Corso di storia

Seconda guerra civile inglese

Seconda guerra civile inglese


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La seconda guerra civile fu combattuta tra maggio e agosto 1648. Mentre la seconda guerra civile non assisteva a battaglie come Naseby, fu testimone di una serie di battaglie che portarono alla sconfitta di Carlo I e al suo processo e alla sua esecuzione.

L'8 novembreesimo 1647, Charles I fuggì da Hampton Court e iniziò a negoziare con gli scozzesi per ottenere il loro sostegno per la sua continua campagna contro il Parlamento. Per acquistare il sostegno degli scozzesi, Charles accettò che l'Inghilterra dovesse avere un periodo di tre anni di presbiterismo. Alla fine di dicembre del 1647, ogni speranza di un accordo tra Charles e il Parlamento era terminata e furono messi in atto piani per un'invasione scozzese dell'Inghilterra.

Mentre Charles aveva le sue ovvie lamentele con il Parlamento, il sostegno al Parlamento post-Naseby stava diminuendo in aree strategiche in Inghilterra e Galles. Questa insoddisfazione per il governo parlamentare si basava su due questioni. La prima è stata la preoccupazione avvertita da molti per la crescente influenza del New Model Army nel processo decisionale. La seconda era una preoccupazione più basilare: la mancanza di retribuzione.

Alcune aree chiave trasferirono la loro fedeltà a Charles una volta che divenne evidente che era riuscito a ottenere il supporto degli scozzesi. Il governatore del castello di Pembroke, il colonnello Poyer, si dichiarò per Charles nonostante sostenesse il Parlamento nella prima guerra civile. La sua preoccupazione principale era che non era stato pagato per un po 'di tempo e le cose arrivarono al culmine quando fu annunciato che doveva essere sostituito. Poyer era anche arrabbiato per la quantità di influenza che il New Model Army aveva acquisito. La sua rabbia per il Parlamento era condivisa da altri nel Galles del Sud. Rowland Laugharne, che era stato un grande sostenitore del Parlamento durante la prima guerra civile, si dichiarò per Charles mentre si profilava la seconda guerra civile.

Oliver Cromwell aveva due scelte. Poteva ignorare la crescita del dissenso nel Galles del Sud in quanto geograficamente era su un arto e l'area poteva essere isolata come richiesto. Tuttavia, se si vedesse che non stava facendo nulla, ciò potrebbe incoraggiare gli altri a esprimere il loro scontento per il modo in cui il Paese era gestito dal Parlamento. Pertanto, nel maggio 1648, Cromwell si mosse rapidamente per sconfiggere Laugharne e mettere sotto assedio il castello di Pembroke.

Tuttavia, nello stesso mese, nel Kent si verificò una rivolta contro il controllo del Parlamento. Questa rivolta destò maggiore preoccupazione per il Parlamento, poiché Kent era molto più vicino a Londra. C'era anche una storia di supporto realista nella contea. Quando il Natale fu abolito, ci furono gravi rivolte a Canterbury il 25 dicembreesimo 1647. Nel maggio 1648, i principali protagonisti di questi disordini furono processati. Tuttavia, tutte le accuse sono state respinte dalla giuria, con grande rabbia di Anthony Weldon, che rappresentava il Parlamento nel Kent. Coloro che sono stati rilasciati hanno quindi cercato di presentare una petizione per attaccare il comitato di contea del Parlamento nel Kent. Il tentativo di Weldon di fermarlo provocò molta rabbia. In risposta al forte approccio di Weldon, 10.000 persone si radunarono vicino a Rochester e nominarono il conte di Norwich per guidarle. Norwich era il padre di Lord Goring, un leader realista nella prima guerra.

Thomas Fairfax è stato inviato per trattare con i ribelli. Si incontrarono a Blackheath e il New Model Army si occupò facilmente di loro e mille ribelli si arresero mentre gli altri si dispersero. Tuttavia, alcune città del Kent dichiararono il re; Maidstone, la città della contea, era tra questi. La forza ribelle rimasta si disperse in tutta la contea con molti che si muovevano per rafforzare i forti costieri. 3.000 hanno tentato di prendere Londra, ma questo è stato un fallimento: le porte della città erano chiuse e non potevano entrare in città. Molti ribelli del Kent si sono semplicemente dispersi dopo questo e molti sono tornati nelle loro case nel Kent. Tuttavia, un piccolo numero si unì ai realisti dell'Essex. Rafforzati da questi uomini, i realisti dell'Essex si sentirono abbastanza forti da prendere Colchester. Tuttavia, una volta arrivato Fairfax, assediava semplicemente la città, il che significava che i realisti si affidavano al successo dell'invasione scozzese per avere successo.

Il 13 giugnoesimo, Fairfax decise di entrare a Colchester. I combattimenti furono particolarmente viziosi e la forza parlamentare perse 1.000 uomini. Tuttavia, la base realista non è stata presa. I realisti erano stati incoraggiati a combattere mentre basavano le loro speranze su un progresso dal Marchese di Hamilton da nord. Non doveva venire e il 27 agostoesimo la città si arrese a Fairfax.

Nell'aprile del 1648 una piccola forza di scozzesi aveva attraversato il confine e preso Berwick. L'8 luglioesimo, una forza molto più grande prese Carlisle. A metà luglio, 12.000 uomini sembravano pronti a marciare verso sud a sostegno di Charles. Tuttavia, ci furono ritardi nell'avanzata scozzese e ciò permise a una forza parlamentare guidata dal generale John Lambert di attraversare i Pennines per affrontare gli invasori comandati dal Marchese di Hamilton. Una forza guidata da Oliver Cromwell lo ha aiutato. Il castello di Pembroke era caduto a Cromwell l'11 luglioesimo e liberò uomini per marciare verso nord e sostenere Lambert. Si sono incontrati a Wetherby.

Tuttavia, si trovarono di fronte una forza molto più grande: l'esercito di Hamilton contava 20.000 uomini mentre Cromwell contava 9.000 uomini di cui solo 6.500 erano soldati esperti.

Ciò che Cromwell aveva dalla sua parte era la disciplina. Per molti aspetti gli scozzesi erano diventati una pazzia. Hamilton aveva permesso al suo esercito di espandersi per oltre venti miglia - una distanza troppo grande per consentire buone comunicazioni tra tutte le parti in esso. La cavalleria era nella parte anteriore mentre la fanteria si trascinava dietro.

Il 17 agostoesimo Cromwell attaccò la fanteria nella parte posteriore della forza notevolmente estesa di Hamilton. La Battaglia di Preston fu combattuta in terreni paludosi e l'abilità e il potere dell'Esercito del Nuovo Modello furono severamente limitati in tale terreno poiché faceva molto affidamento sulla sua cavalleria. La battaglia fu inizialmente combattuta con poca finezza mentre Cromwell usava il suo cavallo per mandare semplicemente gli scozzesi in sottomissione. Quindi si rivolse alla forza principale di Hamilton, molti dei quali si erano basati effettivamente a Preston. I combattimenti a Preston furono cruenti. Fu ora che Hamilton divenne chiaro che mantenere la sua forza estesa su una distanza così grande era un difetto fatale. Cromwell combatté principalmente fanti. Hamilton dovette portare il suo cavallo a Preston ma erano principalmente a Wigan, a qualche chilometro di distanza. Gli scontri il 17 agostoesimo a Preston costò agli scozzesi 8000 uomini - 4.000 uccisi e 4.000 catturati. La battaglia continuò il 18 agostoesimo.

La notte del 17 agostoesimo/18esimo era stato rovinato dalla pioggia. Gli scozzesi che erano ancora nel campo erano entrambi umidi e affamati, poiché molti non mangiavano correttamente da giorni. A peggiorare le cose, molte delle loro munizioni erano diventate umide e inutilizzabili. Il 18esimo, circa 4.000 scozzesi hanno deposto le armi a Warrington anziché combattere una forza parlamentare più piccola. Gli uomini al comando di Hamilton marciarono a sud di distanza da Preston. Il piano di Hamilton era di marciare verso sud e poi di nuovo a nord di distanza dagli uomini di Cromwell e di nuovo in Scozia. Il piano aveva una certa credibilità, ma gli uomini di Hamilton non erano disposti a seguirlo e cedette le sue forze a John Lambert.

I combattimenti durante la Battaglia di Preston furono particolarmente viziosi e di conseguenza quelli che si erano offerti volontari per combattere per Hamilton e si erano arresi furono trattati duramente. Furono inviati come schiavi virtuali alle piantagioni delle Barbados e della Virginia. Quelli arruolati nell'esercito di Hamilton furono rimandati a casa.

La causa realista è andata perduta. Charles non aveva supporto in Scozia e la sua base di potere - per quello che era - in Galles, Irlanda e Inghilterra era inesistente. L'ultimo bastione del supporto reale fu il Castello di Pontefract. Il castello resistette e sfidò Cromwell anche dopo il processo e l'esecuzione di Carlo I. Fu solo nel marzo del 1649 che quelli nel castello si arresero.


Guarda il video: la rivoluzione inglese (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Garrison

    Tema sciolto

  2. Serapis

    argomento molto soddisfacente

  3. Regenweald

    Sono esperti in questo. Possono aiutare a risolvere il problema. Insieme possiamo trovare una soluzione.

  4. Florentino

    Giusto. È una buona idea. Ti supporto.

  5. Jaynie

    Scusa, se ti interrompo, ma, a mio parere, c'è un'altra via per la decisione di una domanda.

  6. Egon

    Hai torto. Mi sono assicurato. Discutiamone. Scrivimi in PM, parleremo.

  7. Flyn

    Ottima idea ed è debitamente



Scrivi un messaggio