a) Capture and occupation of southern Palau Islands-September and October 1944
  • Luzon operation:
    (a) Lingayen Gulf landing-January 1945

Following the war, LST-41 was redesignated LSTH-41 on 15 September 1945. She performed occupation duty in the Far East until late November 1945.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 25 April 1946 and struck from the Navy list on 19 June 1946. On 8 October 1947, she was sold to J. C. Berkwit & Co., of New York City, N.Y.

LSTH-41 earned five battle stars for World War II service as LST-41.

LST-42

LST-42 was laid down on 17 June 1943 at Pittsburgh Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 17 August 1943 sponsored by Mrs. F. M. Leslie, and commissioned on 30 September 1943, Lt. Roy L. Guy in command.

During World War II, LST-42 was assigned to the Asiatic-Pacific theater and participated in the following operations:

  • Marshall Islands operation:
    (a) Occupation of Kwajalein and Majuro Atolls-January and February 1944
    (b) Occupation of Eniwetok Atoll-February and March 1944
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Saipan-June and July 1944
  • Tinian capture and occupation July 1944
  • Western Caroline Islands operation:
    (a) Capture and occupation of southern Palau Islands-September and October 1944
  • Iwo Jima operation:
    (a) Assault and occupation of Iwo Jima- February and March 1945

Following the war, LST-42 was redesignated LSTH-42 on 15 September 1945. She performed occupation duty in the Far East and service in China until early April 1946.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 26 July 1946 and struck from the Navy list on 25 September 1946. On 26 March 1948 she was sold to the Kaiser Co., Inc., of Seattle, Wash., and subsequently scrapped.

LSTH-42 earned five battle stars for World War II service as LST-42.

LST-43

LST-43 was laid down on 19 June 1943 at Philadelphla, Pa., by the Dravo Corp. launched on 28 August 1943 sponsored by Mrs. C. A. Hill and commissioned on 6 October 1943. She was assigned to the Asiatic-Pacific theater during World War II and participated In the occupation of Kwajalein and Majuro Atolls from 31 January to 8 February 1944. On 21 May 1944, she was lost through an accident. Her name was struck from the Navy list on 18 July 1944. She was raised but deemed beyond economical repair and was subsequently sunk by torpedoes in 1945.

LST-43 earned one battle star for World War II service.

LST-44

LST-44 was laid down on 7 July 1943 at Pittsburgh Pa., by the Dravo Corp. launched on 11 September 1943 sponsored by Mrs. F. E. Haeberle, and commissioned on 22 October 1943.

During World War II, LST-44 was assigned to the European theater and participated in the Normandy invasion from 6 to 25 June 1944. Following the war she performed occupation duty in the Far East anl sernce in China until mid-February 1946.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 20 February 1946. In 1947, she was transferred to the United States Army and was destroyed on 23 July 1947, cannibalized and scrapped. On 28 August 1947, her name was struck from the Navy list.

LST-44 earned one battle star for World War II service.

LST-45

LST-45 was laid down on 27 June 1943 at Pittsburgh Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 31 August 1943 sponsored by Miss Lois C. Donnelly and commissioned on 15 October 1943.

During World War II, LST-45 was assigned to the Asiatic-Pacific theater and took part in the following operations:

  • Marshall Islands operation:
    (a) Occupation of Kwajelein and Majuro Atolls-January and February 1944
  • Marianas operation:
    (a) Capture and occupation of Saipan-June through August 1944
    (b) Tinian capture and occupation-July and August 1944
  • Okinawa assault-March through June 1945

Following the war, LST-45 performed occupation duty in the Far East and saw service in China until late October 1945. Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 30 November 1948 and struck from the Navy list on 22 December that same year. On 25 February 1949, she was sold to the Foss Launch & Tug Co., of Seattle, Wash.

LST-45 earned four battle stars for World War II service.

LST-46

LST-46 was laid down on 20 July 1943 at Pittsburgh Pa., by the Dravo Corp. launched on 16 September 1943, sponsored by Mrs. J. J. Edson, Jr. and commissioned on 3 November 1943.

During World War II, she was assigned to the European theater and participated in the Normandy invasion from 6 to 25 June 1944 and the invasion of southern France in August and September 1944. She was later transferred to the Asiatic-Pacific theater where she took part in the Okinawa assault in June 1945. Following the war, LST-46 performed occupation duty in the Far East and service in China until midMay 1946.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 6 June 1946 and struck from the Navy list on 19 June 1946. On 13 February 1948, she was sold to Bosey, Philippines, and resold to T. Y. Fong on the same date.

LST-46 earned three battle stars for World War II service.

LST-47

LST-47 was laid down on 30 July 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp. launched on 24 September 1943 sponsored by by Mrs. Clarence H. Vant, and commissioned on 8 November 1943.

The tank landing ship was initially assigned to the European theater and participated in the Normandy invasion in June 1944 and the invasion of southern France in August and September 1944. She was later transferred to the Asiatic-Pacific theater of operations where she took part in the Okinawa assault between 26 and 30 June 1945. Following the war, LST-47 performed occupation duty in the Far East in the fall and winter of 1945 and early January 1946.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 11 January 1946 and transferred to the United States Army the same day. She was assigned to the Military Sea Transportation Service on 31 March 1952 and redesignated USNS LST-47. USNS LST-47 was transferred to the Philippine Navy on 13 September 1976.

LST-47 earned three battle stars for World War II service.

LST-48

LST-48 was laid down on 8 August 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp. launched on 2 October 1942 sponsored by Mrs. A. E. Stacey and commissioned on 16 November 1943.

The tank landing ship was initially assigned to the European theater and participated in the Normandy invasion between 6 and 25 June 1944 and the invasion of southern France between 15 August and 25 September 1944. She was later transferred to the Asiatic-Pacific theater of operations where she took part in the Okinawa assault between 30 May and 10 June 1945. Following the war, LST-48 performed occupation duty in the Far East during the winter of 1945 and 1946.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 8 February 1946 and was struck from the Navy list on 5 December 1947. On 27 May 1948 she was sold to the Bethlehem Steel Co., of Bethiehem, Pa., and subsequently scrapped.

LST-48 earned three battle stars for World War II service.

LST-49

LST-49 was laid down on 17 August 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp. launched on 9 October 1943, sponsored by Mrs. Kathryn Saban and commissioned on 20 November 1943.

The tank landing ship was initially assigned to the European theater and participated in the Normandy invasion between 6 and 25 June 1944 and the invasion of southern France between 15 August and 25 September 1944. She was later transferred to the Asiatic-Pacific theater of operations where she took part in the Okinawa assault between 8 and 30 June 1945. Following the war, LST-49 performed occupation duty in the Far East and service in China until mid-March 1946.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 11 June 1946 and struck from the Navy list on 3 July 1946. She was sold to Bosey Philippines, on 4 December 1947.

LST-49 earned three battle stars for World War II service.

LST-50

LST-50 was laid down on 29 August 1943 at Pittsburgh, Pa., by the Dravo Corp., Iaunched on 16 October 1943, sponsored by Mrs. Tito Tarquinio and commissioned on 27 November 1943.

The tank landing ship was initially assigned to the European theater and participated in the Normandy invasion between 6 and 25 June 1944 and the invasion of southern France between 15 August and 25 September 1944. She was later transferred to the Asiatic-Pacific theater of operations where she took part in the Okinawa assault between 18 and 30 June 1945. Following the war, LST-50 performed occupation duty in the Far East until early February 1946.

Upon her return to the United States, the ship was decommissioned on 6 February 1946 and was struck from the Navy list on 8 September 1952. On 14 November 1952, she was redesignated ARB-13 and transferred to Norway as Ellida (A-534). She was returned to the United States on 1 July 1960 but was retransferred to Greece on 16 September 1960, and served with the Greek Navy as Sakipia (A-329).


Personality Test

The word personality originates from the Latin word persona, referring to masks worn by theater performers to hide their identity or portray different roles.

Your persona, or personality, is unique to tu. It&rsquos a combination of the behaviors, emotions, thought patterns, and motivations that define us.

Research from the past few decades has pointed to the role of environment &ndash including how we were raised &ndash and our genetics in forming and shaping our personalities.

So, what is your personality?

Among your group of friends, are you considered the shy one who waits for others to make decisions?

Or, are you seen as the dominant one who is ready to take the lead?

Our personality test can help you find out your personality type. Answering these simple questions will give you a description of who you are and tell you how others see you.

This online screening is not a diagnostic tool. Only a trained medical professional, like a doctor or mental health professional, can help you determine the next best steps for you.

Disclaimer: This quiz is for entertainment purposes only. In no way is this an empirically validated test. The concepts presented are not rooted in any known research.


Varuna II AGP-5 - History

You are using an obsoleto browser. Please upgrade your browser.

The mission of the San Diego Yacht Club is to encourageand foster interest in all aspects of yachting

Tucked away in beautiful Point Loma, the San Diego Yacht Club is consistently ranked among the top 5 yacht clubs in the Nation and is recognized by the Club Leadership Forum as one of the finest facilities of its kind in the world.

Throughout its existence, the San Diego Yacht Club has evolved from a small gathering of boating enthusiasts joining together in 1886 to a world-renowned yachting community recognized for its success in bay sailing, ocean racing, predicted log racing, cruising, angling, and its support of youth programs at all levels. Competitions have ranged from Major National and World Championships to the Lipton Cup, from Junior Regattas to the Olympics, and from Classic yachts to the America&rsquos Cup. Training and racing programs are available for adults as well as juniors.


Guarda il video: ВСЕ КАТ-СЦЕНЫ ИЗ Ice Scream 5! ВСЯ ИСТОРИЯ РОДА ИЗ IS5! КАТ-СЦЕНЫ ИЗ ИСТОРИИ РОДА САЛЛИВАНА! (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Haley

    Di solito ci vuole mezzo anno

  2. Oram

    Bravo, è semplicemente un'idea eccellente

  3. Gojar

    C'è qualcosa in questo. Grazie per il tuo aiuto con questo problema. Tutto geniale è semplice.

  4. Polymestor

    Questo è davvero sorprendente.

  5. Thaddius

    Il blog è semplicemente meraviglioso, lo consiglierò a tutti quelli che conosco!

  6. Gahiji

    È inteso in due modi del genere



Scrivi un messaggio