Podcast di storia

Battaglia del Biferno, 1-7 ottobre 1943

Battaglia del Biferno, 1-7 ottobre 1943


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Battaglia del Biferno, 1-7 ottobre 1943

La battaglia del Biferno (1-7 ottobre 1943) vide l'Ottava Armata britannica sfondare il fianco orientale della prima linea difensiva tedesca in Italia, la Linea del Volturno.

L'avanzata al Biferno coinvolse truppe sbarcate in Calabria nell'ambito dell'Operazione Baytown (la 1 Divisione canadese) e truppe sbarcate a Bari dopo l'Operazione Slapstick (la 78th Divisione britannica). I canadesi erano avanzati lungo la costa orientale della Calabria, per poi spostarsi a nord-ovest dal Golfo di Taranto a Potenza. Le due divisioni si erano quindi avvicinate per avanzare verso l'obiettivo chiave di Foggia, uno dei principali obiettivi alleati dell'intera campagna a causa della rete di aeroporti vicini. I tedeschi non avevano alcuna intenzione di difendere Foggia e abbandonarono la città il 27 settembre. Le prime pattuglie britanniche catturarono intatti gli aeroporti il ​​1º ottobre e furono presto utilizzati dai bombardieri pesanti alleati.

La battaglia del Biferno arrivò subito dopo una riorganizzazione dell'Ottava Armata. Baytown era stata condotta dal 13th Corps, allora composto dalla 1st Canadian Division e dalla 5th Division britannica. Slapstick è stato effettuato dalla 1a Divisione Aviotrasportata, che poi è diventata parte del 5 ° Corpo. Nuove unità sbarcano poi in Italia e il corpo viene riorganizzato. Il 13° Corpo mantenne la 1 Divisione canadese e ottenne la 78th Divisione e la 4 Brigata Corazzata. Questo corpo, sotto il generale Leese, fu incaricato di avanzare lungo la costa adriatica. Il 5° Corpo ricevette la 5° Divisione e l'8° Divisione indiana, e contenne brevemente la 1 Divisione aviotrasportata, ma questa fu ritirata dopo la caduta di Foggia.

Il 13° Corpo (Generale Leese) affrontò la 1st Divisione paracadutisti tedesca (Heidrich), con la 29th Panzer Grenadier Division che avanzava lentamente oltre l'Appennino beneventano per rinforzarla. Gli inglesi avanzavano su due colonne. Sulla destra la 78a Divisione si muoveva a nord verso San Severo, e da lì a Termoli sulla costa, appena a nord-ovest del fiume Biferno. A sinistra la 1 Divisione canadese avanzava verso Lucera e poi ad ovest verso Vinchiaturo in montagna, dove avrebbe preso contatto con la Quinta Armata. Il 1° ottobre gli inglesi raggiunsero Serracapriola, a metà strada tra San Severo e Termoli. Il 2 ottobre i canadesi raggiunsero Motta, dieci miglia a ovest di Lucera, ai margini delle montagne. Il 5° Corpo era appostato nella parte posteriore sinistra dell'avanzata, per mantenere i contatti con la 5a Armata dall'altra parte dell'Appennino. Questi primi successi britannici convinsero Heidrich a ritirarsi dietro il Biferno, piazzando anche un drappello a Termoli.

Montgomery decise di lanciare un duplice assalto alla costa, coinvolgendo la 78th Divisione e un gruppo di unità delle forze speciali. La prima brigata n.11 avrebbe attaccato verso Serracapriola, dodici miglia a est del Biferno. Successivamente, la 1st Brigata Servizi Speciali, composta da 3 Commando (Esercito), 40 Commando (Royal Marine) e Squadriglia Special Raiding, si impadronirà di Termoli. Successivamente la 36a e la 38a brigata (irlandese) sarebbero state imbarcate a Termoli, costringendo i tedeschi ad abbandonare il Biferno. L'operazione anfibia ricevette il nome in codice Operazione Devon.

L'avanzata verso Serracapriola iniziò il 1° ottobre. 11 Brigata, appoggiata da parte della 4° Brigata Corazzata, e dovette superare alcune resistenze prima ancora di raggiungere Serracapriola. Le prime truppe da ricognizione raggiunsero il Bifernon il 3 ottobre, e l'avanzata dovette poi fermarsi mentre i genieri costruivano un ponte sul fiume in piena. Le truppe di ricognizione riuscirono ad attraversare il fiume poco prima della fine del 3 ottobre e trascorsero la notte del 3-4 ottobre accampate due miglia a sud di Termoli.

La Brigata Servizi Speciali sbarcò nei pressi di Termoli poco prima dell'alba del 3 ottobre, dopo essere salpata da Bari. I difensori tedeschi di Termoli, Kampfgruppe Rau, aveva solo 400 uomini, principalmente contraerea con pochi genieri e paracadutisti, e furono catturati senza opporre resistenza. Nella notte del 3-4 ottobre la 36th Brigata sbarcò in città come previsto, e la mattina seguente la brigata spinse le pattuglie fuori dal paese.

Kesselring decise di affrontare la crescente minaccia sull'Adriatico spostando la 16a Divisione Panzer dal Volturno a Termoli, ma la divisione impiegò due giorni per attraversare da ovest a est. Quando arrivarono, gli inglesi erano quindi già a Termoli. Tuttavia, la loro presenza è stata una sorpresa quando sono stati rilevati dalle pattuglie all'inizio del 4 ottobre. Anche il 16° Panzer era molto disteso e quindi non era in grado di effettuare un attacco concentrato.

Anche gli inglesi erano piuttosto dispersi a questo punto. Due battaglioni della 36° Brigata, il 6° Royal West Kents e l'8° Argylls, avanzarono da Termoli per assicurarsi la sponda occidentale del Biferno. Gli Argyll, avanzando lungo il crinale che portava a San Giacomo e loro Guglionesi, furono i primi a scontrarsi con l'armatura tedesca, seguiti poco dopo dai Kent occidentali. Anche il battaglione di testa dell'11a brigata, il 2nd Lancashire Fusiliers, fu presto coinvolto nei combattimenti. Gli inglesi non avevano armi anticarro e dovevano ancora completare un ponte di carri armati sul fiume.

La crisi della battaglia arrivò il 5 ottobre. Gli inglesi avevano una linea sottile, con 56 Recce, 3 Command e la SRS sulla destra (difendendo un'altura ad est del fiume Simarca, sul lato occidentale di Termilo), gli Argyll che tentavano di avanzare a sud-ovest verso San Giacomo , e il Lancashires e il West Kent sulla sinistra. Gli ingegneri erano anche riusciti a scavalcare un guado attraverso il fiume, ma solo sei Sherman erano riusciti a passare. Quattro di loro furono persi nell'attacco a San Giacomo, e gli Argyll furono respinti alla fornace del Valentino, sul fianco sinistro della posizione delle Forze Speciali, a sud-ovest di Termoli. Le fornaci furono quindi oggetto di pesanti bombardamenti e gli inglesi furono costretti a ritirarsi verso un'ultima linea difensiva che era stata istituita dai Lancashire. A sinistra anche i Kent occidentali avevano sofferto molto, ed erano stati costretti a ritirarsi a sud, lontano da Termoli. I tedeschi non furono in grado di fare ulteriori progressi, in parte perché avevano solo 25 carri armati nell'area e in parte a causa degli sforzi della Desert Air Force.

Per fortuna la 38a Brigata (irlandese) aveva cominciato a sbarcare a Termoli alla fine del 5 ottobre, e all'alba del 6 ottobre erano principalmente a terra. C'erano altre buone notizie: gli ingegneri avevano costruito un ponte bastione e si prevedeva che 80-90 carri armati sarebbero stati in grado di attraversare il fiume all'inizio del 6 ottobre. Il piano iniziale per il 6 ottobre prevedeva che i Buff, supportati da due reggimenti corazzati, catturassero San Giacomo. Gli irlandesi avrebbero poi assunto quella posizione. Questo piano dovette essere abbandonato dopo che i carri armati furono trattenuti da un ostacolo anticarro. Il nuovo piano prevedeva che gli irlandesi sequestrassero San Giacomo, supportati da uno squadrone di carri armati, dal Canadian Three Rivers Regiment. L'attacco è iniziato alle 11:30 e dopo alcuni duri combattimenti aveva raggiunto i suoi obiettivi entro le 15:00. Fallito il contrattacco tedesco, furono costretti a ritirarsi sulla successiva linea difensiva, sul Trigno.

La natura del paesaggio italiano ha fatto sì che questo non fosse un colpo così grave come potrebbe sembrare: le due metà di ciascuna linea difensiva tedesca erano separate dall'alta spina dorsale degli Appennini e in una certa misura potevano essere collegate da qualsiasi scelta delle posizioni di montagna. La rottura della linea del Biferno non ha quindi avuto alcun impatto sulla linea del Volturno, che è stata trattenuta per un'altra settimana.

Ora c'era una pausa nelle operazioni. Montgomery voleva sistemare le sue linee di comunicazione, che ora tornavano a Bari, e prepararsi per un grande assalto che sarebbe avanzato attraverso le linee difensive tedesche fino a Pescara, da dove avrebbe potuto minacciare Roma. Sfortunatamente questa pausa permise ai tedeschi di spostare più truppe nell'Adriatico, e prendere una nuova linea sul fiume Trigno (forse la parte orientale della linea Barbara). L'Ottava Armata quindi perse una possibile occasione per un'importante avanzata prima che i tedeschi potessero essere completamente organizzati, anche se i suggerimenti che l'Ottava Armata avrebbe potuto facilmente raggiungere Pescara all'inizio di ottobre probabilmente sottovalutano i difensori tedeschi.


Gli alleati invadono l'Italia continentale

L'ottava armata britannica al comando del feldmaresciallo Bernard L. Montgomery inizia l'invasione alleata della penisola italiana, attraversando lo stretto di Messina dalla Sicilia e sbarcando in Calabria, il “toe” dell'Italia. Il giorno dello sbarco, il governo italiano ha segretamente accettato i termini della resa degli Alleati, ma nessun annuncio pubblico è stato fatto fino all'8 settembre.

Il dittatore italiano Benito Mussolini prevedeva di costruire l'Italia fascista in un nuovo impero romano, ma una serie di sconfitte militari nella seconda guerra mondiale ha effettivamente reso il suo regime un burattino del suo più forte partner dell'Asse, la Germania. Nella primavera del 1943, i gruppi di opposizione in Italia si stavano unendo per rovesciare Mussolini e fare pace con gli Alleati, ma una forte presenza militare tedesca in Italia minacciava di resistere a tale azione.

Il 10 luglio 1943, gli Alleati iniziarono la loro invasione dell'Europa controllata dall'Asse con sbarchi sull'isola di Sicilia, al largo dell'Italia continentale. Incontrando poca resistenza da parte delle truppe siciliane demoralizzate, l'8a armata di Montgomery sbarcò nella parte sud-est dell'isola, mentre la 7a armata degli Stati Uniti, al comando del generale George S. Patton, sbarcò sulla costa meridionale della Sicilia. In tre giorni, 150.000 soldati alleati erano sbarcati. Il 17 agosto Patton arrivò a Messina prima di Montgomery, completando la conquista alleata della Sicilia e vincendo la cosiddetta Corsa a Messina.

A Roma, la conquista alleata della Sicilia, regione del regno d'Italia dal 1860, portò al crollo del governo Mussolini. La mattina presto del 25 luglio, fu costretto a dimettersi dal Gran Consiglio fascista e fu arrestato più tardi quel giorno. Il 26 luglio il maresciallo Pietro Badoglio assunse il controllo del governo italiano. Il nuovo governo avviò prontamente trattative segrete con gli Alleati, nonostante la presenza di numerose truppe tedesche in Italia.

Il 3 settembre, l'8a armata di Montgomery iniziò la sua invasione della terraferma italiana e il governo italiano accettò di arrendersi agli Alleati. Secondo i termini dell'accordo, gli italiani sarebbero stati trattati con clemenza se avessero aiutato gli alleati a espellere i tedeschi dall'Italia. Più tardi quel mese, Mussolini fu salvato da una prigione nelle montagne abruzzesi dai commando tedeschi e fu installato come capo di uno stato fantoccio nazista nel nord Italia.

In ottobre, il governo Badoglio dichiarò guerra alla Germania, ma l'avanzata alleata attraverso l'Italia si rivelò un affare lento e costoso. Roma cadde nel giugno 1944, a quel punto seguì una situazione di stallo poiché le forze britanniche e americane gettarono la maggior parte delle loro risorse nell'invasione della Normandia. Nell'aprile 1945 iniziò una nuova grande offensiva e il 28 aprile Mussolini fu catturato dai partigiani italiani e giustiziato sommariamente. Le forze tedesche in Italia si arresero il 1 maggio e sei giorni dopo si arrese tutta la Germania.


L'Italia dichiara guerra alla Germania

Il 13 ottobre 1943, il governo italiano dichiara guerra al suo ex partner dell'Asse, la Germania, e si unisce alla battaglia a fianco degli Alleati.

Deposto Mussolini dal potere e crollato il governo fascista in luglio, il gen. Pietro Badoglio, ex capo di stato maggiore di Mussolini e uomo che aveva assunto il potere al posto del Duce su richiesta del re Vittorio Emanuele, iniziò a negoziare con Generale Eisenhower per quanto riguarda una resa condizionale dell'Italia agli Alleati. Divenne un fatto l'8 settembre, con il nuovo governo italiano che permise agli alleati di sbarcare a Salerno, nel sud Italia, nel tentativo di sconfiggere i tedeschi e risalire la penisola.

Anche i tedeschi sono entrati in azione. Da quando Mussolini iniziò a vacillare, Hitler aveva pianificato di invadere l'Italia per impedire agli Alleati di ottenere un punto d'appoggio che li avrebbe collocati a breve distanza dai Balcani occupati dai tedeschi. Il giorno della resa dell'Italia, Hitler lanciò l'Operazione Asse, l'occupazione dell'Italia. Quando le truppe tedesche entrarono a Roma, il generale Badoglio e la famiglia reale fuggirono a Brindisi, nel sud-est dell'Italia, per istituire un nuovo governo antifascista.

Il 13 ottobre Badoglio mise in moto la fase successiva del suo accordo con Eisenhower, la piena collaborazione delle truppe italiane nell'operazione alleata per catturare Roma dai tedeschi. E 'stato estremamente lento, descritto da un generale britannico come "intasare l'Italia". una solida base di operazioni e divisioni congiunte ogni volta che una nuova regione veniva catturata, rendeva la corsa per Roma più ardua. Ma quando tutto fosse finito, e Roma fosse di nuovo libera, il generale Badoglio avrebbe fatto un altro passo per liberare l'Italia dal suo passato fascista: si sarebbe dimesso dall'incarico.


Battaglia del Biferno, 1-7 ottobre 1943 - Storia

ROYAL, DOMINION e NAVIES ALLIED nella GUERRA MONDIALE 2

18. CAMPAGNA EGEO BRITANNICO, BATTAGLIA PER L'ITALIA, BATTAGLIE PER LA NUOVA GUINEA E SOLOMONS, SBARCO USA su TARAWA, 'SCHARNHORST' AFFONDATO nella BATTAGLIA DI NORTH CAPE, CAMPAGNA IN BIRMANIA

ottobre - dicembre 1943

Battaglia di Capo Nord, affondamento di 'Scharnhorst' (vedi dicembre 1943)

. 1943

OTTOBRE 1943

ATLANTICO - OTTOBRE 1943

Norvegia - Coperta dalle corazzate Anson e Duke of York e da altre unità della Home Fleet, la portaerei statunitense "Ranger" ha lanciato attacchi aerei contro navi al largo di Bodo, nel nord della Norvegia, il 4 maggio. Quattro navi furono affondate e altre danneggiate.

- Negli attacchi al convoglio Halifax/UK SC143, "U-610" o "U-378" affondò il cacciatorpediniere polacco "ORKAN" (ex-"Myrmidon") con un siluro acustico. Più tardi nel corso della giornata le scorte aeree della RAF e della RCAF affondarono "U-419", "U-643" e "U-610".

16-17, Attacchi ai convogli ON206 e ONS20 - Sei U-Boot sono stati persi in cambio di un singolo mercantile negli attacchi ai convogli UK-out ON206 (gruppo B6) e ONS20 (4th Escort Group). Il 4th EG era composto principalmente dalle nuove fregate americane di classe "Captain" in leasing. Il gruppo B7 comandato dal Cdr Gretton prima di tutto rinforzato ON206. Sul 16°, a sud-est della Groenlandia, i Liberatori della RAF rappresentavano "U-470", "U-844" e "U-964". Il giorno dopo il 17° era il turno degli "U-540". Poco dopo, come B7 trasferito a ONS20, la corvetta Sunflower affondò "U-631" con il suo Hedgehog. Sempre il 17, la fregata "Byard" con il 4° EG in scorta dell'ONS20 affondò "U-841". Cdr Gretton ha poi preso B7 per supportare la vicina ON207.

23-29, Attacchi ai convogli ON207 e ON208 - Sud dell'Islanda, B7 rinforzato ON207la già formidabile scorta composta dal gruppo canadese C1 e dal 2° EG del Capt Walker. Sul 23 un Liberator della RAF dello Squadrone n. 224 e i cacciatorpediniere B7 "Duncan" e "Vidette" parteciparono all'affondamento dell'"U-274". Tre giorni dopo la RCAF ottenne "U-420". Poi il 29, ormai con ON208, le navi B7 "Duncan", "Vidette" e Sunflower affondarono "U-282". In meno di due settimane in attacchi a soli quattro convogli, nove U-Boot erano stati affondati dall'efficientissima scorta aerea e marittima interservizi.

31 - A nord-est delle Azzorre, il cacciatorpediniere "Whitehall" e la corvetta "Geranium" del gruppo britannico B1 che scortavano i convogli dell'Africa settentrionale e occidentale/Regno Unito MKS28 e SL138 hanno rilevato "U-306" da HF/DF e l'hanno inviato sul fondo.

Battaglia dell'Atlantico - Dopo lunghi negoziati terminati nell'agosto 1943, il Portogallo concesse agli Alleati il ​​diritto di stabilire basi aeree e marittime nelle Azzorre a partire da ottobre. Ciò ampliò notevolmente la capacità degli Alleati di coprire l'Atlantico centrale e le rotte dei convogli tra la Gran Bretagna e l'Africa settentrionale e occidentale anche tra il Nord America e il Mediterraneo.

Riepilogo delle perdite mensili: 13 navi da 61.000 tonnellate e 1 cacciatorpediniere 23 U-Boot di cui 4 della RAF e aerei statunitensi nel Nord Atlantico e al largo del Portogallo, 6 dei vettori di scorta statunitensi Card, Core e Block Island al largo delle Azzorre e nel centro dell'Atlantico.

EUROPA - OTTOBRE 1943

Marina Reale - Ammiraglio della Flotta Sir Dudley Pound, Primo Lord del Mare dal 1939, fu colpito da un ictus nell'agosto del 1943 in occasione della conferenza del Quebec. Si è dimesso ed è morto il 21 ottobre - Trafalgar Day. L'ammiraglio Fraser è stato offerto il posto come prima scelta di Winston Churchill, ma ha rifiutato e l'ammiraglio Sir Andrew B. Cunningham ha ricoperto la posizione più anziano della Marina il 15.

23, Operazione 'Tunnel' - L'incrociatore "Charybdis", accompagnato da due flotte e quattro cacciatorpediniere di classe "Hunt", salpò da Plymouth per intercettare un forzatore tedesco al largo della costa della Bretagna. La mattina presto la forza è stata sorpresa da un gruppo di torpediniere. Cariddi è stato colpito due volte da siluri lanciati da "T-23" e "T-27" che affondano con gravi perdite di vite umane. Cacciatorpediniere di classe "Hunt" "LIMBOURNE" la seguì dopo un colpo di "T-22".

Fronte Orientale - Nel Centro e Sud i russi fecero pochi progressi contro la feroce resistenza tedesca. Più a sud ancora le rimanenti truppe tedesche nel Caucaso evacuarono la penisola di Taman e furono traghettate in Crimea.

MEDITERRANEO - OTTOBRE 1943

Flotta del Mediterraneo - L'Ammiraglio Sir John H. D. Cunningham succedette all'Ammiraglio Sir Andrew Cunningham come C-in-C a metà del mese - non erano imparentati.

Inizio ottobre - Due sottomarini RN non sono tornati dal pattugliamento nel mese. Il primo è stato "USURPATORE" che partì da Algeri il 24 settembre per il Golfo di Genova, e non rispose a un segnale l'11. Potrebbe essere stata minata o caduta vittima delle forze armate tedesche. Metà ottobre - "TRUPPE" partì da Beirut in Libano il 26 settembre per pattugliare il Dodecaneso e non fece ritorno il 17. I registri tedeschi affermano che è stata affondata da una nave Q al largo di Kos il 14.

Italia - Le unità britanniche della Quinta Armata degli Stati Uniti entrarono a Napoli il 1° mentre i tedeschi indietreggiavano, pronti a far combattere gli Alleati a lungo e duramente per ogni conquista nei prossimi otto mesi. Poiché tenevano la linea del fiume Volturno a ovest e del fiume Biferno a est, prepararono le loro principali difese - la linea Gustav - lungo i fiumi Garigliano e Rapido sotto Montecassino, e fino a Ortona sulla costa adriatica. Sul ovest, la Quinta Armata del Gen Mark Clark riuscì a farsi strada attraverso il Volturno a metà mese e poi si scontrò con le formidabili difese davanti la linea principale Gustav. Sul est, l'Ottava Armata del generale Montgomery dovette attraversare un certo numero di fiumi ben difesi prima di raggiungere la Linea. A fine mese aveva superato il Biferno e cominciava ad attraversare il Trigno. Mentre la lotta continuava, Italia dichiarato guerra Germania il 13.

Campagna britannica dell'Egeo - Sul , le truppe tedesche sbarcarono a Kos, in mano britannica, che cadde il giorno successivo. Altre forze tedesche si diressero verso Kos e sul un convoglio di sette piccole navi e una scorta fu annientato dagli incrociatori Penelope e Sirius e da due cacciatorpediniere. Mentre si ritiravano attraverso lo Stretto di Scarpanto, "Penelope" fu danneggiata dagli attacchi di Ju87 e Ju88. Più spazzate e più viaggi di rifornimento hanno portato a ulteriori perdite, in particolare tra le "Cacce", fino a novembre: - Di ritorno da una perlustrazione a ovest di Kos, l'incrociatore "Carlisle" e i cacciatorpediniere sono stati bombardati in picchiata nell'area dello Stretto di Scarpanto da Ju87 Stukas. CARLISLE è stato gravemente danneggiato e mai completamente riparato il cacciatorpediniere "PANTHER" è stato affondato. 17° - L'incrociatore Sirius è stato danneggiato dalle bombe a sud dello Stretto di Scarpanto. 22 - "Caccia" greca "ADRIAS" (a destra - CyberHeritage) fu gravemente danneggiata al largo di Kos sulle mine posate dalla tedesca "Drache", e come nave gemella "HURWORTH" è andato in suo aiuto, è stato anche minato. Affondò con gravi perdite. "Adrias" non è stato riparato. 24 - Distruttore "ECLIPSE" cadde vittima dello stesso campo minato. 30 - L'incrociatore Aurora è stato danneggiato dai bombardamenti.

31 - Cinque U-Boot tedeschi sono partiti per il Mediterraneo, ma uno è stato affondato dalla RAF mentre era ancora nell'Atlantico e due sono stati smaltiti dalle pattuglie aeree e marittime di Gibilterra. Il 31 il cacciatorpediniere "Douglas" e i pescherecci da traino "Imperialist" e "Loch Oskaig" affondarono l'"U-732" al largo di Tangeri. Il secondo naufragio avvenne il primo novembre.

Riepilogo delle perdite mensili: 9 navi mercantili britanniche o alleate di 46.000 tonnellate

OCEANI INDIANI E PACIFICI - OTTOBRE 1943

Nuova Guinea - Finschhafen fu conquistata il 2, ma i combattimenti continuarono nell'area fino al dicembre 1943, quando gli australiani iniziarono a spingere lentamente lungo la costa nord verso Madang parallelamente alla loro spinta verso l'interno.

Salomone Settentrionali e Centrali, Battaglia di Vella Lavella - Quando nove cacciatorpediniere giapponesi hanno completato l'evacuazione dell'isola nella notte del 6/7, sono stati intercettati da tre navi statunitensi. Un cacciatorpediniere per parte è stato perso. In preparazione per l'invasione dell'isola settentrionale delle Salomone di Bougainville, le truppe neozelandesi furono sbarcate nelle Isole del Tesoro il 27.

Predoni tedeschi - L'ultimo raider tedesco operativo è stato affondato il 17. Diretto verso il Giappone, "MICHEL" è stato silurato al largo di Yokohama dal sottomarino americano "Tarpon". Da quando aveva lasciato l'Europa nel marzo 1942 aveva rappresentato 18 navi di 127.000 tonnellate.

Guerra delle spedizioni mercantili - Gli aerei della RAF affondarono il loro secondo U-Boot del 1943 nell'Oceano Indiano con "U-533" il 16 nel Golfo di Oman.

Riepilogo delle perdite mensili: Oceano Indiano - 6 navi mercantili da 26.000 tonnellate Oceano Pacifico - 1 nave mercantile da 7.000 tonnellate

NOVEMBRE 1943

ATLANTICO - NOVEMBRE 1943

- Il gruppo di scorta del capitano Walker con la portaerei di scorta "Tracker" pattugliava a est di Terranova a supporto del convoglio HX264. L'"U-226" è stato avvistato dagli aerei "Tracker's" e distrutto dagli sloop "Starling", "Kite" e "Woodcock". Poco dopo, "Starling" questa volta con "Wild Goose", ha rappresentato "U-842".

19-25, Attacchi alle rotte dei convogli del Regno Unito/Africa settentrionale e occidentale - I convogli combinati MKS30 e SL139 diretti al Regno Unito sono stati scortati dal 40th Escort Group e uniti a loro volta dal 7th, 5th e 4th EG nell'estremo ovest e nord-ovest del Portogallo. Un mercantile è stato perso per un attacco aereo, ma tre U-Boot sono caduti nei combattimenti: 19° - "U-211" a un RAF Wellington. 20 - La fregata "Nene" e le corvette canadesi "Calgary" e "Snowberry" del 5 ° EG affondarono "U-536". 21° - La fregata "Foley" e lo sloop "Crane" del 40 ° EG rappresentavano "U-538". A nord-ovest di Capo Finisterre, le bombe a vela Hs293 affondarono l'unica nave mercantile persa. Gli U-Boot sopravvissuti furono successivamente schierati contro altri convogli nell'area. Quando gli U-Boot si avvicinarono ai convogli diretti a sud KMS30/0S59 si imbatterono nel 4th EG, anch'esso deviato: 23 - Le fregate "Bazely", "Blackwood" e "Drury" affondarono "U-648". 25 - Due giorni dopo "Bazely" e "Blackwood" affondarono "U-600". Più tardi, nella stessa zona intorno alle Azzorre, un RAF Wellington rappresentava l'"U-542", e gli aerei della portaerei di scorta statunitense "Bogue" l'"U-86".

Convogli russi - Per la prima volta dal marzo 1943, i convogli russi salparono, partendo e arrivando alla fine del mese e all'inizio di dicembre. convogli JW54A e JW54B a Kola Inlet e ritorno RA54A e RA54B ha attraversato un totale di 54 navi senza perdite.

Riepilogo delle perdite mensili: 7 navi da 28.000 tonnellate e 1 cacciatorpediniere statunitense al largo delle Azzorre 16 U-Boot di cui 2 della RAF e delle pattuglie aeree statunitensi del Golfo di Biscaglia, 2 della RAF nel Nord Atlantico e al largo delle Azzorre, 3 delle forze statunitensi in mezzo all'Atlantico e al largo dell'Ascensione nell'Atlantico meridionale.

EUROPA - NOVEMBRE 1943

guerra aerea - Il comando bombardieri della RAF ha lanciato il Battaglia di Berlino con pesanti incursioni a metà mese. Questo fu il primo di 16 grandi attacchi alla capitale tedesca fino al marzo 1944.

Fronte Orientale - Nel Centro/Sud, le forze russe catturarono Kiev, capitale dell'Ucraina il 6 e proseguirono. Tuttavia, i tedeschi riuscirono a contrattaccare e riconquistarono alcune delle città a ovest della città. Una più ampia controffensiva tedesca nella stessa area è svanita all'inizio di dicembre. Più a sud gli attacchi verso Odessa sbaragliarono definitivamente i tedeschi in Crimea, dove resistettero fino al maggio 1944.

Guerra delle spedizioni mercantili - Le barche elettriche e le mine erano ancora in grado di incidere negativamente sulla navigazione costiera. Nella notte del 4/5, il convoglio della Manica CW221 perse tre navi al largo di Beachy Head a causa di un attacco di e-boat, e più tardi nel mese altre due furono minate al largo di Harwich.

Riepilogo delle perdite mensili: 7 navi britanniche, alleate e neutrali di 13.000 tonnellate nelle acque del Regno Unito.

MEDITERRANEO - NOVEMBRE 1943

- Il secondo U-Boot perso nelle difese dello Stretto di Gibilterra dopo l'affondamento del giorno prima fu l'"U-340" contro i cacciatorpediniere "Active" e "Witherington", lo sloop "Fleetwood" e gli aerei della RAF del n. 179 Squadron.

Italia - Nel ovest, la Quinta Armata faticava a progredire verso la linea Gustav principale, ma era ancora a corto del fiume Garigliano e di Cassino. Al est, l'VIII Armata era sopra il Trigno e si preparava ad attaccare nuove posizioni tedesche a ridosso del fiume Sangro. Il 28 fu lanciata una grande offensiva guidata dalle truppe britanniche e neozelandesi con l'obiettivo di sfondare l'estremità orientale della Linea Gustav e prendere Ortona. Il feldmaresciallo della Luftwaffe Kesselring ricevette il comando di tutte le forze tedesche in Italia. Fino alla fine del 1944 fu responsabile dell'ostinata e abile difesa del paese contro i forti attacchi alleati.

Campagna britannica dell'Egeo, conclusione - Le forze tedesche sbarcarono a Leros il 12 e conquistarono l'isola dopo quattro giorni di pesanti combattimenti contro i difensori britannici e italiani. La campagna si è conclusa quando Samos è stata evacuata il 20, ma non prima che altre due "Caccia" cadano vittime, questa volta di bombe alianti Hs293: 11 - "ROCCO" fu gravemente danneggiato al largo di Kos a seguito di un attacco con altri cacciatorpediniere a Kalymnos (Calino). Non è stata riparata ed è andata in riserva. 13 - "DULVERTON" fu affondata al largo di Kos mentre si ritirava dalla ricerca di navi tedesche per Leros. Il costo di questa campagna abortita per la Royal Navy poteva ora essere sommato: quattro incrociatori danneggiati con uno mai riparato, sei cacciatorpediniere persi o permanentemente fuori combattimento e altri danneggiati. Inoltre la piccola marina greca aveva perso due cacciatorpediniere.

Metà novembre - Sottomarino "SIMOOM" salpò da Port Said il 2 per l'Egeo e non riuscì a rispondere a un segnale il 19. Si presume che sia stata estratta anche se i registri tedeschi affermano che è stata silurata dall'"U-565" al largo di Kos il 15.

28 - Durante il passaggio attraverso il Mediterraneo per unirsi alla flotta orientale, l'incrociatore Birmingham fu gravemente danneggiato a nord-ovest di Derna dall'"U-407".

Conferenze del Cairo e di Teheran - Sulla strada per Teheran per incontrare il maresciallo Stalin, Winston Churchill e il presidente Roosevelt si sono fermati per la prima volta al Cairo per discutere delle operazioni in Birmania e in Cina con il generalissimo cinese Chiang Kai-Shek. Arrivando a Teheran il 28, l'agenda includeva l'invasione alleata della Normandia e della Francia meridionale e l'accordo della Russia per dichiarare guerra al Giappone una volta sconfitti i tedeschi.

Riepilogo delle perdite mensili: 10 navi mercantili britanniche o alleate di 68.000 tonnellate

OCEANI INDIANI E PACIFICI - NOVEMBRE 1943

Bougainville, Salomone Settentrionali - La grande guarnigione dell'isola giapponese è stata stabilita principalmente nel sud e così i Marines americani sono stati sbarcati sul lato occidentale debolmente difeso vicino a Empress Augusta Bay il 1 °. Ben presto ebbero una grande testa di ponte e fu solo nel marzo 1944 che i giapponesi organizzarono un forte contrattacco. Due principali battaglie navali hanno portato a novembre: Battaglia dell'Imperatrice Augusta Bay - Una forza giapponese di quattro incrociatori e sei cacciatorpediniere salpò per attaccare la nave d'invasione. Nella notte del 1/2 in una confusa azione notturna con quattro incrociatori leggeri statunitensi e otto cacciatorpediniere, i giapponesi furono respinti con la perdita di un incrociatore e di un cacciatorpediniere. Battaglia di Capo San Giorgio - Cinque cacciatorpediniere giapponesi "Tokyo Express" si diressero verso l'area di Bougainville e all'inizio del 25 furono intercettati da cinque cacciatorpediniere statunitensi al largo della punta meridionale della Nuova Irlanda. Tre dei giapponesi furono mandati a fondo nell'ultima delle numerose e combattute azioni delle Isole Salomone iniziate solo 15 mesi prima con la battaglia dell'isola di Savo.

12° - Di pattuglia al largo di Penang, in Malesia, nello Stretto di Malacca, il sottomarino "Taurus" affondò il giapponese "I-34" in viaggio di rifornimento verso l'Europa.

Isole Gilbert britanniche, Pacifico centrale - Le forze statunitensi iniziarono ora l'avanzata attraverso il Pacifico centrale con l'invasione delle Isole Gilbert. Sotto il comando generale di Adm Nimitz, C-in-C Pacific Fleet, la Quinta Flotta di Adm Spruance sbarcò Marines e truppe dell'esercito degli Stati Uniti sugli atolli di Tarawa e Makin rispettivamente il 20. Entrambi erano fortemente difesi, ma le perdite statunitensi su Tarawa furono particolarmente pesanti, anche se come al solito pochi giapponesi sopravvissero. Entrambi gli atolli furono messi in sicurezza dal 23. Il giorno successivo, la nave di scorta "LISCOME BAY" fu affondata al largo di Makin da un sottomarino. Il prossimo passo sarebbe verso le Isole Marshall giapponesi che si trovano a nord-ovest.

Riepilogo delle perdite mensili: Oceano Indiano - 4 navi mercantili da 29.000 tonnellate Oceano Pacifico - 1 nave mercantile da 7.000 tonnellate

DICEMBRE 1943

ATLANTICO - DICEMBRE 1943

24 - Cacciatorpediniere "HURRICANE" del 1° EG con i convogli britannici/africani OS62 e KMS36 fu silurato da "U-305" o "U-415" a nord-est delle Azzorre. È stata affondata il giorno dopo.

26, La battaglia di Capo Nord e il convoglio russo JW55B (vedi mappa sopra) - I convogli russi stavano ancora navigando in due sezioni. JW55A lasciato Loch Ewe, Scozia sul 12° ed è arrivato sano e salvo con tutte e 19 le navi mercantili sul 20. Adm Fraser con il duca di York è passato per la prima volta in Russia prima di tornare in Islanda. Convoglio JW55B, anche con 19 navi, salpò per la Russia sul 20 - tre giorni dopo il convoglio di ritorno RA55A (22 navi) stabilite. La copertura per entrambi i convogli attraverso il Mare di Barents doveva essere fornita dal vice-ammiraglio R. L. Burnett con gli incrociatori Belfast , Norfolk e Sheffield che lasciarono Kola Inlet lo stesso giorno dell'RA55A - il 23. L'Ammiragliato si aspettava che l'incrociatore da battaglia "Scharnhorst" da 11 pollici attaccasse i convogli e l'Adm Fraser con il "Duke of York" e l'incrociatore Giamaica lasciarono l'Islanda e si diressero verso l'area dell'Isola dell'Orso. "Scharnhorst" (Rear-Adm Bey) e cinque cacciatorpediniere salparono da Altenfiord alla fine del 25, Giorno di Natale. La mattina dopo presto JW55B era a 50 miglia a sud di Bear Island, il tempo tempestoso, mentre i tedeschi si dirigevano a nord per intercettare. Nel frattempo, l'Adm Fraser si trovava a 20 0 miglia a sud-ovest mentre gli incrociatori di Adm Burnett si avvicinavano al convoglio da est. In 07.30 sul 26 i cacciatorpediniere tedeschi furono distaccati per cercare il convoglio, non riuscirono a mettersi in contatto e furono successivamente mandati a casa. Non hanno avuto alcun ruolo nella battaglia.

Primo contatto era appena prima 09.00 il 26, quando "Belfast" ha rilevato "Scharnhorst" dal radar mentre si stava dirigendo a sud e solo 30 miglia a est del convoglio. "Norfolk" si impegnò e colpì l'incrociatore da battaglia che virò a nord e si allontanò per cercare di aggirare il JW55B. Adm Burnett anticipò questa mossa e invece di pedinare, proseguì verso il convoglio. "Belfast" ha ripreso contatto a Mezzogiorno e tutti e tre gli incrociatori aprirono il fuoco. Nei successivi 20 minuti "Scharnhorst" fu colpito e "Norfolk" gravemente danneggiato da proiettili da 11 pollici. La nave tedesca ora si dirigeva a sud lontano dal convoglio mentre l'Adm Burnett era all'ombra del radar. In questo momento, Adm Fraser era ora a sud-sudovest e in grado di tagliarle la ritirata. Ha preso contatto radar subito dopo 16.00 a una distanza di 22 miglia e si è avvicinato. Cinquanta minuti dopo a 1650, "Belfast" illuminava "Scharnhorst" con starshell e incrociatori di Adm Burnett impegnati da un lato e "Duke of York" e "Jamaica" dall'altro. Colpito duramente, specialmente dai proiettili da 14 pollici della corazzata, l'armamento principale della nave tedesca fu infine messo a tacere. Alla fine gli incrociatori e i cacciatorpediniere che li accompagnavano spararono siluri, 10 o 11 dei quali colpirono a casa, e poco dopo 19.30 "SCHARNHORST" è andato giù. Solo 36 uomini potrebbero essere salvati. Ora solo "Tirpitz" rimaneva come una potenziale minaccia per le grandi navi per i convogli russi. Sul 29 JW55B ha raggiunto Kola sano e salvo. Il convoglio di ritorno RA55A era ben lontano da Bear Island quando la battaglia era iniziata e raggiunse Loch Ewe su 1 gennaio. Il secondo tempo di ritorno - RA55B di otto navi - ha lasciato la Russia l'ultimo giorno dell'anno ed è entrato l'8 gennaio.

Riepilogo delle perdite mensili: 7 navi di 48.000 tonnellate e 2 cacciatorpediniere di cui uno statunitense nel Nord Atlantico 1 incrociatore da battaglia tedesco e 5 sommergibili di cui 1 della pattuglia della RAF Golfo di Biscaglia, 3 della Marina degli Stati Uniti nelle aree delle Azzorre e di Madeira, 1 affondato dopo i danni della tempesta a metà Atlantico.

EUROPA - DICEMBRE 1943

28, Battaglia nel Golfo di Biscaglia - Undici cacciatorpediniere e torpediniere tedeschi scesero nel Golfo di Biscaglia per portare il cacciatore di blocchi "Alsterufer". Fu affondata da un liberatore ceco del comando costiero della RAF il 27, e il giorno successivo, quando le navi da guerra tedesche tornarono alla base, furono intercettate dagli incrociatori da 6 pollici Glasgow ed Enterprise. Sebbene in inferiorità numerica e di cannone, affondarono il cacciatorpediniere da 5,9 pollici "Z-27" e le torpediniere "T-25" e "T-26". Ciò segnò la fine virtuale dei tentativi tedeschi di portare rifornimenti vitali dall'Estremo Oriente con navi di superficie. Dal 1941, delle 35 navi che erano partite, solo 16 sfondarono le pattuglie alleate.

Invasione della Normandia - A fine dicembre furono annunciati i comandanti per l'invasione dell'Europa. Il generale americano Eisenhower sarebbe il comandante supremo alleato con il maresciallo dell'aria Tedder come vice. Responsabile di tutte le operazioni navali sotto il nome in codice "Nettuno" era l'ammiraglio Sir Bertram Ramsey.

Fronte Orientale - Dall'ottobre 1943, cinque attacchi russi nel Centro era stato lanciato contro i tedeschi a ovest di Smolensk. I difensori, in netta inferiorità numerica, resistettero, ma i russi ora avevano un punto d'appoggio in Bielorussia. Nel Centro/Sud tutta l'Ucraina a est del fiume Dnepr insieme alle profonde teste di ponte per gran parte della sua lunghezza erano ora in mani russe. Si prepararono a recuperare il resto dell'Ucraina, si spinsero in Crimea e si spostarono su Polonia e Romania.

Riepilogo delle perdite mensili: 1 nave mercantile di 6.000 tonnellate nelle acque del Regno Unito.

MEDITERRANEO - DICEMBRE 1943

Italia - La Quinta Armata continuò la sua sanguinosa lotta nel ovest del paese verso la Linea Gustav, ma aveva appena raggiunto il fiume Garigliano ed era ancora a corto di Cassino e del fiume Rapido. Nel frattempo l'Ottava Armata ha fatto breccia nella linea nel est ei canadesi avevano preso Ortona, dove gli alleati rimasero fino al giugno 1944. Il generale Montgomery, comandante dell'ottava armata, tornò in Inghilterra per prepararsi alla sua parte nell'invasione della Normandia. Il generale Eisenhower si diresse anche per l'Inghilterra e il generale Sir Henry Maitland Wilson gli successe come comandante supremo alleato nel Mediterraneo. Più tardi, nel novembre 1944, il feldmaresciallo Alexander assunse questo posto.

Guerra in mare - Con la resa della flotta italiana, le grandi navi della Regia Marina furono liberate per la Flotta Orientale e per prepararsi allo sbarco in Normandia. Le restanti navi più piccole continuarono a scortare i convogli necessari per rifornire le forze alleate in Italia e per supportare sia il quinto che l'ottavo esercito sui loro fianchi verso il mare. La RN passò anche all'offensiva contro il traffico di rifornimento della Germania lungo la costa occidentale dell'Italia e anche dal nord-est attraverso l'Adriatico fino alla Jugoslavia. Da basi come la Corsica e Bari, le forze leggere e costiere colpivano regolarmente le navi e anche obiettivi terrestri lungo la costa della Jugoslavia a sostegno degli eserciti partigiani di Tito. Un grave disastro ha rovinato questi successi il 2, quando un raid aereo su Bari ha fatto esplodere una nave munizioni, con altri 16 mercantili persi negli incendi risultanti.

11-16, attacchi di U-Boot al convoglio UK/Nord Africa KMS34 - Sono stati effettuati attacchi al convoglio al largo della costa algerina utilizzando siluri acustici: 11 - Fregata "Cuckmere" danneggiata "U-223". 12° - A nord-est di Bougie, "U-593" affondò il cacciatorpediniere di scorta "Hunt" "TYNEDALE" . Seguì una lunga caccia dei cacciatorpediniere di scorta "Calpe" e "Holcombe" e dei cacciatorpediniere statunitensi "Benson", "Niblack" e "Wainwright", nel corso della quale l'U-Boot riuscì ad affondare "HOLCOMBE" . 13 - Dopo più di 30 ore le scorte hanno finalmente inviato "U-593" sul fondo. Altri cacciatorpediniere statunitensi tra cui "Niblack" affondarono l'"U-73" il 16. Questo fu il 23° U-Boot perso nel Mediterraneo nel 1943.

Riepilogo delle perdite mensili: 18 navi mercantili britanniche o alleate di 83.000 tonnellate

OCEANI INDIANI E PACIFICI - DICEMBRE 1943

Birmania - Sotto l'ammiraglio Mountbatten, comandante supremo alleato del sud-est asiatico, la 14a armata del Gen Slim si preparò per una grande offensiva nel nord della Birmania dall'area di Kohima e lmphal in India. Prima di questo sarebbe un Seconda campagna Arakan a sud, e all'estremo nord un'operazione parallela Chindit e americano/cinese in parte per aprire una nuova rotta verso la Burma Road da Ledo in India. La spinta Arakan è iniziata alla fine di dicembre. Per tutto il resto della guerra, i piani dell'ammiraglio Mountbatten di proseguire la campagna ancora più vigorosamente nel sud-est asiatico furono continuamente frustrati dalla sua mancanza di capacità anfibia.

Nuova Bretagna, Arcipelago di Bismarck - Il generale MacArthur era pronto a completare la sua parte nell'isolamento di Rabaul con sbarchi preliminari sulla costa sud-occidentale di Nuova Gran Bretagna , seguito da un grande assalto alla punta occidentale di Cape Gloucester il 26. La copertura è stata in parte fornita dal Rear-Adm Crutchley con gli incrociatori Australia e Shropshire.I combattimenti continuarono fino al marzo 1944 quando, aiutati da ulteriori sbarchi, il terzo occidentale dell'isola fu messo in sicurezza. Nel novembre 1944, quando le truppe australiane sollevarono le forze statunitensi, un numero considerevole di giapponesi era ancora rinchiuso intorno a Rabaul, dove rimasero fino alla fine della guerra.

Riepilogo delle perdite mensili: solo nell'Oceano Indiano - 5 navi mercantili da 31.000 tonnellate


Battaglia del Biferno, 1-7 ottobre 1943 - Storia

RIEPILOGO DELLA CAMPAGNA DELLA GUERRA MONDIALE 2

MARINA BRITANNICA NEL MEDITERRANEO, Compreso Convogli di Malta, Parte 3 di 4

Ogni Riepilogo è completo a sé stante. Le stesse informazioni possono quindi essere trovate in una serie di riassunti correlati

(per ulteriori informazioni sulla nave, vai alla Homepage di storia navale e digita il nome in Ricerca sito)

1942

NOVEMBRE 1942

Nord Africa - Entro il 4 Seconda battaglia di El Alamein era stata vinta dall'Ottava Armata.

Occidentale
Ammortizzatore posteriore H K Hewitt USN

Centro
Cdre TH Troubridge

Orientale
Vice-Ammiraglio Sir H Burrough

La maggior parte delle portaerei della task force erano portaerei di scorta e il totale degli Stati Uniti includeva una forza di copertura pesante. Nel Mediterraneo, la Forza H britannica rinforzata dalla Home Fleet e sotto il comando del vice-ammiraglio Sir Neville Syfret, coprì gli sbarchi algerini. Il loro compito principale era quello di respingere qualsiasi attacco della flotta italiana. La forza includeva tre navi capitali, tre portaerei, tre incrociatori e 17 cacciatorpediniere. Varie altre forze si sono aggiunte al numero di navi alleate nell'area. Oltre 300 navi furono quindi direttamente coinvolte in quella che all'epoca fu la più grande operazione anfibia della storia, e antesignana di altre ancora più grandi a venire prima che la guerra fosse vinta. Per tutto ottobre e primi di novembre convogli salparono per lo sbarco sul suolo francese di Vichy nelle prime ore del . I negoziati con i francesi non furono completati in tempo per evitare resistenza. C'è stato spargimento di sangue da entrambe le parti.

Casablanca, Marocco - Le truppe statunitensi sono sbarcate in tre punti lungo un tratto di 200 miglia di costa atlantica. Dal decimo si prepararono ad attaccare la stessa Casablanca, ma ciò divenne inutile quando le forze francesi smisero di combattere. Prima che ciò accadesse, la Task Force occidentale aveva combattuto una serie di feroci azioni con le navi da guerra francesi di Vichy. La corazzata "Jean Bart" fu gravemente danneggiata e un incrociatore e diversi cacciatorpediniere e sottomarini affondarono o si arenarono.

Orano, Algeria - All'interno del Mediterraneo, gli sbarchi a ovest e ad est di Oran sono stati seguiti da un tentativo di sfondare il boom portuale e sbarcare le truppe direttamente dagli ex cutter della guardia costiera americana "WALNEY" (Capt Peters) e "HARTLAND". Entrambi furono disattivati ​​dalla nave e dagli spari a terra e presto affondarono. (+ Il capitano Frederick Peters RN del "Walney" è stato insignito della Victoria Cross per il valore. Cinque giorni dopo è stato ucciso in un incidente aereo.) L'incrociatore "Aurora" (Capt Agnew) e i cacciatorpediniere hanno respinto un attacco di cacciatorpediniere francesi al di fuori del porta. Il grande cacciatorpediniere "EPERVIER" è stato portato a terra e "Tornade" e "Tramontane" sono stati disabilitati. Inoltre, i cacciatorpediniere "Achates" e "Westcott" rappresentavano i sottomarini "ACTEON" e "ARGONAUTE". Le truppe statunitensi si fecero strada ad Orano, che cadde sul decimo.

Algeri, Algeria - Un simile attacco di apertura è stato montato dai vecchi cacciatorpediniere "Broke" e "Malcolm". Quest'ultima è stata gravemente danneggiata ma "BROKE" alla fine ha sfondato il boom per sbarcare le sue truppe. Duramente colpita dalle batterie da terra, è scappata ma è naufragata il giorno dopo sul . Algeri fu presto nelle mani degli Alleati e l'ammiraglio Darlan, C-in-C delle forze francesi di Vichy fu catturato. Non è stato il Gen Giraud come originariamente previsto, ma l'Ammiraglio Darlan che ha trasmesso il cessate il fuoco sul... decimo. La resistenza fu interrotta, ma per alcuni giorni regnò la confusione poiché le autorità francesi di Vichy furono sottoposte a pressioni sia dagli Alleati che dall'Asse. Tuttavia, in poco tempo le forze della Francia combatterono a fianco degli Alleati nel Nord Africa francese. L'ammiraglio Darlan è stato assassinato alla fine di dicembre e il Gen Giraud ha preso il suo posto.

Tunisia - Alla notizia dello sbarco della 'Torcia', il 9, le prime truppe tedesche furono fatte volare dalla Sicilia alla Tunisia e nel giro di due giorni iniziarono un grande accumulo.

Francia meridionale - Hitler ordinò alle truppe tedesche di entrare nella Francia di Vichy non occupata l'11. Il 27, unità delle SS tentarono di catturare la flotta francese a Tolone. Erano troppo tardi per fermare l'affondamento di tre corazzate, sette incrociatori, 30 cacciatorpediniere, 16 sottomarini e molte altre navi più piccole.

Spagna -Durante tutti questi eventi la Spagna è rimasta fortunatamente neutrale. Non c'era quindi alcuna minaccia per Gibilterra direttamente dalle truppe spagnole, o dai tedeschi che passavano attraverso il paese. E gli americani in Marocco erano al sicuro dagli attacchi degli spagnoli nel Marocco spagnolo.

- Nel continuare le operazioni sottomarine della Royal Navy nel Mediterraneo centrale al largo della Sicilia nord-occidentale, il "Saracen" affondò il sottomarino italiano "GRANITO".

- Al largo di Oran la corvetta "GARDENIA" è andata perduta in collisione con il peschereccio armato "Fluellen".

decimo - Oltre agli approcci atlantici a Gibilterra, un gran numero di sottomarini tedeschi e italiani si concentrarono nel Mediterraneo occidentale per attaccare i convogli di inseguimento "Torch". I trasporti e le navi da guerra di scorta furono affondate e danneggiate, ma le perdite non furono mai grandi e sette sottomarini dell'Asse (1-7) sono stati affondati in cambio. Il 10, il cacciatorpediniere "MARTIN" è stato affondato dall'"U-431" al largo di Algeri e dal sommergibile italiano "EMO" (1) affondato dopo un attacco del peschereccio armato "Lord Nuffield" .

decimo - Ulteriori sbarchi alleati furono effettuati ad est di Algeri lungo la costa algerina, dove c'era poca copertura aerea. Gli attacchi di aerei tedeschi su questi e altri obiettivi algerini affondarono o danneggiarono un certo numero di navi. Il 10, lo sloop "IBIS" è stato colpito da un siluro aereo ed è caduto al largo di Algeri.

Algeria - Il primo degli ulteriori sbarchi di truppe alleate fu effettuato a Bougie e Bone l'11 e il 12, ben avviati verso il confine tunisino.

12° - "U-660" (2) fu affondato scortando le corvette "Lotus" e "Starwort" a nord-est di Oran.

13 - Il giorno successivo "Lotus", questa volta con "Poppy" ha rappresentato "U-605" (3) al largo di Algeri. Il 14 e il 15 rispettivamente "U-595" e "U-259" (4-5) sono stati affondati dagli aerei.

13 - "U-431" ha inviato il cacciatorpediniere olandese "lSAAC SWEERS" in basso a nord-ovest di Algeri.

17° - "U-331" (6) è stato danneggiato da RAF Hudsons di No 500 Squadron e ha cercato di arrendersi. Gli aerei dell'820 Squadrone della portaerei "Formidable" l'hanno silurata per errore al largo di Algeri.

20 - L'incrociatore "Delhi" è stato danneggiato dalle bombe nella baia di Algeri.

28 - A nord di Bone le "DESSIE" italiane (7) fu affondato dai cacciatorpediniere "Quentin" e dall'australiano "Quiberon", ora parte dell'incrociatore Force Q che operava da Bone.

28 - Il cacciatorpediniere "ITHURIEL" nel porto di Bone è stato gravemente danneggiato dai bombardamenti e non è stato riparato.

Il rilievo di Malta - All'inizio del mese, l'incrociatore posamine "Welshman" gestiva negozi di vitale importanza a Malta. Sul 11, la nave gemella "Manxman" fece una corsa simile da Alessandria. Poi sul 17° un convoglio di quattro navi, scortato da tre incrociatori e 10 cacciatorpediniere, lasciò Alessandria (Operazione 'Stoneage'). Sebbene l'incrociatore "Arethusa" sia stato gravemente danneggiato da aerosiluranti tedeschi sul 18° e ha dovuto tornare con oltre 150 vittime, il convoglio ha attraversato il 20. Il suo arrivo segnò effettivamente la fine del lungo e sanguinoso assedio di Malta. Dall'operazione "Excess" del gennaio 1941, due portaerei, quattro incrociatori, 16 cacciatorpediniere e cinque sottomarini erano andati perduti nei numerosi tentativi di rifornire e rinforzare l'isola e nei pesanti attacchi aerei lanciati contro l'isola di George Cross.

Continua il Nord Africa francese - Dopo gli sbarchi di Bougie e Bone nell'est dell'Algeria, i paracadutisti britannici sono stati inviati nel nord della Tunisia e l'avanzata è iniziata su Bizerta e Tunisi. I combattimenti ebbero luogo mentre gli Alleati si avvicinavano, ma quando l'offensiva principale iniziò il 25, i tedeschi avevano costruito le loro forze sia intorno a Biserta che a Tunisi, e occuparono anche le città della costa orientale di Sousse, Sfax e Gabes.

24 - Al largo della Sicilia nord-occidentale, "UTMOST" è stato perso dalla scorta di cacciatorpediniere italiana "Groppo".

Riepilogo delle perdite mensili
13 navi mercantili britanniche o alleate di 103.000 tonnellate

Nord Africa francese - Le forze tedesche contrattaccarono nel nord della Tunisia, respingendo gli Alleati. Entro la fine dell'anno le forze dell'Asse avevano stabilito forti linee di difesa intorno a Biserta e Tunisi, e si stavano aggrappando alla metà orientale del paese. Gli Alleati avevano perso la corsa per Tunisi. Per tutto il gennaio 1943 entrambe le parti attaccarono lungo la linea, ma senza molto successo. Mentre ciò accadeva, sempre più truppe tedesche e italiane furono attirate in Tunisia.

Incrociatore Forza Q - Con sede a Bone, la Forza Q e una nuova forza di incrociatori con base a Malta si sono alternati nell'attaccare la spedizione dell'Asse diretta in Nord Africa. Sul , Force Q con "Aurora", "Argonaut", "Sirius" e due cacciatorpediniere entrarono in azione nel Canale di Sicilia. Tutti e quattro i trasporti in un convoglio e il cacciatorpediniere italiano "FOLGORE" furono affondati da colpi di arma da fuoco. Al loro ritorno, il cacciatorpediniere "QUENTIN" è stato perso dagli aerosiluranti italiani a nord di Capo Bon. 14 - Due settimane dopo il successo della Force Q nel Canale di Sicilia, l'incrociatore "Argonaut" è stato gravemente danneggiato dal sommergibile italiano "Mocenigo" a nord-est di Bone.

Operazioni sottomarini della Royal Navy - Per tutto il mese, i sottomarini britannici sono stati di pattuglia nel Mediterraneo occidentale e hanno perso quattro di loro. In cambio affondarono diverse navi dell'Asse tra cui due navi da guerra italiane. Inizio dicembre - "TRAVELLER" ha lasciato Malta il 28 novembre per il Golfo di Taranto. In ritardo entro l'8 dicembre, è stata presumibilmente minata nella sua zona di pattuglia. - "Tigris" affondò il sommergibile italiano "PORFIDO" a nord di Bone. 12° - Nel Golfo di Napoli il sommergibile "P-222" è stato perso dalla torpediniera italiana "Fortunale" mentre attaccava un convoglio. 17° - A nord di Bizerta, "Splendid" affondò il cacciatorpediniere italiano "AVIERE" che scortava un convoglio in Nord Africa. 25 - Mentre un convoglio dell'Asse si dirigeva a Tunisi, il "P-48" attaccò e fu affondato dai cacciatorpediniere italiani "Ardente" e "Ardito". Fine dicembre - Alla fine del mese, il sommergibile "P-311" salpò per la Maddalena, in Sardegna, con i siluri umani Chariot per un attacco agli incrociatori lì basati. Il suo ultimo segnale è stato il 31 dicembre e si presume che si sia persa sulle mine negli approcci al porto.

Attacchi al largo dell'Algeria - Gli attacchi alle navi alleate al largo dell'Algeria hanno portato a maggiori perdite in cambio dell'affondamento di un sottomarino italiano. 9° - Come cacciatorpediniere "PORCUPINE" scortato nave deposito sottomarino "Maidstone" da Gibilterra ad Algeri, è stata silurata e gravemente danneggiata al largo di Orano da "U-602", e mai riparata. Lo stesso giorno la corvetta "MARIGOLD" è stata affondata da aerosiluranti a ovest di Algeri mentre scortava il convoglio nordafricano/britannico MKS3. 11 - Il cacciatorpediniere di scorta "BLEAN" in navigazione con il veloce convoglio Nord Africa/Regno Unito MKF4 è stato perso contro "U-443" a ovest di Oran. 13 - Lo sloop "Enchantress" affondò il sottomarino italiano "CORALLO" al largo di Bougie. 18° - La nave gemella di Porcupine "PARTRIDGE" è stata silurata dall'"U-565" mentre effettuava una perlustrazione antiaereo con la Forza H, ed è affondata al largo di Oran. 15° - I cacciatorpediniere "Petard" e il greco "Queen Olga" affondarono il sottomarino italiano "UARSCIEK" a sud di Malta.

Nord Africa - L'11, il Gen Montgomery riprese l'avanzata dell'Ottava Armata. 19° - Scortando un convoglio a Bengasi, la corvetta "SNAPDRAGON" è stata bombardata e affondata al largo del porto da aerei tedeschi.

Riepilogo delle perdite mensili
3 navi mercantili britanniche o alleate di 6.000 tonnellate.

Attacchi al largo dell'Algeria - Sono proseguiti gli attacchi dell'Asse contro navi alleate nei porti e convogli algerini al largo delle coste. Ci sono state perdite da entrambe le parti. 1° - L'incrociatore "Ajax" è stato gravemente danneggiato nel porto di Bone dai Ju87. 13 - Le corvette canadesi di scorta al convoglio rappresentavano due sottomarini. Il 13, "Ville de Quebec" affondò "U-224" a ovest di Algeri. 19° - La corvetta canadese "Port Arthur" affondò a colpi di arma da fuoco il sottomarino italiano "TRITONE" al largo di Bougie. 30 - Come corvetta "SAMPHIRE" scortata dal convoglio TE14 dei porti di Gibilterra/Nord Africa è stata silurata dal sommergibile italiano "Platino" vicino a Bougie.

Rifornimenti dell'Asse in Tunisia - I tentativi della Marina Militare italiana di rifornire gli eserciti dell'Asse in Tunisia portarono a gravi perdite, soprattutto sulle mine posate tra la Sicilia e Tunisi dai posamine veloci "Abdiel" e "Welshman", e sul sottomarino "Rorqual". - Il cacciatorpediniere "CORSARO" ha colpito una delle miniere di "Abdiel" a nord-est di Bizerta. 17° - Di ritorno dalla Tunisia, il cacciatorpediniere "BOMBARDIERE" è stato affondato al largo della Sicilia occidentale dal sommergibile "United". 31 - La torpediniera "PRESTINARI" e la corvetta "PROCELLARIA" sono precipitate sulle mine posate da "Gallese" nel Canale di Sicilia.

Rifornimenti dell'Asse in Libia - Gli ultimi viaggi di rifornimento a Tripoli da parte dei sottomarini italiani hanno portato a ulteriori perdite a nord della capitale libica. 14 - "NARVALO" è stato attaccato da un RAF Beaufort e finito dai cacciatorpediniere "Pakenham" e "Hursley", scortati con il convoglio Malta/Alessandria ME15. 20 - "SANTAROSA" è stata silurata al largo di Tripoli da MTB-260, una delle forze costiere in crescita che operano lungo la costa nordafricana.

Libia - Il Gen Montgomery riprese l'avanzata il 15, e Bueret, aggirato dall'Armatura Britannica e dalle truppe neozelandesi, fu presto preso. Similmente furono aggirate le difese di fronte a Tripoli e il 23 la vittoriosa Ottava Armata entrò nella capitale.

21° - Il sottomarino "Sahib" di pattuglia al largo della Corsica occidentale affondò "U-301.

Riepilogo delle perdite mensili
14 navi mercantili britanniche o alleate di 48.000 tonnellate

- Quando l'incrociatore posamine "WELSHMAN" salpò da Malta ad Alessandria dopo le operazioni di posa di mine nello Stretto di Sicilia, fu affondato dall'"U-617" a nord di Bardia.

- Il cacciatorpediniere italiano "SAETTA" e la scorta di cacciatorpediniere "URAGANO", che rifornivano le forze dell'Asse in Tunisia, affondarono sulle mine dell'incrociatore posamine "Abdiel" a nord-est di Bizerta.

Nord Africa - Mentre Rommel preparava le sue difese della linea di Mareth nel sud della Tunisia, unità dell'Ottava Armata attraversarono il confine dalla Libia il 4. Tutta la Libia era ora nelle mani degli Alleati e l'Impero nordafricano italiano cessò di esistere.

Campagna della Tunisia settentrionale - Le operazioni tedesche e italiane contro le navi alleate al largo dell'Algeria hanno portato a ulteriori perdite: - La corvetta canadese "LOUISBERG" che scortava il convoglio britannico/nordafricano KMS8 è stata silurata da aerei tedeschi al largo di Oran. - La Royal Canadian Navy si vendicò quando la corvetta "Regina" affondò il sommergibile italiano "AVORIO" al largo di Philippeville. 17° - Una pattuglia di cacciatorpediniere di scorta "Bicester", Easton", Lamerton" e Wheatland" ha condiviso l'affondamento di due sottomarini dell'Asse. L'italiano "ASTERIA" è sceso al largo di Bougie il 17. 23 - Sei giorni dopo la stessa pattuglia di cacciatorpediniere di scorta affondò "U-443" a nord-ovest di Algeri.

Campagna della Tunisia meridionale - Mentre lo Squadrone costiero della flotta del Mediterraneo continuava a sostenere l'avanzata dell'Ottava Armata, le navi furono perse da entrambe le parti: - La Corvette "ERICA" di scorta affondò su una mina britannica al largo di Bengasi. 17° - "U-205" ha attaccato il convoglio Tripoli/Alessandria TX1 a nord-ovest di Derna, ed è stato poi affondato da aerei sudafricani dello Squadrone n. 15 e dal cacciatorpediniere "Paladin". 19° - Gli attacchi combinati aerei e marittimi hanno anche rappresentato l'"U-562" a nord-est di Bengasi. Questa volta il convoglio era Alexandria/Tripoli XT3, i cacciatorpediniere da guerra "lsis" e "Hursley" con aerei del n. 38 Squadron RAF.

Flotta del Mediterraneo - L'ammiraglio Sir Andrew Cunningham è tornato al suo vecchio incarico di C-in-C, Mediterranean Fleet il 20.

Riepilogo delle perdite mensili
14 navi mercantili britanniche o alleate di 53.000 tonnellate

Operazioni sottomarini della Royal Navy - La Royal Navy ha perso tre sottomarini di classe 'T': Febbraio marzo - "TIGRIS" partì da Malta il 18 febbraio per un pattugliamento al largo di Napoli. Non è riuscita a tornare ad Algeri il 10 marzo, forse minata al largo del Golfo di Tunisi mentre tornava. 12° - "TURBULENT" (Cdr Linton) attaccò una nave scortata al largo della Maddalena, in Sardegna e fu presumibilmente affondata nel contrattacco dalle scorte MTB italiane. + Il Cdr John Linton RN è stato insignito della Victoria Cross per il suo primato come comandante di "Turbulent". Il premio non è stato pubblicato sulla gazzetta fino al maggio 1943. 14 - "THUNDERBOLT" è stato perso all'imbocco nord dello Stretto di Messina per la corvetta italiana "Cicogna".

Tunisia - Nel sud, prima del suo richiamo definitivo dall'Africa, il feldmaresciallo Rommel attaccò le posizioni dell'Ottava Armata davanti alla Linea Mareth, ma fu facilmente tenuto. Il 29 la linea Mareth fu rotta e i tedeschi e gli italiani si erano ritirati in una posizione forte a nord di Gabes a Wadi Akarit. Lo squadrone costiero era ancora presente nell'Ottava Armata a sud e le battaglie delle rotte di rifornimento a nord ea sud continuarono: - L'incrociatore posamine "Abdiel" ha posato più mine nelle rotte di rifornimento dell'Asse verso la Tunisia. Il campo a nord di Capo Bon affondò tre cacciatorpediniere a marzo, iniziando con la scorta di cacciatorpediniere "CICIONE" l'8. 12° - In una sortita contro le navi dell'Asse dirette in Tunisia, il cacciatorpediniere Force Q "LIGHTNING" è stato silurato e affondato al largo di Bizerta dalla E-boat tedesca "S-55". 19° - Gli attacchi di aerei tedeschi al porto di Tripoli hanno affondato due navi di rifornimento e danneggiato il cacciatorpediniere di scorta "DERWENT" così gravemente che non è stato completamente riparato. Questo è stato il primo successo tedesco utilizzando siluri volteggiare. 24 - Il campo minato di Capo Bon "Abdiel" affondò il 24 altri due cacciatorpediniere italiani - "ASCARI" e "MALOCELLO".

Riepilogo delle perdite mensili
16 navi mercantili britanniche o alleate di 86.000 tonnellate

Tunisia - Il Battaglia di Gabes nel sud della Tunisia iniziò il 5 quando l'Ottava Armata attaccò le difese di Wadi Akarit. Nel giro di due giorni l'Asse si stava ritirando. Per il resto di aprile si sono verificati pesanti combattimenti mentre gli Alleati si avvicinavano lentamente.

16° - I cacciatorpediniere "Pakenham" e "Paladin" provenienti da Malta hanno incontrato un convoglio italiano a nord dell'isola di Pantelleria. In uno scontro a fuoco in corso con le quattro torpediniere di scorta, il "CIGNO" italiano fu affondato e un altro danneggiato, e il "PAKENHAM" disabilitato. Doveva essere affondata.

21° - Numerose navi rifornimento dell'Asse sulla rotta tunisina e non solo, e una nave da guerra italiana, sono state vittime di sottomarini della Royal Navy. In cambio ne furono persi tre a partire da "SPLENDID" contro il cacciatorpediniere tedesco "Hermes" (ex-greco) a sud di Capri.

24 - Dopo aver affondato un trasporto al largo della Sicilia nord-orientale, "SAHIB" è stato contrattaccato dalle scorte tra cui un Ju88 tedesco e infine affondato dalla corvetta italiana "Gabbiano".

28 - "Unshaken" silurò e affondò la torpediniera italiana "CLIMENE" al largo della Sicilia mentre scortava un convoglio.

Metà/Fine Aprile - "REGENT" di pattuglia nello Stretto d'Otranto potrebbe aver attaccato un piccolo convoglio vicino a Bari, in Italia, il 18, ma non ci fu risposta dalle scorte del convoglio. Non è riuscita a tornare a Beirut alla fine del mese e si presume che si sia persa nelle mine nella sua zona di pattuglia.

"L'uomo che non è mai stato" - Il sottomarino "Seraph" ha rilasciato il corpo di un presunto ufficiale della Royal Marine in mare al largo della Spagna. I suoi documenti falsi aiutano a persuadere i tedeschi che i prossimi colpi alleati sarebbero caduti sulla Sardegna e sulla Grecia, oltre che sulla Sicilia.

Riepilogo delle perdite mensili
6 navi mercantili britanniche o alleate di 14.000 tonnellate

Nord Africa e Tunisi: la fine dell'Asse - Gli eserciti alleati continuarono ad avanzare e il 7 Tunisi fu conquistata dagli inglesi e Bizerta dagli americani. La resa dell'Asse arrivò il 12 e quasi 250.000 tedeschi e italiani furono fatti prigionieri. Tutto il Nord Africa - francese e italiano - era sotto il controllo degli Alleati dopo quasi tre anni di lotta.

- Alla fine della campagna di Tunisia, i cacciatorpediniere "Nubian", Paladin" e "Petard" affondarono la torpediniera italiana "PERSEO" e una nave rifornimento nei pressi di Capo Bon.

21° - Sei sottomarini dell'Asse sono stati persi a maggio: due tedeschi per la RAF, due italiani per le forze statunitensi e due per la Royal Navy. Il primo successo della RN è arrivato il 21 quando il sottomarino "Sickle" di pattuglia a sud di Tolone, in Francia, ha silurato l'"U-303".

25 - Quattro giorni dopo la corvetta di scorta "Vetch" affondò "U-414" a nord-est di Oran.

Guerra delle spedizioni mercantili - Nei primi cinque mesi del 1942 le forze alleate avevano affondato oltre 500 mercantili dell'Asse di 560.000 tonnellate in tutto il Mediterraneo. Al contrario, la fine della campagna tunisina ha segnato un'importante ripresa nelle fortune della navigazione alleata. A metà mese i dragamine avevano aperto un canale attraverso lo Stretto di Sicilia e i primi convogli regolari del Mediterraneo dal 1940 furono in grado di navigare da Gibilterra ad Alessandria (GTX). Gli XTG di ritorno iniziarono nel giugno 1943. Il lungo raggio intorno al Capo di Buona Speranza verso il Medio Oriente non era più necessario ei convogli di truppe WS furono interrotti. L'apertura del Mediterraneo equivaleva a commissionare una grande quantità di nuovo tonnellaggio mercantile alleato.

Riepilogo delle perdite mensili
6 navi mercantili britanniche o alleate di 32.000 tonnellate

- I cacciatorpediniere "Jervis" e la greca "Queen Olga" affondarono due mercantili e la torpediniera italiana "CASTORE" al largo di Capo Spartivento, nel sud-ovest dell'Italia.

Pantelleria e Lampedusa - Dopo pesanti bombardamenti marittimi e aerei queste due isole italiane a nord-ovest e ad ovest di Malta si arresero agli Alleati rispettivamente l'11 e il 12 giugno.

Riepilogo delle perdite mensili
7 navi mercantili britanniche o alleate di 25.000 tonnellate

10 - Invasione della Sicilia: Operazione 'Husky'

Gli americani volevano ancora concentrarsi sull'invasione della Francia attraverso la Manica, ma alla Conferenza di Casablanca accettarono con riluttanza di procedere con lo sbarco in Sicilia. Tra i vantaggi ci sarebbe l'apertura del Mediterraneo alla navigazione alleata. Il piano definitivo è stato approvato a metà maggio e non molto più di un mese dopo, i primi convogli di truppe statunitensi si stavano dirigendo attraverso l'Atlantico per un'operazione persino maggiore degli sbarchi francesi in Nord Africa del novembre precedente.

Comandante in capo alleato - Gen Dwight D. Eisenhower degli Stati Uniti

Forza di spedizione del comandante navale alleato - Ammiraglio Sir Andrew Cunningham

A sud di Siracusa, costa SE

7a armata degli Stati Uniti - Gen Patton
66.000 soldati

Ottava Armata - Gen Montgomery
115.000 truppe britanniche e canadesi

Stati Uniti, Algeria, Tunisia

Egitto, Libia, Tunisia, Malta Divisione canadese dalla Gran Bretagna

Occidentale
Ammortizzatore posteriore H K Hewitt USN

Orientale
Adm Sir B Ramsey

Britannici e alleati
6
2
10
80
26
250
237

Il totale complessivo di 2.590 navi da guerra statunitensi e britanniche - maggiori e minori erano per lo più assegnate ai propri settori di sbarco, ma il totale della Royal Navy includeva la forza di copertura contro qualsiasi interferenza da parte della flotta italiana. Il gruppo principale sotto il vice-ammiraglio Sir AU Willis della Force H comprendeva le corazzate "Nelson", "Rodney", "Warspite" e "Valiant" e le portaerei "Formidable" e Indomitable". Sette sottomarini della Royal Navy fungevano da indicatori di navigazione al largo della spiagge di invasione.

Molte delle truppe provenienti dal Nord Africa e da Malta hanno effettuato il viaggio su navi da sbarco e imbarcazioni. Mentre si avvicinavano alla Sicilia con gli altri trasporti verso la fine del 9 in una tempesta, ebbero luogo lo sbarco aereo degli Alleati. Purtroppo, molti degli alianti britannici si sono schiantati in mare, in parte a causa del tempo.

Tuttavia, all'inizio del giorno successivo, il decimo, le truppe sono scese a terra sotto un ombrello di aerei. Il nuovo anfibio DUKWS (o "Ducks") sviluppato dagli americani ha svolto un ruolo importante nel portare uomini e rifornimenti attraverso le spiagge.

Aerei tedeschi e italiani affondarono e danneggiarono un certo numero di navi da guerra e trasporti nell'area di invasione, incluso un cacciatorpediniere statunitense sul decimo. Sul 16° la portaerei "Indomitable" è stata danneggiata da aerosiluranti italiani.

I sottomarini dell'Asse hanno avuto meno successi degli aerei attaccanti in Sicilia e nei dintorni. Due incrociatori britannici furono danneggiati, ma in cambio 12 di loro furono persi nelle successive quattro settimane all'inizio di agosto: 11 - "FLUTTO" al largo dell'estremità meridionale dello Stretto di Messina in una battaglia in corsa con le MTB 640, 651 e 670. 12° - "U-561" silurato nello Stretto di Messina da MTB-81 "BRONZO" italiano catturato al largo di Siracusa dai dragamine "Boston", "Cromarty", "Poole" e "Seaham" "U-409" affondato al largo dell'Algeria scortando cacciatorpediniere "Inconstant" mentre attaccava un convoglio vuoto di ritorno. 13 - L'italiano "NEREIDE" è stato perso al largo di Augusta per i cacciatorpediniere "Echo" e "llex" ea nord dello Stretto di Messina "ACCIAIO" silurato dal sommergibile di pattuglia "Unruly". 15° - Il sommergibile da trasporto "REMO" in transito nel Golfo di Taranto durante l'invasione è stato perso dal sommergibile "United". 16° - L'incrociatore "Cleopatra" è stato silurato e gravemente danneggiato al largo della Sicilia dal sommergibile "Dandolo". 18° - La gemella "ROMOLO" di "Remo" è stata affondata al largo di Augusta dalla RAF. 23 - L'incrociatore "Newfoundland" è stato danneggiato al largo di Siracusa da un siluro dell'"U-407", e mentre l'italiano "ASCIANGHI" ha attaccato una forza di incrociatori al largo della costa meridionale della Sicilia è stato affondato dai cacciatorpediniere "Eclipse" e "Laforey". 29 - "PIETRO MICCA" è stato silurato dal sommergibile "Trooper" all'imbocco dell'Adriatico nello Stretto d'Otranto. 30 - L'"U-375" è stato perso al largo della Sicilia meridionale a causa di un sub-cacciatore americano.

Riepilogo delle perdite mensili
14 navi mercantili britanniche o alleate di 80.000 tonnellate

Sicilia - Mentre i tedeschi e gli italiani si preparavano ad evacuare la Sicilia attraverso lo Stretto di Messina, gli Alleati iniziarono la spinta finale: la Settima Armata degli Stati Uniti lungo la costa nord aiutata da tre piccoli luppoli anfibi e l'Ottava Armata sul lato est da Catania con un piccolo sbarco. Gli uomini del Gen Patton sono entrati a Messina poco prima del Gen Montgomery il 17. La Sicilia era ormai nelle mani degli Alleati.

- Il cacciatorpediniere "ARROW" ha assistito in un'operazione antincendio fallita a fianco del mercantile in fiamme "Fort La Montee" al largo del porto di Algeri. È stata gravemente danneggiata nell'esplosione risultante e non è mai stata completamente rimessa in servizio.

Operazioni sottomarini della Royal Navy - I pattugliamenti nel Mediterraneo hanno portato all'affondamento di numerose navi dell'Asse tra cui due navi da guerra italiane, ma ad agosto sono andate perse due imbarcazioni, la prima da oltre tre mesi: - "Simoom" affondò il cacciatorpediniere GIOBERTI" al largo della Spezia, Italia nordoccidentale. 11 - "PARTHIAN" era in ritardo in questa data. Ha lasciato Malta il 22 luglio per l'Adriatico meridionale e non è riuscita a tornare a Beirut. 14 - "SARACEN" in pattuglia al largo di Bastia, la Corsica è stata persa dalle corvette italiane "Minerva" ed "Euterpe". 28 - "Ultor" torpediniera "LINCE" nel Golfo di Taranto. 22 - I cacciatorpediniere di scorta "Easton" e greco "Pindos" affondarono "U-458" a sud-est di Pantelleria.

Riepilogo delle perdite mensili
11 navi mercantili britanniche o alleate di 43.000 tonnellate

- Durante il passaggio a Oran, il cacciatorpediniere di scorta "PUCKERIDGE" è stato affondato appena ad est di Gibilterra dall'"U-617", a sua volta perso sei giorni dopo.

- Il sommergibile "Shakespeare" di pattuglia al largo del Golfo di Salerno ha affondato il sommergibile italiano "VELELLA".

Italia - Resa e Invasione

La resa italiana è stata firmata in Sicilia il , ma non annunciato fino all'8 in concomitanza con il principale sbarco alleato a Salerno. In poco tempo i tedeschi controllavano l'Italia settentrionale e centrale, avevano occupato Roma e disarmato - spesso sanguinosamente - le forze italiane nelle isole del Dodecaneso e in Grecia. Nel frattempo prendeva il via l'invasione e l'occupazione dell'Italia meridionale. È stato avviato il quando le truppe britanniche e canadesi dell'ottava armata del generale Montgomery attraversarono lo Stretto di Messina dalla Sicilia con 300 navi e mezzi da sbarco (operazione "Baytown") e si spinsero a nord attraverso la Calabria, unendosi infine alle forze sbarcate a Salerno. All'inizio del , in concomitanza con questi sbarchi, la 1a Divisione Aviotrasportata dell'Ottava Armata fu portata a Taranto da navi da guerra principalmente britanniche (Operazione 'Slapstick'). Poco dopo i porti adriatici di Brindisi e Bari furono in mano alleata. - Intorno a mezzanotte nel porto di Taranto, l'incrociatore posamine "ABDIEL", carico di 1st Airborne truppe, fece esplodere una delle mine magnetiche lanciate dalle E-boat "S-54" e "S-61" mentre fuggivano, e affondò con pesanti perdita della vita.

Al largo della costa occidentale dell'Italia, i tedeschi decisero di evacuare l'isola più meridionale della Sardegna passando per la Corsica partendo dal decimo. Le truppe francesi sbarcarono in Corsica a metà mese, ma all'inizio di ottobre i tedeschi se ne erano andati. Entrambe le isole erano ora nelle mani degli Alleati. Dopo l'annuncio della resa italiana, il grosso della flotta italiana salpò per Malta: tre corazzate, incrociatori e cacciatorpediniere da Spezia e Genova, e altre tre corazzate e altre navi da Taranto e dall'Adriatico. Quando il primo gruppo giunse a sud, la corazzata "ROMA" fu affondata da una bomba radiocomandata FX1400 (senza propulsione a differenza della bomba aliante Hs293), ma il giorno successivo le navi rimanenti furono scortate a Malta dalle corazzate "Warspite" e "Valoroso". Oltre 30 sottomarini si diressero verso i porti alleati. Sul 11, l'Ammiraglio A B Cunningham ebbe opportunamente l'onore di segnalare all'Ammiragliato l'arrivo della flotta da battaglia italiana a Malta.

9 settembre - Sbarco Salerno, Operazione 'Avalanche'

Golfo di Salerno, a S di Napoli

5a armata degli Stati Uniti - Gen Mark Clark
55.000 truppe britanniche e statunitensi
con 115.000 follow-up


Battaglia del Biferno, 1-7 ottobre 1943 - Storia

Prima guerra mondiale
Fronte occidentale
Guerra di trincea: 1914-1916

Offensiva alleata: 1916

Offensive Alleate: 1917

Offensiva tedesca: 1918

Avanzata alla vittoria: 1918

Torella era un'onorificenza di battaglia concessa per la partecipazione ai combattimenti nei pressi di questa città del sud Italia durante la campagna d'Italia della seconda guerra mondiale.

L'8a armata britannica, sbarcata nel profondo sud dell'Italia nel settembre 1943, si unì alla testa di ponte della 5a armata americana a Salerno a nord mentre la 1a divisione canadese raggiungeva Potenza dopo un rapido viaggio di 250 miglia. Nonostante il successo di questa rapida avanzata a settembre, la capacità dell'8a armata di mantenere comunicazioni e rifornimenti fu allungata e fu necessaria una pausa amministrativa. Riuniti alla fine di settembre, il comandante dell'8th Armata, il generale Montgomery, progettò di spostare la 1 Divisione di fanteria canadese verso Vinchiaturo e Campobasso, dove i tedeschi, in ritirata combattente, si trovarono ancora una volta in un terreno montuoso adatto alla difesa . Mentre la 1a e la 3a brigata dovevano effettuare la spinta principale lungo l'autostrada 17, la 2a brigata aveva il compito di proteggere il fianco sinistro della divisione muovendosi attraverso il "paese desolato" a sud. 1 Campobasso cadde in mano alla 2^ Brigata il 14 ottobre, avanzando successivamente verso il fiume Biferno.

La 1a Divisione di fanteria canadese si fermò per riorganizzarsi nella terza settimana di ottobre, dopo aver completato la sua parte nel piano dell'8a Armata per aiutare a cogliere la strada laterale che correva dall'entroterra di Termoli, un primo passo fondamentale sulla strada per Roma. Si presumeva che le ritirate tedesche sarebbero continuate verso il fiume Biferno e che i villaggi tra la strada statale 87 e il fiume potevano essere sgomberati da pattuglie di dimensioni plotone. Tuttavia, le divisioni tedesche (26° e 29° Panzergrenadier) di fronte ai canadesi non intendevano rinunciare senza combattere i loro avamposti sul lato est del fiume, poiché erano preziosi per avvistare colpi di mortaio e artiglieria, in particolare su Campobasso e Vinchiaturo, che sapevano essere importanti come centri logistici. La bonifica di questi avamposti è cresciuta fino a compiti di dimensioni aziendali e di battaglione.

Gli sforzi canadesi nell'ultima parte di ottobre si sono concentrati sullo sgombero di queste aree di resistenza tedesca a est del fiume.

Un posto di osservazione in alto nella cittadella di Campobasso offriva un'ampia visuale del fronte canadese di 20 miglia. A meno di quattro miglia a ovest un bianco agglomerato di case su un alto crinale sopra la gola del Biferno segnava il paese di Oratino, affacciato sulla tortuosa strada che da Campobasso porta a Castropignano, sulla sponda sinistra. A nord di Oratino i Germani possedevano San Stefano e Montagano, due borghi adagiati tra basse e dolci colline che digradano gradualmente verso il fiume. A sud-ovest di Campobasso tutta la campagna compresa tra la Strada Statale 87 e il Biferno era dominata dal Monte Vairano, che da un'altezza di 1500 piedi sopra il fiume dominava Busso alla sua base occidentale e Baranello, due miglia a sud. Da Baranello la linea delle avanguardie nemiche si estendeva a sud attraverso la Strada Statale n. 17 fino a Guardiaregia, in alto di fronte al grande baluardo del Matese che riempiva l'orizzonte sud-occidentale. Il confine interdivisionale del nemico attraversava il Biferno ad Oratino, che era compreso nel settore della 29th Divisione Panzer Grenadier.


I primi sforzi della 1a e 2a brigata per stabilire pattuglie permanenti in questi villaggi incontrarono una reazione determinata. Il 14 ottobre gli Hastings e i Prince Edward riuscirono a piazzare un plotone a Montagano, vicino al confine con la 5a divisione britannica, ma i tentativi per tre giorni consecutivi di assicurarsi San Stefano fallirono. Il nemico riteneva chiaramente Santo Stefano necessario al suo mantenimento di Oratino e al suo controllo del principale valico sul Biferno e da entrambi i villaggi continuò a far calare il fuoco su Campobasso. Il 19 ottobre il brigadiere Graham ordinò un attacco di brigata contro Busso, Oratino e San Stefano.
2

La 2a Brigata viene coinvolta in un affare di due giorni nel tentativo di liberare Baranello, con i Seaforth Highlanders of Canada che alla fine ripuliscono le truppe del 67º Reggimento Panzergrenadier dalla città dopo due tentativi di prendere il posto. (Vedi anche l'articolo su Baranello.) La 1a Brigata catturò Busso il giorno dopo, il 19 ottobre, quando la compagnia "B" del Royal Canadian Regiment, facendosi strada attraverso la collina boscosa meridionale del Monte Vairano, prese la città al tramonto con il fuoco di supporto da il 1° reggimento da campo, Royal Canadian Horse Artillery. La doppia perdita di Baranello e Busso spinse i tedeschi a cedere la loro pretesa sulla riva destra del Biferno, e gli attacchi elaborati all'inizio del 20 ottobre, su Oratino da parte della RCR e San Stefano da parte dei reggimenti Hastings e Prince Edward, non incontrarono alcuna resistenza. Il resto degli avamposti nemici si era già ritirato agli ordini di ritorno attraverso il fiume a Castropignano.

Contemporaneamente, il Reggimento Carleton e York operava sull'estremo fianco sinistro della 1a Divisione canadese, sgomberando Guardiaregia, Campochiaro e San Polo Matese, tutte affacciate sulla stretta pianura contenente l'autostrada a ovest di Vinchiaturo. Il fuoco nemico su questi luoghi altamente inaccessibili ha reso il lavoro difficile. Guardiaregia cadde il 18 ottobre, Campochiaro il 21 con l'aiuto di carri armati del Reggimento Ontario. I compiti finali sono stati completati in coordinamento con la 2a Brigata, a sua volta combattente intorno a Spinete e Colle d'Anchise (vedi anche l'articolo su Colle d'Anchise.)

Lo sgombero degli avamposti nemici ad est del fiume Biferno pose fine ai bombardamenti nemici (l'ultimo proiettile tedesco cadde il 21 ottobre), e lo stesso giorno fu ordinato al 13° Corpo di riorganizzarsi in previsione di una nuova offensiva. La sosta sulla linea Termoli-Campobasso aveva, come previsto, consentito la ripresa dell'avanzata dell'8° Armata. L'avanzata era già iniziata sul settore costiero, e il generale Montgomery, comandante dell'esercito, mirò all'estremità pescarese del laterale attraverso Avezzano e Popoli. Fu per questo motivo che la 2 Brigata si trovò a combattere per le alture a Colle d'Anchise. L'obiettivo finale del diritto di divisione erano però due villaggi su un'altura compresa tra i fiumi Biferno e Trigno, Torella e Molise. La prima brigata ricevette l'ordine di mettere in sicurezza questa cresta entro la sera del 26 ottobre. Era essenziale per la divisione stabilire una solida base per l'attacco della 5a divisione britannica verso Isernia, privando la 10a armata tedesca di un importante collegamento di comunicazione in prima linea.

A seguito delle azioni della 2^ Brigata di Fanteria Canadese sul Biferno superiore (come descritto negli articoli su Colle d'Anchise e Baranello), la 1^ Brigata era in grado di sferrare "a ancora più forte" con i suoi tre battaglioni contro il 29° Panzer Grenadier Divisione più in basso lungo il fiume. Con il "percorso Torella-Molise" come obiettivo finale, bisognava prima mettere in sicurezza i paesi di Castropignano e Roccaspromonte. Questi villaggi si trovavano a circa un miglio di distanza l'uno dall'altro, sul ciglio della rupe a strapiombo che comprendeva la sponda sinistra del fiume Biferno di fronte a Oratino. Si poteva individuare un solo valico per i mezzi della brigata, un ponte demolito sotto Castropignano, e il punto era sotto osservazione nemica.

(Brigadiere) La prima intenzione di Graham era che il 48° Montanaro guadasse il Biferno nei dintorni di Casalciprano, circa due miglia a monte del ponte rotto, e poi catturasse Roccaspromonte e Castropignano da sud. Il maggiore D. W. Banton (che comandava temporaneamente il battaglione) inviò la compagnia "C" attraverso il fiume la mattina del 24, ma l'assenza di opposizione nemica portò a un cambiamento di piano e il compito di prendere i due villaggi fu affidato alla R.C.R. Il 48° Highlanders avrebbe quindi seguito e preso Torella, quattro miglia lungo la strada da Castropignano. La presa del Molise, due miglia a sud-ovest di Torella, doveva essere effettuata dagli Hastings e dai Prince Edwards in una spinta lungo il fianco sinistro dietro Roccaspromonte. 3

Il Reggimento Reale Canadese inviò la Compagnia "A" attraverso il Biferno nel tardo pomeriggio del 24 ottobre, guadando il torrente sotto le rupi di Roccaspromonte. Guidati da civili, salirono in città e non vi trovarono alcun nemico. Quella notte la compagnia "B" seguì il fiume, e seguì la strada per Castropignano, trovando a difesa del paese una sola mitragliatrice che fu facilmente presa. Tuttavia, la strada Torella era la principale via di ritiro per la 29a Divisione Panzergrenadier, e la Strada Statale 17 attraverso Isernia era la via di fuga della 26a Divisione Panzer. La compagnia "C" si imbatté nella prima grande opposizione della RCR su un avamposto tedesco a ovest di Castropignano.Il punto 761 era un colle ad ovest del paese prospiciente il bivio della strada tra Spinete e Roccaspromonte e la principale direttrice di servizio. Alla luce dei razzi a paracadute, le mitragliatrici tedesche uccisero il comandante della compagnia RCR e costrinsero a ritirarsi, e la collina non fu messa in sicurezza fino a mezzogiorno del giorno successivo, con l'aiuto del fuoco di artiglieria.

L'attacco a Torella iniziò con un bombardamento aereo la mattina del 25 ottobre, quando 47 P-40 statunitensi e britannici lo attaccarono con le bombe. Il 48° Highlanders è passato attraverso l'RCR nel primo pomeriggio e si è spostato lungo la strada dal punto 761, per essere fermato da pesanti mortai e proiettili.

Poiché gli altipiani senza alberi e ondulati tra loro e la loro meta sembravano promettenti per l'armatura, il brigadiere Graham ordinò allo squadrone "B" degli Ontario di attraversare il fiume. Nella notte precedente gli Ingegneri avevano compiuto una deviazione presso un ponte demolito dove la strada principale attraversava un canalone sotto il colle Oratino, ma nulla si poteva fare per costruire un veicolo che attraversasse lo stesso Biferno. Nel tardo pomeriggio, su insistenza di Graham, gli Ontario tentarono l'impossibile e, dopo che diversi carri armati si erano impantanati, i restanti riuscirono a scalare la sponda opposta. Trasportano i 75 smantellati e gli equipaggi di una batteria dell'Airlanding Light Regiment, ora assolutamente necessari per dare uno stretto supporto al 48th Highlanders.


All'inizio del 26 iniziò l'avanzata della fanteria con lo squadrone corazzato, la cui comparsa provocò un notevole aumento del fuoco che spazzava i crinali spogli davanti a Torella. I progressi sono stati lenti. Fu solo al tramonto, dopo che l'intero peso dell'artiglieria divisionale aveva martellato ininterrottamente le posizioni nemiche per mezz'ora, che gli Highlanders, che avevano subito più di una ventina di perdite, furono in grado di avvicinarsi al loro obiettivo. Ma il nemico non aspettava la loro venuta. Reagendo alla costante pressione canadese, il Comandante della 29a Divisione Panzer Grenadier aveva già ordinato il ritiro da Torella e dal Molise quella sera, e le pattuglie mattutine del 27 riportarono Torella libera. Prima che la mattina fosse finita, gli Hastings e il Principe Edoardo erano saliti sul fianco sinistro dopo un'ardua, sebbene incontrastata, marcia attraverso il paese dal Biferno. Sotto la copertura di una fitta nebbia e di una pioggia battente, salirono sulla collina conica su cui sorgeva il Molise, "incontrando una formidabile schiera di bandiere italiane e un sindaco dall'aspetto molto sfuggente". simpatie fasciste. Non sembrano esserci dubbi che fornissero ai tedeschi i dettagli delle difese degli Hastings, poiché il fuoco molesto che il nemico inevitabilmente dirigeva contro le sue posizioni abbandonate era più efficace del solito, i suoi proiettili atterravano con sgradevole precisione su trincee scavate lungo il perimetro di la città, e causando venti vittime a Hastings in poche ore. In considerazione di questo e di altri casi di interferenza civile, il comandante del battaglione ritenne necessario minacciare la popolazione con drastiche misure punitive. "Quello"-per citare Lord Tweedsmuir--"quieted
li giù."
4


Le operazioni del 13° Corpo sono state in grado di procedere nei tempi previsti grazie al tempestivo completamento dei loro compiti da parte dei canadesi. Il Reggimento Carleton e York fu sostituito sull'estrema sinistra a Boiano il 27-28 ottobre, così come la 2a Brigata canadese a Spinete-Colle d'Anchise.

Quando le truppe britanniche iniziarono ad avanzare seriamente, i vincitori di Torella, la 1a Brigata canadese, inseguirono i tedeschi in ritirata nelle dolci colline che si affacciavano sul fiume Trigno. Le pattuglie si estendevano fino a cinque miglia a nord di Torella e il reggimento di ricognizione divisionale (IV Princess Louise Dragoon Guards) assistette in questi sforzi. Novembre doveva essere un mese di riposo per i canadesi in Italia, seguito da aspri combattimenti a dicembre, quando i tedeschi ancora una volta si schierarono disperatamente sulla difensiva, questa volta sul fiume Moro.


Eventi storici nel 1943

    Le squadre accettano di iniziare la stagione più tardi a causa della seconda guerra mondiale William H Hastie, aiutante civile del segretario alla guerra, si dimette per protestare contro la segregazione nelle forze armate Il governo giapponese a Java limita la vendita e l'uso di automobili L'offensiva sovietica contro il 6° e il 4° esercito tedesco vicino a Stalingrado

Evento di Interesse

10 gennaio Primo presidente degli Stati Uniti in visita in un paese straniero in tempo di guerra - FDR parte per Casablanca, in Marocco

    Stati Uniti e Gran Bretagna rinunciano ai diritti extraterritoriali in Cina I wurstel sostituiti da Victory Sausages (mix di carne e farina di soia)

Conferenza di interesse

13 gennaio Il primo ministro britannico Winston Churchill arriva a Casablanca, nel Marocco francese per una conferenza delle forze alleate nella seconda guerra mondiale

Evento di Interesse

13 gennaio Adolf Hitler dichiara " Guerra Totale" contro gli Alleati

    L'offensiva sovietica a Don sotto il generale Golikov La fanteria americana cattura la cresta del cavallo al galoppo, Guadalcanal

Evento di Interesse

    Seconda guerra mondiale: il Giappone inizia l'operazione Ke, ritiro delle sue truppe da Guadalcanal Seconda guerra mondiale: Franklin D. Roosevelt viaggia da Miami al Marocco per incontrare Winston Churchill, diventando il primo presidente americano a viaggiare all'estero in aereo

Conferenza di Casablanca

14 gennaio Seconda guerra mondiale: inizia la Conferenza di Casablanca tra Winston Churchill, Franklin D. Roosevelt e altri rappresentanti alleati

Henri Giraud, Franklin D. Roosevelt, Charles de Gaulle e Winston Churchill alla Conferenza di Casablanca
    L'ala sinistra dei Montreal Canadiens, Alex Smart, diventa il primo rookie della NHL a segnare una tripletta nella sua prima partita di NHL, una vittoria per 5-1 in casa sui Chicago Black Hawks. il Pentagono viene completato per ospitare l'esercito americano 1.000 lavoratori sistema completo di aria condizionata per la seconda guerra mondiale del Pentagono: i sovietici iniziano una controffensiva a Voronezh -60°F (-51°C), Island Park Dam, Idaho (record statale) Il primo raid aereo degli Stati Uniti su Ambon La 2a divisione tedesca SS-Panzer evacua l'Armata Rossa di Charkow riconquista l'aeroporto di Pitomnik a Stalingrado Tin Can Drive Day negli Stati Uniti, recupero raccolto per lo sforzo bellico

Assedio di Leningrado

18 gennaio I sovietici annunciano di aver rotto il lungo assedio di Leningrado da parte della Germania nazista aprendo uno stretto corridoio di terra, anche se l'assedio non sarebbe stato completamente revocato fino a un anno dopo

Evento di Interesse

    I capi di stato maggiore congiunti decidono l'invasione in Sicily Lead, South Dakota, la temperatura è di 52°F, mentre a 1,5 miglia di distanza Deadwood registra -16°F

Evento di Interesse

20 gennaio Operazione Weiss: truppe tedesche, italiane, bulgare e croate tentano di riconquistare la terra liberata dai partigiani di Tito

    Le forze sovietiche riconquistano Worosjilowsk Le forze sovietiche riconquistano l'aeroporto di Gumrak vicino a Stalingrado L'ammiraglio Sir Andrew Cunningham, Royal Navy, promosso ammiraglio della flotta I capi di stato maggiore congiunti alleati determinano l'invasione della Sicilia per il 10 luglio La temperatura aumenta di 9°C in 2 minuti a Spearfish, South Dakota 66,34 cm (26,12 pollici) precipitazioni su un periodo di 24 ore a Hoegees Camp, California (record dello stato) L'ottava armata britannica marcia a Tripoli Detroit Red Wings segna il record NHL di 8 goal in 1 periodo giapponese Mount Austen su Guadalcanal catturato

Evento di Interesse

23 gennaio Duke Ellington suona per la prima volta alla Carnegie Hall di New York City.

Evento di Interesse

24 gennaio Pazienti, infermieri e medici ebrei inceneriti ad Auschwitz-Birkenau

    Primo attacco aereo USA alla Germania (Wilhelmshafen) Chic Blackhawks batte i NY Rangers 10-1, Max Bentley segna 4 gol

Il generale nazista Friedrich Paulus si arrende

30 gennaio Adolf Hitler promuove Friedrich Paulus, comandante della 6a armata, a feldmaresciallo nella speranza che non si arrenda

Il feldmaresciallo tedesco Friedrich Paulus, il più alto ufficiale tedesco ad arrendersi durante la seconda guerra mondiale
    Il giornale di opposizione illegale Loyal inizia a pubblicare la USS Chicago affonda nell'Oceano Pacifico Il Cile interrompe le relazioni con la Germania e il Giappone

Vittoria in Battaglia

31 gennaio Il feldmaresciallo Friedrich Paulus si arrende alle truppe sovietiche a Stalingrado

Evento di Interesse

1 febbraio Gli occupanti tedeschi fanno Vidkun Quisling premier norvegese

    Mussert forma un gabinetto ombra filo-nazista nei Paesi Bassi I cuccioli tornano all'uniforme originale dopo aver sperimentato un giubbotto La 6a armata tedesca si arrende dopo la battaglia di Stalingrado in un importante punto di svolta in Europa durante la seconda guerra mondiale 4 cappellani annegano dopo aver rinunciato ai loro giubbotti di salvataggio Bertolt La commedia di Brecht "The Good Person of Szechwan" debutta a Zurigo Amsterdam Il gruppo di resistenza CS-6 spara al generale nazista Seyffardt Clandestine Radio Atlantiksender, Germania, prima trasmissione

Evento di Interesse

5 febbraio Jake LaMotta sconfigge il futuro campione del mondo di boxe multi-peso Sugar Ray Robinson per decisione unanime dei punti a Detroit nel 2 ° dei loro 6 incontri la sua unica vittoria della loro rivalità La prima sconfitta di Robinson nei suoi primi 40 incontri pro

Evento di Interesse

6 febbraio Il cantante Frank Sinatra debutta alla radio "Your Hit Parade"

    Il razionamento delle scarpe inizia negli Stati Uniti (possono acquistare fino a 3 paia in più nel 1942) L'Armata Rossa riconquista Kursk Il presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt firma un ordine esecutivo che stabilisce un minimo di 48 ore settimanali di lavoro in una serie di industrie di guerra critiche Le truppe giapponesi evacuano Guadalcanal, porre fine all'epica battaglia della seconda guerra mondiale sulle Isole Salomone nel Pacifico La National League of Baseball cerca un acquirente per i Philadelphia Phillies mentre il proprietario Gerry Nugent cade in arretrato "Manifesto of Algerian People" chiede uguaglianza e autodeterminazione L'8a armata britannica attraversa il Nord Africa in Tunisia Van der Veen Resistance incendia l'ufficio di collocamento di Amsterdam

Evento di Interesse

11 febbraio Il generale statunitense Eisenhower selezionato per comandare gli eserciti alleati in Europa Il generale britannico Montgomery non è molto contento

    Il trasporto n. 47 parte con gli ebrei francesi verso la Germania nazista Il generale Eisenhower parte da Algeri per l'assalto tedesco di Tebessa a Sidi Bou Zid Tunisia, il generale Dwight D. Eisenhower visita il fronte Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti delle donne crea un'offensiva tedesca contro le truppe statunitensi attraverso il passo de Faid, inizia la Tunisia , iniziando la battaglia di Sidi Bou Zid L'Unione Sovietica riconquista la città di Rostov-sul-Don, liberando la Russia dalla 17a armata tedesca durante la seconda guerra mondiale Il campo femminile di Tamtui ad Ambon (Molucche) colpito da un raid aereo alleato

Possiamo farlo!

Feb 15 poster di propaganda in tempo di guerra "Possiamo farlo!" prodotto da J. Howard Miller e pubblicato sulle pareti degli stabilimenti della Westinghouse Electric and Manufacturing Company nel Midwest

Poster di propaganda americana in tempo di guerra prodotto da J. Howard Miller nel 1943 per Westinghouse Electric

Evento di Interesse

17 febbraio Il maggiore generale Omar Bradley vola a Washington, D.C.

Evento di Interesse

17 febbraio NY Yankee Joe DiMaggio si arruola nell'esercito degli Stati Uniti

Evento di Interesse

17 febbraio Dow Chemical e Corning Glass Works formano una joint venture per esplorare e produrre materiali in silicio, basata sul lavoro di James Franklin Hyde

    1a edizione del giornale di resistenza olandese "Trouw" Monaco di Baviera il gruppo di resistenza "White Rose" catturato dai nazisti Un sindacato guidato dal boscaiolo di New York William D Cox acquista Philadelphia Phillies della MLB per $ 850.000 33 anni Cox è il più giovane proprietario nel baseball Il ministro della Propaganda tedesco Josef Goebbells richiede "guerra totale" da Cittadini tedeschi in discorso allo Sportpalast di Berlino Carri armati tedeschi sotto il generale Karl Buelowius attaccano il passo di Kasserine, Tunisia Le truppe alleate occupano il passo di Kasserine in Tunisia Nuovo vulcano Paracutin erutta nel campo di grano di un contadino (Messico) Phil Wrigley & B Rickey charter All-American Girls Softball League Film americano i dirigenti dello studio accettano di consentire all'Office of War Information di censurare i film. Vescovi olandesi di RC protestano contro la persecuzione degli ebrei I membri di White Rose vengono giustiziati nella Germania nazista.

Evento di Interesse

22 febbraio Incidente aereo nel fiume Tago, Lisbona, Portogallo, 23 morti con 15 sopravvissuti tra cui la cantante Jane Froman

    Il maggiore generale Omar Bradley arriva a Dakar e Marrakech Le truppe tedesche si ritirano attraverso il passo di Kasserine in Tunisia Tunisia La miniera Smith #3 a Bearcreek, Montana, esplode, uccidendo 74 uomini La protesta di Rosenstrasse inizia a Berlino Il "Porgy & Bess" di George Gershwin si apre a Broadway con Anne Brown e Todd Duncan La casa di riposo ebrea per disabili ad Amsterdam ha fatto irruzione nel primo trasporto da Westerbork Paesi Bassi al campo di concentramento di Sobibor Disastro della metropolitana di Bethnal Green: 173 muoiono in una fuga precipitosa che si rifugia in un raid aereo, la più grande perdita di vite civili del Regno Unito nella seconda guerra mondiale (dettagli censurati fino al 20 gennaio 1945) F Ryerson & Cohn Claues' "Harriet" anteprime a New York Battaglia di Bismarck Mare: le forze aeree australiane e americane devastano il convoglio della marina giapponese Il trasporto n. 50 parte con ebrei francesi per Ma idanek/Sobibor

Accademia Premi

Battaglia di Interesse

6 marzo Battaglia di Medenine, Nord Africa: il contrattacco di Rommel

Evento di Interesse

6 marzo Sukarno chiede cooperazione con gli occupanti giapponesi

Evento di Interesse

7 marzo Il generale americano George S. Patton arriva a Djebel Kouif, Tunisia

    335 bombardieri alleati attaccano la città tedesca di Norimberga, un centro per la produzione militare Gioco d'azzardo limitato legalizzato in Messico Campionato statunitense di pattinaggio di figura femminile vinto da Gretchen Merrill Il gruppo di opposizione di Delft-Pahud de Mortanges rovesciato Gli ebrei greci di Salonicco vengono trasportati nei campi di sterminio nazisti Milizia nazista in Olanda le truppe sovietiche liberano Wjasma Baseball approva la palla ufficiale (con sughero e balata) Tentativo fallito di omicidio su Adolf Hitler durante il volo Smolensk-Rastenburg Frank Dixon vince il miglio dei Cavalieri di Colombo (4:09.6)

Evento di Interesse

13 marzo I nazisti liquidano il ghetto ebraico di Cracovia Oskar Schindler con informazioni anticipate, salva i suoi lavoratori tenendoli nella sua fabbrica durante la notte

Evento di Interesse

14 marzo Seconda guerra mondiale: il ghetto di Cracovia è "liquidato"

    Volo di ricognizione alleato sull'Armata Rossa di Giava evacua le navi Kharkov Elin K (Norvegia) e Zaanland (Paesi Bassi) silurate da U-Boot tedeschi e affondano Aldemarin (Ned) e Fort Cedar Lake (USA) silurano e affondano F "Kiss & Tell" di Hugh Herbert debutta in Il medico di New York Willem J Kolff esegue la prima "emodialisi" al mondo utilizzando la sua macchina per il rene artificiale, tuttavia il trattamento non ha successo e il paziente muore, nei Paesi Bassi

Evento di Interesse

27 marzo Blue Ribbon Town (con Groucho Marx) per la prima volta su CBS Radio

Odissea del Sud Atlantico di 133 giorni di Poon Lim

5 aprile Lo steward cinese Poon Lim viene trovato al largo delle coste del Brasile da una famiglia di pescatori brasiliani dopo essere stato alla deriva per 133 giorni, dopo che la nave britannica SS Benlomond è stata silurata da un U-boat tedesco


6) Ruolo delle Divisioni Panzer SS

I carri armati Sherman alleati attraversano il ponte appena catturato a Nijmegen nei Paesi Bassi durante la loro avanzata come parte dell'operazione Market Garden.

Prima ancora che l'operazione Market Garden iniziasse, l'intelligence alleata ha ricevuto rapporti che due divisioni tedesche SS Panzer (carri armati) ben equipaggiate si trovavano nell'area intorno ad Arnhem. Ma i comandanti dell'operazione, incluso il tenente generale Frederick 𠇋oy” Browning, decisero che l'operazione doveva andare avanti comunque, un rischio che si trasformò in un disastro per le truppe alleate ad Arnhem.

La lenta avanzata del XXX Corpo diede alla Germania il tempo di rafforzare le sue difese, affrontare le truppe di terra che avanzavano a Nimega e sottoporre il solo battaglione britannico ad Arnhem a un assalto paralizzante, al quale resistettero ferocemente prima di sottomettersi il quinto giorno della battaglia. Con l'obiettivo principale dell'operazione perso, più di 3.000 truppe britanniche hanno scavato a Oosterbeek fino al 25 settembre, quando sono state costrette a iniziare l'evacuazione attraverso il Reno.


Gli alleati bombardano la Germania nazista settentrionale: giugno 1943-dicembre 1943

All'inizio del 1943, il presidente Franklin Roosevelt e Winston Churchill discussero la futura direzione della guerra e concordarono di mantenere una campagna di bombardamenti implacabili contro gli stati europei dell'Asse per allentare la pressione sull'Armata Rossa. Questa offensiva combinata dei bombardieri sostituì gli Alleati per un secondo fronte, ritenuto troppo rischioso nel 1943. Nel maggio 1943, la marina tedesca perse 41 sottomarini mentre le perdite dei mercantili alleati diminuirono drasticamente. Nei due mesi successivi furono affondati altri 54 sottomarini, spingendo il comandante in capo della marina tedesca, l'ammiraglio Karl Dönitz, a ritirarsi dall'Atlantico settentrionale.

La vittoria critica degli Alleati sulla minaccia dei sottomarini rese possibile l'ampia estensione del potere militare ed economico americano nel teatro europeo.

Nel 1943, quel potere era rappresentato principalmente nell'aria. L'Offensiva combinata di bombardieri fu lanciata ufficialmente come Operazione Pointblank nel giugno 1943, sebbene il British Bomber Command e l'Eighth Air Force degli Stati Uniti avessero iniziato a bombardare 24 ore su 24 - gli inglesi di notte, gli americani di giorno - dall'inverno del 1942 -43. L'offensiva era mirata al complesso economico-militare del nemico, la fonte della forza aerea tedesca e il morale della forza lavoro urbana.

Gli sforzi per attaccare obiettivi industriali o militari identificabili non potrebbero essere realizzati con la tecnologia prevalente senza un costo elevato per i civili. Dal 24 al 28 luglio, una serie di attacchi alla città portuale di Amburgo, nel nord della Germania, ha provocato la prima "tempesta di fuoco", che ha ucciso circa 40.000 persone. Nel corso della guerra, più di 420.000 civili tedeschi sarebbero morti per i bombardamenti, altri 60.000 civili sarebbero morti negli attacchi contro le città italiane.

Gli attacchi dinamitardi influenzarono immediatamente la strategia tedesca. I tedeschi stabilirono un vasto settore di difesa aerea. Per fare ciò, hanno dovuto ritirare preziose risorse di manodopera, artiglieria, proiettili e aerei dalla prima linea militare. Lì, gli eserciti tedeschi furono costretti a combattere con una copertura aerea che si restringeva. Sebbene la produzione militare abbia continuato ad aumentare nella Germania nazista durante il 1943, l'aumento è stato molto più basso di quanto sarebbe stato altrimenti. I bombardamenti posero un tetto allo sforzo bellico tedesco e portarono la guerra a incidere direttamente sulla società tedesca e italiana.

Gli Alleati hanno capitalizzato su questi crescenti vantaggi. In Nord Africa, le forze dell'Asse che furono imbottigliate in Tunisia furono lentamente affamate di rifornimenti dalla forza navale e aerea alleata nel Mediterraneo. Entro il 13 maggio, quando la battaglia era finita, 275.000 soldati italiani e tedeschi si erano arresi. Come era stato deciso a Casablanca, gli Alleati occidentali lanciarono un attacco alla Sicilia il 9-10 luglio 1943. Durante la presa dell'isola, il regime di Mussolini fu rovesciato dal Gran Consiglio fascista e dalla monarchia. Il 3 settembre fu concordato un armistizio e l'8 settembre l'Italia si arrese.

Quella stessa settimana, le forze del Commonwealth americano e britannico sbarcarono nell'Italia meridionale contro una limitata resistenza tedesca. Tuttavia, le forze tedesche furono rinforzate mentre la battaglia prendeva forma.Sebbene Napoli sia stata liberata il 1 ottobre, il progresso degli Alleati ha rallentato nel difficile terreno di montagna. Alla fine del 1943, l'esercito tedesco - che aveva formalmente occupato l'Italia come stato nemico - consolidò una forte linea di difesa, la Linea Gustav, a sud di Roma.

La pressione degli Alleati in mare, in aria e sul fronte meridionale rese più difficile il compito dell'Asse in Unione Sovietica. Dopo il crollo dell'assalto tedesco al Caucaso ea Stalingrado, l'Armata Rossa divenne eccessivamente ambiziosa. Dopo che i sovietici respinsero l'esercito tedesco, una rapida controffensiva intorno a Kharkov all'inizio del 1943 ci ricordò che l'enorme esercito tedesco rimaneva un formidabile nemico. Hitler ascoltò i consigli dei suoi generali, i quali sostenevano che in estate, con una buona preparazione, avrebbero potuto distruggere gran parte dell'esercito dell'Unione Sovietica in un'unica battaglia campale. Scelsero come campo di battaglia un grande saliente che sporgeva dalla linea del fronte tedesca intorno alla città di Kursk.

L'operazione Cittadella non aveva la portata geografica delle operazioni precedenti, ma è diventata una delle più grandi battaglie di tutta la guerra. Seguiva un classico schema tedesco: due tenaglie pesantemente corazzate si chiudevano attorno al collo del saliente, intrappolando gli eserciti dell'Unione Sovietica nel saliente e creando le condizioni per un possibile attacco nelle aree dietro Mosca. Manstein, che comandava la tenaglia meridionale, voleva attaccare in aprile o maggio, prima che l'Armata Rossa avesse il tempo di consolidare la sua posizione. Ma Hitler, in accordo con il Generale Model (che comandava la tenaglia del nord), ordinò un ritardo fino a quando le forze tedesche non fossero state completamente armate con una nuova generazione di carri armati e cannoni pesanti: le Pantere e le Tigri.

L'Unione Sovietica, per la prima volta, indovinò correttamente il piano tedesco. Stalin dovette essere persuaso da Georgi Zhukov e dallo Stato Maggiore che una posizione di difesa incorporata era una strategia migliore che cercare una battaglia aperta contro un potente nemico mobile. Stalin l'accettò solo perché la fase difensiva doveva essere seguita da un duro colpo sferrato dalle riserve dell'Unione Sovietica contro gli eserciti tedeschi indeboliti e in ritirata.

In maggio e giugno, un vasto esercito di civili dell'Unione Sovietica trasformò il saliente di Kursk in una vera e propria fortezza. Sei linee di difesa separate sono state progettate per assorbire lo shock previsto dell'assalto corazzato tedesco. L'Armata Rossa contava 1,3 milioni, i tedeschi 900.000. Ogni parte aveva circa 2.000 aerei e più di 2.500 carri armati. Il 5 luglio, le forze tedesche iniziarono l'attacco. Durante la prima settimana fecero lenti progressi contro una determinata resistenza dell'Unione Sovietica. Il piano di Zhukov funzionò, e per la prima volta nei due anni di combattimento sul fronte orientale, si tenne una campagna tedesca su larga scala, poi annullata senza la crisi e la ritirata che avevano preceduto altre vittorie.

Il 13 luglio Hitler annullò l'operazione Cittadella dopo la notizia dello sbarco alleato in Italia. Ma proprio nel momento in cui le forze tedesche si ritirarono, l'Unione Sovietica diede un pugno nella parte posteriore della tenaglia settentrionale. L'esercito tedesco non si aspettava un contrattacco di tali dimensioni e ferocia. In tre mesi, sono stati respinti in tutta l'area della Russia meridionale e centrale. Il 6 novembre, le forze russe rientrarono nella capitale ucraina di Kiev. La battaglia di Kursk, più di ogni altro singolo scontro bellico, scardina la macchina bellica tedesca e apre la strada alla vittoria in Oriente.

Nel bel mezzo dell'euforia della vittoria, Stalin si è recato nella capitale iraniana di Teheran per la prima conferenza al vertice con i suoi partner occidentali. La questione centrale era un secondo fronte in Occidente. Sebbene Stalin ora sostenesse privatamente che le sue forze potrebbero finire il lavoro senza l'aiuto occidentale, l'Armata Rossa ha continuato a subire un terribile livello di perdite che non poteva essere sostenuto indefinitamente in una guerra terrestre su un solo fronte. Dopo due giorni di discussioni, in cui Churchill cercò di insistere su una strategia mediterranea rafforzata a spese dell'invasione, Roosevelt riuscì a promettere a Stalin un'operazione nella primavera del 1944 che avrebbe portato le forze americane e britanniche in forza nell'Europa nordoccidentale. Un testimone ha ricordato una risposta di Stalin sobria e pallida, "Sono soddisfatto di questa decisione".

Nell'atmosfera di Teheran, era facile dimenticare che in Asia e nel Pacifico si stava combattendo un'altra guerra, ben diversa dal conflitto nell'Europa meridionale e orientale. Lì, era ancora possibile per i giapponesi tentare un'ulteriore espansione. Nell'ottobre del 1943, l'esercito giapponese intraprese operazioni militari nella Cina centrale volte a erodere la diffusione del comunismo cinese. Le forze comuniste erano guidate da Mao Zedong, che aveva dedicato gran parte degli sforzi comunisti al mantenimento dell'indipendenza dall'esercito nazionalista cinese di Chiang Kai-shek.

Nel teatro del Pacifico, la sconfitta giapponese a Guadalcanal fu seguita da una lenta avanzata americana attraverso le Isole Salomone e da una campagna combinata americana e australiana in Nuova Guinea. La forza aerea e navale giapponese non poteva eguagliare gli enormi programmi di produzione degli Stati Uniti. E sebbene la mossa degli Alleati attraverso le isole del Pacifico meridionale e centrale, nome in codice Operazione Cartwheel, sia stata lenta e costosa, si è rivelata inarrestabile. Alla fine del 1943, le Salomone centrali erano state occupate e si erano fatti progressi in Nuova Guinea. La principale base del Giappone a Rabaul è stata aggirata.

In tutta la regione, le guarnigioni giapponesi furono abbandonate a se stesse in luoghi strategicamente poco importanti, sempre più affamate e ammalate ma rifornite da sottomarini. Nel resto dell'impero di occupazione giapponese si consolidò il dominio imperiale. Furono incoraggiati i movimenti anticoloniali e antieuropei. I giapponesi incoraggiarono la formazione dell'esercito nazionale indiano sotto la guida del nazionalista Subhash Chandra Bose, che reclutò 18.000 prigionieri di guerra indiani per la causa nel sud-est asiatico. Erano tollerati solo finché combattevano per i giapponesi. Per milioni di altri nella cosiddetta sfera di co-prosperità della Grande Asia orientale, una forma di dominio era stata scambiata con un'altra. In Cina, più di 10 milioni di persone sono morte nel corso della guerra con il Giappone in un conflitto in gran parte ignorato dal resto del mondo.

Continua alla sezione successiva per saperne di più sugli eventi cruciali della seconda guerra mondiale nella seconda metà del 1943. È inclusa una cronologia dettagliata degli eventi da fine giugno a inizio luglio 1943.

Per seguire gli eventi più importanti della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 24 giugno 1943-5 luglio 1943

La guerra continuò sul serio per tutta l'estate del 1943, con attacchi aerei in Italia e nuove operazioni nel Pacifico. La cronologia della seconda guerra mondiale di seguito riassume importanti eventi accaduti tra la fine di giugno 1943 e l'inizio di luglio 1943.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 24-giugno 5 luglio

24 giugno: Le truppe afroamericane e la polizia militare americana si impegnano in uno scontro a fuoco nelle strade del villaggio di Bamber Bridge, in Inghilterra, dopo che i parlamentari hanno tentato di trattenere i soldati in un pub.

25 giugno: Gli ebrei ghettizzati di Czestochowa, in Polonia, vengono trasportati ad Auschwitz dopo che le SS hanno schiacciato la loro resistenza.

27 giugno: A seguito della resistenza ebraica, il ghetto di Lvov, in Polonia, viene ufficialmente chiuso. La maggior parte dei suoi 20.000 residenti è in viaggio verso i campi di sterminio di Belzec o Auschwitz.

Gli Alleati attaccano la Grecia continentale con un bombardamento. Mirano alle strutture aeree vicino ad Atene.

28 giugno: La guerra aerea continua sul serio, con gli aerei alleati che colpiscono obiettivi come Livorno, in Italia, e Messina, in Sicilia.

30 giugno: Gli Stati Uniti lanciano l'operazione Cartwheel nel Pacifico, a partire dalle Isole Salomone centrali.

Mentre Washington chiude i conti del suo anno fiscale, viene rivelato che un intero 93% del budget federale è stato assegnato alla spesa per la difesa nazionale.

4 luglio: Il primo ministro in esilio generale Wladyslaw Sikorski e altri membri dell'élite al potere in Polonia muoiono quando il loro aereo si schianta subito dopo il decollo dall'aeroporto di Gibilterra. Con l'Unione Sovietica e l'Asse allo stesso modo che potrebbero beneficiare della scomparsa di Sikorski, non mancheranno le teorie della cospirazione in seguito.

5 luglio: Un attacco tedesco alle forze rosse a Kursk si conclude con una decisiva vittoria sovietica.

Boise City, Oklahoma, viene inavvertitamente bombardata da un pilota di B-17 che scambia le luci sulla piazza della città per il suo obiettivo di addestramento.

Titoli della seconda guerra mondiale

Di seguito sono riportati altri momenti salienti della seconda guerra mondiale e immagini relative agli eventi del 1943.

L'affidabile e versatile P-38 vede l'azione in tutto il mondo: Il P-38 è stato progettato per soddisfare una specifica del 1936 U.S. Air Corps per un intercettore bimotore. Il primo aereo militare di Lockheed, il P-38 ha affrontato problemi iniziali e ha subito numerose modifiche prima e dopo l'inizio delle consegne nel 1941. In definitiva, la sua affidabilità, portata eccezionale e versatilità hanno compensato la sua manovrabilità leggermente inferiore. Ne furono costruite circa 10.000, comprese le versioni che trasportavano razzi, trasportavano fino a 4.000 libbre di bombe e fungevano da ambulanze e aerei fotografici. I fulmini, come li chiamavano gli inglesi e poi gli americani, videro l'azione in Nord Africa, Europa e nel Pacifico.

Tre incrociatori alleati danneggiati nella battaglia di Kolombangara: I marinai esaminano la prua della USS Honolulu, lanciato da un siluro giapponese nella battaglia di Kolombangara. Questo incrociatore e altri due, oltre a 10 cacciatorpediniere, intercettarono una forza navale giapponese che tentava di sbarcare rinforzi sull'isola nella notte tra il 12 e il 13 luglio 1943. Il comandante americano, l'ammiraglio WL Ainsworth, fece affidamento sul radar per dargli il vantaggio, ma non riuscì a fare i conti con i letali siluri "Long Lance" trasportati dai cacciatorpediniere giapponesi. I giapponesi hanno perso l'incrociatore Jintsu agli spari navali, ma danneggiò gravemente tutti e tre gli incrociatori alleati. I giapponesi hanno sbarcato i loro rinforzi come previsto.

Le donne pilota americane contribuiscono allo sforzo bellico: Shirley Slade, con il Women's Flying Training Detachment (WFTD), appare sulla copertina di Vita. Nell'agosto 1943, il WFTD si fuse con il Women's Auxiliary Ferrying Squadron (WAFS) per formare i Women Air Force Service Pilots (WASP). I WASP erano piloti civili americani che liberavano i piloti maschi per il dovere di combattimento. Alcuni, tra cui Slade, erano piloti di traghetti, trasportando aerei militari dalle fabbriche ai porti di imbarco e alle basi di addestramento. Altri servivano come piloti collaudatori, addestratori e simulatori di combattimento. Nonostante il loro status di non combattenti, hanno affrontato pericoli reali. Dei 1.074 WASP attivi durante la guerra, 38 persero la vita.

I chiacchieroni Navajo aiutano gli Stati Uniti a catturare Iwo Jima: Gli indiani Navajo inviano un messaggio radiofonico durante i combattimenti nel Pacifico. Le squadre di code-talker Navajo venivano utilizzate per trasmettere messaggi radio e telefonici nel loro dialetto nativo durante le operazioni di combattimento. Il metodo era veloce e indecifrabile per gli intercettatori nemici. Al tempo della seconda guerra mondiale, la lingua Navajo era compresa da meno di 30 non Navajo. Il codice non è mai stato violato dai giapponesi e alla sua sicurezza è stato attribuito il merito di aver contribuito in modo significativo al sequestro di Iwo Jima nel 1945. Durante la guerra, circa 400 code-taker Navajo hanno prestato servizio con le sei divisioni dei marine statunitensi.

I nazisti rapiscono bambini polacchi: Una ragazza polacca viene scelta per l'inclusione nei nazisti Heuaktion (Hay Action). Questo programma prevedeva il rapimento di bambini "dall'aspetto germanico" e il loro trasferimento in Lebensborn (fonte di vita) istituzioni. Anche se i nazisti consideravano i polacchi inferiori, presero dei bambini selezionati con caratteristiche "ariane" dai loro genitori e li allevarono come tedeschi. Le stime dei bambini rapiti dai paesi dell'Est arrivano a 250.000. Solo circa 25.000 sono stati restituiti alle loro famiglie dopo la guerra. Alcune famiglie tedesche si sono rifiutate di rinunciare ai figli, e alcuni bambini si sono rifiutati di credere di non essere originariamente tedeschi. Molti bambini che non si sono adattati bene sono stati sterminati nei campi di concentramento.

"Guerra senza pietà" combattuta nel Pacifico: Questa fotografia è stata scattata a Tulagi, vicino a Guadalcanal nelle Isole Salomone, nel luglio 1943. L'ammiraglio William "Bull" Halsey comandava l'area del Pacifico meridionale in quel momento. Ha galvanizzato le stanche forze di terra e navali americane che combattevano nelle Salomone e le ha guidate alla vittoria segnaletica a Guadalcanal. Halsey era anticonformista, ma il suo odio purosangue per i giapponesi non lo era. Il conflitto del Pacifico è stato definito una "guerra senza pietà". La spietatezza delle truppe alleate è stata provocata dal razzismo prebellico e dall'esperienza personale della straordinaria cattiveria dei loro avversari.

Nella sezione successiva, vedere una cronologia dettagliata degli eventi chiave della seconda guerra mondiale durante la prima metà di luglio 1943.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 5-6 luglio 1943-15 luglio 1943

Nel luglio 1943, la seconda guerra mondiale vide la morte del leader della Resistenza francese Jean Moulin e la più grande battaglia di carri armati della storia. La seguente cronologia contiene i dettagli di questi eventi e altro ancora.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 5 luglio 15 luglio

5-6 luglio: L'incrociatore leggero USS Helena è affondato nella battaglia notturna del Golfo di Kula. Più di 150 dei suoi marinai muoiono nelle acque oleose al largo delle Isole Salomone.

7 luglio: L'isola di Malta, che ha subito centinaia di incursioni punitive nei primi giorni della guerra aerea, riceve la notizia che la Gran Bretagna le concederà l'indipendenza dopo la conclusione delle ostilità.

8 luglio: Jean Moulin, il celebre leader della Resistenza francese, muore dopo settimane di torture per mano di Klaus Barbie, il "Macellaio di Lione".

9 luglio: L'US Army Air Forces (USAAF) e la British Royal Air Force (RAF) lanciano paracadutisti in Sicilia. Tuttavia, vengono erroneamente sganciati in un'area troppo lontana dalla loro destinazione per adempiere alla loro missione di proteggere gli aeroporti per l'imminente invasione alleata.

10 luglio: Più di 150.000 soldati alleati sbarcano in Sicilia, cogliendo completamente di sorpresa le scarse forze difensive dell'Asse.

12 luglio: Circa 3.000 carri armati si scontrano nella battaglia di Kursk, la più grande battaglia di carri armati nella storia del mondo. Sebbene i sovietici perderanno più carri armati dei tedeschi, possono sostituirli più rapidamente.

13 luglio: Nel disperato tentativo di riallineare le sue forze, Hitler ridistribuisce le truppe dal fronte russo per rafforzare la difesa dell'Italia.

14 luglio: Gli Alleati organizzano un intenso bombardamento sulla città siciliana di Messina, che funge da punto di importazione per le truppe e il materiale dell'Asse.

15 luglio: L'aeronautica navale giapponese subisce una sconfitta sbalorditiva, perdendo 45 aerei su 75 mentre abbatte solo tre aerei statunitensi in un raid diurno contro gli Alleati nelle Isole Salomone.

Titoli della seconda guerra mondiale

I titoli seguenti mostrano come l'America ha affrontato la guerra in patria e includono altre notizie relative alla seconda guerra mondiale dal 1943.

I bambini americani contribuiscono allo sforzo bellico: I giovani americani hanno partecipato con entusiasmo alle "unità di vittoria" in tempo di guerra, raccogliendo rottami metallici, fogli di alluminio, gomma e altri materiali che potevano essere riutilizzati. Alcuni trascinavano i loro carri di porta in porta raccogliendo vecchi attrezzi ed elettrodomestici dai vicini. I bambini hanno anche aiutato a coltivare verdure nostrane negli "orti della vittoria" della comunità o della famiglia e hanno assunto lavori come mescolare la tintura gialla nel sostituto del burro bianco chiamato oleomargarina.

I Tre Marmittoni affrontano il Führer nei film: Poiché Hitler ha colpito gli americani come eccentrico e intimidatorio, il Führer divenne maturo per la parodia. In un cortometraggio comico del 1943 intitolato Si tirano indietro a Conga, i Three Stooges sono inetti tuttofare che si imbattono in un covo di agenti tedeschi e giapponesi. In breve tempo, i ragazzi impersonano i nazisti, prendono a calci alcune spie nei pantaloni e falliscono con successo un piano dell'Asse per dirigere un U-Boot tedesco nel porto di New York. Moe Howard (estrema destra) aveva preso in giro Hitler e l'immaginaria nazione dell'Asse di Moronica, in due precedenti commedie di Stooges, Brutta spia! (1940) e Non sarò mai più guarito (1941).

I bombardamenti devastano Amburgo, in Germania: I residenti di Amburgo, in Germania, avevano subito molti raid aerei britannici e americani da quando gli aerei britannici iniziarono i bombardamenti a metà novembre 1940. Tuttavia, non erano preparati per il carico utile che gli Alleati sganciarono il 27-29 luglio 1943. Bombe altamente esplosive e incendiarie sganciate in quelle due notti scatenarono tempeste di fuoco che consumarono in fiamme nove miglia quadrate della città. Gli attacchi hanno ucciso più di 45.000 civili e soldati e lasciato più di un milione di residenti senza casa.

I non tedeschi si uniscono alla Germania nazistaWaffen-SS: A partire dal 1942, Heinrich Himmler cercò di espandere la Waffen-SS reclutando in altre nazioni. Le forze multinazionali, operanti sotto ufficiali tedeschi, includevano francesi, danesi, fiamminghi, norvegesi, finlandesi, olandesi e altri. Includevano persino russi, albanesi, ungheresi, ucraini e musulmani bosniaci, tutti classificati generalmente come inferiori dai nazisti. Untermenschen. Hanno aderito ben 30 cittadini britannici e circa cinque americani. Alcuni volontari hanno sostenuto le idee naziste. Altri, compreso il olandesi (Olandesi) a cui si è fatto appello su questo poster, potrebbero sfuggire ai lavori forzati diventando membri delle SS.

Nella sezione successiva, scopri di più sulla storia della seconda guerra mondiale e visualizza una cronologia per il 16-26 luglio 1943.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Adesso c'erano muri di fuoco intorno a loro. Improvvisamente nella piazza arrivò un'autopompa trainata da due cavalli spaventati. Hanno sterzato di lato e uno dei bambini terrorizzati si è precipitato in una strada laterale. La madre lo seguì, lasciando indietro il figlio. Quando la prima bambina raggiunse una casa in fiamme, una legna ardente cadde vicino a lei, dando fuoco ai suoi vestiti. La madre si è gettata sul bambino per cercare di soffocare le fiamme, ma così facendo l'intero piano superiore della casa di fronte è crollato sui due.

--La ​​residente ad Amburgo Else Wendel, ricordando il bombardamento alleato del 27 luglio 1943 su Amburgo

Cronologia della seconda guerra mondiale: 16 luglio 1943-26 luglio 1943

Nel luglio 1943, gli Alleati attaccarono la Sicilia e Hitler ordinò rinforzi agli Stati balcanici. La seguente cronologia mette in evidenza questi e altri eventi della seconda guerra mondiale di questo periodo.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 16 luglio-26 luglio

16 luglio: In un volantino lanciato dagli Alleati sull'Italia, il presidente Franklin Roosevelt e il primo ministro Winston Churchill chiedono al popolo italiano se vorrebbe "morire per Mussolini e Hitler". o vivere per l'Italia e per la civiltà."

17 luglio: Hitler ordina il rafforzamento delle forze tedesche negli Stati balcanici, credendo che la regione sarà il luogo della prossima mossa degli Alleati.

19 luglio:Papa Pio XII offre rifugio agli italiani nella Città del Vaticano mentre gli Alleati sganciano più di 500 tonnellate di munizioni su obiettivi strategici intorno a Roma.

20 luglio: Invertendo un ordine precedente, Roosevelt ordina alla sua squadra di Los Alamos di condividere i progressi nella ricerca sulle armi atomiche con gli alleati britannici dell'America.

22 luglio: Gli Alleati conquistano Palermo, sede amministrativa della Sicilia e capoluogo di provincia.

25 luglio: Avendo perso l'appoggio dei compagni politici, dei suoi stessi militari e della maggioranza del Gran Consiglio fascista, Mussolini viene estromesso con un colpo di stato incruento.

Naunita Harmon Carroll battezza la scorta del cacciatorpediniere Harmon, che prende il nome dal suo defunto figlio. Leonard Roy Harmon, un eroe della battaglia di Guadalcanal, è il primo afroamericano ad essere onorato con una nave della Marina degli Stati Uniti.

Ancora completamente ingannato dall'operazione Mincemeat, Hitler crede che l'attacco alla Sicilia sia un diversivo e manda Erwin Rommel, uno dei suoi migliori generali, in Grecia.

L'acciaieria Krupp di Essen, in Germania, viene messa fuori servizio a causa di un raid aereo eseguito da più di 600 bombardieri della Royal Air Force britannica (RAF).

26 luglio: Pietro Badoglio, nominato dal re Vittorio Emanuele III a capo del governo italiano in seguito alla deposizione di Mussolini, abolisce il partito politico fascista.

Titoli della seconda guerra mondiale

Ecco altri titoli che descrivono le notizie della seconda guerra mondiale nel 1943.

Il B-26 Marauder supera la sua reputazione: Un motore di un B-26 Marauder viene fatto saltare in aria da un incendio a terra sulla città francese di Tolone. Il bombardiere medio di fabbricazione americana è stato soprannominato "Widowmaker" dopo una serie di disastrosi primi test. In effetti, l'aereo non è mai stato popolare tra i piloti, che affermavano scherzosamente che richiedeva metà dello stato del Texas per il decollo e planava come un ferro da stiro. Tuttavia, ha avuto il record di perdite più basso di qualsiasi aereo da combattimento volato durante la seconda guerra mondiale. A metà del 1943, quando la Ninth Air Force degli Stati Uniti iniziò a svolgere un ruolo tattico chiave nel teatro europeo, il Marauder era il suo bombardiere principale.

Feroci combattimenti nella Nuova Georgia nelle Isole Salomone: Allerta per i cecchini giapponesi, i soldati americani pattugliano una pista nella giungla della Nuova Georgia, nelle Isole Salomone centrali. La 43a divisione di fanteria sbarcò sulla Nuova Georgia nel luglio 1943 dopo che l'intelligence statunitense apprese che i giapponesi stavano costruendo un aeroporto sull'isola, a Munda. La forza delle truppe nemiche era maggiore del previsto e l'offensiva si impantanò rapidamente. I giapponesi inviarono 4.000 rinforzi via mare tramite un sistema di convogli soprannominato "Tokyo Express" per aiutare le 10.000 truppe già in Nuova Georgia. La battaglia si trasformò in uno slugfest, poiché anche gli americani portarono rinforzi, inclusa la 37a divisione di fanteria. Gli Alleati finalmente occuparono Munda il 5 agosto.

Trattamento umano per i prigionieri di guerra tedeschi: I soldati dell'Asse imprigionati in America furono trattati molto meglio dei prigionieri alleati nei campi tedeschi e giapponesi. Un maggio 1945 Newsweek L'articolo ha osservato che i prigionieri di guerra americani hanno perso una quantità malsana di peso durante il loro confinamento, mentre i prigionieri dell'Asse in America generalmente hanno guadagnato peso. I prigionieri alleati erano spesso costretti a marciare per centinaia di miglia quando venivano trasferiti da un campo tedesco all'altro, mentre i tedeschi venivano generalmente trasportati tra i campi con treni passeggeri. I prigionieri tedeschi hanno anche sperimentato libertà che non erano consentite alle loro controparti alleate, come ad esempio salutare una bandiera nazista a Camp Crossville, nel Tennessee.

Successivamente, scopri l'esperienza di guerra di John F. Kennedy, insieme ad altri importanti eventi della seconda guerra mondiale alla fine di luglio e all'inizio di agosto del 1943.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Non appena i 275.000 membri tedeschi e italiani dell'Afrika Korps si arresero in Tunisia nel maggio 1943, i comandanti alleati affrontarono un serio problema. Non avevano le risorse per sostenere così tanti prigionieri in Nord Africa. I leader alleati decisero di trasportare i prigionieri di guerra nei campi negli Stati Uniti.

Il primo gruppo di prigionieri, arrivato negli Stati Uniti nell'agosto del 1943, fu trasportato nei campi di conservazione civile e militare abbandonati. Campi speciali furono costruiti in America centrale, lontano dalle coste e dai confini canadesi e messicani. Durante la guerra, quasi 500.000 prigionieri dell'Asse furono confinati in 155 campi di prigionia principali o in più di 500 campi secondari. In conformità con la Convenzione di Ginevra, questi prigionieri furono messi a lavorare in lavori non militari: disboscamento, estrazione mineraria, raccolta dei raccolti, costruzione di strade e altri lavori importanti per l'economia americana.

I prigionieri vivevano in comode baracche e ricevevano beni di prima necessità, come cibo, vestiti e cure mediche. Se i lavori erano fuori dal campo, i lavoratori ricevevano una paga sufficiente per comprare sigarette o altri articoli disponibili nelle mense del campo. "Quando sono stato catturato, pesavo 128 libbre", ha ricordato un prigioniero di guerra anni dopo. "Dopo due anni come prigioniero di guerra americano, pesavo 185. Ero diventato così grasso che non riuscivi più a vedere i miei occhi". Era un netto contrasto con il trattamento dei prigionieri di guerra americani da parte dei loro rapitori tedeschi.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 27-28 luglio 1943-4 agosto 1943

All'inizio di luglio e alla fine di agosto del 1943 si sono svolte una serie di operazioni mondiali della seconda guerra mondiale. Ecco una cronologia che descrive gli eventi chiave.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 27 luglio-4 agosto

27-28 luglio: Circa 20.000 civili tedeschi muoiono quando un raid della RAF su Amburgo innesca una serie di tempeste di fuoco mortali.

28 luglio: Gli Stati Uniti continuano a sviluppare piani per un'invasione di Kiska, ignari del fatto che i giapponesi si siano segretamente ritirati dall'isola delle Aleutine.

1 agosto: Gli americani hanno colpito le forniture di carburante dell'Asse con un dannoso raid aereo sulle raffinerie di petrolio a Ploesti, in Romania.

Le truppe tedesche iniziano ad eseguire un piano per prendere il controllo dell'Italia sulla scia della caduta di Mussolini dal potere. I tedeschi si infiltrano nel nord Italia e disarmano le forze italiane a Creta.

Con l'occupazione della Birmania completata, i giapponesi annunciano che la Birmania è ormai indipendente, non più una colonia della Gran Bretagna.

Il ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels trasmette un annuncio alla radio di Berlino in cui raccomanda l'evacuazione di tutto il personale non essenziale. Per molti tedeschi nella capitale, questa è la prima ammissione che Berlino potrebbe essere in pericolo a causa di pesanti raid aerei.

2 agosto: Una rivolta nel campo di sterminio di Treblinka porta alla morte di 16 guardie SS, mentre circa 150 dei circa 700 prigionieri riescono a fuggire nella mischia.

Il cacciatorpediniere giapponese Amagiri arieti e affonda USS PT-109. Il tenente John F. Kennedy e 10 dei 12 uomini sotto il suo comando sopravviveranno all'incidente. Sebbene Kennedy sarà acclamato dalla maggior parte per aver salvato l'equipaggio, il generale MacArthur non sarà impressionato da Kennedy e si chiederà perché la barca PT altamente manovrabile non è stata in grado di eludere il Amagiri.

4 agosto: Circa 150 civili italiani muoiono quando l'USAAF bombarda il porto meridionale di Napoli.

Titoli della seconda guerra mondiale

Scopri come i soldati americani nostalgici affrontavano la guerra, come i nazisti consideravano i Roosevelt, come John F. Kennedy divenne un eroe in tempo di guerra e altro ancora leggendo questi titoli del 1943.

La pinup preferita dai soldati americani, Betty Grable: Lontani da casa durante la seconda guerra mondiale, i soldati americani trovarono via di fuga nei film e nell'immagine dell'attrice, cantante e ballerina Betty Grable. Nel 1943 la frizzante, apparentemente accessibile Grable era la stella n. 1 di Hollywood e probabilmente la donna più pagata in America. In una trovata pubblicitaria progettata dal suo studio, 20th Century-Fox, le sue gambe formose sono state assicurate per $ 1 milione. I militari l'hanno votata come la loro pinup preferita e la sua immagine ha decorato non solo le pareti delle baracche, ma anche i bomber e gli aerei. Anche quando Grable posava per le pinup in costume da bagno, conservava la sua immagine di sana "ragazza della porta accanto".

Raid alleato su Ploesti, Romania: Entro l'estate del 1943, le raffinerie di Ploesti, in Romania, producevano il 60% della fornitura di petrolio greggio della Germania. La posizione era troppo lontana per essere raggiunta dai bombardieri dall'Inghilterra, ma la cattura della Libia ha reso possibile un simile raid. All'alba del 1 agosto 1943, 177 bombardieri statunitensi B-24 volarono fuori dalla Libia per un raid su Ploesti, uno degli obiettivi più difesi d'Europa. La confusione dopo che i principali navigatori furono abbattuti ridusse l'efficacia del raid. Alla fine, 54 bombardieri sono stati persi. Circa il 42% della capacità produttiva delle raffinerie è andato perduto, sebbene siano state ricostruite dai tedeschi in poche settimane.

Il ritratto dei nazisti di Franklin ed Eleanor Roosevelt: In una vignetta tedesca del 1943, il presidente Franklin Roosevelt tiene l'elenco delle vittime di guerra mentre Eleanor Roosevelt chiede: "Abbiamo perso molti dollari, Delano?" Il presidente risponde: "Non preoccuparti, Eleanor, stiamo pagando solo in vite umane". Eleanor Roosevelt indossa una stella di David e ha labbra esagerate. La propaganda nazista presentava spesso i Roosevelt come burattini degli ebrei e si prendeva anche gioco del sostegno della first lady alla cantante afroamericana Marian Anderson.

I giapponesi demoliscono la barca PT di John F. Kennedy: Il tenente della marina e futuro presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy era al timone nelle prime ore del mattino del 2 agosto 1943, quando la sua barca PT (una torpediniera a motore) fu speronata dal cacciatorpediniere giapponese Amagiri nel Pacifico meridionale. PT-109 è stato tagliato a metà, e due membri dell'equipaggio sono stati uccisi. Sebbene Kennedy sia stato successivamente insignito della Medaglia della Marina e del Corpo dei Marines per le sue azioni in seguito all'affondamento, alcuni ufficiali hanno ritenuto che avrebbe dovuto essere sottoposto alla corte marziale per negligenza. PT-109 fu l'unica barca PT in guerra ad essere sorpresa e speronata da una nave nemica.

Ho Chi Minh in Vietnam aiuta gli Alleati: Ho Chi Minh ha collaborato con gli Alleati durante la guerra nella speranza di ottenere l'indipendenza del Vietnam dal dominio francese. Fervente nazionalista, Ho formò il movimento per l'indipendenza del Viet Minh, dominato dai comunisti, nel 1941. Viaggiando in Cina nel 1942 per cercare assistenza militare, fu arrestato come spia e trascorse 13 mesi in prigione. Tornato in Vietnam dopo il suo rilascio, ha lavorato con l'Ufficio americano dei servizi strategici (OSS), salvando i piloti alleati abbattuti sull'Indocina e conducendo operazioni contro i giapponesi. Nonostante i suoi sforzi, il governo degli Stati Uniti ha sostenuto un ritorno al dominio coloniale francese dopo la guerra. Ho e le sue forze comuniste avrebbero combattuto gli Stati Uniti nella guerra del Vietnam.

Il vicepresidente di FDR Henry Wallace parla contro la segregazione: Henry Wallace fu segretario all'agricoltura del presidente Roosevelt dal 1933 al '40 e vicepresidente dal 1941 al '44. Impegnato anti-segregazionista, in un discorso del 1943 dichiarò che l'America non poteva combattere i nazisti all'estero e perdonare il razzismo in patria. La visione di Wallace di un'America del dopoguerra includeva stretti rapporti con l'Unione Sovietica. Questa posizione lo mise in contrasto con il successore di Roosevelt alla presidenza, lo strenuo guerriero della guerra Harry Truman, che lo licenziò dal suo incarico di segretario del commercio nel 1946. Wallace fece una corsa senza successo come candidato presidenziale del Partito Progressista nel 1948.

Per sapere come è andata avanti la seconda guerra mondiale durante le prime settimane di agosto 1943, continua alla sezione successiva di questo articolo.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 5 agosto 1943-14-24 agosto 1943

Nell'agosto del 1943, le forze naziste iniziarono a ritirarsi dalla Sicilia e gli Alleati vinsero battaglie chiave nel Pacifico. I momenti salienti di questo periodo sono presentati nella sequenza temporale sottostante.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 5 agosto 24 agosto

5 agosto: I sovietici riconquistano la città di Orel, in Russia, dai tedeschi.

La Svezia revoca il diritto di transito delle truppe che aveva concesso ai tedeschi all'inizio della guerra.

Una serie di feroci battaglie si conclude nella catena di isole del Pacifico della Nuova Georgia, dove i giapponesi sono fuggiti dopo la sconfitta a Guadalcanal. Gli Alleati ne escono vittoriosi, catturando l'aeroporto di Munda in Nuova Georgia.

6-7 agosto: Una piccola flotta giapponese che tenta di rifornire la base giapponese delle Isole Salomone a Kolombangara viene intercettata e gravemente danneggiata da una flotta di cacciatorpediniere americani.

9 agosto: In una delle prime valide sfide al nazionalsocialismo da anni, diversi leader tedeschi formano il Circolo Kreisau, un gruppo di resistenza che chiede, tra le altre cose, il "riconoscimento dell'inviolabilità della dignità umana come fondamento per un ordine di pace e giustizia". "

12 agosto: Con la Sicilia quasi persa dagli Alleati, la Germania nazista inizia con successo il ritiro di una parte sostanziale della sua vacillante forza difensiva. Le vittime includono 32.000 tedeschi e 132.000 italiani.

Più di 600 bombardieri della Royal Air Force britannica (RAF) colpiscono Milano, Italia.

14 agosto: Su ordine del generale Dwight Eisenhower, l'irascibile generale George Patton si scusa con i due soldati americani che ha schiaffeggiato negli ospedali da campo dopo averli accusati di simulazione.

14-24 agosto: I leader alleati si incontrano in Quebec per la Quadrant Conference, durante la quale elaborano i dettagli per la prossima fase della guerra. Viene deciso che sia l'invasione della Francia che l'occupazione dell'Italia restino sul tavolo. L'invasione della Francia avrà la precedenza.

Titoli della seconda guerra mondiale

I successivi eventi della seconda guerra mondiale furono tra quelli che fecero notizia nel 1943.

L'Operazione Strangolamento degli Alleati continua in Italia: Il generale britannico Bernard Montgomery e il generale americano Dwight Eisenhower studiano il continente italiano. La mancanza di coordinamento tra i comandi alleati in Sicilia non solo prolungò i combattimenti, ma contribuì anche alla fuga di oltre 100.000 truppe dell'Asse e migliaia di veicoli attraverso lo Stretto di Messina verso la terraferma. Da diversi mesi l'Aeronautica Alleata era attiva nella propria operazione sull'Italia, l'Operazione Strangle. L'obiettivo era quello di chiudere le linee di alimentazione Axis in tutta Italia. Strutture ferroviarie, ferrovie e ponti furono martellati dalla primavera del 1943 al 1944.

Le battaglie infuriano per la città dell'Unione Sovietica di Kharkov: Kharkov, la quinta città più grande dell'Unione Sovietica, fu catturata dalla Sesta Armata tedesca il 24 ottobre 1941. Le truppe dell'Unione Sovietica non riuscirono a riconquistare la città nel maggio 1942. I difensori tedeschi respinsero un altro attacco dell'Unione Sovietica nel febbraio 1943, ma abbandonarono la città il 16 quando era ovvio che sarebbero stati circondati. Rinforzati, questi tedeschi montarono un contrattacco all'inizio di marzo. Respingendo gli attacchi dell'Unione Sovietica, i tedeschi ripresero la città il 15 marzo. Nella spinta offensiva successiva alla loro vittoria a Kursk, i sovietici cacciarono definitivamente le truppe tedesche da Kharkov ad agosto.

I tedeschi incontrano la resistenza corsa: Dalla loro posizione di montagna, un gruppo di patrioti corsi spara sulle forze di occupazione. Quando le truppe tedesche e italiane occuparono l'isola francese della Corsica nel Mar Mediterraneo, furono perseguitate da combattenti della resistenza altamente efficaci. Il fogliame arbusto aggrovigliato sul terreno montuoso della Corsica, chiamato macchia mediterranea, non solo ha dato ai patrioti un posto dove nascondersi, ma ha anche dato il nome all'intero movimento di resistenza francese - il macchia mediterranea. Il 9 settembre 1943, i corsi insorsero per partecipare alla loro liberazione da parte dei francesi liberi e di altri alleati.

L'Italia si arrende alla Germania nazista: Quando l'Italia si arrese all'inizio di settembre 1943, ci furono molte celebrazioni nelle comunità italiane americane, poiché molti erano emigrati per sfuggire a Mussolini e alla sua politica fascista. Una volta che Hitler seppe della resa dell'Italia, ordinò l'occupazione tedesca del suo ex alleato e l'arresto di tutte le truppe italiane. Più di 6.500 soldati italiani sono stati giustiziati in Grecia per presunta resistenza all'arresto. I tedeschi hanno anche rimosso 50.000 prigionieri alleati dall'Italia e li hanno inviati e 268.000 soldati italiani nei campi di lavoro in Germania.

Nella sezione successiva, scopri una grande vittoria alleata sui giapponesi, la relazione tra Adolf Hitler e Benito Mussolini e più storia della seconda guerra mondiale dal 1943.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Per coloro che dubitano che la scena principale del conflitto della seconda guerra mondiale fosse diversa dal fronte orientale, le cifre delle vittime russe risolvono la questione. Durante quasi quattro anni di guerra totale combattuta attraverso l'infinita vastità delle steppe russe, tra le rovine delle città e dei paesi dell'Unione Sovietica, e attraverso la devastazione dell'Europa orientale fino al cuore del Terzo Reich a Berlino, quasi nove milioni di Red I soldati dell'esercito sono stati uccisi e 18 milioni sono rimasti feriti.

Da ottobre 1944 a maggio 1945 da solo, l'Armata Rossa ha subito 319.000 vittime mortali. Inoltre, di oltre 4,5 milioni di prigionieri dell'Armata Rossa catturati dal Wehrmacht, solo 1,8 milioni alla fine sono sopravvissuti. Molti di loro furono poi perseguitati da un regime sovietico spietato e sospettoso. La distruzione totale di città e villaggi russi durante il combattimento, e le operazioni di rappresaglia ed esecuzioni effettuate dalle SS e dai Wehrmacht durante una campagna contropartitica senza compromessi, ha provocato almeno 18 milioni di morti civili in Unione Sovietica. In tutto morirono dai 26 ai 27 milioni di sovietici. Al contrario, questo era più di cinque volte superiore al totale dei morti di guerra tedeschi subiti dal 1939 al 1945.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 15 agosto 1943-29 agosto 1943

Tra gli importanti eventi della seconda guerra mondiale dell'agosto 1943 vi furono una vittoria alleata sui giapponesi in Nuova Guinea e un vasto bombardamento alleato delle fabbriche di razzi nazisti. Questa cronologia descrive questi e altri eventi dell'agosto 1943.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 15 agosto-29 agosto

15 agosto: Una forza di invasione alleata di 34.300 uomini atterra su Kiska, l'ultima isola occupata dai giapponesi nelle Aleutine dell'Alaska, solo per scoprire che è stata abbandonata settimane prima.

16 agosto: I nazisti epurano il ghetto ebraico di Bialystok, in Polonia, mandando la maggior parte dei restanti 25.000 abitanti nei campi di sterminio di Majdanek e Treblinka.

17-18 agosto: Quasi 600 bombardieri della Royal Air Force britannica (RAF) prendono di mira le fabbriche di razzi nazisti a Peenemünde, sull'isola tedesca di Usedom.

Gli americani ottengono una grande vittoria sui giapponesi in Nuova Guinea quando tendono un'imboscata all'aeroporto di Wewak e distruggono un'intera formazione di 150 aerei da bombardamento.

18 agosto:Luftwaffe capo Hans Jeschonnek si uccide disperato per il fallimento del Luftwaffe per difendere la Germania nazista dagli alleati. Il comando nazista mentirà sulla sua causa di morte per nascondere le sue preoccupazioni sullo stato del Reich.

22 agosto: Le forze alleate dichiarano Kiska sicura (e disabitata) dopo una settimana di spazzata dell'isola e alcune vittime del fuoco amico.

27 agosto: Scontri tra tedeschi e italiani a Lubiana, in Slovenia.

28 agosto: Il re di Bulgaria Boris III muore in seguito a un'udienza con Hitler, portando a speculazioni dilaganti, sebbene non provate, che sia stato assassinato.

29 agosto: Washington avverte Berlino, dicendo che è venuta a conoscenza delle atrocità tedesche contro i polacchi e che gli autori pagheranno per eventuali crimini di guerra quando arriverà il giorno della resa dei conti.

Dopo la soppressione nazista dei diritti civili danesi e l'arresto del re Cristiano X, i danesi affondano la maggior parte della loro flotta navale per evitare che cada nelle mani dei nazisti.

Titoli della seconda guerra mondiale

Ecco altri momenti salienti della seconda guerra mondiale e immagini del 1943.

L'aereo da combattimento navale Grumman F6F Hellcat si dimostra potente: Nonostante il suo aspetto poco elegante e lo sviluppo frettoloso, il caccia navale Grumman F6F Hellcat ha contribuito enormemente alla vittoria degli Alleati. Un miglioramento rispetto al Wildcat, che si è dimostrato superbamente affidabile e potente. I dati di produzione riflettevano la sua efficacia: 12.272 costruiti dal 1942, principalmente nel 1944 e nel 1945. Complessivamente, Hellcats distrusse circa 6.000 aerei nemici, la maggior parte dei quali erano giapponesi. Entrati in azione per la prima volta nell'agosto del 1943, gli Hellcat erano solitamente trasportati da portaerei e armati con sei mitragliatrici da 0,5 pollici. Potevano trasportare bombe e gli aerei Hellcat da attacco al suolo impiegavano razzi, in particolare a Iwo Jima e Okinawa. Sono state realizzate anche versioni da caccia notturna e da ricognizione.

Generale tedesco KurtLo studente pianifica il salvataggio di Benito Mussolini: Il generale tedesco Kurt Student, un pilota durante la prima guerra mondiale, ha aperto la strada alla tattica del paracadutismo delle truppe in battaglia. Nel 1940 i paracadutisti di Student si esibirono brillantemente in Norvegia, Belgio e Paesi Bassi. Le sbalorditive vittime dell'invasione paracadutista di Creta del 1941, altrimenti riuscita, da parte di Student, fecero sì che Hitler vietasse qualsiasi ulteriore importante operazione aerea. Tuttavia, nel 1943 Student progettò un audace e riuscito salvataggio in cima a una collina a settembre del deposto e imprigionato Benito Mussolini. Nel 1944 le sue truppe prestarono servizio come fanteria in Italia, poi in Francia dopo l'invasione della Normandia.

Il colonnello nazista Otto Skorzeny compie imprese audaci: Dopo che il re italiano Vittorio Emanuele tolse il potere a Mussolini il 25 luglio 1943, pose Il Duce in stato di arresto e lo imprigionò nell'isola di Ponza. Dopo che Mussolini fu trasferito nella località montana dell'Abruzzo pochi mesi dopo, Hitler inviò il suo miglior agente, il colonnello Otto Skorzeny, e un'unità di commando in Italia nel settembre 1943 per liberare Mussolini. Le imprese di Skorzeny più avanti nella guerra includevano il rapimento del leader ungherese Miklos Horthy per impedirgli di firmare un armistizio con i sovietici. Skorzeny collocò anche agenti tedeschi in uniformi americane dietro le linee alleate durante la Battaglia delle Ardenne.

Scoperto il rapporto tra Adolf Hitler e Benito Mussolini: Mentre riplasmava il governo e la società della Germania nazista negli anni '30, Hitler si rivolse a Benito Mussolini come mentore per l'attuazione delle sue riforme fasciste. La guerra non era molto antica quando Hitler si rese conto che non si poteva fare affidamento sull'esercito italiano per fermare l'avanzata alleata nel Mediterraneo, ma ciò non influì sui suoi rapporti con Mussolini. La situazione è cambiata, tuttavia, quando Il Duce fu deposto e imprigionato nel luglio 1943. Hitler organizzò il salvataggio di Mussolini e lo insediò a capo di un governo fascista fantoccio. Tuttavia, non considerava più Mussolini un mentore o un pari.

Il leader della resistenza di Vilna, Abba Kovner, aiuta gli ebrei: Nel ghetto di Vilna, ebrei lituani nel Fareinikte Partisaner Organizatzie (FPO United Partisan Organization) ha seguito il motto del poeta e leader della resistenza Abba Kovner: "Non andiamo come pecore al macello". Quando i nazisti liquidarono il ghetto di Vilna nel settembre 1943, trasferendo i suoi residenti nei campi di sterminio o uccidendoli sul colpo. Kovner ha aiutato i combattenti dell'FPO a fuggire nella foresta di Rudninkai. Per 10 mesi guidò i partigiani ebrei negli attacchi di guerriglia contro i nazisti. Qui, Kovner è raffigurato dopo la liberazione sovietica di Vilna nel 1945.

I civili portati alla morte dai nazisti: I nazisti diffusero i loro piani di genocidio in ogni paese occupato, uccidendo ebrei, oppositori politici e chiunque altro credessero fosse una minaccia o un inferiore alla razza ariana. Spesso scattavano foto per denigrare le vittime mentre venivano guidate verso la morte. Gli ufficiali tedeschi li mostrarono alle loro truppe per disumanizzare le vittime, rendendo più facile per loro svolgere i loro raccapriccianti incarichi.

Segui la storia della seconda guerra mondiale all'inizio di settembre 1943 leggendo la cronologia e i titoli nella prossima sezione di questo articolo.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 1 settembre 1943-7 settembre 1943

La cronologia seguente descrive gli eventi quotidiani della seconda guerra mondiale all'inizio di settembre 1943, comprese le operazioni in Italia e nel Pacifico.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 1 settembre-7 settembre

Settembre: L'efficacia delle forze alleate in India è messa a repentaglio da una devastante carestia nella provincia del Bengala.

1 settembre: L'esercito americano presenta il suo caccia F6F Hellcat durante un attacco alla base giapponese sull'isola di Marcus.

2 settembre: Il governo polacco in esilio pubblica un rapporto che descrive in dettaglio le atrocità contro i detenuti dei campi di concentramento. Le atrocità includono bizzarri esperimenti medici su detenuti sani a Ravensbrück e "concerie" di pelle umana a Dachau e Buchenwald.

3 settembre: Una consistente forza alleata sbarca nell'Italia meridionale e conquista la città di Reggio in provincia di Calabria.

L'Italia firma un trattato con i funzionari americani in Sicilia, arrendendosi di fatto agli Alleati. Il trattato sarà tenuto segreto per un po', sia per aiutare le operazioni alleate in Italia sia per prevenire immediate rappresaglie naziste contro il popolo italiano.

6 settembre: Per la prima volta in questa guerra, le navi mercantili alleate sono in grado di operare in sicurezza nello Stretto di Messina in Italia.

Il generale statunitense Joseph Stilwell, capo di stato maggiore di Chiang Kai-shek, suggerisce che i nazionalisti cinesi uniscano le forze con i comunisti per sconfiggere i giapponesi. Chiang è disgustato dal suggerimento e chiederà all'alto comando degli Stati Uniti di richiamare Stilwell.

7 settembre: I corsi prendono le armi contro le truppe dell'Asse che hanno occupato la loro isola francese del Mediterraneo.

Hitler permette alle sue truppe tedesche, gravemente colpite dall'Armata Rossa mentre tentavano di tenere l'Ucraina, di ritirarsi sul fiume Dnepr.

Titoli della seconda guerra mondiale

I titoli e le immagini sottostanti presentano più storia della seconda guerra mondiale dal 1943.

Esperimenti raccapriccianti condotti a Ravensbrück nella Germania nazista: Nel corso della guerra i nazisti costruirono campi di concentramento in tutta Europa. Ravensbrück, un campo principalmente per donne di diverse nazionalità, religioni e stili di vita, si trovava a circa 60 miglia a nord di Berlino. Come nella maggior parte degli altri campi, ai prigionieri di Ravensbrück era richiesto di fare lavori pesanti o lavorare in fabbriche sfruttatrici per produrre forniture militari. Sono stati condotti anche esperimenti medici su detenuti indifesi. A Ravensbrück sono stati eseguiti due tipi: testare gli effetti dei farmaci sulfanilamide sulle ferite infette e studiare la rigenerazione di ossa, nervi e muscoli. Questa foto della detenuta polacca Bogumila Babinska, portata di nascosto fuori dal campo, mostra l'effetto di quattro tagli profondi sui muscoli della coscia.

Anna Frank scrive il diario: Una ragazza ebrea tedesca ad Amsterdam, Anne Frank ricevette un diario per il suo tredicesimo compleanno il 12 giugno 1942. Tre settimane dopo, la sua famiglia si nascose per sfuggire alla deportazione in un campo di lavoro nella Germania nazista. Anne tenne fedelmente un diario durante i suoi due anni di clandestinità. "È un miracolo che non abbia abbandonato tutti i miei ideali, sembrano così assurdi e poco pratici", scrisse Anne meno di un mese prima del suo arresto. "Eppure mi aggrappo a loro perché credo ancora, nonostante tutto, che le persone siano veramente buone di cuore." Anne morì nel campo di concentramento di Bergen-Belsen nel febbraio o marzo 1945. Diario di Anna Frank è uno dei libri più venduti di tutti i tempi, con oltre 25 milioni di copie pubblicate.

Ministro degli interni del ReichGuglielmoFrick cade dal potere: Il nazista Wilhelm Frick divenne ministro degli interni del Reich nel 1933. Elaborò leggi antiebraiche e altre leggi che mandavano i nemici politici nei campi di concentramento. Nel 1943, dopo aver perso una lotta di potere con Heinrich Himmler, Frick fu retrocesso al posto cerimoniale di protettore della Boemia e della Moravia. Rifiutò di difendersi al Processo di Norimberga del 1946, dove fu riconosciuto colpevole e impiccato. Le ultime parole di Frick sono state "Viva l'eterna Germania".

Il capo architetto di Adolf Hitler, Albert Speer, aiuta l'economia tedesca: Albert Speer (Giusto) assiste a una dimostrazione di armi del 1943 con Adolf Hitler (centro). Poco dopo essersi unito al partito nazista nel 1931, Speer divenne il Führer's capo architetto urbano. Speer progettò strutture monumentali, come la piazza d'armi di Norimberga, per sfruttare temi classici per gli spettacoli nazisti. Nominato ministro degli armamenti nel 1942 e con responsabilità economiche nel 1943, il sempre efficiente Speer utilizzò il lavoro dei campi di concentramento per aumentare la produzione bellica, rafforzando così l'economia. Al processo di Norimberga, Speer ha professato sia il rimorso che l'ignoranza riguardo alle pratiche naziste più disumane. Ha tenuto un diario durante i suoi 20 anni di carcere ed è diventato un memorialista di successo dopo il suo rilascio nel 1966.

La battaglia per il controllo dell'Italia ha dominato le operazioni belliche nel settembre 1943. Consulta la cronologia nella sezione successiva per ulteriori informazioni sulla storia della Seconda Guerra Mondiale.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Nel 1912 l'Italia sequestrò alla Turchia le 12 isole del Dodecaneso, situate nel Mar Egeo. Nel 1940 truppe italiane e tedesche presidiavano le isole, appena al largo della costa turca. La resa dell'Italia l'8 settembre 1943 spinse Winston Churchill a cercare di impadronirsi delle isole in modo che gli Alleati potessero colpire il fianco balcanico della Germania.

Dopo che gli ufficiali britannici non riuscirono a incitare gli italiani a disarmare le guarnigioni tedesche più piccole, Churchill ordinò brigate di fanteria e unità di forze speciali britanniche a otto delle isole e all'isola greca di Samo, nel Mar Egeo. I tedeschi reagirono prontamente. Con le forze navali e aeree già nell'Egeo, hanno aggiunto rinforzi dalla Grecia e da Creta. Questi includevano i paracadutisti della Luftwaffe e un'unità d'incursione costiera della divisione d'élite del Brandeburgo.

L'aeronautica fu cruciale per la sconfitta delle guarnigioni britanniche sparse. Gli aerei britannici (e sudafricani) combatterono una battaglia persa contro la Luftwaffe sulle isole. All'inizio di ottobre, i tedeschi avevano riconquistato Cos. Hanno preso Leros un mese dopo e hanno preso Samos entro la fine di novembre.

Le perdite tedesche furono minime, mentre le perdite britanniche includevano più di 4.000 soldati catturati e la perdita di più di cento aerei. Le perdite includevano anche quattro incrociatori e sette cacciatorpediniere affondati o danneggiati (tra cui diverse navi greche). Gli sfortunati italiani e gli isolani (che avevano accolto con favore lo sbarco britannico) subirono le rappresaglie tedesche.

L'impresa ha esposto le tensioni alleate su una strategia mediterranea. Churchill persistette nel suo scopo, ignorando gli argomenti dei suoi generali contro una campagna lontana dalle basi alleate più vicine (a Cipro e in Egitto). Eisenhower e altri comandanti statunitensi e britannici considerarono ingiustificato il diversivo dalla campagna italiana. La campagna di due mesi fu l'ultima sconfitta della guerra da parte degli Alleati.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 8 settembre 1943-20 settembre 1943

Nel settembre 1943, le potenze alleate e dell'Asse continuarono a battersi per il controllo dell'Italia. La cronologia della seconda guerra mondiale di seguito contiene dettagli e questi e altri eventi del settembre 1943.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 8 settembre-20 settembre

8 settembre: Il generale Eisenhower annuncia la resa dell'Italia sotto il maresciallo Badoglio. Funzionari nazisti caratterizzano l'atto, intrapreso dal nuovo governo sotto Badoglio, come tradimento.

9 settembre: Gli alleati sbarcano in Italia in piena forza, con gli americani che stabiliscono una testa di ponte vicino a Salerno e lo sbarco britannico sul "quotheel" italiano. La città di Brindisi cadrà agli inglesi entro due giorni, assicurando la regione agli alleati.

La Germania nazista attacca la base alleata sull'isola baleniera artica di Spitsbergen, causando danni considerevoli.

10 settembre: In risposta alla resa dell'Italia, l'esercito tedesco cattura Roma, prendendo il controllo della Città Eterna dal suo ex partner dell'Asse.

12 settembre: Benito Mussolini, agli arresti all'Hotel Campo Imperatore in Abruzzo, viene liberato in un drammatico raid delle truppe tedesche, su ordine di Adolf Hitler.

13 settembre: La posizione degli Alleati a Salerno, in Italia, è in serio pericolo, poiché diverse divisioni tedesche arrivano a poche miglia dal respingere completamente gli americani e gli inglesi dalla loro testa di ponte.

Più di un mese dopo la morte del suo predecessore, Lin Sen, Chiang Kai-shek è nominato presidente della Cina nazionalista.

15 settembre: Mussolini riorganizza il Partito Nazionale Fascista italiano nel tentativo di riconquistare il potere e ripristinare i legami con Hitler.

17 settembre: Una forza tedesca esaurita e pesantemente bombardata inizia a ritirarsi dalla testa di ponte di Salerno mentre gli americani si spingono nell'entroterra per incontrarsi con gli inglesi.

20 settembre: Le forze statunitensi che avanzano da Salerno a ovest e le truppe britanniche che marciano dalla Calabria a sud-est si uniscono a Eboli, tagliando in due l'Italia con una solida forza alleata.

Titoli della seconda guerra mondiale

Dai un'occhiata ai titoli e alle immagini qui sotto per conoscere la distruzione delle fabbriche naziste, la polizia militare giapponese, l'effetto della guerra sulla creazione di mappe e altre notizie del 1943.

I bombardieri B-17 colpiscono le fabbriche nella Germania nazista: A partire dal gennaio 1943, i bombardamenti alleati si concentrarono sulle industrie tedesche in tempo di guerra. I primi bombardieri pesanti quadrimotori prodotti in serie furono i Boeing B-17, conosciuti come Flying Fortress. Questi bombardieri pesantemente armati erano progettati per essere in grado di proteggersi, ma la perdita di un aereo su 10 era standard. Sebbene gli Alleati distrussero molte fabbriche tedesche con bombardieri B-17 nel 1943, i nazisti compensarono rapidamente aumentando la produzione in altri.

Le esperienze di creazione di mappe esplodono durante la seconda guerra mondiale: La seconda guerra mondiale ha rivoluzionato la mappatura. L'aviazione e la fotografia aerea hanno permesso la mappatura di regioni precedentemente inesplorate e mappe molto più dettagliate di aree conosciute. Qui, un cartografo del servizio mappe dell'esercito utilizza una mappa giapponese di una città per inserire opere realizzate dall'uomo, come fabbriche e moli, su una mappa dell'esercito. Questi saranno potenziali obiettivi di bombardamento. Alla fine della guerra, due agenzie delle forze armate statunitensi avrebbero prodotto circa 650 milioni di copie di 50.000 mappe diverse.

La valuta di occupazione del Giappone chiamata " denaro di Topolino": Le autorità giapponesi hanno coniato denaro, di solito banconote, da usare nei territori che hanno invaso. Ad esempio, producevano scellini e sterline per Singapore (dove era chiamato "banana money") e centavos e pesos per le Filippine (dove era chiamato "Topolino Money"). Sebbene presumibilmente alla pari con le valute locali esistenti, il denaro dell'occupazione è stato emesso in quantità eccessive e rapidamente deprezzato. Le valute pre-invasione tendevano ad essere accumulate. Gli Alleati realizzarono versioni propagandistiche della valuta con messaggi persuasivi sul retro. Dopo la sconfitta giapponese, la "moneta di occupazione" o "denaro per l'invasione" divenne senza valore.

Decapitazioni eseguite dietro le linee giapponesi in Nuova Guinea: L'ufficiale del servizio civile navale Chikao Yasuno si prepara a decapitare il sergente Leonard George Siffleet, un radiotelegrafista dell'esercito australiano sorpreso a operare dietro le linee giapponesi in Nuova Guinea. Siffleet e due compagni furono decapitati il ​​24 ottobre 1943, ad Aitape, dopo che i nativi li avevano traditi ai giapponesi. Le truppe americane hanno trovato questo film sul corpo di un giapponese morto durante l'invasione di Hollandia nel 1944. La foto ha ricevuto ampia pubblicità, rafforzando la percezione che i giapponesi fossero selvaggi che non davano pietà e non se la meritavano. Chikao è stato condannato all'impiccagione dopo la guerra, ma la sua condanna è stata poi commutata in 10 anni di carcere.

Il Kempeitai (Polizia militare giapponese) elargisce una dura giustizia: membri del Kempeitai posare con prigionieri di guerra britannici. Sebbene il KempeitaiL' autorità sui civili giapponesi era limitata, l'organizzazione aveva carta bianca nei territori occupati, dove prevaleva una dura giustizia militare. Il Kempeitai affrontato severamente gli sforzi anti-giapponesi nei territori occupati. Era anche responsabile dei permessi di viaggio, del reclutamento di manodopera, della sicurezza delle retrovie, del controspionaggio, della gestione dei campi di prigionia e della fornitura di "donne di conforto" ai bordelli militari. Sebbene il Kempeitai è talvolta equiparato alla Gestapo o alla polizia segreta, tale descrizione è applicata più accuratamente al Kempeitaicontroparte civile, il Tokkou keisatsu, che combinava le funzioni di indagine penale e di controspionaggio.

Continua alla sezione successiva per conoscere gli eventi critici nelle operazioni nel Pacifico e nell'Atlantico della seconda guerra mondiale dalla fine di settembre 1943 all'inizio di ottobre 1943.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 21 settembre 1943-5 ottobre 1943

Centinaia di persone persero la vita nel bombardamento di Francoforte, in Germania, all'inizio di ottobre 1943. Leggi altri eventi della Seconda Guerra Mondiale alla fine di settembre e all'inizio di ottobre 1943 nella seguente cronologia.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 21 settembre-5 ottobre

21 settembre: Il Giappone lascia le Isole Salomone centrali agli Alleati dopo aver perso 600 uomini nel tentativo fallito di difendere l'isola di Arundel.

22 settembre: Le truppe sottomarine britanniche sabotano la Tirpitz, la principale nave da guerra della Germania nazista, mentre si trova nel porto di Altenfjord in Norvegia.

Riconoscendo che una guerra su due fronti sta mettendo a dura prova le risorse del Reich, Joseph Goebbels suggerisce ad Adolf Hitler di accettare una pace separata con l'Unione Sovietica, ma Hitler rifiuta.

23 settembre: Mussolini annuncia la creazione della Repubblica di Salò, nella parte d'Italia controllata dall'Asse al di fuori dell'ambito dell'amministrazione Badoglio.

27 settembre: Le truppe tedesche abbandonano la provincia italiana di Foggia, con le sue piste di atterraggio strategicamente critiche, agli Alleati.

Chiang Kai-shek ordina l'esecuzione di Chen Tu-hsiu, il fondatore del Partito Comunista Cinese.

1 Ottobre: Gli Alleati occupano Napoli, la più grande città portuale del sud Italia. Diventerà un'importante base navale e di rifornimento alleata.

I nazisti falliscono nel loro sforzo di trasferire gli ebrei danesi, testimonianza del carattere del popolo danese che ha permesso ai suoi amici ebrei e vicini di casa di fuggire in Svezia. La maggior parte degli ebrei danesi sopravviverà alla guerra.

3 ottobre: La Germania nazista riconquista l'isola britannica di Kos nell'Egeo.

Le truppe giapponesi completano la loro ritirata dall'isola salomone di Kolombangara.

4 ottobre: Più di 500 muoiono a terra quando le forze aeree dell'esercito degli Stati Uniti (USAAF) e la Royal Air Force britannica (RAF) uniscono le forze per far cadere bombe su Francoforte giorno e notte.

5 ottobre: La Germania nazista incorpora la penisola istriana, gran parte delle Alpi italiane e la città italiana orientale di Trieste nel Reich.

Titoli della seconda guerra mondiale

I seguenti titoli e immagini della seconda guerra mondiale coprono ulteriori notizie di guerra dal 1943.

Fonti di carburante alternative in Europa e Sud America: A causa della carenza di carburante in tempo di guerra, in alcuni paesi europei e sudamericani sono state utilizzate fonti di energia alternative. Visto qui, l'autista di una "charcomobile" mostra alle donne brasiliane come accendere il carbonaio che alimenta la loro auto.Sebbene l'auto alimentata a carbone abbia impiegato del tempo per avviarsi e avesse una scarsa accelerazione e velocità, la sua riserva di carburante poteva essere rigenerata con una semplice fermata per raccogliere materiali combustibili. I camion dell'esercito brasiliano erano dotati di bruciatori a carbone e serbatoi di benzina e di carburatori regolabili che potevano passare da un carburante all'altro.

Gli aerei da combattimento Yak dell'Unione Sovietica: La serie di aerei da combattimento Yak è stata prodotta dalla società Yakovlev dell'Unione Sovietica durante la seconda guerra mondiale. A partire dallo Yak-1 degli anni '40, gli Yak furono considerati tra i migliori velivoli della guerra. Lo Yak-3 entrò in servizio per la prima volta nel 1944. Sebbene fosse prodotto in un numero inferiore rispetto allo Yak-9 a lungo raggio (che entrò in servizio nel 1942, nonostante il suo numero di designazione più alto), lo Yak-3 fu ampiamente favorito dai piloti per la sua forza, leggerezza e manovrabilità. A quote più basse, era considerato superiore a qualsiasi Luftwaffei sofisticati combattenti.

Louis Mountbatten nominato comandante alleato del SEAC: Un pronipote della regina Vittoria, l'aristocratico Louis Mountbatten è salito alla ribalta militare durante la seconda guerra mondiale come capitano della HMS Kelly e comandante della quinta flottiglia di cacciatorpediniere. Fu nominato comandante supremo alleato del Comando del Sud-est asiatico (SEAC) nell'ottobre del 1943. In tale incarico, che ricoprì fino al 1946, diresse con successo le forze internazionali nella liberazione della Birmania e di Singapore dai giapponesi. Dopo la guerra, Mountbatten divenne l'ultimo viceré britannico dell'India, supervisionando l'indipendenza dell'India e del Pakistan dal dominio coloniale.

Le donne jugoslave combattono l'Asse: Dopo che le potenze dell'Asse presero la Jugoslavia nel 1941, i partigiani jugoslavi del maresciallo Tito si dimostrarono più capaci di un'efficace resistenza armata rispetto ai loro rivali, i ceceni monarchici. Nel 1943 gli alleati occidentali sostennero i partigiani sui ceceni, nonostante i dubbi sull'impegno comunista del gruppo di Tito. Circa due milioni di donne (12 per cento della popolazione prebellica della Jugoslavia) si unirono ai partigiani a tutti gli effetti. La maggior parte di loro aveva meno di 20 anni. Molti servirono in combattimento fianco a fianco con gli uomini.

Il resto dell'ottobre 1943 fu un periodo movimentato nella storia della seconda guerra mondiale. Per una cronologia dettagliata di questo periodo, vedere la sezione successiva di questo articolo.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 8 ottobre 1943-19-30 ottobre 1943

Nell'ottobre del 1943, gli Stati Uniti lanciarono un raid aereo sull'isola di Bougainville e aiutarono a pianificare l'invasione della Francia. La seguente cronologia della seconda guerra mondiale descrive questi e altri importanti eventi del periodo.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 8 ottobre-30 ottobre

8 ottobre: La guerra civile scoppia in Grecia quando le fazioni pro- e anticomuniste del paese si affrontano.

10 ottobre: Un U-Boot tedesco pone mine all'estremità orientale del Canale di Panama.

Gli Stati Uniti attaccano le isole di Creta e Rodi controllate dall'Asse con i bombardieri B-17 Flying Fortress.

12 ottobre: Gli Alleati ottengono il permesso di stabilire una base di difesa del convoglio sulle Azzorre, un'importante catena di isole nell'Atlantico che appartiene al Portogallo.

13 ottobre: L'Italia si unisce agli Alleati quando il Premier Pietro Badoglio dichiara guerra alla Germania di Hitler.

I partigiani jugoslavi sabotano le acciaierie Krupp nella città di Zeneca.

14 ottobre: Una rivolta nel campo di sterminio nazista di Sobibór costa la vita a 11 guardie, mentre più di 100 prigionieri riescono a fuggire.

18 ottobre: I nazisti iniziano il "reinsediamento" degli ebrei italiani nei campi di sterminio in Polonia.

Gli Stati Uniti lanciano un raid aereo sulla base giapponese nell'isola settentrionale delle Salomone di Bougainville.

19 ottobre: Circa 5.000 prigionieri di guerra tedeschi gravemente feriti e circa lo stesso numero di prigionieri britannici stanno tornando a casa dopo il primo scambio di prigionieri anglo-tedeschi della guerra.

Una rivolta civile a Jesselton, nel Borneo settentrionale, costa la vita a 40 soldati giapponesi occupanti.

19-30 ottobre: I ministri degli esteri alleati si incontrano a Mosca. Confermano la data del maggio 1944 per l'invasione della Francia e concordano che i sovietici si uniranno alla lotta contro i giapponesi una volta che i tedeschi saranno neutralizzati. Annunciano anche piani per i processi del dopoguerra ai criminali di guerra. L'Unione Sovietica promette di aderire a una nuova organizzazione internazionale per mantenere la pace.

Titoli della seconda guerra mondiale

Questi titoli di notizie e immagini descrivono altri importanti eventi del 1943, comprese le operazioni statunitensi a Bougainville, una delle Isole Salomone.

L'America gode dei trionfi del Pacifico: La svolta strategica nel Pacifico iniziò nel 1942 con le decisive vittorie navali statunitensi nel Mar dei Coralli (maggio) e Midway (giugno), seguite dalle operazioni di successo su Guadalcanal da agosto. La successiva campagna "dall'isola all'altra" si concluse con la fine della resistenza giapponese a Okinawa il 22 giugno 1945. Altri notevoli successi alleati durante una serie di sbarchi e battaglie anfibi costantemente combattuti furono Kokoda (1942) Bougainville (1943) Saipan, Guam, e Leyte Gulf (1944) e Iwo Jima e Corregidor (1945). Nel frattempo, dal novembre 1944, la cattura delle Marianne permise ai bombardieri statunitensi di compiere missioni strategiche contro il Giappone, comprese le missioni di bombe atomiche nell'agosto 1945.

"Sunny Jim" Vandegrift elogiato come comandante della Prima Divisione Marine degli Stati Uniti a Guadalcanal: Il generale Alexander Archer Vandegrift, soprannominato "Sunny Jim" per la sua personalità ottimista e il suo stile cortese, ottenne consensi come comandante della Prima Divisione Marine a Guadalcanal. Lanciato in battaglia prima che la sua divisione fosse completamente preparata, Vandegrift ottenne una Navy Cross per il suo sbarco a Guadalcanal e Tulagi. Più tardi, la sua ostinata difesa di Henderson Field ha ostacolato i giapponesi e gli è valsa una Medaglia d'Onore. In seguito comandò il Primo Corpo Anfibio dei Marines negli sbarchi a Bougainville. Il 1° gennaio 1944 presta giuramento come diciottesimo comandante del Corpo dei Marines.

Le truppe americane sbarcano sull'isola di Bougainville: Le truppe statunitensi si inerpicano sulle barche d'assalto che si stanno radunando per lo sbarco a Bougainville, la più grande delle Isole Salomone. Parte dello sforzo per neutralizzare la base giapponese a Rabaul a 220 miglia di distanza, lo sbarco fu guidato dalla Terza Divisione Marine il 1 novembre 1943, a Capo Torokina. Sebbene i giapponesi avessero circa 17.000 truppe nella sola Bougainville meridionale, non avevano considerato il paludoso Capo Torokina un probabile obiettivo e lo sbarco era leggermente contrario. Iniziarono i lavori su un aeroporto e le truppe dell'esercito americano furono portate a terra. Immediatamente iniziarono inutili attacchi nemici al perimetro, l'ultimo avvenuto a marzo. Le forze australiane hanno preso il controllo dei combattimenti sull'isola fino alla resa dei giapponesi nel 1945.

Brutti combattimenti visti nelBouganvillegiungla: Gran parte dei combattimenti a Bougainville si concentravano sugli sforzi per dominare le preziose alture e sui pochi sentieri che attraversavano il terreno paludoso. Blocchi stradali, imboscate e terrificanti incontri di pattuglia a distanza ravvicinata nella fitta giungla erano all'ordine del giorno. I mitraglieri giapponesi riparati in tronchi ben nascosti e bunker di terra dovevano essere ridotti uno per uno dai fanti usando bombe a mano, armi leggere e lanciafiamme.

I soldati rookie sequestrano l'atollo di Makin nel Pacifico: Le truppe dell'esercito americano nel novembre 1943 osservano un idrovolante giapponese naufragato nella laguna dell'atollo di Makin, che è stato sequestrato insieme a Tarawa come parte dell'operazione Galvanic. L'operazione è stata un trampolino di lancio verso le più preziose Isole Marshall. A differenza di Tarawa, che si trovava a meno di 100 miglia a sud, Makin non era pesantemente fortificato. Solo circa 300 della guarnigione di 800 uomini potevano essere considerate truppe da combattimento, il resto erano per lo più lavoratori coreani. Tuttavia, ci sono voluti quasi 6.500 uomini della 27a divisione di fanteria degli Stati Uniti per più di tre giorni per assicurarsi Makin.

Per una panoramica degli eventi storici della seconda guerra mondiale alla fine di ottobre 1943 e all'inizio di novembre 1943, vedere la cronologia nella sezione successiva.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 20 ottobre 1943-6 novembre 1943

Alla fine di ottobre 1943 e all'inizio di novembre 1943, l'Armata Rossa dell'Unione Sovietica isolò le truppe naziste in Crimea e riconquistò Kiev. Segui la cronologia qui sotto per altri eventi nella storia della seconda guerra mondiale.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 20 ottobre-6 novembre

20 ottobre: Gli Alleati fanno un passo avanti verso Norimberga con l'istituzione di una commissione incaricata di indagare sui crimini di guerra.

23 ottobre: Una breve rivolta sulla soglia di una camera a gas di Auschwitz provoca la morte di un'odiata guardia delle SS e il ferimento di molti altri. Gli ammutinati vengono quindi fucilati.

24 ottobre: Per la prima volta, gli Alleati organizzano un raid aereo su obiettivi dell'Asse da basi nell'ex nazione dell'Asse in Italia.

29 ottobre: I lavoratori portuali sul Tamigi in Inghilterra entrano in sciopero, costringendo i soldati a riprendere il lavoro.

La Marina degli Stati Uniti mina pesantemente le acque al largo del territorio francese in Indocina.

31 ottobre: L'Armata Rossa ha tagliato la linea di rifornimento e isolato circa 150.000 soldati tedeschi e rumeni in Crimea.

2 novembre: La battaglia dell'Imperatrice Augusta Bay scoppia quando la Marina degli Stati Uniti attacca una piccola flotta giapponese che tenta di rinforzare Bougainville, dove i Marines sono sbarcati il ​​giorno prima.

3 novembre: Una massiccia forza di 539 aerei statunitensi bombarda il principale porto tedesco di Wilhelmshaven.

L'Armata Rossa lancia un'offensiva attraverso il fiume Dnepr nel tentativo di riconquistare Kiev dai tedeschi.

I nazisti epurano la popolazione del campo di sterminio di Majdanek, uccidendo circa 17.000 ebrei in un solo giorno.

4 novembre: Gli Stati Uniti iniziano a produrre plutonio in uno stabilimento di Oak Ridge, nel Tennessee.

6 novembre: L'Armata Rossa riconquista Kiev dai tedeschi con relativa facilità. Questa terza città sovietica per grandezza è stata in gran parte ridotta a un rudere fumante.

Titoli della seconda guerra mondiale

Gli osservatori costieri furono fondamentali per il successo degli Alleati nel Pacifico. Per ulteriori informazioni sugli osservatori costieri e altre notizie sulla seconda guerra mondiale, vedere i titoli e le immagini di seguito.

Gli Stati Uniti affondano navi mercantili giapponesi nel Pacifico: I suoi giorni di navigazione sono finiti, il trasporto giapponese da 7.000 tonnellate Kinugawa Maru giace arenata sulla riva di Guadalcanal. La flotta mercantile giapponese era fondamentale per il trasporto di materie prime alle isole originarie e per il trasporto di rifornimenti e rinforzi agli avamposti remoti dell'impero. Quando la guerra nel Pacifico si rivolse contro il Giappone nel 1943, gli aerei e i sottomarini statunitensi iniziarono ad affondare le navi mercantili giapponesi più rapidamente di quanto potessero essere sostituite. Le crescenti perdite hanno devastato la macchina da guerra giapponese.

Gli atterraggi delle portaerei rappresentano un pericolo: Un membro dell'equipaggio sul USS Enterprise si arrampica per aiutare il pilota di un F6F Hellcat in fiamme, che si è schiantato sul ponte di volo durante le operazioni al largo dell'isola di Makin. Volare dentro e fuori dai ponti delle portaerei era pericoloso nelle migliori circostanze. Un errore di calcolo potrebbe mandare l'aereo a schiantarsi contro la barriera di sicurezza all'estremità del ponte, o oltre il lato. Il processo era anche pericoloso per gli equipaggi di coperta, noti come "scimmie del ponte", che erano esposti a qualsiasi cosa, dagli atterraggi di emergenza alle eliche rotanti, alle bombe sfuse. Come ha osservato un marinaio, "ogni sbarco era una potenziale vittima".

La RAF . britannicaparla di mitici "gremlins": Di fronte a problemi meccanici inaspettati e apparentemente inspiegabili durante la seconda guerra mondiale, i piloti della Royal Air Force britannica (RAF) hanno aggiunto una creatura soprannaturale simile a uno gnomo al folklore mondiale: il "gremlin". e metodi per placarli e controllarli. Si diceva che i Gremlins viaggiassero spesso sulle ali, a volte manipolando gli alettoni per far ribaltare l'aereo, ma non erano altro che un mito.

Gli osservatori costieri delle isole del Pacifico aiutano gli alleati: Lavorando in remote località delle isole del Pacifico, i "guardiani della costa" hanno segnalato l'attività nemica e guidato gli attacchi alleati e le operazioni di guerriglia. Hanno anche salvato centinaia di civili e militari alleati, incluso il futuro presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy. I civili bianchi australiani, neozelandesi, americani e delle Isole Salomone fornivano la maggior parte del personale, ma facevano affidamento sui nativi come spie, guardie, messaggeri e lavoratori.

Comandante supremo alleato generale Douglas MacArthur ha criticato: Il generale Douglas MacArthur era il comandante supremo delle forze alleate nell'area del Pacifico sudoccidentale durante la seconda guerra mondiale. Dopo aver comandato l'inutile difesa delle Filippine nel 1941-42, fuggì per guidare la difesa dell'Australia e in seguito la riconquista della Nuova Guinea e delle Filippine. L'attaccamento personale di MacArthur alle Filippine lo ha portato a insistere per un rapido ritorno alle isole, un corso criticato da alcuni strateghi. Durante le sue campagne nel Pacifico sudoccidentale, MacArthur ha astutamente aggirato le aree fortemente difese quando possibile, scavalcando per colpire dove il nemico era più debole. Era una personalità potente: talentuoso ma anche vanitoso, imperioso, un macchinista politico e uno spudorato cercatore di pubblicità. Durante la sua carriera, ha guadagnato una reputazione nella mente pubblica come un genio militare, una statura ora controversa tra gli storici.

Gli aerei americani sgombrano l'Himalayafornire ai nazionalisti cinesi: Gli aerei americani della China National Aviation Corporation (CNAV) sono stati in grado di sorvolare l'Himalaya dalla Cina all'India. Dopo la chiusura della Birmania Road nel 1942, tali voli sopra "The Hump" furono l'unico mezzo per rifornire i nazionalisti cinesi. Era un volo di 500 miglia su catene montuose alte 15.000 piedi. Nel 1943 il C-46 Commando sostituì il C-47 come portaerei principale. Più di 1.000 C-46 hanno preso il viaggio, di solito a pieno carico. Hanno combattuto forti turbolenze, ghiaccio e tempeste monsoniche. Disarmati, hanno rischiato un attacco aereo. Gli aerei CNAV hanno effettuato circa 35.000 viaggi sulla gobba, trasportando 71.000 tonnellate nel solo luglio 1945.

I nazisti continuarono a mandare migliaia di persone nei campi di sterminio nel 1943. Vedere la sezione successiva per un riassunto di questa e di altre notizie di guerra del novembre 1943.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Cronologia della seconda guerra mondiale: 9 novembre 1943-19 novembre 1943

L'orrore dei campi di sterminio nazisti continuò mentre migliaia di persone furono mandate a morire ad Auschwitz e in altri campi nel novembre 1943. Ecco una cronologia degli eventi della seconda guerra mondiale del novembre 1943.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 9 novembre-19 novembre

9 novembre: Il generale Charles de Gaulle viene nominato presidente del Comitato francese di liberazione nazionale, il "Francia libera", a seguito delle dimissioni del generale Henri Giraud.

11 novembre: La polizia di Vichy arresta 450 manifestanti a Grenoble, in Francia, per aver manifestato contro i nazisti.

I nazisti che gestiscono il campo di sterminio di Theresienstadt torturano circa 47.000 ebrei, costringendoli a rimanere esposti per otto ore sotto una fredda pioggia di novembre.

12 novembre: Ignaro della violazione di Enigma, l'ammiraglio tedesco Karl Dönitz afferma degli Alleati: "Conosce tutti i nostri segreti".

Le basi giapponesi nelle isole Marshall e Gilbert subiscono un pesante assalto aereo da parte degli aerei alleati. Gli attacchi continueranno su base giornaliera.

14 novembre: Un siluro a fuoco amico manca di poco la corazzata USS Iowa. Il presidente Franklin Roosevelt, in viaggio verso la Conferenza di Teheran, è a bordo.

15 novembre: Con effetto immediato, tutti gli zingari nella Germania nazista devono essere deportati nei campi di sterminio per ordine del capo delle SS Heinrich Himmler.

I nazisti tentano di mettere un freno al sabotaggio della nascente resistenza italiana prendendo in ostaggio circa 2.000 operai dell'industria milanese.

16 novembre: I nazisti rastrellano altri 2.000 ebrei nei Paesi Bassi e li mandano ad Auschwitz.

I tedeschi abbandonano effettivamente le loro ambizioni di costruzione di bombe atomiche quando gli Alleati lanciano un altro raid sull'impianto di acqua pesante di Vemork, in Norvegia.

19 novembre: La Fog Investigation Dispersal Operation (FIDO) viene impiegata per la prima volta dai funzionari della Royal Air Force britannica (RAF) che sperano di consentire gli atterraggi nella fitta nebbia britannica.

Titoli della seconda guerra mondiale

Questi titoli e foto descrivono in dettaglio i campi di prigionia dell'Unione Sovietica, i combattimenti a Tarawa e altre notizie sulla seconda guerra mondiale dal 1943.

La Red Air Force dell'Unione Sovietica superiore a Luftwaffe: Il pilota dell'Unione Sovietica Victor Radkevich racconta animatamente ai compagni di volo del suo trionfo su un aereo tedesco. Il primo giorno dell'invasione tedesca della Russia del 1941, il Luftwaffe ha distrutto più di 1.000 aerei militari russi in gran parte obsoleti, di cui circa 800 ancora a terra. L'anno successivo, i sovietici iniziarono un enorme accumulo di forze aeree. Invece dei bombardamenti a lungo raggio in stile britannico e americano destinati a distruggere le infrastrutture e il morale del nemico, l'Air Force rossa si concentrò sul supporto delle forze di terra contro gli invasori tedeschi. Alla fine del 1943, i sovietici avevano raggiunto una netta superiorità aerea sul Luftwaffe.

I prigionieri di guerra tedeschi rischiano la morte nei campi di prigionia dell'Unione Sovietica: Le truppe tedesche catturate furono trasferite nei campi di prigionia dell'Unione Sovietica, molti dei quali si trovavano in Siberia. Nei campi, i prigionieri ricevettero una dura educazione al comunismo e molti morirono per troppo lavoro e malnutrizione. Dei circa 90.000 soldati tedeschi esausti e affamati catturati alla fine dei combattimenti a Stalingrado, meno di 6.000 tornarono alle loro case.

Semovente (SP)le pistole distruggono i carri armati e altro ancora: I cannoni SP, come questo obice da 105 mm dell'esercito degli Stati Uniti, erano pistole montate su un telaio cingolato senza torretta che forniva supporto di fuoco rapido e mobile come richiesto. Tra gli alleati occidentali, gli Stati Uniti guidarono lo sviluppo di cannoni SP e - per i cannoni SP usati nel ruolo anti-corazza - "cacciacarri". le forze armate generalmente utilizzavano i loro cannoni SP come una forma più manovrabile di artiglieria convenzionale a fuoco indiretto, gli eserciti tedesco e russo usavano i cannoni SP principalmente come armi a fuoco diretto - letteralmente come "cannoni d'assalto" - fornendo supporto ravvicinato alla fanteria impegnata in operazioni offensive.

I musulmani bosniaci sostengono i nazisti: Nel marzo 1942, il Mufti di Gerusalemme, Haj Amin al-Husseini, disse in una trasmissione radiofonica: "Se, Dio non voglia, l'America e i suoi alleati sono vittoriosi in questa guerra". . . allora il mondo diventerà un inferno." Al-Husseini aiutò a reclutare musulmani bosniaci nel Waffen-SS con l'assicurazione che Allah non avrebbe mai permesso agli Alleati di vincere. I membri delle SS bosniache e i loro ufficiali tedeschi indossavano cappelli fez con l'aquila nazista.

Conferenza di Teheran tenuta in Iran: Joseph Stalin, Franklin Roosevelt e Winston Churchill, The Big Three, si incontrarono solo due volte durante la guerra. La prima volta fu a Teheran, in Iran, dal 28 novembre al 1 dicembre 1943. Per più di un anno, Stalin aveva chiesto l'invasione della Francia per costringere la Germania nazista a spostare risorse in Occidente. A Teheran, Roosevelt e Churchill annunciarono la loro decisione di invadere la Francia nel maggio 1944. Stalin accettò di organizzare contemporaneamente un'offensiva aggressiva in Oriente.Fece anche pressioni sui suoi alleati per accettare alcune delle sue richieste, compreso il possesso sovietico della parte orientale della Polonia del dopoguerra e il suo veto sul piano per dividere la Germania del dopoguerra in cinque stati autonomi. Fu anche determinato che i sovietici si sarebbero uniti alla lotta contro il Giappone dopo la sconfitta della Germania nazista.

Gli Stati Uniti sequestrano Kwajalein, Roi-Namur nel Pacifico: Colpito da fuoco antiaereo, un aerosilurante giapponese esplode durante un attacco al largo dell'isola di Kwajalein. Gli assalti statunitensi a Kwajalein e nella vicina Roi-Namur, nel profondo della catena delle Isole Marshall, nel febbraio 1944 sorpresero i giapponesi, che avevano compiuto uno sforzo difensivo maggiore verso le isole più esterne. La Quarta Divisione Marine conquistò Roi-Namur in due giorni e la Settima Divisione di Fanteria prese Kwajalein in quattro giorni. Le vittime degli Stati Uniti sono state relativamente leggere. La cattura delle basi aeree dell'isola privò i giapponesi di uno scudo difensivo e aprì la strada alle Caroline e alle Marianne, che erano i veri trampolini strategici per qualsiasi assalto al Giappone.

Il Giappone difende l'atollo di Tarawa: Drappeggiato con bombe a mano e munizioni, un marine si ferma a bere dalla sua borraccia il 6 dicembre 1943, durante la lotta per Tarawa. La Seconda Divisione Marine aveva combattuto nelle Salomone, ma l'assalto anfibio alla minuscola e ben difesa Tarawa era un'esperienza nuova. Il contrammiraglio giapponese Shibasaki Keiji si vantava che "milioni di americani non sarebbero riusciti a conquistare Tarawa in cento anni". Le difese includevano filo spinato, mine, tetraedri, quasi 500 fortini, carri armati leggeri, mitragliatrici pesanti e fucili navali da otto pollici. Grazie all'ostinato coraggio dei singoli Marines, Shibasaki è stato smentito, ma il costo è stato elevato. Più di 1.000 americani sono stati uccisi o sono scomparsi.

Marines statunitensi abbattuti a centinaia sull'atollo di Tarawa: I Marines morti ricoprono la spiaggia dopo la battaglia di 76 ore per Betio (all'angolo sud-ovest dell'atollo di Tarawa) e la sua pista di atterraggio strategicamente importante. Come primo test su larga scala della dottrina anfibia degli Stati Uniti contro una spiaggia nemica fortemente fortificata, l'assalto di Tarawa è stata un'esperienza di apprendimento costosa. Preceduti da un bombardamento inadeguato, ostacolato da una disastrosa bassa marea e privi di veicoli cingolati sufficienti per superare l'ampia barriera corallina di Betio, i marines furono abbattuti a centinaia mentre guadavano verso le spiagge di sbarco fortemente difese. "Era un momento di estrema ferocia", ha scritto un testimone. "Ancora non so come abbiano preso il posto."

Le truppe giapponesi scelgono il suicidio piuttosto che la resa: Intrappolati nel loro bunker su Tarawa, due truppe della Forza di Sbarco Navale Speciale giapponese hanno scelto il suicidio piuttosto che la resa. I marines statunitensi si sarebbero abituati a tale tenacia nella loro marcia attraverso il Pacifico centrale. Tipico di quello che sarebbe successo a Saipan, Guam e Iwo Jima, la guarnigione nemica a Tarawa ha combattuto quasi fino all'ultimo uomo. Dei circa 5.000 soldati nemici su Betio, 4.690 furono uccisi. Dei 146 prigionieri presi dai marines statunitensi, praticamente tutti erano arruolati lavoratori coreani. Solo 17 giapponesi, tutti feriti, furono catturati.

L'ammiraglio americano RaymondAbete rosso:low-key ma di successo: L'ammiraglio Raymond Spruance guidò la Task Force 16 con le sue due portaerei a Midway nel giugno 1942, giocando un ruolo chiave in quell'impegno decisivo. Come comandante della Quinta Flotta, diresse successivamente le operazioni per catturare i Gilbert, i Marshall, i Marianas, Iwo Jima e Okinawa. Comandò anche la forza che sconfisse la flotta di portaerei giapponese nella battaglia del Mare delle Filippine nel giugno 1944. Spruance succedette all'ammiraglio di flotta Chester Nimitz come comandante della flotta del Pacifico alla fine del 1945. Descritto dallo storico Samuel Eliot Morison come "uno dei più grandi combattimenti e ammiragli pensanti nella storia navale americana," Spruance evitò la pubblicità e non ricevette mai molti consensi popolari.

Entro la fine di novembre 1943, gli Alleati avevano conquistato Tarawa. La cronologia della sezione successiva riassume questo e altri eventi di quel mese.

Per ulteriori cronologie e informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale, vedere:

Considerando l'aggressione della Germania nazista all'Unione Sovietica, non sorprende che i sovietici abbiano trattato i prigionieri di guerra tedeschi senza pietà. I tedeschi non solo invasero il territorio sovietico, ma anche le SS e Wehrmacht commise una litania di atrocità contro coloro che la leadership nazista chiamava Soviet Untermenschen (subumani). Nonostante alcuni casi isolati di compassione russa, le condizioni nei campi di prigionia erano generalmente pessime, con un tasso di mortalità giornaliero dell'1% negli ospedali del campo.

I prigionieri di guerra tedeschi erano spesso costretti a costruire i propri campi, ma con bunker di terra sotterranei piuttosto che capanne per l'alloggio. I bunker si allagavano regolarmente in primavera e in autunno. Il suicidio, la malattia, la dissenteria, l'esecuzione sommaria e la morte per congelamento erano all'ordine del giorno. Anche i prigionieri di guerra che erano in forma quando catturati spesso soccombevano a una dieta da fame di miglio non macinato e a un programma punitivo di duro lavoro. I prigionieri di guerra hanno lavorato su importanti progetti di costruzione, come la ricostruzione di Stalingrado, schemi idroelettrici e scavi del canale Don-Volga.

Nella filosofia sovietica l'uomo era solo un altro materiale da utilizzare al massimo e poi da scartare. Nel maggio 1945, i sovietici detenevano quasi 1,5 milioni di prigionieri di guerra nella sola Germania. Diversi milioni in più erano già stati trasportati in Unione Sovietica per unirsi alle diverse centinaia di migliaia di prigionieri di guerra tedeschi catturati all'inizio della guerra. Dei prigionieri di guerra, due terzi sono sopravvissuti per tornare a casa in Germania. Gli ultimi 9.626, condannati per crimini di guerra, non furono rilasciati dall'Unione Sovietica fino al 1955.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 19 novembre 1943-2 dicembre 1943

La conquista di Tarawa è solo uno degli eventi storici della seconda guerra mondiale del novembre 1943. I momenti salienti della guerra tra fine novembre e inizio dicembre 1943 sono inclusi nella seguente cronologia.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 19 novembre-2 dicembre

19 novembre: Quattordici marinai britannici, sopravvissuti al mercantile affondato in una mina Penolver, vengono salvati dal mercantile americano DeLisle. Il DeLisle colpisce prontamente un'altra mina, rimandando i britannici nell'Atlantico, dove vengono miracolosamente salvati per la seconda volta.

20 novembre: Le forze statunitensi combattono una feroce resistenza giapponese mentre sbarcano sulle isole Gilbert di Makin e Tarawa.

21 novembre: In uno dei raid aerei più devastanti della storia della guerra, Berlino viene attaccata da 775 aerei della Royal Air Force britannica (RAF).

22-26 novembre: Alla Conferenza del Cairo, Roosevelt, Churchill e Chiang Kai-shek discutono la strategia per il fronte birmano. Annunciano che tutte le aree sequestrate dal Giappone dal 1894 saranno restituite ai loro precedenti proprietari.

25 novembre: Gli alleati bombardano le posizioni giapponesi a Rangoon, in Birmania.

28 novembre: Roosevelt, Churchill e Stalin tengono il loro primo incontro faccia a faccia a Teheran, in Iran. Riaffermano il loro impegno a prepararsi per l'Operazione Overlord, l'invasione della Francia.

Gli Alleati completano la conquista dell'isola di Tarawa. Circa 4.600 giapponesi e 1.100 americani perdono la vita nella battaglia.

2 dicembre: Gli Stati Uniti portano 15 noti scienziati atomici nel New Mexico per aiutare a costruire la bomba.

Di fronte a un forte calo del numero di minatori che lavorano sul fronte interno, il ministro del lavoro britannico Ernest Bevin decreta che uno su 10 arruolati sarà inviato alle miniere di carbone invece che in prima linea.

Il porto meridionale italiano di Bari è devastato da un raid aereo tedesco. Diciannove navi vengono distrutte quando le bombe colpiscono due depositi di munizioni a bordo della nave.

Titoli della seconda guerra mondiale

I titoli e le foto sottostanti forniscono ancora più informazioni sugli eventi della seconda guerra mondiale del 1943.

I tedeschi continuano a combattere in Italia: Sin dalla Conferenza di Casablanca del gennaio 1943, Churchill spinse per l'invasione dell'Italia, il " ventre molle dell'Europa" Roosevelt e i suoi consiglieri militari credevano che una tale invasione sarebbe stata una distrazione poco saggia dalla preparazione per l'invasione della Francia. Contro la campagna d'Italia era anche il terzo alleato, Stalin. I combattimenti in Sicilia non erano ancora iniziati quando si ripresero le discussioni sull'Italia. Alla fine si decise di non fermare lo slancio offensivo. Le truppe britanniche e canadesi invasero l'Italia il 3 settembre con poca opposizione. Prima del secondo sbarco a Salerno il 9 settembre, le truppe appresero che l'Italia si era arresa. Le truppe tedesche, tuttavia, contestarono ostinatamente lo sbarco di Salerno e ogni centimetro dell'avanzata alleata.

La Linea Gustav si estende in tutta la penisola italiana: Per bloccare l'avanzata alleata, il feldmaresciallo Albert Kesselring, comandante tedesco in Italia, costruì difese a sud di Roma. La Linea Gustav era la più formidabile delle quattro linee di difesa che si estendevano in tutta la penisola italiana. La Linea Gustav era una serie di bunker di cemento e postazioni di artiglieria sulle pareti rocciose delle montagne fronteggiate da una terra di nessuno di filo spinato e mine antiuomo. Fanteria alleata, aviotrasportati e ranger hanno combattuto ostinatamente lungo questa linea, come si vede qui.

L'amante di Hitler, Eva Braun, è isolata dalla guerra: Eva Braun, l'amante di lunga data di Hitler, è raffigurata al Berghof, il Führerla casa di montagna bavarese. Isolata dalle realtà politiche del Terzo Reich e della guerra, a Braun furono concessi lussi che Hitler negava ad altre donne tedesche, compreso il trucco e l'uso di alcol e tabacco. Sebbene si dicesse che Hitler diventasse insolitamente spensierato in sua presenza, non ha mai riconosciuto pubblicamente la loro relazione, e secondo quanto riferito Braun era solo e infelice. Hitler e Braun si sposarono finalmente con una cerimonia civile il 29 aprile 1945, il giorno prima di suicidarsi insieme.

Il generale dell'esercito americano Mark WayneClark combatte i nazisti in Italia: Capace ma eccessivamente fiducioso, il generale Mark Wayne Clark fu nominato comandante della Quinta Armata degli Stati Uniti nel 1943. Il suo incarico di settembre, di sbarcare le sue truppe nel porto di Salerno e dirigere una parte dell'invasione dell'Italia, sembrava abbastanza facile. Mussolini era già stato rimosso dal potere e il governo italiano si era arreso agli Alleati. Ma Clark e altri comandanti alleati non riuscirono a cogliere la determinazione di Hitler a non perdere l'Italia. La campagna d'Italia continuò aspramente in luoghi come Anzio e Montecassino fino a quando la V Armata entrò a Roma nel giugno 1944. I comandanti alleati accettarono finalmente la resa degli ultimi difensori tedeschi d'Italia il 2 maggio 1945.

Il cibo per i soldati russi include pane, zuppa: Le razioni dell'Armata Rossa variavano da adeguate a inesistenti a seconda della situazione dell'approvvigionamento. Il pane e la zuppa erano la base. Un tipo di zuppa di cavolo chiamata shchi era comune, come lo era kasha, che è grano saraceno bollito. Gli integratori includevano maccheroni, pesce salato, tè, sale, strutto o grasso di pancetta e qualsiasi verdura che il soldato potesse raccogliere. Lo spam americano è diventato una fonte comune di carne. Il pane e la salsiccia venivano spesso emessi prima delle operazioni di combattimento poiché sarebbero durati per giorni senza rovinarsi.

Il Muro Atlantico dei nazisti comprende bunker armati: Dalla primavera del 1942 al 1944, la Germania nazista costruì fortificazioni lungo 3.000 miglia di costa francese e belga. chiamato il Atlantikwall (Atlantic Wall), il sistema di difesa è stato progettato dall'ingegnere Fritz Todt. Sotto la direzione del feldmaresciallo Erwin Rommel, il muro aveva lo scopo di proteggere l'Europa dalle invasioni alleate via mare. Le difese includevano 14.000 bunker di cemento armati di mortai, mitragliatrici e postazioni di cannoni più grandi, come questa Fernkampfbatterie (batteria da battaglia a distanza). La spiaggia e le acque sottostanti erano protette da ostacoli anticarro, "cancelli belgi" in acciaio destinati a danneggiare i mezzi da sbarco e sei milioni di mine.

Il dicembre 1943 iniziò con il piano della Germania nazista di intensificare la sua campagna di bombardamenti sulla Gran Bretagna. Scopri cos'altro è successo nel dicembre 1943 leggendo la cronologia nella sezione successiva.


6. Ritiro

Rommel poteva vedere che l'attacco non aveva raggiunto il suo obiettivo. Era troppo carico, le scorte stavano finendo e la sua migliore possibilità di sfondamento era stata bloccata dall'artiglieria alleata fuori Thala. Il 23 febbraio si incontrò con i suoi ufficiali e, di fronte all'opposizione di chi riteneva ancora possibile la vittoria, ordinò la ritirata.

Gli attacchi aerei degli Stati Uniti hanno seguito le truppe dell'Asse mentre si ritiravano lungo il passo. Entro il 24 febbraio, la valle vitale era di nuovo nelle mani degli Alleati.


Preparazione alla seconda guerra mondiale: gennaio 1931-agosto 1939

L'offensiva della seconda guerra mondiale della Germania nazista continuò con un bombardamento dell'aeronautica tedesca che distrusse la città basca di Guernica. La cronologia della seconda guerra mondiale riportata di seguito descrive in dettaglio questo evento e altri importanti eventi avvenuti dal 1 novembre 1936 al 7 luglio 1937.

Cronologia della seconda guerra mondiale: 1 novembre 1936-7 luglio 1937

1 novembre 1936: Parlando ad una folla a Milano, Benito Mussolini conia il nome "Asse" per l'Italia e i suoi alleati quando afferma che la "linea tra Roma e Berlino non è una partizione, ma piuttosto un asse attorno al quale tutti gli stati europei". può anche collaborare."

18 novembre 1936: Il nuovo governo spagnolo del generale Franco ottiene il riconoscimento formale dall'Italia e dalla Germania nazista.

25 novembre 1936: Il Patto Anti-Comintern è firmato dalla Germania nazista e dal Giappone contro il Comintern internazionale ma non contro l'Unione Sovietica.

Dicembre 1936: Il leader nazionalista cinese Chiang Kai-shek viene rapito dal generale Chang Hsueh-liang per costringere Chiang Kai-shek a dedicare più tempo ed energie per affrontare i giapponesi, e non i comunisti cinesi.

11 dicembre 1936: Giorgio VI viene incoronato re d'Inghilterra in seguito all'abdicazione di suo fratello, Edoardo VIII, che sposò Wallis Simpson, una divorziata americana.

27 aprile 1937: A sostegno del generale Franco, l'aviazione tedesca in Spagna effettua un bombardamento che distrugge la città basca di Guernica.

28 maggio 1937: Neville Chamberlain diventa primo ministro britannico.

25 giugno 1937: Neville Chamberlain, nel suo primo discorso da primo ministro britannico, si congratula inspiegabilmente con la Germania nazista per la sua presunta moderazione militare.

7 luglio 1937: Le truppe giapponesi incontrano resistenza in Cina quando chiedono l'accesso alla città di Wanping, vicino a Peiping. Ne consegue una scaramuccia al ponte Marco Polo ai margini della città, fornendo la scintilla che accenderà la seconda guerra sino-giapponese.

Titoli della seconda guerra mondiale

Di seguito sono riportati altri punti salienti e immagini che delineano gli eventi della seconda guerra mondiale e mostrano i dettagli della propaganda cinese, nonché la crescente offensiva di guerra dell'Italia a metà degli anni '30.

I manifesti di propaganda cinese comunicano a una nazione per lo più analfabeta: Per secoli, i governanti cinesi hanno espresso le loro convinzioni alla popolazione contadina attraverso manifesti di propaganda. Con immagini pubblicate su muri, cartelloni pubblicitari e altre superfici, il governo è stato in grado di comunicare con una popolazione per lo più analfabeta. Per la stragrande maggioranza dei 500 milioni di cinesi, c'era poca preoccupazione per il risultato finale della guerra. La loro lotta quotidiana per la sopravvivenza sarebbe continuata, indipendentemente da chi governasse il paese.

Le forze italiane di Benito Mussolini attaccano e prevalgono sull'Abissinia: Il 3 ottobre 1935, nel suo fervore per l'impero, il dittatore italiano Benito Mussolini attaccò la nazione africana dell'Abissinia (l'odierna Etiopia), che aveva resistito con successo al colonialismo italiano nel 1889. Gli aerei italiani mitragliarono i membri delle tribù armati di fucile con il fuoco delle mitragliatrici e bombardati villaggi di capanne di fango. Il figlio di Benito Mussolini ha commentato con orgoglio che le vittime sono esplose come "una rosa in boccio che si dispiega". L'attacco aereo è stato seguito dall'artiglieria italiana, dalla fanteria e dall'uso dell'iprite. Dopo poco più di sette mesi di combattimenti, le forze di Benito Mussolini prevalsero.

Adolf Hitler ordina all'esercito tedesco di occupare la Renania: Nel marzo 1936, Adolf Hitler ordinò all'esercito di occupare la Renania smilitarizzata, situata nell'ovest della Germania nazista. Lì, le truppe hanno ricevuto un'accoglienza entusiasta da parte della popolazione. In pratica, questo era un rischio di Adolf Hitler, poiché la Germania nazista era ancora mal preparata per la guerra. Gran Bretagna e Francia difficilmente si opposero a questa provocatoria azione militare, sebbene la Francia spostò 13 divisioni nell'area di confine. Questo notevole successo aumentò la posizione più ampia di Adolf Hitler nella Germania nazista. La costruzione delle difese del Muro Ovest della Germania nazista ora potrebbe essere avviata.

La critica pungente di John Heartfield ai nazisti: L'artista tedesco John Heartfield ha usato immagini politicamente cariche in opere di critica politica. Durante la prima guerra mondiale, cambiò il suo nome da Helmut Herzfeld per protestare contro il sentimento anti-britannico dei tedeschi. Dopo che i nazisti salirono al potere, Heartfield si esiliò in Cecoslovacchia e poi in Inghilterra. Ha usato svastiche e altri simboli nazisti per un uso ironico nei suoi fotomontaggi, come Urrà, il burro è tutto! (Evviva, il burro è finito!). Citando l'affermazione di Hermann Göring sul fatto che il ferro rende le persone forti (e il burro le rende solo grasse), Heartfield ha mostrato una famiglia che consuma pezzi di metallo.

Giochi olimpici estivi di Adolf Hitler del 1936: Nel maggio 1931, il Comitato Olimpico Internazionale assegnò a Berlino le Olimpiadi estive del 1936. I nazisti pianificarono di sfruttare le Olimpiadi ritraendo la Germania nazista come un membro pacifico della comunità internazionale. Prima dei Giochi estivi, Adolf Hitler ordinò la rimozione di feroci cartelli antiebraici in tutta Berlino, come "Gli ebrei non sono ricercati in questo luogo". Come segno, permise a un atleta ebreo tedesco di partecipare. Attraverso l'impiallacciatura, molti hanno visto la bruttezza del razzismo nazista. Un funzionario tedesco brontolò che gli americani stavano lasciando competere "non umani, come [il velocista Jesse] Owens e altri atleti negri".

I giapponesi continuarono la loro offensiva della seconda guerra mondiale in Cina, mentre Adolf Hitler ottenne più potere nella Germania nazista. Continua alla pagina successiva per una cronologia dettagliata sugli importanti eventi della seconda guerra mondiale che si sono verificati dal 29 luglio 1937 all'agosto 1938.


Guarda il video: Fall Achse 8 settembre 1943 (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Anthor

    Purtroppo! Purtroppo!

  2. Leon

    Mi congratulo, quali parole necessarie..., il pensiero magnifico

  3. Wiellatun

    Grazie. Informazioni molto utili

  4. Deerward

    Ritengo che tu commetta un errore. Posso dimostrarlo. Scrivimi in PM.

  5. Marland

    Credo, che non hai ragione. Discutiamone. Scrivimi in PM, parleremo.



Scrivi un messaggio