Podcast di storia

Sito Archeologico di Atapuerca (UNESCO/NHK)

Sito Archeologico di Atapuerca (UNESCO/NHK)

>

Le grotte della Sierra de Atapuerca, in Spagna, contengono una ricca documentazione fossile dei primi esseri umani in Europa, da quasi un milione di anni fa e che si estende fino all'era volgare. Rappresentano un'eccezionale riserva di dati, il cui studio scientifico fornisce informazioni inestimabili sull'aspetto e il modo di vivere di questi remoti antenati umani.

Fonte: TV UNESCO / © NHK Nippon Hoso Kyokai
URL: http://whc.unesco.org/en/list/989/


Atapuerca, provincia di Burgos

Atapuerca (Pronuncia spagnola: [ataˈpweɾka] ) è un comune e una città situata nella provincia di Burgos, Castiglia e León, in Spagna. Comprende il sito archeologico di Atapuerca ed è famoso per i suoi siti archeologici preistorici. [2] Il comune di Atapuerca è formato da due villaggi: Atapuerca (sede o capitale) e Olmos de Atapuerca.

La piccola città ospita un evento annuale di corsa campestre, la Cross de Atapuerca, che attira oltre 2000 corridori ogni anno. [3]

Atapuerca è anche sul Cammino Francese (in spagnolo: Camino Frances) sul Cammino di Santiago.

Per un po' l'esercito spagnolo ha avuto una struttura di addestramento per armature (carri armati) nelle vicinanze.


Questa sezione consente di accedere a tutti i contenuti in modo personalizzato, secondo i propri interessi particolari e il proprio profilo socio-demografico.

Professionisti Innovazione nella cultura

Recensioni della comunità

Ho visitato questo WHS a maggio 2016. Qualsiasi straniero che visiti questo WHS non lo visiterà per caso. Devi fare uno sforzo per capire quale sito è un museo generale sull'archeologia (CAREX), quale sito è un centro visitatori su Atapuerca ma non contiene nessuno dei resti che danno a questo sito il suo OUV (CAYAC - da dove tutti i tour agli yacimientos partenza), che tu voglia o meno visitare fisicamente la zona centrale di questo WHS per vivere un vero sito di scavi archeologici e un'interessante lezione in spagnolo insieme ad alcuni pannelli informativi in ​​inglese, o se visitare il Museo de la Evolución Humana a Burgos per vedere i reperti più importanti degli yacimientos di Atapuerca. Ho deciso di fare tutto quanto sopra dato che in realtà ho dormito ad Atapuerca mentre facevo il Camino Frances e ho trascorso 3 notti a Burgos, quindi ho avuto abbastanza tempo. Prima di arrivare a piedi ad Atapuerca, ho notato che c'era un sentiero di 3 km appena prima di entrare in città, di fronte al WHS non ufficiale dell'UNESCO che puntava al museo CAREX. Non mi è dispiaciuta una deviazione di 3 km soprattutto perché sono anche appassionato di birdwatching, quindi ho camminato fino al Mirador sopra gli Yacimientos de Atapuerca. Questo non è pubblicizzato da nessuna parte, probabilmente per guadagnare di più attraverso i tour organizzati e per ridurre la quantità di persone che camminano lungo la stretta strada accidentata a una corsia che porta agli yacimientos, che viene utilizzata anche dai pullman che trasportano le persone dal centro visitatori CAYAC agli Yacimientos. In questo modo potresti effettivamente visitare la zona centrale e vedere da lontano i siti di scavo (e le impalcature!) di Atapuerca. Recentemente però non solo l'impalcatura è stata coperta da una tettoia provvisoria, ma l'intera trincea ferroviaria, il che significa che molto probabilmente vedrai sempre i siti di scavo all'ombra. A meno che non porti con te un binocolo, secondo me da qui non potrai apprezzare i piccoli dettagli e la geologia che sono spiegati bene sui pannelli informativi posti sotto ma almeno è gratis, è più veloce e salterai il giro in spagnolo. Puoi anche visitare in auto e parcheggiare vicino alla guardia di sicurezza ma non lo consiglierei a causa delle condizioni della strada. Non ero per niente soddisfatto di questa visita veloce così ho chiamato per telefono CAYAC e mi sono prenotato un tour agli Yacimientos con partenza dal Museo de la Evolucion Humana di Burgos. Ciò includeva il trasporto, il tour agli Yacimientos e l'ingresso al museo CAREX di Atapuerca per 10 euro. Puoi anche scegliere di visitare il museo di Burgos + il tour solo agli Yacimientos. Tutto è chiuso il lunedì, quindi tienilo a mente. Ho anche pagato 4 euro per visitare l'ottimo museo di Burgos e siccome alle 10 sono stato il primo visitatore, ho potuto facilmente fotografare (di solito ci sono persone di guardia per evitarlo per motivi commerciali) dei resti di Atapuerca che sono veramente di OUV per la loro importanza archeologica. I resti più importanti sono le ossa dell'Homo heidelbergensis (foto) rinvenute nella fossa delle ossa ad Atapuerca. C'è un intero piano dedicato ad Atapuerca e l'ultimo piano ha un'interessante mostra permanente con figure 3D molto realistiche che mostrano come erano i nostri antenati e repliche dei più importanti reperti di ominidi scoperti in tutto il mondo. Inoltre c'era una mostra molto interessante sull'arte preistorica più importante trovata in tutto il mondo (la maggior parte sono WHS UNESCO). Verso le 11:30 un autobus ci ha trasportato al CAYAC dove molti altri si sono uniti al nostro gruppo (il numero minimo per visita è fissato a 20 persone, la maggior parte dei visitatori erano spagnoli). Le giovani guide qualificate sono studenti universitari/laureati che hanno approfondito l'archeologia e alcune hanno anche partecipato agli scavi archeologici di Atapuerca. Anche se il mio spagnolo è limitato, potrei seguire l'essenza di ciò che è stato detto e perché la geologia di Atapuerca è così importante. È un vero peccato che non vengano organizzati tour in inglese ma almeno ci sono pannelli informativi in ​​inglese accanto ai 3 siti principali degli yacimientos. L'unica cosa strana del tour è che dopo la visita negli yacimientos, rimani a Ibeas de Juarros dove non c'è niente da fare se non pranzare in uno dei due ristoranti della città. Per fortuna ho fatto amicizia con altri visitatori e abbiamo pranzato insieme ma avrebbe molto più senso avere la possibilità di tornare a Burgos o direttamente al museo CAREX. Dopo pranzo, la nostra prossima tappa è stata il museo CAREX che è piuttosto interessante (anche se principalmente orientato a intrattenere i bambini e le gite scolastiche) per avere una panoramica generale ma non ha nulla a che fare con il WHS o il suo OUV. Dopo essere stato riportato al museo di Burgos, ho passato un paio d'ore a girovagare per il museo perché il biglietto è valido per l'intera giornata. Tutto sommato, sono contento di aver visitato ogni singolo sito/museo per avere un'immagine olistica di Atapuerca come WHS, ma se hai poco tempo, vai per Yacimientos + il museo di Burgos.


Arte rupestre preistorica della Spagna & Francia

NOTA: Una lista d'attesa per questo tour è ora aperta. Per essere aggiunto alla lista e avvisato se lo spazio diventa disponibile per questa partenza, contattaci al numero 800-748-6262 o invia un'e-mail a [email protected]

Indaga sulle grotte preistoriche più straordinarie dell'Europa sudoccidentale, tra cui Lascaux IV, una nuova, esatta riproduzione di uno dei siti preistorici più straordinari mai scoperti, Altamira II, una replica precisa dell'originale che viene spesso chiamata la "Cappella Sistina dell'Arte Preistorica" ​​Atapuerca, il sito umano più significativo dell'Europa occidentale Grotta di Las Monedas e Cueva del Castillo, dove sono state dipinte e incise 455 somiglianze di animali circa 22.000-14.000 anni fa, ma altri motivi come stencil a mano e punti rossi sono stati datati a più di 40.000 anni fa, il che significa che potrebbero essere stati realizzati da Neanderthal Cougnac, che presenta dipinti di megaloceros estinti e mammut Pech Merle, noto per le sue "impronte di mani negative" e altri.

Viaggia con l'autore archeologico di fama mondiale Paul Bahn, un docente dotato e popolare che conduce regolarmente tour per studiare la preistoria di Spagna e Francia, incluso questo programma. Dr. Bahn migliorerà la tua comprensione dei siti con conferenze e discussioni informali.

Visita i musei archeologici ed etnografici con superbe mostre di manufatti preistorici, tra cui il Museo dell'evoluzione umana a Burgos, il Museo di Altamira, il Museo di Les Eyzies e il Museé d'Aquitaine, oltre alle collezioni d'arte moderna del Museo Guggenheim di Bilbao.

Esplora incantevoli villaggi e città, tra cui Santillana del Mar e San Sebastian.

Goditi eccellenti sistemazioni in hotel raffinati e locande di charme, oltre a ottimi vini e cucina.

Prezzo:
$ 7.995 a persona in camera doppia
$ 8.745 a persona in camera doppia
Supplemento singola $1,165 (disponibilità limitata)

Supplemento camera singola verrà addebitato quando richiesto o richiesto. Con meno di 10 partecipanti, può essere aggiunto un supplemento per piccoli gruppi.

Altamira Bison © publicdomain

Cervo gigante di Lascaux. © HTO

Lascaux replica pittura. © Jack Versloot

Bisonte ad Altamira. © Thomas Quine

Font-de-Gaume, ingresso della grotta, Francia © Jane Waldbaum

Itinerario

mercoledì 22 settembre 2021

Partenza per la Spagna
giovedì 23 settembre

Arrivo a Bilbao | Tour a piedi di Santillana del Mar | Cena di benvenuto
venerdì 24 settembre

Altamira II | Museo Altamira | Grotte di Las Monedas e Cueva del Castillo | Santillana del Mar
sabato 25 settembre

Grotta Covalanas | Bilbao: Museo Guggenheim
domenica 26 settembre

Atapuerca | Burgos: Cattedrale, Museo dell'evoluzione umana | Bilbao
lunedì 27 settembre

San Sebastian | Bordeaux, Francia: tour a piedi
martedì 28 settembre

Bordeaux: Musée d'Aquitaine | Coppia non coppia | Les Eyzies-de-Tayac
mercoledì 29 settembre

Museo di Les Eyzies | Cap Blanc | Font-de-Gaume | Les Eyzies
giovedì 30 settembre

Cougnac | Sarlat | Rouffignac | Abri Pataud | Les Eyzies
venerdì 1 ottobre

Lascaux IV | Le Thot | Lascaux II | Les Eyzies
sabato 2 ottobre

Pech Merle | Vers | Tolosa: tour a piedi​​​​​​​
domenica 3 ottobre

Niaux | Tolosa: cena d'addio
lunedì 4 ottobre

Visualizza l'itinerario dettagliato

(B)=Colazione, (L)=Pranzo, (D)=Cena

mercoledì 22 settembre 2021

Partenza per la Spagna

Arrivo Bilbao | Tour a piedi di Santillana del Mar | Cena di benvenuto
Arrivando a Bilbao, in Spagna (BIO) al mattino o nel primo pomeriggio, prendi un trasferimento di gruppo (ora da definire) per l'affascinante città medievale di Santillana del Mar. Uno dei borghi medievali meglio conservati d'Europa, Santillana del Mar conserva un'atmosfera romantica. Dopo aver effettuato il check-in nel nostro hotel, fai un giro a piedi del villaggio, notando le sue radici dall'alto medioevo quando le prime abitazioni sorsero all'ombra del monastero romanico di Santa Juliana. Questa sera riunitevi per una cena di benvenuto nel nostro hotel. Pernottamento al Parador de Santillana Gil Blas 4 stelle per due notti. (D)

Altamira II | Museo Altamira | Grotte di Las Monedas e Cueva del Castillo | Santillana del Mar
La giornata di oggi è dedicata alla visita di grotte celebri per la loro antica arte rupestre. Questa mattina visitiamo Altamira II, una replica esatta di Altamira (la “Cappella Sistina dell'Arte Preistorica”), decorata con vivide raffigurazioni di bisonti e altri animali risalenti a 15.000 anni fa, una testimonianza dell'abilità degli artisti nell'usare le formazioni rocciose per accentuare prospettiva. Visitiamo anche il Museo di Altamira, con le sue mostre altamente informative sulla preistoria cantabrica e sull'arte rupestre. Questo pomeriggio, partiamo per la lussureggiante Valle del Pas, sede del villaggio di Puente Viesgo, la "capitale preistorica della Cantabria". Esploriamo le grotte di Las Monedas e la Cueva del Castillo, dove 455 immagini di cerve, cavalli, bisonti, cervi, capre, uri e mammut risalenti a 22.000-14.000 anni fa saltellano sulle pareti, mentre altri motivi come stencil a mano e punti rossi sono stati datati a più di 40.000 anni fa, il che significa che potrebbero essere stati realizzati dai Neanderthal. Torniamo a Santillana del Mar per la cena da soli. (B, L)

Grotta di Covalanas | Bilbao: Museo Guggenheim
Al nostro ritorno a Bilbao, guidiamo attraverso le drammatiche gole di Carranza per visitare la piccola grotta di Covalanas, dove alcuni dei disegni preistorici sono realizzati con una tecnica poco usata conosciuta come "il tampone di inchiostro", in cui le linee sono create da punti di rosso pigmento. Questo pomeriggio è dedicato allo spettacolare Museo Guggenheim di Bilbao, il capolavoro architettonico di Frank O. Gehry. Questa struttura moderna mozzafiato è composta da 19 gallerie raggruppate attorno a un atrio centrale che si erge verso il cielo per 165 piedi, splendidamente illuminato dalla luce naturale. Il tetto in titanio è una scultura metallica unica, tortuosa, curva, che integra il lungomare industriale della città con i vicini quartieri storici e degli affari. Pernottamento al Gran Hotel Domine 5 stelle per due notti. (B, D)

Atapuerca | Burgos: Cattedrale, Museo dell'evoluzione umana | Bilbao
Questa mattina, dopo la colazione, visitiamo le grotte di Atapuerca, patrimonio mondiale dell'UNESCO, che hanno fornito le prime e più abbondanti testimonianze dell'umanità in Europa. Prosegui per Burgos, dove avremo tempo per il pranzo e una breve visita alla Cattedrale di Burgos prima di esplorare l'imponente Museo dell'Evoluzione Umana. Questa sera è libera a Bilbao. (B, L)

San Sebastian | Bordeaux, Francia: tour a piedi
Partiamo questa mattina dalla Spagna per la Francia, fermandoci lungo il percorso nell'affascinante città di San Sebastian per un po' di tempo libero. Dopo un piacevole pranzo indipendente, proseguiremo per Bordeaux, famosa per la sua industria vinicola, che attribuisce la sua "età dell'oro" al XVIII secolo quando i lungimiranti padri della città ridisegnarono il suo centro urbano per renderlo il capolavoro classico che conosciamo oggi. Il suo vecchio quartiere è uno dei più grandi quartieri architettonici protetti di tutta la Francia, che esploreremo in un tour a piedi. Pernottamento all'Hotel Burdigala 4 stelle. (B)

Bordeaux: Musée d'Aquitaine | Coppia non coppia | Les Eyzies-de-Tayac
Questa mattina visitiamo il Musée d'Aquitaine, un museo di storia e archeologia che espone manufatti dalla preistoria ai giorni nostri della regione dell'Aquitania, tra cui il bassorilievo dell'era glaciale della Venere di Laussel, una delle prime e più famose immagini di donne nella preistoria. Dopo il tempo libero per il pranzo a Bordeaux, visiteremo la grotta preistorica di Pair-non-Pair, nota per le sue incisioni di animali e ossa di animali fossili, per poi proseguire verso Les Eyzies. Pernottamento all'Hotel le Centenaire a 4 stelle per quattro notti. (B, D)

Cap Blanc | Museo di Les Eyzies | Font-de-Gaume | Les Eyzies
La regione del Périgord, nel sud-ovest della Francia, è la regione preistorica più importante d'Europa. Il suo terreno, solcato da dolci fiumi che scorrono tra straordinarie formazioni calcaree, offriva numerosi rifugi e grotte ai nostri primi antenati. Attraverso espressive pitture rupestri, strumenti e resti scavati, testimoniano l'esistenza umana e l'evoluzione culturale. Inizia esplorando il rifugio di Cap Blanc, che presenta un fregio scolpito di cavalli a grandezza naturale, seguito da una visita al Museo di Les Eyzies, che espone manufatti di diversi millenni di preistoria. Dopo il pranzo libero a Les Eyzies, visita la grotta di Font-de-Gaume, con circa 230 dipinti e incisioni, e poi torna a Les Eyzies per una serata libera. (B)

Cougnac | Sarlat | Rouffignac | Abri Pataud | Les Eyzies
Inizia la giornata con un viaggio verso la grotta preistorica di Cougnac, nota per i suoi dipinti di megalocero e mammut estinti. Dopo pranzo da soli a Sarlat, guidiamo lungo strade di campagna fino alla grotta preistorica di Rouffignac. Esplora le sue gallerie a bordo di un treno, ammirando le numerose incisioni di mammut, rinoceronti, cavalli, bisonti e capre di montagna rappresentate sulle sue pareti. Sulla via del ritorno a Les Eyzies, ci fermiamo al sito di Abri Pataud, dove estesi scavi nei primi anni '60 hanno rivelato dettagli sorprendenti sulla vita dei Cro-Magnon. (B, D)

Le Thot | Lascaux IV | Lascaux II | Les Eyzies
La nostra giornata inizia con Le Thot, un museo e parco faunistico di specie viventi simili a quelle che occupavano questa regione durante il Paleolitico superiore, come renne, bisonti europei, uri, cavalli di Przewalski, stambecchi, cervi e daini. Proseguiamo per Lascaux IV, la replica più recente di uno dei siti preistorici più significativi d'Europa, famoso per la profusione di dipinti di animali multicolori e di alta qualità sulle sue pareti. È la replica più completa fino ad oggi, che rappresenta quasi tutti i dipinti originali della grotta e include una mostra interattiva. Termina la giornata con una visita a Lascaux II, una precedente replica esatta della famosa grotta, dove avremo più tempo per studiare le numerose figure in dettaglio. Rientro a Les Eyzies per una serata libera. (B)

Pech Merle | Vers | Tolosa: tour a piedi
Parti da Les Eyzies dopo la colazione e visita la grotta di Pech Merle, particolarmente nota per i dipinti preistorici di mammut e cavalli, nonché per le "impronte di mani negative". Dopo il pranzo nella cittadina di Vers proseguiamo per Tolosa, per un tour a piedi e poi il resto della giornata a disposizione. Pernottamento all'Hotel Crowne Plaza 5 stelle per due notti. (B, L)

Niaux | Tolosa: cena d'addio
Visita l'eccezionale grotta di Niaux, arroccata sopra il fiume e comprendente una vasta rete di gallerie che si estendono per oltre un miglio. Gli splendidi dipinti all'interno rappresentano bisonti, cavalli e stambecchi. Ci godiamo un pranzo leggero nelle vicinanze. Riunitevi questa sera per la nostra cena d'addio. (B, L, D)

Vola a casa
Stamattina trasferimento all'aeroporto di Tolosa Blagnac (TLS) per i voli verso casa. (B)


Riferimenti

Arsuaga, J. L., Martınez, I., Gracia, A., & Lorenzo, C. (1997). Il cranio della Sima de los Huesos (Sierra de Atapuerca, Spagna). Uno studio comparativo . Giornale dell'evoluzione umana, 33(2-3), 219-281

De Castro, J. B., Arsuaga, J. L., Carbonell, E., Rosas, A., Martınez, I., & Mosquera, M. (1997). Un ominide del Pleistocene inferiore di Atapuerca, in Spagna: possibile antenato dei Neandertal e dell'uomo moderno . Scienza, 276(5317), 1392-1395

Ferna, Y., Dı, J.C., Ca, I., & Rosell, J. (1999). Cannibalismo umano nel primo Pleistocene d'Europa (Gran Dolina, Sierra de Atapuerca, Burgos, Spagna) . Giornale dell'evoluzione umana, 37 (3-4), 591-622

Pares, J. M., & Perez-Gonzalez, A. (1995). Età paleomagnetica per i fossili di ominidi nel sito archeologico di Atapuerca, Spagna . Scienza, 269(5225), 830-832


Confermato: gli ominidi trovati ad Atapuerca sono la prima prova genetica di Neanderthal fino ad oggi

Dopo decenni di studi e molte ipotesi, l'analisi del DNA nucleare ha finalmente confermato il lignaggio evolutivo degli abitanti della Sierra de Atapuerca in Spagna.

Da tempo, scienziati e ricercatori del sito di Atapuerca sanno che i 28 individui che vivevano vicino alla Sima de los Huesos “Fossa di ossa” circa 430.000 anni fa erano simili per statura agli umani moderni, anche se più larghi e robusti. Inoltre, il loro lavoro ha dimostrato che gli esseri preferivano usare la mano destra, le differenze di taglia tra femmine e maschi erano simili a quelle odierne e che probabilmente erano in grado di parlare come gli umani moderni. Pur avendo tutte quelle informazioni, era ancora necessario un chiarimento su una questione importante: a quale specie di ominidi appartenevano?

Finora, come indica Agencia SINC, queste origini erano un mistero. Da un lato, le caratteristiche dei resti scheletrici recuperati erano meglio correlate ai Neanderthal. Dall'altro, l'analisi del DNA mitocondriale (DNA trasmesso per linea materna) di un femore sequenziato nel dicembre 2013, ha associato gli ominidi agli estinti Denisova - lontani parenti dei Neanderthal che vivevano in Siberia. Quell'analisi del DNA non corrispondeva ai Neanderthal europei.

Cranio numero 5 della Sima de los Huesos di Atapuerca, come è stato scoperto negli scavi del 1992. La mascella di questo cranio è apparsa, quasi intatta, anni dopo, molto vicino al luogo della scoperta iniziale. (José-Manuel Benito Álvarez/ CC-BY-SA 2.5 )

Quel primo risultato ha sorpreso il team di ricerca di Atapuerca. Ma il DNA mitocondriale fornisce solo informazioni dalla linea matrilineare, e quindi è un'informazione parziale. Da allora, hanno lavorato instancabilmente per sequenziare il DNA nucleare dai resti trovati nella grotta, poiché è ereditato da entrambe le parti: materno e paterno.

Questo è stato un compito che può essere descritto solo come scoraggiante, a causa dell'età del DNA in questione, del deterioramento e del fatto che è stato frammentato in segmenti molto brevi. Tuttavia, lo sforzo scrupoloso di molti anni ha guadagnato una ricompensa tanto attesa grazie al miglioramento sia dell'isolamento dei campioni di genoma che delle tecnologie di sequenziamento disponibili presso l'Istituto Max Planck per l'antropologia evolutiva di Lipsia (Germania). Così, ricercatori tedeschi, canadesi e spagnoli sono finalmente riusciti a sequenziare il DNA nucleare di un secondo femore e di un incisivo.

I risultati, pubblicati su Nature, confermano che gli ominidi della Sima de los Huesos erano in realtà Neanderthal primitivi. "Abbiamo aspettato molti anni prima che le tecniche paleogenetiche fossero abbastanza avanzate perché questo piccolo miracolo si verificasse. Abbiamo scavato con la massima cura e molto lentamente per evitare di contaminare i resti con il nostro stesso DNA", afferma Juan Luis Arsuaga, direttore scientifico del Museo dell'Uomo. Evolution in Burgos e coautore dello studio.

Juan Luis Arsuaga, membro del gruppo di ricerca sui siti del Pleistocene nella Sierra de Atapuerca e direttore scientifico del Museo dell'evoluzione umana a Burgos, in Spagna, con il suo gruppo durante gli scavi nella Sima de los Huesos. ( Javier Trueba-Madrid Scientific Films/Agencia SINC )

Nello specifico, i risultati delle analisi sui resti della Fossa delle Ossa indicano che la separazione tra Neanderthal e Denisova è più antica di 430.000 anni fa. Inoltre, secondo Matthias Meyer, autore dello studio e ricercatore presso il Dipartimento di Genetica Evolutiva, “La separazione della linea che porta all'Homo sapiens dalle altre -le linee degli umani 'arcaici' (Sima de los Huesos, Denisovan, Neanderthal) - potrebbe essersi verificato tra 550.000 e 800.000 anni fa.

Con quell'intervallo di tempo per la separazione tra l'uomo moderno e l'uomo di Neanderthal, i resti del omo antecessore trovato nel sito di Gran Dolina, anche nella Sierra de Atapuerca, la cui età è datata tra 800.000 e un milione di anni, potrebbe essere il miglior candidato per ricoprire la posizione chiave del nostro ultimo antenato, secondo gli esperti.

Immagine in evidenza: riproduzione di Homo neanderthalensis. Museo dell'evoluzione umana (MEH), Burgos, Spagna. Fonte: Nachosan/ CC BY-SA 3.0


Visita guidata ad Atapuerca e al Museo dell'evoluzione umana

Atapuerca è un piccolo comune sul versante settentrionale della Sierra de Burgos, famoso per i suoi siti archeologici preistorici.

Dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 2000, i siti archeologici della Sierra de Atapuerca sono gli unici in Europa dove è possibile seguire l'evoluzione dei primi esseri umani ad abitare il continente, da circa un milione di anni fa a molto periodi recenti.

I fossili umani recuperati qui rappresentano l'85% di tutti i fossili del mondo del periodo noto come Pleistocene medio. Scienziati dilettanti e appassionati di storia, gioite! Oggi avrai l'opportunità di esplorare i siti di scavo e il più grande museo dell'evoluzione umana del mondo in compagnia di esperti del settore, e potresti sentirti libero di scegliere i loro cervelli. Ti verrà anche offerto un pranzo in un posto locale, dove potrai discutere gli affascinanti fatti che hai appena appreso sulla storia della nostra specie.

“Siamo tornati ieri dalla Spagna e ci siamo trovati benissimo. Gli accordi sono andati tutti molto bene e il tuo staff è stato molto utile, competente, reattivo e professionale... Grazie a te e ai tuoi colleghi per aver contribuito a rendere il nostro viaggio così piacevole.”


Contenuti

L'UNESCO elenca i siti in base a dieci criteri, ogni voce deve soddisfare almeno uno dei criteri. I criteri da i a vi sono culturali, mentre da vii a x sono naturali. [6]

Nome Immagine Posizione Comunità Dati UNESCO Periodo Descrizione
Grotta di Altamira e arte rupestre paleolitica del nord della Spagna Cantabria, Asturie, Paesi Baschi 310 1985, 2008 (esteso) i, iii Paleolitico superiore La Grotta di Altamira contiene esempi di pittura rupestre del Paleolitico superiore, che va dal 35.000 all'11.000 a.C. L'elenco originale conteneva diciassette grotte decorate. Le grotte sono ben conservate per il loro profondo isolamento dal clima esterno. [7]
Centro storico di Segovia e il suo acquedotto Segovia Castiglia e Leon 311 1985 i, iii, iv dal I al XVI secolo L'acquedotto romano fu costruito nel I secolo, il palazzo medievale dell'Alcázar nell'XI secolo e la cattedrale nel XVI. [8]
Monumenti di Oviedo e del Regno delle Asturie Oviedo Asturie 312 1985, 1998 (esteso) i, ii, iv IX secolo Il Regno delle Asturie rimase l'unica regione cristiana della Spagna nel IX secolo. Ha sviluppato il proprio stile di arte e architettura preromanica che viene visualizzato in varie chiese e altri monumenti. La voce originale si intitolava "Chiese del Regno delle Asturie" ed è stata ampliata per includere altri monumenti come La Foncalada. [9]
Centro storico di Córdoba Cordoba Andalusia 313 1984, 1994 (esteso) i, ii, iii, iv Dal VII al XIII secolo L'elenco originale era la Grande Moschea di Córdoba, una chiesa cattolica del VII secolo convertita in moschea nell'VIII secolo e restaurata in una cattedrale cattolica romana nel XIII secolo da Ferdinando III. Durante l'alto periodo del dominio moresco della regione, Córdoba aveva oltre 300 moschee e architetture paragonabili a quelle di Costantinopoli, Damasco e Baghdad. [10]
Alhambra, Generalife e Albayzín Granada Andalusia 314 1984, 1994 (esteso) i, iii, iv 14° secolo I tre siti sono i resti dell'influenza moresca nel sud della Spagna. La fortezza Alhambra e il palazzo Generalife furono costruiti dai sovrani dell'Emirato di Granada. Il distretto di Albayzín contiene esempi dell'architettura vernacolare moresca ed è stato aggiunto alla lista nel 1994. [11]
Cattedrale di Burgos Burgos Castiglia e Leon 316 1984 ii, iv, vi dal XIII al XVI secolo La cattedrale in stile gotico fu costruita tra il XIII e il XVI secolo. È il luogo di sepoltura dell'eroe nazionale spagnolo, El Cid. [12]
Monastero e sito dell'Escorial San Lorenzo de El Escorial Madrid 318 1984 i, ii, vi 16 ° secolo El Escorial è uno dei numerosi siti reali spagnoli grazie alla sua storia come residenza della famiglia reale. Il palazzo è stato progettato dal re Filippo II e dall'architetto Juan Bautista de Toledo per servire da monumento al ruolo centrale della Spagna nel mondo cristiano. [13]
Opere di Antoni Gaudí Barcellona Catalogna 320 1984, 2005 (esteso) i, ii, iv XIX e XX secolo L'architettura di Antoni Gaudí fa parte dello stile modernista, ma i suoi progetti sono descritti come altamente unici. L'elenco originale includeva Park Güell, Palau Güell e Casa Milà, l'ampliamento del 2005 ha aggiunto Casa Vicens, la cripta e la facciata della Natività della Sagrada Família, Casa Batlló e la cripta della Colònia Güell. [14]
Santiago di Compostela (Città Vecchia) Santiago di Compostela Galizia 347 1985 i, ii, vi X e XI secolo La Cattedrale di Santiago de Compostela è il presunto luogo di sepoltura dell'apostolo Giacomo ed è il capolinea del Cammino di Santiago, un pellegrinaggio attraverso il nord della Spagna. La città fu distrutta dai musulmani nel X secolo e ricostruita nel secolo successivo. [15]
Centro storico di Ávila con le sue chiese Extra-Muros vila Castiglia e Leon 348 1985, 2007 (modificato) iii, iv XI secolo La cinta muraria che circondava la città originale fu costruita nell'XI secolo. Presenta 82 torri semicircolari e 9 porte, ed è uno degli esempi più completi di cinta muraria in Spagna. [16]
Architettura mudéjar dell'Aragona Province di Teruel e Saragozza Aragona 378 1986, 2001 (esteso) iv dal XII al XVII secolo L'elenco originale conteneva quattro chiese a Teruel in stile mudéjar, una fusione di stili tradizionali islamici e contemporanei europei. Nel 2001, l'elenco è stato ampliato per includere altri sei monumenti. [17]
Città storica di Toledo Toledo Castiglia-La Mancia 379 1986 i, ii, iii, iv dall'VIII al XVI secolo Toledo fu fondata dai romani, fu capitale del regno visigoto, fu importante nella Spagna musulmana e durante la Reconquista, e per breve tempo fu capitale della Spagna. La città combina influenze cristiane, musulmane ed ebraiche. [18]
Parco Nazionale di Garajonay La Gomera isole Canarie 380 1986 vii, ix N / A Il parco è coperto al 70% da laurisilva o foresta di alloro, vegetazione del periodo Paleogene che scomparve dall'Europa continentale a causa del cambiamento climatico, ma aveva coperto gran parte del continente meridionale. [19]
Città Vecchia di Salamanca Salamanca Castiglia e Leon 381 1988 i, ii, iv dal XIII al XVI secolo Salamanca è importante come città universitaria, poiché l'Università di Salamanca, fondata nel 1218, è la più antica della Spagna e tra le più antiche d'Europa. La città fu prima conquistata dai Cartaginesi nel 3° secolo, e successivamente governata dai Romani e dai Mori. Il centro della città rappresenta l'architettura romanica, gotica, moresca, rinascimentale e barocca. [20] [21]
Cattedrale, Alcázar e Archivo de Indias a Siviglia Siviglia Andalusia 383 1987 i, ii, iii, iv dal XIII al XVI secolo L'Alcázar fu costruito durante la dinastia degli Almohadi che governò la Spagna meridionale fino alla Reconquista. La cattedrale risale al XV secolo e custodisce le tombe di Ferdinando III e Cristoforo Colombo. L'Archivo (Archivio) ospita documenti relativi alla colonizzazione delle Americhe. [22]
Centro storico di Cáceres Cáceres Estremadura 384 1986 III, IV Dal III al XV secolo La città vecchia combina influenze architettoniche romane, islamiche, gotiche del nord e rinascimentali italiane, tra cui più di 30 torri islamiche. [23] [24]
Ibiza, biodiversità e cultura Ibiza Isole Baleari 417 1999 ii, iii, iv, ix, x N / A La costa di Ibiza è la patria di posidonia oceanica, una posidonia presente solo nel Mediterraneo che supporta un ecosistema costiero e marino diversificato. L'isola contiene anche numerose rovine fenicie e le parti più antiche fortificate e murate della città risalgono al XVI secolo. [25]
Monastero di Poblet Vimbodi Catalogna 518 1991 i, iv XII e XIII secolo Il monastero fu fondato dai Cistercensi nel 1151 ed è uno dei più grandi della Spagna. È associato a varie famiglie reali della Spagna medievale, in particolare ai re della Corona d'Aragona, una monarchia composita dell'unione dinastica del Regno d'Aragona e della Contea di Barcellona. È il luogo di sepoltura di Ramon Berenguer IV Compte de Barcelona, ​​Alfons II d'Aragó, Pere II d'Aragó, Jaume I d'Aragó, Pere III d'Aragó, Alfons III d'Aragó, Jaume II d'Aragó, Alfons IV d'Aragó, Pere IV d'Aragó, Joan I d'Aragó e Martí I d'Aragó. [26] [27]
Complessi monumentali rinascimentali di Úbeda e Baeza Provincia di Jaén Andalusia 522 2003 ii, iv 16 ° secolo I restauri delle due città nel XVI secolo furono fatti sotto lo stile rinascimentale emergente e sono tra i primi esempi dello stile in Spagna. [28]
Complesso Archeologico di Mérida Merida Estremadura 664 1993 III, IV dal 1° al 5° secolo Mérida è stata fondata nel 25 aC dai romani come Emerita Augusta e fu capoluogo della provincia di Lusitania. I resti di epoca romana includono un ponte, un acquedotto, un anfiteatro, un teatro, un circo e un foro. [29]
Monastero Reale di Santa María de Guadalupe Guadalupe Estremadura 665 1993 iv, vi dal XIII al XVI secolo The monastery is home of Our Lady of Guadalupe, a shrine to Mary found in the 13th century after being buried from Muslim invaders in 714. The Virgin of Guadalupe and the monastery served as important symbols during the Reconquista, culminating in 1492, the same year as Columbus' discovery of America. The Guadalupe Virgin became an important symbol during the evangelization of America. [30] [31]
Route of Santiago de Compostela Aragon, Castile and León, Galicia, Navarre, and La Rioja 669 1993 ii, iv, vi N / A The Route, or the Way of St. James, is a pilgrimage from the French-Spanish border to the Cathedral of Santiago de Compostela, where the apostle James is believed to be buried. [32]
Doñana National Park Provinces of Huelva and Seville Andalusia 685 1994, 2005 (extended) vii, ix, x N / A The park consists of the delta region where the Guadalquivir River reaches the Atlantic Ocean. It is home to a diverse variety of biotopes, such as lagoons, marshlands, dunes, and maquis. The park is one of the largest heronries in the Mediterranean region and holds more than 500,000 water fowl during the winter period. [33]
Pirineos – Monte Perdido* Province of Huesca Aragon (shared with France) 773 1997, 1999 (extended) iii, iv, v, vii, viii N / A The site contains the Pyrenees mountain chain along the French-Spanish border. The Spanish portion contains two of the largest canyons in Europe, while the French side contains three large cirque walls. [34]
Historic Walled Town of Cuenca Cuenca Castile-La Mancha 781 1996 ii, v 12th to 18th centuries The Moors built the fortified city in the early 8th century, and it was captured by the Christians in the 12th century. The cathedral is the first Gothic example in Spain. The town is also famous for its casas colgadas, houses that hang over the edge of a cliff. [35] [36]
La Lonja de la Seda de Valencia Valencia Valencian Community 782 1996 i, iv 15th and 16th centuries La Lonja (o Llotja in Valencian language) de la Seda means Silk Exchange in English, and the group of Gothic buildings demonstrate the wealth of Valencia as an important Mediterranean and European mercantile city in the period. [37] [38]
Las Médulas Ponferrada Castile and León 803 1997 i, ii, iii, iv 1st to 3rd centuries The Romans established a gold mine and worked the site for two centuries. They used an early form of hydraulic mining and cut aqueducts in the rock cliffs to provide water for the operations. The Romans left in the early 3rd century, leaving sheer cliff faces and mining infrastructure that is intact today. [39] [40]
Palau de la Música Catalana and Hospital de Sant Pau, Barcelona Barcellona Catalonia 804 1997 i, ii, iv 20 ° secolo Both buildings were constructed in the early 20th century and designed by Lluís Domènech i Montaner in the modernist Art Nouveau movement that was very popular in Barcelona in that period. The two buildings are Montaner's most famous works. [41]
San Millán Yuso and Suso Monasteries San Millán de la Cogolla La Rioja 805 1997 ii, iv, vi 6th to 16th centuries The original Suso monastery was founded in the mid-6th century, and is the location where the Glosas Emilianenses were written. The codixes are considered the first written examples of the Spanish and Basque languages, and the monastery is considered the birthplace of written and spoken Spanish. The newer Yuso monastery was built in the 16th century. [42]
Prehistoric Rock-Art Sites in the Côa Valley and Siega Verde* Castile and León (shared with Portugal) 866 1998, 2010 (extended) i, iii Paleolitico The original 1998 listing contained examples of Upper Paleolithic rock art in the Côa Valley of Portugal. In 2010 it was extended to include 645 engravings in the archaeological zone of Siega Verde in Spain. The two sites represent the most well-preserved collection of open-air Palaolithic art in the Iberian peninsula. [43]
Rock Art of the Mediterranean Basin on the Iberian Peninsula Andalusia, Aragon, Castile-La Mancha, Catalonia, Murcia, and Valencia 874 1998 iii Prehistoric The site includes over 750 examples of rock art from the late prehistoric period, which feature images ranging from geometric shapes to scenes of men hunting animals. [44] [45]
Archaeological Ensemble of Tárraco Tarragona Catalonia 875 2000 ii, iii 1st to 4th centuries The prominent Roman city of Tárraco at the site of modern-day Tarragona served as the capital of the provinces of Hispania Citerior and later Hispania Tarraconensis. The amphitheatre was constructed in the 2nd century. Most remains are only fragments or preserved under more modern buildings. [46] [47]
University and Historic Precinct of Alcalá de Henares Alcalá de Henares Madrid 876 1998 ii, iv, vi 16th century Cardinal Cisneros founded the University of Alcalá in 1499 and is the first example of the planned university city, serving as a model to other European universities and Spanish missionaries in America. The city is the birthplace of Miguel de Cervantes, known for his contributions to the Spanish language and Western literature. [48] ​​[49]
San Cristóbal de La Laguna San Cristóbal de La Laguna Canary Islands 929 1999 ii, iv 16th to 18th centuries The city has an original and unplanned Upper Town, and "city-territory" Lower Town. It was Spain's first non-fortified colonial town and served as a model for development in America. Many religious-function buildings and other public and private buildings date to the 16th century. [50] [51]
Palmeral of Elche Elche Valencian Community 930 2000 ii, v N / A The grove of date palm trees was formally laid out with irrigation systems under the Moors in the 10th century. The palmeral is a rare example of Arab agricultural practices in Europe. [52]
Roman Walls of Lugo Lugo Galizia 987 2000 iv 3rd century The walls built to protect the Roman town of Lucus in the 3rd century remain entirely intact and are the best remaining example in Western Europe. [53]
Catalan Romanesque Churches of the Vall de Boí Vall de Boí Catalonia 988 2000 ii, iv 11th to 14th centuries The small valley at the edge of the Pyrenees contains churches in Romanesque style decorated with Romanesque murals, statues, and altars. The churches are unique for their tall, square bell towers. [54] [55]
Archaeological Site of Atapuerca Atapuerca Castile and León 989 2000 iii, v Prehistoric The caves in the Atapuerca Mountains contain fossil remains of the earliest human beings discovered in Europe dating from nearly one million years ago. Il Sima de los Huesos or "Pit of Bones" contains the world's largest collection of hominid fossils. [56] [57]
Aranjuez Cultural Landscape Aranjuez Madrid 1044 2001 ii, iv 15th to 19th centuries The landscape around the Royal Palace of Aranjuez was developed by the Spanish royal family over a course of three centuries and contains innovative horticultural and design ideas. The area was the exclusive property of the royal family until the 19th century when the modern civilian city developed. [58] [59]
Vizcaya Bridge Portugalete Basque Country 1217 2006 i, ii 19esimo secolo The bridge was designed by Alberto Palacio to cross the Nervion without disrupting maritime traffic to the Port of Bilbao. It was built in 1893 and is the world's first transporter bridge. [60] [61]
Teide National Park Tenerife Canary Islands 1258 2007 vii, viii N / A The park contains Mount Teide, a volcano and the highest elevation in Spain. [62]
Tower of Hercules A Coruña Galizia 1312 2009 iii 1st century The Romans built this 55 metres (180 ft) lighthouse on a 57 metres (187 ft) rock to mark the entrance to the A Coruña harbor. It is the only fully preserved and functioning Roman lighthouse. [63]
Cultural Landscape of the Serra de Tramuntana Majorca Balearic Islands 1371 2011 ii, iv, v N / A The cultural landscape of Serra de Tramuntana on the north western coast of Majorca has been transformed by a millennia of agriculture involving water management devices such as agricultural terraces, interconnected water works -including water mills - and dry stone constructions and farms. This landscape revolves around farming units of feudal origins. [64]
Heritage of Mercury. Almadén and Idrija* Almadén Castile-La Mancha (shared with Slovenia) 1313 2012 ii, iv 16 and 17th century Almaden is an ancient (from Roman times to present day) mercury mining town with buildings relating to its mining history, including Retamar Castle, religious buildings, mining university and traditional dwellings. [65]
Antequera Dolmens Site Antequera Andalusia 1501 2016 i, iii, iv Neolithic and Chalcolithic Located at the heart of Andalusia in southern Spain, the site comprises three megalithic monuments: the Menga and Viera dolmens and the Tholos of El Romeral, and two natural monuments: La Peña de los Enamorados and El Torcal mountainous formations, which are landmarks within the property. Built during the Neolithic and Bronze Age out of large stone blocks, these monuments form chambers with lintelled roofs or false cupolas. These three tombs, buried beneath their original earth tumuli, are one of the most remarkable architectural works of European prehistory and one of the most important examples of European Megalithism. [66]
Ancient and Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe* Castile and León, Navarre, Castile-La Mancha, and Community of Madrid (shared with 11 other countries in Europe) 1133 2017 ix N / A Primeval Beech Forests of the Carpathians are used to study the spread of the beech tree (Fagus sylvatica) in the Northern Hemisphere across a variety of environments and the environment in the forest. The addition of the Ancient Beech Forests of Germany in 2011 included five forests totaling 4,391 hectares (10,850 acres) that are added to the 29,278 hectares (72,350 acres) of Slovakian and Ukrainian beech forests inscribed on the World Heritage List in 2007. The site was further expanded in 2017 to include forests in 9 additional European countries. [67]
Caliphate City of Medina Azahara Córdoba Andalusia 1560 2018 iii, iv N / A The Caliphate city of Medina Azahara is an archaeological site of a city built in the mid-10th century CE by the Umayyad dynasty as the seat of the Caliphate of Cordoba. After prospering for several years, it was laid to waste during the civil war that put an end to the Caliphate in 1009-10. [68]
Risco Caído and the sacred mountains of Gran Canaria Cultural Landscape Gran Canaria island 1578 2019

Sites by autonomous community Edit

Exclusive sites refer to sites locating in a single community. Shared sites refer to sites with entries in multiple communities, including Pirineos – Monte Perdido, which Aragon shares with France, Prehistoric Rock-Art Sites in the Côa Valley and Siega Verde, which Castile and León shares with Portugal and Ancient and Primeval Beech Forests which Navarre, Castile and León, Community of Madrid and Castile-La Mancha shares with other countries of Europe.

Community Exclusive sites Shared sites
Andalusia 7 1
Castile and León 6 3
Catalonia 5 1
Canary Islands 4
Galizia 3 1
Madrid 3 1
Extremadura 3
Castile-La Mancha 2 3
Valencian Community 2 1
Balearic Islands 2
Aragona 1 3
Asturias 1 2
Basque Country 1 1
La Rioja 1 1
Cantabria 2
Navarre 2
Murcia 1

In addition to sites inscribed on the World Heritage List, member states can maintain a list of tentative sites that they may consider for nomination. Nominations for the World Heritage List are only accepted if the site was previously listed on the tentative list. [70] As of 2016, Spain recorded 32 sites on its tentative list. At 2018, the sites, along with the year they were included on the tentative list are: [71] [2]


Alcalá de Henares: A Bibliophile’s Playground

Alcalá de Henares is quite literally the world’s first college town, planned around a university and its students. With its long history of scholarship, it’s no surprise that this quaint town is known for its literary and cultural contributions to Spain.

Alcalá de Henares is the birthplace of Miguel de Cervantes, Spain’s most distinguished writer and author of Don Quixote. Cervantes himself may be long gone, but his lasting legacy makes this town a bibliophile’s playground.

Visitors can begin their Cervantina experience aboard the Cervantes Train, which departs from Madrid. During the journey enjoy stunning views of the countryside and live performances of Don Quixote’s most iconic scenes. Once in Alcalá de Henares, costumed tour guides lead guests down cobblestoned streets and manicured plazas, making stops at the childhood home of Cervantes and University of Alcalá.

List of site sources >>>


Guarda il video: Trails to Tsukiji - GARLIC (Gennaio 2022).