Podcast storici

Prince Rupert

Prince Rupert



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il principe Rupert fu il principale comandante militare realista nella guerra civile inglese. Il principe Rupert era un soldato di cavalleria e i realisti avrebbero potuto perdere la guerra molto prima se non fosse stato per le sue capacità militari.

Il principe Rupert nacque nel 1619. Era il terzo figlio di Federico del Palatinato ed Elisabetta, figlia di Giacomo I. Poco dopo la nascita di Rupert, suo padre e sua madre furono costretti a lasciare il Palatinato e trascorse gran parte della sua infanzia in Olanda. È diventato un adolescente forte e atletico ed è stato soprannominato "Rupert-le-diable".

Nel 1636, Rupert visitò Londra e rapidamente lasciò il segno su Henrietta Maria, moglie di Carlo I. Si arruolò nell'esercito olandese e nel 1637 combatté all'assedio di Breda. Nel 1638 fu catturato da forze fedeli al Sacro Romano Impero e rimase prigioniero fino al 1641. Durante questo periodo trascorse molto tempo a studiare le teorie della guerra, in particolare l'uso della cavalleria come definito da Gustavo Adolfo di Svezia e il uso di rapidi progressi. Dopo che la sua liberazione fu negoziata, Rupert andò in Inghilterra nel 1642.

Allo scoppio della guerra, a Rupert fu affidato il compito di scortare Henrietta Maria in Olanda e dopo il suo ritorno in Inghilterra gli fu affidata una commissione in agosto quando fu nominato Generale del Cavallo nell'esercito reale. Rupert aveva solo ventitré anni.

Servì re Charles con grande lealtà durante la prima guerra civile "ed era senza dubbio il più grande soldato degli eserciti realisti in Inghilterra" (C Hill). Tuttavia, si può sostenere che fosse impetuoso. Dopo un'accusa di cavalleria di grande successo contro il cavallo di Henry Ireton che di fatto iniziò la battaglia di Naseby, Rupert avrebbe dovuto attirare i suoi uomini per attaccare il fianco della fanteria sinistra dell'esercito del Parlamento. Invece decise di cavalcare e attaccare un treno bagagli a una certa distanza oltre la battaglia principale. Quando lui e i suoi uomini tornarono nella mischia, ogni possibilità che Rupert avesse avuto di influenzare la battaglia era sparita. È altamente improbabile che avrebbe modificato il risultato finale di questa battaglia decisiva, ma potrebbe averlo reso più difficile per il Parlamento.

Era certamente un comandante innovativo. Nel 1646 terzo assedio di Newark, fece marciare i suoi uomini tra la mezzanotte e le 02:00 in modo che potessero lanciare un attacco a sorpresa contro la forza parlamentare che assediava la città. L'attacco, contro un comandante altamente competente chiamato Sir John Meldrun, fu molto efficace e Meldrum non ebbe altra scelta che arrendersi. Pochi comandanti hanno marciato i loro uomini nell'oscurità durante questo periodo, poiché la possibilità di perdere il controllo dei tuoi uomini era grande. Eppure Rupert era disposto a provare questo.

Tuttavia, nonostante tutto il suo talento, Rupert ha avuto i suoi fallimenti. Aveva un'opinione molto alta delle sue capacità ed è stato questo che ha fatto arrabbiare artisti del calibro di George Goring e altri alti comandanti realisti. Mentre la gerarchia realista avrebbe dovuto presentare un fronte unito al Parlamento, non ci riuscirono. Era questo fazionalismo che era al centro della debolezza realista. In confronto, Fairfax, Essex, Cromwell e altri alti dirigenti parlamentari sembravano una forza più coesa e unita. Un altro fallimento di Rupert fu il fatto che probabilmente era più interessato a ciò che gli altri pensavano prima di lui e preoccupato per il benessere degli uomini sotto il suo comando secondo.

Il fallimento dell'esercito realista nella vittoria a Marston Moor segnò anche la fine del successo di Rupert. Nel novembre del 1644 fu nominato comandante in capo degli eserciti reali ma mentre gli eserciti reali mancavano di unità di comando a causa del costante litigio tra i suoi alti comandanti, il Parlamento aveva creato il Nuovo esercito modello. Rupert fu incolpato dai suoi detrattori per la schiacciante sconfitta di Naseby. Nel settembre del 1645 fu licenziato dal suo comando da Charles che lo informò semplicemente della sua decisione. Una corte marziale lo assolse dalle accuse di tradimento e negligenza nei confronti del dovere (Rupert aveva ceduto Bristol a settembre per ottime ragioni militari) ma la sua carriera di soldato realista al servizio del re era finita.

Dopo la resa dei realisti, Rupert fu autorizzato ad andare all'estero e combatté per i francesi contro gli spagnoli nelle Fiandre. Dal 1649 al 1652 ottenne il comando di una piccola banda di navi e navigò nel Mar Mediterraneo attaccando le navi inglesi. Ha anche navigato al largo della Gambia e nei Caraibi, dove ha anche attaccato la nave. Rupert tornò alla corte francese di suo cugino, il futuro Carlo II, nel 1652.

Tuttavia, la vita di corte non faceva per lui e tornò di nuovo a combattere, in questa occasione per il re d'Ungheria.

Carlo II invitò Rupert in Inghilterra alla Restaurazione nel 1660 e gli diede una pensione annuale di £ 6000. Tra il 1664 e il 1667, Rupert combatté in marina durante la seconda guerra olandese. Durante la terza guerra olandese del 1673 fu nominato membro del consiglio di amministrazione dell'ammiragliato.

Quando non era coinvolto in alcuni aspetti dell'esercito, Rupert aveva sviluppato una passione per la sperimentazione, in particolare con le armi da fuoco. Aveva il suo laboratorio al Castello di Windsor.

Rupert è stato un fondatore della Royal Society.

Il principe Rupert non si sposò mai, ma nei suoi ultimi anni aveva un'amante, un'attrice chiamata Peg Hughes. Morì nel 1682.


Guarda il video: Mystery of Prince Rupert's Drop at 130,000 fps - Smarter Every Day 86 (Agosto 2022).