Corso di storia

Edward Hyde, 1º conte di Clarendon

Edward Hyde, 1º conte di Clarendon

Edward Hyde, 1st Conte di Clarendon, fu il politico più importante nei primi anni del regno di Carlo II dopo la Restaurazione del 1660. Clarendon ha svolto un ruolo di primo piano nell'insediamento di restauro e ha servito Carlo II come Lord Cancelliere e Primo Ministro fino al suo licenziamento.

Clarendon è nato il 18 febbraioesimo, 1609. Fu educato a casa dal suo vicario locale e poi andò al Magdalen College di Oxford, e poi al Middle Temple dove lavorò come avvocato.

Il suo primo matrimonio fu con Anne Ayliffe ma morì di vaiolo a soli sei mesi dall'inizio del matrimonio. Il suo secondo matrimonio nel 1634 fu con Frances Aylesbury, figlia di Sir Thomas Aylesbury, Maestro della zecca. Questo lo fece salire nella scala sociale e Clarendon trovò lavoro nell'amministrazione del governo. Nel 1640, Clarendon divenne deputato per Wotton Bassett nel Wiltshire e prestò servizio nel parlamento breve tra aprile e maggio 1640. Fu eletto deputato per Saltash, in Cornovaglia, nel novembre 1640 e prestò servizio in quello che fu chiamato il parlamento lungo.

Clarendon ha svolto un ruolo importante nel passaggio della legislazione che ha ridotto il potere arbitrario della Corona. Ha anche sostenuto la Common Law. A questo punto della sua carriera, potrebbe essere considerato un anti-monarchico - o almeno qualcuno che ha creduto in una riduzione del potere tradizionale detenuto dai monarchi. Tuttavia, nel 1641, si oppose alla Grande rimostranza di Pym. Clarendon si oppose anche alla convinzione di Pym che il Parlamento dovrebbe controllare l'esercito e avere un veto sulla nomina dei ministri. Questi erano passi troppo in là per Clarendon.

Nell'ottobre del 1641, Clarendon divenne un consigliere reale, ma non riuscì a convincere Carlo I che il compromesso con il Parlamento era la via migliore. Tuttavia, a causa del suo passato immediato, Clarendon non fu mai ammesso nel circolo interno del re. Di conseguenza, non era a conoscenza del tentativo di arresto dei Cinque membri il 4 gennaioesimo, 1642.

Nonostante il freddo approccio di Charles, Clarendon era al suo fianco quando fu dichiarata la guerra, unendosi a lui a York nel maggio 1642. Tentò di influenzare moderatamente il re ma non riuscì ad avere successo. Nel febbraio del 1645, Clarendon fu nominato capo di un consiglio che consigliò il Principe di Galles, il futuro Carlo II. Quando il principe andò in esilio, Clarendon lo seguì. Usò la sua vicinanza al re per cercare di istruirlo in modo che Clarendon potesse lavorare.

Lavorando per conto di Charles, Clarendon contribuì a formulare l'insediamento per la Restaurazione e deve prendersi molto del merito del successo della Restaurazione nel 1660.

Carlo II ricompensò debitamente il suo fedele servitore nominandolo Lord Cancelliere nel giugno 1660 e divenne Conte di Clarendon nell'aprile 1661. Dal 1660 al 1667, fu anche Primo Ministro.

All'inizio del suo regno, Charles tendeva a circondarsi di politici più anziani, uomini che conosceva da anni, incluso il loro fedele servizio durante la guerra civile. Questi uomini più anziani guardavano dall'alto in basso il comportamento licenzioso della Corte Reale ed entrambe le parti erano destinate a scontrarsi in futuro. Le loro posizioni venivano inoltre minate da una nuova generazione di politici più giovani che cercavano di sfruttare a proprio vantaggio lo scontro culturale.

Clarendon non aveva amore per lo stile di vita associato a Carlo II quando era a corte. Molti consideravano il Primo Ministro distaccato e troppo principio. Dopo la guerra civile e l'interregno, molti volevano semplicemente divertirsi - il paese aveva visto troppi periodi bui tra il 1642 e il 1660. Ora il paese aveva un re che voleva portare più allegria alla nazione ed era felice per il suo la gente lo sa. Si scontrò con il senso del dovere di Clarendon.

Clarendon ha anche affrontato un grave problema all'interno del governo. Gli ex realisti non si fidavano di lui in quanto non era considerato "uno di loro" a causa del suo precedente sostegno alla riduzione del potere del re nel 1640/41. Anche gli ex parlamentari non lo supportarono poiché aveva attraversato i lati nel 1641. Apparentemente fidato da nessuno, Clarendon fece molti nemici. Carlo II lo incolpò anche per la scarsità di denaro della Corona - il risultato dell'insediamento della Restaurazione.

In effetti, Clarendon è stato incolpato per la maggior parte delle cose che sono andate male. Il matrimonio del re con la principessa Caterina di Braganca (e la loro mancanza di figli) fu incolpato di Clarendon, così come la vendita di Dunkerque ai francesi. Anche l'attacco olandese lungo il fiume Medway fu colpa sua - anche se aveva fatto una campagna contro una guerra con gli olandesi. C'erano quelli che lo biasimavano per la mancanza di preparazione da parte di Londra dell'impatto della peste nel 1665. Anche il Grande incendio di Londra (1666) fu incolpato di lui - o più in particolare dell'incapacità della città di affrontarlo. Charles avvertì Clarendon che il suo peso politico era finito ma non riuscì ad ascoltare. È difficile sapere se semplicemente non potesse credere che la sua base di potere fosse gravemente erosa o se fosse troppo arrogante per credere di essere superfluo. Nell'agosto 1667, Charles licenziò Clarendon e fuggì all'estero per evitare di essere accusato e le sanzioni che avrebbero comportato.

Clarendon morì il 9 dicembre 1674.