Cronologia

Teatri di Tudor in Inghilterra

Teatri di Tudor in Inghilterra


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La crescita dei teatri nell'Inghilterra Tudor, e specialmente durante il regno di Elisabetta, è molto legata a questa era. Insieme a sport e passatempi, i teatri hanno fornito ai lavoratori una qualche forma di pausa dal lavoro. Gli spettacoli teatrali, come li riconosceremmo, iniziarono per la prima volta nel Medioevo quando i sacerdoti usavano i loro servizi per mettere in scena un'opera teatrale per mostrare una storia della Bibbia. La maggior parte delle persone non poteva leggere o scrivere allora, quindi l'unica conoscenza che potevano ottenere dalla Bibbia proveniva da questi spettacoli come prima della Riforma, tutti i servizi della chiesa erano in latino che pochi potevano capire.

Ciò si è poi sviluppato in piccoli gruppi di attori in tournée in tutto il paese mettendo in scena spettacoli di "insegnamento" che avevano tutti una morale come base. Spettacoli chiamati "Gelosia", "Avidità" e "Fede" erano comuni. Anche i drammi su Robin Hood erano popolari.

Tuttavia, il governo non era contento della popolarità delle opere teatrali su Robin Hood in quanto non approvavano il messaggio diffuso. Nel 1572, durante il regno di Elisabetta, furono vietati gli attori che passeggiavano. Un'altra paura per gli attori che passeggiavano era che potevano diffondere la peste in tutto il paese. Elisabetta diede il permesso a quattro nobili di fondare le proprie compagnie teatrali e assumere attori.

“Sono venuto in un posto mentre andavo a Londra…. Pensavo che avrei dovuto trovare compagnia nella chiesa ma la porta della chiesa era chiusa a chiave. Una parrocchia venne da me e disse: "Signore, questa è una giornata intensa, è il giorno di Robin Hood". Robin Hood, un traditore e un ladro ... è una questione piangente quando le persone preferiscono Robin Hood alla parola di Dio. "

Il vescovo Latimer nel 1549.

Altri predicarono anche gli aspetti negativi delle opere teatrali:

“L'esplosione della tromba chiamerà un migliaio di persone a vedere un gioco sporco. Il suono di un'ora di una campana porterebbe solo un centinaio di persone a un sermone. " La predicazione di John Stockwood nel 1578

Al tempo dei Tudor, le persone volevano vedere spettacoli per motivi di intrattenimento piuttosto che ricevere un messaggio sul comportamento corretto. Queste rappresentazioni furono originariamente eseguite nei cortili di grandi locande e il primo vero teatro, come avremmo riconosciuto da noi, fu costruito ai tempi di Elisabetta nel 1577 dal Conte di Leicester. Questo teatro è stato un grande successo e molti altri sono stati rapidamente costruiti. Nel 1595, 15.000 persone a settimana assistevano a spettacoli teatrali a Londra. La stesura di opere teatrali è diventata una faccenda seria e molti giovani uomini desideravano fare l'attore.

I nuovi teatri dell'epoca di Elisabetta furono costruiti attorno al progetto di un giardino degli orsi che consentiva a tutti di vedere cosa stava succedendo. I posti più costosi - solo per i ricchi - erano effettivamente sul palco stesso. I posti più costosi del nido erano nelle gallerie coperte che correvano intorno al teatro. Ciò ha permesso alle persone di assistere allo spettacolo, ma le ha tenute fuori dal tempo peggiore poiché la maggior parte dei teatri non aveva tetto. I posti più economici erano i cosiddetti fossa. La gente avrebbe pagato circa un centesimo per vedere la rappresentazione e rimasero in piedi per tutta la durata della rappresentazione. Il comportamento turbolento tra il pubblico era comune nelle 'fosse'.

Gli spettacoli teatrali sono stati messi in scena durante il giorno in quanto non c'era modo soddisfacente di illuminare un palco durante la notte. Dato che Londra era principalmente in legno, era vietato qualsiasi uso di fiamme per l'illuminazione. Inoltre, il palcoscenico non aveva scenari: l'interruzione della rappresentazione sarebbe stata intollerabile con lo scenario spostato dentro e fuori dal palco. Invece, uno degli attori che non recitano nella scena reciterebbe al pubblico l'aspetto della scena. Per coloro che potevano leggere, un avviso poteva anche essere portato attraverso il palcoscenico spiegando come doveva essere il palcoscenico. I teatri usavano anche per mettere le tende in alcune parti del palco per rappresentare qualcosa come una camera da letto, una grotta o una stanza interna. Allo stesso modo, un balcone incorporato nel palcoscenico potrebbe rappresentare un balcone o una cima di una montagna, i merli di un castello o addirittura il Paradiso.

Gli attori dell'epoca - alle donne era vietato recitare - di solito indossavano i loro abiti quotidiani per uno spettacolo teatrale in quanto i costumi erano costosi. I giovani ragazzi hanno interpretato il ruolo delle donne e avevano bisogno di costumi, ma è stato fatto tutto il possibile per contenere i costi. A volte bastava una semplice corona per informare il pubblico che qualcuno era un re.

I Tudors hanno goduto di spettacoli violenti, un po 'come i loro passatempi. Alla fine di un'opera teatrale, il palcoscenico era spesso disseminato di personaggi "morti" e armi da omicidio.

Il più grande e famoso drammaturgo del regno di Elisabetta fu William Shakespeare.

“Senza dubbio, il più grande drammaturgo che sia mai vissuto ... era William Shakespeare. Quasi 400 anni dopo la sua morte, le sue opere sono vitali come quando viveva. " Marion Geisinger

La prima opera teatrale di Shakespeare, "Enrico VI, fu eseguita nel 1592. Nei successivi 11 anni, scrisse" Amleto "," Romeo e Giulietta "," Re Lear "," Macbeth, Il "Mercante di Venezia" ecc. Riccardo III "era popolare in quanto mostrava Riccardo III come un uomo corrotto - ricevette anche l'approvazione dei Tudor - dopo tutto, fu Enrico VII a sconfiggere Riccardo III in battaglia!

William Shakespeare


Guarda il video: L'Inghilterra elisabettiana (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Chiron

    Stesso urbanizzazione

  2. Yo

    Chiedo scusa, questa variante non fa per me.

  3. Denton

    A rischio di sembrare un laico, ma mi chiederò comunque, da dove viene questo e chi l'ha scritto?

  4. Tiernan

    Che frase... grande, bella l'idea

  5. Agamedes

    Che bella frase

  6. Negal

    Ottimo articolo, grazie!



Scrivi un messaggio