Corso di storia

Esecuzioni della Prima Guerra Mondiale

Esecuzioni della Prima Guerra Mondiale

Nella prima guerra mondiale, furono eseguite le esecuzioni di 306 soldati britannici e del Commonwealth. Tali esecuzioni, per crimini come la diserzione e la codardia, rimangono fonte di controversie con alcuni che credono che molti di quelli giustiziati debbano essere graziati perché soffrono di quello che ora viene chiamato shock da shell. Le esecuzioni, principalmente di gradi non commissionati, includevano 25 canadesi, 22 irlandesi e 5 neozelandesi.

Tra il 1914 e il 1918, l'esercito britannico identificò 80.000 uomini con quelli che ora sarebbero stati definiti i sintomi di una conchiglia. C'erano quelli che hanno sofferto di gravi shock da shell. Non potevano più sopportare il pensiero di essere in prima linea e abbandonati. Una volta catturati, ricevettero una corte marziale e, se condannati a morte, furono fucilati da una squadra di dodici uomini.

Gli orrori che gli uomini di tutte le parti hanno sopportato mentre erano in prima linea possono solo essere immaginati.

“Siamo saliti in prima linea vicino ad Arras, attraverso una campagna fradicia e devastata. Mentre ci stavamo spostando verso il nostro settore lungo le trincee della comunicazione, una granata mi è scoppiata davanti e uno del mio plotone è caduto. È stato il primo uomo che abbia mai visto ucciso. Entrambe le sue gambe furono spazzate via e tutto il suo corpo e la sua faccia furono ricoperti di schegge. La vista mi rivolse lo stomaco. Ero malato e terrorizzato ma ancora più spaventato di mostrarlo. "

Victor Silvester.

Senza una conclusione ovvia a tali esperienze e con l'intera questione della vita di trincea che è un tale drenaggio del morale, non c'è da meravigliarsi che alcuni uomini si siano spezzati sotto lo sforzo del costante fuoco di artiglieria, non sapendo mai quando avresti superato la cima, il generale condizioni ecc.

I comandanti militari senior non avrebbero accettato l'incapacità di un soldato di tornare in prima linea come qualcosa di diverso dalla diserzione. Credevano anche che se tale comportamento non fosse stato duramente punito, altri sarebbero stati incoraggiati a fare lo stesso e l'intera disciplina dell'esercito britannico sarebbe crollata. Alcuni uomini hanno affrontato una corte marziale per altri reati, ma la maggioranza è stata processata per diserzione dal loro incarico, "fuggendo di fronte al nemico". Una stessa corte marziale veniva di solito eseguita con una certa velocità e l'esecuzione seguiva poco dopo.

Pochi soldati volevano essere in una squadra di fuoco. Molti erano soldati in un campo base che si stavano riprendendo da ferite che ancora impedivano loro di combattere sul fronte ma non impedivano loro di sparare con un fucile Lee Enfield. Alcuni di quelli nelle squadre di fuoco avevano meno di sedici anni, così come alcuni di quelli che furono fucilati per "codardia". James Crozier di Belfast è stato ucciso all'alba per diserzione - aveva solo sedici anni. Prima della sua esecuzione, Crozier ha ricevuto così tanto rum che è svenuto. Doveva essere portato, semi-cosciente, nel luogo dell'esecuzione. Gli ufficiali dell'esecuzione in seguito affermarono che c'era una vera paura che gli uomini della squadra di fuoco disobbedissero all'ordine di sparare. Anche il privato Abe Bevistein, di sedici anni, è stato colpito da una squadra di fuoco a Labourse, vicino a Calais. Come in molti altri casi, era stato dichiarato colpevole di aver abbandonato il suo incarico. Poco prima della sua corte marziale, Bevistein scrisse a casa a sua madre:

“Eravamo nelle trincee. Avevo così freddo che uscivo (e mi riparavo in una fattoria). Mi hanno portato in prigione, quindi dovrò andare davanti al tribunale. Farò del mio meglio per uscirne, quindi non preoccuparti. "

A causa dei "crimini" commessi da questi uomini, i loro nomi non furono apposti sui memoriali di guerra dopo la guerra. A molti dei loro parenti più stretti è stato detto che erano morti in Francia / Belgio, ma ogni volta dicevano come o perché.

Un osservatore militare francese ha assistito a un'esecuzione dell'esercito francese:

“I due condannati erano legati dalla testa ai piedi come salsicce. Una spessa fasciatura nascondeva i loro volti. E, cosa orribile, sui loro petti era posto un quadrato di stoffa sui loro cuori. La sfortunata coppia non poteva muoversi. Dovevano essere trasportati come due manichini sul camion con il dorso aperto, che li portava alla portata del fucile. È impossibile articolare l'impressione sinistra della vista di quei due pacchi viventi fatti su di me.

Il padre mormorò alcune parole e poi andò a mangiare. Apparvero due plotoni di sei forti, allineati con la schiena ai posti di tiro. Le pistole giacevano a terra. Quando il condannato era stato attaccato, gli uomini del plotone che non erano stati in grado di vedere gli eventi, rispondendo a un gesto silenzioso,

raccolse le pistole, si girò di scatto, mirò e aprì il fuoco. Quindi voltarono le spalle ai corpi e il sergente ordinò "Marcia veloce!"

Gli uomini marciarono a destra li superarono, senza ispezionare le loro armi, senza girare la testa. Nessun complimento militare, nessuna parata, nessuna musica, nessun passato di marcia; una morte orribile senza tamburi o trombe. "

Se questi uomini riceveranno mai un perdono postumo è aperto alla speculazione. Il governo afferma che le prove necessarie per percorrere questa strada semplicemente non esistono dopo tutti questi anni. Può darsi che un perdono generale per tutti i 306 uomini non sia giustificato come alcuni

gli uomini giustiziati potrebbero essere stati abbandonati e non hanno avuto shock di conchiglie.

Uno dei tanti motivi che fanno arrabbiare gli attivisti è che molti più uomini hanno abbandonato nel Regno Unito che in Francia / Belgio (quattro volte) ma che nessuno è mai stato giustiziato per diserzione in realtà nel Regno Unito. È stato inoltre messo in dubbio lo stato giuridico effettivo delle marziali di corte. L'imputato non aveva accesso a un rappresentante legale formale che potesse difenderlo. Alcuni hanno ottenuto un "amico da prigioniero", mentre molti non ne avevano nemmeno. Legalmente, ogni corte marziale avrebbe dovuto avere un 'avvocato difensore' presente, ma pochi lo fecero. La notte prima di un'esecuzione, un condannato aveva il diritto di presentare una petizione al re per clemenza, ma nessuno lo fece mai, il che suggerisce che nessuno fosse consapevole di avere questo diritto. Il 13 gennaio 1915, fu emesso l'ordine generale di routine 585 che sostanzialmente invertì la convinzione di essere innocente fino a quando non fu dichiarato colpevole. Sotto 585, un soldato era colpevole fino a quando non si potevano fornire prove sufficienti per dimostrare la sua innocenza.

Immediatamente dopo la guerra, si sosteneva che le esecuzioni dei soldati fossero un problema di classe. James Crozier è stato dichiarato colpevole di aver abbandonato il suo posto e gli hanno sparato. Due settimane prima, il 2 ° tenente Annandale era stato riconosciuto colpevole dello stesso, ma non era stato condannato a morte a causa di "tecnicismi". Durante la guerra, quindici ufficiali, condannati a morte, ricevettero un perdono reale. Nell'estate del 1916, tutti gli ufficiali del grado di capitano e superiori ricevettero l'ordine di punire a morte tutti i casi di codardia e di non tollerare una scusa medica. Tuttavia, questo non era il caso se gli ufficiali fossero affetti da nevrastenia.

Nota in calce: nell'agosto 2006, il segretario alla Difesa britannico Des Browne ha annunciato che, con il sostegno del Parlamento, ci sarebbe stato un perdono generale per tutti i 306 uomini giustiziati nella prima guerra mondiale.

Una nuova legge è stata approvata l'8 novembreesimo Il 2006 e incluso nell'Armed Forces Act ha perdonato gli uomini negli eserciti britannico e del Commonwealth che furono giustiziati nella prima guerra mondiale. La legge rimuove la macchia di disonore per quanto riguarda le esecuzioni nei registri di guerra ma non cancella le sentenze. Il segretario alla Difesa Des Browne ha dichiarato:

“Credo che sia meglio riconoscere che le ingiustizie sono state chiaramente commesse in alcuni casi - anche se non possiamo dire quale - e riconoscere che tutti questi uomini sono stati vittime della guerra. Spero che perdonare questi uomini eliminerà finalmente lo stigma con cui le loro famiglie hanno vissuto per anni. "

List of site sources >>>


Guarda il video: I fucilati della prima Guerra Mondiale (Gennaio 2022).