Popoli, Nazioni, Eventi

La conferenza di Algeciras del 1906

La conferenza di Algeciras del 1906


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La Conferenza di Algeciras si è svolta a seguito della prima crisi marocchina iniziata nel 1905. La conferenza di Algeciras è iniziata il 16 gennaioesimo 1906 e tutte le maggiori potenze europee erano rappresentate lì, così come gli americani. La Conferenza di Algeciras aveva un obiettivo: decidere cosa fare del Marocco, una delle poche nazioni africane che non era stata conquistata da una potenza europea.

I due protagonisti principali ad Algeciras furono Francia e Germania. Tuttavia, divenne presto molto chiaro alla Germania che altre potenze europee si erano schierate dalla parte della Francia: Gran Bretagna, Spagna e Italia avevano raggiunto un accordo preliminare su cosa sarebbe dovuto accadere in Marocco. Queste quattro nazioni avevano deciso quali città marocchine sarebbero state governate da quale potere europeo: Casablanca, Rabat e Larache. Ad esempio, Tangeri doveva essere governato da una forza militare franco-spagnola comandata da un francese. Niente di tutto ciò era stato presentato ai tedeschi e alla loro delegazione sembrava che fosse stato deliberatamente escluso dalle discussioni, cosa che in effetti era accaduta.

Ironia della sorte, ciò non ha fatto nulla per danneggiare le relazioni europee in quanto Guglielmo II aveva una nuova idea di come l'Europa dovrebbe procedere diplomaticamente. Nonostante l'ovvia delicata relazione tra Germania e Francia, Wilhelm voleva portare la Francia in un'alleanza. Anche se Wilhelm potrebbe aver avuto un enorme ego sul quale alcuni in Europa sapevano giocare, non era un pazzo per quanto riguarda le qualità diplomatiche. Il piano di Wilhelm era semplice. Accettando molte delle richieste francesi in Marocco, le avrebbe portate in piena alleanza con la Germania. Insieme a questo sarebbe una terza nazione - la Russia. In quel momento la Russia aveva recentemente perso una guerra in Giappone e aveva vissuto la Rivoluzione del 1905. Wilhelm credeva, con qualche giustificazione, che Nicola II di Russia dovesse essere visto come un "grande attore" europeo e che un'alleanza tra Germania, Francia e Russia avrebbe saziato questo desiderio e avrebbe dato l'impressione allo Zar che la Russia fosse ancora vista come un importante alleato dei principali attori europei. Quindi i gesti concilianti di Wilhelm su Algeciras avevano uno scopo per loro. Ma quale era quello scopo? Wilhelm voleva isolare diplomaticamente la Gran Bretagna, che credeva fosse il più grande rivale della Germania in Europa - economicamente e militarmente. Se Francia e Russia fossero legate alla Germania, la Gran Bretagna rimarrebbe con Spagna e Italia, nessuna delle quali sarebbe stata vista come una delle maggiori potenze della stessa lega di Francia e Russia.

La delegazione tedesca ad Algeciras è stata incoraggiata da Berlino a offrire più di quanto i francesi avessero chiesto in merito al Marocco. Oppure è stato ordinato loro di accettare i suggerimenti di Rouvier. Ad esempio, Rouvier ha suggerito che dopo tre o quattro anni dopo un accordo firmato ad Algeciras, la Francia dovrebbe ottenere un mandato di polizia in tutto il Marocco. La delegazione tedesca fu d'accordo con questo, ma il cancelliere tedesco von Bülow non lo fece perché non era al corrente del fatto che era venuto da Rouvier. In effetti, Guglielmo II ha criticato von Bülow quando il Cancelliere ha espresso apertamente a favore di un approccio più rigoroso alla Francia sulla questione del Marocco. Ormai Wilhelm era alla ricerca di un'alleanza quadrupla perché voleva portare la Turchia nei suoi piani. Non voleva che nulla mettesse in pericolo i suoi piani e credeva che le osservazioni di von Bülow sui francesi avrebbero fatto proprio questo.

La Conferenza di Algeciras è diventata molto più di una conferenza sul Marocco. Lo storico D C Watt crede che il Marocco sia diventato in realtà di secondaria importanza quando le grandi potenze si sono imbrogliate per concludere le alleanze. Sulla carta, il piano di Wilhelm di un'alleanza tripla o quadrupla aveva un senso sensato come se uno di loro fosse mai stato realizzato, la Gran Bretagna si sarebbe senza dubbio isolata diplomaticamente. Tuttavia, il piano presentava due punti deboli. La prima è stata la costante mancanza di fiducia tra i giocatori; dopo le numerose battaglie verbali tra Francia e Germania, deve essere stato uno shock per i francesi scoprire che avevano un potenziale alleato in Germania e che la Germania lo stava attivamente sollecitando. La seconda fu la Gran Bretagna che nel gennaio del 1906 ottenne un nuovo governo liberale. Il nuovo segretario agli Esteri fu Sir Edward Gray, che dal 1892 al 1895 aveva acquisito una grande esperienza sul funzionamento della politica estera tedesca quando era sottosegretario al Ministero degli Esteri.

Gray si rese conto che la Gran Bretagna sarebbe stata isolata dalle grandi potenze europee se il piano della Germania avesse funzionato. Gray sapeva anche che la Francia era il giocatore chiave nel piano. Pertanto si avvicinò all'ambasciatore francese a Londra, Jules Cambon, e gli disse che la Francia poteva aspettarsi un aiuto britannico se la Conferenza di Algeciras si fosse rotta con tutte le questioni irrisolte e la Germania avesse minacciato la Francia. Gray non avrebbe rilasciato una specifica dichiarazione secondo cui questo supporto equivaleva al supporto militare, ma ha informato Cambon in merito ai contatti segreti tra il personale militare britannico e francese che si stavano verificando - incontri tenuti segreti da tutto il governo britannico fino al 1911. Cambon ha informato Parigi che la Francia potrebbe aspettarsi il pieno sostegno britannico durante i negoziati ad Algeciras. Questa è stata la prima interruzione del piano tedesco per portare la Francia in un'alleanza.

La conferenza stessa non è andata bene. Compaiono tre campi: Francia, Gran Bretagna, Russia e Spagna contro Austria-Ungheria e Italia mentre la Germania appare isolata da sola. Il piano di Wilhelm è scomparso durante la conferenza. Perfino l'Austria-Ungheria disse alla Germania di comportarsi meno come un bullo nei loro confronti, i tedeschi volevano ogni decisione alle loro condizioni.

È noto che von Bülow credeva già nel febbraio del 1906 che non ci sarebbero stati risultati positivi ad Algeciras e che l'unica cosa che doveva fare era salvare il prestigio della Germania. Il 27 marzoesimo, accettò una proposta austriaca secondo cui la polizia dei porti marocchini doveva essere lasciata ai francesi e agli spagnoli che, a loro volta, sarebbero stati sorvegliati da un ispettore svizzero che avrebbe riferito al Sultano. La conferenza di Algeciras si è conclusa il 7 aprileesimo 1906.

I tedeschi sono usciti molto poco dalla conferenza. Il piano per creare una triplice alleanza o addirittura una quadrupla per isolare la Gran Bretagna fallì. Probabilmente, alla fine della conferenza, la Gran Bretagna e la Francia avevano legami ancora più stretti. Anche una presenza tedesca in Nord Africa non si è materializzata. In Francia, molti nazionalisti vedevano Algeciras come un trionfo. I media francesi descrivevano la Germania come una nazione inferiore, con grande preoccupazione dei politici più esperti di Parigi. In Germania, si credeva che fossero stati sconfitti dagli inglesi e dai francesi e che la colpa fosse accumulata su von Bülow. L'Alto Comando tedesco ha rivisto di conseguenza il Piano Schlieffen e ha spinto il governo di Berlino ad adottare una posizione più aggressiva, se non altro per riscattare la Germania in Europa. È probabile che il fallimento dei politici tedeschi ad Algeciras abbia portato ad un aumento dell'influenza esercitata dai militari sul Kaiser a spese dei politici. La Gran Bretagna si rese conto che doveva continuare a coltivare relazioni non solo con la Francia ma con altre potenze europee.

La Conferenza di Algeciras potrebbe aver "risolto" la crisi in Marocco, ma ha avuto un altro impatto molto più importante: il risultato ha chiaramente definito l'Europa in alcuni campi. A questa conferenza la Germania ha perso pubblicamente. C'erano molti a Berlino che avevano promesso che sarebbe stata l'ultima volta che sarebbe successo. In futuro una risoluzione diplomatica non verrebbe nemmeno presa in considerazione in quanto vi erano coloro che credevano che la forza militare della Germania fosse tale che la diplomazia non sarebbe stata necessaria in nessun futuro disaccordo europeo.

Maggio 2012


Guarda il video: L'aumento di crimini d'odio in Italia non può essere separata dalla retorica xenofoba usata . . (Giugno 2022).