Inoltre

Giacomo I e Royal Revenue

Giacomo I e Royal Revenue

James I è sempre stato visto come un re stravagante che non pensava di finanziare: se James voleva qualcosa, lo aveva indipendentemente dal costo. Quando James divenne re nel 1603, si descrisse come "come un povero vagabondo per circa quarant'anni in una terra selvaggia e sterile, e ora arrivò nella terra della promessa". Il tempo di James come re di Scozia era stato spartano in termini di il comfort della creatura rispetto allo stile di vita dei nobili inglesi. Quando James si trasferì a sud da Holyrood a Londra nel 1603, rimase molto colpito dal sontuoso intrattenimento offerto a suo vantaggio da varie famiglie nobili. James concluse che avrebbe potuto aspettarsi ancora meglio dopo essere stato incoronato re, poiché per diritto avrebbe potuto vivere uno stile di vita molto più grande delle famiglie nobili. James credeva che tutti i reali avrebbero dovuto avere uno stile di vita basato sulla magnificenza e la maestosità e che le risorse dello stato avrebbero dovuto fornire tutto ciò che era necessario in termini di costi.

James credeva anche che la sua famiglia avesse il diritto di vivere in una simile magnificenza. Le finanze reali sotto Elisabetta si erano effettivamente orientate intorno a una persona poiché la regina non si sposò mai. Tuttavia, con moglie e figli, la prima famiglia reale di Stuart in Inghilterra sarebbe costata molto più da sostenere di Elizabeth. Solo il principe Henry aveva messo da parte £ 25.000 per spese esclusivamente per lui. Dopo decenni di dominio femminile, James decise che il guardaroba reale doveva essere opportunamente cambiato per un uomo - da qui l'aumento delle spese per l'abbigliamento reale da £ 10.000 nel 1603 a £ 36.000 nel 1610.

James credeva nella magnificenza reale e questo includeva il trattamento dei suoi preferiti. I suoi primi favoriti erano il visconte Haddington, Lord Hay e il conte di Montgomery. James ha ritenuto perfettamente accettabile pagare i propri debiti utilizzando le proprie entrate prima di estinguere i propri debiti. Questo è ciò che accadde nel 1607 quando James pagò i debiti di tutti e tre gli uomini al costo di £ 44.000. Robert Carr era stato una pagina per James nella corte reale scozzese. Era venuto a Londra come membro della famiglia Hay. Tuttavia, aveva pochissimi soldi e James decise di cambiarlo. Il favorito del re doveva avere una posizione adeguata nella società e questo includeva la proprietà. James non riuscì a distribuire terre coronali poiché erano state implicate. Nel risolvere questo problema, è stato aiutato dal suo Primo Ministro Robert Cecil. Suggerì al re che il maniero e la terra di Sherbourne potevano essere consegnati a Carr poiché apparteneva al prigioniero Sir Walter Raleigh. Il tentativo dell'esploratore di mantenere Sherbourne Castle per sua moglie tramite trustee è risultato legalmente difettoso. James seguì il consiglio di Cecil e la tenuta fu ceduta a Carr con il conseguente aumento della sua posizione sociale.

La stravaganza di James era destinata a provocare rabbia quando si ritiene che la maggior parte della sua generosità abbia aiutato quelli scozzesi che avevano viaggiato a Londra con il nuovo re. Nel 1610, quasi 90.000 sterline erano state donate agli scozzesi in doni e altre £ 10.000 pagate in pensioni. In un anno medio, i seguaci scozzesi con sede nella corte reale hanno ricevuto £ 40.000 in totale, mentre i loro equivalenti inglesi hanno ricevuto £ 10.000. Si potrebbe sostenere che quegli inglesi avevano bisogno di un volantino reale molto meno delle loro controparti scozzesi a causa della loro ricchezza extra - ma causò antagonismo nella corte reale. Tuttavia, per mantenere un equilibrio, tutte le principali posizioni governative e amministrative - con il potere e le ricompense che queste detenevano - andarono agli inglesi e James lo ricordò al Parlamento nel 1610. Indipendentemente da ciò, e nonostante l'equità nella logica di James, c'erano molte la Camera dei Comuni che trovava difficile accettare l'argomento.

James ha ammesso di essere stato troppo stravagante nei primi tre anni del suo regno e ha promesso al Parlamento che i giorni della spesa pesante erano finiti quando li ha affrontati nel 1610 - l'anno del tentato Grande Contratto. Ha scusato il suo comportamento affermando che l'eccitazione pura di provenire da un contesto relativamente povero - rispetto alla famiglia reale inglese - in una di apparentemente enorme ricchezza era stata troppo per lui per controllarsi. James ha persino promesso a Cecil che avrebbe frenato le sue spese una volta che gli fosse apparso chiaro che la sua ricchezza non era così grande come aveva pensato. Cecil, da parte sua, sosteneva il diritto del re ad essere "generoso" poiché un re o una regina dovevano trasudare magnificenza e, come primo ministro, disse al parlamento che il popolo inglese si aspettava che il suo re fosse magnifico, altrimenti sarebbero esistiti in un "Clima miserabile". Mentre James ha promesso di ridurre le sue spese, ha anche ordinato a coloro che hanno lavorato per lui di massimizzare le sue entrate per consentirgli di essere "generoso".

James ha ammesso di essere stato troppo stravagante nei primi anni del suo regno e ha promesso al Parlamento che i giorni della spesa pesante erano finiti quando si è rivolto a loro nel 1610 - l'anno del Grande Contratto. James scusò il suo comportamento e spiegò che era per l'eccitazione nel passare dalla relativa povertà della corona scozzese alle attese ricchezze del trono inglese. Tuttavia, pur promettendo di ridurre le sue spese, ha detto alla corte reale che voleva massimizzare le entrate che aveva raccolto per consentirgli di essere "generoso". Cecil, sebbene molto preoccupato per la finanza reale, espresse anche la sua convinzione che un re sholud vivesse in magnificenza.

Post correlati

  • Giacomo I.

    Giacomo I successe all'ultimo monarca Tudor, Elisabetta I, nel 1603. Giacomo al tempo della morte di Elisabetta era re di Scozia. Era anche ...

  • Giacomo II

    Giacomo II succedette a suo fratello, Carlo II, nel 1685. Tuttavia, il tentativo di Giacomo di spostare il suo paese al cattolicesimo assoluto portò al 1688 ...


Guarda il video: Open Space, risposte live di Carlo Pagliai - 31 ottobre 2018 (Settembre 2021).