Podcast di storia

Fino a che punto dovrei tornare indietro nella storia russa per capire la Russia comunista?

Fino a che punto dovrei tornare indietro nella storia russa per capire la Russia comunista?

Sto scrivendo una storia e ho bisogno di informazioni sul regime comunista russo perché sto scrivendo un libro su un governo molto simile a quello della Russia comunista, incentrato specificamente su un governo di stato di polizia come l'URSS. La mia domanda è per capire lo stato di polizia dell'URSS e i passaggi per ottenere il loro, come il libro di Naomi Wolf "The E,nd of America", dove dovrei iniziare a capire il comunismo in termini di tempo? Qualcuno ha detto 1850 poco prima della rivoluzione russa. La prima storia del patrimonio russo e slavo è necessaria per comprendere il dominio comunista sotto Stalin e Lenin?


No, non è necessario. Penso che dovresti leggere meglio la storia del marxismo e della Grande Rivoluzione francese. Se vuoi approfondire la storia, puoi partire dal Comune di Roma (1144).


Almeno per me, questa domanda può essere riformulata così: fino a che punto i contorni del regime comunista in Russia erano determinati dalle peculiarità nazionali russe?

Studiosi come Richard Pipes sostengono che il regime sovietico fosse uno sviluppo di una sorta di matrice russa immanente. Ecco un riassunto wiki:

Pipes è noto per aver sostenuto che le origini dell'Unione Sovietica possono essere ricondotte al percorso separato intrapreso dalla Moscovia del XV secolo, in una versione russa della tesi del Sonderweg. Secondo Pipes, la Moscovia differiva da ogni stato d'Europa in quanto non aveva il concetto di proprietà privata e tutto era considerato proprietà del Granduca/Zar. Secondo Pipes, questo percorso separato intrapreso dalla Russia (probabilmente sotto l'influenza mongola) garantiva che la Russia sarebbe stata uno stato autocratico con valori fondamentalmente dissimili da quelli della civiltà occidentale. Pipes ha sostenuto che questo "patrimonialismo" della Russia imperiale ha iniziato a crollare quando i leader russi hanno tentato di modernizzarsi nel XIX secolo, senza cercare di cambiare la struttura "patrimoniale" di base della società russa.

Ci sono anche versioni più sfumate di questo argomento. Tuttavia, è tutt'altro che universalmente accettato e personalmente non ne sono del tutto convinto per questo motivo: altri regimi comunisti come in Cina o Cambogia hanno agito in modo simile, senza la "matrice russa immanente" quindi ci devono essere più (o meno!) ad esso. In effetti, solo leggendo 1984 puoi imparare la maggior parte di ciò di cui hai bisogno su come funziona qualsiasi stato di polizia (ovviamente, 1984 è quello che nella scienza si chiamerebbe un "caso ideale" - un modello che gli stati reali si avvicinano solo in una certa misura, e grazie a Dio per quello!).


C'è una corrente di pensiero storico secondo cui alcune delle caratteristiche dello stato russo/sovietico sono fortemente influenzate dalla conquista mongola e dal dominio dell'Orda.

Quindi, se sei d'accordo con questa linea di pensiero, devi tornare al XIII secolo.


Direi che il comunismo russo può essere spiegato dall'autocrazia degli ultimi zar, Pietro il Grande o persino Ivan il Terribile. Cioè, per quanto riguarda l'idea dell'autorità centralizzata e dei metodi di "comando e controllo" di questi governanti.

L'Okrana, o polizia segreta russa, risale ai governanti zaristi del XIX secolo. Ivan il Terribile ha creato il braccio streltsy, o "Guardie", che fungeva anche da polizia.


Marxismo-leninismo (comunismo) La tua famiglia e il tuo paese

I comunisti sostengono le rivolte, la rivoluzione violenta, il socialismo e l'annientamento degli oppositori? L'insegnamento comunista può essere armonizzato con il cristianesimo e la Bibbia?

Introduzione:

Se fossimo vissuti prima della seconda guerra mondiale, cosa avrebbero dovuto fare i cristiani contro il nazismo?

Supponiamo di essere a conoscenza degli insegnamenti di base del nazismo.

Avremmo dovuto tacere perché:

* Si trattava di questioni politiche ed economiche, ma a noi interessa solo la religione?

* Controllava i governi, ma i cristiani non dovrebbero criticare i governanti?

* Parlare potrebbe portare alla persecuzione?

* Era principalmente un problema altrove, non qui (non conoscevamo molti nazisti)?

Oppure, avremmo dovuto parlare per esprimere opposizione perché:

* Si basava su errori religiosi fondamentali (evoluzione, razzismo, ateismo)?

* Ha rifiutato il cristianesimo e ha negato Gesù?

* Ha cercato il dominio del mondo con la guerra e la conquista militare (soggiogando milioni di persone con la guerra)?

* Ha usato la violenza e la forza per eliminare i cittadini indesiderati (milioni nell'olocausto)?

2 Timoteo 4:2-4 Efesini 5:11 Apocalisse 3:19 La parola di Dio ci insegna ad opporci alle forze del male. Sicuramente avremmo dovuto riprovare una credenza basata sull'errore religioso che ha soggiogato con la forza milioni di persone e ne ha uccisi altri milioni.

Cosa dovremmo fare oggi riguardo alla crescente minaccia dell'Islam?

Dovremmo tacere perché:

* Si tratta di questioni politiche ed economiche, ma ci interessa solo la religione?

* Controlla i governi, ma i cristiani non dovrebbero criticare i governanti?

* Parlare potrebbe portare alla persecuzione?

* È principalmente un problema altrove (non conosciamo molti musulmani)?

Oppure, dovremmo parlare per esprimere opposizione perché:

* Si basa su errori religiosi fondamentali (Maometto, Corano)?

* Rifiuta il cristianesimo e nega Gesù come Figlio di Dio e Salvatore?

* Cerca il dominio del mondo con la guerra e la conquista militare (controllando milioni in tutto il mondo)?

* Usa la violenza e la forza per fare proseliti?

2 Timoteo 4:2-4 Efesini 5:11 Apocalisse 3:19 &ndash Sicuramente siamo tutti d'accordo che, quando Dio ci istruisce di opporci alle forze del male, dovremmo riprendere questo sistema basato sull'errore religioso che ha soggiogato con la forza milioni di persone .

Ora cosa dovremmo fare riguardo al problema del marxismo e del comunismo?

Dovremmo tacere perché:

* Si tratta di questioni politiche ed economiche, ma ci interessa solo la religione?

* Controlla i governi, ma i cristiani non dovrebbero criticare i governanti?

* Parlare potrebbe portare alla persecuzione?

* Pensiamo che sia principalmente un problema altrove (non conosciamo molti comunisti)?

Oppure, dovremmo parlare per esprimere opposizione perché:

* Si basa su errori religiosi fondamentali (ateismo, evoluzione, immoralità)?

* Rifiuta il cristianesimo e Gesù?

* Cerca il dominio del mondo con la guerra e la conquista militare? (Il comunismo controlla oltre un miliardo di persone, quasi tutte soggiogate da una rivoluzione violenta. I comunisti aperti ammettono di essere nemici degli Stati Uniti.)

* Usa la violenza e l'omicidio per eliminare i cittadini indesiderati? (In ogni nazione comunista, milioni di persone come te e me sono state assassinate dai leader comunisti.)

Eppure i cristiani parlano poco del comunismo. In effetti, molti membri ne sanno poco, eppure è pericoloso almeno quanto il nazismo e l'Islam.

2 Timoteo 4:2-4 Efesini 5:11 Apocalisse 3:19 &ndash Ancora una volta, Dio ci istruisce di opporci alle forze del male. Non dovremmo parlare contro questo sistema, basato sull'errore religioso, che ha soggiogato con la forza milioni di persone e ucciso milioni di più, come dovremmo fare con il nazismo e l'Islam?

Il comunismo è un problema oggi?

Molte persone pensano che il comunismo non sia più un problema perché la Russia vi ha rinunciato. Ma l'Atlante mondiale (7/2020) ha elencato i seguenti paesi come apertamente controllati dai regimi marxisti:

Cina e popolazione di 1,4 miliardi di abitanti
Vietnam – 96 milioni di euro
Corea del Nord (26 milioni)
Cuba &ndash 11 milioni (90 miglia dalla nostra costa)
Laos & ndash 7 milioni

(Statistiche sulla popolazione da Wikipedia a luglio 2019)

Ma questa è solo la punta dell'iceberg. Molte altre nazioni lottano contro la sovversione comunista e le turbolenze interne. Andando avanti osserveremo esempi di influenza comunista nel mondo di oggi.

Lo scopo di questo studio è informare le persone sulle vere visioni del comunismo e su come differisce dal vangelo di Gesù.

Il marxismo-leninismo non riguarda solo la politica e l'economia. È una filosofia totale che interessa ogni area della vita, comprese molte aree fondamentali per l'insegnamento della Bibbia. Il marxismo è una cospirazione che opera con l'inganno, nascondendo i suoi veri obiettivi finché una nazione non sarà pronta per una rivoluzione violenta. Nel frattempo, molte persone sono state inconsapevolmente influenzate dalle idee marxiste.

Cosa dovrebbe fare un cristiano riguardo a questa filosofia che domina con la forza 1½ miliardi di persone e influenza ingannevolmente il pensiero di altri milioni? Non dovremmo insegnare contro di essa mentre abbiamo l'opportunità di farlo apertamente? Per cominciare, dobbiamo imparare a capirlo.

(Nota: vedere la bibliografia alla fine di questo studio per le fonti che citiamo. Le note sulla fonte nel testo sono costituite da un codice a due o tre cifre seguito da un numero di pagina.)


Lungo treno nero — Sesso, morte e rivoluzione

Sono stato in giro per San Pietroburgo

Quando ho visto che era ora di cambiare

Ha ucciso lo Zar e i suoi ministri

Anastasia urlò invano...

Piacere di conoscerti

Spero che indovini il mio nome

Ma cosa ti sconcerta?

È la natura del mio gioco

— "Simpatia per il diavolo", Jagger/Richards

Russia rivoluzionaria, 1918 - un'epoca di guerra civile...

Inizia con del sesso violento su un treno blindato.

La giornalista e poetessa russa Larisa Reisner è la seduttrice, l'angelo di… cosa? Morte? Rivoluzione? Morte rivoluzionaria? Le sue lunghe dita affondano nella schiena rivestita di pelle nera di Lev Bronstein, nome di battaglia di Leon Trotsky, capo dell'Armata Rossa bolscevica che gli balza addosso come una succube, chiedendo di essere presa. E Trotsky lo fa, mentre Reisner declama la sua poesia rivoluzionaria in una voce fuori campo che sale a un crescendo sulle sue grida di estasi sessuale:

Dove l'oscurità di un potere indisciplinato sta gorgogliando brontolando e urlando, l'oscurità di un potere sfrenato, l'ala dell'Arcangelo è sospesa sopra. Innumerevoli strade lasciano il posto a Roma che giace in rovina. Ma se la Roma di febbraio cade e ulula con un grido di folla, l'Angelo, mostra benevolenza. Il Demone, non mostrare loro pietà.

Trotsky batte contro di lei, la sua mano intorno alla sua gola, proprio come si è serrata intorno alla gola della Russia rivoluzionaria.

Trotsky (2017) è strano così.

È sicuro dire che senza Leon Trotsky, la rivoluzione bolscevica sarebbe stata strangolata nella sua culla. Le forze controrivoluzionarie "bianche" avevano il sopravvento nella guerra civile scoppiata nel 1918 e sembravano pronte a schiacciare l'Armata Rossa tra le tenaglie che si muovevano da est, sud e ovest. Un potente oratore e un organizzatore ferocemente capace, Trotsky mise in forma l'Armata Rossa di fronte al disastro e vinse la guerra civile russa. Non è stato gentile a riguardo.

Ma quando il gioco del trono iniziò dopo la morte del leader bolscevico Vladimir Lenin, Trotsky, il rivoluzionario carismatico, fu sconfitto da Stalin il delinquente burocratico. Fu costretto all'esilio nel 1929 e assassinato in Messico nell'agosto 1940 da un agente stalinista.

La miniserie russa di otto episodi è recentemente uscita su Netflix. È un'affascinante favola della Rivoluzione - storicamente sospetta, ma un dramma avvincente e una finestra sull'ambigua relazione dell'attuale stato russo con la Rivoluzione bolscevica 100 anni dopo gli eventi. Per Trotsky è stato il fulcro della TV di stato del riconoscimento piuttosto smorzato della Russia del centenario e mentre è una semplificazione eccessiva dire che è un pezzo di propaganda, trasmette certamente alcuni messaggi che servono al regime di Putin.

Il russo di Putin non può che avere un rapporto teso con la Rivoluzione. Da un lato, ha dato vita allo Stato sovietico, che ha dato vita a Putin. Dall'altro, ha distrutto il vecchio regime dei Romanov e soffocato la Chiesa ortodossa, che stanno godendo di una rinascita di stima sotto la mano neo-zarista di Putin. Putin e i suoi compari non possono e non appoggeranno il tipo di azione rivoluzionaria che potrebbe essere prontamente attivata loro. Ma il sacro Potere dello Stato - Quello amano.

In un pezzo perspicace in Il newyorkese, Joshua Yaffa ricorda la visione di Putin sui bolscevichi:

“ Qualcuno ha deciso di scuotere la Russia dall'interno e ha scosso le cose così tanto che lo stato russo è crollato. Un completo tradimento degli interessi nazionali! Anche oggi abbiamo persone così».

Trotsky fa molto del sostegno segreto tedesco di lunga data dell'inizio del XX secolo al radicalismo russo, volto a indebolire lo stato russo. Putin vede qualsiasi protesta contro il suo regime come generata esattamente in questo modo, come un'"interferenza" esterna, non come un'autentica insoddisfazione per il suo governo. E una scena nel primissimo episodio di Trotsky serve una filosofia oscura che sembra sia contrastare qualsiasi idea di idealismo rivoluzionario sia giustificare il governo con il pugno di ferro: nel 1898, Trotsky languisce in prigione a causa delle sue attività radicali. Il suo carceriere gli dice durante una partita a scacchi che "ogni ordine si basa sulla paura". È una lezione che il compagno Trotsky imparerebbe bene.

Trotsky è stato criticato per aver giocato alla svelta con la storia, il che è abbastanza giusto, anche se penso che il punto sia discutibile in un racconto che presenta anche fantasmi (o allucinazioni). Trotsky è storico nel modo in cui lo erano le tragedie di Shakespeare: estrarre un racconto storico per il suo dramma mentre lo usa per legittimare i poteri contemporanei che sono.

La serie è una visione mitica e talvolta volutamente surreale di eventi che sono stati sganciati da qualsiasi realtà fattuale anche mentre stavano accadendo. La "Rivoluzione" bolscevica è essa stessa un mito, poiché in realtà era un colpo di stato da una piccola minoranza militante che ha dirottato una rivoluzione che non hanno fatto. L'Unione Sovietica è stata fondata su una menzogna, costruita su menzogne ​​con un mortaio di cadaveri insanguinati, ed è crollata quando la menzogna non poteva più sostenersi. Un altro mito persistente è che la rivoluzione "buona" sia stata deragliata da Stalin che se Trotsky avesse prevalso nella lotta per il potere le cose sarebbero potute essere diverse. Ma Leon Trotsky non era meno assassino di Joseph Stalin. In Trotsky, il comunista esiliato si difende come un mostro fatto per forza di cose, per necessità rivoluzionaria, mentre Stalin era un mostro perché gli piaceva essere un mostro. Una distinzione persa sui loro morti.

È istruttivo e divertente coinvolgere il Trotsky mito, e al tempo stesso analizzarne la costruzione. Ne vale particolarmente la pena, dal momento che i miti totalitari del XX secolo si sono rivelati più difficili da uccidere di quanto ci saremmo aspettati. C'è ancora un potere allettante nelle grandi fedi secolari del comunismo e del nazionalsocialismo che hanno fatto sprofondare il mondo nell'oscurità e in una tempesta di sangue senza precedenti nella storia umana.

Jim Cornelius

Nato nei sobborghi di Los Angeles, Jim Cornelius è cresciuto sognando frontiere lontane, uomini di montagna, lunghi cacciatori, esploratori africani. Suo fratello maggiore gli regalò una copia stracciata di Allan W. Eckert's Gli uomini di frontiera, una biografia di Simon Kenton, e il ramoscello era piegato. Laureato da.

Commenti

Ottimo post su un argomento molto interessante-

Interessante leggere l'interpretazione di Putin della rivoluzione russa, specialmente dal momento che lui stesso è un cekista e ha servito lo stato comunista.

I comunisti sono maestri nell'inganno e nella creazione di falsi miti, il Che era un bravo ragazzo ecc.

È anche un mito che Lenin fosse una specie di bravo ragazzo incompreso e che fosse contrario all'omicidio di massa, alla tortura e all'omicidio.

Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità... Ha dato il via alla Cheka e ha scatenato Dzerzhinsky, Lenin ha costantemente chiesto più impiccagioni di nemici di classe e omicidi di massa, "trova che le persone più difficili uccidano di più" ecc.

Un buon posto per cercare un punto di partenza, se sei interessato alla vera storia della rivoluzione russa e dei primi motori, è il libro

"La polizia segreta nella Russia di Lenin" di Lennard Gerson - 1976, le SS e la Gestapo hanno imparato il loro mestiere omicida ai piedi della Ceka comunista russa. Il libro di Gerson è facile da trovare e non caro. È abbastanza buono.

Cercherò quella serie di Trotsky,

Il Terrore Rosso è entrato nel vivo. La gente lo dimentica a loro rischio e pericolo.

Ricordo ancora la breve scena di "Stalin" di TNT (o era HBO?) che mostrava Trotsky che si prendeva un rompighiaccio in testa. Ho applaudito ogni volta che l'ho visto.

Russia. Che paese torturato.

“Russia. Che paese torturato”.

Sì, i bolscevichi hanno trasformato un paese relativamente benestante, la Russia sotto lo zar, in un inferno in terra. Scatenò movimenti di governo comunista mondiale in tutto il mondo e uccise decine di milioni.

I nazisti se ne sono andati da tempo, ma la tirannia comunista è ancora estesa e sta persino guadagnando potere. Guardate il blocco del 1984 che i Chicom stanno allestendo in tutta la Cina e nei suoi territori governati. Lo esporteranno.

Se vuoi capire qualcosa devi andare all'origine, se vuoi capire la mentalità comunista devi tornare indietro e studiare il movimento originale.

Dal 1926 un altro punto di partenza della NSFW.

Sono maestri dell'inganno, della propaganda e del controllo dei messaggi, degli stati falliti, della schiavitù e dell'omicidio attraverso la storia che possiamo chiaramente vedere, ma il richiamo della religione degli insetti rimane forte.

Alcune persone semplicemente non accetteranno che gli umani non siano tabula rasa e che esista una natura umana fondamentale. Pertanto, abbracciano un'ideologia onnicomprensiva fondata su premesse completamente false. Alla fine, quell'ideologia porta sempre a futili tentativi di stabilire un'utopia terrena, che è sempre solo UN altro pensatore sbagliato in più. Sempre.

Questo è il motivo per cui gravito verso le persone con una visione tragica della vita e dell'umanità. (Non intendo cupo, come sai). Accettano molto di più le persone come persone e non sono costruite per sacrificare le persone per "The People" e altre astrazioni.

“ Di tutte le tirannie, una tirannia esercitata sinceramente per il bene delle sue vittime può essere la più opprimente. Forse è meglio vivere sotto i baroni ladroni che sotto gli onnipotenti ficcanaso morali”. — CS Lewis

Nessuno si sente meglio del Commissario Busybody a piantare un proiettile nella parte posteriore della testa di un pensatore sbagliato. Dopotutto, sta solo posando un'altra pietra sul marciapiede sulla strada per l'Utopia Arcobaleno. "Non puoi fare le frittate senza rompere qualche uovo!" come disse saggiamente l'uomo dell'Ossezia.

Ci sono ficcanaso morali ovunque. Meglio non potenziarli.

Wow, il buon tempismo ha appena finito di guardare questa serie in una sola sera con mio padre dopo averla notata e aver notato che la sponsorizzazione statale ha scherzosamente indicato un'amica che studia la Russia (in particolare la sua storia). Sorprendentemente ha risposto che era decente e così abbiamo finito guardandolo e siamo rimasti abbastanza colpiti dalla qualità da finire lo spettacolo in una sera.

Paragonare la serie alle commedie storiche di Shakespeare è sicuramente una buona linea da seguire."Riccardo III" è spesso rispettato come una grande opera nonostante un cattivo che fa roteare i baffi nella forma di Riccardo III in una rappresentazione astorica dell'uomo (in effetti l'allegra malvagità e il monologo di Richard probabilmente alzano il profilo del gioco). Richard era molto probabilmente interpretato come un cattivo così sfacciato per allinearsi con le visioni dei Tudor che governarono ai tempi di Shakespeare e che erano saliti al potere dopo aver rovesciato Richard. Eppure propaganda a parte è una grande commedia, Trotsky è in una vena simile anche se il suo cattivo è l'intera ascesa al potere bolscevica. Trotsky è presentato come qualcosa di più complesso di un consumato cattivo con dignità e umanità che di solito si manifesta divorziato o nell'ignoranza dei principi della "Rivoluzione". È un padre terribile, ma la storia sembra propendere per inquadrarlo come uno oberato di lavoro e mai presente piuttosto che un orco e il suo salvare i professori del college dall'essere giustiziati è inquadrato come una cosa rara genuinamente buona. Vale anche la pena notare che lo spettacolo sembra usare i fantasmi per sottolineare che è la cieca ricerca di Rivoluzione di Trotsky che lo rende un mostro piuttosto che semplicemente un
mostro che è quello che di solito ti aspetti in una produzione di propaganda.

Un'altra cosa che mi ha fatto sentire come se questo fosse più di un pezzo di propaganda è la sua rappresentazione di Stalin, che di solito viene inquadrato come un eroe e molto amato dalla popolazione russa in generale. In questo lavoro Stalin (o Koba come era il suo soprannome prima di assumere il soprannome di "uomo d'acciaio") è raffigurato più come una minaccia incombente malevola, un po' come il giudice. Inizia come una sorta di figura incidentale per la storia, ma mentre Trotsky avanza nella storia come "il ragazzo", viene oscurato dalla sua versione del Giudice ed entrambi alla fine non sono in grado di resistere all'inevitabilità del loro cacciatore. Stalin è sempre un passo avanti a Trotsky e sembra sempre avere un ghigno minaccioso sul viso specificamente riservato a Trotsky in ogni incontro che hanno dopo il loro primo durante la storia. Una vera sorpresa è che la storia sembra anche collegare esplicitamente Stalin all'incapacità e morte di Lenin, che è anche un'attribuzione nebulosa e decisamente negativa (anche se la versione dello spettacolo di Lenin è più un politico connivente adatto più a una targa in panchina che a un leggendario portafoglio di monumenti.)

Alla fine non mentirò sul fatto che mi è piaciuto in parte lo spettacolo a causa della mia mancanza di simpatia per il cieco sogno eroico rivoluzionario. Le inesattezze storiche anche per qualcuno che ha completato un'indagine storica limitata della Rivoluzione d'Ottobre sono molte (una che mi è rimasta impressa è un momento minore in un incontro in cui Stalin incolpa Trotsky per aver emesso l'ordine che ha innescato la rivolta della leggendaria legione ceca , Stalin è stato colui che ha effettivamente scritto l'ordine), ma il dispositivo di inquadratura per la storia dell'interazione tra Trotsky e il suo giudice "canadese" nel suo esilio messicano e la sua persecuzione da parte dei "fantasmi" del suo passato contribuiscono a farlo sembrare come qualcosa di più di una semplice propaganda superficiale. Trotsky è un bel racconto credo e va oltre il semplice brodo di regime che protegge la propaganda e l'antisemitismo come molti dei pezzi pubblicati su di esso sembrano inquadrarlo come (quest'ultima accusa sembra un po' incerta quando si guarda lo spettacolo come è difficile dire se le cose siano un prodotto del razzismo casuale del periodo, specialmente alla luce di una scena in cui il padre e i figli di Trotsky vengono maltrattati che è completamente antipatico.) Tuttavia, forse sto solo credendo a una propaganda davvero alta che sembra davvero davvero interessante perché, come ha detto il regista dello show, Trotsky era una rock star e la sua storia è così avvincente, non importa chi la racconta.

PS: Trovo molto sfortunato che ogni pezzo che critica la storia nello spettacolo sembra essere scritto da trotskisti o almeno da coloro che credono fortemente nell'eredità della "Rivoluzione di ottobre" come ho trovato tra i pezzi in lingua inglese e russa che ho scambiato con il mio amico di studio russo.

Benvenuto al falò Jean. Sembra che io e te lo vediamo praticamente esattamente lo stesso.

Uno dei miei mentori, un cinese che ora ha quasi 90 anni, ha vissuto la "liberazione" della Cina di Chicom

La sua famiglia era ricca ed è stata epurata spietatamente, suo padre aveva una collezione di libri di astrologia della dinastia Ming e Ching - il comunista li ha bruciati come uno dei "4 vecchi", il resto era molto, molto peggio.

Mi ha detto che la differenza tra il KMT e il Chicom era che il KMT voleva "i tuoi soldi e la tua fedeltà".

I Chicom "volevano la tua anima". Hanno distrutto la Cina. La Russia è caduta, ma i comunisti cinesi sono sopravvissuti, sono molto intelligenti e sono sopravvissuti trasformandosi in un altro tipo di "creatura" comunista.

Consentire loro di guadagnare denaro e potere militare era un gioco lungo un grave errore per l'occidente. Lo dimostreranno presto.

Se vuoi conoscere la verità, studia la rivoluzione russa, è una storia incredibile e allora saprai e capirai come funzionano e non potrai essere ingannato.

Guarda Cuba, Venezuela, Zimbabwe, Sud Africa e Cina oggi e vedi se vuoi vivere in un posto del genere.

La nuova sinistra americana è d'accordo. Il termine russo per questo è "Utile Idiota"

“La nuova sinistra americana è d'accordo. Il termine russo per questo è “Utile Idiota””

Penso che la tendenza della sinistra americana sia quella di credere che noi negli Stati Uniti possiamo implementare qualche variante della socialdemocrazia benevola. Sembra che ci sia un senso che se ciò dovesse essere fatto, tutte le strane patologie della nostra società vasta, tentacolare e culturalmente fratturata scomparirebbero magicamente. Quando tu ed io ascoltiamo il socialismo, vediamo Cuba, Venezuela, Zimbabwe, Sudafrica e Cina. Vedono la Danimarca.

La Danimarca è, in effetti, in ogni senso che potrebbe essere implementato negli Stati Uniti, un etnostato monoculturale. Fondamentalmente tutte le "socialdemocrazie benigne" che hanno "prosperato" - almeno nel senso a breve termine di "prosperato dalla seconda guerra mondiale" - sono stati etnostati monoculturali. Sono gli unici luoghi in cui la fiducia sociale è abbastanza alta da tentare persino di mantenere le ruote del treno socialista. Immagino che tutti questi socialdemocratici vogliano etnostati monoculturali. Chi lo sapeva?

Ne abbiamo parlato la scorsa primavera su The Circle of Trust.
Hai ragione a identificare la fiducia sociale come il fattore chiave - e gli Stati Uniti ne sono palesemente privi (su scala macro molta fiducia negli amici e nei vicini).

Non possiamo arrivarci da qui.

Francamente, non credo che la sinistra veda la vera Danimarca, ma una versione idealizzata.

Un po' di verità, penso, ma ho conosciuto abbastanza persone che hanno vissuto nei paesi scandinavi per essere sicuro che il quoziente di felicità sia una cosa reale. Ma, per ragioni delineate in The Circle of Trust (non puoi avere la Danimarca senza i danesi), sono molto scettico sul fatto che sia replicabile su scala gigante in un impero diversificato, la maggiore probabilità è la strada russa, che io non voglio alcuna parte di.

Hai ragione è quello che pensano. E alla fine otterranno il governo socialista qui in America.

Ci sono molti di loro, sono troppo cerebralmente morti per la storia e vogliono cose gratis - pensano di avere diritto all'istruzione gratuita, cure mediche gratuite, reddito mensile di base gratuito ecc.

A partire dal 2019 cominceranno ulteriormente a sfondare le porte della Costituzione per ottenerla. Più tardi - vedremo più cose come il fiasco incostituzionale di "Obama Care" con false flag e le armi "Fast And Furious" di Obama Holder per l'anti 2a operazione dei Narco Cartels - e la trasformazione dell'FBI e della CIA in un tipo di neo- La polizia politica bolscevica americana della Cheka è solo peggio,

E alla fine vinceranno. E l'America seguirà la strada del governo "socialista democratico".

La cosa buona è che in Russia, Cina, Cuba, Venezuela, Sud Africa e Zimbabwe, gli utili idioti dovranno vivere nello stato distrutto e ridotto di tata che hanno creato. Le persone di Caracas che lavoravano per Chavez non pensavano che sarebbero state costrette a mangiare animali da zoo e animali domestici e ad attraversare il confine per vendersi per medicine. Le persone in Russia nel 1917 non pensavano che sarebbero morte di fame a milioni. Le persone in Cambogia non pensavano che sarebbero finite nei campi di sterminio.

La cosa brutta è che le persone che vedono il governo socialista/comunista per quello che è e vi si oppongono, dovranno anche viverci.


1.1. Borsa di studio sul comunismo e sui pregiudizi della Guerra Fredda2

  • 2 Utili discussioni sulla storiografia dei partiti comunisti dell'Europa occidentale si trovano in Aga-Ro (. )

3 La letteratura sul comunismo (dell'Europa occidentale) è stata spesso ispirata ideologicamente. Non sorprende che ciò sia particolarmente vero per quanto riguarda la questione dell'internazionalismo e dei legami politici, ideologici, materiali e simbolici che i partiti comunisti dell'Europa occidentale mantennero con l'Unione Sovietica e altri stati socialisti. Una questione centrale che attraversa tutta la letteratura sul comunismo dell'Europa occidentale, esplicitamente o implicitamente, riguarda la tensione tra appartenenza nazionale e internazionalismo. Semplificando in qualche modo, si può valutare che le opere sul comunismo dell'Europa occidentale scritte durante la Guerra Fredda hanno inteso l'internazionalismo come necessariamente antagonista agli "interessi nazionali" o, al contrario, hanno minimizzato l'importanza dell'internazionalismo nel tentativo di evidenziare il vero carattere nazionale carattere di questi partiti. A questi diversi approcci corrispondono posizioni di ispirazione politica o ideologica. Mentre, in generale, gli studiosi ostili al comunismo allineato ai sovietici avevano una visione antagonista dell'internazionalismo e degli interessi interni, coloro che desideravano minimizzare l'internazionalismo e la lealtà all'Unione Sovietica erano molto spesso simpatizzanti del comunismo (sovietico). Il primo tipo di approccio riguardava la denuncia della dipendenza di questi partiti dall'Unione Sovietica. Non è quindi riuscito a percepire un'interazione dinamica tra appartenenza nazionale e appartenenza a un movimento internazionale, e spesso non ha voluto problematizzare la nozione di interesse nazionale. Il secondo tipo di approccio, teso a sminuire le influenze sovietiche sulla politica di questi partiti, ha spesso mancato di cogliere l'assoluta centralità dell'internazionalismo nelle identità, motivazioni e strategie dei dirigenti e militanti del partito comunista. Va sottolineato, tuttavia, che il tentativo qui non è affatto quello di cercare una posizione non ideologica o post-ideologica. Il punto di partenza è, piuttosto, che il crollo dell'Unione Sovietica e la fine dell'internazionalismo sovietico spostano la prospettiva dello storico in una che non ha bisogno né di giustificare l'internazionalismo sovietico né di denunciarlo per ragioni politiche immediate, ma che può iniziare a comprendere il fenomeno contestualizzandolo pienamente.

4 Prima della metà degli anni '60, la letteratura sul comunismo dell'Europa occidentale consisteva all'incirca di due tipi. In primo luogo, negli anni '50 emerse una scuola di studi comunisti anglo-americana il cui punto di partenza erano gli interessi di politica estera degli Stati Uniti e il suo programma era quello di "capire il nemico". Per quanto riguarda l'internazionalismo, la grande narrativa era relativamente semplice: i partiti comunisti dell'Europa occidentale erano puramente "importati" dall'Unione Sovietica, erano completamente dipendenti da quest'ultima e servivano la sua superpotenza e gli interessi ideologici. In una variazione più recente di questa letteratura si tende a essenzializzare l'importanza dell'internazionalismo e, con esso, degli elementi più statici e monolitici dell'ideologia comunista nell'identità complessiva del comunismo dell'Europa occidentale. L'internazionalismo è visto come la ragione principale per cui questi partiti erano presumibilmente fondamentalmente diversi dagli altri gruppi politici in Europa3. Tale approccio ha teso a trascurare le importanti variazioni tra i casi e la contingenza dell'ideologia e dell'identità comuniste.

  • 4 Per un esempio di “critica interna” vedi Spriano, Storia del Partito comunista italiano. Un altro (. )
  • 5 Aga-Rossi, Quagliariello, “Il comunismo in Italia e in Francia”, pp. 17-19.

5 Inoltre, la ricerca sul comunismo dell'Europa occidentale nell'Europa occidentale è stata, fino alla metà degli anni '60, svolta in misura importante dagli stessi comunisti o dai loro simpatizzanti. Questi autori hanno sempre cercato di convincere il lettore dell'autonomia dei partiti comunisti dell'Europa occidentale nei confronti del mondo comunista e dell'Unione Sovietica. Questioni come la dipendenza finanziaria di questi partiti dall'Unione Sovietica non sono state affrontate. Lo status analitico della Guerra Fredda è, in questi resoconti, non solo quello di un contesto rilevante. Piuttosto, la Guerra Fredda è il primo e spesso unico prisma esplicativo attraverso il quale comprendere il comportamento del partito comunista. Riproducendo l'analisi degli “equilibri internazionali” fatta da questi stessi partiti, l'alleanza con l'Unione Sovietica e il mondo comunista era giustificata in nome della dipendenza dell'Europa occidentale dagli Stati Uniti nella costellazione mondiale bipolare. Va notato, tuttavia, che la situazione era piuttosto diversa in Francia rispetto all'Italia. In Francia, il partito comunista negli anni '50 e '60 controllava rigorosamente la scrittura di una storia ufficiale del partito, che era altamente scusata. In Italia, un clima intellettuale più aperto all'interno del partito ha portato a una situazione in cui dirigenti di partito e intellettuali hanno scritto storie di partito alquanto critiche4. Si è creato un filone letterario “semicritico”, che ha sviluppato una critica interna al partito, cioè ha criticato il partito nel quadro delle premesse fondamentali della sua strategia complessiva5.

  • 6 In Francia, questi includevano A. Kriegel e successivamente P. Robrieux e F. Hincker. In Italia S. Bertelli e (. )
  • 7 Due esempi ben noti per la Francia sono Hincker, Le Parti communiste au carrefour Robrieux, Histoi(. )
  • 8 L'opera di svolta fu Kriegel, I comunisti francesi. Essai d'ethnographie politique. Per un (. )

6 Dalla metà degli anni Sessanta in poi, in uno spirito di distensione, un numero crescente di studiosi che non erano né comunisti né anticomunisti iniziò a mostrare interesse per il comunismo. Si trattava spesso o di persone aderenti ai vari filoni della nuova sinistra, o di ex membri del partito che avevano lasciato i partiti comunisti dopo la crisi del 19566. In termini di informazione fattuale, questi scrittori, spesso ex iscritti, erano molto ben informati sulle questioni mantenuti in segreto, come i finanziamenti sovietici7. Molte di queste opere sono ancora molto utili, anche per ragioni interpretative: nonostante una certa amarezza che caratterizza alcuni di questi racconti, questi autori mostrano spesso una raffinata comprensione dei meccanismi interni e delle identità delle parti. In Francia, gli anni '60 hanno segnato l'inizio dello studio del comunismo come argomento accademico e lo sviluppo di strumenti concettuali e metodologici specifici, in particolare nelle opere di A. Kriegel. In un approccio sociologico-antropologico, Kriegel ha concettualizzato il comunismo francese come una controcultura e una controsocietà8. L'approccio si è concentrato sull'impianto interno del partito, ma non ha affatto evitato la questione dell'internazionalismo, cercando invece di interpretarla in modo più critico. La classica “storiografia di partito” in Francia è stata così fondamentalmente messa in discussione, in un modo che la letteratura italiana non è mai stata durante la Guerra Fredda.

  • 9 Particolarmente da notare qui sono le opere di D. Blackmer, S. Tarrow, G. R. Urban, J. Barth Urban, (. )
  • 10 Blackmer, "Continuità e cambiamento nel comunismo italiano del dopoguerra", pp. 21-24. Sulla base della sa (. )
  • 11 È il caso, ad esempio, di Boggs, Plotke, La politica dell'eurocomunismo.
  • 12 Ad esempio, in Lange, Vannicelli, I partiti comunisti d'Italia, Francia, Spagna.
  • 13 Gli effetti positivi della distensione sul comunismo dell'Europa occidentale sono stati sottolineati, ad esempio, in B (. )

7 La (massiccia) letteratura prodotta sull'eurocomunismo negli anni '70 e '80, principalmente da politologi e storici britannici e americani, ha riportato al centro dell'attenzione la vecchia questione dell'appartenenza nazionale e internazionale9. Le prime proposte per una comprensione complessa dell'interazione tra appartenenza nazionale e internazionale sono state qui introdotte, in particolare da D. Blackmer. Blackmer ha concepito la strategia del partito comunista come condizionata da tre “interessi permanenti”, nessuno dei quali, a suo avviso, e almeno nel caso del PCI, ha avuto una priorità strutturale sugli altri: lo sviluppo del partito e la sua influenza rispetto ad altre organizzazioni la ricerca di alleanze politiche e sociali e il mantenimento di uno stretto legame con l'Unione Sovietica e il movimento comunista mondiale10. C'era, tuttavia, in un contesto in cui i più grandi partiti comunisti dell'Europa occidentale sembravano vicini alla partecipazione del governo, una tendenza a minimizzare l'impatto dell'internazionalismo. Molte di queste opere hanno sottolineato l'autonomia dei partiti comunisti dell'Europa occidentale, e del PCI in particolare, rispetto al mondo comunista11. Tuttavia, a volte un quadro semplicistico del contrasto tra i partiti comunisti “democratici” italiano e spagnolo e il Partito comunista francese “stalinista” ha impedito un'analisi più sottile di contesti e fattori12. Inoltre, queste opere hanno richiamato l'attenzione sul contesto della Guerra Fredda e della distensione. Tuttavia, il problema qui era che l'interpretazione complessiva dell'impatto della Guerra Fredda e del passaggio alla distensione era riduttiva: la distensione era quasi sempre intesa come avente solo effetti positivi sulla posizione interna e strategica dei partiti comunisti dell'Europa occidentale13. Il presente studio si impegna in modo critico con questa tesi diffusa e finora praticamente incontrastata.

  • 14 Cfr., ad esempio, Aga-Rossi, Zaslavsky, Togliatti e Stalin.
  • 15 Questo problema ha suscitato accese discussioni, in particolare dopo la pubblicazione di Courtois, Wer (. )

8 La caduta dei regimi comunisti nell'Europa orientale, che ha portato alla liberazione di cospicui fondi d'archivio all'inizio degli anni '90, soprattutto a Mosca, ha riportato l'internazionalismo al centro dell'attenzione nella storia del partito comunista. Rispecchiando la simpatica ricerca che era stata condotta esclusivamente sulla base degli archivi dei partiti comunisti dell'Europa occidentale, ora è emerso un filone di letteratura, basato esclusivamente sugli archivi di Mosca e delle capitali dell'Europa orientale. Ciò ha portato a disordini soprattutto in Italia, dove la posizione più o meno egemonica della letteratura “critico-simpatica” era ora, per la prima volta, seriamente messa in discussione. I miti politici e storiografici venivano rapidamente decostruiti. Nel mezzo di una situazione politica che stava subendo cambiamenti storici, non ultimo lo smembramento dello stesso PCI, a Historikerstreit sviluppato su temi quali il coinvolgimento di Stalin nella strategia della “via italiana al socialismo” all'esito della seconda guerra mondiale14. Sia in Italia che in Francia sono emerse ancora una volta alcune delle controversie più antiche, come la questione del totalitarismo15.

  • 16 Courtois, Lazzaro, il comunismo, introduzione. De Felice ha dato un importante contributo introducendo (. )

9 Nuovi modi di intendere l'interazione tra appartenenza nazionale e internazionale sono stati proposti negli anni '90, in particolare nei concetti sviluppati da S. Courtois e M. Lazar in Francia. Courtois e Lazar hanno introdotto una distinzione tra la "dimensione sociale" e la "dimensione teleologica" nell'identità comunista. La dimensione teleologica si riferisce all'ideologia marxista-leninista nella sua definizione sovietica ea quegli elementi che erano considerati necessari per lo sviluppo dell'obiettivo finale: il socialismo mondiale. Questi erano i concetti del partito comunista d'avanguardia e del centralismo democratico, lo sviluppo di strategie e tattiche prescritte "ortodosse", l'internazionalismo proletario e l'essere parte di una strategia globale in cui l'URSS giocava il ruolo principale. La dimensione sociale include quelle caratteristiche del partito comunista per cui era parte di un contesto nazionale: impianto nella società in termini di aderenti ed elettori impianto in organizzazioni come i sindacati influenza intellettuale la cultura e la sociologia della classe operaia, dei contadini e intellettuali le sue relazioni con le altre forze politiche il suo essere parte delle tradizioni ideologiche della sinistra il suo radicamento nella cultura politica nazionale, nella coscienza nazionale e nella storia nazionale16.

  • 17 Cfr., ad esempio, Pons, L'impossibile egemonia.
  • 18 Per alcune importanti eccezioni alla letteratura recente in Italia si veda Pons, “L’URSS e il PCI nel s (. )
  • 19 Vedi ad esempio: Suri, Potere e protesta.

10 I nuovi approcci alla storia della Guerra Fredda che stanno emergendo oggi nella letteratura internazionale combinano prove provenienti da raccolte di archivi appena rilasciate con innovazioni concettuali e teoriche. Questi approcci consentono di rispondere ad alcune delle precedenti carenze della storiografia del partito comunista. La letteratura italiana che si è occupata del PCI negli anni Quaranta e Cinquanta ha fatto ampio uso della nuova borsa di studio della Guerra Fredda – la letteratura francese lo è stata meno17. Tuttavia, per il periodo degli anni Sessanta e Settanta, la storiografia del partito comunista ha finora mancato completamente di attingere e di impegnarsi con le nuove interpretazioni della storia della Guerra Fredda, ad eccezione di alcune recenti pubblicazioni italiane sul PCI18. Una di queste nuove interpretazioni riguarda la natura della distensione e le sue implicazioni globali, europee e interne: si può identificare un filone recente della “nuova storia della distensione”, che intende la distensione come un processo contraddittorio che coinvolge attori politici, economici e culturali nazionali, regionali e internazionali. , con motivazioni molto diverse e talvolta contrastanti, piuttosto che un processo che porta semplicemente all'allentamento della tensione Est-Ovest.19 Il presente studio mira a portare il comunismo dell'Europa occidentale in stretta connessione con la nuova storia della distensione e a dimostrare che la natura della La distensione (europea) negli anni '60 e '70 può essere chiarita studiando la posizione del comunismo dell'Europa occidentale al suo interno.


Città e campagna, lavoro mentale e manuale

OÜ: Quindi, in che modo le tue esperienze nella Cina maoista hanno plasmato le tue opinioni sul rapporto tra lavoro intellettuale e lavoro manuale?

FE: C'è molto di cui parlare, ma in realtà sono più influenzato dai miei genitori [Erwin Engst e Joan Hinton], che sono stati influenzati anche dai loro genitori. Mia nonna [Carmelita Hinton], che ha fondato la Putney School, ha posto così tanto l'accento sull'apprendimento pratico. Avevano una fattoria a scuola, gli studenti dovevano mungere le mucche e dar loro da mangiare, dovevano anche fare sport, andare nella natura selvaggia e sopravvivere lì, e così via. Questo era molto l'approccio "pratico" e anche mia madre ha ricevuto questo tipo di educazione. Mio padre era un allevatore e anche lui amava molto l'uso delle mani.

Ma le persone hanno opinioni molto elitarie in Cina. Gli intellettuali si sentono superiori e i lavoratori si sentono inferiori. I lavoratori vengono sempre a patti davanti alle persone che hanno più istruzione, più conoscenza, più autorità... Quando i miei genitori sono venuti in Cina, hanno guardato dall'alto in basso quegli intellettuali con il naso in aria qui. Ne sono molto influenzato. Quindi, posso dire che è una combinazione della mia educazione nella Cina di Mao e dell'influenza dei miei genitori che ho questo tipo di opinioni oggi.

OÜ: Oggi, non solo in Occidente, ma anche nel mondo accademico cinese, i giovani istruiti che sono stati inseriti in campagne politiche e mandati nelle campagne o nelle fabbriche nell'era maoista sono spesso chiamati la "generazione perduta", le persone che hanno sacrificato la loro vita solo a causa di un lotta di potere al vertice che in realtà non aveva nulla a che fare con se stessi. Cosa ne pensi di questa opinione?

FE: Beh, a quanto pare, non sono d'accordo con questo. Prima di tutto, non si trattava solo di una lotta di potere. Piuttosto, si trattava di come costruire il socialismo come ho detto prima. Possono aver luogo “lotte di potere” tra i governanti, gli oppressori. E naturalmente, a quel tempo, anche in Cina c'erano molte lotte di potere tra i vagabondi capitalisti. Quindi, ciò che è avvenuto durante il periodo di Mao è stata una combinazione delle lotte di potere tra quelle persone che volevano prendere la strada capitalista, e la vera lotta tra la classe operaia e la classe capitalista su quale strada doveva essere presa.

Per quanto riguarda la tua domanda sui giovani “rimandati”, in realtà posso dire che è molto controversa. Quello che trovo è che le persone che condannano la decisione di mandare i giovani nelle campagne ignorano abitualmente un fatto fondamentale della società cinese, che è che la maggioranza della popolazione sono contadini. In effetti, i giovani mandati giù erano in qualche modo giovani privilegiati nelle città a quel tempo. Quello che intendo con il termine "privilegiato" è che le persone nelle città hanno goduto molto di più delle persone in campagna. E questo era un risultato inevitabile del necessario processo di industrializzazione, necessario nel senso che la Cina era un paese molto arretrato e povero. La domanda era: come si industrializza? Avevi bisogno di una sorta di accumulazione di capitale primitiva. La Cina non ha potuto raggiungere questo obiettivo come avevano fatto in precedenza gli inglesi, recintando i terreni agricoli e cacciando i contadini. Oppure non potrebbe semplicemente sfruttare altri paesi per accumulare capitale. Quindi, come avrebbe fatto la Cina a generare abbastanza capitale per avviare il processo di industrializzazione quando la grande maggioranza della popolazione era composta da contadini? All'inizio degli anni '50, più dell'80% della popolazione cinese era ancora rurale.

Tutto ciò che la Cina poteva fare era o tassare i contadini, perché costituivano la maggioranza della popolazione, o passare attraverso un processo di “scambio ineguale” di prodotti industriali per prodotti agricoli. La tassazione sarebbe molto costosa e difficile da mantenere. Così lo Stato ha deciso di affidarsi allo scambio tra i prodotti industriali il cui prezzo è superiore al suo costo reale ei prodotti agricoli il cui prezzo è inferiore al suo costo effettivo come meccanismo attraverso il quale accumulare capitale per l'industrializzazione. Affinché ciò abbia successo e per impedire ai commercianti di riempirsi le tasche sfruttando il "divario a forbice" tra i prezzi dei prodotti industriali e dei prodotti agricoli, la Cina ha istituito il monopolio dei prodotti agricoli. Questo monopolio dell'acquisto del grano, allo stesso tempo, richiedeva anche un sistema di permessi di soggiorno. I residenti urbani otterrebbero la loro fornitura di grano a basso costo e ciò consentirebbe ai lavoratori dell'industria di sopravvivere con salari più bassi. Il grano sarebbe stato acquistato dai contadini a basso prezzo e i prodotti industriali (compresi vestiti o industrie leggere come bottiglie termiche, torce elettriche, lavandini ecc.) sarebbero stati venduti ai contadini a caro prezzo. Quindi, in questo sistema, l'industrializzazione iniziale richiedeva necessariamente questo tipo di scambio ineguale.

Ciò ha permesso, ad esempio, di scambiare il prodotto di un anno di lavoro di un lavoratore tessile con il prodotto di un anno di lavoro di una dozzina o addirittura di un centinaio di agricoltori in Cina. Il motivo era semplice: per industrializzare, è necessario disporre di miniere, acciaio, macchinari di produzione, edifici e così via. Gli agricoltori non hanno bisogno di nessuna di queste cose. Estrarre il carbone, estrarre il minerale di ferro, fonderlo in ferro, fabbricare macchinari, costruire una macchina da cucire o una macchina tessile per fare vestiti, ecc. Deve verificarsi una catena molto lunga di sviluppo industriale - e gli operai riempire quei posti di lavoro bisogno di mangiare. Da dove viene il cibo? I contadini! Quindi, è così che lo scambio ineguale ha avviato il processo industriale, questa è stata la ragione principale.

In realtà, questo era anche nell'interesse a lungo termine dei contadini. Perché i futuri contadini non avrebbero bisogno di stare in piccole fattorie. L'industrializzazione li libererebbe da tutto quel lavoro pesante e massacrante. Userebbero invece i trattori. Ma per usare i trattori, devi avere l'acciaio. Per avere acciaio, devi avere minerale di ferro e carbone. Queste non sono cose che i contadini, gli agricoltori possono acquistare inizialmente. Ma la collettivizzazione ha permesso ai contadini di acquistare macchine. E ha anche reso più facile la fornitura di grano alla città. Quindi questa era la spina dorsale del sistema “hùkǒu” o permesso di soggiorno.

Ma dovremmo tenere a mente l'unità degli opposti. Tutto ha due lati. Il cinese ha una grande parola per quello che voglio dire: "Wúnài" (无奈), che letteralmente significa "il meglio della peggiore situazione possibile" o "l'opzione migliore in assenza di un'alternativa migliore". Sì, lo scambio ineguale era la migliore alternativa per la Cina per accumulare capitale in quel momento. Ma aveva anche un effetto collaterale: a causa di questo sistema, le persone nelle città sentivano che il loro lavoro valeva più del lavoro dei contadini. Naturalmente, non era vero che lo "scambio ineguale" era solo un risultato della monopolizzazione del grano da parte dello stato. Ma di conseguenza, le persone nelle città iniziarono a sentirsi superiori. Avevano garantito il cibo, avevano garantito vestiti a buon mercato, ecc. E i contadini non potevano trasferirsi arbitrariamente in città a causa del razionamento del grano. Quando sei arrivato in città, non avresti avuto grano, non avresti potuto vivere. Il grano era garantito solo alla popolazione urbana della città. Se decidevi di trasferirti in città, dovevi portare il tuo grano dalla campagna. I liberali capitalisti dicono che questa è una restrizione alla libertà di movimento delle persone. In realtà, puoi vedere come funziona quella "libertà" in tutti gli slum dell'America Latina, dell'India e di altri paesi economicamente sottosviluppati! Le persone sono libere di trasferirsi lì!

L'aspetto negativo di questo sistema era che la città aveva strutture educative e mediche più avanzate e un accesso molto maggiore all'arte, alla letteratura, ecc. La vita della gente di città stava migliorando molto più velocemente della vita delle persone in campagna. Questa divisione era una caratteristica della vecchia società capitalista ed è stata mantenuta nella società socialista. La frattura tra la campagna e la città non solo era enorme, ma si allargava. Cosa si potrebbe fare al riguardo?

Quindi mandare i giovani in campagna è stato significativo. Come mai? In primo luogo, ha permesso alla gente della città di ripagare in qualche modo i contadini. Hanno portato le loro conoscenze, le loro competenze in campagna. E far vedere la campagna ai giovani urbani ha anche dato loro un messaggio chiaro: “Non pensare che il privilegio che hai in città sia un tuo diritto naturale. Devi pensare a come vivono i contadini, la maggioranza della gente in questo paese!” Quella era la spina dorsale della Cina. Bene, potresti dire che non era il modo più efficiente, ma non importa. In ogni caso, era un modo per i cittadini di ripagare i contadini per ciò che guadagnavano dalla loro posizione privilegiata.

All'inizio, anche la maggior parte dei giovani sosteneva quella politica. Sapevano le difficoltà che hanno attraversato tutti. Sentivano che era loro dovere aiutare in campagna. Sfortunatamente, molte cose sono successe contemporaneamente. Il divario a forbice, infatti, ha potuto ridursi sostanzialmente negli anni Sessanta, dopo “tre anni difficili” [1959-1961]. (E per il resto degli anni '60 con l'eccezione del 1966-67, i primi anni della Rivoluzione Culturale.) Il prezzo industriale dovrebbe essere abbassato e il prezzo agricolo dovrebbe essere aumentato. Ma il paese era in una situazione di stallo. C'è stata una lotta per il futuro della Cina. Molte cose non potevano essere curate. Quindi, avrebbero dovuto, da un lato, mandare i giovani in campagna, e dall'altro ridurre il divario delle forbici. Ma c'erano così tante cose di cui preoccuparsi allo stesso tempo e hanno scelto di cogliere la principale contraddizione.

Quando Deng salì al potere, distrusse la politica di mandare i giovani in campagna. Oggi, quello che la gente dice è che Deng ha annullato la politica perché i giovani si sono ribellati. Ma il motivo per cui i giovani si sono ribellati è un argomento che in realtà pochissime persone studiano per quanto ne so. Durante il periodo di Mao i giovani non si erano ribellati a questa politica. Si ribellarono nel 1977, dopo che Deng creò il sistema degli esami. Tutte le persone dell'élite hanno lasciato la campagna per andare ai college. Immaginate i giovani in campagna che lavorano insieme ai contadini. All'improvviso hanno iniziato a sentirsi come: “Oh, capisco! Dovrei restare in campagna tutta la vita, ma tu puoi andartene!” Questo è stato ciò che ha rotto la volontà e il consenso dei giovani, ciò che ha distrutto la motivazione centrale dietro la politica.

OÜ: Questo fatto non è menzionato nemmeno nella "letteratura sulle cicatrici"...

FE: Sì, questo è il mio punto! Io totalmente con la prospettiva dei giovani. Quando tutti erano insieme, tutto andava bene. Ma quando divenne evidente che alcuni erano "più uguali degli altri", comprensibilmente si ribellarono.

OÜ: Tanti ex giovani diseredati hanno scritto nelle memorie la loro esperienza in campagna. Eppure raramente criticano questo cambiamento di politica che ha avuto luogo dopo la morte di Mao. Scelgono di prendere di mira le politiche dell'era Mao e in particolare la campagna Down to the Countryside nel suo insieme.

FE: Sì. Tuttavia, non vedo alcuna documentazione su una ribellione giovanile contro questa politica prima dell'ascesa al potere di Deng. Beh, certo, c'erano delle difficoltà, c'erano delle difficoltà. C'è stato un movimento backdoor nel 1975, ed è stato una specie di predecessore del movimento contro la politica Down to the Countryside nel 1977. Quando ho incontrato persone di Shanghai che condannavano questa politica di mandare i giovani in campagna, ho chiesto loro semplicemente domande: “Perché pensi di avere la sicurezza di hùkǒu a Shanghai? Cosa stai facendo per la maggior parte dei contadini nelle campagne che lo rendono possibile?” Hanno solo detto: "Non è un mio problema!" Su base individuale, questi giovani si sentivano maltrattati. Tuttavia, la maggior parte delle persone, anche quelle che condannano la politica Down to the Countryside, hanno un'esperienza indimenticabile con quella vita. Hanno fatto fatica a stare in campagna, ma hanno ancora nostalgia di quei giorni. La maggior parte di loro dice: "Vogliamo tornare alla nostra giovinezza, vogliamo tornare a quella vita". Tuttavia, non vedo alcuna letteratura che glorifichi quel tipo di esperienze di persone che sono andate in fabbrica per lavorare in una società capitalista. Ad esempio, nella letteratura americana, non si vedono giovani lavoratori che parlano di quanto tempo trascorrono in fabbrica. Ho anche lavorato in una fabbrica negli Stati Uniti per una dozzina di anni, l'esperienza non è stata paragonabile a quella che ho avuto nella Cina di Mao.

Quindi la chiave che manca a queste persone è il motivo per cui ricordano l'esperienza anche se sono contro la politica: la comunanza. Il sentimento di essere uguali, di stare insieme nella solidarietà. L'esperienza condivisa di essere oppressi in una fabbrica non è qualcosa che la maggior parte delle persone vuole rivivere. Ma non importa quanto duro lavori, un'esperienza condivisa di lavorare insieme per costruire qualcosa, per costruire una "nuova Cina" merita di essere ricordata. In America, puoi vedere questo tipo di glorificazione del passato solo nell'esercito degli Stati Uniti. Quando le persone in Marines, Green Berets se ne vanno, di solito hanno ricordi divertenti della loro esperienza passata. Dato che hai una specie di banda nell'esercito, fai qualcosa insieme. Naturalmente, in questo caso, è per l'imperialismo. Tuttavia, dal punto di vista psicologico, il servizio nell'esercito ti dà il senso di unità. Questo è qualcosa che non vedi mentre lavori in una fabbrica nella società capitalista.


Perché i paesi dell'ex blocco orientale sono generalmente più socialmente conservatori oggi, nonostante fossero precedentemente socialisti?

È un evento un po' strano. In generale, i paesi che fanno parte dell'ex blocco orientale sono ora più omofobici, più religiosi e statisticamente meno inclusivi dal punto di vista razziale. Perché?

Semmai, avrei pensato il contrario poiché il socialismo è molto socialmente progressista.

Per favore, familiarizza con le regole sulla barra laterale e leggi questo commento prima di commentare questo post.

Non saranno tollerati attacchi personali e molestie.

Il bigottismo e l'incitamento all'odio saranno accolti con divieti immediati Il socialismo è un sistema intrinsecamente inclusivo e il bigottismo è oppressivo, escludente e non favorisce uno spazio di apprendimento sano e produttivo.

Questo subreddit non è per mettere in discussione le basi del socialismo. Ci sono numerosi subreddit di dibattito disponibili per questi scopi. Questo è un posto dove imparare.

Le risposte brevi o non costruttive verranno eliminate senza spiegazione. Per favore rispondi solo se conosci le tue cose. La speculazione non ha posto su questo sottotitolo. Le informazioni completamente false verranno rimosse immediatamente.

Se il tuo post è stato rimosso a causa di insulti abilisti normalizzati, modifica il tuo post. I mod quindi lo approveranno.

Si prega di leggere la discussione in corso in un thread prima di rispondere per evitare malintesi e creare un ambiente improduttivo.

Il liberalismo e il pregiudizio settario sono rigorosamente moderati. Rimani costruttivo e non colpire altre tendenze socialiste! (La critica va bene, l'esca a basso sforzo no.)

Aiutaci a mantenere il subreddit informativo e utile segnalando i post che infrangono queste regole.

Sono un bot e questa azione è stata eseguita automaticamente. Per favore contatta i moderatori di questo subreddit se avete domande o dubbi.

Alcuni dei paesi furono conquistati da ex reali/leader che possedevano proprietà/potere prima/durante la seconda guerra mondiale. Quando l'Unione Sovietica fu rovesciata, molte delle famiglie ricche acquistarono e ripresero le loro terre con la forza. Devi capire che gli Stati Uniti e la NATO hanno sostanzialmente sostenuto qualsiasi leader fascista in quella regione fintanto che servono il capitale per gli imperialisti al potere. Quindi fondamentalmente i fascisti che c'erano prima della seconda guerra mondiale tornarono nei loro rispettivi paesi e plasmarono culture socialmente conservatrici.Leggi Black Shirts and Reds di Michael Parenti se vuoi saperne di più.

Questo non è successo in Russia e il paese è ancora reazionario come un cazzo.

Questo sarà lungo e senza citazioni specifiche, ma c'è una grande quantità di contesto storico da disfare.

In primo luogo, il Partito Comunista dell'Unione Sovietica in particolare aveva tenuto per decenni elementi nazionalisti e religiosi di destra profondamente radicati. Questi elementi non sono mai andati via - la Chiesa ortodossa in particolare ha visto spezzato il suo potere politico egemonico, ma è stato comunque permesso di esistere. La situazione era diversa nei paesi del Patto di Varsavia: in Polonia, in particolare, l'influenza politica della Chiesa cattolica era così potente e il potenziale contraccolpo internazionale e interno alla soppressione della sua influenza nello stesso modo in cui la Chiesa ortodossa era stata sradicata in l'Unione Sovietica così male, che le fu effettivamente permesso di continuare ad operare liberamente in parallelo al Partito Comunista. Questa ferita aperta era un'ulcera particolarmente grave che è stata sfruttata dal blocco occidentale contro il blocco sovietico per decenni, ed è stata determinante nella sua caduta.

In tutta l'Unione Sovietica dall'era revisionista di Kruscev in poi si sviluppò un'intellighenzia clandestina di dissidenti liberali. Il "discorso segreto" di Krusciov nel 1956 è a ben vedere un evento di straordinaria importanza nella storia del progetto socialista. Ha posto le basi per tre grandi fenomeni della Guerra Fredda: la scissione sino-sovietica, il quasi completo discredito dei partiti marxisti-leninisti nei paesi capitalisti occidentali e un trauma fondamentale per quell'intellighenzia dissidente. Molti ex comunisti ardenti della generazione dell'Unione Sovietica degli anni '30 furono così scioccati dalle affermazioni di Kruscev sui crimini di Stalin che si rivoltarono contro le loro convinzioni in vari gradi. Il governo di Kruscev ha rappresentato un disgelo nella repressione dei dissidenti in URSS. Distrusse la reputazione postuma di Stalin a beneficio della sua carriera politica. I nuovi dissidenti della generazione degli anni '30 videro i loro primi sviluppi delle loro nuove convinzioni durante questo periodo, come avvenne durante gli anni della loro formazione intorno ai vent'anni. Ma la posizione di Krusciov era sempre instabile, e dopo una serie di sconfitte pubbliche molto pubbliche nella Guerra Fredda per mano degli Stati Uniti si era indebolita abbastanza da essere rimosso da una cabala di addetti ai lavori guidata da Leonid Brezhnev.

Breznev era un moderato e non un intransigente, ma ha comunque preso provvedimenti per riabilitare nuovamente Stalin e reprimere la nuova intellighenzia dissidente in misura limitata. Nel 1968 Breznev represse gli sforzi di riforma in Cecoslovacchia e stabilì la Dottrina Breznev - la linea secondo cui l'Unione Sovietica sarebbe intervenuta militarmente per impedire a qualsiasi membro del Patto di Varsavia di rompere potenzialmente. Breznev ha anche presieduto un cambiamento politico fondamentale nella burocrazia del PCUS. Ha coniato lo slogan "fiducia nei quadri", una politica che ha mantenuto nelle loro posizioni burocrati e dirigenti di partito trincerati per anni e anni. Questo è stato determinante per Breznev che ha mantenuto il potere per così tanto tempo e ha presieduto un'era di grande stabilità e distensione: è stato il secondo leader sovietico più longevo perché ha effettivamente agito come l'ultimo patrono del papà di zucchero per l'élite del partito. In precedenza, specialmente sotto Stalin, c'erano stati sforzi attivi per mantenere un alto ricambio nelle nomine del partito (in effetti, il terrore del 1937-1938 fu una campagna attiva contro burocratizzazione radicata). Ora i burocrati di carriera sono stati mantenuti in vigore come politica deliberata, e questo ha notevolmente intensificato una cultura della corruzione già esistente all'interno del PCUS. Questo alla fine si sviluppò in quella che fu conosciuta come la "gerotocrazia" - una direzione del partito che era sempre più dominata da una classe debole e anziana di quadri sempre più anziani.

C'è una grande quantità di altri contesti qui riguardo all'era Breznev che alla fine furono i maggiori contributi al crollo sovietico, ma li sto saltando per arrivare a Gorbaciov.

Mikhail Gorbaciov faceva parte della generazione dissidente. Era meno un controrivoluzionario apertamente liberale, ma era un vero credente nei principi della rivoluzione - un idealista. Credeva di poter "riformare" il Soviet in quello che veniva chiamato "socialismo dal volto umano". Negli anni '80 si verificò un inevitabile cambio generazionale nella leadership dell'Unione Sovietica. Alla fine degli anni '70 Breznev subì un grave ictus che lo rese di fatto per lo più inabile. Fu tenuto al suo posto dalla sua cabala di alleati come prestanome sia per le ragioni di cui sopra sia come mezzo per mantenere la pace tra le cricche di fazioni. Breznev alla fine morì nel 1982. Yuri Andropov, ex capo del KGB, alla fine riuscì nella lotta per la supremazia. Era più un intransigente di Breznev e si impegnò in alcuni sforzi di riforma significativi ma simbolici. Ma ha sviluppato una malattia terminale ed è deperito per tutto il 1983. È stato sostituito da Konstantin Chernenko, un altro breznevita geriatrico. Anche lui morì rapidamente nel 1985. Gorbaciov era stato il protetto di Andropov, e con un così rapido avvicendamento nell'alta dirigenza in così poco tempo, i Brezneviti non potevano più bloccare la leadership di Gorbaciov. Aveva una relativa giovinezza, abilità e il sopravvento immediato, e ha cementato con facilità la sua autorità come nuovo leader sul suo rivale Grishin.

Gorbaciov si impegnò presto nei suoi sforzi radicali per riformare il sistema sovietico. Era un politico estremamente abile. Per prima cosa consolidò il potere facendo aperture agli Stati Uniti e allentando le restrizioni sulla stampa. L'intellighenzia liberale di lunga data ha poi usato le nuove libertà di stampa per lanciare attacchi contro il Partito Comunista e il sistema comunista. Gorbaciov lo incoraggiò attivamente, usando la stampa liberale come arma contro i suoi nemici all'interno del Partito. Tra il 1988-1991, il programma di riforma di Gorbaciov iniziò sul serio con glasnost e perestrojka (EDIT: per chiarire questi non sono "iniziati" qui, glasnost in particolare esisteva da anni, ad esempio nel portare al pubblico la notizia del disastro di Chernobyl era stata una svolta importante nell'opinione pubblica ma nel 1988 la liberalizzazione economica aveva cominciato a far sentire sul serio i suoi effetti). Glasnost sabotò attivamente l'unità politica nel paese portando alla luce le passate soppressioni del dissenso ed esponendo la disparità delle condizioni dei beni di consumo tra l'URSS e l'Occidente. Perestrojka ha introdotto l'impresa privata limitata e le cooperative. Ma queste riforme hanno distrutto la fragile economia pianificata dell'Unione Sovietica. Reintroducendo il commercio di materie prime per il profitto privato, ha minato direttamente le industrie statali che vendevano quelle economie ai negozi statali con rigidi controlli sui prezzi: speculatori e profittatori hanno deciso che era più redditizio esportare beni piuttosto che venderli allo stato a prezzi fissi bassi. Questo ha minato direttamente le entrate statali che erano in gran parte derivate dall'eccedenza che ha eliminato questo squilibrio commerciale: la famigerata carenza di cibo e le code dilaganti non erano una caratteristica permanente dell'economia sovietica, ma derivano in gran parte da quest'era in cui le riforme hanno distrutto l'economia e la circolazione stabile dei consumatori merci (noterai nei thread AskReddit sugli ex residenti dell'Unione Sovietica che parleranno sempre di queste cose dilaganti nei loro ricordi d'infanzia di questa era della storia sovietica).

Tornando alla scena politica, le riforme di Gorbaciov incoraggiarono i dissidenti liberali (e ora anche i controrivoluzionari nazionalisti). Hanno intensificato i loro attacchi al PCUS con l'incoraggiamento di Gorbaciov e dei suoi alleati. Inoltre, Gorbaciov revocò esplicitamente la dottrina Breznev, che portò direttamente al crollo del Patto di Varsavia e dei governi comunisti di quei paesi.

Forse stai vedendo una tendenza qui. Gorbaciov ha promesso un sistema socialista "più umano" e "riformato". Ciò stava accadendo anche in alcuni paesi del Patto di Varsavia, in particolare in Polonia. Nel 1988, al sindacato Solidarnosc, spinto alla clandestinità durante la repressione del 1980, è stato permesso di riemergere. Vinsero alla grande nelle libere elezioni che seguirono presto, promettendo riforme simili al sistema socialista, in particolare un'economia basata sulle cooperative e una democrazia socialista pluralistica. La Polonia era stata a lungo una delle principali ulcere per l'Unione Sovietica: le sanzioni impostegli dagli Stati Uniti e dai suoi alleati dopo la repressione del 1980 avevano dissanguato l'Unione Sovietica di denaro di cui aveva urgente bisogno (inviato invece per sovvenzionare l'economia polacca paralizzata) anno dopo anno . Ora il governo socialista moderato guidato da Solidarnosc ha cercato assistenza nel suo bilancio e negli sforzi di riforma dal mondo capitalista. Gli economisti del FMI e degli Stati Uniti si sono precipitati e hanno chiesto un programma di "terapia d'urto" neoliberista. Questo programma è stato così devastante per l'economia polacca che ha completamente screditato Solidarnosc. Con i comunisti odiati e i socialisti moderati completamente screditati, gli elementi liberali li sconfissero nelle elezioni del 1991, continuando il pacchetto di riforme liberali. Con la distruzione della reputazione della sinistra, gli elementi conservatori, aiutati notevolmente dall'influenza stabile ed egemonica della Chiesa cattolica, si sono inseriti nel vuoto.

In molti paesi dell'ex Patto di Varsavia, gli anni '90 sono stati un periodo devastante. Le loro economie sono state distrutte e saccheggiate da interessi privati ​​stranieri e la loro politica ridotta in schiavitù da un debito schiacciante nei confronti del FMI. Questa tendenza è continuata fino ai giorni nostri, ma dominano i gruppi politici conservatori. Oggi, elementi di estrema destra stanno salendo al potere in posti come Polonia, Ungheria e Ucraina perché si stanno ribellando contro il neoliberismo, il crollo del centro/centro-destra, e la vera sinistra non è in una posizione reale per contestarlo.

Continuerò con il crollo della stessa Unione Sovietica nel prossimo post.


Le quattro regole fondamentali della metafisica 9!

Quattro regole fondamentali della metafisica per comprendere la vera realtà:

  1. L'universo funziona simultaneamente come se Dio non esistesse. Come funziona, puoi creare la tua vita come se fossi sotto la Porta del Secondo Pilastro dell'Abissarianesimo. Ma questa Porta del Secondo Pilastro (Secondo Livello Metafisico) dell'Abissarianesimo non è la posizione predefinita dell'universo. La posizione predefinita (Primo Livello Metafisico) è che le regole, le opinioni, le idee, gli obiettivi, i piani dell'Io Eterico vengono prima di tutto nell'operare negli universi!

  • Chiedi a Etheral I di aiutarti con tutte le attività di Metafisica che svolgi.
  • Lavora sempre per migliorare in quello che fai.
  • Non dipendere dalla metafisica dipende da Everlasting I.
  • Metafisica della data di nascita.

Una persona nata il 13/11/1968 farebbe meglio ad agire in giorni/mesi/anni di 4 (1+3) = 4 o (1+1+1+3+1+9+6+8) = 30 o 3 .

Esploriamo la Metafisica di #4.

Mese. Giorni (13/4/22/31). qualsiasi anno.

Settimana: 4/13/22/31/ o qualsiasi 4 (somma) settimane dell'anno (40 a settimana, per esempio).

Orario: 13/4/22 ore di qualsiasi giorno.

Aprile, il quarto mese di ogni anno.

Puoi tornare nella tua vita e testare questa teoria. Puoi andare avanti nella tua vita e testare questa teoria, ma ricorda, è meglio agire quando Illuminato voglio che tu agisca! Se la giornata lavorativa cade su 3 o 4, così sia. In caso contrario, l'hai fatto nel miglior giorno possibile perché l'Io Illuminato governa tutte le cose.

  • Etereo I aiuta tutte le persone in una certa misura, e in base alla situazione e alle circostanze, perché Etereo vi metto tutti in questo stato di cose metafisico chiamato Terra, Prima Metafisica e Seconda Metafisica.
  • Cinque livelli di abissarianesimo.
  • Principiante (acquisizioni) Semplicemente inserendo conoscenza. Raccogliendo buone conoscenze, saggezza, processi e teorie.
  • Domande (catalogo) Fare buone domande o semplicemente domande finché non si capisce qualcosa dal punto di vista dell'autocoscienza o della consapevolezza degli altri.
  • Scrivere (circolazione e affermazioni) Usare le affermazioni e vedere come la scrittura ti permette di far circolare le acquisizioni in forme superiori di saggezza.
  • Intermedio (Principi) Applicazione dei principi consciamente e inconsciamente. Essendo profondamente consapevoli, fai delle scelte e decidi la tua vita.
    • Questo significa integrare le tue informazioni a un livello più evoluto. La conoscenza arriva come un'onda. Vedi il diagramma sotto i Cinque Livelli di Consapevolezza dell'Abissarianismo sopra.
      • L'ascesa del cerchio dell'acqua è Acquisizione,
      • Il picco del cerchio dell'onda sta ponendo domande,
      • La pendenza discendente del cerchio dell'onda è scrivere, usando la conoscenza in qualche modo, per aiutare te stesso o gli altri a capire qualcosa.
      • Il minimo nel cerchio dell'onda prima del successivo aumento del cerchio dell'onda è Ulteriori integrazioni intermedie dei principi dell'abissarianesimo,
      • E il successivo aumento del cerchio d'onda è la saggezza avanzata che ottieni quando il ciclo ricomincia da capo.

      Quindi, mentre le onde si estendono nel più ampio oceano della vita, anche tu dovresti diventare più saggio e più saggio e più armonioso con Enjoining I e nell'Abyssarianism.

      • Avanzamento (Saggezza) Applica consapevolmente un comportamento meritorio nella tua vita su base quotidiana.
      • Ogni religione si manifesta e mantiene un tono, un umore, un'energia e un'espressione. Questo tono, umore, energia ed espressione supera la persona che si unisce alla religione, un altro modo per dirlo è, questo TMEE trasforma l'individuo in una certa misura una volta che si unisce sotto l'ombrello di quella religione.
        • I cristiani, ad esempio, il tono, l'umore, l'energia e l'espressione sono di felice entusiasmo. I cristiani morivano spaventati ma felici nei fuochi romani, negli oli bollenti e davanti ai leoni. La felicità cristiana pervase la loro espansione mentre convertivano le più antiche religioni d'Europa e le sottomettevano. I cristiani hanno abbattuto il potere delle donne nelle inquisizioni con una felice attuazione di metodi di tortura extra-romani. Nel Nuovo Mondo, i felici cristiani espansionisti uccisero i nativi americani con coperte infettate dal vaiolo, bugie e accatastate teste di bufalo uccise alte cinque piani. Cortez ha espresso felicemente la buona notizia mentre conquistava il popolo dei nativi centroamericani mentre distruggeva tutti i loro scritti storici. In questo momento, in Occidente, i cristiani esuberanti e felici vivono le loro vite in beato comfort mentre gli LGBT+ stanno cercando di finire di mettere l'ultimo chiodo nella bara dell'eterosessualità umana! I cristiani sono felici e ridono gioiosamente davanti al refrigeratore d'acqua mentre la loro morte imminente in questo ATTO DI UGUAGLIANZA attende dietro l'angolo.

        Inaugurerà un'era in cui a tutti i bambini vengono somministrati bloccanti della pubertà e vengono riprogettati per desiderare, se possibile, lo stesso sesso biologico con cui sono nati! Ora sai perché Dio ha ordinato la distruzione di Sodoma e Gomorra! Queste persone contorte LGBQT+ non sono soddisfatte di vivere la propria vita, vogliono che anche gli eterosessuali vivano la vita delle persone LGBQT+! Fino all'essere LGBQT+. Questa è l'unica uguaglianza che gli LGBQT+ vedono come possibile, e le neolesbiche illuse (femministe eterosessuali) sono la quinta colonna (51%) usata per provocare questa distopia da incubo.

        • L'effetto TMEE ebraico è uno di egoismo appassionato e testardo e vendetta contro il loro Dio. Cristo non ha avuto effetto sugli ebrei. Cristo non ha cambiato la natura di un leone, quindi non vuole consumare l'agnello. Quindi, l'ebraismo è ancora una religione dell'occhio per occhio. Solo gli ebrei arrivano all'estremo estremo di ribellarsi al loro Dio! Quando il loro Dio li avvertì del destino imminente, i Giusti ebrei (nella loro stessa mente) continuarono a compiere azioni sbagliate. La loro genialità salomonica e il loro ostinato egoismo portarono alla distruzione gli Assiri, i Babilonesi, i Romani, i Germani e altri a cui gli ebrei poi giocarono la carta della vittima. Gli ebrei sono il popolo eletto di Dio, dopotutto. Gli ebrei non possono mai sbagliare. Pertanto, quelle persone che il loro Dio ha usato per punire gli ebrei devono aver torto! Semplice logica di buon senso!
          • Gli ebrei sono come le donne in questo senso: mai torto, sempre vittima, sempre vittima mentre cerca di dominare e abusare degli altri allo stesso tempo!
          • Dovrebbero essere sempre trattati come speciali senza alcuna responsabilità per qualunque cosa facciano di sbagliato.
          • Il mondo non può esistere senza le donne, il mondo non può esistere senza il popolo ebraico eletto!
          • Tutto ciò che gli ebrei creano, al suo interno, è una guerra segreta contro il dominio di Dio: comunismo, marxismo, scuola di Frankfort, teoria della razza critica, femminismo, Black Lives Matter, freudismo e ogni altra scienza ebraica creata.
          • I buddisti si avvolgono nel TMEE dell'osservazione distaccata, quasi come se guardassero un evento passato su pellicola. Se il mondo è malato, sofferente e ha bisogno di un medico, quel medico dovrebbe agire come tale, giusto? I buddisti guardano spassionatamente mentre gli arabi prendono lentamente il controllo dei loro paesi e dei paesi in cui in precedenza dominavano e fanno esplodere le statue buddiste. Solo calpestando il buddhista, come ha fatto Enhancing I, il buddhismo può essere salvato e a volte è dimostrato che devi lottare appassionatamente per il tuo modo di vivere.
            • Indù TMEE assomiglia a un signore sereno e potente senza preoccupazioni nel mondo e che tutto va bene e andrà sempre bene. Non c'è bisogno di urgenza pervade l'induismo. Dopotutto, hanno centinaia di vite per andare avanti con l'apprendimento e la crescita. Lasciamo che gli arabi, con la loro religione incoerente, falsa e inventata, distruggano la coerente, vera, vasta espressione religiosa dell'induismo. Anche se all'Induismo manca la piena espressione corretta della vera religione come l'Abissarianismo, ancora una volta, Enriching I, ha dovuto calpestare gli Indù, per costringerli a proteggere l'Induismo dagli Arabi.
            • I nativi americani TMEE sono sperimentali, astratti e la mancanza di tempo pervade la loro religione. L'ingenuità esiste perché i nativi americani possono vedere così lontano nel futuro che non fanno nulla per le cose nel presente. Vivono sulla Terra come in Paradiso, ma questo è un mondo arretrato in cui le persone, se ne hanno la possibilità, diventeranno tiranni.
            • Lo shintoismo TMEE si manifesta come una profonda quiete, un riferimento per gli eventi di connessione negli oggetti e nei luoghi. Etereo Ho calpestato i Kami per controllare il Giappone e impedire al buddismo di dominare il Giappone!
            • Tutte le religioni arabe (ed esistono oltre trenta diverse espressioni) TMEE assomiglia ad un bambino arrabbiato, appassionato, petulante, perennemente arrabbiato per le regole di vita di cui è sempre vittima come tutte le religioni abramitiche. Tutte le altre espressioni dell'Islam, non importa quanto sereni cerchino di apparire, hanno questo bambino arrabbiato, appassionato, petulante, rabbia perpetua al loro interno. Mondo, non essere confuso. L'Islam dovrebbe essere bandito in tutto il mondo. È la religione più distruttiva, la falsa religione, nel mondo. Ancora una volta, come aspirante religione abramitica, gli arabi interpretano la vittima del loro Dio, mettendoli in una posizione particolarmente difficile nel mondo. Hanno creato una religione falsa e non corrispondente che, dopo averla letta, non regge a un comportamento umano decente o simile a Dio.Dio ama tutte le persone. Dio non ha immediatamente deciso che quelli al di fuori dell'Islam sono creature sporche e sporche che Dio non può salvare se non uccidendoli, violentando e minacciando per convertirli. Non può Dio spiegare perché ha una regola o un'altra? Dio, se Allah, chi prega ______? creare persone invano? Come può un mondo essere congelato come la resina d'ambra nel settimo secolo, includendo pedofilia, guerra perpetua e distruzione, bugie, inganni e schiavitù? Se Dio non può controllare le persone se non uccidendole, come può alla fine portare la pace nel mondo? Per Allah, il cuore umano, che assomiglia notevolmente al cuore di un maiale, non ha forse accennato a questa Verità? In Paradiso, Allah avrà un pasticcio ribelle nelle sue mani se Allah non può controllare gli umani senza prima ucciderli o minacciare gli umani con la morte e il fuoco dell'inferno.

            Assunzione di responsabilità 7.

            10 modi in cui le donne non si assumono responsabilità

            VOLERE DUE COSE OPPOSTE SIGNIFICA AVERE DUE VALORI OPPOSTI, CIOÈ CHE NON VUOI ASSUMERSI LA RESPONSABILITÀ DI SCEGLIERE TRA IL MIGLIORE DEI DUE VALORI!

            Donne, assumersi la responsabilità è come camminare su una strada e arrivare a un bivio. Più in alto lungo ogni percorso c'è un tavolo in piedi con una fetta di torta. È impossibile andare contemporaneamente in due posti e mangiare la tua torta! DEVI SCEGLIERE. NELLA SCELTA, DEVI ACCETTARE LE CONSEGUENZE DEL PERCORSO SCELTO.

            Tendenza alla vittima interpersonale

            Neolesbiche (femministe eterosessuali)

            Donne, guardate questo video prima di fare l'esercizio o leggere questa settimana:

            1. Trova un libro d'arte o un vecchio libro con una bella foto. Acquista un libro d'arte o una rivista usati, se necessario.

            3. Strappa la pagina artistica in molti pezzi.

            4. Quindi guarda l'arte distrutta e dì ad alta voce: "Sono responsabile di questo".

            5. Guarda l'opera d'arte strappata e di nuovo, ripeti: "Sono responsabile di questo risultato".

            6. Quindi puoi leggere il libro di Esther Vilar.


            Discussione: Stalin era un sociopatico o solo un buon comunista?

            Bannato Data di registrazione dic 2011 Località Обединени социалистически щати на Америка Messaggi 27,391
            • Vedi profilo
            • Visualizza i post del forum
            • Messaggio privato
            • Visualizza discussioni avviate
            Leggendario! Data di registrazione set 2011 Messaggi 6,707
            • Vedi profilo
            • Visualizza i post del forum
            • Messaggio privato
            • Visualizza discussioni avviate
            L'immortale Data di iscrizione apr 2014 Località Nevada Messaggi 33.543

            Uccidere tutti i generali in un'epurazione paranoica, inclusi 3 dei 4 Marshall?

            Essere sorpresi di essere attaccati da Hitler? L'esercito sovietico era così impreparato che centinaia di migliaia di soldati furono catturati o uccisi?

            Una cosa che dirò di Stalin è che ha imparato dai suoi errori, ma ha commesso degli errori. Errori che hanno ucciso milioni di persone.

            Non posso fare a meno di pensare che non sarebbe stato così difficile trovare un leader migliore per i sovietici.

            "Questa sarà una lotta contro probabilità schiaccianti da cui non ci si può aspettare la sopravvivenza. Faremo tutti i danni che possiamo."

            • Vedi profilo
            • Visualizza i post del forum
            • Messaggio privato
            • Visualizza discussioni avviate
            Signore del Vuoto Data di registrazione giu 2010 Posizione gli altri messaggi 58.334
            • Vedi profilo
            • Visualizza i post del forum
            • Messaggio privato
            • Visualizza discussioni avviate
            il pazzo Data di registrazione gennaio 2011 Messaggi 15,079

            Stalin e i suoi compagni avevano un sacco di veri nemici - hanno appena combattuto una sanguinosa guerra civile in cui praticamente ogni nazione occidentale stava aiutando la parte avversaria.

            Era abbastanza lontano da "tutti i generali", inoltre, molti di quei generali e marescialli erano lì solo a causa della loro precedente esperienza con Civil War (dove alcuni di loro se la sono cavata piuttosto male) piuttosto che per un particolare genio militare, quindi non è ovvio che loro restare non peggiorerebbe le cose - o non sarebbe diverso.

            Sì, non aver capito bene il giorno dell'attacco di Hitler è colpa sua. Il balzo indietro da esso è comunque una testimonianza del sistema che ha costruito.

            Ci sono stati molti preparativi, ma ci sono vincoli fisici su ciò che può essere fatto e su quanto materiale e truppe possono essere spostate in tempo.

            Ovviamente si sbagliava a volte, ma non era l'unico a farli, e non li stava facendo tutti da solo o - molto era lavoro di comitati che ha semplicemente approvato.

            Ovviamente più tardi Kruscev amato attribuire la colpa esclusivamente a Stalin e assolvere se stesso e i suoi compari da qualsiasi colpa.

            • Vedi profilo
            • Visualizza i post del forum
            • Messaggio privato
            • Visualizza discussioni avviate
            Alto Signore Supremo Data di registrazione agosto 2013 Messaggi 150
            • Vedi profilo
            • Visualizza i post del forum
            • Messaggio privato
            • Visualizza discussioni avviate
            Non lavoro qui Data di registrazione Feb 2010 Località Ottawa, ON Messaggi 67,513

            La distinzione centrale e centrale tra i rami politici di sinistra e di destra è la loro posizione sui sistemi gerarchici. La sinistra cerca di migliorare o ridurre le divisioni gerarchiche nella società e creare un sistema più egualitario. L'ala destra vede le gerarchie come desiderabili ("daremo alle persone giuste più potere/influenza/denaro") o come un risultato naturale e inevitabile contro cui combattere è una perdita di tempo.

            Totalitarismo e autoritarismo, per loro natura intrinseca, richiedere un sistema gerarchico se non altro, il governo bisogni essere più forte e più potente della cittadinanza, mantenere il potere e il controllo.

            Concentrandosi esclusivamente su soldi è una distrazione. Non è questo che si tratta di destra e sinistra, ma della struttura di supporto per le gerarchie esistenti o per le nuove gerarchie. Quelli Maggio essere stabiliti attraverso il denaro, con la disuguaglianza di ricchezza che crea classi sociali, ma possono essere stabiliti essenzialmente attraverso qualsiasi forma di potere e controllo sociale. I soldi sono solo un si intende, non il concetto centrale che definisce.

            Molti dittatori usano l'ideologia di sinistra appello per prendere il potere offrono la promessa di un futuro più egualitario. Ma quel futuro non si realizza quasi mai, perché una volta che sono... in potere, mantenere quel potere diventa più importante delle promesse di sinistra che li hanno messi in atto. Si spostano, bruscamente, a destra.

            Anche in economia, è difficile definire Stalin un uomo di sinistra, c'era ancora la proprietà privata dei mezzi di produzione in URSS, c'erano ancora persone ricche e persone povere, ha solo scosso i sistemi esistenti e ha introdotto un nuovo sistema di classe, basato sul Partito.

            Non è così semplice come "proprietà privata o collettiva". L'Europa feudale era in gran parte gestita poiché i signori feudali collettivi possedevano le loro terre, i loro contadini ne facevano fondamentalmente parte, i contadini si gestivano come collettivi e lavoravano anche le terre per il mantenimento del loro Signore, forniva loro sicurezza e protezione. Non era lontanamente di sinistra nel concetto. La domanda è qual è il tuo? scopo di quel sistema economico si tratta di ridurre o addirittura eliminare le gerarchie? O per incoraggiare o permettere loro di prosperare?


            Zamax dice:

            La mia opinione è che comunque il comunismo abbia già sottilmente minato per sempre le fondamenta della società cinese, poiché il comunismo, seppur perverso, è frutto della civiltà cristiana. Dopo la vittoria di Cristo sulla croce e il sorgere della civiltà cristiana, che non si identifica con il cristianesimo, ma con il campo dove abitano, il grano e la zizzania in cui in qualche modo il cristiano "autentico" sarà sempre perseguitato, poiché anche il miglior cristiano la civiltà sarà sempre il "mondo" nel senso evangelico della parola (che alcuni tradizionalisti nel loro millenarismo al contrario, cioè di fronte al passato, non riescono mai a capire né ad accettare, colpevolmente) dopo la vittoria di Cristo, dicevo, il male è, per così dire, costretto ad agire attraverso manifestazioni anticristiche, dissimulatrici, falsa somiglianza o perversa imitazione del cristiano.

            San Giovanni, il "ricapitola" per eccellenza essenza della verità cristiana, dice che questa è "l'ultima ora", cioè il tempo che ci separa dal ritorno di Cristo giudice dopo aver detto sulla croce: "È finito" ma questo è anche il tempo degli Anticristi, secondo san Giovanni, perché solo dopo Cristo l'Anticristo diventa concepibile nella sua pienezza, almeno nella storia.

            Ora, il Cristianesimo ha sottratto per sempre l'uomo al "totalitarismo" famiglia, clanistico, etnico, nazionale, senza abolire o annientare né la famiglia, né il clan, né l'etnia, né la nazione (come fanno i giacobini scimmottatori cristiani adoratori dell'universalismo di Stato) perché con Cristo una persona diventa pienamente davanti a tutto ciò che realmente è: figlio di Dio.

            Nel II secolo d.C., e poi la bellezza di circa 1850 anni fa, Giustino Martire (100-165 dC) si rivolse all'imperatore Antonino Pio Apologia per i cristiani in cui scrive, L'altro fratello, con sorprendente chiarezza: "Ci sforziamo di pagare ovunque, prima di tutti gli altri, tasse e pedaggi a tuo carico, come abbiamo appreso da lui. Durante quel tempo, si avvicinò ad alcuni che si chiedevano se dovessimo pagare le tasse a Cesare. E Lui rispose: "Ditemi, questa moneta che raffigura?”. Quelli, a loro volta, hanno risposto: “Cesare”. La sua E, tuttavia, si rivolse a loro: “Data, dunque, a Cesare ciò che è Cesare, ea Dio ciò che è di Dio ". Quindi adoriamo solo Dio, ma per tutto il resto obbedisci volentieri, riconoscendo come legittimi imperatori e re uomini, e pregando che in te, insieme al potere imperiale, anche tu possa trovare la giusta ragione ".

            La riconosciuta filiazione di Dio, e quindi l'unicità ontologica di ogni persona, è la base dell'universalismo cristiano che ci unisce tutti. Le rivoluzioni illuministe e quelle comuniste, che sono forme moderne di eresie millenarie, hanno mutuato molti aspetti dell'universalismo cristiano (si pensi alla pseudo-religione dei diritti umani o al carattere pseudo-religioso di spirito repubblicano) Ma mettendo lo Stato al posto di Dio, abolendo i frutti della laicità cristiana (l'unica realmente concepibile a lungo termine, ciò che i tradizionalisti di cui sopra, spaventati dal moderno laicismo anticristiano, non hanno voluto né comprendere né accettare) che Lo distingue è il secolo di ciò che è di Dio a causa delle diverse finalità, anche se non contrastanti, a un diverso livello gerarchico, statale e religioso, per “separarsi” e così era etico e creare forme più raffinate di totalitarismo antico. Va notato che tipicamente solo in reazione ad essi nascevano totalitarismi statalistici su scala ridotta e nazionale che flirtavano apertamente con il neopaganesimo.

            Dunque il comunismo anticristiano, storicamente parlando, ha indirettamente rappresentato, per il mondo non cristiano, una forma brutale e perversa di laicità cristiana. Il fatto che civiltà e culture antiche siano miseramente crollate sotto i suoi colpi si spiega non solo con il realismo spietato e cinico dei suoi interpreti, ma anche con il fatto che era portatore di verità trasmetteva l'universalismo cristiano e parlava ai cuori irresistibile. E' lo stesso schema che ha conferito una forza misteriosa ai primi secoli dell'Islam: livellatore barbaro ma rozzamente e imperfettamente universale, e quindi affratellante.

            Per quanto diverso, oggi (parlando in senso epocale) la realtà dell'Islam e della Cina sono a metà, sapendo in cuor loro che finendo (è assolutamente inevitabile a lungo termine) nella secolarizzazione cristiana andranno a finire nella civiltà cristiana, nella d'altronde non ha mai annientato lingue e culture, anzi le ha spesso rianimate liberandole da quello che in esse era un transitorio disumanizzante. La Chiesa cattolica oggi non sembra essere chiara, né il volto delle convulsioni del mondo o della laicità culturalmente non cristiana di fronte all'attuale decadente Occidente anticristiano, quindi invece di ergersi brillante come faro pacifico, preferisce "pacificamente" confondere e venire a patti con entrambi.

            carlone dice:

            Forse il comunismo è più il risultato dell'ebraismo. Solo le persone con le persone e per le persone raggiungeranno il sole di

            List of site sources >>>


            Guarda il video: INILAH PERBEDAAN ANTARA UNI SOVIET DAN RUSSIA (Novembre 2021).