Podcast di storia

Freccia Silvana ID-2150 - Storia

Freccia Silvana ID-2150 - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Freccia Silvana
(Id. No. 2150: dp. 18,610; 1. 467'6; b. 62'6; dr. 2r7;
S. 11 mila; cpl. 90; un. 1 6, 1 b)

Sylvan Arrow (ID. 2150) fu costruita nel 1918 dalla New York Shipbuilding Corp., Camden, NJ La nave era di proprietà e gestita come petroliera dalla Standard Oil Co. Arrivò a New York il 15 luglio 1918, fu rilevata e riadattato per uso navale; è stato commissionato il 19 luglio; e assegnato al Servizio Navale di Trasporto d'oltremare.

Sylvan Arrow caricò un carico di olio combustibile e idrovolanti a New York e salpò per l'Inghilterra il 28. Arrivò a Devonport il 14 agosto e iniziò il suo viaggio di ritorno il 17. Ha consegnato il carico a Brest, in Francia, il 22 settembre e ne ha scaricato un altro a Sheerness, in Inghilterra, l'11 novembre.

Quando la petroliera tornò a New York il 29 novembre, le fu ordinato di smobilitare. Sylvan Arrow è stato messo fuori servizio il 21 gennaio 1919 e restituito al suo proprietario.


Storia di Sherwood

1820- Benjamin Kellogg, un fabbro e agricoltore originario della Pennsylvania, e la sua famiglia si stabiliscono nell'area conosciuta oggi come Sylvan Hills.

1840 - Minerali preziosi, come argento, piombo e zinco, vengono scoperti nella terra di Kellogg lungo il torrente che in seguito porterà il suo nome. Dopo la conferma da parte dei funzionari della Commissione geologica dell'Arkansas, Thomas Newton, Sr., presidente della Southwest Arkansas Mining Company, affitta la terra di Kellogg e inizia le operazioni minerarie. La città di Argenta, Arkansas, (ora North Little Rock) prenderebbe il nome da queste miniere d'argento poiché "argentum" in latino significa argento.

1861 - Le attività minerarie di Newton vengono interrotte all'inizio della guerra civile e le forze confederate prendono il controllo delle miniere, usando il piombo per produrre proiettili.

1863- A settembre, le forze dell'Unione prendono il controllo delle miniere di Kellogg e distruggono le operazioni dei Confederati lì.

1866- Un anno dopo la fine della guerra civile, le attività minerarie riprendono alle miniere di Kellogg.

1874- John Hampton Lea e Annabelle (Smith) Lea si stabiliscono su 500 acri nell'area. Costruiscono una capanna di tronchi nelle vicinanze dell'attuale Powell Drive. Sebbene sia stato scritto male, Lee Avenue a Sherwood prende il nome da questa famiglia. Il loro cimitero di famiglia si trova vicino all'angolo tra Essex Street e Coolhurst Street a Sherwood.

1881- Frank e Mary Calva stabiliscono un'ampia porzione di terra che copre la maggior parte dell'area occidentale conosciuta oggi come "Old Sherwood". La fattoria originale di Calva è stata costruita dove ora si trova la scuola elementare di Sherwood. Calva Road a Sherwood prende poi il nome da loro.

Frank e Mary Calva, membri della famiglia Calva che insediò la zona nel 1800

1912- Julius Koehler, Sr. e sua moglie, Pauline, acquistano e coltivano un terreno situato nella parte sud-occidentale dell'inizio di Sherwood, dove si trova oggi Koehler Avenue. Koehler Avenue a Sherwood prende il nome da loro.

1922- Il figlio di Julius, Sr. e Pauline Koehler, Julius Jr., insieme a sua moglie, Josephine, e le loro due figlie, Lorene e Pauline, si trasferiscono nella zona per aiutare i loro genitori a coltivare la terra e allevare bestiame. La famiglia fonda il caseificio Koehler.

1923- John Wirges, Sr. e Mary Wirges avviano un'azienda lattiero-casearia nell'area in cui si trova ora West Kiehl Avenue. Anche il loro figlio, John, Jr. e sua moglie, Florene, avrebbero aiutato a gestire l'azienda di famiglia. L'ex governatore dell'Arkansas e senatore degli Stati Uniti, James Clarke, acquista la terra dove si trovavano le miniere di Kellogg e le operazioni minerarie ricominciano. La Sylvan Hills Community Church è costruita lungo la State Highway 5 (ora Highway 107), su una proprietà donata dal famoso sviluppatore immobiliare dell'Arkansas centrale, Justin Matthews, Sr.

1925- I Koehlers sono i primi nella zona a ricevere l'elettricità.

Foto delle miniere di piombo e argento di Kellogg a Sylvan Hills, circa 1926

Settembre 1928 Annuncio della rivista per le suddivisioni di Park Hill e Sylvan Hills di Justin Matthews con la clubhouse originale del Sylvan Hills Country Club

La stazione di rifornimento Roundtop come apparve poco prima della sua chiusura nel 1981

Il primo camion per le consegne di Wirges Dairy Farm, intorno agli anni '30

1947- A maggio, a casa dei coniugi Fred Rains, si tiene il primo servizio di culto della Chiesa Metodista Unita di Sylvan Hills. A dicembre, un gruppo di uomini si incontra a casa di Dennis e Ailene Duran per discutere la possibilità di formare un circolo civico per iniziare il processo di incorporazione dell'area. Il gruppo fa un poster, promuovendo l'incorporazione, che viene visualizzato nella vetrina del negozio di alimentari di Wesley Wright situato all'angolo tra Oak Hill Avenue e Central Avenue (ora Country Club Avenue).

1948- Il 22 aprile Sherwood viene ufficialmente costituita come città. Il 10 luglio vengono eletti il ​​primo sindaco, l'archivista e il consiglio comunale di Sherwood. Il sindaco Hal P. "Bob" LaCoste vince in una gara di tre. Joe Trussell viene eletto primo registratore di Sherwood. Cinque uomini sono eletti al Consiglio Comunale: D.J Matthews (Ward 1), Joseph R. Harrington (Ward 2), D.V. Nave (reparto 3), Dennis D. Duran (reparto 4) e Floyd K. Noel (reparto 5). Il 23 novembre, il Consiglio Comunale nomina Jack Matthews come Town Marshal e Dog Catcher. La nomina di Matthews a Town Marshal sarebbe stata la genesi del dipartimento di polizia di Sherwood.

Il primo sindaco di Sherwood, Hal P. "Bob" LaCoste

1950- A febbraio, la signora George Martens avvia il primo "giornale" di Sherwood, The Sherwood News, prodotto da volontari e distribuito gratuitamente in città fino al 1972. Ad aprile inizia una campagna per Sherwood che rinuncia al suo status di città ma non ha successo. Il 6 settembre, Sherwood crea il proprio dipartimento dei vigili del fuoco volontari.

1951- Il 22 settembre, i vigili del fuoco di Sherwood riceve il suo primo camion dei pompieri.

Il primo camion dei vigili del fuoco di Sherwood, circa 1951

1953- L'8 gennaio viene istituita la Loggia Massonica di Sylvan Hills su dispensa della Gran Loggia dell'Arkansas.

1956- Viene fondata la Sylvan Hills High School.

1959- La prima classe di diploma della Sylvan Hills High School, composta da 101 studenti, diplomati.

1964- Il giornale Sherwood Voice inizia come volantino di generi alimentari ed è pubblicato dalla famiglia Anderson.

1965- A settembre, Harry Hastings, Jr., fonda la First State Bank di Sherwood, Arkansas.

1966- A novembre, Sherwood riceve il proprio ufficio postale. L'ufficio postale di Sherwood si trova in un edificio affittato da Dee Jay Hudson all'angolo tra North Hills Boulevard e Highway 107. Wirges Dairy è chiuso dopo la morte di John Wirges, Sr.

1967- Il 6 gennaio viene aperta la First State Bank of Sherwood. La costruzione della nuova Sylvan Hills High School è completata.

1971- Il 27 ottobre viene avviata la Camera di Commercio Nord Pulaski. Nel 1987, il nome della Camera sarebbe cambiato in Camera di Commercio di Sherwood.

1973- La prima biblioteca pubblica di Sherwood viene aperta nell'ex municipio il 14 marzo.

La prima bandiera di Sherwood, disegnata e cucita dalla signora Rosa Cummings nel 1976

1976- Sherwood celebra il 200° compleanno dell'America. Rosa Cummings disegna e cuce la prima bandiera della città di Sherwood. Ailene Duran scrive il primo libro di storia di Sherwood, "I segni dicono Sherwood". La comunità di Sylvan Hills è annessa a Sherwood.

1981- La città di Sherwood acquista il suo primo computer: un Cromenco System III prodotto da Texas Instruments.

1985- Il servizio postale degli Stati Uniti apre una nuova struttura postale situata in Wildwood Avenue a giugno.

1987- Lo Sherwood Rotary Club viene fondato il 18 novembre con 25 soci.

1989- La Biblioteca Amy Sanders del Central Arkansas Library System, che prende il nome dall'impiegata cittadina di lunga data Amy Sanders, apre il 14 febbraio. Il primo municipio di Sherwood, in seguito utilizzato come edificio della comunità, viene distrutto da un incendio ad agosto.

1990- A maggio, l'Università dell'Arkansas centrale a Conway pubblica i risultati di uno studio che nomina Sherwood come "il miglior posto dove vivere in Arkansas" su 30 città. Fred Rains TV and Appliance, famoso per essere "Sherwood's Only Skyscraper - Two Stories High", chiude a ottobre dopo 40 anni di attività.

1992- Lo Sherwood Grocery della famiglia Hudson chiude a maggio dopo 45 anni di attività. Viene costruito lo Sherwood City Administration Building in East Kiehl Avenue, che ospita gli uffici del sindaco, dell'impiegato comunale, del dipartimento informatico e del dipartimento di ingegneria.

1994- La città di Sherwood acquista la foresta di Sherwood di Woody da Jess Woods.

1995- Il 4 gennaio il presidente Bill Clinton dedica la scuola elementare di magnete William Jefferson Clinton a Sherwood. La scuola è la prima ad essere nominata in onore di Clinton. Il 1° luglio, Sherwood riceve il suo primo codice postale in tutta la città dal servizio postale degli Stati Uniti.

1996- Il Jack Evans Senior Citizens Center, che prende il nome dall'ex sindaco Jack Evans, apre il 4 marzo.

1998- Sherwood celebra il suo 50° compleanno con una "colazione da veterani", una cerimonia di capsula del tempo, una parata e un picnic.

2002- Il Bill Harmon Recreation Center, che prende il nome dal sindaco Billy Jack Harmon, apre a maggio.

2006- L'organizzazione Keep Sherwood Beautiful viene creata a luglio.

2007- Il 31 luglio, la City Clerk Virginia Hillman vince un'elezione speciale per diventare la prima donna sindaco di Sherwood.


Sugli elfi

Kaspar il Negromante legge dal diario dei suoi viaggi nelle terre silvane:

Irollan, il regno degli elfi

Anime graziose e pazienti che vivono in stretta armonia con la terra, gli Elfi sono in sintonia con il Drago della Terra. La sua natura deliberata e l'antica saggezza si riflettono nel loro approccio alla vita e al culto. Diffidenti nei confronti delle macchine e delle città, mantengono le loro antiche usanze e si alleano con gli altri solo raramente. Va sottolineato che le terre degli Elfi non sono sicure. Gli animali selvaggi, il terreno naturale e gli stessi Elfi rappresentano tutti pericoli formidabili per il viaggiatore incauto...

…Ho preso molti appunti sulla flora e la fauna che si trovano a Irollan, ma immagino che questo dovrebbe essere un argomento per un'altra volta. Concentriamoci sugli Elfi stessi, vero? Oh aspetta, quella parte potrebbe essere rilevante per la questione in questione:

…I boschi sono ricchi di risorse naturali, tanto che gli Elfi raramente devono commerciare con gli estranei a meno che non lo desiderino. Anche altre risorse naturali sono abbondanti. I fiumi ei laghi pullulano di pesci, i boschi abbondano di selvaggina, erbe e piante da frutto crescono spontanee in abbondanza. Gli Elfi hanno imparato a curare questi raccolti a modo loro, così che un estraneo che si imbattesse in una fattoria elfica riconoscerebbe a malapena la differenza dai boschi circostanti.

Le città elfiche sono più in aria che a terra. Gli Elfi molto tempo fa padroneggiavano l'arte di convincere gli alberi a crescere secondo i loro desideri, e come tali hanno creato grandi baldacchini sopra il suolo della foresta su cui costruiscono le loro città. Scale, ponti di corda e altri dispositivi simili collegano i vari livelli di queste città arboree. Re e nobili abitano ai livelli più alti, mentre la gente comune vive più vicino alla terra. Le città elfiche hanno una componente terrestre, principalmente fucine e simili, ma gli Elfi si affidano agli alberi per proteggere le loro città meglio di quanto potrebbe mai fare qualsiasi muro...

Seguono altre descrizioni di alberi e case degli elfi. Ah! Questo è più simile a questo:

…Ci sono quattro città principali all'interno del regno elfico, ognuna delle quali funge da capitale stagionale per il re e la sua corte. La capitale cambia ai solstizi e agli equinozi e ogni città cerca sottilmente di superare le altre. Syris Thalla ("New Green") è la capitale della primavera, situata a ovest. Syris Vaniel ("Golden Sun") è la capitale del sud e dell'estate. Syris Lothran ("Bloodleaf") è la capitale dell'autunno e si trova a est, vicino al confine di Haven. Syris Wynna ("Vento Bianco") è la capitale settentrionale e domina in inverno. Il cambio della capitale è un evento importante nel calendario elfico e la processione della corte reale di città in città è uno spettacolo magnifico da vedere.

Sono stato davvero fortunato, come outsider, ad assistere al viaggio da Syris Wynna a Syris Thalla, alla fine del mio soggiorno a Irolan.

La corte del Sommo Re

…C'è un Re degli Elfi, e ci sono molti altri Re sotto di lui. L'Alto Re governa dalla corte centrale e, una volta scelto, la sua parola è legge. Il processo di scelta di un re spetta ai druidi, che digiunano e sopportano la capanna del sudore fino a quando a tutti viene data una visione di chi dovrebbe essere il nuovo sovrano. La decisione deve essere unanime e i druidi rimarranno nella capanna del sudore senza mangiare per tutto il tempo necessario.

Il Sommo Re governa per la vita, che per gli Elfi è davvero un tempo molto lungo. Intorno a lui circola una corte di indovini, druidi, guerrieri, musicisti, dame di compagnia, poeti, giullari, figli di Re minori e simili, un vortice di caos che riesce in qualche modo ad essere sorprendentemente efficiente, soprattutto rispetto alla corte imperiale. Gli intrighi all'interno della corte elfica sono meno letali di quanto non siano eleganti: agli elfi non piace uccidere altri elfi. Piuttosto, lavoreranno per umiliare, esiliare e in altro modo abbattere i loro rivali. Le inimicizie possono durare centinaia di anni, perché gli Elfi non dimenticano le offese e custodiscono ferocemente il loro onore.

C'è chi dice che l'intera lingua degli Elfi, conosciuta come Monlin, la Canzone della Terra, sia musica. Può darsi che sia così, ma gli stessi Elfi affermano di avere un debole per la poesia. Più è composto in modo estemporaneo, meglio è, e l'Elfo che può strappare una sestina al volo guadagna una grande fama dai suoi simili. Tutti gli Elfi hanno due nomi, quello che usano con gli estranei e quello che usano tra di loro. Il nome esterno è generalmente descrittivo e nella lingua comune. Il vero nome è in Elfico, ed è più o meno impronunciabile da chiunque tranne che da un Elfo...

Ma suppongo che tu non sia molto interessato alla poesia e alle ballate elfiche, quindi saltiamo alcune pagine e andiamo direttamente a ciò che ho notato sull'esercito elfico.

Custodi della foresta

…Gli eserciti elfici sono composti da una serie fluida di unità più piccole, che sembrano tutte sapere istintivamente cosa deve fare l'esercito nel suo insieme. I corridori più veloci e i migliori arcieri sono esploratori e schermagliatori, che riferiscono ai nobili che comandano ogni unità. Di solito gli Elfi schermano la loro forza principale con una linea di schermagliatori che serviranno per attirare gli avversari in trappole, dove possono essere colpiti con frecce da tre lati.

Il corpo principale dell'esercito è più pesantemente armato e corazzato. La cavalleria elfica è principalmente cavalleria leggera, anch'essa progettata per la velocità e la manovrabilità rispetto alla potenza scioccante. I cavalieri scaglieranno frecce o lance da cavallo, evitando armi più pesanti come le lance.

Gli Elfi hanno anche una marina considerevole. Le loro barche fluviali sono veloci e leggere, con un sartiame alto per lasciare spazio a molti arcieri. Queste navi hanno anche una costruzione stretta, per renderle più difficili da imbarcare e per usare i numeri dei nemici contro di loro. Sull'oceano, lo schema si ripete. A pochi Elfi piace navigare oltre la vista della terraferma, ma quelli che lo fanno spaziano in lungo e in largo sia come commercianti che come pirati. Senza nemmeno menzionare gli Elfi del Mare, ovviamente...


Sylvan Nursery, Inc.

1028 Strada del Collo di Cavallo
Westport, MA 02790

Ore
lun: 7:30-16:00
mar: 7:30-16:00
mer: 7:30-16:00
gio: 7:30-16:00
Ven: 7:30-16:00
Sab: 7:30-16:00
Sole: Chiuso

1° sabato aperto - 27 marzo

Chiuso Ferie:
Capodanno
Il giorno dei presidenti
giorno della Memoria
3 e 4 luglio
Festa dei lavoratori
ringraziamento
Natale


Abilità [ modifica | modifica sorgente]

Le abilità di un arciere silvano si concentrano principalmente sull'aumento dell'efficacia di ogni attacco, sul causare danni non letali e sull'utilizzo dei sensi dell'arciere al massimo delle sue potenzialità. All'inizio, gli arcieri silvani imparano a memorizzare e focalizzare la posizione del loro nemico, mirando con tale precisione da rendere quasi inutile la copertura o l'occultamento. Con un ulteriore addestramento, un arciere silvano impara a focalizzare ulteriormente i propri sensi e a mirare intuitivamente, anziché o in aggiunta ai fatti osservati. Ώ]

Le imprese di un arciere silvano si concentrano in modo simile sull'espansione della propria consapevolezza o sull'infliggere danni debilitanti. Tiro con l'arco dagli occhi di elfo è una di queste tecniche che dà agli arcieri silvani la capacità di guardare due bersagli contemporaneamente con uguale precisione. Un altro, di natura più aggressiva, è la tradizione elfica del con nome freccia exploit, che permette a un arciere silvano, attraverso certi riti, di mirare straordinariamente bene e allo stesso tempo stordirlo dal colpo. Ώ]


Freccia Silvana ID-2150 - Storia

Con lo slogan "premi il pulsante, noi facciamo il resto", George Eastman mise la prima semplice fotocamera nelle mani di un mondo di consumatori nel 1888. In tal modo, rese un processo ingombrante e complicato facile da usare e accessibile a quasi tutti.

Proprio come Eastman aveva l'obiettivo di rendere la fotografia "comoda come la matita", Kodak continua ad espandere i modi in cui le immagini toccano la vita quotidiana delle persone.


Fonti

La fonte primaria del materiale sullo Stalag IX B si trova nel BA-MA (Bestand: RW 6: v.450-453 RH 53-9/17: Mannschaftsstammlager IX AC) nel WASt Berlin (Stammtafel Stalag IX B) a NARA (RG 389 T 1021, 40-IX B, Vol. 22) in TNA (WO 224/30: Stalag IX B Bad Orb FO 916/1150: Stalag VIII A , VIII B , VIII C , IX B ) in BARch B 162/15557 -15558 (Aussonderung und Tötung sowjetischer Kriegsgefangener im Stalag IX in Bad Orb zwischen Herbst 1941 und Frühjahr 1943) nell'IWM e nell'USHMMA (Acc. 1996 A. 250).

Ulteriori informazioni su Stalag IX B possono essere trovate nelle seguenti pubblicazioni: Ministère de la Guerre, État-Major de l'Armée, 5ème Bureau, "Stalag IX B", Documentation sur les Camps de Prisonniers de Guerre (Parigi, 1945), 243-247 Georg Tessin, Verbände und Truppen der deutschen Wehrmacht und Waffen-SS im Zweiten Weltkrieg 1939-1945. Dritter Band: Die Landstreitkräfte 6-14 (Francoforte sul Meno, 1966), 150 Gianfranco Mattiello e Wolfgang Vogt, Deutsche Kriegsgefangenen- und Internierten-Einrichtungen 1939-1945. Manuale e catalogo: Lagergeschichte und Lagerzensurstempel, vol. 1 (Coblenza, 1986), 21 Mitchell G. Bard, Vittime dimenticate: l'abbandono degli americani nei campi di Hitler (Boulder, Colorado: Westview Press, 1994) Vasilis Vourkoutiotis, Prigionieri di guerra e l'alto comando tedesco: l'esperienza britannica e americana (Londra: Palgrave Macmillan, 2003) "I soldati perduti di Stalag IX-B", Il New York Times (27 febbraio 2005) Flint Whitlock, Give Up For Dead: soldati americani nel campo di concentramento nazista di Berga (New York: libri di base, 2006) Roger Cohen, Soldati e schiavi: prigionieri di guerra americani intrappolati dalla scommessa finale dei nazisti (New York: Alfred A. Knopf, 2005) e Ernest W. Michel, Promesse da mantenere, prefazione di Leon Uris (New York: Barricade Books, 1993).


Guarda cosa dicono i nostri clienti

Siamo originari della California e abbiamo usato Anthony & Sylvan probabilmente 30 anni fa (mia madre lo aveva). Ho chiamato diverse aziende e Anthony & Sylvan è stato il primo a contattarmi ed è uscito subito. Hanno fatto di tutto per la nostra nuova piscina. Adoro la cascata che hanno. Tutti sono stati molto bravi. Quando abbiamo dovuto chiamarli per qualcosa, è stato risolto. Servizio molto buono. E 'stata una grande esperienza.

- Susan F.

Abbiamo fatto installare la nostra piscina sotterranea e la vasca idromassaggio da Anthony e Sylvan. Il nostro consulente di design è stato fantastico. Ci ha ascoltato ed è rimasto nella nostra fascia di prezzo. Poi il nostro project manager è stato molto attento con noi, ha sempre risposto a chiamate ed e-mail, ed è uscito regolarmente per controllare i progressi. Era davvero disponibile.

- Heidi H.

Siamo molto soddisfatti di Anthony e Sylvan. Tutti sono stati molto professionali, puntuali, hanno lasciato un luogo di lavoro pulito e hanno risposto rapidamente a tutte le domande che sorgevano. Dalla consultazione iniziale con Rob McCubbin, al lavoro con il nostro project manager Harald Bottke e il coordinatore James Pettit, tutte le nostre opzioni sono state ampiamente spiegate. Ci sono stati consigliati da un amico e non esiteremmo a fare lo stesso.

- Gail M.


Un bell'arco un tempo appartenente all'esercito silvano.

Gli uccelli si chiamano l'un l'altro tra i rami di una moltitudine di alberi. Il sole autunnale si riversa tra i sempreverdi e schizza sulle foglie colorate che decorano il suolo della foresta. Un piccolo sentiero sterrato si snoda attraverso la tua visuale e sale su un piccolo rialzo, disturbando a malapena il paesaggio mentre procede. Puoi quasi sentire l'odore dell'aria pulita e sentire la vita pura e gioiosa dei boschi.

Uno dopo l'altro, gli uccelli tacciono. I raggi del sole in qualche modo diminuiscono, anche se rimangono alti nel cielo, e una brezza gelida porta via il tepore della giornata. I boschi sono fermi adesso e una sensazione impura ti fa venire i brividi lungo la schiena. Qualcosa non quadra. Qualcosa che non sarebbe mai dovuto accadere è accaduto. Qualcosa emette un ringhio basso e malaticcio e il silenzio del bosco si fa più profondo.

Un elfo esile arranca lungo il sentiero nel bosco indossando un set di mezze piastre arrugginite. Si ferma, immobile, e dopo pochi istanti ti rendi conto che la sua immobilità è completa. Non respira nemmeno e da sotto l'elmo i suoi occhi brillano di una debole luce rossa proveniente da orbite vuote. L'elfo non morto si mette in moto ancora una volta e dietro di lui arriva una legione di forme barcollanti, tutte striscianti di vita innaturale lungo il sentiero.

Un corno argenteo risuona, sconvolgendo la quiete della foresta. I tamburi degli zoccoli riempiono l'aria e lungo l'intera lunghezza del crinale, una truppa di cavalleria blocca l'avanzata dell'orda di non morti. Un cavaliere alto grida ordini con voce autoritaria. "Pronto!" "Scopo!" "Sciolto!" Frecce lucenti fischiano attraverso i boschi, terminando il loro volo nei corpi e nelle membra dei non morti. L'orda viene falciata come grano leggero alla mietitura davanti agli arcieri a cavallo e, in pochi secondi, i cavalieri iniziano a galoppare lungo l'altura, i loro archi ancora tesi sul nemico.

Uno dei cavalieri si ferma e si toglie l'elmo, guardando la foresta. Le sue orecchie appuntite alludono agli antenati elfici, mentre i suoi capelli chiari e gli occhi lo mostrano come un guerriero silvano. Si china senza nemmeno lasciare la sella e prende una freccia dal petto di uno zombi, facendo una smorfia di disgusto. Altri silvani, sia maschi che femmine, si fermano per recuperare le loro frecce. Una volta che le loro faretre si sono riempite, si formano e scompaiono durante l'aumento. Mentre il suono del loro passaggio svanisce, un uccello solitario cinguetta esitante dalle cime degli alberi.

Lentamente la visione comincia a svanire, e tu ritrovi il senso del qui e ora.


Non sono noti altri dettagli.

È l'alba, testimoniata dai vapori ruscelli di nebbia che salgono dal suolo della foresta carico di rugiada e dall'alone nebbioso di luce che addolcisce la tua vista. In bilico tra un grappolo di rami di tiglio, guardi dall'alto un silvano anziano ma vivace e la sua giovane coorte, che camminano con cautela attraverso il suolo della foresta cosparso di fiori. Passando da un albero all'altro, l'apprendista indica ciascuno ponendo il palmo della mano sul tronco e rivolgendo uno sguardo interrogativo all'anziano. Il silvano più anziano sorride e scuote leggermente la testa, poi indica i difetti rivelati dal suo occhio esperto nella crescita di ogni albero. Infine, un albero viene esaminato a fondo e gli uomini silvani iniziano un rituale di purificazione e legame.

La tua visione fluttua rapidamente attraverso la foresta, prendendo una pista ondulata verso una nuova destinazione. Scendendo verso il basso, attraversi le pareti di una piccola dimora coperta di pelle che riposa in rami divaricati sopra il tronco di un albero secolare. All'interno, una grande quantità di tronchi di legno di tiglio è stivata su stenditoi, ordinati militaristicamente in file ordinate di forma e dimensioni simili. Al centro della stanza c'è una ciotola di ceramica poco profonda di carboni ardenti, che fornisce un calore secco costante ma non opprimente. Scivolando lentamente indietro attraverso il muro, la tua visione accelera rapidamente di nuovo attraverso la foresta, oltre gli scorci di altre abitazioni nascoste appollaiate tra i rami della foresta.

La calda luce gialla satura la tua vista e sei di nuovo in bilico sull'anziano silvano. Impugnando una semplice ascia, strappa la corteccia da una lunga sezione di legno con colpi accuratamente deliberati. La scena si svolge davanti a te con movimenti a scatti, lunghezze ipnotiche di movimenti ritmici che accelerano attraverso rapidi scambi di materiale e strumento. Il processo metodico di strappare lungo le venature del legno chiaro, persuadendolo delicatamente in un pentagramma perfettamente bilanciato, è come una danza fluida tra silvestre e legname. Usando un coltellino più piccolo, l'uomo tira delicatamente lungo la lunghezza dei pezzi, piegando periodicamente il legno in un arco e radendo le aree in cui la curva non è vera".

Sentendo un distinguibile passare del tempo mentre la visione nuota nell'essere, stai di nuovo fluttuando attraverso la foresta ormai familiare. Scivolando ancora una volta nella struttura di pelle supportata dagli alberi, il maestro silvano silvan lavora ancora a fatica. Mettendo a punto un arco elegante - provandolo leggermente con le sue dita abili - un sorriso soddisfatto gioca sulle sue labbra. Il suo apprendista è lì questa volta, che osserva e ascolta attentamente mentre il maestro si concentra sul suo mestiere. Il tempo sembra accelerare e la scena si risolve nei due uomini che si chinano sui righi finiti, piccoli pennelli che danzano ad arte su diversi archi stesi e si tuffano in barattoli di vernice in un tandem esperto.

La tua visione si incanala e poi ti precipiti attraverso l'abitazione della foresta, rallentando e poi fermandoti al volo sopra una lunga radura. Nel caldo sole pomeridiano che filtra obliquamente tra gli alberi si vede un semplice bersaglio di paglia, dipinto con un brillante nimbo giallo-arancio. Concentrandoti sul bersaglio, lo vedi esplodere improvvisamente in una proliferazione di particelle scosse da una freccia che attraversa completamente il centro contrassegnato in rosso e a metà dell'albero dietro di esso. Ti volti e corri avanti per vedere il vecchio e il suo apprendista, a duecento passi di distanza lungo la striscia di radura. Sorridendo soddisfatto, il maestro abbassa l'arco e fa un cenno al giovane silvano. Scambiando l'arco provato con uno nuovo, il maestro tira un'altra asta all'orecchio e lo lascia volare.


Guarda il video: FE2 Community Maps Wild Savannah Old Version (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Cullan

    Non essere truffato su questo account.

  2. Eusebius

    Scusa se ti interrompo, ma ho bisogno di qualche informazione in più.

  3. Ohanko

    Ci scusiamo per non essere stato in grado di prendere parte alla discussione in questo momento - sono molto impegnato. Sarò rilasciato - esprimerò sicuramente la mia opinione su questo tema.

  4. Comhghan

    È solo ridicolo.



Scrivi un messaggio