Podcast di storia

CV-40 Stati Uniti Tarawa - Storia

CV-40 Stati Uniti Tarawa - Storia

(CV-40: dp. 27,100; 1. 888'0"; b. 93'0"; ew. 147'6"; dr.28'7"; s. 32,7 k. (tl.); cpl. 3.448 ; a. 12 5", 72 40 mm.; cl. Essex)

Il primo Tarawa (CV-40) fu impostato il 1 marzo 1944 presso il Norfolk Navy Yard, varato il 12 maggio 1945, sponsorizzato dalla signora Julian C. Smith, moglie del tenente generale Julian C. Smith, USMC, che comandò la 2a Divisione Marina a Tarawa; e commissionato l'8 dicembre 1945, il capitano Alvin Ingersoll Malstrom al comando.

Tarawa rimase nell'area di Norfolk fino al 15 febbraio 1946, quando salpò per l'addestramento allo shakedown nelle vicinanze di Guantanamo Bay, a Cuba, e tornò brevemente a Norfolk il 16 aprile prima di visitare New York nell'ultima parte del mese. Arrivò di nuovo a Norfolk il 30. Da allora fino alla fine di giugno, la nave da guerra completò la sua revisione post-shakedown. Il 28 giugno uscì da Hampton Roads diretta alla costa occidentale. Tarawa ha attraversato il Canale di Panama all'inizio di luglio e ha raggiunto San Diego il 15.

Dopo l'addestramento e la manutenzione, lasciò San Diego per un dispiegamento nel Pacifico occidentale. La portaerei raggiunse Pearl Harbor il 7 agosto e poco dopo continuò il suo viaggio verso ovest. Raggiunse Saipan il 20 agosto e operò nelle vicinanze delle Isole Marianne fino alla fine di settembre, quando si diresse verso il Giappone. Dopo uno scalo a Yokosuka tra il 28 settembre e il 3 ottobre e uno a Sasebo dal 7 all'11 ottobre, la portaerei ha preso il volo per la costa settentrionale della Cina. Arrivò nelle vicinanze di Tsingtao il 15 e operò in quella zona fino al 30 quando tornò alle Marianne. Il 7 novembre, la compagnia raggiunse Saipan e, per il resto del suo tour in Estremo Oriente, condusse operazioni nelle Marianne. L'unica eccezione fu un breve viaggio ad Okinawa e ritorno all'inizio di gennaio 1947, dopo di che partì da Guam il 14 per tornare a Pearl Harbor. La nave da guerra arrivò a Pearl Harbor il 24 gennaio e rimase nelle acque hawaiane fino al 18 febbraio, quando iniziò le esercitazioni della flotta nelle vicinanze di Kwajalein. Come unità della Task Force (TF) 57, ha partecipato ad attacchi di esercitazione di battaglia contro i vettori della TF 38 fino all'inizio di marzo. Tarawa è tornata a Pearl Harbor l'11 marzo per circa un mese; poi si diresse verso la costa occidentale e arrivò a San Francisco il 29 aprile.

Dopo più di 16 mesi di operazioni aeree da San Francisco e San Diego, Tarawa lasciò San Diego il 28 settembre 1948 e si imbarcò per una crociera intorno al mondo. Si fermò a Pearl Harbor alla fine della seconda settimana di ottobre e poi continuò il suo viaggio verso il suo primo scalo straniero, Tsingtao, in Cina. Il vettore arrivò lì il 29 ottobre e trascorse le successive cinque settimane osservando gli eventi nella Cina settentrionale lacerata dai conflitti. All'inizio di dicembre, si diresse a sud per le chiamate di libertà a Hong Kong e Singapore. La nave da guerra partì da quest'ultimo porto il 23 dicembre e si diresse verso la nuova Repubblica indipendente di Ceylon, arrivando alla sua capitale, Colombo, il 29 dicembre. Partendo da Ceylon il 2 gennaio 1949, si diresse verso il Golfo Persico per fare scalo in Bahrain e Jidda prima di attraversare il Canale di Suez il 20 e il 21. Lasciando Port Said, Tarawa continuò il suo viaggio in Grecia, Turchia e Creta. Da Soudha Bay, Creta, la nave da guerra ha attraversato il Mediterraneo l'8 febbraio. Il 12 e il 13 si fermò a Gibilterra per poi attraversare l'Atlantico. Il 21 febbraio terminò il suo viaggio a Norfolk, in Virginia. Da allora fino all'inizio dell'estate, la compagnia condusse normali operazioni lungo la costa orientale e nell'area caraibica . Dopo la revisione dell'inattivazione, Tarawa è stato messo fuori servizio il 30 giugno 1949 ed è stato attraccato con il gruppo di New York, AtlanticReserve Fleet.

Il suo ritiro, tuttavia, è durato meno di 18 mesi.

Il 30 novembre 1950, le fu ordinato di riattivare in risposta alla crescente necessità della Marina di navi da guerra, in particolare per le portaerei, per proseguire la guerra scoppiata in Corea l'estate precedente. Il 3 febbraio 1951, Tarawa fu rimessa in servizio a Newport, R.I., al comando del capitano J. H. Griffin. Sebbene riattivata in risposta alla guerra di Corea, Tarawa non fu mai in servizio in quel conflitto. Piuttosto, ha servito come sostituto nella 6a e 2dFlotta per i vettori spediti nella zona di guerra. Il 1 ottobre 1952 divenne una portaerei d'attacco e fu ribattezzata CVA 40. La nave da guerra finalmente raggiunse la zona di guerra asiatica nella primavera del 1954, ma molto tempo dopo che l'armistizio del luglio 1953 aveva posto fine alle ostilità.

La nave tornò sulla costa orientale nel settembre 1954 e riprese le normali operazioni. A dicembre, entrò nel cantiere navale di Boston per la revisione e la conversione in una portaerei per la guerra antisommergibile (ASW). Il 10 gennaio 1955, mentre era ancora in fase di conversione, fu rinominata CVS-40. Le sue modifiche furono completate quell'estate e, dopo lo shakedown, la portaerei operò intorno a Quonset Point, R.I., conducendo missioni di addestramento con gli squadroni aerei ASW con sede lì. Quell'autunno, partecipò agli esercizi con il gruppo Hunter-Killer 4 prima di tornare a Quonset Point per prepararsi all'esercizio "Springboard" del 1966.

Tarawa ha servito con la flotta atlantica per il resto della sua carriera attiva. Rimase sulla costa orientale, operando da Quonset Point e Norfolk e occasionalmente visitando l'area caraibica per gli esercizi. In generale, il suo compito consisteva in pattuglie di barriera contro la sempre più grande flotta di sottomarini e di superficie sovietici e incarichi di addestramento dei piloti per la flotta atlantica. Nel maggio del 1960, tuttavia, la carriera attiva di Tarawa giunse al termine. Fu dismessa e messa in riserva a Philadelphia, Pennsylvania, dove rimase fino alla fine degli anni '60. Durante il suo pensionamento, ricevette un ulteriore cambio di designazione quando divenne AVT-12 nel maggio 1961. Il 1 giugno 1967, il suo nome fu cancellato dall'elenco della Marina e, il 3 ottobre 1968, fu venduta alla Boston Metals Corp., Baltimora, Md., per la demolizione.


CV-40 Stati Uniti Tarawa - Storia

Più di 4.000 marinai e marine partirono da San Diego 7 febbraio 1998, per un dispiegamento di sei mesi a bordo della USS Tarawa (LHA 1), della USS Mount Vernon (LSD 39) e della USS Denver (LPD 9). Partirono da San Diego cinque giorni prima del previsto come parte di un accumulo di forze statunitensi nel Golfo Persico. Il Tarawa Amphibious Ready Group (ARG), composto da oltre 2.100 marines dell'11th Marine Expeditionary Unit (MEU), ha operato nel Pacifico occidentale, nell'Oceano Indiano e nel Golfo Persico. Tarawa ha condotto esercizi di certificazione delle operazioni speciali prima di partire per il loro decimo dispiegamento nel Pacifico occidentale. Mentre si profilava all'orizzonte la possibilità di un nuovo conflitto con l'Iraq, il Tarawa ARG si è lanciato direttamente nel Golfo Persico in 31 giorni, a una velocità media di 17 nodi. Proprio mentre l'ARG si avvicinava al Golfo, la minaccia svanì. Tuttavia, secondo il comandante, il gruppo anfibio 3, il transito ad alta velocità di 12.500 miglia ha stabilito un record e ha vinto il rispetto degli alti funzionari della Marina. La USS Tarawa ARG e l'11th MEU arrivarono nel Golfo Arabico l'11 marzo 1998. Tarawa, Denver e Mount Vernon sollevarono la USS Guam (LPH 9) ARG per continuare l'impegno per la sicurezza e la stabilità nella regione. All'inizio dell'estate del 1998 l'Amphibious Ready Group ha condotto un'operazione di evacuazione che ha salvato 250 persone dalla capitale dell'Eritrea, Asmara. Le tre navi sono tornate a casa 7 agosto dopo aver trascorso sei mesi dispiegato nel Pacifico occidentale, nell'Oceano Indiano e nel Golfo Persico.

14 agosto 2000 USS Tarawa Amphibious Ready Group (ARG), insieme al tredicesimo MEU, partì dalla stazione navale di San Diego per uno schieramento programmato di sei mesi nel Pacifico occidentale e nell'Oceano Indiano. Guidata dal capitano A.D. Wall, comandante dell'Amphibious Squadron Five, l'ARG a tre navi ha quasi 2.000 marinai a bordo della USS Tarawa, della USS Anchorage (LSD 36) e della USS Duluth (LPD 6). Il transito verso il Golfo Persico è stato evidenziato da una sosta a Tarawa, dove il 13° MEU ha tenuto una cerimonia sullo stesso terreno su cui i marines hanno combattuto nella seconda guerra mondiale. L'unità ha anche condotto una cerimonia al largo delle acque di Guadalcanal. Dal 14 al 16 settembre, il 13° MEU ha condotto un'operazione di assistenza umanitaria a Timor Est, scaricando più di 570 tonnellate di materiale via aereo e più di 430 tonnellate via mare. Nell'ottobre 2000, il mondo è rimasto scioccato dall'attentato terroristico dell'USS Cole, un cacciatorpediniere missilistico della Marina degli Stati Uniti, nel porto di Aden, nello Yemen. I marine furono immediatamente inviati per fornire sicurezza al cacciatorpediniere malconcio e al suo equipaggio, e assistere nell'Operazione Risposta determinata, il recupero della USS Cole. ARG ha segnato la sua casa di transito con fermate a Seychelles, Thailandia, Hong Kong e Iwo Jima.

13 febbraio 2001 La USS Tarawa è tornata a casa dopo un dispiegamento di sei mesi nel Golfo Persico.

Luglio 2002, la nave d'assalto anfibio sta attualmente partecipando al Rim of the Pacific (RIMPAC) 2002, esercitazione multinazionale di addestramento anfibio sulle coste delle Hawaii.

21-31 ottobre, LHA 1 ha partecipato a un COMPUTEX al largo della costa della California meridionale. Questo è un importante passo avanti nelle operazioni congiunte tra Tarawa ARG e 15th MEU durante i preparativi per un'imminente distribuzione.

6 gennaio 2003 La USS Tarawa partì da San Diego, insieme alla USS Rushmore LSD 47 e alla USS Duluth LPD 6, per un dispiegamento programmato di sei mesi.

13 luglio, la USS Tarawa ARG è tornata in patria dopo aver sostenuto le forze statunitensi e della coalizione durante l'Operazione Iraqi Freedom.

28 giugno 2004 La nave d'assalto anfibia si è fermata alla stazione navale di Pearl Harbor per prendere parte al RIMPAC 2004 nelle acque intorno alle isole Hawaii.

20 ottobre, l'equipaggio della nave d'assalto anfibio USS Tarawa con sede a San Diego ha dato il suo primo sguardo a FORCEnet, il processo di guerra navale di nuova generazione, durante l'esercizio Trident Warrior 04, dal 4 al 15 ottobre. Le navi del Tarawa Expeditionary Strike Group hanno partecipato a Trident Warrior mentre si dirigevano a nord per partecipare alle celebrazioni della Fleet Week a San Francisco. Le unità partecipanti includevano Expeditionary Strike Group (ESG) 1, 13th Marine Expeditionary Unit, Tarawa, USS Pearl Harbor (LSD 52), USS Cleveland (LPD 7), USS Chosin (CG 65) e USS John Paul Jones (DDG 53) .

Il 29 ottobre, il contrammiraglio Michael A. LeFever ha sostituito l'ammiraglio posteriore Robert T. Conway Jr. come comandante dell'Expeditionary Strike Group One durante una cerimonia tenutasi a bordo della USS Tarawa, presso la stazione navale di San Diego.

22 aprile 2005 USS Tarawa ha dato il via a un'esercitazione di addestramento pre-dispiegamento per Expeditionary Strike Group ESG 1, 14 aprile al largo della costa della California meridionale.

16 maggio, la nave d'assalto anfibio sta attualmente conducendo COMPTUEX nell'Oceano Pacifico.

Il 26 maggio, la USS Tarawa e l'ESG 1 hanno completato l'esercitazione dell'unità di addestramento composita al largo della costa della California meridionale. Il JTFEX è la prossima fase di addestramento da completare prima che il gruppo di sciopero si schieri entro la fine dell'estate.

2 giugno, Durante la cerimonia del cambio di comando tenutasi nell'hangar Bay, il capitano Peter Murphy ha sostituito il capitano John W. Riley come comandante della USS Tarawa.

Il 20 giugno, LHA 1 è tornato a San Diego dopo aver completato il JTFEX al largo della costa della California meridionale.

16 luglio, la USS Tarawa partì da San Diego per iniziare un dispiegamento programmato a sostegno della guerra globale al terrorismo.

22 luglio, la nave d'assalto anfibia è arrivata a Pearl Harbor per una visita di quattro giorni in porto.

29 luglio, Expeditionary Strike Group ESG 1 ha condotto con successo un'esercitazione di guerra antisommergibile (ASW) con la Forza di autodifesa marittima giapponese (JMSDF) dal 25 al 26 luglio al largo delle Hawaii. L'ammiraglia del gruppo d'attacco, la USS Tarawa, la nave da sbarco anfibia USS Cleveland, l'incrociatore missilistico USS Chosin, la fregata USS Ingraham e il sottomarino da attacco rapido USS Santa Fe, si sono uniti ai cacciatorpediniere JMSDF Myoko (DDG 175), Makinami (DD 112) e Akebono (DD 108). Anche i cacciatorpediniere giapponesi, che sono in dispiegamento di tre mesi per portarli dai porti di base in Giappone a San Diego e ritorno, sono stati soddisfatti dei risultati dell'esercitazione, che hanno chiamato Exercise Pacific Rainbow.

11 agosto, più di 150 marinai e marines di ESG 1 hanno collaborato con personale medico delle forze armate delle Filippine (AFP) e organizzazioni di soccorso civile in un'operazione di assistenza umanitaria nell'isola meridionale di Tawi Tawi dal 9 al 10 agosto. L'operazione congiunta di due giorni nelle piccole città di Batu Batu e Sanga Sanga ha fornito a quasi 3.000 residenti indigenti cure mediche e dentistiche e ha fornito alle scuole locali nuovi banchi, tavoli e librerie.

Il 15 agosto, la USS Tarawa ESG si è fermata a Darwin, in Australia, per uno scalo programmato.

Il 30 agosto, LHA 1 è entrata nell'area di operazioni del comando centrale delle forze navali degli Stati Uniti e ha sostituito la USS Kearsarge e il 26th MEU, in servizio in stazione, nel Golfo Persico.

Il 10 settembre, la USS Tarawa è entrata nel Mar Mediterraneo per partecipare all'esercitazione "Bright Star", un'esercitazione multinazionale che si tiene ogni due anni in Egitto. Bright Star è la più grande e significativa esercitazione militare della coalizione condotta dal Comando centrale degli Stati Uniti, dall'11 al 28 settembre, e include addestramento integrato su operazioni di sbarco anfibio, operazioni di evacuazione non combattente, artiglieria navale e operazioni di sicurezza marittima. Il passaggio attraverso la Suez è stato un evento storico per le quattro navi, che sono tutte navi della costa occidentale. Quasi 22 anni dopo il giorno in cui la Tarawa è diventata la prima nave importata dalla costa occidentale ad attraversare il canale (10 settembre 1983), "Big T" ha punteggiato il suo tredicesimo dispiegamento nel Pacifico occidentale con il suo secondo transito su Suez.

Il 10 ottobre, la USS Tarawa è entrata nel Golfo Persico dopo aver lasciato la costa al largo dell'Egitto nel Mar Mediterraneo.

Il 13 ottobre, LHA 1, LPD 7 e FFG 61 si stanno dirigendo verso la costa pakistana per essere in una posizione migliore per fornire ulteriore supporto alle missioni di soccorso umanitario dopo il catastrofico terremoto. Il terremoto di magnitudo 7,6, dell'8 ottobre, è stato il più potente a colpire il Paese nei suoi 58 anni di storia. Ci sono volute circa 40.000 vite. Le Nazioni Unite stimano che abbia sfollato altri 2,5 milioni di persone.

13 dicembre, la nave d'assalto anfibia è attualmente nell'Oceano Indiano per condurre operazioni di sicurezza marittima.

6 gennaio 2006 LHA 1 si è fermato a Jebel Ali, negli Emirati Arabi Uniti, per una visita programmata al porto.

Il 12 gennaio, la USS Tarawa è entrata nell'area operativa della 7a flotta in rotta verso il porto di San Diego dopo aver completato la missione assegnata nella regione della 5a flotta. L'ESG-1 ha passato il testimone all'ESG-8, un gruppo d'attacco con sede sulla costa orientale centrato a bordo della USS Nassau (LHA 4).

Il 21 gennaio, LHA 1 è partita da Singapore dopo uno scalo di due giorni.

Il 28 gennaio, il gruppo di spedizione di spedizione USS Tarawa One è partito da Hong Kong dopo una visita al porto di quattro giorni. ESG si è fermato a Pearl Harbor il 10 febbraio per un breve scalo.

20 febbraio, LHA 1 è tornato a San Diego dopo sette mesi di dispiegamento a sostegno della guerra globale al terrorismo.

31 marzo, la nave d'assalto anfibia è attualmente al largo della costa della California meridionale per prepararsi e valutare da parte dell'Afloat Training Group (ATG) le sue capacità di controllo dei danni dopo uno schieramento di sette mesi nel Pacifico occidentale.

Il 13 aprile, la USS Tarawa e gli elicotteri, assegnati ai "Blackjacks" dell'Helicopter Sea Combat Squadron Two One (HSC-21), effettuarono un trasferimento di munizioni dall'11 al 13 aprile, con la USS Bonhomme Richard (LHD 6).

21 luglio, il concetto di Expeditionary Strike Group della Marina ha compiuto un altro passo nella sua evoluzione quando la Marina ha sciolto l'ESG 1 in una cerimonia a bordo della sua ex nave ammiraglia, LHA 1, presso la base navale di San Diego. Nel suo ultimo dispiegamento, i 5.000 marinai e marines dell'ESG 1, comandati dal contrammiraglio Michael A. LeFever, hanno convalidato la bandiera adattiva e la struttura di comando e controllo ESG guidata da un ufficiale generale, completando missioni in tutto lo spettro delle operazioni di combattimento e umanitarie. Pertanto, la Marina manterrà ora uno staff ESG permanente nell'area operativa della 5a flotta degli Stati Uniti per imbarcare gruppi anfibi pronti (ARG) che entreranno nel teatro in futuro.

28 settembre, il capitano Donald R. Shunkwiler ha sostituito il capitano Peter Murphy come comandante della USS Tarawa. La nave d'assalto anfibia è attualmente in corso di addestramento al largo della costa della California meridionale.

28 novembre, LHA 1 è attualmente sulla costa occidentale e sta conducendo corsi di formazione di routine.

Il 12 febbraio 2007 il contrammiraglio Mark Balmert, comandante, Expeditionary Strike Group 5, ha assegnato alla USS Tarawa il Golden Anchor Award a bordo della nave.

26 marzo, la nave d'assalto anfibia, insieme alla nave della Marina messicana Usumacinta (A-412), ha condotto un addestramento di passaggio (PASSEX) al largo della costa di Mazatlan, in Messico.

20 aprile, la USS Tarawa sta attualmente conducendo operazioni di coperta al largo della costa della California meridionale.

5 luglio, dopo aver completato con successo oltre 10 esercitazioni durante un periodo di tre giorni, LHA 1 ha superato l'ispezione di supporto alla valutazione della prontezza della formazione a livello di unità (ULTRA-S) il 28 giugno.

11 settembre, la nave anfibia sta attualmente conducendo un'esercitazione di addestramento dell'unità composita (COMPUTEX) con l'11° MEU, della costa occidentale.

5 novembre, USS Tarawa partì dalla stazione navale di San Diego per un dispiegamento programmato nelle aree operative della 5a e 7a flotta degli Stati Uniti.

Il 3 dicembre, la USS Tarawa è arrivata al largo delle coste del Bangladesh, soccorrendo la USS Kearsarge (LHD 3) a sostegno delle operazioni di assistenza umanitaria/soccorso in caso di catastrofe (HA/DR) in corso.

Il 19 dicembre, LHA 1 è partita da Singapore dopo una visita al porto di sette giorni.

1 aprile 2008 La USS Tarawa, comandata dal capitano Brian Luther, è attualmente al largo della costa di Gibuti per condurre operazioni di sicurezza marittima (MSO).

2 maggio, la nave d'assalto anfibia si fermò a Fremantle, in Australia, per uno scalo programmato.

Il 13 maggio, LHA 1 è partita da Hobart, in Tasmania, dopo una visita al porto di tre giorni. La Tarawa è la prima grande nave a ponte a visitare Hobart in più di sei anni.

Il 26 maggio, la USS Tarawa si fermò a Pearl Harbor per un breve scalo e per prendere amici e familiari per una Tiger Cruise di ritorno al porto di origine.

3 giugno, la USS Tarawa è tornata a San Diego dopo un periodo di sette mesi in corso a sostegno delle operazioni Enduring e Iraqi Freedom. Questo è il quattordicesimo e ultimo dispiegamento della nave, prima del disarmo.

1 agosto, la nave d'assalto anfibia è partita da casa per partecipare a Fuerzas Alidas PANAMAX 2008, un'esercitazione multinazionale annuale per addestrarsi a difendere il Canale di Panama.

29 agosto, il "Bit T" è tornato in porto dalla sua ultima esercitazione operativa.

Il 6 novembre, LHA 1 ha completato il suo ultimo periodo di navigazione di tre giorni dopo un'esercitazione di passaggio (PASSEX), con la fregata della marina francese GS Prairial (F 731), al largo della costa della California meridionale.

4 dicembre, nella base navale di San Diego si è tenuta una cerimonia di disattivazione della USS Tarawa per onorare i suoi 32 anni di servizio nella Marina degli Stati Uniti.

31 marzo 2009 La USS Tarawa è stata ufficialmente dismessa e posta in stato di "Riserva".


TARAWA CVS 40

Questa sezione elenca i nomi e le designazioni che la nave aveva durante la sua vita. L'elenco è in ordine cronologico.

    Portaerei di classe Ticonderoga
    Chiglia posata il 1 marzo 1944 - varata il 12 maggio 1945

Coperture navali

Questa sezione elenca i collegamenti attivi alle pagine che mostrano le copertine associate alla nave. Dovrebbe esserci un insieme separato di pagine per ogni incarnazione della nave (cioè, per ogni voce nella sezione "Nome nave e cronologia delle designazioni"). Le copertine devono essere presentate in ordine cronologico (o nel miglior modo possibile).

Dal momento che una nave può avere molte copertine, possono essere suddivise in più pagine in modo che non ci voglia un'eternità per caricare le pagine. Ogni collegamento alla pagina dovrebbe essere accompagnato da un intervallo di date per le copertine su quella pagina.

Timbri postali

Questa sezione elenca esempi dei timbri postali utilizzati dalla nave. Dovrebbe esserci un insieme separato di timbri postali per ogni incarnazione della nave (ad esempio, per ogni voce nella sezione "Storia del nome e della designazione della nave"). All'interno di ogni set, i timbri postali devono essere elencati in ordine di tipo di classificazione. Se più di un timbro postale ha la stessa classificazione, allora dovrebbero essere ulteriormente ordinati per data di utilizzo più antico conosciuto.

Il timbro non deve essere incluso se non accompagnato da un'immagine in primo piano e/o dall'immagine di una copertina che mostra quel timbro. Gli intervalli di date DEVONO basarsi SOLO SULLE COPERTINE NEL MUSEO e si prevede che cambieranno man mano che verranno aggiunte altre copertine.
 
>>> Se hai un esempio migliore per uno qualsiasi dei timbri postali, non esitare a sostituire l'esempio esistente.


USS Tarawa (CV-40, poi CVA-40, CVS-40 e AVT-12)


Figura 1: USS Tarawa (CV-40) percorre le strade al Norfolk Navy Yard, Portsmouth, Virginia, dopo essere stata battezzata dalla signora Julian C. Smith il 12 maggio 1945. Copiato dal dattiloscritto "History of the Norfolk Navy Yard in World War II, " pag. 169. Il volume originale è nelle collezioni della Biblioteca del Dipartimento della Marina. Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 2: USS Tarawa (CV-40) 1946 circa. Fotografia della Marina degli Stati Uniti. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 3: USS Tarawa (CVA-40) in corso nel Mar Mediterraneo, a nord dello Stretto di Messina, Sicilia, il 18 dicembre 1952. Ha caccia F2H "Banshee" sulle sue catapulte. Fotografia ufficiale della Marina degli Stati Uniti, dalle collezioni del Centro storico navale. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 4: USS Tarawa (CVA-40) in corso, probabilmente nel Mar Mediterraneo il 18 dicembre 1952. Fotografia ufficiale della Marina degli Stati Uniti, dalle collezioni del Centro storico navale. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 5: Un caccia Grumman F8F "Bearcat" in atterraggio a bordo della USS Tarawa (CV-40) al tramonto, 4 novembre 1948, durante le operazioni nell'area del Pacifico occidentale. Fotografia ufficiale della US Navy, ora nelle collezioni degli Archivi Nazionali. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 6: caccia Vought F4U-5 "Corsair" della USS Tarawa (CV-40) vola in formazione sul Mediterraneo, 15 dicembre 1952. Fotografia ufficiale della US Navy, ora nelle collezioni degli Archivi Nazionali. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.

/>
Figura 7: USS Tarawa (CVA-40) si avvicina alle Chiuse Pedro Miguel, durante il transito nel Canale di Panama il 31 agosto 1954. Il vettore era in rotta di ritorno verso l'Atlantico nelle fasi finali della sua crociera mondiale dal settembre 1953 al settembre 1954. Nota il combattente Grumman F9F "Panther" in primo piano a destra. La maggior parte degli altri aerei visibili sono caccia "Cougar" ad ala a spazzata. Fotografia ufficiale della Marina degli Stati Uniti, dalle collezioni del Centro storico navale. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 8: USS Tarawa (CV-40) circa 1953-1954, luogo sconosciuto. Fotografia della Marina degli Stati Uniti. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 9: USS Tarawa a Sydney, Australia, 1954. Fotografia della Marina degli Stati Uniti. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 10: Due inseguitori S2F di VS-32 "Norvegesi" volano vicino a un iceberg durante la USS Tarawala crociera di agosto e settembre 1958 nell'Atlantico meridionale. Allyn Howard commenta: "Ero un membro dell'equipaggio aereo a bordo di uno degli S2F [in questa foto]. Stavamo partendo per un volo di routine e ci è stato detto di volare vicino all'iceberg per le foto. [. ] L'iceberg era un bellissimo colore blu verde [. ]" Tarawa se stessa può essere vista a malapena sullo sfondo a sinistra. Per gentile concessione di Allyn Howard, VS-32 e VS-22, 1957�. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.

Prende il nome da un atollo nelle Isole Gilbert che fu teatro di una delle battaglie più sanguinose della seconda guerra mondiale, la USS Tarawa era un 27.100 tonnellate Ticonderoga portaerei di classe che fu costruita dal Norfolk Navy Yard a Portsmouth, in Virginia, e fu commissionata l'8 dicembre 1945. La nave era lunga circa 888 piedi e larga 93 piedi, aveva una velocità massima di 33 nodi e aveva un equipaggio di 3.448 ufficiali e uomini. Tarawa era armato con 12 cannoni da 5 pollici, 32 cannoni da 40 mm e 46 cannoni da 20 mm e poteva trasportare circa 82 velivoli.

Dopo aver completato la sua crociera di shakedown all'inizio del 1946, Tarawa è stato assegnato alla flotta del Pacifico degli Stati Uniti nel mese di luglio. Dal luglio 1946 all'aprile 1947, Tarawa fu inviato nel Pacifico centrale e occidentale, facendo tappa a Saipan, nelle Isole Marianne e in Giappone. Tarawa visitò anche Tsingtao, Cina e Guam prima di tornare negli Stati Uniti. Mentre con sede a San Francisco, California, Tarawa pattugliato al largo della costa occidentale degli Stati Uniti e completato numerosi esercizi di addestramento. Il 28 settembre 1948, Tarawa lasciò San Diego, California, per una crociera che l'avrebbe portata in giro per la maggior parte del mondo. Si diresse a ovest e fece tappa in Cina, Singapore, Ceylon e nel Golfo Persico, per poi entrare nel Mediterraneo attraverso il Canale di Suez. Tarawa fece ulteriori tappe in Grecia, Turchia e Creta prima di lasciare il Mediterraneo e dirigersi verso gli Stati Uniti. Arrivò a Norfolk, in Virginia, nel febbraio 1949. Tarawa fu messo fuori servizio nel giugno 1949.

Tarawa fu richiamata in servizio attivo dopo l'inizio della guerra di Corea e fu rimessa in servizio il 3 febbraio 1951. Fu assegnata alla Sesta Flotta nel Mediterraneo e fu rinominata CVA-40 il 1 ottobre 1952. Dal settembre 1953 al settembre 1954, Tarawa girava il mondo, conducendo pattuglie nel Mediterraneo e nell'Estremo Oriente. Nel dicembre 1954, Tarawa entrò nel cantiere navale di Boston a Boston, nel Massachusetts, per una revisione e per essere convertito in una portaerei antisommergibile. Il 10 gennaio 1955, Tarawa è stata ri-designata CVS-40 e la sua conversione è stata completata entro l'estate di quell'anno.

Per i prossimi cinque anni, Tarawa serviva come piattaforma di guerra antisommergibile (ASW) che trasportava elicotteri e velivoli ASW a elica. Con sede principalmente a Norfolk, Virginia, Tarawa pattugliato lungo la costa orientale degli Stati Uniti e nei Caraibi. Tarawa ebbe l'importante compito di condurre pattuglie di barriera contro la crescente flotta di sottomarini e di superficie sovietici e assistette anche nell'addestramento di nuovi piloti della Marina per la flotta atlantica. Navi come Tarawa ha fornito una difesa credibile contro le navi da guerra sovietiche in un momento in cui la Guerra Fredda avrebbe potuto sfociare in una guerra di tiro in un dato momento.

Ma portaerei più nuove e più grandi stavano entrando nella flotta, quindi nel maggio 1960 Tarawa è stato dismesso per l'ultima volta. È stata inserita nella flotta della riserva atlantica a Filadelfia, in Pennsylvania, ed è stata riclassificata come trasporto aereo (AVT-12) nel maggio 1961. Ma Tarawa non servì mai da trasporto aereo e il 3 ottobre 1968 fu venduta per essere demolita. Anche se troppo tardi per servire nella seconda guerra mondiale, Tarawa e navi come lei erano la spina dorsale della flotta durante la Guerra Fredda e fornivano un'eccellente difesa contro una crescente minaccia navale proveniente dall'Unione Sovietica.


Dizionario delle navi da combattimento navali americane

Il primo Tarawa (CV-40) è stato impostato il 1 marzo 1944 presso il Norfolk Navy Yard, varato il 12 maggio 1945, sponsorizzato dalla signora Julian C. Smith, moglie del tenente generale Julian C. Smith, USMC, che comandava il 2d Marine Divisione a Tarawa e commissionata l'8 dicembre 1945, al comando il capitano Alvin Ingersoll Malstrom.

Tarawa rimase nell'area di Norfolk fino al 15 febbraio 1946, quando salpò per l'addestramento di shakedown nelle vicinanze di Guantanamo Bay, a Cuba, e tornò brevemente a Norfolk il 16 aprile, prima di visitare New York nell'ultima parte del mese. Arrivò di nuovo a Norfolk il 30. Da allora fino alla fine di giugno, la nave da guerra ha completato la sua revisione post-shakedown. Il 28 giugno, è uscita da Hampton Roads diretta verso la costa occidentale. Tarawa transitò per il Canale di Panama all'inizio di luglio e raggiunse San Diego il 15.

Dopo l'addestramento e la manutenzione, lasciò San Diego per un dispiegamento nel Pacifico occidentale. La portaerei raggiunse Pearl Harbor il 7 agosto e poco dopo continuò il suo viaggio verso ovest. Raggiunse Saipan il 20 agosto e operò nelle vicinanze delle Isole Marianne fino alla fine di settembre, quando si diresse verso il Giappone. Dopo uno scalo a Yokosuka tra il 28 settembre e il 3 ottobre e uno a Sasebo dal 7 all'11 ottobre, la portaerei ha preso il volo per la costa settentrionale della Cina. È arrivata nelle vicinanze di Tsingtao il 15 e ha operato in quella zona fino al 30 quando è tornata alle Marianne. Il 7 novembre, il vettore raggiunse Saipan e, per il resto del suo tour in Estremo Oriente, condusse operazioni nelle Marianne. L'unica eccezione fu un breve viaggio a Okinawa e ritorno all'inizio di gennaio 1947, dopo di che partì da Guam il 14 per tornare a Pearl Harbor. La nave da guerra arrivò a Pearl Harbor il 24 gennaio e rimase nelle acque hawaiane fino al 18 febbraio quando iniziò le esercitazioni della flotta nelle vicinanze di Kwajalein. Come unità della Task Force (TF) 57, ha partecipato ad attacchi di esercitazione di battaglia contro i vettori della TF 38 fino all'inizio di marzo. Tarawa tornò a Pearl Harbor l'11 marzo per circa un mese, quindi si diresse verso la costa occidentale e arrivò a San Francisco il 29 aprile.

Dopo più di 16 mesi di operazioni aeree da San Francisco e San Diego, Tarawa uscì da San Diego il 28 settembre 1948 e si imbarcò per una crociera intorno al mondo. Si fermò a Pearl Harbor alla fine della seconda settimana di ottobre e poi continuò il suo viaggio verso il suo primo scalo straniero, Tsingtao, in Cina. Il vettore è arrivato lì il 29 ottobre e ha trascorso le successive cinque settimane osservando gli eventi nella Cina settentrionale lacerata dai conflitti. All'inizio di dicembre, si diresse a sud per le chiamate di libertà a Hong Kong e Singapore. La nave da guerra partì da quest'ultimo porto il 23 dicembre e si diresse verso la Repubblica di Ceylon, recentemente indipendente, e arrivò nella sua capitale, Colombo, il 29 dicembre. Partendo da Ceylon il 2 gennaio 1949, si diresse verso il Golfo Persico per fare scalo in Bahrain e Jidda prima di transitare per il Canale di Suez il 20 e il 21. Lasciando Porto Said, Tarawa continuò il suo viaggio in Grecia, Turchia e Creta. Da Soudha Bay, Creta, la nave da guerra ha attraversato il Mediterraneo l'8 febbraio. Si è fermata la notte a Gibilterra il 12 e il 13 e poi ha attraversato l'Atlantico. Il 21 febbraio ha concluso il suo viaggio a Norfolk, Virginia. Da allora fino all'inizio dell'estate, il vettore ha condotto normali operazioni lungo la costa orientale e nell'area caraibica. Dopo la revisione dell'inattivazione, Tarawa è stato messo fuori servizio il 30 giugno 1949 ed è stato attraccato con il gruppo di New York, Atlantic Reserve Fleet.


La più grande lista di portaerei statunitensi, navi della marina militare USA, kit di modellini di navi in ​​scala, libri, film in DVD, storia.

Portaerei francese Bearn
la portaerei francese Barn, la prima portaerei francese a ponte intero, un ponte di volo completo con ascensori, una dettagliata resina isola/pila e velivoli fotoincisi, tra cui quattro caccia Dewoitine D-373 ad ala parasole, tre biplani Levasseur PL-101 bombardieri e tre aerosiluranti biplani Levasseur PL-7 marcature autentiche del 1934 e del 1939.

La USS Langley - entrata in servizio nel 1922 come prima portaerei americana - attraverso le battaglie della seconda guerra mondiale a Midway, nel Mar dei Coralli, nel Mare delle Filippine e in Nord Africa, questo libro ti guida attraverso la progettazione, lo sviluppo e il funzionamento degli aerei della Marina degli Stati Uniti vettori costruiti prima della seconda guerra mondiale

le portaerei della classe Essex, che divennero famose per il loro "Sunday Punch" di 36 aerei da combattimento, 36 bombardieri in picchiata e 18 aerosiluranti la classe Independence più leggera

La storia delle portaerei USS Wolverine e USS Sable - le uniche portaerei d'acqua dolce, con ruote a pale e a carbone al mondo - che erano basate al Navy Pier di Chicago durante la seconda guerra mondiale. A quel tempo, la Marina aveva bisogno di qualificare i piloti per le operazioni di portaerei e poiché le stazioni di addestramento nel Pacifico e nell'Atlantico sarebbero state soggette ad attacchi, fu deciso di addestrare i piloti sul Lago Michigan.

battaglie chiave a terra, in mare e in aria in siti come Singapore, Tarawa Atoll, Guadalcanal, la Battaglia del Mare delle Filippine, Midway, Kohima, Imphal, Iwo Jima e Okinawa.

Mentre segue i resoconti di prima mano dei piloti di attacchi aerei e combattimenti aerei attraverso il Pacifico, l'autore esplora la trasformazione critica della Marina degli Stati Uniti dalla sua enfasi prebellica sulle corazzate alla sua vittoria a Midway e oltre, quando le portaerei hanno posto fine alla tradizionale guerra navale, sebbene molti tra il pubblico, la stampa, l'esercito e persino la cerchia ristretta del presidente si rifiutassero di riconoscerlo.

L'USS America (CV-66), una superportaerei di classe Kitty Hawk che ha servito dal 1965 al 1996, aerei tra cui A-6 Intruders, E-2B Hawkeyes, F-14 Tomcats e F/A-18 Hornet

la USS Independence (CV-62) - una portaerei di classe Forrestal lanciata nel 1958

la storia del dirigibile rigido di seconda classe USS Macon (ZRS-5) - che, insieme alla sua nave gemella USS Akron (ZRS-4), era il più grande dirigibile riempito di elio mai costruito - e la sua capacità di volare portaerei, dalla sua costruzione nei primi anni '30 al suo lancio nel 1933 e alla sua scomparsa nel 1935.

La storia del primo dirigibile rigido USS Akron (ZRS-4) - che, insieme alla nave gemella USS Macon (ZRS-5), era il più grande dirigibile riempito di elio mai costruito - e la sua capacità di Portaerei volante della Marina, dalla sua costruzione alla fine degli anni '20 attraverso i suoi esperimenti con il lancio e l'atterraggio di aerei tramite trapezio e la sua scomparsa nel 1933.

A causa delle loro grandi dimensioni e della loro massa estrema, i dirigibili a terra della US Navy erano una proposta rischiosa che troppo spesso provocava danni alle navi e lesioni - o addirittura la morte - ai marinai americani. la USS Los Angeles a Lakehurst, la USS Macon a Moffett Field, la movimentazione a terra della nave K, la movimentazione ZPG 2 con muli meccanici

>"Mantieni l'America per primo in aria." La storia del dirigibile presenta dirigibili dell'esercito tra cui il TC-13 dotato di cestello spia, il semirigido RS-1 e l'USS Macon. Blimps Go to Town mette in evidenza l'intera flotta di dirigibili della Marina del 1937. Finally, Blimp Patrol, produced in Brazil, shows blimps in combat and rescue.

The decision to retain airships in the U.S. Navy following WWII returned old K-ships to duty and inspired development of the more capable tri-tail ZS2G-1 and the larger "Nan" generation, including the ZPN-1, the ZPG-2 and the ZPG-3W. See the triumphs and tragedies of these airships from 1945-1962 and also learn of current plans to return airships to Naval service.

U.S. Navy F9C Sparrowhawks practice their "takeoffs" and "landings" from the giant USS Akron and USS Macon airships, which were truly the aircraft carriers of the sky.

The USS Macon, the U.S. Navy's "aircraft carrier in the sky" is expertly detailed right down to the giant craft's gondola, engines and the F9C-2 Sparrowhawk hanging from the trapeze.

The 1920s saw bold innovations in aeronautics as the Europeans built a fleet of rigid airships. the story of how the United States tried to keep up, first by trying to purchase airships overseas then by building the USS Shenandoah, a copy of a German Zeppelin. Finally, war reparations enabled the U.S. to purchase the USS Los Angeles, the most successful U.S. airship, which served as an aeronautical test bed, observatory, naval scout and flying aircraft

In driving rain, a Fairey Swordfish - the Fleet Air Arms' premier torpedo-bomber at the outbreak of World War II - prepares for takeoff from a Merchant aircraft carrier (MAC) to protect a North Atlantic convoy.

SBD Dauntlesses and F4F Wildcats from the aircraft carrier USS Ranger (CV-4) attack German shipping in Norway's Bodo harbor on October 4, 1943.

F-14A Tomcats from Fighter Squadron 2 (VF-2) - the "Bounty Hunters" from Miramar, California - surpass the speed of sound as they thunder by the aircraft carrier USS Ranger (CV-61).

Sopwith Camels, each carrying 250-pound bombs, take to the skies from HMS Furious - the first dedicated aircraft carrier in the world - on a raid against the German Zeppelin sheds at Tondern. Carried out on July 19, 1918, this was the first successful bombing raid ever to be launched from a carrier.

The Chance-Vought F4U Corsair was arguably the finest naval aviation fighter of its era. With a kill ratio of 11-to-1 in WWII combat, the Corsair proved superior in the air to almost every opposing aircraft it encountered

Without Wings
NAZI German Aircraft Carrier
Softbound Book
The Story of Hitler's Aircraft Carrier
Burke. This book presents the complete history of Hitler's sole aircraft carrier, the Graf Zeppelin, which, at 861 feet, was the largest ship ever built by Nazi Germany. You'll see her 1938 launch, her move to the waters of occupied Poland for protection from Allied bombers, her sinking in April, 1945, and the 2006 discovery of the wreck in the Baltic Sea. 112 pages, B&W photographs, 6"x 9", softcover.

model kits, aircraft carrier, aircraft carriers, model, models, model ships, model ship kits, us navy, military, ship, ships, scale models

Game, Set, Match, Checkmate 211
Aviation Art.

Philip West. This print depicts the F-8E Crusader of Cmdr. Harold "Hal" Marr along with his wing man, Lt.(JG) Phil Vampatella, as they make a high speed, low level victory fly-by alongside the deck of the USS Hancock on June 12, 1966. The Crusaders of VF-211, known as the Checkmates, achieved the admirable record of being the highest scoring F-8 Squadron of the Vietnam War. 32"x 24" limited edition print is signed and numbered by the artist.

A complete list of US Navy Aircraft Carriers

March 21, 2003 -- The day is coming when Midway will begin her final tour of duty on the South side of Navy Pier in San Diego. She will mark San Diego's first major new visitor attraction in more than 20 years. She'll serve as the cornerstone of the revitalized North Embarcadero, the gateway to downtown. She'll join the Star of India and other historic and visitor attractions along the waterfront.

We are currently planning to begin towing this great ship to San Diego from Bremerton Washington later this summer. She will stop on the way and be spruced up for her debut in San Diego in Fall 2003!

In addition, our museum planning committee has completed its plan for opening-day, exhibits, features and demonstrations. In support of exhibits aircraft restoration is underway! Our first aircraft, an E-2C, has been fully restored. Work is also underway on our A-7 and A-6.

We have also begun collecting photographs and cruise books for exhibit aboard MIDWAY. If you would like to consider donating artifacts to our collection, visit our Web site.

Please note: The background picture on this page was taken when I was stationed on the
USS Kitty Hawk in 1977-1978 in the Western Pacific.
C. Jeff Dyrek, Webmaster.


Early service

Tarawa remained in the Norfolk area until 15 February 1946, when she sailed for shakedown training in the vicinity of Guantanamo Bay Naval Base, Cuba, and returned briefly to Norfolk on 16 April, before visiting New York in the latter part of the month. She arrived at Norfolk once again on 30 April. From then until late June, the warship completed her post-shakedown overhaul. On 28 June, she exited Hampton Roads bound for the west coast. Tarawa transited the Panama Canal early in July and reached San Diego, California on 15 July.

Following training and upkeep, she left San Diego for a deployment to the western Pacific. The aircraft carrier reached Pearl Harbor on 7 August and soon thereafter continued on her voyage west. She reached Saipan on 20 August and operated in the vicinity of the Mariana Islands until late September when she headed for Japan. After a stop at Yokosuka from 28 September – 3 October and one at Sasebo from 7–11 October, the aircraft carrier got underway for the northern coast of China. She arrived in the vicinity of Tsingtao on 15 October and operated in that area until 30 October when she headed back to the Marianas. On 7 November, the carrier reached Saipan and, for the remainder of her Far Eastern tour, conducted operations in the Marianas. The only exception was a brief voyage to Okinawa and back early in January 1947, after which she departed Guam on 14 January to return to Pearl Harbor. The warship arrived in Pearl Harbor on 24 January and remained in Hawaiian waters until 18 February when she got underway for fleet exercises in the vicinity of Kwajalein. As a unit of Task Force 57 (TF 57), she participated in battle practice attacks upon the carriers of TF 38 until early March. Tarawa returned to Pearl Harbor on 11 March for about a month, then headed for the west coast and arrived in San Francisco on 29 April.

After more than 16 months of air operations out of San Francisco and San Diego, Tarawa stood out of San Diego on 28 September 1948 and embarked upon a cruise most of the way around the world. She stopped at Pearl Harbor at the end of the second week in October and then continued her voyage on to her first foreign port of call, Tsingtao, China. The carrier arrived there on 29 October and spent the next five weeks observing events in strife-torn northern China. Early in December, she headed south for liberty calls at Hong Kong and Singapore. The warship departed the latter port on 23 December and headed for the newly independent Republic of Ceylon, and arrived at its capital, Colombo, on 29 December. Departing Ceylon on 2 January 1949, she steamed toward the Persian Gulf to call at Bahrain and Jeddah before transiting the Suez Canal on 20–21 January. Leaving Port Said, Tarawa continued her voyage to Greece, Turkey, and Crete. From Souda Bay, Crete, the warship headed across the Mediterranean on 8 February. She stopped overnight at Gibraltar on 12–13 February and then started out across the Atlantic. On 21 February, she ended her voyage at Norfolk. From then until early summer, the carrier conducted normal operations along the east coast and in the Caribbean area. After inactivation overhaul, Tarawa was placed out of commission on 30 June 1949 and was berthed with the New York Group, Atlantic Reserve Fleet.

Recommissioning

Her retirement, however, lasted less than 18 months. On 30 November 1950, she was ordered reactivated in response to the Navy's urgent need for warships – particularly for aircraft carriers – to prosecute the war which had erupted in Korea the previous summer. On 3 February 1951, Tarawa was recommissioned at Newport, Rhode Island, Captain J. H. Griffin in command. Though reactivated in response to the Korean War, Tarawa never saw service in that conflict. Rather, she served as a replacement in the 6th and 2nd Fleets for carriers dispatched to the war zone. On 1 October 1952, she became an attack aircraft carrier, and was redesignated CVA-40. The warship finally made it to the Asiatic war zone in the spring of 1954, but long after the July 1953 armistice had ended hostilities.

The ship returned to the east coast in September 1954 and resumed her normal operations. In December, she entered the Boston Naval Shipyard for overhaul and conversion to an antisubmarine warfare (ASW) aircraft carrier. On 10 January 1955, while still undergoing conversion, she was redesignated CVS-40. Her alterations were completed that summer and, after shakedown, the carrier operated around Quonset Point, Rhode Island, conducting training missions with the ASW air squadrons based there. That fall, she participated in exercises with Hunter-Killer Group 4 before returning to Quonset Point to prepare for the 1956 Springboard exercise.

In August and September 1958, Tarawa was part of Navy Task Force 88 (TF 88) during Operation Argus, which was involved in conducting nuclear tests in the very high atmosphere.

Tarawa served with the Atlantic Fleet for the remainder of her active career. She remained on the east coast, operating out of Quonset Point and Norfolk and occasionally visiting the Caribbean area for exercises. In the main, her duty consisted of barrier patrols against the increasingly large Soviet submarine and surface fleet and assignments training pilots for the Atlantic Fleet. In May 1960, however, Tarawa ' s active career come to an end. She was decommissioned and placed in reserve at Philadelphia, where she remained until the late 1960s. During her retirement, she received one more change in designation when she became AVT-12 in May 1961. On 1 June 1967, her name was struck from the Naval Vessel Register, and on 3 October 1968, she was sold to the Boston Metals Corporation, Baltimore, Maryland for scrapping.


CV-40 U.S.S. Tarawa - History

U.S. Navy aircraft carriers intended to operate with the main fleet were numbered in the "CV" series, which was originated as part of the cruiser ("C") group of designations. During and after World War II, ships in the CV series were frequently given modified designations, including CVA (attack aircraft carrier), CVAN (nuclear-powered attack aircraft carrier), CVB (large aircraft carrier), CVL (small aircraft carrier), CVN (nuclear-powered aircraft carrier), CVS (anti-submarine warfare support aircraft carrier) and CVT (training aircraft carrier). All of these expanded designations were numbered in the original CV series.

World War II also generated a separate number series for aircraft carriers that were intended for auxiliary purposes such as escorting convoys, transporting aircraft and other missions which did not require the high speed of the CV series ships. Originally called Aircraft Escort Vessels (AVG), then Auxiliary Aircraft Carriers (ACV), they were finally termed Escort Aircraft Carriers (CVE). During the mid-1950s, many CVEs were redesignated as Escort Helicopter Aircraft Carriers (CVHE) and Utility Aircraft Carriers (CVU). These retained their original CVE series numbers.

This page provides the hull numbers of all U.S. Navy aircraft carriers numbered in the CV series, with links to those with photos available in the Online Library.

See the list below to locate photographs of individual aircraft carriers.

If the aircraft carrier you want does not have an active link on this page, contact the Photographic Section concerning other research options.

Colonna sinistra --
Aircraft Carriers numbered
CV-1 through CV-40:

Right Column --
Aircraft Carriers numbered
CVB-41 through CVN-76:

  • CVB-41 : Midway (1945-____),
    later CVA-41 and CV-41
  • CVB-42 : Franklin D. Roosevelt (1945-1978), later CVA-42 and CV-42
  • CVB-43 : Coral Sea (1947-1993),
    later CVA-43 and CV-43
  • CV-44 : Unnamed (cancelled January 1943)


The Tarawa was reclassified as a CVA-40 in late 1952. The following September it began a year of cruising eastward around the globe, participating in operations in the Mediterranean and the Far East during its voyage. It also represented the U.S. during the ceremonies commemorating the Battle of the Coral Sea in Australia during the voyage. The Tarawa arrived at NAS Quonset Point, Rhode Island to the sound of the Newport Navy Band playing “Old Lang Syne.” The band aboard the ship responded with “It’s Been a Long Time.” Once it had returned to the Atlantic, the vessel was converted to a support aircraft carrier for anti-submarine warfare. Once the conversion was complete, in January of 1955, it took part in an operation along the east coast and the Caribbean, involved with amphibious helicopter and anti-submarine warfare exercises. In mid-1960, the USS Tarawa was decommissioned and placed in the Atlantic Reserve Fleet in Philadelphia, Pennsylvania. The following year it was redesignated as an aircraft transport with a new hull number, AVT-12, but it was never used for that purpose. The USS Tarawa received its final decommission in June of 1967. It was finally sold for scrap in October of 1968.

Although an essential component of the naval fleet, even today, aircraft carriers also pose a lasting health risk to soldiers serving on them. Unfortunately, products containing asbestos were common, especially on older ships, because of the material’s high resistance to heat and fire. Despite its value as an insulator, asbestos fiber intake can lead to several serious health consequences, including mesothelioma, a devastating cancer without cure. Current and former military personnel who came into contact with these ships should seek immediate medical attention in order to detect possible health consequences associated with asbestos exposure. Riferimenti:


Post decommissioning status [ edit | modifica sorgente]

Tarawa laid up at Pearl Harbor, 2013.

Tarawa was transferred by the USNS Salvor to the Naval Inactive Ship Maintenance Facility at Middle Loch, Pearl Harbor, where she sits today. Tarawa in Category B Reserve to satisfy Marine Sealift Requirements. Β] In May 2013, the USS Ranger Foundation was looking into the possibility of acquiring USS Tarawa to turn into a museum since they were unable to meet the Navy's deadline to acquire USS Ranger. Γ] [ fonte inaffidabile? ]


Guarda il video: Was Tarawa Necessary? with Dr. Daniel Rogers (Ottobre 2021).