Podcast di storia

Seconda battaglia di Schooneveld, 4/14 giugno 1673

Seconda battaglia di Schooneveld, 4/14 giugno 1673


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Seconda battaglia di Schooneveld, 4/14 giugno 1673

La seconda battaglia di Schooneveld (4/14 giugno 1673) fu la seconda di tre battaglie che impedirono a francesi e britannici di sbarcare con successo un esercito di invasione sulla costa olandese (terza guerra anglo-olandese).

Una flotta alleata sotto il principe Rupert del Reno e l'ammiraglio Jean, il conte d'Estrées aveva navigato verso la costa olandese alla fine di maggio, e il 25 maggio aveva trovato una flotta olandese più piccola sotto de Ruyter all'ancora nello Schooneveld (gli alleati avevano 81 navi di linea, l'olandese 52). Il 28 maggio de Ruyter aveva approfittato di un vento favorevole per attaccare gli alleati (prima battaglia di Schooneveld, 28 maggio/7 giugno 1673), ma la battaglia fu inconcludente ed entrambe le flotte rimasero al loro posto: gli olandesi nel loro ancoraggio e il Alleati a due miglia dal mare.

Il 4/14 giugno il tempo ancora una volta favorì de Ruyter, che decise di lanciare un secondo attacco alla flotta alleata. Mentre gli olandesi navigavano verso gli alleati, il principe Rupert ordinò alla sua flotta di spostarsi a nord-ovest per allontanare gli olandesi dall'acqua bassa che li aveva aiutati così tanto durante la prima battaglia. Questa mossa lasciò intatta la linea alleata, ma un po' frastagliata, e ritardò l'inizio della parte principale della battaglia fino alle cinque del pomeriggio circa.

I combattimenti durarono fino a circa dieci, a quel punto gli olandesi si ritirarono verso la loro costa. Gli Alleati apparentemente aspettarono fino alle due del mattino seguente per inseguire, il che suggeriva che avevano subito gravi danni durante la battaglia, e l'inseguimento terminò alle sei. Nessuna delle due parti ha subito perdite molto pesanti durante questa battaglia. Nessuna nave è stata persa su entrambi i lati. Le vittime olandesi furono registrate come 216 morti e 285 feriti, e gli Alleati apparentemente persero un numero simile di uomini.

Sebbene nessuna nave fosse stata persa, gli Alleati avevano subito due battaglie in una settimana e molte delle loro navi avevano urgente bisogno di riparazioni. Gli inglesi raggiunsero il Nore l'8 giugno, dove iniziarono a preparare un'altra forza di invasione, mentre i francesi si diressero verso Brest e Rochefort. La flotta alleata si riunì a metà luglio e prese il mare il 17 luglio, ma la battaglia navale finale della fase anglo-olandese della guerra non ebbe luogo fino a metà agosto, a Texel.

Indice dei temi: Guerre anglo-olandesi


Scarica immagine

Altri usi, tra cui catalogo ed esposizione della mostra, trasmissione, pubblicità, copertine di libri e imballaggi commerciali, sono coperti dai nostri termini commerciali.

Se desideri un file più grande o per utilizzare l'immagine in altri modi, contatta il nostro team di licenza.


Storia navale/marittima 17 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia


1667 – Il Raid on the Medway, durante la seconda guerra anglo-olandese nel giugno 1667, fu un attacco condotto con successo dalla marina olandese alle corazzate inglesi disposte negli ancoraggi della flotta al largo di Chatham Dockyard e Gillingham nella contea del Kent.
Dura cinque giorni e porta alla peggior sconfitta di sempre della Royal Navy.

Il Incursione sul Medway, durante la seconda guerra anglo-olandese nel giugno 1667, fu un attacco condotto con successo dalla marina olandese alle corazzate inglesi disposte negli ancoraggi della flotta al largo di Chatham Dockyard e Gillingham nella contea del Kent. A quel tempo, la fortezza di Upnor Castle e una catena di barriere chiamata "Gillingham Line" avrebbero dovuto proteggere le navi inglesi.
Gli olandesi, sotto il comando nominale di Willem Joseph van Ghent e del tenente ammiraglio Michiel de Ruyter, per diversi giorni bombardarono e catturarono la città di Sheerness, risalirono l'estuario del Tamigi fino a Gravesend, quindi navigarono nel fiume Medway fino a Chatham e Gillingham, dove ingaggiarono fortificazioni con il fuoco dei cannoni, bruciarono o catturarono tre navi capitali e altre dieci navi di linea, e catturarono e rimorchiarono l'ammiraglia della flotta inglese, HMS Carlo reale.
Politicamente, il raid fu disastroso per i piani di guerra di re Carlo e portò a una rapida fine della guerra e a una pace favorevole per gli olandesi. Fu una delle peggiori sconfitte nella storia della Royal Navy e una delle peggiori subite dall'esercito britannico. Horace George Franks l'ha definita la "sconfitta più grave che abbia mai avuto nelle sue acque di casa".

Attacco al Medway, giugno 1667, di Van Soest

"Burning English Ships" di Jan van Leyden. Mostrati gli eventi vicino a Gillingham: nel mezzo Carlo Reale è preso a destra Pro Patria e Schiedam set Mattia e Carlo V scendi

Olandese nel Medway. Cattura del Royal Charles giugno 1667 (PAF4520)

Carlo reale pezzo di poppa al Rijksmuseum ad Amsterdam

Scala: 1:48. Modello a scafo completo realizzato in stile Navy Board, pensato per essere il 'Naseby' (1655), una nave da 80-86 cannoni, nave di linea a tre piani.


1753 – Lancio del francese Algonquin, una nave da 74 cannoni della linea della Marina francese. Fu varata da Québec City in (Nuova Francia), il 9 giugno 1753 e messa in servizio l'8 gennaio 1754.
Nel 1755 fu messa in servizio per il trasporto di nove compagnie del régiment de la Reine che si imbarcarono a Brest il 14 aprile 1755. La nave da 74 cannoni era armata en flûte con 24 cannoni per lasciare più spazio ai soldati. La nave era comandata dal capitano Jean Baptiste François de La Villéon. Anche il reggimento fu ridotto a 360 soldati. Algonquin faceva parte dello squadrone navale che partì per il Canada. Si è separata dalle altre navi dopo la partenza il 29 maggio, a causa della fitta nebbia in mare.


1772 - HMS Gaspee goletta, il tenente William Dudingston, bruciato a Namquid Point, Narragansett Bay dai coloni americani di Providence, Rhode Island.
Il Gaspee Affare fu un evento significativo nel periodo che precedette la Rivoluzione americana. HMS Gaspee[1] era una goletta doganale britannica che aveva fatto rispettare i Navigation Acts a Newport, Rhode Island e dintorni nel 1772. Si incagliò in acque poco profonde mentre inseguiva la nave da carico Hannah il 9 giugno vicino a Gaspee Point a Warwick, nel Rhode Island. Un gruppo di uomini guidati da Abraham Whipple e John Brown ha attaccato, abbordato e dato alle fiamme la nave.
L'evento aumentò le ostilità tra i coloni americani e i funzionari britannici, in seguito al massacro di Boston nel 1770. I funzionari britannici nel Rhode Island volevano aumentare il loro controllo sul commercio - commercio legittimo e contrabbando - al fine di aumentare le loro entrate dalla piccola colonia. Ma gli abitanti del Rhode Island protestarono sempre più contro lo Stamp Act, i Townshend Acts e altre imposizioni britanniche che si erano scontrate con la storia della colonia di produzione di rum, commercio marittimo e commercio di schiavi.
Questo e altri eventi nella baia di Narragansett segnarono i primi atti di violenta rivolta contro l'autorità della corona britannica in America, precedendo di oltre un anno il Boston Tea Party e portando le Tredici Colonie nel loro insieme verso la guerra per l'indipendenza.


1796 - HMS Southampton (32), Cptn. James Macnamara, tagliata Corvette francese Utili (24) dalla Baia di Hyeres
Utili era un gabarre della Royal Navy francese, varato nel 1784. Gli inglesi la catturarono nel Mediterraneo nel 1796 e vi prestò servizio brevemente prima di essere disarmato nel 1797 e venduta nel 1798.
Un tipico Gabare come il Utiliera la Le Gros Ventre, monografia disponibile da ancre


1799 - Barche di HMS Successo (32), Cptn. Shuldham Peard, smettila Belle Aurora.
Nel maggio 1799 il capitano Shuldham Peard prese il comando della Success e fu inviato a servire nel Mediterraneo. Il 9 giugno di quell'anno, Success era al largo di Cap de Creus, quando Peard individuò una polacca a nord-ovest. Ha dato la caccia, ma la nave si è rifugiata nel porto di El Port de la Selva, così ha mandato le sue barche a tagliarla fuori. Dopo un'azione feroce, in cui Success subì tre morti e nove feriti gravi, si rivelò essere la Bella Aurora, in navigazione da Genova a Barcellona con un carico di cotone, seta e riso, e armata di 10 cannoni, tutti da 9 o 6 -libbre. Nella sua relazione Peard ha sottolineato che l'attacco era stato effettuato in pieno giorno da soli 43 uomini contro una nave con 113 uomini di equipaggio, protetta da una rete di abbordaggio e sostenuta dalla riva da una piccola batteria di cannoni e un gran numero di uomini con moschetti . Successivamente, nel 1847, un fermaglio alla Medaglia del Servizio Generale Navale con la scritta "9 giugno 1799" assegnato a tutti i membri superstiti dell'azione che ne facessero richiesta. Poco dopo, Success fu una delle flotte, parte della quale combatté l'azione del 18 giugno 1799, in cui furono catturate tre fregate francesi e due brigantini.
HMS Successo era un 32 cannoni Amazon-classe Fregata di quinta classe della Royal Navy britannica varata nel 1781, che prestò servizio durante le guerre rivoluzionaria americana, rivoluzionaria francese e napoleonica. I francesi la catturarono nel Mediterraneo il 13 febbraio 1801, ma fu ripresa dagli inglesi il 2 settembre. Continuò a servire nel Mediterraneo fino al 1811, e in Nord America fino al hulk nel 1814, servendo poi come nave prigione e polvere hulk, prima di essere demolita nel 1820.

Successo distrugge il Santa Catalina, 16 marzo 1782


1800 - Azione del 1800/06/09, 9 giugno 1800
Il 9 giugno 1800, l'HMS Canguro, 18 anni, comandante George Christopher Pulling e HMS veloce, 14, il comandante Lord Cochrane, attaccò un convoglio spagnolo al largo di Oropeso, al riparo di una batteria spagnola, affondò uno sciabecco da 20 cannoni e tre cannoniere, e catturò tre brigantini mercantili.


1801 - HMS Meleagro (32), Cptn. Thomas Bladen Capel, naufragato sui Triangoli, Golfo del Messico.
HMS Meleagro
era una fregata da 32 cannoni che Greaves e Nickolson costruirono nel 1785 nel cantiere di Quarry House a Frindsbury, nel Kent, in Inghilterra. Servì durante le guerre rivoluzionarie francesi fino al 1801, quando naufragò nel Golfo del Messico.


1808 - Azione al largo di Saltholm, 9 giugno 1808
21 cannoniere danesi e 12 scialuppe di mortaio, al comando del comandante Johan C. Krieger, ingaggiano un convoglio scortato britannico nella parte meridionale dello stretto. HMS Turbolento (12) e 11 navi mercantili vengono catturate.

Il Battaglia di Saltholm fu combattuta il 9 giugno 1808 durante la guerra delle cannoniere. Navi danesi e norvegesi attaccarono un convoglio britannico al largo dell'isola di Saltholm nello stretto di Øresund vicino a Copenaghen.

HMS Turbolento catturato da una cannoniera danese durante la guerra delle cannoniere il 9 giugno 1808


1811 – Lancio del francese Mont Saint-Bernard era un 82 cannoni Téméraire-classe nave di linea della Marina francese.
Mont Saint-Bernard era un 82 cannoni Téméraire-classe nave di linea della Marina francese.
Il 20 aprile 1814, dopo l'abdicazione di Napoleone al termine della Guerra della Sesta Coalizione, fu consegnata agli austriaci, che la bruciarono.

Nave di linea Monte San Bernardo dotato di Nave cammelli, zavorra esterna per navigare in acque basse


1930 – Lancio di Douglas nero (più tardi teQuest, Aquarius, Aquarius W ora El Boughaz I), una goletta ausiliaria a tre alberi costruita per Robert C. Roebling (pronipote di John A. Roebling e pronipote di Washington Roebling) presso i Bath Iron Works di Bath, Maine.
Progettata dai rinomati architetti navali di New York City H.J. Gielow & Co., è una delle più grandi golette con scafo in acciaio mai costruite.

Il Douglas nero (dopo teQuest, Acquario, Acquario W Ora El Bougaz I) è una goletta ausiliaria a tre alberi di trinchetta costruita per Robert C. Roebling (pronipote di John A. Roebling e pronipote di Washington Roebling) presso i Bath Iron Works di Bath, nel Maine, e varata il 9 giugno 1930. Progettato dai rinomati architetti navali di New York City HJ Gielow & Co., è una delle più grandi golette con scafo in acciaio mai costruite.


1940 – Lancio di Roma, che prende il nome da due navi precedenti e dalla città di Roma, fu la terza Vittorio Veneto-classe corazzata della Regia Marina d'Italia (Royal Navy).
Roma, che prende il nome da due navi precedenti e dalla città di Roma, fu la terza Vittorio Veneto-classe corazzata d'Italia Regia Marina (Marina Reale). La costruzione di entrambi Roma e la sua nave gemella Impero era dovuto alle crescenti tensioni in tutto il mondo e alla paura della marina che solo due Vittorio Venetos, anche in compagnia di vecchie corazzate pre-prima guerra mondiale, non sarebbe stato sufficiente per contrastare le flotte del Mediterraneo britannica e francese. Come Roma è stata impostata quasi quattro anni dopo le prime due navi della classe, sono stati apportati alcuni piccoli miglioramenti al design, incluso il bordo libero aggiuntivo aggiunto a prua.


1944 - Battaglia di Ushant - La decima flottiglia di cacciatorpediniere alleata (navi britanniche/canadesi/polacche) ingaggia e sconfigge i resti dell'ottava flottiglia di cacciatorpediniere tedesca al largo della Bretagna
Il Battaglia di Ushant, nota anche come Battaglia di Bretagna, avvenne la mattina presto del 9 giugno 1944 e fu uno scontro tra flottiglie di cacciatorpediniere tedesche e alleate al largo della costa della Bretagna. L'azione è arrivata poco dopo i primi sbarchi alleati in Normandia. Dopo un confuso scontro durante la notte, gli Alleati affondarono uno dei cacciatorpediniere tedeschi e ne costrinsero un altro a sbarcare, dove naufragò.


1959 – L'USS George Washington viene lanciato. È il primo sottomarino missilistico balistico a propulsione nucleare.
USS George Washington (SSBN-598)
è stato il primo sottomarino missilistico balistico operativo degli Stati Uniti. Era la nave principale della sua classe di sottomarini nucleari con missili balistici, era la terza nave della Marina degli Stati Uniti con questo nome, in onore di George Washington (1732-1799), primo presidente degli Stati Uniti, e la prima con quel nome a essere costruito appositamente come una nave da guerra.


2017 – Lancio di Sinfonia dei mari è un Oasinave da crociera di prima classe di proprietà e gestita da Royal Caribbean International.[8] A partire dal 2019 è la più grande nave passeggeri al mondo per stazza lorda, a 228.021 GT, superando la sorella Harmony of the Seas

Amministratore

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 10 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia

1647 - Battaglia di Puerto de Cavite - Gli spagnoli sconfiggono l'attacco olandese vicino a Manila
Dodici navi olandesi assediarono Puerto de Cavite, sede dei galeoni di Manila
Gli spagnoli e i filippini difesero il porto con il fuoco dell'artiglieria e affondarono l'ammiraglia olandese. Successivamente gli olandesi partirono con gli spagnoli ei filippini mantenendo ancora il controllo sul porto.


1666 – Lancio dell'HMS Londra fedele, una nave di seconda classe da 80 cannoni della linea della Royal Navy, a Deptford Dockyard

Londra fedele era una nave di seconda classe da 80 cannoni della linea della Royal Navy, varata il 10 giugno 1666 a Deptford Dockyard con un carico di 1.236 tonnellate. Fu fondata con 80 cannoni comprendenti 22 cannoni da sette, 4 semicannoni, 26 colubrine e 28 semi colubrine nel luglio 1666, questo fu portato a 92 cannoni, comprendenti 7 cannoni da sette, 19 semicannoni, 28 colubrine, 26 12 libbre e 12 semicolverine.

L'edificio del Londra fedele, di Frank Henry Mason

Un ritratto della nave di prim'ordine inglese da 96 cannoni 'Londra', che fu costruito nel 1670 e ricostruito nel 1706


1673 – Nascita di René Duguay-Trouin a St. Malo, Francia.
Corsaro e ufficiale di marina francese, catturò 300 mercantili e 20 navi da guerra durante la sua carriera
René Trouin, Sieur du Gué
, di solito chiamato René Duguay-Trouin, (10 giugno 1673 a Saint Malo – 1736) è stato un famoso corsaro bretone di Saint-Malo. Ebbe una brillante carriera da corsaro e navale e alla fine divenne "tenente generale degli eserciti navali del re" (vale a dire viceammiraglio) (francese:Tenente generale delle armi navali del roi), e un commendatore dell'Ordine di Saint-Louis. Dieci navi della marina francese furono nominate in suo onore.

Statua a St Malo


1703 – Lancio dell'HMS Nottingham, una nave di quarta classe da 60 cannoni della linea della Royal Navy, costruita a Deptford Dockyard
HMS Nottingham
era una nave di quarta classe da 60 cannoni della linea della Royal Navy, costruita a Deptford Dockyard e varata il 10 giugno 1703. Fu la prima nave a portare il nome.

di Samuel Scott Azione tra HMS Nottingham e Marte. Marte stava tornando in Francia dopo la fallita spedizione del Duca d'Anville, 11 ottobre 1746


1723 - La cattura della goletta Fantasia fu una famosa vittoria britannica su due navi pirata sotto il comando del capitano Edward Low.
Il Cattura della goletta Fantasia fu una famosa vittoria britannica su due navi pirata sotto il comando del capitano Edward Low. Quando fu al largo della baia del Delaware, Low attaccò una nave da guerra della Royal Navy che scambiò per una baleniera. Il combattimento risultante durò diverse ore e si concluse con la cattura di una nave pirata.[1] In effetti, la nave catturata non era quella nominata Fantasia - in effetti, il combattimento avrebbe dovuto chiamarsi "Cattura dello sloop Ranger."

Rappresentazione artistica della vita a bordo della goletta Fantasia


1744 – Lancio del francese smeraldo a Le Havre - catturato dalla Marina britannica il 21 settembre 1757, diventando HMS Smeraldo.


1770 - Cattura di Port Egmont

Nel giugno 1770, il governatore spagnolo di Buenos Aires, Francisco de Paula Bucareli y Ursua, inviò cinque fregate al comando del generale Juan Ignacio de Madariaga a Port Egmont. Il 4 giugno, una fregata spagnola ancorata nel porto era attualmente seguita da altre quattro, contenenti circa 1400 marines. La piccola forza britannica era sotto il comando del comandante George Farmer. Madariaga scrisse a Farmer il 10 giugno che avendo con sé millequattrocento soldati e un treno di artiglieria, era in grado di costringere gli inglesi a dimettersi, se avessero esitato ancora. Farmer rispose che avrebbe dovuto difendersi al meglio delle sue forze, ma quando gli spagnoli sbarcarono, dopo aver sparato con i suoi cannoni, Farmer capitolò a condizioni, fu preso un inventario dei negozi e agli inglesi fu permesso di tornare nel loro paese nell'HMS Preferito.


1796 - HMS arabo era la corvetta francese da 20 cannoni Jean Bart, lanciato nel 1793.
Gli inglesi la catturarono nel 1795 e la Royal Navy la prese in servizio. Fece naufragio il 10 giugno 1796.
HMS arabo
era la corvetta francese da 20 cannoni Jean Bart, un rivoluzionario-classe corvette varata nel 1793. Gli inglesi la catturarono nel 1795 e la Royal Navy la prese in servizio. Fu distrutta nel 1796.

Scala: 1:48.Pianta che mostra il piano del corpo con il profilo della poppa a babordo, linee pure con dettagli interni e mezza larghezza longitudinale per Arabo (catturato nel 1795)


1805 - Azione del 1805/06/10, 10 giugno 1805
HMS chiffonne (36), HMS Falco (14), HMS Clinker (14), e il frances nave armata ingaggiato, cannoniere francesi ingaggiate Foudre (10), Audacieuse (10), e altri 7 a protezione di un convoglio al largo delle coste francesi.

Una divisione francese, composta dagli sloop Foudre, 10, e Audacieuse, 10, quindici cannoniere [quattro di tre lunghi 24 prs. e uno da 8 pollici. obice tre di uno 24-pr. e un cannone da campo e otto di due 4- o 6-prs], e quattordici trasporti, sotto il capitano J. F. E. Hamelin, salparono da Le Havre per Fecamp. Furono inseguiti dalla Chiffonne, 36 anni, dal capitano Charles Adam, Falcon, 14, dal comandante George Sanders, dal Clinker, dal cannoniere, dal tenente Nisbet Glen e da Frances, assoldarono un cutter armato e furono portati in azione ma, quando le navi francesi gradualmente si avvicinarono sotto la protezione delle batterie costiere, gli inglesi iniziarono ad avere la meglio sul fuoco, sebbene alcune delle navi ostili fossero in quel momento incagliate. Il nemico alla fine è passato sotto i forti di Fecamp. In questa schermaglia il Chiffonne ebbe due morti e tre feriti, il Falcon quattro feriti, e il Clinker uno ucciso e un ferito.
chiffonne era un 38 cannoni Heureuse-classe fregata della marina francese. Fu costruita a Nantes e varata nel 1799. La Royal Navy britannica la catturò nel 1801. Nel 1809 partecipò a una campagna contro i pirati nel Golfo Persico. Fu venduta per essere demolita nel 1814.

HMS Sibilla catturare chiffonne


1808 – Lancio dell'HMS Croco, il nome del Croco-classe brigantini della Royal Navy.
HMS Croco
era il nome del Croco-classe brigantini della Royal Navy. Fu varata nel 1808 e condusse una carriera quasi del tutto tranquilla fino a quando non fu venduta nel 1815. Divenne poi mercantile che commerciava con le Indie Occidentali e il Mediterraneo. È stata elencata per l'ultima volta nel 1823.


1809 - HMS Amelia (38), Cptn. Frederick Paul rby e HMS Statira navi nazionali francesi catturate Mouche (16), Rejouie (8) e una goletta insieme a 2 trabaccoli Legere e Notre Dame a Santander.
Azione a Santander (1809-10)

Il 15 maggio 1809 Lord Gambier ordinò al capitano Irby di indagare sulla situazione a St. Ander, dove stava per essere sferrato un attacco da parte dei patrioti spagnoli alle truppe francesi della città. Statira lo raggiunsero l'8 giugno ma i forti venti e la corrente impedirono loro di arrivarci prima del 10 giugno. Mentre si avvicinavano potevano vedere il fuoco a terra e diverse navi che cercavano di fuggire dal porto. Le due navi britanniche catturarono tre navi francesi: la corvette Mouche, di sedici otto libbre di ottone e 180 uomini il brigantino Réjouie con otto libbre da 8 libbre e una goletta, Mouche No.7, con un cannone da 4 libbre. Hanno anche preso due trabaccoli: Légère, che non era idoneo alla navigazione, quindi il suo carico è stato messo a bordo Réjouie e Notre Dame, una nave spagnola sequestrata dai francesi. L'aiutante di campo del generale Ballestero riferì che il paese era in possesso degli spagnoli e che le truppe francesi si erano tutte arrese. A causa del gran numero di prigionieri, il capitano Irby mandò Statira nel porto con i premi mentre Amelia rimase al largo della costa nella speranza di poter prestare maggiore assistenza agli spagnoli. La corvetta Mouche, che lo sloop Cardellino e il trabaccolo armato ingaggiato scherzo nero si era recentemente impegnato, era stato per qualche tempo una minaccia per il commercio britannico. Lista di Lloyd ha riferito che il 20 giugno il Mouche, corvetta francese, di 18 cannoni e 180 uomini, con "Soldier's Cloathing, and Specie", il "brigantino francese Resource carico di alberi" e una "goletta francese in zavorra" erano arrivati ​​a Plymouth. Erano arrivati ​​da St. Ander ed erano premi per Statira e Amelia>

HMS "Amelia" Inseguendo la fregata francese "Aréthuse" 1813. Dipinto nel 1852 da John Christian Schetky


1833 - Lancio dell'HMS Waterloo, una nave di prim'ordine da 120 cannoni della linea della Royal Navy, a Chatham

Veduta di Greenwich nel 1877 che mostra la nave scuola Warspite

Scala: 1:48. Un modello sezionale contemporaneo del "Caledoni" (1808), una nave di linea a tre piani da 120 cannoni, costruita su tavolato in stile georgiano.


1871 – Sinmiyangyo: il capitano McLane Tilton guida 109 marines statunitensi in un attacco navale ai forti del fiume Han sull'isola di Kanghwa, in Corea.
Il Battaglia di Ganghwa fu combattuta durante il conflitto tra Joseon e gli Stati Uniti nel 1871. A maggio, una spedizione di cinque navi da guerra squadrone asiatiche salpò dal Giappone alla Corea per stabilire relazioni commerciali, garantire la sicurezza dei naufraghi e scoprire cosa fosse successo all'equipaggio della SS Generale Sherman. Quando le forze americane arrivarono in Corea, la missione originariamente pacifica si trasformò in una battaglia quando i cannoni di un forte coreano aprirono improvvisamente il fuoco sugli americani. La battaglia per catturare i forti dell'isola di Ganghwa fu il più grande impegno del conflitto.


1893 – Lancio della USS Massachusetts (BB-2), a Indianacorazzata di classe e la seconda nave della Marina degli Stati Uniti paragonabile alle corazzate straniere del suo tempo
USS Massachusetts (BB-2)
è un Indiana-classe corazzata e la seconda nave della Marina degli Stati Uniti paragonabile alle corazzate straniere del suo tempo. Oggi è un sito di immersione al largo di Pensacola, in Florida.
Autorizzata nel 1890 e commissionata sei anni dopo, era una piccola nave da guerra, sebbene dotata di armature e ordigni pesanti. La classe di navi ha anche aperto la strada all'uso di una batteria intermedia. È stata progettata per la difesa costiera e, di conseguenza, i suoi ponti non erano al sicuro dalle onde alte in mare aperto.


1896 – Lancio di Belem, un brigantino a tre alberi francese
Fece il suo viaggio inaugurale come nave da carico nel 1896, trasportando zucchero dalle Indie Occidentali, cacao e caffè dal Brasile e dalla Guyana francese a Nantes, in Francia.

Belem (nave) - Wikipedia

1918 – La corazzata austro-ungarica SMS Szent István affonda al largo della costa croata dopo essere stato silurato da un motoscafo italiano MAS l'evento è ripreso dalla telecamera di una nave vicina.
sms Szent István
(La nave di Sua Maestà Santo Stefano) era l'ultimo di quattro Tegetthoffcorazzate di classe Dreadnought costruite per la Marina austro-ungarica. Szent István è stato chiamato per il santo Stefano I dell'XI secolo, il primo re d'Ungheria. Szent István fu l'unica nave della sua classe ad essere costruita all'interno della parte ungherese dell'Impero Austro-Ungarico, una concessione fatta al governo ungherese in cambio del suo sostegno ai budget navali del 1910 e del 1911 che finanziarono la Tegetthoff classe. Fu costruita nei cantieri Ganz-Danubius di Fiume, dove fu varata nel gennaio 1912. Varata due anni dopo nel 1914, costruita su Szent István subì un ritardo a causa dei cantieri navali più piccoli di Fiume, e ulteriormente ritardato dallo scoppio della prima guerra mondiale nel luglio 1914. Fu infine arruolata nella Marina austro-ungarica nel dicembre 1915.

Amministratore

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 11 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia


1794 – Lancio dell'HMS Cavalluccio marino, un 38 cannoni Artoisfregata di quinta classe della Royal Navy.

HMS Cavalluccio marino cattura del Badiri-i-Zaffer, 6 luglio 1808

Pianta che mostra il piano del corpo, il profilo della poppa, le linee trasparenti e la mezza larghezza longitudinale per Cavalluccio Marino (1794).

Pianta che mostra una mezza larghezza longitudinale del ponte superiore per Cavalluccio Marino (1794).

È disponibile un bellissimo fantastico kit in scala 1:64 di una fregata di classe Artois. Il HMS Diana prodotto da Jotika / Caldercraft


1794 - HMS Ranger era il cutter da 14 cannoni Rose, varato nel 1776, che la Royal Navy acquistò nel 1787 e che i francesi catturarono l'11 giugno 1794.
Gli inglesi la riconquistarono (due volte) nel 1797 e la ribattezzarono HMS avventuriero (o Venturier).

Scala: 1:48. Pianta che mostra il piano del corpo, linee trasparenti con alcuni dettagli interni e mezza larghezza longitudinale per il Royal Ranger (nessuna data), un cutter. Non in corso Libro o Dimensioni libro sotto Taglierine


1798 - Nave maltese San Giovanni, catturato sui ceppi nel 1798 dai francesi e varato e commissionato come Atene.
HMS
ateniese era una nave di terza classe da 64 cannoni della linea della Royal Navy. Era l'ex nave maltese San Giovanni, che i francesi catturarono sulle scorte nel 1798 e lanciarono e commissionarono come Atene. La Royal Navy la catturò al momento o prima della resa di La Valletta, il 4 settembre 1800, e la prese in servizio come HMS ateniese. Fece naufragio nei pressi della Sicilia, con gravi perdite di vite umane, nel 1806.

Un modello di terzo ordine del XVIII secolo dell'Ordine di San Giovanni, simile al San Giovanni


1865 - La battaglia navale di Riachuelo
si combatte sul rio Riachuelo (Argentina), tra la Marina paraguaiana da una parte e la Marina brasiliana dall'altra. La vittoria brasiliana fu cruciale per il successivo successo della Triplice Alleanza (Brasile, Uruguay e Argentina) nella guerra del Paraguay.

La battaglia di Riachuelo di Victor Meirelles


1913 - Generale Concha, un Generale Concha-classe Canonero (cannoniera), naufragata
Generale Concha era un Generale Concha-classe Cannonero (cannoniera) o più tecnicamente "Incrociatore non corazzato di terza classe" della Marina spagnola che ha combattuto a San Juan, Porto Rico, durante la guerra ispano-americana.


1926 – Lancio di Padova, oggi noto come Kruzenshtern o Krusenstern, l'ultimo attivo dei Flying P-Liners
Kruzenshtern o Krusenstern (in russo: Крузенштерн) è un brigantino a quattro alberi (in russo: барк) costruito nel 1926 a Geestemünde a Bremerhaven, in Germania come Padova (dal nome della città italiana). Fu ceduta all'URSS nel 1946 come riparazione di guerra e ribattezzata in onore dell'esploratore tedesco baltico dell'inizio del XIX secolo al servizio della Russia, Adam Johann Krusenstern (1770-1846). Ora è una nave scuola di vela russa.

Jimsky

Amministratore

Sembra un altro steele baruqe russo STS Sedov all'orizzonte

Amministratore

Il cerchio di un anno è ora la Terza volta completo, quindi dobbiamo ricominciare ancora una volta
- nel frattempo abbiamo più di 5.000 post in questo thread e oltre 2 milioni di visualizzazioni.

-> Quindi ora è già il 4° anno con

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 12 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia


1775 - Il Battaglia di Machias (11-12 giugno 1775) fu il primo impegno navale della Guerra d'indipendenza americana, noto anche come battaglia del Margaretta, combattuto intorno al porto di Machias, Maine.
Dopo lo scoppio della guerra, le autorità britanniche arruolarono il mercante lealista Ichabod Jones per rifornire le truppe che erano sotto l'assedio di Boston. Due delle sue navi mercantili arrivarono a Machias il 2 giugno 1775, accompagnate da uno sloop armato britannico chiamato il HM Margaretta (a volte anche scritto Margherita o Margherita) che era comandato dal guardiamarina James Moore. I cittadini di Machias disapprovarono le intenzioni di Jones e lo arrestarono. Hanno anche cercato di arrestare Moore, ma è fuggito attraverso il porto. I cittadini presero una delle navi di Jones, la armarono insieme a una seconda nave locale e salparono per incontrare Moore. Dopo un breve scontro, Moore fu ferito a morte e la sua nave e l'equipaggio furono catturati.
Il popolo di Machias catturò altre navi britanniche e respinse una grande forza che tentò di prendere il controllo della città nella battaglia di Machias nel 1777. I corsari e altri che operavano da Machias continuarono a molestare la Royal Navy durante la guerra.

1942 - La USS Swordfish (SS 193) affonda il mercantile giapponese Burma Maru a nord-ovest di Pulo Wai nel Golfo del Siam.

1943 - Gli aerei TBF del Composite Squadron Nine (VC 9) con base a bordo della USS Bogue (ACV 9) affondano il sottomarino tedesco (U 118) a ovest a nord delle Isole Canarie.

1957 - Più di 100 navi di 17 nazioni partecipano all'International Naval Review a Hampton Roads, in Virginia, in onore del 350esimo anniversario della fondazione di Jamestown, in Virginia.

1970 - Dopo un terremoto in Perù, la USS Guam (LPH 9) inizia 11 giorni di voli di soccorso per trasportare squadre mediche e rifornimenti, nonché le vittime di soccorso.

1993 - La USS Cape St. George (CG 71) viene messa in servizio nel porto di base della Norfolk Naval Base. L'incrociatore missilistico guidato Aegis di classe Ticonderoga è il primo a prendere il nome dalla battaglia di Cape St. George quando uno squadrone di cacciatorpediniere guidato dal capitano Arleigh Burke si è scontrato con una forza di cacciatorpediniere giapponesi di cinque navi il 25 novembre 1943 vicino alla Nuova Irlanda . Il DESRON 23 affondò tre cacciatorpediniere e ne danneggiò un quarto durante quella battaglia della seconda guerra mondiale.

Amministratore

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 13 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia

1801 - HMS Dreadnought era una seconda classe della Royal Navy da 98 cannoni della classe Neptune.
Questa nave di linea è stato lanciato a Portsmouth a mezzogiorno di sabato 13 giugno 1801, dopo aver trascorso 13 anni in azioni. Fu la prima nave da guerra varata da quando l'Atto dell'Unione del 1800 creò il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda, e alla sua testa mostrava un leone sdraiato su un rotolo con lo stemma reale come blasonato sullo stendardo.
Il lancio è stato uno spettacolo è stato riferito che almeno 10.000 persone hanno visto il commissario Sir Charles Saxton rompere una bottiglia di vino sul suo gambo e che dopo il lancio Sir Charles ha offerto un sontuoso incontro freddo alla nobiltà e agli ufficiali di distinzione.
Dopo il lancio, Dreadnought fu portata in banchina per la ramatura, e un gran numero di persone salì a bordo per vederla. Il giorno dopo, a causa degli sforzi del signor Peake, il costruttore, e degli artefici del cantiere navale, fu completamente ramata in sei ore e il lunedì mattina uscì dal molo per sartiame e allestimento.


1881 - L'affondamento della USS Jeannette - ex. HMS Pandora
Il piroscafo in legno truccato su corteccia USS Jeannette era una nave da esplorazione navale che, sotto il comando di George W. De Long, intraprese uno sfortunato viaggio nell'Artico dal 1879 al 1881. Dopo essere rimasta intrappolata nel ghiaccio e alla deriva per quasi due anni, la nave e il suo equipaggio di 33 persone sono stati liberati dal ghiaccio, quindi intrappolati di nuovo, schiacciati e affondati a circa 300 miglia nautiche (560 km 350 miglia) a nord della costa siberiana. L'intero equipaggio è sopravvissuto all'affondamento, ma 11 sono morti durante la navigazione verso terra a bordo di un piccolo cutter. Gli altri 22 raggiunsero la Siberia, ma 9 di loro, compreso De Long, morirono successivamente nelle distese del delta della Lena.


1973 - Incidente di collisione tra sottomarini russi K-56 (Progetto 675 (noto anche con il nome in codice NATO della classe Echo II) sottomarino nucleare) e la nave da ricerca Accademico Berg, viaggiando a 9 nodi (17 km/h 10 mph). La nave ha colpito K-56 sul lato di dritta, praticando un foro di quattro metri attraverso lo scafo nel primo e nel secondo compartimento. Un esperto civile di Leningrado, 16 ufficiali, cinque ufficiali di mandato e cinque marinai sono stati uccisi.

Amministratore

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 14 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia


1667finale di The Raid on the Medway (9-14 giugno 1667), durante la seconda guerra anglo-olandese nel giugno 1667, fu un attacco di successo condotto dalla marina olandese sulle corazzate inglesi in un momento in cui la maggior parte erano praticamente senza equipaggio e disarmate, disposte negli ancoraggi della flotta al largo di Chatham Dockyard e Gillingham nella contea del Kent. A quel tempo, la fortezza di Upnor Castle e una catena di barriere chiamata "Gillingham Line" avrebbero dovuto proteggere le navi inglesi.

16732° battaglia di Schooneveld
Le battaglie di Schooneveld furono due battaglie navali della guerra franco-olandese, combattute al largo delle coste dei Paesi Bassi il 7 giugno e il 14 giugno 1673 (New Style 28 maggio e 4 giugno nel calendario giuliano allora in uso in Inghilterra) tra un alleato La flotta anglo-francese comandata dal principe Rupert del Reno sulla sua nave ammiraglia, la Royal Charles, e la flotta delle Province Unite, comandata da Michiel de Ruyter. Le vittorie olandesi nelle due battaglie e nella battaglia di Texel che seguì in agosto salvarono il loro paese da un'invasione anglo-francese.

La prima battaglia di Schooneveld, 7 giugno 1673 di Willem van de Velde, il vecchio, dipinto c.1684.

1777 - Il Congresso Continentale adotta il disegno dell'attuale bandiera degli Stati Uniti a 13 strisce e 13 stelle.
Il 14 giugno 1777, il Secondo Congresso Continentale approvò la Flag Resolution che affermava: "Risolto, che la bandiera degli Stati Uniti sia tredici strisce, rosse e bianche alternate che l'unione sia tredici stelle, bianche in campo blu, che rappresentano una nuova costellazione."
Il 14 giugno di ogni anno viene celebrato il giorno della bandiera degli Stati Uniti. Una falsa tradizione sostiene che la nuova bandiera sia stata issata per la prima volta nel giugno del 1777 dall'esercito continentale nell'accampamento di Middlebrook.


L'origine del disegno a stelle e strisce è incerta. Una storia popolare crediti Betsy Ross per aver cucito la prima bandiera da uno schizzo a matita di George Washington che le aveva personalmente commissionato il lavoro. Tuttavia, non esistono prove per questa teoria al di là dei ricordi molto successivi dei discendenti di Ross di ciò che ha detto alla sua famiglia. Un'altra donna, Rebecca Young, è stata anche accreditata per aver realizzato la prima bandiera dalle generazioni successive della sua famiglia. La figlia di Rebecca Young era Mary Pickersgill, che ha realizzato la Star Spangled Banner Flag.

1777 - John Paul Jones prende il comando dello sloop della Marina continentale USS Ranger
La nave

Il primo USS Ranger era uno sloop-of-war nella Marina continentale in servizio attivo nel 1777-1780 ha ricevuto il secondo saluto a una nave da combattimento americana da una potenza straniera (il primo saluto è stato ricevuto dalla USS Andrea Doria quando il 16 novembre 1776 arrivò a St. Eustatius e l'isola olandese restituì il suo saluto di 11 colpi).Fu catturata nel 1780 e portata nella Royal Navy come HMS Halifax. Fu radiata nel 1781.

1789 – Ammutinamento del Bounty: HMS Bounty sopravvissuti all'ammutinamento incluso il Capitano William Bligh e altri 18 raggiungere Timor dopo un viaggio di quasi 7.400 km (4.600 mi) in una barca aperta

1847 - Il commodoro Matthew Calbraith Perry dirige il seconda spedizione contro Tabasco, Messico, conosciuta anche come Battaglia di Villahermosa.

Amministratore

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 15 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia

1775 - Abraham Whipple prende il comando della nave da difesa costiera del Rhode Island katy e cattura nello stesso giorno un tenero di HMS Rose. A dicembre, Katy viene inserita nel servizio continentale e ribattezzata USS Providence.

USS Providence - ex-katy

A proposito: la replica del HMS Rose è stato utilizzato per il film Master and Commander e chiamato per questo tempo Sorpresa HMS


1904 - SS Generale Slocum disastro - più di 1.000 persone - la maggior parte dei quali coloni tedeschi - uccise
Il 15 giugno 1904, Generale Slocum prese fuoco e affondò nell'East River di New York City. Al momento dell'incidente, era su un contratto di noleggio che trasportava membri della Chiesa evangelica luterana di San Marco (tedeschi americani di Little Germany, Manhattan) a un picnic in chiesa. Si stima che siano morte 1.021 delle 1.342 persone a bordo. Il Generale Slocum Il disastro è stato il peggior disastro dell'area di New York in termini di perdite di vite umane fino agli attacchi dell'11 settembre 2001. È il peggior disastro marittimo nella storia della città e il secondo peggior disastro marittimo sui corsi d'acqua degli Stati Uniti.


Il PS Generale Slocum era un battello a vapore per passeggeri a ruote laterali costruito a Brooklyn, New York, nel 1891. Durante la sua storia di servizio, è stata coinvolta in una serie di incidenti, tra cui molteplici incagli e collisioni.


1944 - A seguito di intensi spari navali e bombardamenti aerei su portaerei, la Task Force 52 fa sbarcare i Marines su Saipan, che è la prima massa di terra relativamente grande e fortemente difesa nel Pacifico centrale ad essere attaccata dalle forze anfibie statunitensi.
Il Battaglia di Saipan fu una battaglia della campagna del Pacifico della seconda guerra mondiale, combattuta sull'isola di Saipan nelle Isole Marianne dal 15 giugno al 9 luglio 1944. La flotta di invasione alleata che imbarcava le forze di spedizione lasciò Pearl Harbor il 5 giugno 1944, il giorno prima dell'operazione È stato lanciato Overlord in Europa. La 2a divisione marina degli Stati Uniti, la 4a divisione marina e la 27a divisione di fanteria dell'esercito, comandata dal tenente generale Holland Smith, sconfissero la 43a divisione di fanteria dell'esercito imperiale giapponese, comandata dal tenente generale Yoshitsugu Saito.

Amministratore

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 16 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia

Azione del 16 maggio 1797 fu una battaglia navale che ebbe luogo vicino a Tripoli nella Tripolitania ottomana (l'odierna Libia). Lo squadrone danese fu vittorioso su uno squadrone tripolitano che li superò in termini di numero di navi. Il risultato fu un trattato di pace tra il Bey di Tripoli e la Danimarca.

Dopo che il nuovo Bey di Tripoli, Sidi Yussuf, chiese un aumento del tributo (essenzialmente una tangente per fermare i tripolitani che depredavano le navi mercantili danesi), e catturò due navi danesi, i cui equipaggi vendette come schiavi, la Danimarca inviò il capitano Lorenz Fisker nel 40 -fregata cannone Teti a Tripoli. Aveva due missioni: in primo luogo, scortare la "nave regalo" annuale ad Algeri e, in secondo luogo, organizzare la liberazione delle due navi danesi e dei loro equipaggi. Arrivò a Tripoli il 30 agosto 1796, ma non riuscì a liberare i marinai catturati, né a concordare un prezzo di riscatto.


Najaden a Tripoli nel 1797, Museo Navale Reale Danese

L'azione
I danesi hanno quindi deciso di fare un secondo tentativo. Hanno mandato il capitano Steen Andersen Bille nella fregata Najaden 40, sotto il capitano John Hoppe, a Malta, dove arrivò il 2 maggio 1797. Lì i danesi si incontrarono con il brigantino Sarpen 18, sotto il capitano Charles Christian De Holck. Noleggiarono anche uno sciabecco di sei cannoni e misero un equipaggio danese sotto il tenente Hans Munck (o Munk), di Sarpen. Questo squadrone salpò poi da Malta per Tripoli. Il 12 maggio, al largo di Lampedusa, si incontrarono con Fisker e Teti. Fisker trasferì il comando delle forze danesi nel Mediterraneo a Bille e salpò per casa. Il piccolo squadrone di Bille navigò oltre i forti a guardia di Tripoli il 15 maggio 1797. Tra i cannoni che sparavano sulle navi danesi dai forti c'erano quattro cannoni danesi che l'inviato libico Abderahman al Bidiri aveva ottenuto dal re di Danimarca nel 1772.


HMS Culloden (1783) era una nave di terza classe classe Gange da 74 cannoni della linea della Royal Navy, varata il 16 giugno 1783 a Rotherhithe. Ha preso parte ad alcune delle battaglie più famose delle guerre rivoluzionarie francesi e delle guerre napoleoniche prima di essere sciolta nel 1813.

Amministratore

Oggi nella storia navale - Eventi navali / marittimi nella storia

si prega di utilizzare il seguente link e troverete i dettagli e tutti gli eventi di questa giornata. di seguito troverete alcuni degli eventi

Storia navale/marittima - 17 giugno - Oggi nella storia navale - Eventi navali/marittimi nella storia

1696 - La battaglia di Dogger Bank
è il nome di una battaglia avvenuta il 17 giugno 1696 nell'ambito della Guerra della Grande Alleanza. Fu una vittoria per una forza francese di sette navi su una forza olandese di cinque navi e il convoglio che stava scortando.
In questa data il corsaro francese Jean Bart trovò un convoglio olandese di 112 navi mercantili, scortato da cinque navi olandesi vicino a Dogger Bank.
I francesi avevano più navi da guerra e più cannoni degli olandesi. Inoltre, gli equipaggi francesi erano molto esperti e guidati da un comandante eccezionale, quindi l'esito della battaglia era molto prevedibile. Ma i francesi dovettero sbrigarsi, perché un grande squadrone inglese sotto l'ammiraglio John Benbow era a conoscenza della presenza francese e li stava cercando.
La battaglia è iniziata alle 19:00. quando Jean Bart sul Maure attaccato l'ammiraglia olandese, il Raadhuis-van-Haarlem. gli olandesi combatterono valorosamente per tre ore finché il loro capitano fu ucciso. Poi si arresero e così fecero le altre 4 navi, una dopo l'altra.
Jean Bart catturò e bruciò 25 navi mercantili finché lo squadrone di 18 navi di Benbow si avvicinò. Lo squadrone francese fuggì verso la Danimarca. Rimasero lì fino a luglio e poi scivolarono attraverso le linee alleate a Dunkerque con 1200 prigionieri, il 27 settembre.


1778 - Il Azione del 17 giugno 1778 noto anche come il Lotta di Belle Poule e Aretusa
fu un'azione navale minore che ebbe luogo al largo della costa francese tra fregate britanniche e francesi. L'azione fu ampiamente celebrata sia dalla Francia che dalla Gran Bretagna e fu la prima tra le due forze navali durante la guerra rivoluzionaria americana prima ancora che fosse annunciata una formale dichiarazione di guerra.

Sfondo
Il 13 giugno 1778, l'Ammiraglio Augustus Keppel, con ventuno navi di linea e tre fregate, fu inviato dall'Ammiragliato per vegliare sulla flotta francese a Brest Keppel per impedire un congiungimento delle flotte di Brest e Tolone, più da persuasione se poteva poiché entrambe le nazioni non erano in guerra. La fregata francese da 26 cannoni, Belle Poule era in ricognizione insieme alla fregata da 26 cannoni Licorne, la corvetta Hirondelle, e la taglierina Coraggio, quando il 17 giugno incontrò un grande squadrone britannico che includeva HMS Aretusa in un punto 23 miglia (37 km) a sud di The Lizard.
L'ammiraglio Keppel, comandante della flotta britannica, ordinò che le navi francesi fossero inseguite e riportate alla sua nave ammiraglia con qualsiasi mezzo poiché non voleva che le navi francesi vedessero la forza britannica.
Azione
Licorne lo fece, dopo essere stato revisionato da due navi britanniche HMS Milford, montando 28 cannoni e HMS America, di 64 cannoni. Licorne successivamente tentò di fuggire durante la notte dopo aver meditato sugli affari, ma si arrese dopo un breve combattimento con America, una nave il doppio delle sue dimensioni.
Nel frattempo, Aretusa e la fresa HMS Mettere in guardia preso a Belle Poule, accompagnato dal cutter francese Il Corriere. Il capitano di Belle Poule rifiutò l'ordine di tornare alla flotta britannica. Gli inglesi hanno sparato un colpo di avvertimento sulla prua della sua nave, al quale ha risposto con una fiancata completa.[4] Così una furiosa battaglia di due ore tra le due navi con Aretusa. Belle Poule era ansioso di fuggire e presto iniziò a infliggere gravi danni a Aretusa, che finì con i suoi alberi superiori appesi sul lato e la tela strappata. Subito dopo Aretusa giaceva in frantumi e poi perse l'albero maestro.
Presto il vento cadde e con esso le vele più alte dilaniate dai colpi di... Belle Poule. Tuttavia, hanno tenuto abbastanza vento da portarla fuori dalla portata di Aretusaè fuoco. Entrambe le navi erano vicine sotto le scogliere francesi e Belle Poule lottato in una piccola insenatura tra le rocce. Non è rimasto niente per Aretusa ma per tagliare via il suo relitto, issare la vela che poteva e trascinarsi di nuovo sotto gli alberi della giuria alla flotta britannica.
Nel frattempo, Coraggio è stato superato dal cutter britannico Mettere in guardia, e dopo un po' di resistenza alla fine ha collaborato con l'essere portato sull'ammiraglia di Keppel. Hirondelle sfuggito del tutto al fidanzamento.

Conseguenze

Belle Poule coeffure
Aretusa subì 44 vittime dal suo equipaggio di 198 uomini, ma gli alberi e il sartiame erano stati così gravemente danneggiati che la nave dovette essere rimorchiata da navi britanniche appena arrivate. Quando altre navi della flotta di Keppel si avvicinarono, Belle Poule si ritirò verso la costa francese dopo aver perso 30 morti e 72 feriti, tra cui il suo capitano, il tenente Jean Isaac Chadeau de la Clocheterie.
Questa battaglia fu la prima tra le forze navali britanniche e francesi durante la guerra anglo-francese e si svolse circa tre settimane prima della dichiarazione formale di guerra da parte della Francia. Lo stesso ammiraglio Keppel fu sorpreso dalla reazione dei capitani francesi poiché intendeva solo parlare con loro e poi rilasciare le loro navi.
La battaglia fu ampiamente celebrata in Francia come una vittoria dame dell'alta società inventarono l'acconciatura "Belle Poule", con una nave in cima alla testa.
Con la cattura di Licorne e Hirondelle fu anche visto come una vittoria in Gran Bretagna e divenne oggetto di una tradizionale cantilena marinara, L'impertinente Aretusa. (Rod # 12675).
Aretusa è anche il soggetto di una canzone sull'album dei Decemberists Sua Maestà i Decemberists.


1815 - Il Battaglia di Capo Gata,
che ebbe luogo il 17 giugno 1815, al largo della costa sud-orientale della Spagna, fu la prima battaglia della seconda guerra barbaresca. Uno squadrone di navi, sotto il comando di Stephen Decatur, Jr., incontrò e ingaggiò l'ammiraglia della marina algerina, la fregata Meshuda sotto l'ammiraglio Hamidou. Dopo un'azione tagliente, lo squadrone di Decatur è stato in grado di catturare la fregata algerino e ottenere una vittoria decisiva sugli algerini.


Storia

La flotta olandese era qualitativamente inferiore alla flotta inglese. Tuttavia, Johan de Witt , l'influente membro del consiglio di amministrazione dell'Olanda - responsabile per le questioni di politica estera, riuscì a indurre gli Stati Generali a costruire numerosi nuovi edifici nel novembre 1664, tra cui 24 nuove "capitali" (Capitale schepen van Oorloge) A marzo 1665, furono ordinati altri 24 nuovi edifici, nel luglio 1666 altri dodici - compreso il Gouden Leeuw . Già nell'attacco al Medway nel 1667 fece parte della flotta, ma non fu coinvolta in nessuna operazione di combattimento. Dopo che gli atti di guerra tra gli olandesi e il Regno d'Inghilterra e la sua alleata Francia erano già avvenuti negli anni precedenti e la Terza guerra anglo-olandese era scoppiata nel 1672, la nave prese finalmente la prima battaglia dal 28 maggio al 4 giugno 1673. di Schooneveld. Gli olandesi riuscirono qui a infrangere l'ordine di battaglia anglo-francese in modo tale che le navi nemiche dovettero ritirarsi in disordine.

Già la settimana successiva, il 7 giugno 1673 prese Gouden Leeuw alla seconda battaglia di Schooneveld parte in cui le navi olandesi in acque costiere avvantaggiate potevano giocare il loro basso pescaggio: dopo poco tempo riuscirono a Gouden Leeuw , insieme ad altre navi olandesi per sconvolgere nuovamente l'ordine di battaglia delle navi da guerra anglo-francesi, in modo che dovessero ritirarsi nel Tamigi. Il pericolo di un'invasione nemica fu così scongiurato per il momento.

I piani di un'invasione da parte di francesi e inglesi furono quindi ripresi l'11 agosto 1673: entrambi gli alleati radunarono 20.000 soldati in Inghilterra per sbarcare nelle province olandesi. Gli avversari si sono incontrati a Texel, compreso il Gouden Leeuw sotto il comando del tenente ammiraglio Cornelis Tromp e del capitano Thomas Tobiazoon - la battaglia navale scoppiò al largo di Texel. Il comandante olandese Michiel de Ruyter fu in grado di attaccare gli squadroni dalla posizione sopravvento più favorevole e infine di spostare le navi nemiche per fuggire dalla battaglia.

In seguito, come altre navi, fu disarmato e dotato di tettoia di protezione nei pressi del porto. Dopo la terza guerra navale contro l'Inghilterra, la nave non è più menzionata nei documenti ufficiali. Nel 1686 la nave fu valutata per la riattivazione, ma era così marcia che fu infine dismessa e demolita. Come reminiscenza di questa nave, la città di Amsterdam fece ritrarre la nave sullo sfondo del porto di Amsterdam dal pittore marino Willem van de Velde il Giovane.


Il De Witte Oliphant nella pittura marina contemporanea

Il De Witte Oliphant e la sua partecipazione ad importanti battaglie navali ha ispirato alcuni artisti contemporanei a immortalarla in dipinti e disegni nel contesto di altre navi da guerra a vela del suo tempo. Gli artisti olandesi Willem van de Velde il Vecchio e Abraham Storck li hanno immortalati di conseguenza. Le opere sono oggi esposte nei musei e sono considerate importanti ritratti dell'arte cantieristica dell'epoca.


1678, pace e conseguenze [ modifica | modifica sorgente]

Nel 1678 Louis continuò le sue conquiste a spese dei Paesi Bassi spagnoli, catturando Gand e Ypres (25 marzo). Di nuovo le Province Unite, per far sentire la pressione sul loro territorio. I colloqui proseguirono a Nimega, ma furono vanificati dalla decisione francese di proteggere gli interessi svedesi. Ma con una nuova vittoria francese a luglio, le Province Unite firmarono la Pace di Nimega nell'agosto 1678. Altri trattati di pace vengono firmati con gli altri contendenti nei mesi successivi, dove la decadente Spagna ne sarebbe uscita sconfitta, perdendo contro la Francia la Francia. Contea e la maggior parte delle varie città catturate dei Paesi Bassi spagnoli. ⏁] Le Province Unite, che correvano il rischio di essere spazzate via nel 1672, potrebbero celebrare la riduzione di alcuni dazi nel suo commercio con la Francia. La Svezia, la cui tradizione militare non era sufficiente a fermare l'ascesa di Berlino, riuscì a lasciare il conflitto con perdite territoriali trascurabili. Sebbene il risultato fosse a prima vista inconcludente, avrebbe avuto una grande importanza per gli eventi dei prossimi 40 anni. La Francia, che negli ultimi anni di guerra combatté quasi da sola contro una potente coalizione, lasciò l'episodio come una grande potenza militare dell'Europa continentale. Dopo la guerra, Luigi XIV iniziò a essere chiamato il "Re Sole". ⏂] Dopo la guerra, le Province Unite iniziarono a mostrare segni di decadenza. La sua preminenza come potenza navale alla fine sarebbe stata ceduta all'Inghilterra. Governata da Guglielmo d'Orange dopo la Gloriosa Rivoluzione, l'Inghilterra sarebbe diventata il nemico giurato della Francia. Spagna e Svezia, timide partecipanti a questo conflitto, persero importanza e subiranno grandi perdite territoriali nei decenni successivi.

La canzone "Auprès de ma blonde" o "Le Prisonnier de Hollande" ("Il prigioniero d'Olanda"), in cui una donna francese si addolora per la sua amata che è tenuta prigioniera dagli olandesi, è apparsa durante o subito dopo il periodo franco-olandese La guerra - che riflette la situazione contemporanea dei marinai e dei soldati francesi imprigionati nei Paesi Bassi - e rimane una parte duratura della cultura francese fino al presente.


Nascite

  • 31 gennaio - San Luigi Maria Grignion de Montfort, sacerdote missionario francese (d 1716)
  • 27 aprile - Claude Gillot, artista francese (d 1722)
  • 20 luglio - John Dalrymple, II conte di Stair, militare e diplomatico scozzese (d 1747)
  • 8 agosto - John Ker, spia scozzese (d 1726)
  • 10 agosto - Johann Conrad Dippel, alchimista tedesco (d 1734)
  • 11 agosto - Richard Mead, medico inglese (d 1754)
  • 26 ottobre - Dimitrie Cantemir, linguista e studioso moldavo (d 1723)
  • 30 dicembre - Ahmed III, sultano ottomano (d 1736)
  • data sconosciuta – Mir Wais Khan Hotaki, governatore persiano di Kandahar (d 1715)

Giacomo II (1633 - 1701)

Giacomo II © James era un re Stuart d'Inghilterra, Scozia e Irlanda che nel 1688 fu rovesciato nella "gloriosa rivoluzione" da Guglielmo III.

Giacomo nacque il 14 ottobre 1633 da Carlo I e sua moglie francese, Henrietta Maria e prese il nome da suo nonno, Giacomo I e VI. Durante la guerra civile inglese fu catturato ma fuggì in esilio nel continente. Si distinse soldato, tornando in Inghilterra alla Restaurazione di suo fratello, Carlo II, nel 1660. Comandò la Royal Navy dal 1660 al 1673. Nel 1660, James sposò Anne Hyde, figlia del primo ministro di Carlo II ed ebbero due figli sopravvissuti, Mary e Anne. Nel 1669, James si convertì al cattolicesimo e prese posizione contro una serie di mosse anticattoliche, incluso il Test Act del 1673. Ciò non impedì la sua successione al trono alla morte di Carlo nel 1685.

Nello stesso anno James affrontò la ribellione, guidata dal figlio illegittimo di Carlo II, il duca di Monmouth. La ribellione fu facilmente repressa dopo la battaglia di Sedgemoor nel 1685, e feroci punizioni furono imposte dal famigerato Lord Chief Justice, Judge Jeffreys, alle "Bloody Assises". Monmouth stesso è stato decapitato in modo disordinato.

Questo, insieme ai tentativi di James di dare uguaglianza civica ai dissidenti cattolici e protestanti, portò a un conflitto con il parlamento. Nel 1685, James lo proroga e regnò da solo. Ha tentato di promuovere il cattolicesimo nominando cattolici a incarichi militari, politici e accademici. Nel 1687, emise una Dichiarazione di Indulgenza che mirava alla completa tolleranza religiosa e incaricò il clero anglicano di leggerla dai loro pulpiti.

Nel giugno 1688, la seconda moglie di Giacomo, Maria di Modena, diede alla luce un figlio, Giacomo Francesco Edoardo.Temendo che una successione cattolica fosse ormai assicurata, un gruppo di nobili protestanti si appellò a Guglielmo d'Orange, marito della figlia maggiore di Giacomo, e protestante, figlia di Maria. A novembre, William sbarcò con un esercito nel Devon. Abbandonato da un esercito e da una marina che aveva completamente alienato, James perse completamente il coraggio e fuggì all'estero. Nel febbraio 1689, il parlamento dichiarò che la fuga di James costituiva un'abdicazione e William e Mary furono incoronati monarchi congiunti.

Nel marzo 1689, James sbarcò in Irlanda dove, con il sostegno francese, radunò un esercito. Fu sconfitto da William nella battaglia del Boyne nel luglio 1690. James morì in esilio a Saint-Germain in Francia il 16 settembre 1701.


L'invasione

Come concordato nel Trattato di Dover, l'Inghilterra si unì alla Francia, dopo aver dichiarato guerra il 6 aprile 1672 (Nuovo Stile), [13] dichiarando guerra il 7 aprile, usando come pretesto il Merlino incidente. [14] Molte fonti affermano erroneamente che gli inglesi furono i primi a dichiarare guerra il 27 marzo, un errore causato dal fatto che stavano ancora usando il calendario giuliano, quindi dieci giorni indietro rispetto al calendario gregoriano in uso nel continente. Grazie a un nuovo sistema di basi di rifornimento avanzato ideato dal marchese de Louvois, i francesi avanzarono sorprendentemente velocemente. Un esercito francese di 130.000 (118.000 piedi e 12.500 cavalli), eccezionalmente accompagnato dallo stesso Luigi, dal 7 maggio in un solo mese marciò attraverso Liegi, aggirò la forte fortezza olandese di Maastricht, avanzò lungo il Reno, prese le sei fortezze renane di Cleves presidiava le guarnigioni olandesi e il 12 giugno attraversò il Basso Reno nel Betuwe, invadendo così la Repubblica e aggirando la linea dell'IJssel. [15] Di conseguenza, la provincia di Overijssel ritirò le sue truppe dal già piccolo esercito da campo olandese per proteggere le proprie città subito dopo che questa provincia capitolò a Bernhard von Galen, vescovo di Münster, che marciò verso nord per occupare Drenthe e assediare a Groninga.

Guglielmo fu costretto a ripiegare a Utrecht con solo novemila uomini, ma i borghesi si rifiutarono di preparare la città alla difesa. Invece hanno aperto le loro porte all'esercito francese, per evitare un assedio. William si ritirò dietro la Dutch Water Line, un'inondazione deliberata per proteggere la provincia centrale dell'Olanda, ma le inondazioni non erano ancora pronte, essendo state ordinate dagli Stati d'Olanda solo l'8 giugno e ostacolate dai villaggi che non volevano lasciare che l'acqua danneggi la loro proprietà.

Nel frattempo aveva avuto luogo la prima battaglia navale. Dopo la dichiarazione di guerra inglese, gli Stati Generali avevano aumentato il budget navale con 2,2 milioni di fiorini. De Witt, alla ricerca di una decisiva vittoria navale, aveva deciso una strategia aggressiva e aveva inviato De Ruyter con la missione di distruggere la flotta alleata. Il 7 giugno, lo sorprese quando rifornendosi sulla costa inglese fu salvato da una grave sconfitta nella battaglia di Solebay solo da un'improvvisa svolta del vento, che fece perdere a De Ruyter l'indicatore meteorologico. Tuttavia, il danno subito - inclusa la morte dell'ammiraglio Edward Montagu, I conte di Sandwich - fu così esteso che agli Alleati sarebbe stato impedito di eseguire importanti azioni navali per il resto della stagione, a parte un tentativo fallito di intercettare l'est olandese India Company (VOC) Flotta di ritorno dalle Indie orientali olandesi. [16] Un blocco della costa olandese fallì. Il fratello di Johan de Witt, Cornelis de Witt, aveva accompagnato la flotta per far condividere la gloria al regime degli Stati, ma gli eventi a terra lo annullarono.

L'improvvisa comparsa di un esercito ostile nel cuore della Repubblica causò il panico generale. Il 14 giugno gli Stati d'Olanda hanno deciso di chiedere condizioni di pace a Francia e Inghilterra. [17] Questo convinse Louis che la guerra era già vinta e, su consiglio di de Louvois, iniziò i negoziati per raggiungere un trattato il più favorevole possibile per la Francia. Le popolazioni della città si ribellarono, incolpando il regime degli Stati Uniti per il disastro e chiedendo che il principe d'Orange prendesse il governo. La maggior parte dei consigli comunali è diventata orangista o è stata sostituita dalla minaccia della forza con partigiani orangisti. [18] Carlo aveva sempre sostenuto la fazione orangista ora lo ripagarono accusando la fazione degli Stati di voler tradire la terra ai francesi e dipingendo Carlo come l'unico uomo in grado e disposto a salvare gli olandesi dalla sottomissione francese. Nella storia olandese, l'anno 1672, la nazionale annus horribilis, successivamente noto come "Anno del disastro" (Rampjaar). Un detto olandese è stato coniato per descrivere la situazione dello stato: Redeloos, radeloos, reddeloos, che significa: "senza ragione" (il popolo), "senza indizi" (le autorità), "senza soccorso" (il paese).

Nonostante questo generale stato d'animo di disfattismo, la situazione non era così immediatamente disperata come credeva la popolazione. De Witt aveva assunto che gli interessi contrastanti di Inghilterra e Francia avrebbero impedito la loro cooperazione di successo. I due re, motivati ​​da una comune sete di vendetta, avevano messo da parte le loro divergenze finché non era stato raggiunto il loro obiettivo comune immediato di umiliare la Repubblica. Ora che lo era, ognuno cominciò a preoccuparsi che l'altro avrebbe beneficiato troppo della guerra né avrebbe permesso un completo dominio della Repubblica, e dei suoi enormi beni mercantili, da parte del suo alleato formale. Quando una missione olandese arrivò chiedendo la pace, Louis chiese solo Delfzijl, di gran lunga il porto meno importante che Carlo desiderava, per gli inglesi. Tuttavia, quando gli furono offerte le fortezze meridionali della Repubblica - il cui possesso francese avrebbe reso indifendibile l'Olanda spagnola [19] - e dieci milioni di fiorini, rifiutò. Sapendo che alla missione non era permesso fare alcuna concessione sul punto di religione e sull'integrità territoriale delle stesse province (le città fortezza meridionali di Breda, 's-Hertogenbosch e Maastricht erano nelle Terre della Generalità), Louis chiese - oltre a venti milioni di fiorini e un'ambasciata annuale degli Stati Generali a Louis che chiedeva perdono per la loro perfidia - libertà religiosa per i cattolici o signoria su Utrecht e Gheldria, la sua unica motivazione era quella di umiliare un po' di più gli olandesi. [20] Ma non continuò la sua avanzata militare, temendo di spingere gli olandesi nelle mani di Carlo.

Louis attese che la missione tornasse per chiedere nuove istruzioni, che avrebbero richiesto del tempo data la natura decentralizzata dell'amministrazione olandese, tutti i consigli comunali avrebbero dovuto essere consultati sulla questione. Nel frattempo, l'acqua ha riempito gradualmente i polder della linea di difesa. Il 7 luglio, le inondazioni furono completamente risolte e la provincia dell'Olanda fu al sicuro da un'ulteriore avanzata francese. Louis non era eccessivamente preoccupato da questo, essendo completamente concentrato su Amsterdam. Poiché un primo tentativo di prendere la città con un improvviso assalto di cavalleria era fallito, aveva deciso in ogni caso di evitare un assedio costoso e inevitabilmente molto fangoso aspettando l'inverno. Si aspettava - ragionevolmente così nella Piccola Era Glaciale - che le sue truppe sarebbero poi state in grado di avanzare sul ghiaccio. Lasciando indietro la sua forza principale, tornò in Francia il 26 luglio, portando con sé 18.000 uomini e liberando 20.000 prigionieri di guerra olandesi, per evitare di dover pagare per il loro mantenimento.

Il 4 luglio Guglielmo fu nominato statolder dell'Olanda [21] il 16 luglio della Zelanda. All'inizio di luglio, Carlo aveva deciso di assicurarsi la sua parte del bottino e aveva inviato Lord Arlington, uno dei pochi politici inglesi al corrente del Trattato di Dover, insieme al duca di Buckingham alla Repubblica per trasmettere le sue condizioni di pace. Arlington sbarcò a Brill accompagnato da un gruppo di esuli orangisti olandesi e si recò da William nel quartier generale olandese a Nieuwerbrug. È stato acclamato lungo la strada dalle folle olandesi credendo che fosse venuto a promettere il sostegno inglese contro i francesi. [22] Arrivato il 5 luglio, portò a Guglielmo la buona notizia che Carlo insisteva affinché suo nipote fosse nominato principe sovrano d'Olanda. Tutto andrebbe bene per gli olandesi, se William in cambio acconsentisse a una pace equa, compreso il pagamento di dieci milioni di fiorini inglesi per i loro sforzi, il pagamento di una somma annuale di £ 10.000 per i diritti sulle aringhe del Mare del Nord e il ripristino delle clausole del 1585 Trattato di Nonsuch su Brill, Sluys e Flushing come titoli inglesi. Lungi dal trovare William grato a suo zio per aver portato la sua ascesa al potere, Arlington scoprì presto che lo stadtholder era oltraggiato da queste richieste, il principe insolitamente perdeva le staffe in pubblico. Ha urlato che avrebbe preferito "morire mille volte piuttosto che accettarli". [23] Arlington in risposta minacciò lo stato olandese di annientamento totale se William non si fosse conformato alla fine l'incontro si trasformò in una lite e Arlington se ne andò senza aver ottenuto alcun guadagno. Successivamente si recò a Heeswijk, quartier generale dell'esercito francese assediando invano 's-Hertogenbosch, dove il 16 luglio concluse l'Accordo di Heeswijk con i francesi, ciascuna delle parti concordando un minimo elenco condiviso di richieste e promettendo di non concludere mai un pace separata. William ha rifiutato queste richieste il 20 luglio.

Il 18 luglio, Guglielmo ricevette una lettera da Carlo, di tono molto moderato, in cui il re affermava che l'intera campagna era diretta solo contro il regime degli Stati e che l'unico ostacolo alla pace era la continua influenza della fazione De Witt. William ha risposto offrendo i diritti di aringa, £ 400.000, Sluys e Suriname in cambio Charles dovrebbe nominarlo principe sovrano e concludere una pace separata. Infastidito, Charles rispose accusando William di essere irragionevolmente ostinato e di tramare alle sue spalle con i politici del festa di campagna, il successivo "Whigs". [24]

De Witt aveva dovuto dimettersi dalla sua funzione di Gran Pensionario dopo essere stato ferito da un tentativo di omicidio nel mese di giugno. Suo fratello Cornelis era stato arrestato con l'accusa (probabilmente falsa) di aver complottato per uccidere William. Il 15 agosto, lo stadtholder pubblicò la lettera di Carlo per incitare ulteriormente la popolazione contro De Witt. [25] Ci furono molte nuove rivolte il 20 agosto, Johan de Witt visitò suo fratello in prigione entrambi furono in questa occasione assassinati da una milizia civile orangista che era stata istruita da Tromp, l'ammiraglio orangista. [16] Il potere di William era ora al sicuro dalle minacce interne. [26]

Gli Alleati a questo punto della guerra si trovarono in una posizione piuttosto scomoda. Se la battaglia di Solebay non l'avesse impedito, sarebbero stati in grado di costringere la popolazione olandese ad arrendersi per fame, poiché dipendeva per la sua sopravvivenza dalle forniture di grano baltico. Ora non avevano una chiara strategia di uscita, potevano solo aspettare sperando che gli olandesi capissero finalmente la disperazione della loro situazione e capitolassero. Nel frattempo, la loro stessa situazione è peggiorata. La guerra fu molto costosa e soprattutto Charles ebbe difficoltà a pagarla. Münster era in condizioni ancora peggiori in agosto, dovette abbandonare l'assedio di Groningen. Prima della fine del 1672, gli olandesi ripresero Coevorden e liberarono la provincia di Drenthe, lasciando agli Alleati il ​​possesso solo di tre delle dieci (nonostante il numero tradizionalmente indicato di sette [27]) aree provinciali olandesi. Le linee di rifornimento dell'esercito francese furono pericolosamente estese. Nell'autunno del 1672, Guglielmo tentò di tagliarli fuori, attraversando i Paesi Bassi spagnoli via Maastricht in marce forzate per attaccare Charleroi, allora città di confine francese vicino alla via di rifornimento attraverso Liegi.

In aggiunta alle difficoltà alleate, gli stati tedeschi, pur avendo promesso a Luigi di rimanere neutrale, erano molto preoccupati per il successo francese e soprattutto per il suo rifiuto di ritirarsi dal ducato di Cleves. Il 25 luglio, l'imperatore del Sacro Romano Impero, Leopoldo I, concluse un trattato difensivo con la Repubblica dell'Aia e, insieme al Brandeburgo, di cui Cleves era una dipendenza e che si era dichiarato alleato olandese il 6 maggio, inviò un esercito di quarantamila al Reno. [28] Sebbene questa forza non attaccò l'esercito francese, la sua presenza fu sufficiente per attirarlo a est in risposta. [29] Il 27 dicembre, dopo un forte gelo, il duca di Lussemburgo iniziò ad attraversare il ghiaccio della linea di galleggiamento con ottomila uomini, sperando di saccheggiare L'Aia. Un improvviso disgelo tagliò la sua forza a metà e riuscì a sfuggire alle sue stesse linee con il resto.

Nell'inverno del 1673 i francesi non riuscirono ad attraversare la linea di galleggiamento sul ghiaccio, [30] ostacolati sia da ulteriori disgeli che da speciali compagnie di marinai olandesi che si spostavano sui pattini, organizzate dal tenente ammiraglio temporaneo Johan de Liefde. In primavera i tentativi di drenare la parte settentrionale della linea o di attraversarla su zattere si sono rivelati vani. Considerato quindi impraticabile l'attacco da est, le attività della Royal Navy acquistarono molta più importanza. Gli fu ordinato, in collaborazione con uno squadrone francese, di bloccare almeno la costa olandese e, se possibile, di eseguire uno sbarco su di essa, conquistando la Repubblica da ovest. Come questo dovrebbe essere realizzato esattamente, non era molto chiaro. [14] La marina inglese, contrariamente alla flotta olandese, aveva poca esperienza negli sbarchi a terra. Ci si aspettava quindi di prendere d'assalto direttamente alcuni porti olandesi, nonostante non si disponessero di informazioni recenti sufficienti sui pericolosi banchi in continuo movimento.

Prima che questo potesse essere raggiunto, gli Alleati avrebbero dovuto sconfiggere la flotta olandese. Sebbene gli inglesi abbiano deliberatamente creato l'impressione - per spaventare la popolazione olandese in uno spavento di invasione - che i trasporti, trasportando un esercito, stessero navigando immediatamente dietro la flotta da guerra, in realtà la forza di invasione (piuttosto piccola) è stata lasciata a Great Yarmouth, per essere spediti solo dopo aver ottenuto il pieno controllo dei mari. In questo i francesi sarebbero stati di scarso aiuto, avendo ricevuto ordini chiari da Louis di dare assoluta priorità alla sopravvivenza dei loro vascelli e informarlo personalmente di quale conoscenza avessero acquisito osservando le tattiche inglesi e olandesi. Ciò significava che la marina francese considerava la campagna prima di tutto una grande opportunità di apprendimento che sarebbe stata davvero molto istruttiva.

A maggio, Rupert avanzò verso la costa olandese con forze superiori De Ruyter prese una posizione difensiva nello Schooneveld. [31] Rupert tentò di aggirare la più piccola flotta olandese sperando di costringerla a cercare rifugio nella fortezza del porto navale di Hellevoetsluis, dove poteva essere bloccata mentre la flotta di trasporto sarebbe stata portata a prendere d'assalto Brill in Olanda o Flushing su Walcheren in Zelanda. Invece De Ruyter attaccò, dando inizio alla Prima Battaglia di Schooneveld. Nella battaglia di Solebay dell'anno precedente, lo squadrone francese aveva, alla vista della flotta olandese in avvicinamento, navigato in direzione opposta a quella della flotta inglese. Per contrastare le accuse inglesi secondo cui ciò era stato fatto apposta per lasciare che gli inglesi sopportassero l'urto dei combattimenti, i francesi formarono ora lo squadrone centrale. Quando si è formato un varco nella linea francese, De Ruyter ha improvvisamente virato con il proprio centro e lo ha attraversato. Dopo un po' i francesi si disimpegnarono - in seguito scrissero rapporti entusiastici a Louis sul sentirsi onorati di assistere al genio tattico mostrato da De Ruyter con questa manovra - esponendo la retroguardia alleata all'accerchiamento della retroguardia e del centro olandesi. Percependo il pericolo, il suo comandante, Spragge, abbandonò il resto della retroguardia con la sua flottiglia per cercare Tromp, che fu attaccato piuttosto esitante da Rupert nel furgone, temendo i banchi. Superata così e divisa, la flotta alleata riuscì a riunirsi solo perché De Ruyter decise di non correre rischi inutili spingendo a suo vantaggio ma il disordine era così persistente che dovette ritirarsi al calar della notte.

Dopo questa battuta d'arresto, Rupert non sapeva come continuare la campagna non osando entrare di nuovo nel pericoloso Schooneveld, poteva sperare solo di attirare gli olandesi. Era tuttavia così convinto che De Ruyter non avrebbe mai lasciato questa posizione di blocco ideale, che la sua flotta era impreparata quando la flotta olandese rifornita attaccò il 14 giugno, dando inizio alla seconda battaglia di Schooneveld. Rupert all'ultimo momento decise di invertire l'ordine del suo squadrone, causando un tale caos nella flotta alleata, che olandesi e francesi erano troppo stupiti per impegnarsi completamente nella battaglia. Spragge ha sfruttato questo disturbo cercando di nuovo Tromp, senza successo. Molto danneggiata e con il morale scosso, la flotta alleata tornò sul Tamigi per le riparazioni.

Alla fine di luglio, Rupert salpò di nuovo, cercando di attirare la flotta olandese a nord, fingendo di tentare uno sbarco a Den Helder. De Ruyter in un primo momento decise di non lasciare la sua posizione di Schooneveld, ma gli fu ordinato da William di farlo per impedire che una flotta della Compagnia Olandese delle Indie Orientali, carica di spezie e tesori, venisse catturata. La perdita di questa flotta avrebbe permesso agli inglesi di continuare la guerra, alleviando la mancanza di fondi di Carlo. Ciò ha portato alla battaglia finale di Texel. Entrambe le parti non frenarono più le loro forze, lottando per una decisione anche i francesi combatterono duramente, ma per la quarta volta si lasciarono separare dalla flotta inglese. Spragge ha rotto la formazione per la seconda volta per duellare con Tromp in questa occasione perdendo la vita. [32] Avendo subito danni enormi, entrambe le flotte si ritirarono. Questo pareggio tattico fu una completa vittoria strategica per gli olandesi, anche se alcune navi della Flotta delle Spezie alla fine caddero nelle mani degli Alleati. Per De Ruyter, la campagna di successo, respingendo gli attacchi di flotte molto superiori per salvare la sua patria, era stata il culmine della sua carriera, come gli inglesi prontamente riconobbero: il Duca di York concluse che tra gli ammiragli "era il più grande che abbia mai quel tempo era nel mondo". [33] Gli inglesi dovettero abbandonare i loro piani per un'invasione dal mare, e gli ingenti costi di riparazione turbarono il Parlamento.

Nel complesso la guerra era stata tutt'altro che redditizia. Nei conflitti precedenti molti in Inghilterra avevano guadagnato ricchezze unendosi a imprese corsare in questa guerra i predoni olandesi catturarono più navi inglesi (oltre 550 mercantili 2800 navi di tutti gli Alleati) che viceversa. Ben sapendo che la guerra fu condotta da nobili inglesi e francesi che disprezzavano gli olandesi come nazione di "formaggieri", almeno tre corsari navigarono sotto il nome di Getergde Kaasboer, "formaggio provocato". [33] Gli inglesi non erano riusciti a bloccare la costa olandese e furono essi stessi in gran parte bloccati dal vitale commercio baltico di legno e catrame. Che gli olandesi avessero ripreso New York City (ex New Amsterdam) nel 1673 importava poco dal punto di vista finanziario, come la temporanea perdita di Sant'Elena, ma danneggiò la reputazione inglese. In Oriente, il 1 settembre 1673 una flotta della Compagnia Olandese delle Indie Orientali comandata da Cornelis van Quaelbergen sconfisse uno squadrone della Compagnia delle Indie Orientali sotto William Basse al largo di Masulipatam.Il danno materiale ha aggravato un disagio morale sulla giustificabilità della guerra John Evelyn già dopo che Solebay ha scritto: "la perdita di mio Lord Sandwich ha raddoppiato la perdita per me, così come la follia di azzardare una flotta così coraggiosa e di perdere così tanti buoni uomini , per nessuna provocazione al mondo ma perché l'olandese ci ha superato nell'industria, e tutto tranne che per invidia". [34] Nel novembre 1673 il Parlamento votò per negare a Carlo un budget di guerra per il 1674.

Nel frattempo, anche gli sviluppi della guerra terrestre erano diventati molto sfavorevoli per Carlo. L'obiettivo finale dei francesi, e la loro motivazione più profonda per questa guerra, era conquistare i Paesi Bassi spagnoli. Una tale conquista sarebbe molto dannosa per la posizione strategica inglese: se anche la provincia d'Olanda dovesse arrendersi a loro, i francesi avrebbero il controllo dell'intera costa continentale di fronte all'Inghilterra, come avrebbero poi ottenuto nelle guerre napoleoniche del XIX secolo. [35] Per questo motivo, nel Trattato di Dover, Carlo si era esplicitamente riservato il diritto di venire in aiuto dei Paesi Bassi spagnoli qualora i suoi interessi lo richiedessero, così Luigi dovette ritardare l'esecuzione dei suoi piani in questa regione fino alla fine dell'affare olandese. Ora che era stato raggiunto un punto morto, la pazienza di Louis era messa a dura prova. Alla fine la tentazione di impossessarsi dei Paesi Bassi meridionali mentre erano così vulnerabili divenne troppo grande. A poco a poco rivolse la sua attenzione a quest'area, prima con la cattura di Maastricht nel luglio 1673, in cui la brigata di Monmouth svolse un ruolo d'onore. Sebbene ciò potesse essere giustificato come un miglioramento della situazione dell'approvvigionamento dell'esercito francese settentrionale, il suo potenziale come punto di partenza per una campagna fiamminga non fu perso per gli spagnoli.

Il 30 agosto, la Repubblica, l'Impero, la Spagna e Carlo IV, duca di Lorena (che voleva indietro il suo ducato da Ludovico) conclusero la Quadruplice Alleanza, e Guglielmo fece fallire i negoziati di pace tenuti con la Francia a Colonia. [36] A novembre Bonn fu presa dalle forze dell'alleanza comandate da Guglielmo, questo costrinse l'esercito francese ad abbandonare quasi tutti i territori olandesi occupati, [37] ad eccezione di Grave e Maastricht. Una vittoria finale francese sugli olandesi a questo punto apparve molto poco plausibile, la guerra fu trasformata in una per il dominio delle Fiandre e su questo argomento gli interessi naturali dell'Inghilterra si opponevano a quelli della Francia. La mutata situazione internazionale è stata una considerazione importante per la decisione del Parlamento di sospendere i finanziamenti, ma gli eventi interni sono stati ancora più decisivi.

Il Trattato di Dover non mirava solo alla Repubblica olandese, ma anche al dominio del protestantesimo in Inghilterra. Carlo aveva promesso a Luigi di tentare di porvi fine. Conformemente al 25 marzo 1672 aveva emesso la Reale Dichiarazione di Indulgenza, come primo passo per completare la tolleranza religiosa. Il Parlamento rimase scioccato da questo, ma in un primo momento non era a conoscenza del rapporto con l'alleanza francese nel febbraio 1673 votò per iniziare a finanziare l'alleanza in cambio di una sospensione dell'Indulgenza (e un'emissione della legge sul test a marzo), non come ancora vedendo alcuna contraddizione in tali politiche. [38] Tuttavia, questo cambierebbe presto. L'ex segretario di Arlington, Pierre du Moulin, dopo essere fuggito nella Repubblica aveva iniziato a lavorare per William nell'estate del 1673 sfruttò le paure della popolazione inglese avviando una campagna di propaganda, utilizzando uno dei principali asset olandesi: la più grande tipografia del mondo capacità. Ben presto l'Inghilterra fu inondata da decine di migliaia di opuscoli che accusavano Carlo di voler rendere nuovamente cattolico il paese in cospirazione con il re di Francia. La campagna è stata un completo successo, convincendo gli inglesi che un tale piano esisteva davvero. [39] Fu grandemente aiutato dalla decisione del fratello di Carlo, Giacomo, duca di York, di deporre la sua posizione di Lord Alto Ammiraglio, che fu generalmente (e correttamente) interpretata come un segno che James era diventato in segreto cattolico e non era quindi in grado di abiurare la dottrina della transustanziazione, come il Test Act richiedeva a tutti i funzionari. A settembre Giacomo sposò la cattolica Maria di Modena, una bellissima fanciulla scelta appositamente per lui dal re Ludovico. Poiché Carlo non aveva figli legittimi, questo matrimonio presentava la forte prospettiva di una dinastia cattolica che governasse l'Inghilterra in futuro. [40]

Reagendo al cambiamento dell'umore pubblico, Buckingham, che lo aveva appreso durante il suo viaggio nella Repubblica l'anno precedente, iniziò a far trapelare il Trattato di Dover a molti colleghi politici, e presto Arlington lo seguì. Così in breve tempo il gabinetto di Charles, il Ministero della Cabala, passò al partito di pace "olandese", Lord Shaftesbury, molto scioccato dalla rivelazione, iniziò a prendere in considerazione l'idea di cacciare del tutto la fastidiosa casata degli Stuart. Indusse il suo segretario, John Locke, a sviluppare ulteriormente i concetti giuridici che sarebbero poi stati alla base del Due trattati di governo, che giustificò la Gloriosa Rivoluzione del 1688.

In questa situazione Carlo sentiva che continuare l'alleanza era una grave minaccia per la sua posizione personale. Informò l'ambasciatore francese Colbert de Croissy che con suo rammarico doveva porre fine allo sforzo bellico inglese. Disse agli olandesi tramite il console spagnolo a Londra, il marchese del Fresno, che, essendo stato raggiunto il suo principale obiettivo di guerra di insediare il suo nobile nipote come stadtholder, non si opponeva più alla conclusione di una pace duratura tra le due nazioni sorelle protestanti, se potevano essere pagate solo alcune "indennità" minori. Dapprima gli Stati d'Olanda furono poco propensi ad accogliere le richieste di Carlo: poiché l'Inghilterra non aveva realizzato nulla nella guerra, non aveva, secondo loro, diritto ad alcuna ricompensa. Molti membri hanno ammesso la loro personale soddisfazione al pensiero che gli inglesi potrebbero continuare a soffrire un po' più a lungo. Ma William li convinse che c'era qualche possibilità di portare Charles in guerra contro Francia alla fine, e che questo doveva avere la precedenza su meschine considerazioni di punizione, indegne del loro alto ufficio. Inoltre, la Spagna non aveva ancora dichiarato guerra alla Francia ed era disposta a farlo solo se l'Inghilterra avesse fatto la pace, perché temeva attacchi inglesi alle sue colonie americane.


Fatti chiave e informazioni sull'amplificatore

PRIMO VITA E SERVIZIO NAVALE

  • William Dampier nacque a East Coker, Somerset, in Inghilterra, nell'agosto del 1651.
  • Ha studiato alla King's School, Bruton, Somerset, ed è diventato orfano a 16 anni.
  • In giovane età, fece due viaggi mercantili verso Terranova e le Indie Orientali.
  • Si arruolò nella Royal Navy nel 1673.
  • Durante il suo servizio, ha visto l'azione alla terza guerra olandese, in particolare la battaglia di Schooneveld.
  • Dovette tornare in Inghilterra non molto tempo dopo aver iniziato il suo servizio per riprendersi da una malattia.
  • Si unì a una spedizione in barca a vela e per alcuni anni lavorò nelle piantagioni in Giamaica e in Messico.
  • Prima di salpare nel 1679, sposò sua moglie Judith in Inghilterra.

LA PRIMA CIRCONVIGAZIONE DI DAMPIER

  • La vita da pirata di Dampier e la prima circumnavigazione iniziarono nel 1679 quando si unì all'equipaggio del Capitano Bartholomew Sharp sul Meno spagnolo dell'America Centrale.
  • Hanno visitato la baia di Campeche in Messico due volte.
  • L'equipaggio catturò le navi spagnole al largo della costa di Panama, quindi attaccò gli insediamenti spagnoli in Perù.
  • Nel 1683, Dampier incontrò il corsaro John Cooke con il quale fece irruzione nei beni spagnoli in Perù e nelle Galapagos.
  • Nel 1686, Dampier si trasferì sulla Cygnet, nave del bucaniere Charles Swan, e iniziò un viaggio nel Pacifico per razziare le Indie Orientali.
  • L'equipaggio ha continuato a navigare verso le Filippine, la Cina e l'Indonesia orientale.
  • Dampier arrivò a King Sound, nell'Australia occidentale, all'inizio del 1688.
  • Dampier finì per essere abbandonato su una delle Isole Nicobare.
  • Da lì, ha usato una piccola canoa per viaggiare a Sumatra prima di tornare in Inghilterra nel 1961 attraverso il Capo di Buona Speranza.
  • Compilò i suoi resoconti di giornale in un libro, A New Voyage Round the World, che fu pubblicato nel 1697 e fece una buona impressione sull'Ammiragliato britannico.
  • Ha pubblicato un altro libro, Voyages and Descriptions, nel 1699.

HMS ROEBUCK

  • Nel 1699, Dampier fu nominato comandante della nave da guerra HMS Roebuck per conto dell'Ammiragliato. La missione era quella di recarsi nell'Australia moderna passando per Capo Horn.
  • Il 14 gennaio 1699 iniziò la spedizione e Dampier attraversò invece il Capo di Buona Speranza.
  • Arrivò a Shark Bay al largo dell'Australia occidentale il 26 luglio 1699.
  • Dampier iniziò a scrivere resoconti della flora e della fauna che trovò in Australia.
  • Proseguì per Roebuck Bay, conservando ancora registri e campioni di flora e fauna.
  • Ha doppiato la Nuova Guinea prima di raggiungere la Nuova Britannia.
  • A causa del peggioramento delle condizioni del Roebuck, Dampier decise di non continuare l'esplorazione dell'Australia e di iniziare il loro ritorno in Inghilterra.
  • Il capriolo in deterioramento, tuttavia, non riuscì ad arrivare fino in fondo e dovette essere lasciato sull'isola di Ascensione il 22 febbraio 1701.
  • C'erano resoconti che sono stati lasciati a Roebuck, ma Dampier è stato in grado di conservare alcuni degli esemplari di piante e le carte dei venti e delle correnti oceaniche in Australia e Nuova Guinea.
  • Al ritorno dalla spedizione di Roebuck, uno dei luogotenenti di Dampier lo denunciò per crudeltà. Fu riconosciuto colpevole e licenziato dalla Royal Navy.

SECONDA E TERZA CIRCONVIGAZIONE

  • Dal 1702 al 1706, Dampier guidò un'altra spedizione nei mari del sud e fu posto al comando della St. George.
  • La loro missione, fallita, era quella di attaccare i galeoni di Manila, i St. George finirono per essere abbandonati in Perù.
  • Tornò in Inghilterra senza nave nel 1707 dopo la spedizione senza successo.
  • Salpò per il suo terzo e ultimo viaggio nel 1708 come maestro di vela per la nave corsara Duke di Woodes Rogers.
  • La terza spedizione ebbe più successo della seconda poiché riuscì a catturare un galeone spagnolo pieno di bottino nel 1709.
  • Fu anche in questo viaggio che l'ex compagno di equipaggio di Dampier, Alexander Selkirk, fu salvato.

MORTE E L'EREDITÀ

  • Nel marzo 1715, Dampier morì a Londra prima ancora di ottenere la sua parte del bottino dalla sua terza spedizione.
  • La raccolta di documenti di Dampier sui venti e le correnti oceaniche è stata un importante contributo alla navigazione.
  • I resoconti di Dampier sulla fauna e la flora che trovò nell'Australia nordoccidentale furono la base degli studi del naturalista Joseph Banks, che alla fine portarono alla fondazione dell'Australia moderna.
  • Le sue note e osservazioni furono usate come riferimento dai naturalisti Charles Darwin e Alexander von Humboldt.
  • Dampier è stato menzionato in I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift.

Fogli di lavoro William Dampier

Questo è un fantastico pacchetto che include tutto ciò che devi sapere su William Dampier in 23 pagine approfondite. Questi sono fogli di lavoro William Dampier pronti per l'uso perfetti per insegnare agli studenti William Dampier, un esploratore inglese che è stato il primo a fare il giro del mondo tre volte e anche il primo in Inghilterra ad aver esplorato parti dell'Australia. È il primo storico australiano delle scienze naturali.

Elenco completo dei fogli di lavoro inclusi

  • Fatti di William Dampier
  • La biografia di William
  • Sequenza di eventi
  • Catalogo del Capitano
  • Riempi gli spazi vuoti
  • Che viaggio è stato?
  • Tutto sull'esplorazione
  • Esploratori del mondo
  • L'eredità di Dampier
  • La mia spedizione da sogno
  • Una lettera a William

Link/cita questa pagina

Se fai riferimento a uno qualsiasi dei contenuti di questa pagina sul tuo sito web, utilizza il codice sottostante per citare questa pagina come fonte originale.

Utilizzare con qualsiasi curriculum

Questi fogli di lavoro sono stati progettati specificamente per essere utilizzati con qualsiasi curriculum internazionale. Puoi utilizzare questi fogli di lavoro così come sono o modificarli utilizzando Presentazioni Google per renderli più specifici per i livelli di abilità e gli standard del curriculum dei tuoi studenti.


Guarda il video: Žukov e la Battaglia di Berlino. (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Zere

    Che frase necessaria ... grande, la bella idea

  2. Felipe

    Non posso partecipare ora in discussione - non c'è tempo libero. Sarò rilasciato - esprimerò necessariamente l'opinione su questa domanda.

  3. Halstead

    Confermo. Sono d'accordo con tutto quanto sopra. Possiamo comunicare su questo tema.

  4. Garson

    Il post è accattivante. Tutte le ragazze sono tue. :)

  5. Enok

    C'è qualcosa in questo. Thanks for your help with this issue. Non lo sapevo.



Scrivi un messaggio