Popoli, Nazioni, Eventi

Gas velenoso e prima guerra mondiale

Gas velenoso e prima guerra mondiale

Il gas velenoso fu probabilmente il più temuto di tutte le armi nella prima guerra mondiale. Il gas velenoso era indiscriminato e poteva essere usato sulle trincee anche quando non stava avvenendo alcun attacco. Mentre la mitragliatrice ha ucciso più soldati durante la guerra, la morte è stata spesso istantanea o non tirata fuori e i soldati hanno potuto trovare un riparo nei crateri bomba / proiettili dagli spari. Un attacco di gas avvelenato significava che i soldati dovevano indossare maschere antigas grezze e se questi non avessero avuto successo, un attacco avrebbe potuto lasciare una vittima in agonia per giorni e settimane prima di soccombere alle sue ferite.

Un soldato francese e una prima maschera antigas

Si presume generalmente che il gas sia stato utilizzato per la prima volta dai tedeschi nella prima guerra mondiale. Questo non è accurato Il primo attacco di gas registrato fu dai francesi. Nell'agosto del 1914, i francesi usarono bombe a gas lacrimogeni contenenti bromuro di xilile sui tedeschi. Questo era più un irritante piuttosto che un gas che avrebbe ucciso. Fu usato dai francesi per fermare l'esercito tedesco apparentemente inarrestabile che avanzava in tutto il Belgio e nella Francia nord-orientale. In un certo senso, fu un atto di disperazione al contrario di un atto premeditato che andava quasi contro le "regole" della guerra. Tuttavia, mentre i francesi furono i primi a usare un gas contro un nemico, i tedeschi avevano riflettuto molto sull'uso del gas velenoso come mezzo per infliggere una grave sconfitta a un nemico.

Nell'ottobre 1914, i tedeschi attaccarono Neuve Chapelle. Qui hanno sparato bombe di gas contro i francesi che contenevano una sostanza chimica che causava violenti attacchi di starnuti. Ancora una volta, il gas non è stato progettato per uccidere piuttosto che per inabilitare un nemico in modo da renderlo incapace di difendere le proprie posizioni.

Ciò avvenne sullo sfondo di una guerra nell'ovest che era ancora mobile. Una volta che la guerra di trincea era stata letteralmente scavata, tutte le parti coinvolte nel conflitto hanno cercato il modo di riportare il movimento nelle loro campagne. Uno dei più ovvi era sviluppare un'arma così spaventosa da distruggere non solo una linea nemica ma anche la volontà di mantenere truppe su quella linea. Il gas velenoso potrebbe persino provocare un ammutinamento di massa lungo una linea frontale, causandone il collasso. In altre parole, il gas velenoso era la risposta alla mancanza di mobilità della guerra.

Il gas velenoso (cloro) fu usato per la prima volta durante la Seconda Battaglia di Ypres nell'aprile 1915. Verso le ore 17:00 del 22 aprile, le sentinelle francesi di Ypres notarono una nuvola giallo-verde che si muoveva verso di loro - un gas erogato da bombole pressurizzate scavato nella prima linea tedesca tra Steenstraat e Langemarck. Pensavano che fosse una cortina di fumo a mascherare il movimento in avanti delle truppe tedesche. Come tale, tutte le truppe nell'area furono ordinate alla linea di fuoco della loro trincea - proprio sul percorso del cloro. Il suo impatto fu immediato e devastante. I francesi e i loro compagni algerini fuggirono terrorizzati. La loro comprensibile reazione ha creato un'opportunità per i tedeschi di avanzare senza ostacoli nel Ypres saliente strategicamente importante. Ma anche i tedeschi erano impreparati e sorpresi dall'impatto del cloro e non riuscirono a seguire il successo dell'attacco di cloro.

Una campana tedesca trovata a Ypres per avvertire di un attacco di gas

Ciò che accadde a Ypres fu un uso deliberato di un gas velenoso. Ora, i guanti erano spenti e altre nazioni con la capacità di produrre gas velenoso potevano usarlo e dare la colpa ai tedeschi poiché erano stati i primi a usarlo.

La prima delle nazioni alleate a rispondere all'attacco di gas di Ypres fu la Gran Bretagna nel settembre del 1915. Le nuove società di gas speciali attaccarono le linee tedesche a Loos. Nell'attacco di Ypres, i tedeschi avevano consegnato il loro cloro usando cilindri pressurizzati. Per l'attacco a Loos, gli inglesi hanno anche usato bombole di gas. Quando il vento era in una direzione favorevole, il gas di cloro fu rilasciato dalla prima linea britannica in modo che potesse spostarsi sulla prima linea tedesca. Questo fu poi seguito da un attacco di fanteria. Tuttavia, lungo alcune parti della prima linea britannica, il vento ha cambiato direzione e il cloro è stato respinto sugli inglesi causando oltre 2.000 vittime con sette morti. Alle società di gas speciali non è stato permesso di chiamare il loro nuovo gas per armi - è stato definito un "accessorio".

Tuttavia, il rischio che il vento soffiasse gas su di te colpì anche tedeschi e francesi in alcuni dei loro attacchi di gas alla fine del 1915.

Lo sviluppo nell'uso di gas velenosi ha portato all'uso sia di fosgene che di senape. Il fosgene era particolarmente potente in quanto il suo impatto si avvertiva spesso solo 48 ore dopo che era stato inalato e ormai si era già assestato negli organi respiratori del corpo e si poteva fare ben poco per sradicarlo. Inoltre era molto meno evidente che qualcuno avesse inalato il fosgene in quanto non causava tosse tanto violenta. Quando il fosgene era entrato nel sistema corporeo di una persona, era troppo tardi. Il gas di senape fu usato per la prima volta dai tedeschi contro i russi a Riga nel settembre 1917. Questo gas causò vesciche interne ed esterne alla vittima a poche ore dall'esposizione ad esso. Tale danno ai polmoni e ad altri organi interni era molto doloroso e talvolta fatale. Molti sopravvissuti furono accecati dal gas.

Soldati britannici - vittime di un attacco di gas velenoso

Al termine della guerra, il principale utilizzatore di gas velenoso era la Germania, seguita dalla Francia e poi dalla Gran Bretagna. Sebbene il gas velenoso fosse un'arma terrificante, il suo impatto reale, piuttosto come il serbatoio, è aperto al dibattito. Il numero di vittime fu relativamente basso - anche se l'impatto del terrore non diminuì per la durata della guerra.

L'esercito britannico (incluso l'Impero britannico) ebbe 188.000 vittime di gas ma solo 8.100 morti tra loro. Si ritiene che la nazione che ha subito il maggior numero di vittime sia stata la Russia (oltre 50.000 uomini) mentre la Francia ha avuto 8.000 morti. In totale ci furono circa 1.250.000 vittime di gas durante la guerra, ma solo 91.000 vittime (meno del 10%) con oltre il 50% di queste vittime erano russe. Tuttavia, queste cifre non tengono conto del numero di uomini che sono morti a causa di lesioni legate al gas velenoso anni dopo la fine della guerra; né tengono conto del numero di uomini che sopravvissero ma furono così gravemente inabilitati dal gas velenoso che non poterono trattenere un lavoro dopo essere stati rilasciati dall'esercito.

Gli eserciti produssero rapidamente maschere antigas che fornivano protezione fintanto che veniva dato un preavviso sufficiente di un attacco di gas. I soldati usavano anche maschere antigas di tipo make-shift se venivano catturati all'aperto senza maschera antigas durante un attacco di gas: si diceva che un panno imbevuto di urina e posto sopra la bocca proteggesse da un attacco di cloro. Alla fine della guerra erano disponibili maschere antigas relativamente sofisticate per i soldati nelle trincee sul fronte occidentale.

Post correlati

  • Gas Attack nella prima guerra mondiale

    Probabilmente l'arma più temuta usata durante la prima guerra mondiale era il gas velenoso. Un colpo di un proiettile di artiglieria di solito portava a un istante o ...

  • Le trincee

    Ypres Christmas 1914 Football and Christmas 1915 The Somme Vimy Ridge Cibo in trincea Mitragliatrici Veleno Maschere antigas antigas Artiglieria Ricordi del ...

  • Maschere antigas nella prima guerra mondiale

    Le maschere antigas utilizzate nella prima guerra mondiale furono prodotte a seguito di attacchi di gas velenoso che portarono gli alleati nelle trincee del ...

List of site sources >>>


Guarda il video: La STORIA dei GAS nelle guerre: il cloro (Gennaio 2022).