Podcast di storia

Incrociatori di classe Brooklyn

Incrociatori di classe Brooklyn


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Incrociatori di classe Brooklyn

Gli incrociatori della classe Brooklyn sono stati i primi incrociatori da 6 pollici ad essere costruiti per la Marina degli Stati Uniti dopo che il Trattato navale di Londra ha imposto limiti al numero di incrociatori da 8 pollici che potevano essere costruiti.

Gli incrociatori statunitensi tra le due guerre erano tutti limitati dalla serie di trattati navali. I primi incrociatori del dopoguerra furono limitati dal Trattato navale di Washington del 1922, che consentiva un numero illimitato di incrociatori da 10.000 tonnellate armati con cannoni da 8 pollici. Questo fu seguito dal Trattato navale di Londra del 1930 che permise agli Stati Uniti di costruire diciotto incrociatori da 8 pollici con un dislocamento totale di 147.000 tonnellate e un numero qualsiasi di incrociatori da 6,1 pollici fino a un dislocamento totale di 147.000 tonnellate.

La Marina degli Stati Uniti preferiva gli incrociatori da 8 pollici, ma accettò queste restrizioni del trattato perché riteneva di poter costruire un incrociatore da 10.000 tonnellate armato con dodici cannoni da 6 pollici e con una protezione migliore rispetto agli incrociatori pesanti. Questo era vero per la classe Portland, che stava per essere impostata nel 1930 e aveva una cintura spessa 5,75 pollici sopra i caricatori e spessa 2,25 pollici sopra i macchinari, ma furono seguite dalla classe New Orleans, che aveva un'armatura da 5 pollici cintura ed era generalmente meglio protetto. La speranza era che la maggiore velocità di fuoco raggiunta dal cannone da 6 pollici a fuoco rapido avrebbe permesso ai nuovi incrociatori di sopraffare gli incrociatori da 8 pollici a fuoco più lento.

Ci è voluto del tempo per concordare il design degli incrociatori di classe Brooklyn. I lavori iniziarono nell'autunno del 1930 e furono prodotti sei progetti alternativi. Il vincitore fu un incrociatore da 9.600 tonnellate armato con quattro torrette triple da 6 pollici e livelli di armatura simili alla classe New Orleans. Questo progetto è emerso all'inizio del 1931 e la Marina voleva costruire i primi incrociatori come parte del programma del 1933.

Questo design ha poi dovuto essere modificato per fare spazio ai nuovi cannoni antiaerei quad da 1,1 pollici. Una delle modifiche apportate in questa fase è stata quella di spostare l'aereo dalla sua normale posizione a centro nave a una nuova posizione a poppa. Questo sarebbe il layout standard per i futuri incrociatori statunitensi, così come l'uso di un gancio affondato nel cassero. Oltre a liberare spazio nel mezzo della nave, questo ha ridotto il pericolo di un incendio di carburante per aviazione allontanandolo dalle parti vulnerabili della nave.

Una seconda serie di modelli fu prodotta durante il 1931 ei primi mesi del 1932. Questi portavano fino a sedici cannoni in navi di diverse dimensioni e forme. L'eventuale decisione di trasportare quindici cannoni da 6 pollici fu innescata da un rapporto addetto del marzo 1933 sui nuovi incrociatori giapponesi di classe Mogami, progettati per trasportare quindici cannoni da 6,1 pollici su un dislocamento di 8.500 tonnellate. Gli incrociatori classe Mogami risultarono essere di costruzione debole e subito dopo essere stati costruiti i primi due dovettero essere rinforzati, portandoli fino a 11.200 t di dislocamento standard.

Il progetto definitivo per gli incrociatori classe Brooklyn era armato con quindici cannoni da 6 pollici a fuoco rapido in cinque torrette triple, due a poppa e tre a prua. La torretta n. 2 era montata sopra la n. 1 e la n. 3, quindi solo due torrette potevano sparare direttamente in avanti.

Sono stati progettati per avere di nuovo una zona immunitaria di 6 pollici di fuoco di proiettili di 8.000-23.000 iarde contro proiettili che colpiscono a 60 gradi. Portavano un totale di 1.798 tonnellate di armature. Comprendeva una cintura della linea di galleggiamento spessa 5 pollici costruita su una pelle d'acciaio, un'armatura di coperta da 2 pollici, paratie da 2-5 pollici alle estremità della cintura, un'armatura da 6 pollici per le barbette e 6,5 pollici sulle facce della torretta.

Furono i primi incrociatori statunitensi ad utilizzare l'intelaiatura longitudinale nel tentativo di ridurre il peso dello scafo. Erano alimentati da turbine Parsons a 4 alberi e otto caldaie Babcock & Wilcox. Nelle prime sette navi della classe i locali caldaie erano tutti raggruppati davanti alle turbine, ma in Helena e St. Louis questo è stato cambiato in alternanza di sale macchine e caldaie al fine di ridurre i cambiamenti di un singolo colpo che mette fuori gioco tutta la potenza.

L'armamento secondario era fornito da otto cannoni da 5 pollici. Le prime sette navi trasportavano otto cannoni singoli da 5 pollici/25, montati in fila su ciascun lato della sovrastruttura al centro della nave. Gli ultimi due trasportavano otto cannoni da 5 pollici/38 in quattro pistole gemelle. Le stesse pistole furono successivamente installate sul Savana durante le riparazioni dopo la battaglia di Salerno.

Dopo tutto il lavoro svolto per ospitare il cannone da 1,1 pollici, non era pronto in tempo, e le navi della classe Brooklyn ricevettero invece mitragliatrici da 0,50 pollici per il fuoco antiaereo a corto raggio. Questo si sarebbe rivelato rapidamente inadeguato e, come con la maggior parte delle navi da guerra statunitensi, alla fine avrebbero ricevuto molti più cannoni antiaerei leggeri.

Il design della classe Brooklyn era considerato generalmente superiore ai precedenti incrociatori pesanti e veniva utilizzato come base dell'incrociatore da 8 pollici Wichita e la classe di Baltimora in tempo di guerra. Tuttavia i successivi incrociatori leggeri, la classe Atlanta, furono limitati dal Trattato navale di Londra del 1936, che consentiva la costruzione di incrociatori da 8.000 tonnellate armati con 6 pollici. I tentativi di sviluppare un cannone da 6 pollici a doppio scopo furono troppo lenti, e alla fine furono armati con un cannone da 5 pollici a doppio scopo, rendendoli gli incrociatori americani più leggeri e leggeri della seconda guerra mondiale.

Le nove navi della classe sono state ordinate in tre lotti. I primi quattro (da CL-40 a CL-42) facevano parte del programma di emergenza del 1933. Tre (da CL-46 a CL-48) furono ordinate nel 1934. Le ultime due (CL-49 e CL-50) furono ordinate per sostituire le prime due navi della Omaha classe, che stavano raggiungendo la fine della loro vita ufficiale sotto i trattati navali. Erano stati stabiliti prima dell'inizio del 1920, quindi lo erano "oltre l'età" sedici anni dopo essere stati completati, o nel 1939 per la USS Omaha (C-4) e Milwaukee (C-5). Le navi sostitutive potrebbero essere impostate tre anni prima e ci si sta lavorando St. Louis (CL-49) e Helena (CL-50) iniziò nel dicembre 1939.

Lo scoppio della seconda guerra mondiale pose fine alle restrizioni del trattato, e alla fine sia la Omaha navi di classe e le loro sostituzioni erano in servizio contemporaneamente.

Storie di navi

Brooklyn (CL-40) ha prestato servizio per la protezione dei convogli nell'Atlantico nel 1942, quindi ha preso parte all'operazione Torch. Nel 1943 ha sostenuto l'invasione della Sicilia e lo sbarco di Salerno. Nel 1944 sostenne lo sbarco di Anzio e l'operazione Dragoon, l'invasione del sud della Francia. Dopo un refit è tornata nell'Atlantico per il resto della guerra.

Filadelfia (CL-41) ha preso parte all'acquisizione dell'Islanda da parte degli Stati Uniti. Nel 1942 prese parte alla scorta di convogli nell'Atlantico e all'Operazione Torch. Nel 1943 ha sostenuto l'invasione della Sicilia e lo sbarco di Salerno. Nel 1944 combatté ad Anzio e durante l'invasione del sud della Francia. Dopo un refit è tornata sulle rotte atlantiche.

Savana (CL-42) prestò servizio anche nell'Atlantico e prese parte all'Operazione Torch, all'invasione della Sicilia e allo sbarco di Salerno. Durante quest'ultima missione è stata colpita da una bomba radiocomandata FX-1400 e gravemente danneggiata. È stata riparata negli Stati Uniti e poi utilizzata come nave scuola sulla costa orientale.

Nashville (CL-43) prestò servizio in Islanda nel 1941 e nella pattuglia della neutralità. All'inizio del 1942 si trasferì nel Pacifico e prese parte al raid di Doolittle dell'aprile 1942. Combatté nelle Aleutine, le ultime battaglie intorno a Guadalcanal e al largo della Nuova Georgia. Nel maggio 1943 subì l'esplosione di un caricatore e dovette tornare negli Stati Uniti per le riparazioni. Tornò per unirsi alla Settima Flotta e prese parte alle campagne in Nuova Guinea e nelle Filippine. Alla fine della guerra operava al largo del Borneo.

Fenice (CL-46) era a Pearl Harbor durante l'attacco giapponese, ma non ha subito danni. Era usata per proteggere i convogli tra gli Stati Uniti e l'Australia. Ha operato con le forze ANZAC nel 1943. Ha servito con la Settima Flotta durante l'avanzata lungo la Nuova Guinea, le Isole dell'Ammiragliato e durante l'invasione delle Filippine.

Boise(CL-47) ha combattuto nelle acque intorno a Guadalcanal fino a quando non è stata danneggiata da colpi di arma da fuoco nella battaglia di Cape Esperance (ottobre 1942). Le riparazioni durarono fino al marzo 1943 e si spostò ad est per partecipare agli sbarchi in Sicilia ea Salerno. Tornò poi nel Pacifico e prese parte alle campagne della Nuova Guinea, delle Filippine e del Borneo.

Honolulu (CL-48) ha subito lievi danni a Pearl Harbor. Fu usata come scorta di convogli, poi combatté nelle Aleutine. Si trasferì a Guadalcanal, dove combatté nella battaglia di Tasafaronga. Ha aiutato ad affondare il cacciatorpediniere Niisuki alla battaglia del Golfo di Kula e l'incrociatore Jintsu alla battaglia di Kolombangara. Fu gravemente danneggiata nella seconda battaglia e necessitava di riparazioni che la tennero fuori combattimento fino al novembre 1943. Dopo il suo ritorno prese parte alle invasioni di Saipan, Guam e Leyte, ma fu danneggiata nell'ultima battaglia e perse il resto del la guerra.

St. Louis (CL-49) era a Pearl Harbor quando i giapponesi attaccarono. Combatté nelle Aleutine, poi a Guadalcanal. Ha sostenuto gli sbarchi in Nuova Georgia e ha combattuto nella battaglia del Golfo di Kula. Fu gravemente danneggiata nella battaglia di Kolombangara e dovette tornare negli Stati Uniti per le riparazioni. Tornò in tempo per prendere parte alla campagna di Bougainville. Nel 1944 era con la Quinta Flotta per l'invasione di Saipan e la battaglia del Mare delle Filippine. Fu colpita da un aereo kamikaze nel Golfo di Leyte il 27 novembre e questa volta le riparazioni durarono fino al marzo 1945. Partecipò ai raid delle portaerei in Giappone e all'invasione di Okinawa.

Helena (CL-50) fu l'unico membro della classe a perdersi in azione. Fu colpita da un siluro a Pearl Harbor, ma fu riparata in tempo per prendere parte alla campagna di Guadalcanal. Ha aiutato ad affondare l'incrociatore Furataka e il distruttore Fubuki nella battaglia di Cape Esperance (ottobre 1942). Ha combattuto nella battaglia di Santa Cruz e nella battaglia dell'isola di Savo. Nel marzo 1943 si unì alla TF68 al largo della Nuova Georgia. Durante la battaglia del Golfo di Kula (5/6 luglio) fu colpita da un siluro e affondò.

Cilindrata (di serie)

9.767t

Cilindrata (caricata)

12.207t

Velocità massima

32,5 nodi

Gamma

10.000 nm a 15 nodi

Armatura – cintura

5 pollici su 0,625 pollici STS

- ponte

2 pollici

- barbette

6 pollici

- torrette

faccia da 6,5 ​​pollici
2in tetto
1,25 pollici di lato e posteriore

- torre di comando

5 pollici
Tetto da 2,25 pollici

Lunghezza

608 piedi 4 pollici

armamenti

Quindici cannoni da 6 pollici/47 (cinque torrette triple)
Otto pistole 5in/25 (/38 on St. Louis, Helena) (otto posizioni singole)
Otto pistole da 0,5 pollici
Quattro aerei

Complemento equipaggio

868

Navi in ​​classe

Destino

CL40 USS Brooklyn

In Cile 1951

CL41 USS Filadelfia

In Brasile 1951

CL42 USS Savana

Rotto nel 1960

CL43 USS Nashville

In Cile 1951

CL46 USS Fenice

All'Argentina 1951

CL47 USS Boise

In Argentina 1941

CL48 USS Honolulu

Rotto nel 1960

CL49 USS St. Louis

In Brasile 1951

CL50 USS Helena

Affondato il 6 luglio 1943


Incrociatori di classe Brooklyn - Storia


USS Nashville
Incrociatore leggero classe Brooklyn
Iron Shipwright 1:350 modello in scala
di
Nick Wellington

Il USS Nashville stessa ha condotto una vita molto movimentata. Commissionata nel 1938, la nave trascorse gran parte della sua carriera americana nella Pacific War Zone. I punti salienti di questi quattro anni includono l'essere l'ammiraglia del generale MacArthur per le prime parti dell'invasione delle Filippine e la partecipazione alla "liberazione" di Shanghai alla fine del 1945. Venduta al Cile dopo la seconda guerra mondiale e ribattezzata Capitan Prat, Nashville ha servito per molti anni nella marina cilena. Per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale ha guadagnato 10 stelle di battaglia, più di qualsiasi altro incrociatore di classe Brooklyn.

Statistiche vitali

Il modello
Maestro d'ascia di ferro’s 1/350 USS Nashville il modello è uno scafo completo in due parti che rappresenta la nave dal 1943 alla fine del 1944. Le fusioni dello scafo erano molto pulite, con solo pochi fori nelle prese d'aria del ponte gettate. C'era un'eccedenza di circa 1/8 pollici sullo scafo superiore, che doveva essere levigato. Questo non è un problema per chiunque abbia esperienza con la levigatura piatta. La sovrastruttura e le pistole sono tutte fuse in resina, con un minimo sovrapporsi. Alcune delle parti più piccole avevano bolle d'aria che le distruggevano, ma Iron Shipwrights generalmente ti dà più del necessario. Nel kit sono inclusi due fogli di ottone inciso: uno per i dettagli specifici di Nashville e uno per ringhiere e scale. Sfortunatamente, l'ottone non è inciso in rilievo, ma come la maggior parte dei kit ISW la maggior parte dei dettagli è fusa, quindi questo non rappresenta un problema.

Una nota a margine, un paio di livelli della sovrastruttura sono stati rotti durante la spedizione e sono stati sostituiti da Jon Warneke e Ted Paris senza fare domande. Jon mi ha anche regalato un set gratuito di idrovolanti Kingfisher per sostituire il kit fornito Seagulls, poiché ho scoperto che Nashville trasportava Kingfisher durante il periodo in cui ho scelto di rappresentarla.

Costruzione
Nel complesso, la costruzione si è rivelata abbastanza semplice, senza problemi reali riscontrati. Gran parte della sovrastruttura è fusa nello scafo, il che riduce notevolmente i tempi di costruzione. Le varie parti della sovrastruttura avevano anche dei localizzatori, che riducevano le congetture sul posizionamento dei livelli.

Per iniziare la costruzione, ho iniziato con l'accoppiamento degli scafi superiore e inferiore. Questa è probabilmente la parte più difficile della costruzione, poiché un errore qui può rovinare un intero modello. Una volta che questi pezzi sono incollati, non si sfaldano. Non entrerò nei dettagli dell'accoppiamento dei pezzi, poiché è stato trattato in altri articoli sul sito Web di "Warship Home".

Dopo che lo scafo è stato assemblato, lo dipingo completamente, cosa che approfondirò di seguito. Come regola generale, parto sempre dall'armamento di una nave prima della sovrastruttura. Per il Nashville questo è costituito dalle torrette da 6 pollici, dai supporti da 5 pollici, dai supporti da 40 mm, dai supporti da 20 mm e dai direttori di cannone principali e secondari. In tutti questi assemblaggi, gli unici problemi riscontrati erano con le torrette da 6 pollici e i direttori della batteria principale. Poiché ISW utilizza la resina anziché il metallo bianco, le canne da 6 pollici sono soggette a deformazioni. Ho finito per riscaldare tutte le canne e farle rotolare su una superficie piana per raddrizzarle prima di incollarle alle torrette. Per il direttore della batteria principale, il problema riscontrato era con il Mk. 8 radar. Credo che questo assemblaggio sia troppo complicato ed estremamente difficile da realizzare. È necessario acquisire stock di plastica di diverso diametro per ripiegare il radar. Anche dopo averlo acquisito, non sono riuscito a far sì che il radar si adattasse perfettamente. Sono comunque soddisfatto del risultato finale.

Foto della USS Nashville completata da Nick Wellington

Invece di aggiungere la sovrastruttura livello per livello, trovo che sia molto più semplice completare prima ogni sottoassieme e aggiungerli tutti alla volta. Da quale inizi per primo non ha molta importanza, ma ho scelto la sovrastruttura anteriore. I livelli del mazzo si uniscono senza sforzo, con molto più tempo speso per pulirli e dipingerli. Per una nave di queste dimensioni, la Nashville ha sorprendentemente pochi sottogruppi. Ciò è in parte dovuto alla riduzione delle dimensioni della sovrastruttura per la riduzione del peso. In totale, i sottogruppi sono costituiti dalla sovrastruttura di prua, dalla sovrastruttura di poppa e dalla torre del proiettore. Tutti questi sono andati insieme abbastanza facilmente, ad eccezione di piccoli problemi di adattamento sulla torre del proiettore, che ha richiesto circa 1 mm di rifinitura sulla base in resina. Dopo questi assemblaggi, tutto ciò che deve essere aggiunto allo scafo sono le ciminiere e le strutture per l'aviazione. Gli stack richiedono un'attenzione particolare, poiché sono estremamente facili da disallineare, cosa che ho imparato in prima persona!

Come ho già detto, non ci sono problemi reali posti nella costruzione effettiva del kit. Questo non vuol dire che la costruzione sia totalmente semplice. Quasi tutti i problemi che ho riscontrato erano in realtà dovuti alle istruzioni, che potrebbero essere migliorate. In più, hanno modelli di entrambi gli alberi, ma tralasciano cose come il posizionamento della baleniera a motore, due vasche regista Mk.51 e la corretta disposizione della catapulta. Per rimediare a questo, esorto fortemente chiunque acquisti questo kit ad acquistare i piani Floating Drydock. Semplificheranno notevolmente la costruzione. Per come la vedo io, che cos'è un extra di $ 15 dopo aver speso $ 200 su un modello in resina!

La pittura
La verniciatura della USS Nashville è stata forse la parte più difficile del processo di modellazione. Non è il vero dipinto che è stato difficile, è stato il fatto che ho scelto di dipingere la nave in uno schema di pittura oscuro che per quanto posso dire non è documentato. Per la maggior parte della sua carriera in tempo di guerra, la nave è stata dipinta in Ms. 21: tutte le superfici verticali blu navy e tutte orizzontali blu del ponte. Per un breve periodo nel 1944 la nave fu dipinta in Ms. 31/21D, un modello di cacciatorpediniere modificato, con il grigio oceano al posto del nero opaco originale. Per fortuna, Jon Warneke mi ha inviato via email il modello originale su cui lavorare, ma dovevo ancora trovare quante più immagini possibili. Con tutto questo, ho disegnato quello che era più probabile il modello, anche se sono state prese molte libertà, specialmente sul ponte, che potrebbe o meno portare lo schema del mazzo blu/grigio oceano. Puoi usare le immagini del mio modello come modello, ma tieni presente che non sono necessariamente accurate!

Per il dipinto vero e proprio, ho usato i colori USN di Polly Scale. Anche se non del tutto accurato, mi piace la vernice stessa e sono orribile nel mescolare i miei colori. La maggior parte del modello è favorevole alla mascheratura, ma il mazzo doveva essere trattato in modo diverso. Ho provato a mascherare, ma non sono riuscito a farlo funzionare. Invece, ho aerografato il più vicino possibile al motivo, quindi ho ritoccato i bordi con un piccolo pennello. Non puoi dire che l'ho fatto dopo un'attenta ispezione, e anche se potessi è un mazzo di legno, ci si possono aspettare variazioni di colore!

Riepilogo
Nel complesso, questa è un'ottima rappresentazione di un incrociatore di classe Brooklyn da metà a fine guerra. Sebbene il kit non sia perfetto, lo consiglierei a qualsiasi modellista esperto che desideri costruire una nave di questa classe.


Contenuti

Il Brooklyns nacque dal Trattato navale di Londra del 1930, che limitava la costruzione di incrociatori pesanti, cioè navi che trasportavano cannoni con calibri compresi tra 6,1 pollici e 8 pollici. Gli Stati Uniti non favorirono questo risultato, ritenendo che le navi con cannoni più pesanti fossero più adatte alle sue esigenze del Pacifico. La progettazione iniziò nel 1930, con le prime quattro della classe ordinate nel 1933 e altre tre navi nel 1934. I criteri di base erano stati che la velocità e l'autonomia dovevano corrispondere agli incrociatori pesanti e, quando i giapponesi Mogamiapparvero incrociatori di classe con quindici cannoni principali da sei pollici, le nuove navi statunitensi avrebbero abbinato le loro armi. Varie combinazioni di armature e centrali elettriche sono state provate negli sforzi per rimanere al di sotto del limite di 10.000 tonnellate del trattato. [5]

I cannoni da sei pollici erano di un nuovo design, il Mk 16 che poteva sparare un proiettile da 130 libbre fino a 26.100 iarde (quasi 23.900 metri). L'intenzione di montare cannoni antiaerei da 1,1 pollici fu frustrata e il requisito non fu pienamente soddisfatto fino al 1943: dovettero essere accettate soluzioni provvisorie. [5]

Dal 1942, la struttura del ponte fu abbassata e fu installato un radar. È stato specificato un potenziamento delle armi antiaeree (quattro supporti quadrupli più quattro doppi da 40 mm) ma non è stato raggiunto. In pratica c'erano varie miscele di supporti da 20 mm e 40 mm, 28 40 mm (4 × 4, 6 × 2) e venti 20 mm (10 × 2) essendo i più comuni. [5]

Successori

La stragrande maggioranza degli incrociatori costruiti dagli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale originariamente derivano dal Brooklyn design. [4] Questo perché le modifiche di Brooklyn-class scafo erano i predecessori delle due linee di incrociatori da guerra, rispettivamente il Clevelandincrociatore leggero di prima classe armato con cannoni da 6 pollici (150 e 160 mm) e Baltimoraincrociatore pesante di classe superiore armato con cannoni da 8 pollici (200&160 mm). Nonostante la fine delle restrizioni del Trattato navale di Londra, questa separazione tra le classi è esistita per tutta la guerra.

La prima classe derivata erano due navi della St. Louis-class cruiser, che sono stati modificati Brooklyns utilizzando un nuovo design della caldaia, un'armatura ridisegnata e un armamento secondario collocato in quattro torrette a doppia montatura (due torrette per lato). Questa classe porterebbe al Cleveland-class incrociatore leggero (meno una quinta tripla torretta da 6 pollici), di cui due sono stati aggiornati come il Fargo- incrociatore di classe. L'altro predecessore era l'uso di un modificato Brooklynscafo di classe per la USS Wichita, con un armamento incrociatore pesante con un numero inferiore di torrette triple, ma ogni torretta contiene cannoni da 8 pollici più grandi e corazza migliorata. Il Baltimora-class è stato il successore, incluso il Città dell'Oregon-classe sottoclasse incrociatore, e il potenziato Des Moines- incrociatore di classe. Come la Baltimora-class è stata costruita circa un anno dopo il Cleveland-classe, gli sviluppi e i miglioramenti successivi sono stati trasferiti al Baltimorascafo di classe.

Infine, entrambi i tipi di scafo furono convertiti in portaerei leggere. Il Indipendenza-classe di portaerei leggere, sono state convertite da Cleveland-class incrociatori, [6] e il Saipani vettori leggeri di classe usavano la forma base del Baltimora-design incrociatore di classe. [7]


[modificare] Servizio di guerra [ modifica | modifica sorgente]

Parecchi Brooklyn furono gravemente danneggiati durante la guerra, ma tutti gli incrociatori sopravvissero. Boise è stata gravemente danneggiata da un proiettile nella sua torretta anteriore rivista durante Battaglia di Capo Speranza l'11 ottobre 1942 subì molte vittime ma fortunatamente il proiettile non esplose. Nashville è stato colpito da un kamikaze attacco del 13 dicembre 1944 off Mindoro che ha ucciso o ferito 310 membri dell'equipaggio. Honolulu è stato silurato al Battaglia di Kolombangara il 12-13 luglio 1943, così come la sua sorellastra St. Louis. Dopo essere stato riparato negli Stati Uniti, Honolulu tornò in servizio solo per essere silurato da un aereo giapponese il 20 ottobre 1944 durante il invasione di Leyte. L'11 settembre 1943 Savana è stato colpito da un tedesco Fritz X bomba radioguidata che penetrò nella sua torretta n. 3 e fece esplodere il fondo della nave. L'abile controllo dei danni da parte del suo equipaggio l'ha salvata dall'affondamento. Mentre era in riparazione negli Stati Uniti, Savana è stata ricostruita con uno scafo rigonfio che ha aumentato il suo raggio di quasi 8 piedi e i suoi cannoni da 5 pollici sono stati reinstallati come quattro gemelli.


Incrociatori di classe Brooklyn - Storia

Molto pesantemente armati per le loro dimensioni - 608 piedi di lunghezza con quindici cannoni da 6", otto cannoni antiaerei da 5" a doppio scopo montati singolarmente, molti cannoni antiaerei e una serie completa di idrovolanti: le navi di questa classe erano buone barche da mare.

Riflettevano la dottrina della Marina di un'enorme potenza di fuoco per affrontare i cacciatorpediniere nemici, ma senza siluri (tubi) per minacciare le classi più pesanti.

Nel complesso, hanno servito bene e senza perdite, sebbene il loro pesante complemento di proiettili li rendesse vulnerabili all'esplosione. Nella battaglia di Cape Esperance al largo di Guadalcanal nell'ottobre 42, un colpo di proiettile giapponese da 8 pollici penetrò nel caricatore anteriore di Boise e fece quasi saltare in aria la nave, ma l'acqua di mare entrò per spegnere le fiamme.

HO PROGETTATO UN MODELLO DI NAVE IN CARTA IN CARTONE 3D DI QUESTA NAVE/CLASSE.

Questo è da ONI 222, pubblicato nel set45:

Anche se questo è del 1943 e credo mostri il ponte precedente (insieme alla variante di classe St. Louis/Helena):


Incrociatore leggero classe Brooklyn (seconda guerra mondiale) 2.0

Gli incrociatori di classe Brooklyn erano nove incrociatori leggeri della Marina degli Stati Uniti che prestarono servizio durante la seconda guerra mondiale. Armati con cinque torrette triple (tre a prua e due a poppa) che montavano cannoni da 6 pollici (152 mm), montavano più cannoni di grosso calibro di qualsiasi altro incrociatore statunitense. I Brooklyn furono tutti commissionati tra il 1937 e il 1939, nel periodo tra l'inizio della guerra in Asia e prima dello scoppio della guerra in Europa. Hanno servito ampiamente sia nel Pacifico che nell'Atlantico durante la seconda guerra mondiale. Sebbene alcuni siano stati gravemente danneggiati, tutti tranne Helena sono sopravvissuti alla guerra. Tutti i sopravvissuti furono dismessi poco dopo la fine della guerra e cinque furono trasferiti nel 1951 alle marine sudamericane, dove prestarono servizio per molti altri anni. Uno di questi, l'ARA General Belgrano, ex USS Phoenix (CL-46), fu affondato durante la guerra delle Falkland nel 1982.

Le navi della classe Brooklyn hanno avuto una forte influenza sul design degli incrociatori statunitensi. Quasi tutti i successivi incrociatori statunitensi, pesanti e leggeri, si basarono direttamente o indirettamente su di essi. Tra questi spiccano l'incrociatore leggero classe Cleveland e l'incrociatore pesante classe Baltimora della seconda guerra mondiale.

Il file contiene tutti i suoni ei file pcx. Il modello non è una mia creazione. Wyrmshadow ha fornito i file di animazione e Ares de Borg ha realizzato i suoni. Ho semplicemente messo insieme i pezzi e ripulito il modello per CivIII e ho aggiunto alcuni pezzi ipotetici. Un grande grazie a tutti coloro che hanno aiutato!


Incrociatori di classe Brooklyn - Storia

I migliori incrociatori leggeri della seconda guerra mondiale

Dopo l'adozione del Trattato navale di Washington del 1922, gli incrociatori leggeri (CL) con cannoni da 6" ereditarono i ruoli dei precedenti incrociatori protetti, che dovevano esplorare la flotta da battaglia, pattugliare i mari, imporre blocchi, ombra delle navi capitali nemiche, mostrare la bandiera su stazioni lontane e imporre il dominio coloniale. Gli incrociatori leggeri erano in grado di portare una potenza di fuoco maggiore di qualsiasi altra nave che avrebbero potuto incontrare su stazioni lontane (pirati, incrociatori mercantili armati, cannoniere, cacciatorpediniere, torpediniere e simili Con il progredire del XX secolo e l'entrata in servizio di velivoli da ricognizione e da pattuglia sempre più capaci, le operazioni di incrociatori indipendenti diminuirono di importanza e gli incrociatori leggeri assunsero sempre più il ruolo di proteggere le navi capitali (soprattutto le portaerei) e i convogli vitali, in particolare per il trasporto di truppe, contro i nemici minacce aeree e di superficie.

Il Trattato di Washington stabilì 10.000 tonnellate di dislocamento standard come dimensione massima per tutti gli incrociatori e cannoni della batteria principale da 6,1 pollici (155 mm) come il massimo per incrociatori leggeri e cannoni da 8 pollici (203 mm) come massimo per incrociatori pesanti (CA). Pertanto, i termini "leggero" e "pesante" si riferivano all'armamento della batteria principale, piuttosto che alle dimensioni/dislocamento della nave. Gli incrociatori pesanti sostituirono essenzialmente gli incrociatori corazzati nelle flotte delle maggiori potenze e gli incrociatori leggeri erano generalmente visti come più piccoli, meno costosi e meno corazzati degli incrociatori pesanti.

Tuttavia, con il passare del tempo, la differenza di dimensioni tra il più grande dei due tipi è sostanzialmente svanita nell'USN, entrambi i tipi sono stati progettati per il limite di 10.000 trattati. Anche i più grandi incrociatori della Royal Navy, pesanti o leggeri, spostavano circa 10.000 tonnellate standard.

Forse l'ultimo esempio di questa intercambiabilità del design degli incrociatori leggeri e pesanti è stato il giapponese Mogami classe, che furono commissionati come incrociatori leggeri armati con cannoni da 15-6,1 pollici in cinque torrette triple per conformarsi al Trattato navale di Washington. Quando la guerra divenne imminente, furono riarmati come incrociatori pesanti semplicemente sostituendo le torrette triple da 6 pollici con torrette gemelle da 8 pollici, che per progettazione condividevano gli anelli della torretta delle stesse dimensioni. Il di Mogami erano, infatti, tra i più potenti e capaci di tutti gli incrociatori pesanti della seconda guerra mondiale e dimostravano graficamente che non c'era più alcuna differenza pratica, in termini di dimensioni dello scafo o dislocamento, tra incrociatori leggeri e pesanti.

Poiché le navi relativamente costose erano destinate ad essere in grado di operazioni indipendenti, gli incrociatori erano tipicamente costruiti secondo standard più pesanti e durevoli, con strutture, macchinari e doppi fondi più pesanti, rispetto ai tipi di cacciatorpediniere di grandi dimensioni (DL), che mordicchiavano alle calcagna dei più piccoli leggeri incrociatori in termini di dimensioni e potenza di fuoco. Il lungo raggio era importante per le operazioni degli incrociatori e questo raggio maggiore differenzia anche gli incrociatori dai cacciatorpediniere. Inoltre, a differenza della maggior parte dei tipi di cacciatorpediniere, gli elementi vitali degli incrociatori leggeri erano solitamente corazzati per proteggersi dai proiettili di calibro dei cacciatorpediniere e, in alcuni casi, da proiettili da 6 pollici. La necessità di una maggiore longevità, durata, corazza, carburante e scorte rendeva naturalmente gli incrociatori leggeri più grandi dei grandi cacciatorpediniere.

Negli anni '30, sorse la teoria che un grosso incrociatore armato con un gran numero di cannoni da 6 pollici (di solito da 12 a 15) potesse sopraffare un incrociatore pesante armato con meno e più lenti cannoni da 8 pollici a corto e medio raggio. Ciò che seguì fu una mini corsa agli armamenti navali incentrata sull'incrociatore da 6 pollici. Non c'era niente di "leggero" su queste potenti navi. Negli Stati Uniti, il Brooklyn classe (CL, pistole 15-6") e Wichita (CA, cannoni da 9-8 pollici), commissionati nel 1938-1939, furono costruiti sugli stessi scafi con un layout simile.

Durante la seconda guerra mondiale, sorse la necessità di incrociatori leggeri più piccoli. Nascono così la classe italiana Capitani Romani, Dido e Bellona della Royal Navy classi e la classe Atlanta dell'USN. Questi piccoli incrociatori erano armati rispettivamente con cannoni della batteria principale da 5,31 pollici (135 mm), 5,25 pollici e 5 pollici e furono progettati per contrastare gli aerei nemici e i grandi cacciatorpediniere.

In questo articolo esamineremo gli incrociatori leggeri per eccellenza delle maggiori potenze navali: Germania, Giappone, Francia, Stati Uniti, Gran Bretagna e Italia. Le specifiche delle navi che seguono sono state prese da Tutte le navi da combattimento del mondo di Conway, 1922-1946.

Incrociatore Norimberga. Foto per gentile concessione di Wikipedia.

Il Norimberga, commissionato nel 1935, fu l'ultimo incrociatore leggero completato per la Reichsmarine. Furono proposti sei incrociatori da ricognizione della classe "M" (7800 tonnellate, cannoni da 8-150 mm) e la costruzione fu avviata su tre di queste navi, ma lo scoppio della guerra dirottò i materiali strategici necessari ad altri scopi e non furono mai completati.

Dopo la prima guerra mondiale, la Germania non aveva un lontano impero coloniale da proteggere e la marina tedesca si concentrò su incrociatori a raggio relativamente corto e di costruzione leggera, principalmente adatti alle operazioni nel Baltico e nel Mare del Nord. Gli incrociatori leggeri tedeschi erano armati con otto o nove cannoni della batteria principale da 5,9 pollici (150 mm) e avevano un dislocamento standard inferiore a 7000 tonnellate. Solo sei incrociatori leggeri tedeschi furono completati tra il 1925 e il 1945 e nessuno di loro aveva precedenti di guerra particolarmente stimolanti. A metà della guerra, gli incrociatori leggeri sopravvissuti furono usati principalmente come navi da addestramento per cadetti. Verso la fine della guerra, fornirono supporto di fuoco lungo la costa baltica contro l'avanzata delle truppe dell'Armata Rossa.

Norimberga e la sua sorellastra Lipsia fare un confronto interessante con gli incrociatori leggeri alleati. I loro scafi erano ampiamente saldati elettricamente, una tecnica di costruzione navale sperimentata in Germania, ed erano alimentati da una combinazione di turbine a vapore e motori diesel per aumentare la loro autonomia. Avevano tre alberi di trasmissione, gli alberi esterni erano azionati da turbine a vapore a ingranaggi e l'albero centrale da quattro motori diesel MAN. Durante la crociera, i motori diesel fornivano tutta la potenza motivante, le eliche esterne semplicemente giravano al minimo dai motori elettrici per ridurre la loro resistenza. Per le corse ad alta velocità, tutti e tre gli alberi sarebbero azionati. L'elica centrale aveva pale a passo variabile per la massima efficienza.

I cannoni della batteria principale erano montati su tre torrette triple, situate nelle posizioni A, X e Y. Ciò significava che sei cannoni potevano sparare direttamente a poppa e solo tre in avanti, il contrario della maggior parte dei layout delle navi da guerra. Ciò li rendeva adatti per ingaggiare incrociatori nemici mentre si ritiravano da una forza nemica superiore. (La marina francese, considerata il più probabile potenziale avversario della Germania, era sostanzialmente più grande della marina tedesca negli anni '30.) Le torrette della batteria principale consentivano un'elevazione di 40 gradi. Una pesante batteria di siluri, con sei tubi in due supporti tripli per lato, era anche utile per dissuadere l'inseguimento da poppa. Ecco le specifiche per Norimberga.

  • Dislocamento: 6520 tonnellate standard, 8380 tonnellate di carico profondo
  • Dimensioni: 557' 9" wl, 594' 10" loa, 53' 2" trave, 16' (18' 8" max.) pescaggio
  • Macchinario: 3 alberi. Turbine ad ingranaggi Parsons, 8 caldaie della Marina, 60.000 shp = 31 nodi. (alberi esterni) 4 diesel MAN 7 cilindri a 2 tempi a doppio effetto, 12.400 CV = 18 kts. (albero centrale) 32 kts. tutti e tre
  • Armatura: Cintura 6"-0,75", ponte 0,75", torrette 3,25"-0,75", CT 4"-1,25"
  • Armamento: 9-150 mm/60 (3x3), 8-88 mm/45 (4x2) DP, 8-37 mm AA (4x2), 8-20 mm AA, 12-533 mm TT (4x3), 2 idrovolanti
  • Complemento: 896
  • Commissionato: 1935

Norimberga fu silurato da un sottomarino britannico nel 1939 durante un'operazione di posa di mine nel Mare del Nord e veniva riparato mentre la maggior parte della Reichsmarine sosteneva l'invasione della Norvegia, l'unica grande vittoria navale tedesca della guerra. Dopo aver completato le riparazioni, ha prestato servizio come nave scuola cadetti, alternandosi per un periodo come parte della flotta nelle acque norvegesi.

Nessuno degli incrociatori leggeri tedeschi ebbe carriere illustri, ma Norimberga riuscito a sopravvivere alla guerra. Dopo la guerra, fu ceduta all'URSS come riparazione e servì la flotta baltica della Marina Rossa come Ammiraglio Makarov fino alla metà degli anni '50.

IJN Yahagi. Foto per gentile concessione di Wikipedia.

Gli incrociatori pesanti giapponesi prebellici erano generalmente progettati per ottenere una superiorità qualitativa su quelli del Regno Unito e degli Stati Uniti, poiché sapevano che non potevano eguagliare quelle potenze in termini di numeri. Una marina dell'Oceano Pacifico, l'IJN preferiva gli incrociatori pesanti agli incrociatori leggeri, generalmente progettando e usando i loro incrociatori leggeri per servire come esploratori o leader di flottiglie di cacciatorpediniere, sottomarini o scorta. Ciò richiedeva incrociatori leggeri più piccoli di quelli preferiti dalla maggior parte delle altre marine.

Il Agano classe di quattro navi era probabilmente il più equilibrato e di maggior successo degli incrociatori leggeri giapponesi. Erano incrociatori relativamente piccoli, a 6.652 tonnellate di dislocamento standard, e trasportavano cannoni della batteria principale da 6-6 pollici in due torrette (due a prua e una a poppa). Portavano anche otto tubi di lancio (2x4) sulla linea centrale per i famosi siluri Long Lance da 24 pollici, il miglior siluro antinave della guerra e una batteria eccezionalmente pesante di cannoni AA. A differenza della maggior parte degli incrociatori leggeri, trasportavano cariche di profondità per attaccare i sottomarini. Ecco le loro specifiche di base.

  • Dislocamento: 6652 tonnellate standard, 7590 tonnellate di prova, 8534 tonnellate a pieno carico
  • Dimensioni: 564' 4" wl, 571' 2" loa, 49' 10" trave, 18' 6" pescaggio
  • Macchinari: turbine a 4 alberi ad ingranaggi, 6 caldaie, 100.000 shp = 35 kts. Petrolio 1405 tonnellate
  • Armatura: cintura 2.2" su macchinario e 2" su caricatori, ponte 0.7", torrette 1"
  • Armamento: 6-6"/50 (3x2), 4-3"/65 AA (2x2), 32-25mm AA, 8-24" TT (2x4), 16 DC, 2 velivoli

Come praticamente tutti gli incrociatori della seconda guerra mondiale, l'armamento contraereo leggero è stato aumentato con l'esperienza. Il numero di cannoni antiaerei leggeri da 25 mm fu aumentato a 46 nel gennaio 1944, a 52 nel marzo 1944 e a 61 nel luglio 1944. Tre di queste navi (Agano, Noshiro e Yahagi) sono andati perduti in azione, mentre il quarto (Sakawa) è sopravvissuto alla guerra per essere speso nel test della bomba atomica Bikini. Agano è stata affondata da un sottomarino americano, mentre le sue due sorelle sono state perse a causa dell'U.S.N. aerei da trasporto. Yahagi è stata affondata insieme alla super corazzata Yamato nell'ultima sortita delle principali navi da guerra dell'IJN, i volantini statunitensi hanno dichiarato che era quasi altrettanto difficile affondare quanto la corazzata!

Visivamente, erano navi flush deck, navi dalla sagoma bassa con un tower bridge e un singolo fumaiolo. Presentavano un aspetto lungo ed elegante e, da quello che ho letto, erano buone navi. La loro batteria principale di soli 6-6 pollici di cannoni li avrebbe messi in svantaggio in uno scontro a fuoco diurno contro gli altri incrociatori inclusi in questo articolo. Tuttavia, la loro batteria a siluro pesante e a lungo raggio fungeva da potenziale equalizzatore negli impegni notturni.

Incrociatore Georges-Leygues. Foto per gentile concessione di Wikipedia.

Il La Galisonnière classe di sei incrociatori rappresentava il miglior progetto di incrociatori leggeri francesi. Erano incrociatori di medie dimensioni armati con cannoni da 9-6 pollici in tre torrette triple, due a prua e una a poppa. I cannoni da 6 pollici hanno sparato un proiettile da 54,3 kg (120 libbre) a una distanza di 21.500 metri (23.292 iarde).

Erano, a detta di tutti, navi in ​​grado di navigare con macchinari efficienti. Progettati per una velocità massima di 32,5 nodi, hanno superato i 35 nodi in prova a oltre 100.000 shp. La loro gamma era di 7000 nm a 12 nodi, 5500 nm a 18 nodi e 1650 nm a 34 nodi.

  • Dislocamento: 7600 tonnellate standard, 8214 tonnellate normali, 9100 tonnellate a pieno carico
  • Dimensioni: 564' 3" pp, 588' 11" loa, 57' 4" trave, 17' 7" pescaggio
  • Macchinari: turbine a ingranaggi Parsons a 4 alberi, 4 caldaie Indret, 97.600 shp = 32,5 kts. Petrolio 1559 tonnellate
  • Armatura: cintura principale 4", paratie 2,5", paratie longitudinali 0,75", torrette ponte principale 1,5" 4 facce, lati 2", schienali e tetti CT 3,75" con cofano 2"
  • Armamento: 9-6"/50 (3x3), 8-3.5"/50 AA (4x2), 8-37mm AA (4x2), 12-13.2mm AA, 4-21,7" TT (2x2), 4 velivoli
  • Complemento: 540 (pace), 764 (guerra)
  • Completato: 1935-1937

L'armamento leggero contraereo delle navi sopravvissute fu progressivamente aumentato con il proseguimento della guerra, raggiungendo infine cannoni da 24-40 mm (6x4) e 16-20 mm (16x1) sulle tre navi rimontate negli Stati Uniti durante la guerra per l'utilizzo da parte della marina francese libera (Gloire, Montcalm e Georges Leygues). Nel 1945, con un dislocamento a pieno carico di 10.850 tonnellate, potevano ancora raggiungere una velocità massima di 32 nodi.

Gli incrociatori francesi di Vichy La Galisonnière, Jean De Vienne e Marsigliese si rifiutò di unirsi agli Alleati dopo la caduta della Francia e furono affondati a Tolone nel 1942 per evitare di cadere in mani tedesche. Gloire, Montcalm e Georges Leygues prestò servizio nella marina francese libera durante l'ultima parte della guerra e sopravvisse per entrare a far parte della marina francese del dopoguerra. Montcalm servì come nave alloggio dal 1958 al 1970, quando fu demolita, mentre le sue due sorelle furono vendute ai demolitori nel 1958-1959.

USS Cleveland. Foto ufficiale dell'U.S.N.

Almeno dalla metà degli anni '20 in poi, l'USN ha favorito gli incrociatori pesanti rispetto agli incrociatori leggeri. Ciò è evidente dalla disparità nel numero di classi di ciascun tipo costruite fino al 1945: 6-CA e 3-CL, compresi i piccoli incrociatori leggeri antiaerei (CLAA) armati con cannoni da 5" DP della Atlanta classe. Le uniche classi di incrociatori americani da 6" erano le di Brooklyn (9767 tonnellate, cannoni da 15-6 pollici, 1938-1939) e il di Cleveland (11.744 tonnellate, cannoni da 12-6 pollici, 1942-1946). È di quest'ultima classe che ci occuperemo qui, poiché hanno beneficiato dell'esperienza del tempo di guerra.

Il Cleveland classe era la più numerosa di tutti gli incrociatori leggeri della seconda guerra mondiale, con 29 unità completate. Progettati pensando alle operazioni nell'Oceano Pacifico, avevano un'autonomia di crociera molto lunga. C'era una notevole variazione nei dettagli delle varie unità della classe, poiché entrarono in servizio per un periodo di cinque anni (1942-1946) e le navi successive furono modificate per beneficiare dell'esperienza acquisita con le navi precedenti.

Come tutti gli incrociatori U.S.N della seconda guerra mondiale, il di Cleveland non erano dotati di batterie di siluri, una svista che sarebbe costata cara alla Marina in numerose battaglie notturne con navi da guerra giapponesi. Ecco le specifiche per il USS Biloxi, che fu commissionato nel 1943

  • Dislocamento: 11.744 tonnellate standard, 14.131 tonnellate a pieno carico
  • Dimensioni: 600' wl, 610' 1" loa, 66' 4" trave, 24' 6" pescaggio a pieno carico
  • Macchinari: turbine GE a 4 alberi, 4 caldaie Babcock e Wilcox, 100.000 shp = 32,5 kts. Petrolio 1507-2100 tonnellate, portata 11.000 miglia nautiche a 15 nodi.
  • Armatura: cintura 5"-3,5" ponte corazzato 2" paratie 5" barbette 6" torrette 6,5" faccia, 3" superiore, 3" lati, 1,5" posteriore CT 5" con tetto da 2,25"
  • Armamento: 12-6"/47 (4x3), 12-5"/38 DP (6x2), 28-40mm AA (4x4, 6x2), 10-20mm AA (10x1), 4 velivoli
  • Complemento: 1285
  • Commissionato: 1943 (Cleveland classe 1942-1946)

Gli Stati Uniti furono l'unica grande potenza che continuò a costruire incrociatori leggeri molto grandi durante la guerra, tutte le altre potenze tornarono a costruire incrociatori leggeri più modesti. Il di Cleveland erano molto armati e corazzati contro proiettili da 6" (105 libbre) che colpivano con un angolo di 90 gradi tra 9400-21.700 iarde. Questo, insieme all'elettronica, all'ECM e al radar in costante aumento, creava problemi con il peso e la stabilità superiori, che nel 1945 erano diventati gravi.

Nove Cleveland gli scafi della classe furono convertiti in portaerei leggere durante la costruzione nel 1942 e queste navi servirono efficacemente durante la guerra. Nessuna delle navi completate come incrociatori è stata affondata dall'azione nemica e la maggior parte è stata trattenuta negli anni '60.

Sei navi furono ricostruite come incrociatori missilistici guidati molto tempo dopo la guerra e queste servirono negli anni '70, l'ultima (Oklahoma City) è stato cancellato dalla lista della Marina nel 1979. Il di Cleveland erano i più potenti incrociatori leggeri della guerra sia in un combattimento antiaereo che in quello di superficie, ma forse non le migliori navi a tutto tondo.

HMCS Ontario. Foto per gentile concessione di Wikipedia.

Il Regno Unito ha costruito sia piccoli che grandi incrociatori durante la seconda guerra mondiale. In effetti, tra il 1900 e il 1939, quando iniziò la guerra, il Regno Unito aveva costruito più incrociatori di qualsiasi altro paese, quindi sapevano qualcosa o due sul design degli incrociatori. Il Swiftsure classe (Swiftsure e Ontario) erano incrociatori di medie dimensioni, che montavano cannoni da 9-6 pollici in tre torrette triple. Questa era una torretta tripla in meno della precedente Figi classe, ma l'armamento AA è stato aumentato. Gli aerei erano diventati un pericolo maggiore delle navi di superficie nemiche quando questi incrociatori furono lanciati nel 1943.

ecco di Swiftsure specifiche iniziali.

  • Dislocamento: standard 8800 tonnellate, carico profondo 11.130 tonnellate
  • Dimensioni: 538' pp, 555' 6" loa, 63' trave, 20' 8" di profondità di carico
  • Macchinari: turbine Parsons a 4 alberi, 4 caldaie Admiralty a 3 tamburi, 72.500 shp = 31,5 nodi. Petrolio 1850 tonnellate
  • Armatura: cintura 3,5 "-3,25", paratie 2"-1,5", torrette 2"-1", paratie ad anello 1"
  • Armamento: 9-6"/50 Mk. XXIII (3x3), 10-4"/45 QF/DP (5x2), 16- 2 pdr pompon (4x4), 6-21" TT (2x3)
  • Complemento: 855 (normale), 960 (guerra)
  • Completato: 1944-1945

Al completamento nel 1944, una delle due classi Swiftsure fu trasferita alla Marina canadese e chiamata Ontario. Come per tutti gli incrociatori durante la seconda guerra mondiale, l'armamento contraereo leggero fu progressivamente aumentato su queste navi. Swiftsure ricevuto per la prima volta AA leggero da 22-20 mm nel 1945, questi sono stati rimossi e sostituiti da supporti singoli da 13-40 mm. Ontario è stato aggiornato allo stesso modo, ma ha mantenuto anche sei dei suoi cannoni da 20 mm.

Il Swiftsure la classe non era ben armata come quella americana di Cleveland, ma erano più adatte alla navigazione, trasportavano meno peso massimo ed erano probabilmente navi complessivamente migliori. Ancora più importante, erano generalmente più capaci degli incrociatori leggeri dell'Asse, con la possibile eccezione dell'italiano Abruzzo classe, che era stata neutralizzata dal momento in cui di Swiftsure entrato in servizio. Nessuna delle due navi fu affondata in azione ed entrambe servirono la Royal Navy nel dopoguerra. Ontario è stato inviato agli interruttori nel 1960, seguito da Swiftsure nel 1962.

Incrociatore Abruzzo. foto Regiamarina.

Le due navi della Abruzzo rappresentava i più recenti incrociatori cannoni italiani da 6 pollici a servire nella seconda guerra mondiale. Il seguito Costanzo Ciano classe (due navi), ordinata nel 1939-40, fu cancellata prima di essere impostata.

Dalla fine della prima guerra mondiale, gli incrociatori leggeri italiani erano gradualmente passati da cacciatorpediniere killer molto veloci, ma poco capaci, a buoni incrociatori a tutto tondo. Il Luigi Di Savoia Duca Degli Abruzzi e Giuseppe Garibaldi erano il passo finale in quell'evoluzione.

Con una cilindrata standard di 9440 tonnellate, erano abbastanza grandi da trasportare cannoni da 10-6 pollici in quattro torrette, una torretta doppia nelle posizioni "B" e "X" che sparava su una torretta tripla nelle posizioni "A" e "Y". Erano anche corazzati secondo gli standard degli incrociatori contemporanei, avevano una buona batteria AA e una portata adeguata per le operazioni nel Mediterraneo (o anche nell'Atlantico). Ecco le specifiche per Abruzzo.

  • Dislocamento: 9400 tonnellate standard, 11.575 tonnellate a pieno carico
  • Dimensioni: 563' 7" pp, 613' 6" loa, 62' trave, 22' 4" significa pescaggio completo
  • Macchinari: turbine a ingranaggi Parsons a 2 alberi, 8 caldaie Yarrow, 100.000 shp = 34 kts. Petrolio 1700 tonnellate
  • Armatura: cintura 100mm + 30mm, paratie 100mm + 30mm, ponti 40mm-30mm, barbette 100mm-30mm, torrette 135mm, CT 100mm-30mm, tubo di comunicazione 30mm, captazione dell'imbuto 50mm-20mm
  • Armamento: 10-152 mm/55 (2x3, 2x2), 8-100 mm/47 DP (4x2), 8-37 mm AA (4x2), 10-20 mm AA (5x2), 6-533 mm TT (2x3), 80-108 mine, 2 aerei
  • Complemento: 640 (progettato) 692 (guerra)

Erano navi a doppio imbuto attraenti, ben bilanciate, con un lungo castello di prua. I loro cannoni della batteria principale potevano elevarsi a 45 gradi e lanciare un proiettile da 110 libbre per circa 27.000 iarde. La cadenza di fuoco era di 4-5 colpi al minuto. La velocità massima del mare in condizioni di guerra era di circa 31 nodi.

Raramente dato il credito dovuto al di fuori dell'Italia, il Abruzzo classe erano forse i migliori incrociatori leggeri per servire nella seconda guerra mondiale. Mancavano radar di controllo del fuoco e quindi erano in grande svantaggio contro gli incrociatori alleati di notte o in condizioni di scarsa visibilità, ma se l'Italia avesse vinto la guerra, questo sarebbe stato corretto.

Entrambe le navi furono consegnate intatte agli Alleati quando l'Italia cambiò schieramento in guerra. Furono restituiti alla marina italiana dopo la guerra e divennero la spina dorsale della nuova flotta italiana. Abruzzo fu colpito nel 1961, ma Giuseppe Garibaldi è stato convertito in un incrociatore missilistico guidato durante il 1957-1961 e servito fino al 1972.


Gli incrociatori della Marina degli Stati Uniti della seconda guerra mondiale e i loro aerei idrovolanti hanno svolto compiti di ricognizione di combattimento a Casablanca, in Sicilia e a Salerno. Il SOC è un giocatore importante.

Guarda l'USS Pasadena "recuperare" il suo idrovolante OS2U "Kingfisher".

Anche le corazzate statunitensi avevano idrovolanti. Guardane uno in mostra sulla USS Alabama quando visiti Mobile. Foto sotto.

L'USS New Orleans fu il successivo incrociatore pesante (9 cannoni da otto pollici in tre torrette) costruito per la Marina degli Stati Uniti dopo l'USS Augusta. New Orleans non ha prestato servizio alla TORCH, ma è mostrata qui perché fornisce una buona visuale del piccolo idrovolante SOC sulla catapata, al centro della nave, a poppa del secondo stack. Questo tipo di velivolo volò effettivamente come parte delle operazioni di combattimento da Augusta durante le operazioni TORCH a Casablanca, dall'8 all'11 novembre 1942. Gli aerei da osservazione come i SOC e gli OS2U Kingfisher (vedi un recupero in mare di un idrovolante Kingfisher di seguito) su incrociatori e corazzate, sono state lanciate da catapate (energizzate nei primi giorni dalla polvere nera) e recuperate atterrando nella calma chiazza di petrolio (nocche) creata dalla nave in recupero quando effettua una brusca virata di 90 gradi. Questo era un mestiere di alto mare e l'ho visto da vicino quando ho prestato servizio come guardiamarina sulla USS New York durante la crociera estiva del 1940. Richiedeva un'intima coordinazione tra la nave in recupero e l'aereo.

New Orleans e le sue sei navi gemelle hanno combattuto la guerra nel Pacifico. Dei sei, Astoria, Quincy e Vincennes furono persi nella campagna di Guadalcanal. Nel gruppo di sei, tre di Augusta, Houston, Northampton e Chicago furono perse durante la guerra.

L'incrociatore pesante USS Wichita CA-45, mostrato in una pagina successiva di questa serie, fu il primo della classe degli incrociatori pesanti a mettere a poppa hangar, catapata e attrezzatura di recupero. Gli incrociatori leggeri (cannoni da sei pollici, ma più di loro, vedi la storia della USS Pasadena di seguito) che furono successivamente costruiti per la Marina, adottarono questa configurazione. USS Brooklyn , USS Philadelphia e USS Savannah , tutte attive a TORCH e in successivi atterraggi di combattimento nel Mediterraneo, avevano questa migliore configurazione di manovra degli aerei.

Gran parte di ciò che si trova qui, "above the fold" (vedi linea tratteggiata sotto) è tratto da esperienze che l'autore (vedi libri nella foto) ha avuto durante la seconda guerra mondiale, culminando nel dovere come ufficiale di artiglieria della USS Edison, DD-439, che probabilmente ha sparato più colpi di 5:38 cal. munizioni di qualsiasi cacciatorpediniere nella seconda guerra mondiale. Edison è stato licenziato tre volte mentre ero a bordo.

A volte i lettori inviano storie di esperienze che loro o alcuni membri della loro famiglia hanno avuto durante o dopo la seconda guerra mondiale. Per preparare il terreno per una presentazione da parte di Rick Eagan, lasciatemi dire che nel Mediterraneo durante le operazioni di guerra, ero l'ufficiale di truffa della USS Edison DD-439 quando fu assegnata al controllo dell'incrociatore USS Birmingham CL-62. Birmingham era uno di un grande gruppo di incrociatori leggeri (15 cannoni da sei pollici in cinque torrette) costruiti durante la guerra e completati velocemente per entrare in combattimento. Era una nuova Brooklyn o Philadelphia o Savannah. Una delle navi gemelle di Birmingham era l'incrociatore leggero USS Pasadena, CL-65. Rick Eagan ha fornito una serie di foto di alta qualità che ci ricordano che le operazioni sugli idrovolanti, prima, durante e dopo la seconda guerra mondiale, hanno avuto le loro sfide. Queste scene sono state prese dalla USS Pasadena, CL-65, sulla quale il padre di Rick Eagan era uno dei piloti di idrovolanti. Si crede che sia vestito da ufficiale cachi, osservando, durante il recupero dell'aereo in corso, un recupero che non era normale nelle operazioni di incrociatori/idrovolanti.

Sopra: i membri dell'equipaggio della USS Pasadena, CL-65, guardano, mentre la loro baleniera sta accanto, chiediamo, perché le ali galleggianti sono rivolte verso l'ALTO? .

Sotto: mentre l'argano del Pasadena fa il suo lavoro, il suo idrovolante OS-2U Kingfisher è almeno di nuovo in aria!

(Ma questo è un OS-2U Kingfisher? Sean Hert dice "No." in un pezzo qui sotto dopo la foto OS2U di Philip Dailey.)

Non sappiamo se l'uomo in divisa elevato fuori dalla cabina di pilotaggio di prua, abbia le ali, ma sicuramente merita qualche premio per aver messo la faccia accanto a un cavo teso. L'aereo mostra poche prove di danni, quindi sospetto che potrebbe essersi ribaltato in un'ondata imprevista, con il motore al minimo o forse completamente spento.

Nella foto sotto, fornita anche da Rick Eagan, vediamo la versione landplane dell'OS2U Kingfisher, utilizzata principalmente per addestrare i piloti di idrovolanti prima di affidarli alla sfida di atterrare sull'acqua e decollare da catapate.

Il contributo di Rick Eagan finisce qui. Successivamente, Philip Dailey trova un altro OS-2U, conservato su una corazzata "ritirata".

Sopra, un "idrovolante" OS2U Kingfisher in mostra a bordo della USS Alabama a Mobile, Alabama. (Foto di Philip Dailey febbraio 2013)

Sean Hert commenta, via e-mail alla fine di novembre 2014, l'affermazione di Rick Eagan che l'aereo che sta ottenendo un recupero non standard per la USS Pasadena (alcune foto sopra), è in realtà un OS2U Kingfishe.

Ecco il testo che accompagna tre foto inviate da Sean Hert.

" Sono molto interessato alle operazioni degli idrovolanti USN durante la seconda guerra mondiale e questo mi ha portato al tuo sito.

Nelle foto che hai dell'aereo capovolto, credo che tu abbia erroneamente identificato un SC-1 come un OS2U.

Ho allegato una versione ruotata della foto, che mostra chiaramente quanto segue

2. Baldacchino singolo. Era un unico baldacchino a forma di bolla, piuttosto che la "gabbia per uccelli" di un OS2U

4. Solidi supporti statici per galleggianti a coda di rondine

/L'SC-1 è stato costruito in numero molto inferiore rispetto agli altri due, tuttavia è stato anche documentato in foto molto più pesantemente degli altri due, dato il periodo di tempo in cui è stato introdotto. Nel 1945, molti degli altri idrovolanti furono sostituiti con SC-1, come dimostrano le fotografie - gli SC-1 furono introdotti nel SOSU-3 nell'ottobre 1944 e iniziarono a sostituire immediatamente SOC e OS2U - quegli aerei erano da 5-10 avere anni allora. (Vedi Scout Observation Service Unit 3 Storia della guerra)

CL-65 (USS Pasadena) fu commissionata nel 1944 (era una Cleveland, non una Brooklyn o Philadelphia o Savannah come indicato nel testo.) originariamente con OS2U."

Qui, l'idrovolante recuperato dalla USS Pasadena nel contributo di Rick Eagan. Sean Hert ha ruotato quella foto.

Utilizzando un software fotografico, il lettore Sean Hert fa ruotare l'aereo galleggiante USS Pasadena nel recupero atipico di Rick Eagan.

U.S. Navy OS2U gloatplane in una vista fornita da Sean Hert per il confronto con l'aereo galleggiante USS Pasadena. Nella vista sopra, il tettuccio dell'aereo è un errore, in quanto copre un sedile anteriore e un sedile posteriore, che l'SC-1 nella foto di recupero della USS Pasadena non ha. Dai un'altra occhiata al tettuccio della cabina di pilotaggio in una foto dell'SC-1 inviata da Sean Hert.

Come elemento decisivo, una foto d'archivio del 1944 di un idrovolante SC-1 assegnato alla USS Pasadena! Sean Hert ha fornito questa foto.

Gli idrovolanti della Marina degli Stati Uniti, gli incrociatori della Marina e le corazzate che li trasportavano sono tutti passati alla storia. Siamo in debito con gli appassionati di storia come Sean Hert per aver mantenuto viva la loro memoria.

Navi e aerei della seconda guerra mondiale (la maggior parte delle foto dal set di diapositive per l'addestramento al riconoscimento della seconda guerra mondiale della Marina degli Stati Uniti)

Successivamente, continuiamo con una serie di foto dal set di addestramento per diapositive di riconoscimento della seconda guerra mondiale della Marina degli Stati Uniti, la fonte di addestramento quotidiano a bordo di tutte le navi, per marinai e ufficiali allo stesso modo, per riconoscere con precisione quale nave o aereo potrebbero vedere in lontananza, e non essere sorpreso ed essere in grado di annunciare con precisione l'identità ai compagni di bordo e alle altre navi in ​​compagnia. Quelli di noi che hanno combattuto la guerra del Mar Mediterraneo ne hanno visti molti in questa prossima serie. I Liberators furono rapidamente portati nelle basi aeree nordafricane dall'USAAF, dalle forze aeree dell'esercito americano, per attaccare i giacimenti petroliferi in Romania e questi voli erano solitamente scortati fino in fondo da combattenti dotati di serbatoi di gas esterni extra. Quando non scortavano i bombardieri, i caccia agivano come cacciabombardieri in missioni di bombardamento a bassa quota più brevi lungo tutta la penisola italiana.

In silhouette, il B-17, la spina dorsale dello sforzo delle forze aeree dell'esercito per sconfiggere la Germania bombardando le sue fabbriche. L'ultimo dei "trascinatori di coda". Noi che stavamo combattendo la guerra marittima nel Mediterraneo non vedevamo spesso questo aereo in azione. Per portare questi aerei in Inghilterra, in numero, l'Army Air Force organizzò l'Operazione Bolero, per farli volare dalle Maritimes, a Prestwick, in Scozia. Questo è descritto nel capitolo 7 del secondo libro nella foto in alto a sinistra di questa pagina. Ciò che ha reso un po' più eccitante l'inizio del volo quasi di routine nel Nord Atlantico, nella maggior parte dei transiti un equipaggio di B-17 avrebbe avuto un Lockheed Lightning P-38 su ogni ala, giocando in coppia perché quest'ultimo non aveva gli strumenti e l'addestramento del pilota e la portata (si ferma in Groenlandia o in Islanda necessari per questi transiti) per effettuare i transiti da soli. Naturalmente, una volta con sede in Inghilterra, i P-38 si sono fatti un nome. Noi nel Mediterraneo abbiamo visto i P-38 in missioni di bombardamento a bassa quota e nel primo libro in alto a sinistra descrivo la tragica discesa di uno dei P-38 in una missione.

B-24 Liberatore. Questi combatterono fuori dall'Inghilterra e dal Nord Africa nella seconda guerra mondiale, come parte dei comandi dell'Army Air Force. La Marina usò questo aereo fuori da Dunkeswell, in Inghilterra e fuori dalle Azzorre, negli sforzi anti-sottomarini contro gli U-Boot in transito nel Golfo di Biscaglia. La Marina ha utilizzato questo aereo anche per varie missioni di pattugliamento nel Far Pacific durante la seconda guerra mondiale. Questo aereo è stato il mio pilota di introduzione al volo a quattro motori. Prima di essere sostituito dalla Marina, ho pilotato, come copilota in addestramento, un aereo proprio come questo PB4Y-1. Ero di base al NAS Hutchinson, Kansas e ricordo che il mio primo volo "familiare" è stato breve, a Wichita Kansas. La maggior parte della mia esperienza a quattro motori è avvenuta nel PB4Y-2, una versione a coda singola del Liberator, chiamata Privateer. Diverse foto sono nel mio libro volante raffigurato all'inizio di questa pagina.

(Il "rifacimento" del Liberator sul PB4Y-2 Privateer è stato piuttosto esteso. Esternamente, la configurazione di controllo di volo principale ha sostituito la doppia coda con una coda singola alta. Alcuni di questi sono arrivati ​​in Nord Africa. Ma la guerra era quasi finita in Europa, e nella successiva modifica, i sovralimentatori del B-24 nei motori furono sostituiti da scambiatori di calore perché la US Navy avrebbe usato la nuova versione Privateer per il lavoro ECM contro i radar sovietici sulla penisola di Kamchatka e sarebbe stata basata al NAS Kodiak Alaska. Inoltre, i filtri a sabbia (ricordate, Nord Africa) sono stati rimossi dai lembi del cofano e i cofani sono stati quindi rimodellati per abbottonarsi saldamente sulle gondole del motore. In Alaska faceva freddo. Mantenendo la temperatura della testata superiore a 100 gradi C era necessario per sostenere il potere.)

Il Lockheed Lightning P-38, caccia e cacciabombardiere in tutti i settori della seconda guerra mondiale.

Che bella vista in volo. Il P-38, il nostro unico caccia multimotore e caccia bombardiere nella seconda guerra mondiale. Le sue due eliche ruotavano nella direzione opposta per ridurre la coppia al decollo. Vedere un'altra realizzazione di questo aereo nella discussione dell'Operazione Bolero alla fine dei paragrafi B-17 sopra.


Documentario sull'incrociatore classe Brooklyn

Posta da dunmunro » gio dic 09, 2010 7:55 am

Questo in realtà non è un brutto film nonostante sia propaganda di guerra:

Re: Documentario sull'incrociatore classe Brooklyn

Posta da Bgile » gio dic 09, 2010 14:33

Tuttavia, è un incrociatore di classe Cleveland. :)

Re: Documentario sull'incrociatore classe Brooklyn

Posta da dunmunro » gio dic 09, 2010 22:12

Tuttavia, è un incrociatore di classe Cleveland. :)

Re: Documentario sull'incrociatore classe Brooklyn

Posta da Bgile » gio dic 09, 2010 23:25

Non ricordo la montatura aperta. Sei sicuro che non fosse una macchina caricatrice pratica? Ce n'è uno nel film.

Le navi della classe Brooklyn furono tutte commissionate prima del 1940. La nave nel film viene commissionata nel 1942.

Solo gli ultimi due Brooklyn avevano supporti gemelli da 5"/38 e ne avevano solo quattro due per lato. Quello nel film aveva sei supporti gemelli da 5"/38 della classe Cleveland.

I Brooklyn avevano cinque torrette da 6 pollici e quella nel film ne ha solo quattro.

Re: Documentario sull'incrociatore classe Brooklyn

Posta da dunmunro » gio dic 09, 2010 23:33

Bgile ha scritto: Non ricordo il montaggio aperto. Sei sicuro che non fosse una macchina caricatrice pratica? Ce n'è uno nel film.

Le navi della classe Brooklyn furono tutte commissionate prima del 1940. La nave nel film viene commissionata nel 1942.

Solo gli ultimi due Brooklyn avevano supporti gemelli da 5"/38, e ne avevano solo quattro due per lato. Quello nel film aveva sei supporti gemelli da 5"/38 della classe Cleveland.


Incrociatori di classe Brooklyn - Storia

NAVI DELLA MARINA, FLOTTA E STAZIONI DEGLI STATI UNITI 1917

USS Texas, corazzata nel 1919 (foto Navi, clicca per ingrandire)

Collegamenti a Marina degli Stati Uniti nella prima guerra mondiale

- Registri della Royal Navy dell'era della prima guerra mondiale, include riferimenti a navi USN che scortano convogli del Nord Atlantico, operazioni di cannoniere fluviali in Cina, ecc.

Estratto dal Navy Directory per il 1917 che elenca le navi della US Navy per tipo e per tipo di organizzazione di mobilitazione, in ordine di numero di scafo. Il cortile di casa (porta di base) è incluso.

L'elenco indica quando una nave viene temporaneamente riassegnata e tali modifiche vengono registrate.

PENNSYLVANIA, corazzata. New York, ammiraglia del comandante in capo della flotta atlantica (ammiraglio H. T. Mayo)

WYOMING, corazzata, New York, ammiraglia secondo in comando della flotta atlantica (vice ammiraglio D Coffman)

Division One, Philadelphia (pre-dreadnought)
ALABAMA (F)
ILLINOIS,
WISCONSIN,
KEARSARGE, assegnato alla milizia navale del Massachusetts

Divisione Due, Filadelfia (pre-dreadnought)
OHIO (F), assegnata come nave ricevente a Philadelphia
MAINE,
MISSOURI
KENTUCKY, assegnato alla milizia navale di New York

Divisione Tre, Boston (pre-dreadnought)
NEW JERSEY (F), assegnata come nave ricevente a New York
RHODE ISLAND
VIRGINIA
NEBRASKA
GEORGIA, ampia revisione

Divisione Quattro, Filadelfia (pre-dreadnought)
MINNESOTA, nave ammiraglia, forza di riserva, flotta atlantica degli Stati Uniti
LOUISIANA, in revisione
KANSAS
NEW HAMPSHIRE, Cruiser Force US Atlantic Fleet attached

Divisione Cinque, Filadelfia (contrammiraglio H.O.Dunn) (dreadnoughts)
CONNECTICUT, pre-dreadnought
VERMONT, pre-dreadnought, Cruiser Force allegata, US Atlantic Fleet
MICHIGAN, dreadnought
CAROLINA DEL SUD, dreadnought

Division Six, New York (contrammiraglio A.F. Fechteler) (dreadnoughts)
NEW YORK (F)
TEXAS
DELAWARE, periodo di attracco a Boston
OKLAHOM A, periodo di attracco a Norfolk

Divisione 7, Norfolk (contrammiraglio T. S Rodgers) (dreadnought)
ARKANSAS (F), revisione
DAKOTA DEL NORD, Forza di Riserva assegnata, Flotta Atlantica degli Stati Uniti
FLORIDA
UTAH

Divisione Otto, New York (Vice Ammiraglio De. W. Coffman - Cmdr Battle Force) (dreadnoughts)
WYOMING (Forza da battaglia di bandiera)
NEVADA , revisione, Norfolk
ARIZONA
PENNSYLVANIA, assegnato per scopi tattici,

IDAHO, Norfolk, allestimento, Camden NJ
MISSISSIPPI, Norfolk, allestimento, Newport News, VA
NUOVO MESSICO, New York, allestimento, New York, NY

PUEBLO (F), incrociatore corazzato, ex COLORADO

Division One, Puget Sound (tutti gli incrociatori protetti o di 1a classe)
CHARLESTON (F), assegnato come tender sottomarino, Zona Canale
MILWAUKEE, tender assegnato, torpediniere costiere, Pacifico
ST LOUIS, assegnato come tender sottomarino, Hawaii

Divisione Due, Puget Sound (tutti gli incrociatori corazzati)
SAN DIEGO, ammiraglia della flotta del Pacifico (ammiraglio W.B.Caperton)
DAKOTA DEL SUD, Forza di Riserva assegnata, Flotta del Pacifico
FREDERICK, Forza di Riserva assegnata, Flotta del Pacifico

Divisione Tre, Puget Sound (tutti gli incrociatori corazzati)
PUEBLO, ammiraglia. Forza di riserva, flotta del Pacifico
PITTSBURGH, Forza di Riserva assegnata, Flotta del Pacifico
HUNTINGTON, Forza di Riserva assegnata, Flotta del Pacifico

Divisione 4, Portsmouth NH
SARATOGA (F), incrociatore corazzato o 1a classe, forza di riserva assegnata, flotta del Pacifico a Puget Sound
MONTANA, incrociatore corazzato, nave scuola siluri assegnata, flotta atlantica
CAROLINA DEL NORD, incrociatore corazzato, Forza di Riserva assegnata, Flotta Atlantica (in riparazione)

Divisione Uno
OLYMPIA, incrociatore protetto o di 2a classe, Charleston, Flagship Cruiser Force
MINNEAPOLIS, incrociatore protetto o di 2a classe, Filadelfia, fuori servizio a Filadelfia
DES MOINES, incrociatore protetto o di 3a classe, Portsmouth
TACOMA, incrociatore protetto o di 3a classe, Boston
DOLPHIN, cannoniera, Norfolk, Servizio speciale, Atlantic
SACRAMENTO, cannoniera, New Orleans

SEATTLE, Portsmouth, ammiraglia, cacciatorpediniere (contrammiraglio A Gleaves)

SALEM, Filadelfia, ammiraglia della flottiglia
PANTHER, Charleston, tenero, distaccato alla Flottiglia Tre

Divisione Uno, Charleston
FABBRO
FLUSSER
LAMSON
PRESTON
REID

Divisione Due, Charleston
PASSEGGIATA
MONAGHAN
PERKINS
ROE
STERETT
TERRY

CHESTER, esploratore o incrociatore di 3a classe, Boston, nave ricevente, Boston/Riserva, Forza/Atlantico,
DIXIE, Filadelfia, in qualità di tenero, Flottiglia Tre

Divisione Tre, Filadelfia
WARRINGTON, per le riparazioni
HENLEY
BEALE
PATTERSON
MAYRANT, fuori servizio

Divisione Quattro, Filadelfia (operante con complementi ridotti)
CUMMING, per le riparazioni
JARVIS, per le riparazioni
AMMEN
McCALL
BURROWS
VENTAGLIO, per riparazioni

Divisione Cinque, Boston (Destroyer Force, Atlantic Fleet)
CASSIN, assegnato alla Divisione Nove
JOUETT, per le riparazioni
TRIPPE
JENKINS
DRAYTON, per riparazioni

BIRMINGHAM, Filadelfia, Flagship Flotilla 3 Reserve Force, Atlantic Fleet
MELVILLE, Boston, Tender, Forza Distruttore, Flotta Atlantica

Divisione Sei, Norfolk, Forza Distruttore, Flotta Atlantica
BALCH
BENHAM, assegnato alla Divisione Cinque
AYLWIN
DUNCAN, ha bisogno di lavoro dopo le prove finali
PARKER
DOWNES, assegnato Divisione Quattro, in via ordinaria

Divisione 7, New York, Destroyer Force Atlantic Fleet
ERICCSON
O'BRIEN
McDOUGAL
CUSHING, cambio tubi lanciasiluri
NICHOLSON
WINSLOW

Divisione Otto, Boston , Destroyer Force, Atlantic Fleet
WADSWORTH, per le riparazioni
CONYNGHAM
JACOB JONES
FACCHINO
TUCKER
WAINWRIGHT

Division Nine, New York, allestimento se non diversamente indicato
ALLEN, allestimento Bagno ME
DAVIS
ROWAN
SAMPSON
SHAW, allestimento, Isola Mare, CA
WILKES, allestimento, New York

COLUMBIA, incrociatore di 2a classe, Philadelphia, Flagship, Submarine Force

Divisione Uno, Filadelfia
L-1, assegnata alla Divisione Cinque durante l'allestimento
L-2, assegnata alla Divisione Cinque durante l'allestimento
L-3, assegnata alla Divisione Cinque durante l'allestimento
L-4, assegnata alla Divisione Cinque durante l'allestimento
BUSHNELL, assegnato come gara a L-1, L-3 e L-4

Divisione Due, Isola Mare
L-6, allestimento, Long Beach, CA
L-7, allestimento, Long Beach, CA
L-8, al Navy Yard, Portsmouth NH
Sottomarino SCHLEY (poi AA-1, T-1), allestimento, Groton, CT

Mine Squadron One, Portsmouth, NH
SAN FRANCISCO, Flagship Mine Force e Flagship Mine Squadron One
BALTIMORE, piantatrice di mine, incrociatore ex 2a classe,
DUBUQUE, nave scuola miniera
LIBANO, nave munizioni
SONOMA, tug
ONTARIO, tug
PATAPSCO, tug
PATUXENT, tug

Mine Squadron Two, Portsmouth
Annibale, agrimensore, Atlantico
LEONIDA, topografo, Atlantico
OSCEOLA, Charleston, rimorchiatore, Guantanamo
PEORIA, Key West, rimorchiatore, Key West

VESTAL, Boston, nave riparazione, flotta atlantica
PROMETHEUS, Norfolk, nave di riparazione, flotta atlantica
SOLACE, New York, nave ospedale, flotta atlantica
CELTIC, Boston, nave rifornimento, flotta atlantica
CULGOA, New York, nave rifornimento, flotta atlantica
GLACIER, Mare Island, nave rifornimento, flotta del Pacifico
BRIDGE, New York, nave rifornimento, allestimento, Boston
BRUTO, Isola Mare, nave carburante, Flotta del Pacifico
CICLOPI, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica
JASON, Norfolk, nave carburante, servizio generale, Atlantico,
GIOVE, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica
MARS, Mare Island, nave carburante, servizio generale
NETTUNO, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica
NEREUS, Norfolk, nave carburante, servizio generale
NERO, Mare Island, nave carburante, flotta del Pacifico
ORION, Norfolk, nave carburante, servizio generale
PROTEUS, Norfolk, nave carburante, servizio generale
VULCAN, Portsmouth, nave carburante, servizio generale, Atlantic
ARETHUSA, Charleston, nave carburante, servizio generale
KANAWHA, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica
MAUMEE, New York, nave carburante, allestimento, New York
BUFFALO, Mare Island, trasporti, Flotta del Pacifico
HANCOCK, Philadelphia, trasporti, servizi generali, Atlantic
HENDERSON, Philadelphia, trasporti, allestimento, Philadelphia
PRATERIA, Philadelphia, trasporti, Cruiser Force, Atlantic

AILEEN, New York, milizia navale del Rhode Island
ALBANY, Puget Sound, incrociatore di 3a classe, flotta del Pacifico
AMPHITRITE, New York, monitor, milizia navale del Connecticut
ANNAPOLIS, Isola Mare, cannoniera, Flotta del Pacifico
DON JUAN DE AUSTRIA, milizia navale del Michigan
BAGLEY, Charleston, TB, ordinario, Norfolk
BAILEY, Norfolk, TB, ordinario, Annapolis
BIDDLE, Norfolk, TB, fuori uso
BLAKELY, New York, TB, ordinario, Newport RI
C-1, New York, sottomarino, Zona dei canali, SM Div 1
C-2, New York, sottomarino, Zona dei canali, SM Div 1
C-3, New York, sottomarino, Zona del Canale, SM Div 1
C-4, New York, sottomarino, Zona del Canale, SM Div 1
C-5, New York, sottomarino, Zona del Canale, SM Div 1
CAESAR, Charleston, nave carburante, servizio speciale, flotta atlantica
CASTINE, New Orleans, incrociatore, Cruiser Force, flotta atlantica
CHATTANOOGA, Mare Island, incrociatore di 3a classe, flotta del Pacifico
CHEYENNE, Mare Island, tender S/M, barche 'H', flotta del Pacifico (ex monitor)
CHICAGO, Philadelphia, incrociatore, Reserve Force, Atlantic Fleet
CLEVELAND, Mare Island, incrociatore di 3a classe, Reserve Force, flotta del Pacifico
D-1, New York, sottomarino, SM Div 2, flotta atlantica
D-2, New York, sottomarino, SM Div 2, flotta atlantica
D-3, New York, sottomarino, SM Div 2, flotta atlantica
E-1, New York, sottomarino, SM Div 2. Flotta Atlantica
DAHLGREN, Charleston, TB, in comune, Charleston
DE LONG, Charleston, TB, ordinario, Charleston
DENVER, Mare Island, incrociatore di 3a classe, flotta del Pacifico
DOROTHEA, milizia navale dell'Ohio, Grandi Laghi
DUPONT, Boston, TB, milizia navale del Massachusetts
ELFRIDA, Charleston, milizia navale della Carolina del Nord
ESSEX, milizia navale dell'Ohio
F-1, Mare Island, sottomarino, SM Div 1, Flotta del Pacifico
F-2, Mare Island, sottomarino, SM Div 1, Flotta del Pacifico
F-3, Mare Island, sottomarino, SM Div 1, Flotta del Pacifico
FARRAGUT, Mare Island, TB, California Naval Milizia
FOOTE, Charleston, TB, milizia navale della Carolina del Nord
FORTUNE, Hawaii, rimorchiatore, nave stazione, Tutuila
FULTON, New York, tender, base SM, New London, CT
G-1, New York, sottomarino, SM Div 3, flotta atlantica
G-2, New York, sottomarino, SM Div 3, flotta atlantica
G-3, New York, sottomarino, allestimento
G-4, New York, sottomarino, SM Div 3, flotta atlantica
GLOUCESTER, New York, Milizia navale di New York
GOLDSBOROUGH, Puget Sound, TB, Milizia navale di Washington
GOPHER, milizia navale del Minnesota
H-1, Mare Island, sottomarino, SM Div 2, Flotta del Pacifico
H-2, Mare Island, sottomarino, SM Div 2, Flotta del Pacifico
H-3, Mare Island, sottomarino, SM Div 2, Flotta del Pacifico
HAWK, New York, Milizia navale di New York
HOPKINS, Mare Island, cacciatorpediniere, Div 2, Coast Torpedo Force, Pacifico
HULL, Mare Island, cacciatorpediniere, Div 2, Coast Torpedo force, Pacifico
HUNTRESS, New Orleans, Milizia navale del Missouri
INDIANA, Filadelfia, corazzata, fuori uso, Filadelfia
INTREPID, Isola Mare, caserma per sommergibili classe F
IOWA, Philadelphia, corazzata, fuori uso, Philadelphia
IROQUOIS, Mare Island, rimorchiatore, Flotta del Pacifico
K-1, New York, sottomarino
K-2, New York, sottomarino
K-3, Hawaii, sottomarino, SM Div 3, Flotta del Pacifico
K-4, Hawaii, sottomarino, SM Div 3, Flotta del Pacifico
K-5, New York, sottomarino
K-6, New York, sottomarino
K-7, Hawaii, sottomarino, SM Div 3. Flotta del Pacifico
K-8, Hawaii, sottomarino, SM Div 3. Flotta del Pacifico
LAWRENCE, Mare Island, cacciatorpediniere, riserva, Mare Island
M-1, Boston, sottomarino, allestimento, Quincy
L-5, Mare Island, sottomarino, allestimento, Bridgeport, CT
L-9, Boston, sottomarino, SM Div 6, flotta atlantica
L-10, Boston, sottomarino, SM Div 6, flotta atlantica
L-11, Boston, sottomarino, SM Div 6, flotta atlantica
ISLA DE LUZON, milizia navale dell'Illinois
MACDONOUGH, Charleston, cacciatorpediniere, tender S/M. Flotta Atlantica
MACHIAS, New Orleans, cannoniera, Cruiser Force, Atlantic Fleet
MARBLEHEAD, Puget Sound, incrociatore, milizia navale dell'Oregon
MARIETTA, New Orleans, cannoniera, fuori uso
MASSACHUSETTS, Filadelfia, corazzata, fuori uso, Filadelfia
MONTGOMERY, Norfolk, incrociatore, Maryland Naval Milizia
MORRIS, New York, TB, riserva, Newport RI
N-1, Puget Sound, sottomarino, allestimento, Seattle
N-2, Puget Sound, sottomarino, allestimento, Seattle
NANSHAN, Isola Mare, nave carburante, Flotta del Pacifico
NASHVILLE, New Orleans, incrociatore, Cruiser Force, flotta atlantica
NAVAJO, Hawaii, rimorchiatore, rimorchiatore, Hawaii
NEW ORLEANS, Puget Sound, incrociatore, Reserve Force, Pacific Fleet
NEWPORT, New York, nave scuola, Stato di New York
OREGON, Mare Island, corazzata, milizia navale della California
OZARK, New York, tender, SM Div 6, flotta atlantica
PADUCAH, Portsmouth, cannoniera, agrimensura, Atlantic
PAUL JONES, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico
PERRY, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico
PETREL, cannoniera, nave stazione, Guantanamo
POTOMAC, rimorchiatore, nave stazione, Guantanamo
PREBLE, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico
RAINBOW, Mare Island, trasporto, nave ricevente, San Francisco
RALEIGH, Mare Island, incrociatore, Flotta del Pacifico
RANGER, Boston, cannoniera, nave Massachusetts Nautical Tg
RODGERS, Boston, TB, milizia navale del Massachusetts
SANDOVAL, Milizia Navale di New York, Grandi Laghi
SATURNO, Isola Mare, nave carburante, Flotta del Pacifico
SCORPION, yacht, nave da trasporto, Costantinopoli
SHUBRICK, Charleston, TB, in comune, Charleston
SOMERS, New Orleans, TB, milizia navale dell'Illinois
STERLING, Philadelphia, nave carburante, servizio generale, Atlantic
STEWART, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico
RIFORNIMENTO, Puget Sound, nave rifornimento, nave stazione, Guam
SYLPH, Norfolk, yacht, servizio speciale, Atlantic
SYLVIA, Norfolk, DC Milizia navale
TALLAHASSEE, New York, monitor, Submarine Force, Atlantic Fleet
THORNTON, Charleston, TB, in comune, Charleston
TINGEY, Charleston, TB, in comune, Charleston
TONOPAH, Norfolk, monitor, tender, sottomarini, New London
TRUXTON, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico
UNCAS, Charleston, rimorchiatore, Norfolk Navy Yard
VESUIVIUS, New York, stazione Torpedo, Newport RI
VICKSBURG, Puget Sound, cannoniera, milizia navale di Washington
VIXEN, Filadelfia, Milizia navale del New Jersey
WASP, New York, Milizia navale di New York
WHEELING, New Orleans, cannoniera, Cruiser Force, Atlantic Fleet
WHIPPLE, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico
WOLVERINE, Milizia navale della Pennsylvania, Grandi Laghi
WORDEN, Charleston, cacciatorpediniere, tender sottomarino, Charleston
YANKTON, New York, yacht, tender CinC Atlantic Fleet
YANTIC, milizia navale del Michigan
YORKTOWN, Mare Island, cannoniera, flotta del Pacifico

BROOKLYN, incrociatore di 1a classe, ammiraglia (Ammiraglio A G Winterhalter)
CINCINNATI, incrociatore protetto
GALVESTON, incrociatore

WILMINGTON, cannoniera
MONOCACY, cannoniera
PALOS, cannoniera
QUIROS, cannoniera
SAMAR, cannoniera
VILLALOBOS, cannoniera

HELENA, cannoniera
ELCANO, cannoniera
PAMPANGA, cannoniera

MOHICAN, tender, nave ricevente, Cavite

Prima divisione
DALE, distruttore
BAINBRIDGE, distruttore
BARRY, distruttore
CHAUNCEY, distruttore
DECATUR, distruttore

Prima Divisione Sottomarini
MONADNOCK, monitor/tender
A-2
LA-3
A-4
LA-5
LA-6
LA-7
B-1
B-2
B-3

ABAREDA, nave carburante, tender per Torpedo Flotilla
AJAX, nave carburante
PISCATAQUA, tug
WOMPATUCK, tug

Stazione navale, Olongapo
Ospedale Navale, Olongapo
Caserma marina, Olongapo
Stazione navale, Cavite
Ospedale Navale, Canacao
Deposito di forniture mediche navali, Conacao
Deposito del Corpo dei Marines, Cavite
Munizioni navali e laboratorio chimico, Isole Filippine

NAVI DELLA MARINA DEGLI STATI UNITI per NOME

Non è sempre facile convertire le informazioni originali in informazioni sulla singola nave come elencato di seguito. In caso di dubbio, fare riferimento all'originale - colonna di sinistra qui - per chiarimenti.

A-2, Prima Divisione Sottomarini, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
A-3, Prima Divisione Sottomarina, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
A-4, Prima Divisione Sottomarina, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
A-5, Prima Divisione Sottomarini, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
A-6, Prima Divisione Sottomarini, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
A-7, Prima Divisione Sottomarini, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
ABARENDA, nave carburante, tender per siluri flottiglia, ausiliari di flotta, flotta asiatica americana
AILEEN, New York, Milizia navale del Rhode Island, Forze di difesa costiera
AJAX, nave carburante, ausiliari della flotta, flotta asiatica americana
ALABAMA, pre-dreadnought (F), Div One, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
ALBANY, Puget Sound, incrociatore di 3a classe, flotta del Pacifico, forze di difesa della costa
ALLEN, Div Nine, New York, Flotilla Three, Destroyer Force (allestimento di Bath, ME)
AMMEN, Div Four, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (operante con complemento ridotto)
AMPHITRITE, New York, monitor, milizia navale del Connecticut, forze di difesa costiera
ANNAPOLIS, Isola Mare, cannoniera, Flotta del Pacifico, Forze di Difesa Costiera
ARETHUSA, Charleston, nave carburante, servizio generale, Fleet Train
ARIZONA, corazzata, Div Eight, New York, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
ARKANSAS, corazzata (Flag, contrammiraglio T. S Rodgers), Div Seven, Norfolk, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet, revisione)
AYLWIN, Div Six, Norfolk, Flottiglia Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet

B-1, Prima Divisione Sottomarini, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
B-2, Prima Divisione Sottomarini, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
B-3, Prima Divisione Sottomarini, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
BAGLEY, Charleston, TB, ordinario, Norfolk, Forze di difesa costiera
BAILEY, Norfolk, TB, ordinario, Annapolis, Forze di difesa costiera
BAINBRIDGE, cacciatorpediniere, Prima Divisione, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
BALCH, Div Six, Norfolk, Flottiglia Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
BALTIMORE, piantatore di mine, incrociatore di seconda classe, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
BARRY, cacciatorpediniere, prima divisione, flottiglia siluri, flotta asiatica americana
BEALE, Div Tre, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force
BENHAM, Div Six, Norfolk, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet (assegnata Div Five)
BIDDLE, Norfolk, TB, Coast Defense Forces (fuori servizio)
BIRMINGHAM, esploratore o incrociatore di 3a classe, Philadelphia, Flagship Flotilla 3, Reserve Force, Destroyer Force, Atlantic Fleet
BLAKELY, New York, TB, ordinario, Newport, RI, Coast Defense Forces
BRIDGE, New York, nave rifornimento, allestimento, Boston, Fleet Train
BROOKLYN, incrociatore di 1a classe, ammiraglia (Admiral AG Winterhalter), prima divisione, flotta asiatica americana
BRUTO, Mare Island, nave carburante, flotta del Pacifico, flotta treno
BUFFALO, Mare Island, trasporti, Flotta del Pacifico, Flotta Treno
BURROWS, Div Four, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
BUSHNELL, assegnato come tender a L-1, L-3 e L-4, Div One, Philadelphia, Submarine Force

USS Chauncey (NHB statunitense)

C-1, New York, sottomarino, Zona del canale, SM Div 1, Forze di difesa costiera
C-2, New York, sottomarino, Zona dei canali, SM Div 1, Forze di difesa costiera
C-3, New York, sottomarino, Zona del canale, SM Div 1, Forze di difesa costiera
C-4, New York, sottomarino, Zona dei canali, SM Div 1, Forze di difesa costiera
C-5, New York, sottomarino, Zona dei canali, SM Div 1, Forze di difesa costiera
CAESAR, Charleston, nave carburante, servizio speciale, flotta atlantica, forze di difesa costiera
CASSIN, Div Five, Boston, Flotilla Two, Destroyer Force, Atlantic Fleet (assegnata Div Nine)
CASTINE, New Orleans, incrociatore, Cruiser Force, Atlantic Fleet, Coast Defense Forces
CELTIC, Boston, nave rifornimento, flotta atlantica, flotta treno
CHARLESTON, incrociatore protetto o 1a classe (F), Div One, Puget Sound, Squadron One, Scout Force (assegnato come tender sottomarino, Canal Zone)
CHATTANOOGA, Mare Island, incrociatore di 3a classe, flotta del Pacifico, forze di difesa della costa
CHAUNCEY, cacciatorpediniere, prima divisione, flottiglia siluri, flotta asiatica americana
CHESTER, esploratore o incrociatore di 3a classe, Boston, Flotilla Two, Destroyer Force (nave ricevente, Boston/Riserva, Force/Atlantic)
CHEYENNE (ex-monitor), Mare Island, tender S/M, barche 'H', Pacific Fleet Coast Defense Forces
CHICAGO, Philadelphia, incrociatore, Reserve Force, Atlantic Fleet, Coast Defense Forces
CINCINNATI, incrociatore protetto, Prima Divisione, Flotta Asiatica USA
CLEVELAND, Mare Island, incrociatore di 3a classe, Reserve Force, Pacific Fleet, Coast Defense Forces
COLUMBIA, incrociatore di 2a classe, Philadelphia, Flagship, Submarine Force
CONNECTICUT, pre-dreadnought, Div Five, Philadelphia (contrammiraglio H.O.Dunn), Squadron Three, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
CONYNGHAM, Div Eight, Boston, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
CULGOA, New York, nave rifornimento, flotta atlantica, flotta treno
CUMMINGS, Div Four, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (per riparazioni, operanti con complemento ridotto)
CUSHING, Div Seven, New York, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet (cambio tubi lanciasiluri)
CICLOPI, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica, flotta treno

D-1, New York, sottomarino, SM Div 2, flotta atlantica, forze di difesa costiera
D-2, New York, sottomarino, SM Div 2, flotta atlantica, forze di difesa costiera
D-3, New York, sottomarino, SM Div 2, flotta atlantica, forze di difesa costiera
DAHLGREN, Charleston, TB, in ordinario, Charleston, Forze di difesa costiera
DALE, cacciatorpediniere, prima divisione, flottiglia siluri, flotta asiatica americana
DAVIS, Div Nine, New York, Flotilla Three, Destroyer Force
DE LONG, Charleston, TB, in ordinario, Charleston, Coast Defense Forces
DECATUR, cacciatorpediniere, Prima Divisione, Flottiglia Siluri, Flotta Asiatica USA
DELAWARE, corazzata, Div Six, New York (contrammiraglio A.F. Fechteler), Squadron Three, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet, periodo di attracco a Boston)
DENVER, Mare Island, incrociatore di 3a classe, flotta del Pacifico, forze di difesa della costa
DES MOINES, incrociatore protetto o di 3a classe, Portsmouth, Div One, Cruiser Force
DIXIE, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (in qualità di tenera, Flotilla Three)
DOLPHIN, cannoniera, Norfolk, Servizio speciale, Atlantico, Div One, Cruiser Force
DON JUAN DE AUSTRIA, Milizia navale del Michigan, Forze di difesa costiera
DOROTHEA, Milizia navale dell'Ohio, Grandi Laghi, Forze di difesa costiera
DOWNES, Div Six, Norfolk, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet (assegnata Div Four, in ordinario)
DRAYTON, Div Five, Boston, Flotilla Two, Destroyer Force, Atlantic Fleet (per riparazioni)
DUBUQUE, nave scuola miniera, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
DUNCAN, Div Six, Norfolk, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet (ha bisogno di lavoro dopo le prove finali)
DUPONT, Boston, TB, milizia navale del Massachusetts, forze di difesa costiera

E-1, New York, sottomarino, SM Div 2. Flotta atlantica, Forze di difesa costiera
ELCANO, cannoniera, terza divisione, flotta asiatica americana
ELFRIDA, Charleston, Milizia navale della Carolina del Nord, Forze di difesa costiera
ERICCSON, Div Seven, New York, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
ESSEX, Milizia navale dell'Ohio, Forze di difesa costiera

F-1, Mare Island, sottomarino, SM Div 1, Pacific Fleet, Coast Defense Forces
F-2, Mare Island, sottomarino, SM Div 1, Pacific Fleet, Coast Defense Forces
F-3, Mare Island, sottomarino, SM Div 1, Pacific Fleet, Coast Defense Forces
FANNING, Div Four, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (per riparazioni, operanti con complemento ridotto)
FARRAGUT, Mare Island, TB, California Naval Milizia, Coast Defense Forces
FLORIDA, corazzata, Div Seven, Norfolk, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
FLUSSER, Div One, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
FOOTE, Charleston, TB, Milizia navale della Carolina del Nord, Forze di difesa costiera
FORTUNE, Hawaii, rimorchiatore, nave stazione, Tutuila, Forze di difesa costiera
FREDERICK, incrociatore corazzato, ex-MARYLAND, Div Two, Puget Sound, Squadron One, Scout Force (Forza di riserva assegnata, Flotta del Pacifico)
FULTON, New York, tender, base SM, New London, CT, Coast Defense Forces

G-1, New York, sottomarino, SM Div 3, flotta atlantica, forze di difesa costiera
G-2, New York, sottomarino, SM Div 3, flotta atlantica, forze di difesa costiera
G-3, New York, sottomarino, Coast Defense Forces (allestimento)
G-4, New York, sottomarino, SM Div 3, flotta atlantica, forze di difesa costiera
GALVESTON, incrociatore di 3a classe, prima divisione, flotta asiatica americana
GEORGIA, pre-dreadnought, Div Three, Boston, Squadron Two, Battle Force (revisione completa)
GLACIER, Mare Island, nave rifornimento, Flotta del Pacifico, Flotta Treno
GLOUCESTER, New York, Milizia navale di New York, Forze di difesa costiera
GOLDSBOROUGH, Puget Sound, TB, Milizia navale di Washington, Forze di difesa costiera
GOPHER, Milizia navale del Minnesota, Forze di difesa costiera

H-1, Mare Island, sottomarino, SM Div 2, Pacific Fleet, Coast Defense Forces
H-2, Mare Island, sottomarino, SM Div 2, Pacific Fleet, Coast Defense Forces
H-3, Mare Island, sottomarino, SM Div 2, Pacific Fleet, Coast Defense Forces
HANCOCK, Philadelphia, trasporti, servizi generali, Atlantic, Fleet Train
HANNIBAL, rilevamento, Atlantico, Mine Squadron Two, Portsmouth, Mine Force
HAWK, New York, Milizia navale di New York, Forze di difesa costiera
HELENA, cannoniera, terza divisione, flotta asiatica americana
HENDERSON, Philadelphia, trasporto, allestimento, Philadelphia, Fleet Train
HENLEY, Div Tre, Filadelfia, Flottiglia Due, Destroyer Force
HOPKINS, Mare Island, cacciatorpediniere, Div 2, Coast Torpedo Force, Pacific, Coast Defense Forces
HULL, Mare Island, cacciatorpediniere, Div 2, Coast Torpedo Force, Pacific, Coast Defense Forces
HUNTINGTON, incrociatore corazzato, ex-WEST VIRGINIA, Div Three, Puget Sound, Squadron One, Scout Force (Riserva assegnata, Flotta del Pacifico)
HUNTRESS, New Orleans, Milizia navale del Missouri, Forze di difesa costiera

IDAHO, corazzata, Norfolk (non assegnato, allestimento, Camden NJ)
ILLINOIS, pre-dreadnought, Div One, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
INDIANA, Philadelphia, corazzata, Philadelphia, Coast Defense Forces (fuori servizio)
INTREPID, Isola Mare, caserma per sommergibili classe F, Forze di Difesa Costiera
IOWA, Philadelphia, corazzata, Philadelphia, Coast Defense Forces (fuori servizio)
IROQUOIS, Mare Island, rimorchiatore, flotta del Pacifico, forze di difesa della costa
ISLA DE LUZON, milizia navale dell'Illinois, forze di difesa costiera

JACOB JONES, Div Eight, Boston, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
JARVIS, Div Four, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (per riparazioni, operanti con complemento ridotto)
JASON, Norfolk, nave carburante, servizio generale, Atlantic, Fleet Train
JENKINS, Div Five, Boston, Flottiglia Two, Destroyer Force, Atlantic Fleet
JOUETT, Div Five, Boston, Flotilla Two, Destroyer Force, Atlantic Fleet (per riparazioni)
GIOVE, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica, flotta treno

K-1, New York, sottomarino, Forze di difesa costiera
K-2, New York, sottomarino, Forze di difesa costiera
K-3, Hawaii, sottomarino, SM Div 3, Flotta del Pacifico, Forze di difesa costiera
K-4, Hawaii, sottomarino, SM Div 3, Flotta del Pacifico, Forze di difesa costiera
K-5, New York, sottomarino, Forze di difesa costiera
K-6, New York, sottomarino, Forze di difesa costiera
K-7, Hawaii, sottomarino, SM Div 3. Flotta del Pacifico, Forze di difesa costiera
K-8, Hawaii, sottomarino, SM Div 3. Flotta del Pacifico, Forze di difesa costiera
KANAWHA, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica, flotta treno
KANSAS, pre-dreadnought, Div Four, Philadelphia, Squadron Two, Battle Force (Reserve Force, US Atlantic Fleet)
KEARSARGE, pre-dreadnought, Div One, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (assegnato alla milizia navale del Massachusetts)
KENTUCKY, pre-dreadnought, Div Two, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (assegnato alla milizia navale di New York)

L-1, Div One, Philadelphia, Submarine Force (assegnata Div Five durante l'allestimento)
L-2, Div One, Philadelphia, Submarine Force (assegnata Div Five durante l'allestimento)
L-3, Div One, Philadelphia, Submarine Force (assegnata Div Five durante l'allestimento)
L-4, Div One, Philadelphia, Submarine Force (assegnata Div Five durante l'allestimento)
L-5, Mare Island, sottomarino, allestimento, Bridgeport, CT, Coast Defense Forces
L-6, Div Two, Mare Island, Submarine Force (allestimento, Long Beach, CA)
L-7, Div Two, Mare Island, Submarine Force (allestimento, Long Beach, CA)
L-8, Div Two, Mare Island, Submarine Force (a Navy Yard, Portsmouth, NH)
L-9, Boston, sottomarino, SM Div 6, flotta atlantica, forze di difesa costiera
L-10, Boston, sottomarino, SM Div 6, flotta atlantica, forze di difesa costiera
L-11, Boston, sottomarino, SM Div 6, flotta atlantica, forze di difesa costiera
LAMSON, Div One, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
LAWRENCE, Mare Island, cacciatorpediniere, riserva, Mare Island, Coast Defense Forces
LIBANO, nave munizioni, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
LEONIDAS, rilevamento, Atlantico, Mine Squadron Two, Portsmouth, Mine Force
LOUISIANA, pre-dreadnought, Div Four, Philadelphia, Squadron Two, Battle Force (Reserve Force, US Atlantic Fleet, in revisione)

M-1, Boston, sottomarino, allestimento, Quincy, Coast Defense Forces
MACDONOUGH, Charleston, cacciatorpediniere, tender S/M. Flotta Atlantica, Forze di Difesa Costiera
MACHIAS, New Orleans, cannoniera, Cruiser Force, Atlantic Fleet, Coast Defense Forces
MAINE, pre-dreadnought, Div Two, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
MARBLEHEAD, Puget Sound, incrociatore, milizia navale dell'Oregon, forze di difesa costiera
MARIETTA, New Orleans, cannoniera, Coast Defense Forces (fuori servizio)
MARS, Mare Island, nave carburante, servizio generale, Fleet Train
MASSACHUSETTS, Filadelfia, corazzata, Filadelfia, Forze di difesa costiera (fuori servizio)
MAUMEE, New York, nave carburante, allestimento, New York, Fleet Train
MAYRANT, Div Three, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (fuori uso)
McCALL, Div Four, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
McDOUGAL, Div Seven, New York, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
MELVILLE, Boston, Tender, Forza Distruttore, Flottiglia Tre, Forza Distruttore, Flotta Atlantica
MICHIGAN, corazzata, Div Five, Philadelphia (contrammiraglio H.O.Dunn), Squadron Three, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
MILWAUKEE, incrociatore protetto o 1a classe, Div One, Puget Sound, Squadron One, Scout Force (tender assegnato, torpediniere costiere, Pacifico)
MINNEAPOLIS, incrociatore protetto o di 2a classe, Philadelphia, fuori servizio a Philadelphia, Div One, Cruiser Force
MINNESOTA, pre-dreadnought, Flagship, Div Four, Philadelphia, Squadron Two, Battle Force (Reserve Force, US Atlantic Fleet)
MISSISSIPPI, corazzata, Norfolk (non assegnato, allestimento, Newport News, VA)
MISSOURI, pre-dreadnought, Div Two, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
MOHICAN, tender, nave ricevente, Cavite, Torpedo Flotilla, US Asiatic Fleet
MONADNOCK, monitor/tender, prima divisione sottomarini, flottiglia siluri, flotta asiatica americana
MONAGHAN, Div Two, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
MONOCACY, cannoniera, seconda divisione, flotta asiatica americana
MONTANA, incrociatore corazzato, Div Four, Portsmouth NH, Squadron Two, Scout Force (nave scuola siluri assegnata, flotta atlantica)
MONTGOMERY, Norfolk, incrociatore, Milizia navale del Maryland, Forze di difesa costiera
MORRIS, New York, TB, riserva, Newport RI, Coast Defense Forces

N-1, Puget Sound, sottomarino, allestimento, Seattle, Coast Defense Forces
N-2, Puget Sound, sottomarino, allestimento, Seattle, Coast Defense Forces
NANSHAN, Mare Island, nave carburante, flotta del Pacifico, forze di difesa della costa
NASHVILLE, New Orleans, incrociatore, Cruiser Force, Atlantic Fleet, Coast Defense Forces
NAVAJO, Hawaii, rimorchiatore, rimorchiatore della stazione, Hawaii, forze di difesa della costa
NEBRASKA, pre-dreadnought, Div Three, Boston, Squadron Two, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
NEPTUNE, Norfolk, nave carburante, flotta atlantica, flotta treno
NEREUS, Norfolk, nave carburante, servizio generale, flotta treno
NERO, Mare Island, nave carburante, Flotta del Pacifico, Flotta Treno
NEVADA, corazzata, Div Eight, New York, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet, revisione, Norfolk)
NEW HAMPSHIRE, pre-dreadnought, Div Four, Philadelphia, Squadron Two, Battle Force (Reserve Force, US Atlantic Fleet, Cruiser Force attaccata, US Atlantic Fleet)
NEW JERSEY, pre-dreadnought (F), Div Three, Boston, Squadron Two, Battle Force (assegnata come nave ricevente a New York)
NEW MEXICO, dreadnought, New York (non assegnato, allestimento, New York, NY)
NEW ORLEANS, Puget Sound, incrociatore di 3a classe, Reserve Force. Flotta del Pacifico, Forze di difesa costiera
NEW YORK, corazzata (F), Div Six, New York (contrammiraglio A.F. Fechteler), Squadron Three, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
NEWPORT, New York, nave scuola, Stato di New York, Coast Defense Forces
NICHOLSON, Div Seven, New York, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
NORTH CAROLINA, incrociatore corazzato, Div Four, Portsmouth NH, Squadron Two, Scout Force (Forza di riserva assegnata, flotta atlantica - in riparazione)
NORTH DAKOTA, corazzata, Div Seven, Norfolk, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet, Reserve Force assegnata, US Atlantic Fleet)

O'BRIEN, Div Seven, New York, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
OHIO, pre-dreadnought (F), Div Two, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (assegnata come nave ricevente a Philadelphia)
OKLAHOMA, corazzata, Div Six, New York (contrammiraglio A.F. Fechteler), Squadron Three, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet, periodo di attracco a Norfolk)
OLYMPIA, incrociatore protetto o di 2a classe, Charleston, Flagship Cruiser Force, Div One, Cruiser Force
ONTARIO, rimorchiatore, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
OREGON, Mare Island, corazzata, California Naval Milizia, Coast Defense Forces
ORION, Norfolk, nave carburante, servizio generale, flotta treno
OSCEOLA, Charleston, rimorchiatore della stazione, Guantanamo, Mine Squadron Two, Portsmouth, Mine Force
OZARK, New York, tender, SM Div 6, Atlantic Fleet, Coast Defense Forces

PADUCAH, Portsmouth, cannoniera, rilevamento topografico, Atlantico, Forze di difesa costiera
PALOS, cannoniera, seconda divisione, flotta asiatica americana
PAMPANGA, cannoniera, terza divisione, flotta asiatica americana
PANTHER, Charleston, tender, Flotilla One, Destroyer Force (indipendente dalla Flottilla Three)
PARKER, Div Six, Norfolk, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
PATAPSCO, rimorchiatore, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
PATTERSON, Div Tre, Filadelfia, Flottiglia Due, Destroyer Force
PATUXENT, rimorchiatore, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
PAUL JONES, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico, Forze di difesa costiera
PENNSYLVANIA, corazzata, Div Eight, New York, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet, assegnato per scopi tattici)
PENNSYLVANIA, dreadnought, New York, ammiraglia del comandante in capo della flotta atlantica - Ammiraglio H. T. Mayo, flotta atlantica statunitense
PEORIA, Key West, rimorchiatore, Key West, Mine Squadron Two, Portsmouth, Mine Force
PERKINS, Div Two, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
PERRY, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico, Forze di difesa costiera
PETREL, cannoniera, nave stazione, Guantanamo, Forze di Difesa Costiera
PISCATAQUA, rimorchiatore, ausiliari della flotta, flotta asiatica americana
PITTSBURGH, incrociatore corazzato, ex-PENNSYLVANIA, Div Three, Puget Sound, Squadron One, Scout Force (Riserva assegnata, Flotta del Pacifico)
PORTER, Div Eight, Boston, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
POTOMAC, rimorchiatore, nave stazione, Guantanamo, Forze di difesa costiera
PRAIRIE, Philadelphia, trasporti, Cruiser Force, Atlantic, Fleet Train
PREBLE, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico, Forze di difesa costiera
PRESTON, Div One, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
PROMETHEUS, Norfolk, nave riparazione, flotta atlantica, flotta treno
PROTEUS, Norfolk, nave carburante, servizio generale, flotta treno
PUEBLO (F), incrociatore corazzato, ex COLORADO, Scout Force
PUEBLO, Ammiraglia, Forza di Riserva, Flotta del Pacifico, Div Tre, Puget Sound, Squadrone Uno, Forza Scout

QUIROS, cannoniera, seconda divisione, flotta asiatica americana

RAINBOW, Mare Island, trasporto, nave ricevente, San Francisco, Coast Defense Forces
RALEIGH, Mare Island, incrociatore protetto, Flotta del Pacifico, Forze di difesa costiera
RANGER, Boston, cannoniera, nave scuola della flotta nautica del Massachusetts, forze di difesa costiera
REID, Div One, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
RHODE ISLAND, pre-dreadnought, Div Three, Boston, Squadron Two, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
RODGERS, Boston, TB, Milizia navale del Massachusetts, Forze di difesa costiera
ROE, Div Two, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
ROWAN, Div Nine, New York, Flottiglia Tre, Destroyer Force

SACRAMENTO, cannoniera, New Orleans, Div One, Cruiser Force
SALEM, esploratore o incrociatore di 3a classe, Philadelphia, Flotilla Flagship, Flotilla One, Destroyer Force
SAMAR, cannoniera, seconda divisione, flotta asiatica americana
SAMPSON, Div Nine, New York, Flotilla Three, Destroyer Force
SAN DIEGO, incrociatore corazzato, ex-CALIFORNIA, Flagship Pacific Fleet (Admiral W.B.Caperton), Div Two, Puget Sound, Squadron One, Scout Force
SAN FRANCISCO, Flagship Mine Force e Flagship Mine Squadron One, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
SANDOVAL, Milizia navale di New York, Grandi Laghi, Forze di difesa costiera
SARATOGA, incrociatore corazzato o 1a classe, ex-NEW YORK (F), Div Four, Portsmouth NH, Squadron Two, Scout Force (Riserva assegnata, Flotta del Pacifico a Puget Sound)
SATURNO, Isola Mare, nave carburante, Flotta del Pacifico, Forze di difesa costiera
SCHLEY (poi AA-1, T-1), sottomarino, Div Two, Mare Island, Submarine Force (allestimento, Groton, CT)
SCORPION, yacht, nave stazione, Costantinopoli, Forze di Difesa Costiera
SEATTLE, Portsmouth., ammiraglia (contrammiraglio A Gleaves), cacciatorpediniere
SHAW, Div Nine, New York, Flotilla Three, Destroyer Force (allestimento, Mare Island, CA)
SHUBRICK, Charleston, TB, in ordinario, Charleston, Forze di difesa costiera
SMITH, Div One, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
SOLACE, New York, nave ospedale, flotta atlantica, flotta treno
SOMERS, New Orleans, TB, milizia navale dell'Illinois, forze di difesa costiera
SONOMA, rimorchiatore, Mine Squadron One, Portsmouth, NH, Mine Force
CAROLINA DEL SUD, corazzata, Div Five, Philadelphia (contrammiraglio H.O.Dunn), Squadrone Tre, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
SOUTH DAKOTA, incrociatore corazzato, Div Two, Puget Sound, Squadron One, Scout Force (Forza di riserva assegnata, Flotta del Pacifico)
ST LOUIS, incrociatore protetto o 1a classe, Div One, Puget Sound, Squadron One, Scout Force (assegnato come tender sottomarino, Hawaii)
STERETT, Div Two, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
STERLING, Philadelphia, nave carburante, servizio generale, Atlantico, forze di difesa della costa
STEWART, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico, Forze di difesa costiera
RIFORNIMENTO, Puget Sound, nave rifornimento, nave stazione, Guam, Forze di difesa costiera
SYLPH, Norfolk, yacht, servizio speciale, Atlantico, forze di difesa della costa
SYLVIA, Norfolk, milizia navale DC, forze di difesa costiera

TACOMA, incrociatore protetto o di 3a classe, Boston, Div One, Cruiser Force
TALLAHASSEE, New York, monitor, Submarine Force, Atlantic Fleet, Coast Defense Forces
TERRY, Div Two, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
TEXAS, corazzata, Div Six, New York (contrammiraglio A.F. Fechteler), Squadrone 3, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
THORNTON, Charleston, TB, in ordinario, Charleston, Forze di difesa costiera
TINGEY, Charleston, TB, in ordinario, Charleston, Forze di difesa costiera
TONOPAH, Norfolk, monitor, tender, sottomarini, New London, Coast Defense Forces
TRIPPE, Div Five, Boston, Flottiglia Two, Destroyer Force, Atlantic Fleet
TRUXTON, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico, Forze di difesa costiera
TUCKER, Div Eight, Boston, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet

UNCAS, Charleston, rimorchiatore, Norfolk Navy Yard, Forze di difesa costiera

Caserma dei Marines degli Stati Uniti, Olongapo, Stazione della costa asiatica degli Stati Uniti
Deposito del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, Cavite, Stazione della costa asiatica degli Stati Uniti
Distaccamento dei Marines degli Stati Uniti. Legazione americana, Pechino, Cina, Stati Uniti Asiatic Shore Station
Laboratorio chimico e munizioni navali statunitensi, Isole Filippine, Stazione costiera asiatica degli Stati Uniti
US Naval Hospital, Canacao, US Asiatic Shore Station
US Naval Hospital, Olongapo, US Asian Shore Station
US Naval Hospital, Yokohama, Giappone, US Asiatic Shore Station
Deposito di forniture mediche navali degli Stati Uniti, Conacao, stazione della costa asiatica degli Stati Uniti
Stazione navale degli Stati Uniti, Cavite, stazione della costa asiatica degli Stati Uniti
Stazione navale degli Stati Uniti, Olongapo, Stazione della costa asiatica degli Stati Uniti

UTAH, corazzata, Div Seven, Norfolk, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)

VERMONT, pre-dreadnought, Div Five, Philadelphia (Rear Admiral H.O.Dunn), Squadron Three, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet, Cruiser Force allegata, US Atlantic Fleet)
VESTAL, Boston, riparazione nave, flotta atlantica, flotta treno
VESUVIUS, New York, stazione siluri, Newport, RI, Forze di difesa costiera
VICKSBURG, Puget Sound, cannoniera, milizia navale di Washington, forze di difesa costiera
VILLALOBOS, cannoniera, Seconda Divisione, Flotta Asiatica USA
VIRGINIA, pre-dreadnought, Div Three, Boston, Squadron Two, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
VIXEN, Filadelfia, Milizia navale del New Jersey, Forze di difesa costiera
VULCAN, Portsmouth, nave carburante, servizio generale, Atlantic, Fleet Train

WADSWORTH, per riparazioni, Div Eight, Boston, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
WAINWRIGHT, Div Eight, Boston, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
WALKE, Div Two, Charleston, Flotilla One, Destroyer Force (operanti con complemento ridotto)
WARRINGTON, Div Three, Philadelphia, Flotilla Two, Destroyer Force (per riparazioni)
WASP, New York, Milizia navale di New York, Forze di difesa costiera
WHEELING, New Orleans, cannoniera, Cruiser Force, Atlantic Fleet, Coast Defense Forces
WHIPPLE, Mare Island, cacciatorpediniere, Divisione siluri costieri, Pacifico, Forze di difesa costiera
WILKES, Div Nine, New York, Flotilla Three, Destroyer Force (allestimento, New York)
WILMINGTON, cannoniera, seconda divisione, flotta asiatica americana
WINSLOW, Div Seven, New York, Flotilla Three, Destroyer Force, Atlantic Fleet
WISCONSIN, pre-dreadnought, Div One, Philadelphia, Squadron One, Battle Force (Reserve Force US Atlantic Fleet)
WOLVERINE, milizia navale della Pennsylvania, Gt. Laghi, Forze di Difesa Costiera
WOMPATUCK, rimorchiatore, ausiliari della flotta, flotta asiatica americana
WORDEN, Charleston, cacciatorpediniere, tender sottomarino, Charleston, Coast Defense Forces
WYOMING, corazzata (Flag Battle Force, Vice Admiral De.W.Coffman, Cmdr), Div Eight, New York, Squadron Four, Battle Force (Sqdn attivo, US Atlantic Fleet)
WYOMING, corazzata, New York, ammiraglia secondo in comando della flotta atlantica (vice ammiraglio D Coffman), forza da battaglia, flotta atlantica statunitense

YANKTON, New York, yacht, tender CinC Atlantic Fleet, Coast Defense Forces
YANTIC, Milizia navale del Michigan, Forze di difesa costiera
YORKTOWN, Mare Island, cannoniera, flotta del Pacifico, forze di difesa della costa


Guarda il video: Navi da Guerra #12 - Luigi Durand de la Penne (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Jerric

    Va dritto al punto!!! In altre parole, non puoi dirlo! :)

  2. Bawdewyne

    Ci sono molte altre opzioni

  3. Bramwell

    Grasso!

  4. Edwardson

    Non funziona

  5. Ronnell

    Considero che il tema sia piuttosto interessante. Ti suggerisco di discutere qui o in PM.

  6. Gearald

    In realtà, sarà presto

  7. Cingeswell

    Oggi ho letto molto sull'argomento.



Scrivi un messaggio