Storie


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La squadra di hockey sovietica, guidata da una cortina di ferro di un portiere di nome Vladislav Tretiak, era la chiara favorita per portare a casa l'oro alle Olimpiadi invernali del 1980 a Lake Placid, New York. I sovietici avevano vinto tutte e quattro le precedenti Olimpiadi e avevano battuto gli USA in tutte e 12 ...Per saperne di più

A metà del 19° secolo, Sophia Jex-Blake ha lottato contro i continui blocchi stradali come donna che cercava di conseguire una laurea in medicina, così ha deciso di fondare una scuola tutta sua. Fondata nel 1874, la London School of Medicine for Women è stato il primo e unico posto in cui una donna poteva guadagnare un ...Per saperne di più

Il massacro della razza Tulsa si distingue come uno dei peggiori atti di violenza razziale nella storia americana e, per decenni, è rimasto uno dei meno conosciuti. Nel corso di 18 ore, dal 31 maggio al 1 giugno 1921, una folla bianca attaccò residenti, abitazioni e attività commerciali nel ...Per saperne di più


1861-1865

Durante la guerra civile, Pinkerton è a capo dell'Union Intelligence Service, il precursore dei servizi segreti degli Stati Uniti. Allan Pinkerton recluta il primo agente dell'intelligence dell'Unione afroamericana, John Scobell.

Nell'ora del pericolo, Pinkerton scopre e sventa un complotto omicida sulla vita di Abraham Lincoln, guidandolo in sicurezza attraverso i ranghi del tradimento alla sua prima inaugurazione.

Ha luogo la prima rapina al treno registrata e l'agenzia Pinkerton viene chiamata per individuare e arrestare i colpevoli.

Allan Pinkerton e i suoi agenti diventano leggendari durante la loro incessante ricerca di Jesse James: la Younger Gang, i Dalton Brothers e il Wild Bunch di Butch Cassidy. L'agenzia Pinkerton inizia la pratica di ritagliare e archiviare articoli di giornale come riferimento nelle indagini. La raccolta di foto segnaletiche e metodologia di Pinkerton sviluppa il primo database criminale.

Le guardie Pinkerton vengono assunte per prevenire il saccheggio dopo il Grande Incendio di Chicago.

Con la morte di Allan Pinkerton, l'agenzia viene rilevata dai suoi due figli, Robert e William.


WD-40 Storia | Scopri le storie dietro il marchio WD-40

In 1953, una società alle prime armi chiamata Rocket Chemical Company e il suo staff di tre persone si sono proposti di creare una linea di solventi e sgrassanti antiruggine da utilizzare nell'industria aerospaziale. Lavorando in un piccolo laboratorio a San Diego, in California, ci sono voluti 40 tentativi per ottenere la formula per lo spostamento dell'acqua. Ma dovevano essere davvero buoni, perché la formula segreta originale per WD-40® Prodotto multiuso, che sta per Water Displacement perfezionato al 40esimo try&mdashi ancora in uso oggi.

In 1953, una società alle prime armi chiamata Rocket Chemical Company e il suo staff di tre persone si sono proposti di creare una linea di solventi e sgrassanti antiruggine da utilizzare nell'industria aerospaziale. Lavorando in un piccolo laboratorio a San Diego, in California, ci sono voluti 40 tentativi per ottenere la formula per lo spostamento dell'acqua. Ma dovevano essere davvero buoni, perché la formula segreta originale per WD-40® Prodotto multiuso, che sta per Water Displacement perfezionato al 40esimo try&mdashi ancora in uso oggi.

Convair, un appaltatore aerospaziale, ha utilizzato per la prima volta il prodotto multiuso WD-40 per proteggere la pelle esterna del missile Atlas da ruggine e corrosione. Il prodotto ha funzionato così bene che diversi dipendenti hanno rubato alcune lattine dall'impianto per utilizzarle a casa.

Alcuni anni dopo il primo utilizzo industriale del prodotto multiuso WD-40, Norm Larsen, fondatore della Rocket Chemical Company, ha sperimentato l'inserimento del prodotto multiuso WD-40 in bombolette spray, ragionando sul fatto che i consumatori potrebbero trovare un uso per il prodotto a casa come alcuni dei avevano i dipendenti. Il prodotto ha fatto la sua prima apparizione sugli scaffali dei negozi di San Diego nel 1958.

Convair, un appaltatore aerospaziale, ha utilizzato per la prima volta il prodotto multiuso WD-40 per proteggere la pelle esterna del missile Atlas da ruggine e corrosione. Il prodotto ha funzionato così bene che diversi dipendenti hanno rubato alcune lattine dall'impianto per utilizzarle a casa.

Alcuni anni dopo il primo utilizzo industriale del prodotto multiuso WD-40, Norm Larsen, fondatore della Rocket Chemical Company, ha sperimentato l'inserimento del prodotto multiuso WD-40 in bombolette spray, ragionando sul fatto che i consumatori potrebbero trovare un uso per il prodotto a casa come alcuni dei avevano i dipendenti. Il prodotto ha fatto la sua prima apparizione sugli scaffali dei negozi di San Diego nel 1958.

In 1960 l'azienda ha quasi raddoppiato le sue dimensioni, arrivando a sette persone, che hanno venduto una media di 45 casse al giorno dal bagagliaio delle loro auto ai negozi di ferramenta e articoli sportivi nell'area di San Diego.

In 1961 il primo ordine a carico completo per il prodotto multiuso WD-40 è stato evaso quando i dipendenti sono arrivati ​​di sabato per produrre concentrato aggiuntivo per soddisfare le esigenze di disastro delle vittime dell'uragano Carla lungo la costa del Golfo degli Stati Uniti. Il prodotto multiuso WD-40 è stato utilizzato per ricondizionare veicoli e attrezzature danneggiati da allagamenti e pioggia.

In 1960 l'azienda ha quasi raddoppiato le sue dimensioni, arrivando a sette persone, che hanno venduto una media di 45 casse al giorno dal bagagliaio delle loro auto ai negozi di ferramenta e articoli sportivi nell'area di San Diego.

In 1961 il primo ordine a carico completo per il prodotto multiuso WD-40 è stato evaso quando i dipendenti sono arrivati ​​di sabato per produrre concentrato aggiuntivo per soddisfare le esigenze di disastro delle vittime dell'uragano Carla lungo la costa del Golfo degli Stati Uniti. Il prodotto multiuso WD-40 è stato utilizzato per ricondizionare veicoli e attrezzature danneggiati da allagamenti e pioggia.

In 1968 kit di buona volontà contenenti il ​​prodotto multiuso WD-40 sono stati inviati ai soldati in Vietnam per prevenire danni da umidità sulle armi da fuoco e aiutarle a mantenerle in buone condizioni di lavoro.

In 1968 kit di buona volontà contenenti il ​​prodotto multiuso WD-40 sono stati inviati ai soldati in Vietnam per prevenire danni da umidità sulle armi da fuoco e aiutarle a mantenerle in buone condizioni di lavoro.

In 1969 la società è stata ribattezzata dopo il suo unico prodotto,
WD-40 Company, Inc.

In 1969 la società è stata ribattezzata dopo il suo unico prodotto,
WD-40 Company, Inc.

In 1973, WD-40 Company, Inc., è diventata pubblica ed è stata quotata Over-The-Counter. Il prezzo delle azioni è aumentato del 61% il primo giorno di quotazione.

Da quel momento, il marchio WD-40 è cresciuto a passi da gigante ed è ora praticamente un nome familiare, utilizzato in numerosi mercati di consumo e industriali come automobilistico, manifatturiero, articoli sportivi, aviazione, hardware e bricolage, edilizia e agricoltura .

In 1973, WD-40 Company, Inc., è diventata pubblica ed è stata quotata Over-The-Counter. Il prezzo delle azioni è aumentato del 61% il primo giorno di quotazione.

Da quel momento, il marchio WD-40 è cresciuto a passi da gigante ed è ora praticamente un nome familiare, utilizzato in numerosi mercati di consumo e industriali come automobilistico, manifatturiero, articoli sportivi, aviazione, hardware e bricolage, edilizia e agricoltura .

In 1993, il prodotto multiuso WD-40 è stato trovato in 4 famiglie americane su 5 (sembra che tutti abbiano una lattina o due) ed è stato utilizzato dall'81% dei professionisti al lavoro. Le vendite erano cresciute fino a superare il milione di lattine ogni settimana.

In 1993, il prodotto multiuso WD-40 è stato trovato in 4 famiglie americane su 5 (sembra che tutti abbiano una lattina o due) ed è stato utilizzato dall'81% dei professionisti al lavoro. Le vendite erano cresciute fino a superare il milione di lattine ogni settimana.

In 2003, il nuovo WD-40 Big Blast® can è stato introdotto, dotato di un ugello spray ad ampia area che fornisce il prodotto multiuso WD-40 in modo rapido ed efficiente su ampie aree.

In 2003, il nuovo WD-40 Big Blast® can è stato introdotto, dotato di un ugello spray ad ampia area che fornisce il prodotto multiuso WD-40 in modo rapido ed efficiente su ampie aree.

In 2005, come impegno ad offrire ai consumatori il modo più semplice e conveniente per svolgere il lavoro, WD-40 Company ha introdotto la WD-40 Smart Straw®, che presenta una cannuccia attaccata in modo permanente. Smart Straw ha risolto il problema numero uno sul prodotto multiuso WD-40: perdere la piccola cannuccia rossa.

In 2005, come impegno ad offrire ai consumatori il modo più semplice e conveniente per svolgere il lavoro, WD-40 Company ha introdotto la WD-40 Smart Straw®, che presenta una cannuccia attaccata in modo permanente. Smart Straw ha risolto il problema numero uno sul prodotto multiuso WD-40: perdere la piccola cannuccia rossa.

In 2006, WD-40 Company ha introdotto la WD-40 No-Mess Pen® per fornire a milioni di utenti del prodotto multiuso WD-40 un sistema di consegna portatile e di precisione delle applicazioni del famoso risolutore di problemi multiuso. Il WD-40 Fan Club ha raggiunto un sorprendente numero di 100.000 membri e un tributo alla fan base fanatica del marchio WD-40 in tutto il mondo.

In 2008, WD-40 Company ha ascoltato i suoi consumatori e ha convertito le sue lattine di prodotto multiuso WD-40 di dimensioni più popolari in lattine Smart Straw. L'elenco ufficiale di oltre 2000 usi per WD-40® Il prodotto multiuso è cresciuto per la prima volta, grazie all'aiuto dei membri del WD-40 Fan Club.

In 2006, WD-40 Company ha introdotto la WD-40 No-Mess Pen® per fornire a milioni di utenti del prodotto multiuso WD-40 un sistema di consegna portatile e di precisione delle applicazioni del famoso risolutore di problemi multiuso. Il WD-40 Fan Club ha raggiunto un sorprendente numero di 100.000 membri e un tributo alla fan base fanatica del marchio WD-40 in tutto il mondo.

In 2008, WD-40 Company ha ascoltato i suoi consumatori e ha convertito le sue lattine di prodotto multiuso WD-40 di dimensioni più popolari in lattine Smart Straw. L'elenco ufficiale di oltre 2000 usi per WD-40® Il prodotto multiuso è cresciuto per la prima volta, grazie all'aiuto dei membri del WD-40 Fan Club.

In 2009, WD-40 Company ha introdotto WD-40 Trigger Pro® &ndash un prodotto non aerosol con la stessa formula del prodotto multiuso WD-40 &ndash per soddisfare meglio le esigenze dei suoi consumatori industriali.

In 2009, WD-40 Company ha introdotto WD-40 Trigger Pro® &ndash un prodotto non aerosol con la stessa formula del prodotto multiuso WD-40 &ndash per soddisfare meglio le esigenze dei suoi consumatori industriali.

In 2010, Il prodotto multiuso WD-40/SEMA Cares Camaro è stato venduto per $ 75.000 il 22 gennaio al Barrett-Jackson Classic Car Show and Auction a Scottsdale, in Arizona, con tutti i proventi della vendita del veicolo a beneficio di Childhelp® e The Victory Junction Gang®Enti di beneficenza per bambini del campo.

In 2010, Il prodotto multiuso WD-40/SEMA Cares Camaro è stato venduto per $ 75.000 il 22 gennaio al Barrett-Jackson Classic Car Show and Auction a Scottsdale, in Arizona, con tutti i proventi della vendita del veicolo a beneficio di Childhelp® e The Victory Junction Gang®Enti di beneficenza per bambini del campo.

In 2011, WD-40 Company ha introdotto lo specialista WD-40® &ndash una nuova linea di prodotti speciali best-in-class sotto il marchio WD-40 orientata ai professionisti del settore.

In 2011, WD-40 Company ha introdotto lo specialista WD-40® &ndash una nuova linea di prodotti speciali best-in-class sotto il marchio WD-40 orientata ai professionisti del settore.

In 2011, Il WD-40/SEMA Cares Mustang è uscito dal blocco dell'asta al 40 ° Barrett-Jackson Classic Car Show e asta annuale il 22 gennaio a Scottsdale, in Arizona, raccogliendo oltre $ 200.000 a beneficio di Childhelp® e The Victory Junction Gang® Enti di beneficenza per bambini del campo.

In 2011, Il WD-40/SEMA Cares Mustang è uscito dal blocco dell'asta al 40 ° Barrett-Jackson Classic Car Show e asta annuale il 22 gennaio a Scottsdale, in Arizona, raccogliendo oltre $ 200.000 a beneficio di Childhelp® e The Victory Junction Gang® Enti di beneficenza per bambini del campo.

In 2011, WD-40 Company ha progettato quattro lattine in edizione limitata che onorano gli uomini e le donne che servono o hanno servito in uniforme e ha donato 10 centesimi di ciascuna lattina acquistata a enti di beneficenza. Un totale di 300.000 dollari è stato donato a Armed Services YMCA, Veterans Medical Research Foundation e Wounded Warrior Project.

In 2011, WD-40 Company ha progettato quattro lattine in edizione limitata che onorano gli uomini e le donne che servono o hanno servito in uniforme e ha donato 10 centesimi di ciascuna lattina acquistata a enti di beneficenza. Un totale di 300.000 dollari è stato donato a Armed Services YMCA, Veterans Medical Research Foundation e Wounded Warrior Project.

In 2011, Il leggendario designer di hot rod e star televisiva, Chip Foose, ha collaborato con WD-40 Company, progettando lattine WD-40 Smart Straw in edizione limitata da 8 e 12 once con i suoi schizzi distintivi.

In 2011, Il leggendario designer di hot rod e star televisiva, Chip Foose, ha collaborato con WD-40 Company, progettando lattine WD-40 Smart Straw in edizione limitata da 8 e 12 once con i suoi schizzi distintivi.

In 2012, Per il secondo anno consecutivo, il leggendario designer di hot rod, Chip Foose, ha collaborato con WD-40 Company per progettare lattine Smart Straw da collezione in edizione limitata, con i suoi schizzi distintivi dei veicoli.

In 2012, WD-40 Company ha fondato WD-40 BIKE Company, una business unit sussidiaria, e ha lanciato WD-40 BIKE con il marchio WD-40, offrendo una linea di prodotti focalizzata esclusivamente sulle esigenze di manutenzione specifiche per il ciclismo.

In 2012, Per il secondo anno consecutivo, il leggendario designer di hot rod, Chip Foose, ha collaborato con WD-40 Company per progettare lattine Smart Straw da collezione in edizione limitata, con i suoi schizzi distintivi dei veicoli.

In 2012, WD-40 Company ha fondato WD-40 BIKE Company, una business unit sussidiaria, e ha lanciato WD-40 BIKE con il marchio WD-40, offrendo una linea di prodotti focalizzata esclusivamente sulle esigenze di manutenzione specifiche per il ciclismo.

In 2012, Progettato dal leggendario designer di hot rod, Chip Foose, il WD-40/SEMA Cares Challenger è stato venduto per $ 115.000 all'annuale Barrett-Jackson Classic Car Show and Auction il 20 gennaio a Scottsdale, in Arizona, con tutti i proventi che cambiano la vita servizi per bambini bisognosi presso Childhelp® e The Victory Junction Gang® Enti di beneficenza per bambini del campo.

In 2012, Progettato dal leggendario designer di hot rod, Chip Foose, il WD-40/SEMA Cares Challenger è stato venduto per $ 115.000 all'annuale Barrett-Jackson Classic Car Show and Auction il 20 gennaio a Scottsdale, in Arizona, con tutti i proventi che cambiano la vita servizi per bambini bisognosi presso Childhelp® e The Victory Junction Gang® Enti di beneficenza per bambini del campo.

In 2013, Chip Foose e WD-40 Company hanno collaborato di nuovo per aiutare i bambini bisognosi. Il WD-40/SEMA Cares Foose 1953 Ford F100 è stato venduto per $ 170.000 al Barrett-Jackson Classic Car Show e all'asta il 19 gennaio a Scottsdale, in Arizona, con tutti i proventi a favore di Childhelp® e The Victory Junction Gang® Enti di beneficenza per bambini del campo.

Di metà 2013, l'azienda WD-40 ha celebrato il suo 60° anniversario e la linea di prodotti WD-40 Specialist è cresciuta fino a raggiungere otto prodotti.

In 2013, Chip Foose e WD-40 Company hanno collaborato di nuovo per aiutare i bambini bisognosi. Il WD-40/SEMA Cares Foose 1953 Ford F100 è stato venduto per $ 170.000 al Barrett-Jackson Classic Car Show e all'asta il 19 gennaio a Scottsdale, in Arizona, con tutti i proventi a favore di Childhelp® e The Victory Junction Gang® Enti di beneficenza per bambini del campo.

Di metà 2013, l'azienda WD-40 ha celebrato il suo 60° anniversario e la linea di prodotti WD-40 Specialist è cresciuta fino a raggiungere otto prodotti.

In 2014, Progettato dal leggendario designer di hot rod, Chip Foose, il WD-40/SEMA Cares Foose Ford F350 è uscito dall'asta per $ 200.000 al Barrett-Jackson Classic Car Show e Auction il 15 gennaio. Tutti i proventi andranno a beneficio di Childhelp® e The Victory Junction Gang® Camp e il fondo di borse di studio SEMA Memorial.

In 2014, Progettato dal leggendario designer di hot rod, Chip Foose, il WD-40/SEMA Cares Foose Ford F350 è uscito dall'asta per $ 200.000 al Barrett-Jackson Classic Car Show e Auction il 15 gennaio. Tutti i proventi andranno a beneficio di Childhelp® e The Victory Junction Gang® Camp e il fondo di borse di studio SEMA Memorial.

In 2015, WD-40 Company ha introdotto WD-40 EZ-REACH®. Con una cannuccia flessibile da 8" attaccata che si piega e mantiene la sua forma, può raggiungere gli spazi irraggiungibili dell'impianto idraulico, dietro i blocchi motore, cerniere difficili da raggiungere, rulli e altro ancora.

In 2015, WD-40 Company ha introdotto WD-40 EZ-REACH®. Con una cannuccia flessibile da 8" attaccata che si piega e mantiene la sua forma, può raggiungere gli spazi irraggiungibili dell'impianto idraulico, dietro i blocchi motore, cerniere difficili da raggiungere, rulli e altro ancora.

In 2016, WD-40 Company lo attacca alla gravità con WD-40 Specialist Spray & Stay Gel Lubricant. Con una formula antigoccia che rimane dove viene spruzzato, fornisce una lubrificazione 12 volte più duratura su superfici verticali e parti in movimento.

In 2016, WD-40 Company lo attacca alla gravità con WD-40 Specialist Spray & Stay Gel Lubricant. Con una formula antigoccia che rimane dove viene spruzzato, fornisce una lubrificazione 12 volte più duratura su superfici verticali e parti in movimento.

Più tardi in 2016, quattro nuovi grassi ad alte prestazioni si uniscono alla famiglia WD-40 Specialist. La loro tecnologia avanzata e di forza industriale gestisce specifiche sfide ad alta temperatura, pressione e umidità, consentendo al contempo di scambiarli sul lavoro senza conseguenze dalla contaminazione incrociata.

Più tardi in 2016, quattro nuovi grassi ad alte prestazioni si uniscono alla famiglia WD-40 Specialist. La loro tecnologia avanzata e di forza industriale gestisce specifiche sfide ad alta temperatura, pressione e umidità, consentendo al contempo di scambiarli sul lavoro senza conseguenze dalla contaminazione incrociata.

In 2017, WD-40 Company lancia il suo primo detergente e sgrassatore ad azione industriale non aerosol con il marchio WD-40 Specialist. Questa formula a base d'acqua ha un bio-solvente unico che è stato progettato e dimostrato di essere più potente, più sicuro e più facile da usare rispetto ad altri sgrassanti sul mercato.

In 2017, WD-40 Company lancia il suo primo detergente e sgrassatore ad azione industriale non aerosol con il marchio WD-40 Specialist. Questa formula a base d'acqua ha un bio-solvente unico che è stato progettato e dimostrato di essere più potente, più sicuro e più facile da usare rispetto ad altri sgrassanti sul mercato.

In 2020, viene introdotto un nuovo packaging per WD-40 Specialist che allinea WD-40 Multi-Use Product, WD-40 Specialist e WD-40 BIKE per mostrare gli iconici colori blu e giallo del marchio.

In 2020, viene introdotto un nuovo packaging per WD-40 Specialist che allinea WD-40 Multi-Use Product, WD-40 Specialist e WD-40 BIKE per mostrare gli iconici colori blu e giallo del marchio.

Il pezzo più interessante di WD-40® La storia del prodotto multiuso riguarda gli usi del prodotto, che ora si contano a migliaia. Nel corso degli anni, migliaia di utenti del prodotto multiuso WD-40 hanno scritto lettere di testimonianza all'azienda condividendo i loro usi spesso unici, anche se a volte semplicemente strani, per il prodotto e molti dei quali sono condivisi in altre parti di questo sito Web.

Gli usi includono tutto, dal silenziare i cardini che cigolano e rimuovere il catrame stradale dalle automobili, alla protezione degli strumenti dalla ruggine e alla rimozione delle etichette adesive. Ma diventano molto più pazzi di così. Alcune delle storie più interessanti includono l'autista di autobus in Asia che ha usato WD-40® Prodotto multiuso per rimuovere un serpente pitone, che si era arrotolato attorno al carrello del suo autobus, o quando gli agenti di polizia usavano il WD-40® Prodotto multiuso per rimuovere un ladro nudo intrappolato in una bocchetta dell'aria condizionata.

Pochissimi marchi potranno mai eguagliare la popolarità del marchio WD-40. Infatti, la varietà e l'unicità degli usi per WD-40® Il prodotto multiuso si è rivelato così popolare che The WD-40 Book, con molte testimonianze di utenti e l'umorismo stravagante dei Duct Tape Guys, è stato pubblicato nel 1997. Ma la leggenda letteraria non finisce qui. La familiare lattina blu e gialla è stata descritta in altri libri che vanno da The Big Damn Book of Sheer Manliness (General Publishing 1997), Polish Your Furniture With Panty Hose (Hyperion 1995), WD-40 for the Soul: The Guide to Fixing Everything (TV Books 1999), e Talking Dirty With the Queen of Clean.


Storie di schiavi Storia ‘Dimenticato.’ Anche i neri possedevano schiavi

I neri possedevano persone di colore in tutte e 13 le colonie originarie e in tutti gli stati che consentivano la schiavitù. Spesso, i neri liberati avrebbero continuato a possedere più schiavi dei loro vicini bianchi. Nel 1830, quasi un quarto dei padroni di schiavi neri liberi nella Carolina del Sud possedeva 10 o più schiavi, e molti ne possedevano più di 30, superando di gran lunga i loro vicini proprietari di schiavi bianchi.

Il rinomato storico afroamericano e professore alla Duke University, John Hope Franklin, scrisse: “La maggior parte dei proprietari di schiavi negri aveva un interesse personale nella loro proprietà. Ci sono stati casi, tuttavia, in cui i negri liberi avevano un reale interesse economico nell'istituzione della schiavitù e detenevano schiavi per migliorare il loro status economico”. Franklin ha anche scritto che circa 3.000 neri liberi nella sola New Orleans possedevano schiavi.

Dilsey Pope of Columbus, Georgia, una donna di colore nata libera, ha acquistato l'uomo che amava per sposarlo. Dopo una lite particolarmente brutta, Pope, con una mossa che avrebbe impressionato Lorena Bobbitt, vendette suo marito a un proprietario di schiavi bianchi. Ben presto si riconciliarono, ma l'uomo bianco si rifiutò di rivendere suo marito.

Lo schiavo liberato Nathaniel Butler possedeva una terra fuori Aberdeen, nel Maryland. La terra gli ha fatto guadagnare un po' di soldi, ma il suo vero cheddar è venuto dall'aver ingannato gli schiavi fuggiti facendogli credere che la sua casa, a sole 20 miglia dalla linea Mason-Dixon, fosse un rifugio per schiavi. Avrebbe nascosto gli schiavi abbastanza a lungo da scoprire chi li possedeva e, cosa più importante, quale sarebbe stata la ricompensa per il loro ritorno. Se il prezzo era giusto, Butler li ha restituiti. Se la ricompensa fosse bassa, li comprerebbe e li rivenderebbe per un profitto. Butler era considerato crudele da altri mercanti di schiavi e proprietari di schiavi bianchi.

Perché gli insegnanti di storia non lo includono nel loro curriculum? Tu sai perché! Come possono demonizzare i bianchi e dividerci razzialmente e se insegnassero la verità?


Tampa Bay nella guerra ispano-americana

Nel 1898, gli Stati Uniti si erano espansi il più possibile all'interno del continente nordamericano. Le "guerre indiane" erano finite (l'ultima grande "battaglia" - il massacro di Wounded Knee - fu nel 1890) e gli Stati Uniti avevano preso tutto ciò che non faceva già parte del Canada o del Messico.

Se gli Stati Uniti dovessero continuare la loro inarrestabile espansione, dovrebbero guardare oltreoceano. E l'invecchiamento dell'impero spagnolo era un bersaglio molto allettante.

Pistola rigata da sei pollici di Fort Dade Continua a leggere Tampa Bay nella guerra ispano-americana &rarr


Le storie che ci legano

Ho raggiunto il punto di rottura come genitore alcuni anni fa. Era la settimana del raduno annuale della mia famiglia allargata ad agosto e stavamo lottando con varie crisi. I miei genitori stavano invecchiando mia moglie e io ci stavo sforzando sotto il caos dei bambini piccoli che mia sorella si stava preparando a preparare i suoi preadolescenti al bullismo, al sesso e al cyberstalking.

Abbastanza sicuro, una notte tutte le tensioni sono esplose. A cena, ho notato che mio nipote scriveva messaggi sotto il tavolo. Sapevo che non avrei dovuto dire nulla, ma non ho potuto trattenermi e gli ho chiesto di smetterla.

Ka-boom! Mia sorella mi ha insultato per non disciplinare suo figlio. Mio padre ha sottolineato che le mie ragazze erano quelle che tenevano in equilibrio i cucchiai sul naso. Mia madre ha detto che nessuno dei nipoti aveva buone maniere. In pochi minuti, tutti erano fuggiti in angoli separati.

Più tardi, mio ​​padre mi chiamò al suo capezzale. C'era un palpabile senso di paura che non ricordavo di aver sentito prima.

"La nostra famiglia sta cadendo a pezzi", ha detto.

"No, non lo è", dissi istintivamente. "È più forte che mai".

Ma dopo, sdraiato a letto, ho cominciato a chiedermi: aveva ragione? Qual è la salsa segreta che tiene unita una famiglia? Quali sono gli ingredienti che rendono alcune famiglie efficaci, resilienti, felici?

Risulta essere un momento sorprendentemente buono per fare questa domanda. Gli ultimi anni hanno visto straordinarie scoperte nella conoscenza di come far funzionare le famiglie, insieme ad altri gruppi, in modo più efficace.

La ricerca sfatata dai miti ha rimodellato la nostra comprensione dell'ora di cena, della disciplina e delle conversazioni difficili. I programmi di tendenza della Silicon Valley e dell'esercito hanno introdotto tecniche per far funzionare meglio le squadre.

L'unico problema: la maggior parte di quella conoscenza rimane ghettizzata in queste sottoculture, nascosta ai genitori che ne hanno più bisogno. Ho passato gli ultimi anni a cercare di scoprire queste informazioni, incontrando famiglie, studiosi ed esperti che vanno dai negoziatori di pace ai progettisti di giochi online ai banchieri di Warren Buffett.

Dopo un po', è emerso un tema sorprendente. La cosa più importante che puoi fare per la tua famiglia potrebbe essere la più semplice di tutte: sviluppare una forte narrativa familiare.

Ho sentito questa idea per la prima volta da Marshall Duke, un colorito psicologo della Emory University. A metà degli anni '90, al Dr. Duke è stato chiesto di aiutare a esplorare il mito e il rituale nelle famiglie americane.

"All'epoca c'erano molte ricerche sulla dissipazione della famiglia", mi ha detto nella sua casa nella periferia di Atlanta. "Ma eravamo più interessati a ciò che le famiglie potevano fare per contrastare quelle forze".

In quel periodo, la moglie del dottor Duke, Sara, una psicologa che lavora con bambini con difficoltà di apprendimento, ha notato qualcosa sui suoi studenti.

"Quelli che sanno molto delle loro famiglie tendono a fare meglio quando affrontano le sfide", ha detto.

Suo marito era incuriosito e insieme a una collega, Robyn Fivush, decise di testare la sua ipotesi. Hanno sviluppato una misura chiamata "Lo sai?" scala che chiedeva ai bambini di rispondere a 20 domande.

Esempi inclusi: Sai dove sono cresciuti i tuoi nonni? Sai dove sono andati tua madre e tuo padre al liceo? Sai dove si sono conosciuti i tuoi genitori? Conosci una malattia o qualcosa di veramente terribile che è successo nella tua famiglia? Conosci la storia della tua nascita?

Il Dr. Duke e il Dr. Fivush hanno posto queste domande a quattro dozzine di famiglie nell'estate del 2001 e hanno registrato molte delle loro conversazioni a tavola. Hanno quindi confrontato i risultati dei bambini con una batteria di test psicologici che i bambini avevano eseguito e hanno raggiunto una conclusione schiacciante. Più i bambini conoscevano la storia della loro famiglia, più forte era il loro senso di controllo sulla loro vita, maggiore era la loro autostima e più credevano che le loro famiglie funzionassero. Il "Sapete?" scala si è rivelata il miglior indicatore singolo della salute emotiva e della felicità dei bambini.

"Siamo rimasti stupefatti", ha detto il dottor Duke.

E poi è successo qualcosa di inaspettato. Due mesi dopo era l'11 settembre. Come cittadini, il dottor Duke e il dottor Fivush erano inorriditi come tutti gli altri, ma come psicologi, sapevano che era stata data loro una rara opportunità: sebbene le famiglie che studiavano non fossero state direttamente colpite dal eventi, tutti i bambini avevano vissuto contemporaneamente lo stesso trauma nazionale. I ricercatori sono tornati indietro e hanno rivalutato i bambini.

"Ancora una volta", ha detto il dottor Duke, "quelli che sapevano di più sulle loro famiglie si sono dimostrati più resistenti, il che significa che potevano moderare gli effetti dello stress".

Perché sapere dove è andata a scuola tua nonna aiuta un bambino a superare qualcosa di così piccolo come un ginocchio sbucciato o di così grave come un attacco terroristico?

"Le risposte hanno a che fare con il senso di un bambino di far parte di una famiglia più grande", ha detto il dottor Duke.

Gli psicologi hanno scoperto che ogni famiglia ha una narrazione unificante, ha spiegato, e quelle narrazioni assumono una delle tre forme.

In primo luogo, la narrativa della famiglia ascendente: “Figliolo, quando siamo venuti in questo paese, non avevamo niente. La nostra famiglia lavorava. Abbiamo aperto un negozio. Tuo nonno andava al liceo. Tuo padre è andato al college. E ora tu. . "

La seconda è la narrativa discendente: “Tesoro, avevamo tutto. Poi abbiamo perso tutto».

"La narrazione più salutare", ha continuato il dottor Duke, "è la terza. Si chiama la narrativa familiare oscillante: "Caro, lascia che te lo dica, abbiamo avuto alti e bassi nella nostra famiglia. Abbiamo costruito un'azienda di famiglia. Tuo nonno era un pilastro della comunità. Tua madre era nel consiglio di amministrazione dell'ospedale. Ma abbiamo anche avuto delle battute d'arresto. Avevi uno zio che una volta è stato arrestato. Abbiamo bruciato una casa. Tuo padre ha perso il lavoro. Ma qualunque cosa accada, siamo sempre rimasti uniti come una famiglia.' ”

Il Dr. Duke ha detto che i bambini che hanno più fiducia in se stessi hanno quello che lui e il Dr. Fivush chiamano un forte "sé intergenerazionale". Sanno di appartenere a qualcosa di più grande di loro.

I leader in altri campi hanno trovato risultati simili. Molti gruppi usano ciò che i sociologi chiamano senso, la costruzione di una narrazione che spieghi di cosa tratta il gruppo.

Jim Collins, un esperto di gestione e autore di "Good to Great", mi ha detto che le imprese umane di successo di qualsiasi tipo, dalle aziende ai paesi, fanno di tutto per catturare la loro identità principale. Nei termini di Mr. Collins, "preservano il nucleo, mentre stimolano il progresso". Lo stesso vale per le famiglie, ha detto.

Il sig. Collins ha raccomandato alle famiglie di creare una dichiarazione di intenti simile a quella utilizzata dalle aziende e da altre organizzazioni per identificare i propri valori fondamentali.

I militari hanno anche scoperto che insegnare alle reclute la storia del loro servizio aumenta il loro cameratismo e la capacità di legare più strettamente con la loro unità.

Comandante David G. Smith è il presidente del dipartimento di leadership, etica e diritto presso l'Accademia navale ed esperto di coesione delle unità, il termine del Pentagono per il morale di gruppo. Fino a poco tempo fa, l'esercito insegnava la coesione delle unità "disumanizzando" gli individui, ha detto il comandante Smith. Pensa ai sergenti addestratori di bullismo in "Full Metal Jacket" o "Un ufficiale e un gentiluomo".

Ma in questi giorni i militari passano più tempo a costruire identità attraverso attività comuni. All'Accademia Navale, il comandante Smith consiglia ai laureandi di portare le matricole (o plebe) in arrivo in esercizi di costruzione della storia, come andare al cimitero per rendere omaggio al primo aviatore della marina o visitare l'aereo B-1 originale in mostra nel campus.

Il Dr. Duke ha raccomandato ai genitori di svolgere attività simili con i propri figli. Un numero qualsiasi di occasioni lavora per trasmettere questo senso della storia: vacanze, vacanze, grandi riunioni di famiglia, persino un giro al centro commerciale. Più la tradizione della famiglia è hoki, ha detto, più è probabile che venga tramandata. Ha menzionato l'abitudine della sua famiglia di nascondere tacchini congelati e zucca in scatola tra i cespugli durante il Ringraziamento, così i nipoti avrebbero dovuto "cacciare la loro cena", come i pellegrini.

"Queste tradizioni diventano parte della tua famiglia", ha detto il dottor Duke.

Decenni di ricerche hanno dimostrato che la maggior parte delle famiglie felici comunica in modo efficace. Ma parlare non significa semplicemente "parlare dei problemi", per quanto sia importante. Parlare significa anche raccontare una storia positiva su di sé. Di fronte a una sfida, le famiglie felici, come le persone felici, aggiungono semplicemente un nuovo capitolo alla loro storia di vita che mostra loro il superamento delle difficoltà. Questa abilità è particolarmente importante per i bambini, la cui identità tende a bloccarsi durante l'adolescenza.

La linea di fondo: se vuoi una famiglia più felice, crea, perfeziona e racconta la storia dei momenti positivi della tua famiglia e della tua capacità di riprenderti da quelli difficili. Questo atto da solo può aumentare le probabilità che la tua famiglia prosperi per molte generazioni a venire.


Storie

Le persone con più di 60 anni hanno perso quasi 1 miliardo di dollari in frodi e truffe online l'anno scorso. Scopri di più sui comuni schemi di frode che prendono di mira le persone anziane e suggerimenti pratici su come proteggere te stesso e i tuoi cari dai truffatori.

Uno sforzo innovativo e internazionale ha aperto le porte alle piattaforme di comunicazione crittografate su cui si basano le organizzazioni criminali.

In riconoscimento della Giornata nazionale dei bambini scomparsi, mettiamo in evidenza il lavoro dell'FBI per riportare a casa i bambini scomparsi, che siano scomparsi da giorni o decenni.

Un ritmo record di segnalazioni all'Internet Crime Complaint Center dell'FBI mostra quanto siano diventati pervasivi i crimini e le truffe abilitati alla tecnologia informatica.

Come parte di uno sforzo continuo per rendere l'Ufficio più rappresentativo e inclusivo, il nostro corridoio esecutivo ha subito una transizione costante per riflettere meglio le comunità che serviamo.

Più di 360 investigatori, analisti e scienziati dei dati stanno lavorando in dozzine di agenzie come parte della Procurement Collusion Strike Force per scoraggiare e rilevare i crimini che coinvolgono denaro federale.

Il direttore dell'FBI Christopher Wray ha ringraziato le forze dell'ordine della nazione per il loro lavoro nel mantenere le comunità al sicuro in osservazioni osservando la Settimana nazionale della polizia.

La natura sempre più insulare della minaccia terroristica è una sfida crescente, motivo per cui l'FBI punta ancora di più su due cose che sono state a lungo essenziali per il suo successo: le partnership e l'aiuto di un pubblico consapevole e informato.

Un'iniziativa per tradurre i manifesti dell'FBI in navajo illustra un modo in cui l'FBI ei nativi americani stanno lavorando insieme per risolvere i casi di persone indigene scomparse e assassinate.

Un uomo che ha utilizzato tecniche di phishing per rubare milioni di dollari in uno schema globale di compromissione della posta elettronica aziendale ha ricevuto una pena detentiva di 10 anni per i suoi crimini.

Mentre il paese osserva la Settimana nazionale dei diritti delle vittime di reato, scopri di più sull'assistenza e sui servizi che l'FBI fornisce alle vittime di reati e alle loro famiglie.

Stai pensando di fare una donazione a un comitato di azione politica per sostenere un problema o un candidato? Fai prima la tua ricerca: l'FBI sta vedendo un aumento delle segnalazioni di PAC potenzialmente fraudolenti.

Da un piccolo gruppo iniziato nel 1996 a un'organizzazione che conta oggi più di 75.000 persone, InfraGard riunisce rappresentanti del settore pubblico e privato per aiutare a proteggere le infrastrutture critiche della nostra nazione dagli attacchi.

Un impiegato della città di Filadelfia che avrebbe dovuto scovare corruzione e cattiva gestione sta scontando una pena detentiva federale per aver usato la sua posizione ufficiale per sollecitare e accettare tangenti.

Un quarto di secolo fa, gli agenti dell'FBI hanno fatto irruzione nella cabina del Montana di Theodore Kaczynski dopo che i suoi scritti sono stati usati per identificarlo come l'elusivo attentatore seriale che ha condotto un regno di terrore lungo anni che ha lasciato tre morti e quasi due dozzine di feriti.


La storia dei draghi

Per più di sette secoli, i draghi hanno avuto un ruolo nella tradizione e nella leggenda.

Anche se il tempo in cui i draghi sono apparsi per la prima volta nei miti non è noto con certezza, possono essere fatti risalire fino al 4000 a.C. circa. Si dice che i draghi siano stati in grado di vivere quasi ovunque, a seconda del tipo di drago menzionato. I loro habitat vanno dal centro della terra al centro dell'oceano. Potrebbero anche essere trovati nelle caverne, nel fuoco o in qualsiasi luogo buio e umido.

Storie di draghi appaiono nel corso della storia e quasi ogni cultura ha la propria idea sui draghi. Alcuni motivi potrebbero essere il ritrovamento di fossili di dinosauri. I draghi potrebbero essere usati per descrivere le ossa indescrivibili di creature sconosciute. Ci sono storie di draghi in ogni parte del mondo, ad eccezione dell'Antartico. Anche se non ci sono persone in Antartide, che in questo modo sembrerebbero attraenti per i draghi, il clima propone un problema per queste creature che amano il fuoco o vivono nell'acqua, ma non nell'acqua ghiacciata.

Un tipo di drago, o mostro marino, era temuto ai tempi di Cristoforo Colombo. Durante questo periodo in cui si pensava che il mondo fosse piatto, si diceva che questi draghi fossero ai margini della terra, in attesa di mangiare chiunque avesse osato navigare così lontano nell'oceano. Questa storia ha impedito a molte persone di esplorare ulteriormente il mondo. Sono state persino realizzate mappe che indicano il luogo in cui vivevano questi draghi. Sul bordo della mappa erano quasi sempre stampate le parole "Here Be Dragons".

I draghi sono apparsi anche in storie che risalgono al tempo degli dei nella mitologia. La storia di Perseo e del drago di Posdeidone racconta di una regina vanitosa che quasi sacrificò sua figlia al drago, se non fosse stato per Perseo.

I draghi compaiono maggiormente nelle fiabe e nei miti. Nella maggior parte dei casi il drago è il custode di qualche tesoro, oro e gioielli preziosi o una fanciulla disperata. Un cavaliere in queste storie deve venire a salvare la ragazza, oa recuperare le ricchezze. Per fare questo deve uccidere il drago.

Quasi tutti i bambini piccoli hanno sentito storie di draghi. Una storia che risale al Medioevo parla di un cavaliere, in seguito chiamato San Giorgio, che salvò una principessa da un drago e in cambio fu in grado di battezzare il popolo pagano al cristianesimo. La storia racconta che ogni anno a questo drago veniva sacrificata una fanciulla. Un anno in cui la principessa stava per essere sacrificata, San Giorgio decise di salvarla. Usando la sua spada, Ascalon, fu in grado di pugnalare il drago e poi ucciderlo. Questa potrebbe essere una delle storie eroiche più popolari che coinvolgono la morte dei draghi, anche se ce ne sono molte. La storia di San Giorgio e il Drago è stata raccontata per secoli e l'evento è stato persino dipinto dal grande artista Raffaello.

Come San Giorgio e il drago, sono state raccontate molte altre storie sui draghi e sugli eroi che li uccidono. Una storia come questa arriva dalla Norvegia. Il re lasciò sua figlia nel castello mentre partiva per un lungo viaggio. Le ha lasciato un piccolo drago per essere il suo guardiano. La principessa era scettica nei confronti delle minuscole creature, temendo che non potessero proteggerla. Tuttavia, il drago divenne presto un grande mostro. Ben presto divenne un guardiano troppo buono per la principessa quando divenne abbastanza grande da avvolgere il suo corpo intorno al castello e non permettere a nessuno di entrare o uscire da esso. Quando il re tornò a casa, nemmeno a lui fu permesso di entrare nel castello. L'unica cosa da fare era uccidere questo drago, quindi il re offrì il matrimonio di sua figlia a chiunque potesse uccidere questo drago. Nessun uomo in Norvegia era capace, ma un uomo in Svezia alla fine ha ucciso la bestia. Come sua ricompensa sposò la principessa e tornarono insieme in Svezia.

Un'altra storia parla di un altro giovane che ha combattuto un drago per la ricompensa di aver portato la figlia del re al suo padrone per il matrimonio. In questa storia Tristan viene ingannato da un altro uomo che vuole la principessa per sua moglie. Alla fine Tristan tagliò la lingua del drago come prova del suo successo e le bugie dell'altro uomo furono scoperte.

Ai tempi dei draghi in Inghilterra, chiunque uccidesse un drago veniva insignito del titolo di cavaliere. Nell'antica Roma, si pensava che i draghi custodissero i misteri della terra. I romani consideravano i draghi una fonte di conoscenza e li usavano come simboli di forza per le loro forze armate. Usavano due forme di draghi, una usata per l'eroismo, per proteggerli, e l'altra, un temibile drago, usato come minaccia.

Altre storie sui draghi riguardano più le dita dei piedi che i draghi stessi. Quante dita ha un drago è piuttosto significativo. Si dice che molti diversi tipi di draghi abbiano 3 dita. Si dice che i draghi a 4 dita siano i draghi della terra. Ma i draghi a 5 dita sono i più rispettati di tutti. Solo un re o un alto nobile aveva il privilegio di indossare un'immagine del drago a 5 dita. Anticamente se un contadino veniva visto indossare il simbolo del drago a 5 dita, veniva immediatamente messo a morte.

I draghi sembrano provenire da miti esagerati su enormi serpenti, lucertole o altri rettili. Un tipo di drago è in realtà chiamato Wyrm e ha una forma molto simile a un serpente, con una testa di drago. Un'altra forma più piccola di drago è chiamata dragonlet. Questi draghi sono anche velenosi e possono essere mortali. Nella storia The Dragonlet of St. Pilatus, solo un uomo con un brutto carattere e abilità con la spada è stato in grado di sconfiggere questo mostro che era solo all'altezza dell'eroe. In quasi tutte le culture e in tutta la storia ci sono storie di queste creature magiche chiamate draghi.

&copia Copyright 2004-2019, Kevin Owens. Prova il mio altro sito, Game Master Dice, che vende dadi in metallo, plastica e pietra. I tuoi nuovi dadi DnD preferiti ti stanno aspettando lì.


La nostra storia

La lussuosa casa di famiglia di George e Edith Vanderbilt è una meraviglia di eleganza e fascino, magnifica oggi come lo era più di un secolo fa. Conservata fedelmente e ricca di arredi originali e capolavori d'arte, nessun'altra residenza in America offre una visione più autentica e stimolante della vita dell'età dell'oro, mentre suggerisce che i Vanderbilt e i loro ospiti siano ancora a casa.

Un'eredità di eleganza e fascino

Dal 1895, Biltmore ha unito la bellezza naturale delle montagne e la maestosa casa e i giardini per sedurre, ispirare e consentire agli ospiti di fuggire dalla quotidianità.

Sequenza temporale

La nostra storia duratura

Eredità

La famiglia Vanderbilt

La nostra visione

Una parola da Bill Cecil

Benvenuto e grazie per il tuo interesse per Biltmore.

Quella che era iniziata come la tenuta del mio bisnonno continua a prosperare come un'esperienza senza tempo per gli ospiti di oggi. Dal 1895, Biltmore ha avuto la bellezza naturale delle montagne e la maestosa casa e giardini per ingannarci, ispirarci e permetterci di fuggire dalla quotidianità.

Biltmore è ancora a conduzione familiare e siamo ancora appassionati della nostra missione di conservazione attraverso l'autosufficienza, una filosofia abbracciata prima che fosse mai posta la prima pietra.

Rimaniamo autosufficienti attraverso l'innovazione, il pensiero creativo e l'ascolto degli ospiti che continuano a dirci che vogliono più modi per connettersi con Biltmore. Il vino è stata la nostra prima incursione nell'offrire un assaggio di Biltmore ora, puoi sperimentare la vita come ospite dei Vanderbilt nel nostro The Inn on Biltmore Estate ® a quattro stelle o un soggiorno più informale al Village Hotel on Biltmore Estate ® . Puoi anche reinventare il tuo ambiente con una linea di mobili per la casa, biancheria da letto e da bagno e cibi gourmet.

Proprio come inizialmente immaginato, Biltmore è tutto incentrato sulla casa: accogliere e celebrare la famiglia e gli amici ed estendere lo spirito di Biltmore oltre i nostri 8.000 acri. Era vero nel 1895 e lo è ancora oggi.


Storia

Sappiamo che Malcolm X, El Hajj Malik El Shabazz, ha raccontato la sua storia in modo veritiero.

La sua storia nel nostro ultimo numero, la questione del tecno-nazionalismo, spiega come la pandemia di coronavirus sembra accelerare lo scorrimento del Brasile verso uno stato di sorveglianza.

Questo è stato il tema dominante per anni, e questa è la storia del recente selloff e mini-rimbalzo che ne è seguito.

Al loro quarto appuntamento, hanno scritto una storia sugli alieni insieme.

La giornalista Tarryn Mento si unirà a noi mercoledì su VOSD at Home per parlare della sua storia.

La storia della fluorizzazione si legge come una favola postmoderna e la morale è chiara: una scoperta scientifica potrebbe sembrare un vantaggio.

Ma insieme al funk dei cartoni animati c'è una storia fin troppo reale di brutalità della polizia incarnata da un'orda di maiali malvagi.

Qualunque cosa dica l'FBI, i veritieri creeranno ipotesi alternative che cercheranno di sfidare la "storia ufficiale".

Nel suo tentativo di screditare la storia, il JPO ha inavvertitamente confermato questo fatto.

E l'estorsione ha molto più senso prima che una notizia raggiunga il telegiornale, non dopo.

Nient'altro che un estremo amore per la verità avrebbe potuto impedirmi di nascondere questa parte della mia storia.

Pochi istanti dopo è stato visto trascinare a terra il suo baule, mentre il signor Hitchcock terminava la sua storia sul ponte della caldaia.

Ovviamente qui sorge una tremenda domanda su come una storia dovrebbe essere trovata in Genesi XIV.

Durante le belle e ventose giornate autunnali, ha lavorato al suo difficile compito, il compito di raccontare una storia.

L'interesse della storia è ormai alla fine ma molto resta ancora prima della conclusione.



Commenti:

  1. Kurihi

    Si Certamente. Tutto quanto sopra è vero.

  2. Mac An Bhaillidh

    Sì, non un fico Questo non sembra una seria considerazione del problema!

  3. Sakus

    Pensiero meravigliosamente, molto utile

  4. Grokinos

    Solo questo è necessario.

  5. Jorden

    Bravo, questa brillante idea deve essere giusta

  6. Kajilrajas

    Forse



Scrivi un messaggio