Cronologia

La prima battaglia di Newbury

La prima battaglia di Newbury

La prima battaglia di Newbury ebbe luogo il 20 settembreesimo 1643. La battaglia fu il diretto risultato dell'assedio di Gloucester da parte di Carlo I. Sebbene fosse a molte miglia di distanza, fu la marcia del conte di Essex a Gloucester e il suo successivo ritorno a Londra che lo portarono in conflitto con le forze realiste a Newbury.

La città di Gloucester aveva messo in piedi una difesa energica contro l'assedio iniziato da Charles. Il Parlamento, a Londra, si sentì obbligato ad aiutare i cittadini di Gloucester e ordinò al conte di Essex, Robert Devereux, di marciare su Gloucester con una colonna di soccorso - le cosiddette bande addestrate di Londra - cinque reggimenti di cinque piedi e uno di cavallo. In totale, l'Essex poteva contare su 15.000 uomini. Con una forza di queste dimensioni, i realisti lanciarono solo piccole incursioni guidate dal principe Rupert. Essex e i suoi uomini raggiunsero la periferia di Gloucester con la dovuta velocità. Charles si rese conto che i suoi avversari erano una forza formidabile e ritirò le sue truppe dalle vicinanze. Dopo aver rifornito Gloucester di provviste, in particolare di munizioni, Essex tornò a Londra.

Charles aveva ipotizzato che l'Essex sarebbe tornato a Londra come era arrivato, usando una rotta a nord di Oxford. In effetti, Essex aveva ipotizzato che Charles avrebbe pensato a questo e ha usato un percorso che lo portava attraverso Swindon e a sud di Oxford. Quando Charles si rese conto del suo errore, ordinò al suo esercito di marciare veloce per raggiungere l'Essex. Il 18 settembreesimo, Il principe Rupert e una guardia avanzata dei realisti si imbatterono in scout parlamentari a Newbury e in una scaramuccia li costrinsero a tornare a Hungerford. Due giorni dopo, l'esercito realista si diffuse in Newbury, impedendo qualsiasi ritorno parlamentare a Londra.

Le due parti opposte avevano punti di forza diversi. Charles aveva più cavalleria a sua disposizione mentre Essex aveva più fanteria. Ma l'Essex era a corto di cibo e provviste e doveva arrivare a Londra. Pertanto, il compito era di forzare il problema.

Tuttavia, la battaglia iniziò male per Charles. Per ragioni sconosciute, i realisti non riuscirono a prendere l'unico punto alto sul campo di battaglia - noto come Round Hill. Avrebbero potuto farlo prima dell'inizio della battaglia, ma non lo fecero. Essex prese rapidamente la collina. I realisti presero la collina dopo pesanti combattimenti che costarono loro molti cavalieri. Tuttavia, anche la forza parlamentare che aveva detenuto la collina subì gravi perdite.

Anche il principe Rupert, celebrato come uno dei più abili comandanti realisti, ebbe i suoi fallimenti. Il suo principale era l'impetuosità. Tutto quello che i realisti dovevano fare era lasciare che Essex e i suoi uomini venissero da loro e poi li ingaggiassero in combattimento dopo aver rotto la copertura. Tuttavia, questo non era abbastanza buono per Rupert che ordinò una carica di cavalleria alle truppe parlamentari di fronte a lui a Wash Common. Lui e i suoi uomini furono respinti due volte e soffrirono, ma alla fine il solo peso dei numeri costrinse a respingere la forza parlamentare.

I combattimenti continuarono probabilmente fino alle 22.00, il che era molto insolito, dato che pochi eserciti combatterono nel buio. I combattimenti diurni potevano essere abbastanza confusi poiché nessuna delle due parti aveva un'evidente uniforme; perciò i combattimenti notturni erano carichi di pericoli.

Il 21 settembrest, Essex scoprì che il re aveva ritirato la sua forza a Oxford. Mentre l'Essex non aveva fatto progressi a Londra, erano stati i realisti a subire le peggiori vittime. Inoltre, Charles era anche a corto di munizioni. Pertanto, il Parlamento ha annunciato la battaglia di Newbury come una vittoria. Il 28 settembreesimo, Essex e i suoi uomini entrarono a Londra.

Charles avrebbe potuto vincere a Newbury? Aveva più vantaggi dell'Essex, quindi una vittoria era una possibilità reale. La sua sconfitta è stata una grande spinta psicologica per il Parlamento.

Tuttavia, come era vero per troppe campagne reali, c'era una chiara mancanza di una solida leadership dall'alto. Troppo spesso i realisti sono stati ostacolati dal dissenso tra i suoi leader con uno che cercava di far avanzare la sua causa su un altro. Questa mancanza di unità di comando rappresentava una grande debolezza per i realisti - forse la principale debolezza. Un altro è stato l'incapacità di Rupert di prendere decisioni razionali. La sua convinzione in una leadership audace non includeva il permettere a un nemico di rompere la sua copertura e venire da te. A volte Rupert sembrava credere che un furioso attacco di cavalleria fosse l'unica tattica aperta a lui in battaglia.