Podcast di storia

Indice dei temi: Immagini di guerra aerea

Indice dei temi: Immagini di guerra aerea


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Albatros jet trainer 1
Albatros jet trainer 2
Albatros jet trainer 3
Albatros jet trainer 4
Albatros jet trainer 5
Albatros jet trainer 6
Albatros jet trainer 7
Antonov An-12 "Cucciolo"
Antonov An-26 "Ricciolo"
Armstrong Whitworth A.W. 38 Whitley
Avro Anson: sorvolare un convoglio britannico
Avro Anson: In formazione
Avro Lancaster I: Bomb Bay
Avro Lancaster I: In volo
Avro Lancaster I: vista frontale
Avro Lancaster I: torretta Frazer-Nash FN50 medio-alta
Avro Lancaster I: vista posteriore
Blackburn Skua: vista frontale in volo
Blackburn Skua: Conseguenze dell'attacco alla spedizione tedesca a Haugesund, Norvegia, 1941
Boeing B-52 Stratofortress: vista frontale
Boeing B-52 Stratofortress: vista laterale
Bristol Beaufort - tre aerei in formazione
Bristol Beaufort - immersioni
Bristol Beaufort - subito dopo aver fatto un attacco
Bristol Blenheim Mk I a Singapore
Bristol Blenheim Mk I a Singapore (2)
Bristol Blenheim Mk I in Grecia
Bristol Blenheim Mk I in Grecia - dettaglio
Bristol Blenheim Mk I in Grecia - atterrato
L'equipaggio del Bristol Blenheim Mk I in Grecia
Bristol Blenheim Mk I in Grecia - il naso
Bristol Blenheim Mk I in arrivo per atterrare in Grecia
Bristol Blenheim Mk I Bomb Bay
Bristol Blenheim Mk I sull'Egitto
Bristol Blenheim Mk I sull'Egitto
Bristol Blenheim Mk IV in decollo
Bristol Blenheim Mk IV in costruzione
Bristol Blenheim Mk IV in costruzione
Chance Vought Corsair: dell'aeronautica francese - vista frontale
Chance Vought Corsair: dell'Aeronautica Militare francese - vista dall'ala
Catalina consolidata: essere legata a un ragazzo
Catalina consolidata: mitragliere posteriore (tunnel)
Catalina consolidata: L'imbarco dell'equipaggio da una piccola barca
Catalina consolidata:: In volo
Catalina consolidata: una vista della cabina
Catalina consolidata: un motore in riparazione sul campo
Catalina consolidata: motoristi al lavoro in mare
Catalina consolidata: bombardare una Catalina
Catalina consolidata: visto a un airshow
Liberatore Consolidato: del Comando Costiero
Curtiss Kittyhawk
Dornier Do 17P
Dornier Do 17Z
Dornier Do 17Z
Dornier Do 17Z
Dornier Do 18 - affondando
Dornier Do 18 - sull'acqua
Dornier Do 18 - motore a spinta
Dornier Do 217E
Dornier Do 217E: immagine dettagliata
Dornier Do 317
Fairchild A-10 Warthog
Fairchild A-10 Warthog in volo
Fairchild A-10 Warthog - in volo
Fairchild A-10 Warthog - vista frontale
Fairchild A-10 Warthog - vista frontale
Fairchild A-10 Warthog - vista laterale
Fairey Albacore sul ponte della portaerei
Fairey Albacore in volo
Fairey Albacore in volo
Fairey Albacore a Malta
Fairey Albacore in decollo dalla portaerei
Fairey Fulmar
Fairey Swordfish di ritorno da un attacco al Bismarck
Fairey Swordfish lanciato dalla catapulta
Fairey Swordfish del Fleet Air Arm
Focke-Wulf Fw 187
Focke-Wulf Fw 190
Focke-Wulf Fw 190
Focke-Wulf Fw 190
Focke-Wulf Fw 190
Focke-Wulf Fw 190
Focke-Wulf Fw 200 Condor
Focke-Wulf Fw 200 Condor
Grumman Martlet in fila per il decollo
Grumman Martlet scende nel ponte appendiabiti
Atterraggio di Grumman Martlet
Grumman Martlet che mostra le ali pieghevoli
Grumman Martlet della Fleet Air Arm nei colori degli Stati Uniti
Grumman Martlets volano in formazione
Grumman Martlets nel deserto occidentale
Handley Page bombardieri Halifax su Brest, 18 dicembre 1941
Handley Page bombardieri Halifax su Brest: dettaglio dell'aereo
Handley Page Halifax
Handley Page Halifax: la posizione di Bomb Aimer
Handley Page Halifax: posizione dell'ingegnere
Handley Page Halifax: pannello tecnico
Handley Page Halifax B.Mk I dello Squadrone n. 76
Venditore ambulante Audax
Combattente Demone Hawker
Hawker Demon I Combattente con torretta
Hawker Fury
Ettore venditore ambulante
Venditore ambulante hind
Hawker Hurricane
Hawker Hurricane - lato inferiore
Hawker Hurricane - lato sinistro
Hawker Hurricane - arrampicata
Hawker Hurricane -sito a sinistra
Hawker Hurricane - lato sinistro
Hawker Hurricane - lato inferiore
Falco pescatore ambulante IV
Hawker Sea Hurricane - assistenza ai cannoni
Hawker Sea Hurricane - in fase di rifornimento
Hawker Sea Hurricane - su una nave CAM
Hawker Sea Hurricane - durante il convoglio di Malta dell'agosto 1942
Heinkel He 111: affonda dopo essere stato abbattuto da un Avro Anson
Heinkel He 111: con il motore di tribordo in fiamme
Heinkel He 111: precipitato a Clacton
Heinkel He 111: piano di coda
Heinkel He 111: ruota
Heinkel He 111: vista posteriore
Heinkel He 111: esplodendo
Heinkel He 111: vista frontale
Heinkel He 111: abbattuto sulla Scozia
Heinkel He 111: zona della cabina di pilotaggio
Heinkel He 111: in volo
Heinkel He 111P: motore
Heinkel He 111: schema
Heinkel He 111: abbattuto in Francia
Heinkel He 111: precipitato in Danimarca
Heinkel He 111: Rolf Niehoff, osservatore
Heinkel He 111: tamburi di munizioni MG 15
Heinkel He 111: Al Museo dell'Aeronautica Norvegese
Heinkel He 111: Quadro moderno
Heinkel He 111: aeronautica turca
Heinkel He 111: vista laterale
Henschel Hs 126
Junkers Ju 52 in fiamme a Creta
Junkers Ju 52 lancia paracadutisti a Creta
Junkers Ju 52s sull'aeroporto di Maleme a Creta
Junkers Ju 52 lancia paracadutisti a Creta
Junkers Ju 87 - vista a colori
Junkers Ju 87 vista laterale
Junkers Ju 88 - attaccando un convoglio in Russia
Junkers Ju 88 - Due aerei attaccano un convoglio in Russia
Junkers Ju 88 - Primo piano di due aerei che attaccano un convoglio in Russia
Junkers Ju 88 - Lato sinistro dell'immagine dell'attacco Ju88 al convoglio in Russia
Junkers Ju 290 - in volo
Junkers Ju 290 - imbarco passeggeri
Junkers Ju 290B-1 - che mostra la torretta anteriore
Junkers Ju 290A-5 - in volo
Junkers Ju 390 - in volo
Junkers Ju 390 - in volo
Lockheed AC-130 Ercole "Spettro"
Lockheed AC-130 Spectre: vista frontale
Lockheed AC-130 Spectre: vista laterale
Lockheed AC-130 Spectre: vista frontale.
Lockheed AC-130 Spectre: vista posteriore sinistra
Lockheed AC-130 Spectre: vista posteriore dei cannoni di sinistra
Lockheed AC-130 Spectre: vista laterale
Lockheed AC-130 Spectre: arte del naso
Lockheed AC-130 Spectre: vista interna che mostra le pistole (1)
Lockheed AC-130 Spectre: vista interna che mostra le pistole (2)
Lockheed AC-130 Spectre: vista interna che mostra le pistole (3)
Lockheed Hudson
Lockheed Hudson: a guardia di una nave leggera
Lockheed Hudson: sulle spiagge di Dunkerque
Lockheed Hudson: essere servito in una gruccia
Lockheed Hudson: assistenza all'aperto
Lockheed Hudson: oltre l'Islanda
Lockheed Hudson: bombardamento di una nave mercantile tedesca
Lockheed Hudson: accettare la resa di un U-Boot.
Lockheed P-38 Lightning in volo
Messerschmitt Bf 109 in costruzione
Messerschmitt Bf 109 con pilota in salita
Messerschmitt Bf 109 relitto
Messerschmitt Bf 109 attacca uno Spitfire
Messerschmitt Bf 109 abbattuto sull'Inghilterra
Messerschmitt Bf 109 abbatte un pallone
Messerschmitt Bf 109 abbattuto nel Sussex
Messerschmitt Bf 109 abbattuto nel Sussex
Messerschmitt Bf 109 in esame in Gran Bretagna
Messerschmitt Bf 109 coda con segni di vittoria
Motore Messerschmitt Bf 109: Daimler Benz DB601
Messerschmitt Bf 109 (spagnolo) 1
Messerschmitt Bf 109 (spagnolo) 2
Messerschmitt Bf 109 (spagnolo) 3
Messerschmitt Bf 109 (spagnolo) 4
Messerschmitt Bf 109 (spagnolo) 5
Messerschmitt Bf 110 visto dal basso
Messerschmitt Bf 110 - Bombardamento
Mig-21
Mig-23 "Flogger"
Mig-29: vista laterale
Mig-29: vista del naso
Mig-29: due aerei affiancati
Mig-29: vista frontale
Mig-29: vista frontale
Mil Mi-24 (posteriore)
Northrop N-3PB idrovolante
Rockwell B-1 Lancer 1
Rockwell B-1 Lancer 2
Rockwell B-1 Lanciere 3
Rockwell B-1 Lanciere 4
Saab Draken
Breve idrovolante Sunderland
Breve idrovolante Sunderland: cannoni posteriori
Breve idrovolante Sunderland: in servizio di soccorso
Breve idrovolante Sunderland: caricamento di bombe nel vano bombe
Sukhoi Su-25 (Piede rana)
Sukhoi SU-25 "Piede rana" 1
Sukhoi SU-25 "Piede rana" 2
Sukhoi SU-25 "Piede rana" 3
Sukhoi SU-25 "Piede rana" 4
Sukhoi SU-25 "Piede rana" 5
Sukhoi SU-25 "Piede rana" 6
Supermarine Seafire 1
Supermarine Seafire 2
Supermarine Seafire 3
Supermarine Seafire (Operazione Torcia)
Il Supermarine Spitfire a un'esibizione aerea
Supermarine Spitfire produzione tardiva
Supermarine Walrus: in fase di lancio
Supermarine Walrus: essere recuperato
Supermarine Walrus: Sulla catapulta
Vickers Wellington DWI
Vickers Wellington: Nella nebbia in Islanda
Galleria di immagini di Westland Lysander
Vortice di Westland
Vought A-7 Corsair II


BATTLEFILM: Film della Grande Guerra

Un giovane tenente dell'Air Service con il nome di Rickenbacker distorce e trasforma il suo aereo da inseguimento Spad in un mortale combattimento aereo con l'"Hun" a 10.000 piedi.

Le navi da guerra della Marina degli Stati Uniti solcano il mare aperto per proteggere un convoglio di trasporti che viaggia lentamente attraverso l'Atlantico tempestoso dai micidiali U-Boot tedeschi.

Queste scene d'azione della prima guerra mondiale, e migliaia di altre simili, esistono oggi nei film muti in bianco e nero. Contrariamente ad alcune credenze ampiamente diffuse, scatole di legno grandi e pesanti con lenti di vetro incastonate in ottone grezzo, manovelle di metallo e treppiedi sgraziati stavano, infatti, filmando gli eventi della Grande Guerra. In effetti, milioni di piedi di pellicola da 35 mm sono stati esposti da tutti i principali combattenti.

Sfortunatamente, solo una percentuale relativamente piccola di quel filmato originale può essere trovata nel mondo di oggi. Il decadimento del film e lo smaltimento arbitrario sono fattori legati alla sua rarità. Per l'America, questi film sono stati girati sul posto, come è successo nella storia, da operatori-cameramen soldato dedicati e coraggiosi dell'US Army Signal Corps.

I film che sono tornati con l'esercito degli Stati Uniti, insieme ad alcuni provenienti da Gran Bretagna, Francia, Italia, Canada e Germania, sono considerati documenti ufficiali del governo degli Stati Uniti e sono conservati presso la National Archives and Records Administration (NARA) come parte di quella che è una delle più grandi collezioni cinematografiche del mondo, con un patrimonio di oltre 360.000 bobine di film. La maggior parte, ma non tutti, i titoli della prima guerra mondiale sono catalogati come parte dei Records of the Office of the Chief Signal Officer, Record Group (RG) 111, che si trovano presso i National Archives a College Park, Maryland.

Vi siete mai chiesti come questi film storici siano arrivati ​​alla NARA? Questa è una breve storia sulle origini e la disposizione di queste classiche immagini di guerra e sugli strumenti di ricerca disponibili per coloro che sono interessati all'epoca.

Tre mesi dopo che gli Stati Uniti hanno dichiarato guerra nell'aprile 1917, l'US Army Signal Corps è stato designato come l'agenzia responsabile dell'ottenimento della copertura fotografica della partecipazione americana alla guerra. Lo scopo dichiarato della documentazione di film statici e cinematografici era l'uso nella propaganda e nella ricognizione scientifica e militare, ma era principalmente per la produzione di una storia pittorica del conflitto.

Nel luglio 1917, all'interno del Signal Corps, fu istituita la Sezione fotografica per fornire e controllare tutte le attività fotografiche all'interno dell'esercito. Nel tentativo di far funzionare l'unità il più rapidamente possibile, un ufficiale della fotografia accompagnò il generale John J. "Black Jack" Pershing in Europa per studiare i metodi e le attrezzature dei dipartimenti fotografici degli eserciti alleati. Entro la fine del mese, a Parigi, in Francia, è stato assicurato un laboratorio per lo sviluppo e la stampa di immagini in movimento e fisse. Questo laboratorio servì fino al febbraio 1918, quando le operazioni fotografiche furono trasferite in una sede più ampia a Vincennes.

A partire da 25 uomini, la sezione fotografica annessa all'American Expeditionary Force (AEF) crebbe in forza fino a 92 ufficiali e 498 soldati al momento dell'armistizio nel novembre 1918. Un'unità fotografica operativa era composta da un cameraman cinematografico e uno fotografo di scena, con un adeguato numero di assistenti. Un'unità fotografica è stata assegnata a ciascuna delle divisioni dell'esercito americano e ad altre unità collegate a sedi superiori dell'esercito, servizi speciali e organizzazioni di assistenza pubblica come la Croce Rossa e l'Esercito della Salvezza. Nel complesso, i cameraman dell'AEF Signal Corps hanno girato circa 590.000 piedi di pellicola, mentre le unità cinematografiche situate negli Stati Uniti hanno filmato circa 280.000 piedi di scene domestiche.

Un sistema abbastanza complicato è stato sviluppato dalla Sezione Fotografica al fine di garantire un'identificazione accurata del film girato. Ad ogni cameraman è stato assegnato un gruppo di numeri di scena consecutivi. Questi numeri sono stati perforati nel film leader di ogni scena così come è stato sviluppato nel laboratorio di Parigi. Contestualmente è stato predisposto un file indice contenente il numero identificativo della scena e la descrizione fornita dal cameraman. Il personale del laboratorio ha organizzato le scene fornite dai cameraman in 1.099 soggetti (chiamati collettivamente serie AEF) in ordine cronologico, completamente modificati e sottotitolati, e li ha spediti alla War Plans Division presso l'Army War College di Carlisle, in Pennsylvania. Al War College sono state verificate le didascalie ed è stato preparato un indice dettagliato delle materie. Una procedura simile è stata utilizzata con le riprese effettuate negli Stati Uniti, tranne per il fatto che questi film sono stati inseriti nelle serie "Miscellaneous" e "Domestic".

Durante il 1936 e il 1937 i film delle serie AEF, Miscellaneous e Domestic furono selezionati e rimontati dall'esercito per combinarli in un'unica serie di soggetti. Il risultato fu la serie di film "Storici" con numeri di catalogo compresi tra H-1100 e H-1558.

Contemporaneamente è stata istituita una nuova serie di film "Varie" che contenevano le storie fotografiche delle numerose divisioni AEF, film speciali come "Lampi d'azione" e altri soggetti che non rientravano propriamente nella serie Storica.

Poco dopo l'istituzione degli Archivi nazionali nel 1934, le agenzie federali furono incaricate di depositarvi i loro documenti d'archivio. L'esercito obbedì. Di conseguenza, i film storici e vari recentemente rimontati sono stati trasferiti ai fondi cinematografici degli Archivi nazionali. Oggi, queste immagini in movimento a base di celluloide sono suddivise in quasi 500 titoli, contenuti su circa 1.000 grandi bobine di film e consistono in decine di migliaia di singole scene.

Per facilitare l'uso di questi film da parte di storici, ricercatori, produttori di documentari e del pubblico in generale della prima guerra mondiale, un giovane archivista degli Archivi Nazionali di nome K. Jack Bauer ha compilato un aiuto per la ricerca di un punto di riferimento. Il suo lavoro è stato intitolato Elenco speciale numero 14: Elenco dei film dei Signal Corps della prima guerra mondiale (Gruppo di registrazione [RG] 111). Il National Archives and Records Service, come era noto allora, lo pubblicò nel 1957. Questo libretto di 68 pagine, formato 8x10 pollici, con copertina verde divenne la guida principale per RG 111, e lo è rimasto per più di 50 anni. È ancora consigliato dallo staff NARA per chi è interessato a questo periodo di tempo ed è anche citato nelle 2.428 pagine, tre volumi, completo Guida ai documenti federali negli archivi nazionali degli Stati Uniti (1995). Dal momento che Elenco è fuori stampa da oltre 45 anni, le copie di questa pubblicazione sono molto difficili da trovare.

Ho preso confidenza con Elenco mentre faccio ricerche per il mio libro War Wings: film sulla prima guerra aerea e l'ho trovato un ottimo punto di partenza per la mia ricerca approfondita.

Rilevando un senso di rinnovato interesse per il periodo della prima guerra mondiale da parte di storici, pubblico in generale e Hollywood, è sembrato opportuno trovare un modo per ripubblicare questo superbo strumento di ricerca. Tuttavia, quando ho iniziato a lavorare al progetto, mi sono ritrovato ad aggiungere sempre più informazioni alle descrizioni dei film basate sulle sceneggiature originali degli anni '20 e sulle schede di catalogo preparate in connessione con la riedizione dell'esercito dei film durante il 1936 e il 1937. Inoltre la ricerca in loco presso gli Archivi Nazionali alla fine ha più che raddoppiato il numero di pagine di informazioni e ha aggiunto 58 titoli al progetto. Pubblicato nel 2007, Battlefilm: film della Grande Guerra dell'esercito statunitense Signal Corps era il risultato.

Scalare un muro a Camp Wadsworth, South Carolina, 1918. Le scene delle truppe dell'esercito americano in addestramento sono in film come Training of the 83rd Division, Camp Sherman, Ohio. (165-WW-151B(8))

Un piccolo campione rappresentativo dei 467 titoli della prima guerra mondiale trovati all'interno di RG 111 includono:

  • SECONDO CENTRO DI ISTRUZIONE PER L'AVIAZIONE (VISITE)Bobina 1: Panorama di aerei da addestramento e hangar a Tours, in Francia, la fusoliera di un Nieuport viene riparata, le telecamere sono montate su un aereo Sopwith, i cadetti fanno foto ai piloti che si allenano con le mitragliatrici montate, sparano su una gamma e posizionano i segnali del pannello. Bobina 2: studenti atterrano aerei un aereo Sopwith distrutto Il colonnello Spaatz ispeziona aviatori e meccanici gli aeroplani vengono ispezionati dal segretario alla guerra Baker, dal capo del servizio aereo John D. Ryan e dai generali Bliss, Harbord e Pershing i vigili del fuoco rispondono a un avviso di pratica.
  • NS. OFFENSIVA DI MIHIEL, 10-25 SETTEMBRE 1918, 42° DIVISIONECassoni di artiglieria, ambulanze e treni di rifornimento si muovono attraverso Ansauville e Seicheprey 167i fanti e carri armati avanzano sotto il supporto di artiglieria a Seicheprey 117i ingegneri scavano trincee e stringono filo spinato a St. Benoit le truppe di riserva riposano a Hassavent Farm edifici bombardati e veicoli di rifornimento a Beney ed Essex i feriti vengono portati in una stazione di soccorso ad Ansauville i 23° Ingegneri abbattono muri di edifici in rovina e raccolgono detriti a Menil la Tour Prigionieri tedeschi riparano strade a Seicheprey.
  • DER MAGISCHE GURTEL, 1917–1918
    Bobina 1: U-boat da guerra sottomarina tedesca si sposta in mare il piroscafo britannico Parkgate viene colpito, l'equipaggio viene sollevato e il capitano interrogato. Rullo 2: Il Parkgate è affondato il piroscafo spagnolo Asurrca viene fermato e perquisito il piroscafo greco India viene fermato e affondato il piroscafo italiano Stromboli è imbarcato. Bobina 3: Il Stromboli è affondato i giornali britannici deplorano l'attività degli U-Boot i piroscafi britannici Patagonia e Fiume Brisbane sono affondati capitani britannici sull'U-boat l'U-boat di ritorno viene accolto dall'incrociatore austro-ungarico Helgoland.
  • MARCIA IN GERMANIA, NOV-DICEMBRE 1918, 1st DIVISIONE
    Bobina 1: il generale Parker osserva le truppe della 26a fanteria attraversare la linea dell'armistizio in Lorena a Etain. I generali McGlachlin e Parker a Mertert, Lussemburgo Il generale Marshall esamina le truppe del 28° Fanteria entrare a Winchrenger, Germania Le truppe del 18° Fanteria attraversano un ponte a Grevenman, Lussemburgo, ed entrano a Temmels, Germania. Bobina 2: il generale Parker osserva le truppe attraversare un ponte sopra i carri di rifornimento della Mosella, il 6° artiglieria da campo e le truppe del 16° fanteria sfilano attraverso Treviri. Le truppe del 18° fanteria attraversano un ponte in Kunz. Le unità di artiglieria da campo di Muhl 6 marciano attraverso Hetzerath le truppe di fanteria 28 sono accolte dai tedeschi in Alf Il generale Marshall esamina la fanteria 28 a Treis Le unità di artiglieria da campo 7 attraversano la Mosella su un traghetto. Bobina 3: 26° truppe di fanteria occupano Boppard Generals McGlachlin, Marshall e Col. Theodore Roosevelt, Jr., posano per la telecamera i bambini guardano le 18th truppe di fanteria marciano verso le billette in una scuola di Coblenz il 5° e il 6° campo di artiglieria entrano a Coblenz 1st Ingegneri avanzano vicino Gli uomini di Wirges, il 2nd Field Signal Battalion, mangiano da cucine mobili su una strada per Neuhausel.

I soldati dell'AEF hanno un cannone di fanteria francese Mle 1916 da 37 mm in posizione di tiro, il 26 giugno 1918. Film come St. Mihiel Drive mostrano l'esercito americano in combattimento. (111-SC-19753)

  • SEZIONE BASE N. 1 (ST. NAZAIRE), IMBARCO DI TRUPPE PER GLI STATI UNITI, APRILE E MAGGIO 1919
    Bobina 1: le truppe dell'88a divisione salgono a bordo del Orizaba, Artemide, Dakotan, texano, Eolo, Mercurio, Pocahontas, e Rijndam 15° truppe di cavalleria, il Panama e 317º battaglione mitragliatrici, il Roanoke la fodera Matsonia, con a bordo le truppe dell'81a Divisione, passa attraverso le chiuse Santa Paula e le truppe del generale Johnston e della 91a divisione, calamares la nave ospedale Misericordia passa attraverso le serrature. Rullo 2: Il Santa Paula parte truppe casuali a bordo del Virginia Il generale Wright posa sul DeKalb la carne viene issata dalla stiva della nave DeKalb entra nelle chiuse e salpa a vapore 113th e 138th truppe di fanteria a bordo del Eolo 111° Fanteria, il Mercurio 112° Fanteria, il Pocahontas 103° Ingegneri, il Finlandia 109° Fanteria, il mercantile Maui Il generale Price e le truppe della 28a divisione, i Mongolia 110 ° fanteria, e il Babbo Oliver. Bobina 3: Il Iowan e il Paysandu entrare nelle serrature famiglie di truppe a bordo del Manciuria 105 ° Ingegneri e truppe casuali, il Zelanda 110th truppe di fanteria, il Luckenbach.
  • LA RISPOSTA DELL'AMERICA
    Conosciuto anche come "Risposta americana agli Unni" o "Risposta americana: seguire la flotta in Francia". Questo è stato uno dei tre principali film di propaganda prodotti dal Committee on Public Information durante la guerra. Bobina 1: il presidente Wilson e il generale Pershing un convoglio scortato da un cacciatorpediniere Gli ingegneri dragano una palude e costruiscono moli a Brest, in Francia, le truppe sbarcano. Reel 2: I prigionieri di guerra austro-ungarici scaricano i rifornimenti Gli ingegneri tagliano alberi e tronchi di serpenti da una foresta, viene eretto e rifornito un impianto di refrigerazione. Bobina 3: le locomotive vengono scaricate a Bordeaux, i camion vengono caricati con le provviste, il pane viene cotto, le donne francesi cuciono il camuffamento sulla tela, il legname viene mimetizzato con la vernice. Bobina 4: Truppe mimetizzate sul campo, viene costruita una piccola diga, vengono riparate scarpe, finimenti e selle, i vestiti vengono lavati in un deposito del quartiermastro. Bobina 5: donne francesi cuciono vestiti artiglieria cavalli vengono scaricati da un mercantile soldati sparano a dadi infermieri confortano feriti in un ospedale di base YMCA e donne dell'Esercito della Salvezza distribuiscono rinfreschi alle truppe. Bobina 6: La fanteria si trascina nel fango verso il fronte, il cibo viene trasportato da una cucina da campo alle trincee, i convogli di artiglieria passano attraverso i villaggi danneggiati. Bobina 7: Vengono sparati cannoni antiaerei Bombe tedesche esplodono vicino a una scena di un'auto di comando in un ospedale di base. Reel 8: A Memorial Day Service (1918) in un cimitero Il generale Edwards e il maggiore Theodore Roosevelt, Jr., decorano le truppe, l'artiglieria viene tirata in posizione di fuoco. Bobina 9: i marines attendono ordini per avanzare Cantigny viene bombardata alla carica di fanteria.

Con il centenario del coinvolgimento dell'America nella prima guerra mondiale a meno di un decennio di distanza, è importante per tutti noi che condividiamo più di un interesse casuale per la storia scoprire ed esplorare tutte le risorse storiche disponibili. Spetta anche a noi, quando iniziamo il processo di riscrittura, riscrittura e rivisualizzazione della prima guerra mondiale a generazioni di persone con poca conoscenza di essa, che includiamo l'elemento dell'immagine in movimento. I film che si trovano negli Archivi dell'Ufficio del Chief Signal Officer documentano un'affascinante storia visiva della prima guerra mondiale del 20 ° secolo, a terra, nell'oceano e nell'aria.

Hai mai visto Doughboys esagerare e caricare in "No Man's Land"? Che ne dici di uno Spad in un combattimento aereo mortale o di un convoglio di navi che attraversano l'Atlantico per paura degli U-Boot? Puoi . . . in glorioso bianco e nero!


Il mistero di Sun Tzu

Per generazioni, gli studiosi hanno cercato di capire chi fosse Sun Tzu, ammesso che sia mai esistito. La leggenda narra che fosse un capo militare cinese in un'era conosciuta come il periodo primaverile e autunnale. Questo fu un periodo di grande tumulto in Cina, poiché molti stati vassalli si contendevano il potere e il controllo dei territori disabitati del paese. In queste circostanze, le abilità di Sun Tzu come guerriero erano molto richieste.

Lo sapevate? L'arte della guerra è diventato un best-seller nel 2001, quando il mafioso televisivo Tony Soprano ha detto al suo terapista che stava leggendo il libro. Successivamente, il libro fu così richiesto che la Oxford University Press dovette stampare 25.000 copie in più.

Secondo la storia, il re di uno degli stati vassalli in lotta sfidò Sun Tzu a dimostrare la sua abilità militare trasformando un harem di cortigiane reali in una forza combattente organizzata e ben addestrata. In un primo momento, le cortigiane non sono riuscite a svolgere i loro compiti in risposta, Sun Tzu ha decapitato due dei favoriti del re davanti a tutti. Dopo di che, gli eserciti cortigiani seguirono perfettamente gli ordini, e il re fu così impressionato che mise Sun Tzu a capo di tutto il suo esercito.


Costruisci la tua collezione con ogni problema sorprendente

Numero dopo numero, la tua conoscenza e comprensione della Seconda Guerra Mondiale continuerà a crescere. La caduta della Francia e la battaglia d'Inghilterra. La 101st Airborne's Easy Company, guidata dal maggiore Dick Winters. L'assalto aereo giapponese al largo di Guadalcanal. La battaglia di Esperance, la prima vittoria di superficie per la Marina degli Stati Uniti nella guerra. Il controverso Raid Dieppe. Patton contro la divisione Hermann Goering in Sicilia. L'ultima resistenza delle forze francesi libere a Bir Hacheim. L'eroica difesa di Leningrado. La calamità americana a Kassarine Pass. Persino un disastroso incidente di convoglio nell'Artico. Tutto portato a te da un nome ben noto e affidabile da studenti e appassionati di storia militare.

Storia della seconda guerra mondiale è la pubblicazione sorella di Patrimonio militare rivista, sotto la direzione editoriale di Carl Gnam. Il fondatore di Patrimonio militare e molte altre riviste di successo, Carl ti mostra la seconda guerra mondiale come se fossi lì. La sua guida editoriale ti offre un mix equilibrato di resoconti di prima mano delle battaglie, delle strategie e delle tattiche, delle armi e della tecnologia che hanno cambiato il mondo per sempre.

Gli eventi e le battaglie della Seconda Guerra Mondiale hanno cambiato il mondo per sempre. E ora, spero che ti unirai a me nella scoperta di queste pietre miliari della storia abbonandoti alla rivista che le copre tutte. Disponibile sia in edizione cartacea che digitale.


Contenuti

Una volta che un comandante ha considerato la geografia di una missione, esamina le risorse che si ritiene che il nemico abbia a disposizione: l'ordine di battaglia del nemico (OOB) quali unità amiche sono necessarie per riuscire nell'obiettivo della missione e i vincoli aggiuntivi posti dai requisiti della missione (tempo ecc.). Questo produce a percorso di movimento previsto (PIM) per le forze amiche - non il percorso, ma la direzione in cui la forza si sta dirigendo in qualsiasi momento e quindi l'area che deve essere controllata e attraversata.

Quando le forze nemiche vengono incontrate e identificate, vengono classificate per potenza e immediatezza e l'amichevole OOB viene modificata per riflettere questo. Esistono quattro classi di minaccia: A, B, C e D.

  • La classe A è potente e immediata, questa è la necessità di abbandonare tutto e rispondere immediatamente. Potrebbe trattarsi di un gruppo di missili a vela che corrono verso una nave capitale, o qualcosa di impotente come un rimorchiatore, che sta trasmettendo via radio la posizione della flotta a un nemico più distante.
  • La Classe B è Immediata solo questo richiede un'azione rapida ma non minaccia la missione, ad esempio una piccola imbarcazione rilevata nello schermo esterno.
  • La classe C è potente solo che questa è una "vittoria" per il comandante della flotta: una minaccia significativa rilevata abbastanza lontano da poter ammassare forze per distruggerla o evitarla.
  • La classe D non è né immediata né potente un obiettivo di opportunità che non è una minaccia e la cui distruzione non aiuta la missione assegnata.

Questa classificazione è simile al metodo di gestione del tempo per giudicare le cose come urgenti/non urgenti e importanti/non importanti.

Dopo aver stabilito un percorso di movimento previsto, le forze sono organizzate. La formazione ha diversi elementi standard posizionati secondo a asse della minaccia - la stima della probabile direzione da cui verrà un attacco nemico. Un asse di minaccia cambierà quasi sicuramente nel tempo, man mano che la flotta si muove. Potrebbe esserci un singolo asse di minaccia o uno per ogni tipo di nemico: AAW (guerra antiaerea), ASW (guerra anti-sottomarini) e ASuW (guerra anti-superficie). Tuttavia, in realtà di solito viene utilizzato un solo asse, la complessità di aggiungerne di più tende a confondere la formazione.

Le posizioni nella formazione sono chiamate incarichi di stazione. La posizione di una nave dipende dalle sue capacità. Molte navi da guerra moderne possono combattere in diversi modi, ma alcune sono migliori in certe cose. AAW e ASW sono le importanti proprietà difensive. La condotta di ASuW è solitamente offensiva.

Una formazione standard fornisce una serie di livelli di difesa, progettati per dare la massima protezione alle unità di alto valore della flotta (HVU) o corpo principale. I più lontani sono i navi di picchetto, Combat Air Patrol (CAP) e aeromobili di allerta precoce (AEW). Queste unità operano a 200 miglia nautiche (370 km) o più dal corpo principale. Le unità di schermo esterno operare tra 12 e 25 miglia nautiche (22 e 46 km) dal corpo principale. Il schermo interno si trova entro 10 miglia nautiche (19 km) dalle HVU.

Le navi della schermo esterno hanno lo scopo di rilevare e ingaggiare qualsiasi unità nemica che abbia aggirato i picchetti. Queste navi devono essere multiruolo, ma di solito c'è un'enfasi sull'ASW, in particolare sul rilevamento passivo. È più silenzioso là fuori che vicino alle HVU e quindi il rilevamento è più facile. Preferibilmente ci sono risorse ASW per elicotteri per l'ingaggio "stand-off". Le navi ASW sono solitamente assegnate a settori specifici che consentono un rilevamento "sprint and drift" dei sottomarini: la nave "sprinta" verso il bordo anteriore del suo settore, quindi torna lentamente indietro attraverso il settore. Gli array sonar trainati passivi operano in modo molto efficiente sulla tratta di ritorno. Le navi AAW nello schermo esterno operano per proteggere le operazioni ASW e per attaccare gli aerei nemici prima che raggiungano i punti di lancio delle armi, quindi la portata dell'arma difensiva è più importante della velocità di fuoco qui.

Il schermo interno l'accento è posto su AAW. Il compito centrale è quello di ingaggiare qualsiasi minaccia aerea che penetri così lontano. Ciò significa che la minaccia è quasi certamente un missile, quindi la velocità di fuoco dell'AAW è importante. Maggiore è la potenza di fuoco difensiva in aria, più minacce nemiche verranno distrutte. Per ASW lo schermo interno necessita di un buon sonar attivo. Qualsiasi minaccia così vicina è troppo seria per il sonar passivo poiché è necessario un targeting immediato. Il controllo dell'area intorno e sotto gli HVU per i sottomarini è chiamato 'delousing'. Se possibile, almeno un elicottero ASW è sempre in volo, per prendere di mira i contatti rilevati il ​​più rapidamente possibile.

Nel moderno combattimento navale un attacco mortale può essere lanciato da 600 miglia nautiche (1.100 km) di distanza. Questa è un'area enorme da esplorare. La risposta a doppio taglio a questo è la guerra elettronica.

La guerra elettronica (EW) è composta da tre elementi: misure elettroniche di supporto (ESM), contromisure elettroniche (ECM) e contromisure elettroniche (ECCM).

ESM è il rilevamento passivo delle emissioni elettromagnetiche (EM) nemiche. L'energia irradiata da un emettitore (ad es. radar) può essere rilevata ben oltre l'intervallo in cui restituisce un risultato utilizzabile all'utente. Il moderno ESM può identificare la classe effettiva dell'emettitore, il che aiuta a identificare l'unità su cui viene utilizzato. Il cross-fixing passivo tra un numero di unità può localizzare una sorgente in un'area ragionevolmente piccola e dare qualche indizio su direzione e velocità. Le correzioni ESM sono suddivise in tre classi: rilevate, tracciate e mirate, a seconda dell'accuratezza della correzione e se sono state derivate la rotta e la velocità di un'unità. Naturalmente affinché l'ESM funzioni, il nemico deve 'cooperare' utilizzando i suoi emettitori.

Il fatto che un missile lanciato su un punto fisso passivo da oltre l'orizzonte sia solitamente mortale, crea un problema centrale per una forza navale: quando, e anche se, le unità dovrebbero irradiarsi, e in caso contrario come rilevare il nemico? Questa è rilevabilità contro sopravvivenza. La necessità di ottenere una soluzione mirata deve essere bilanciata con la capacità del nemico di fare lo stesso. Anche se una volta che un comandante sente che la posizione della sua flotta è nota al nemico, un passaggio alle emissioni attive può essere vitale per prevenire la distruzione, altrimenti l'unico avvertimento dei missili in arrivo sarà quando attiveranno i loro sistemi di guida del terminale.

Prendere questa decisione si chiama EMCON (EMissions CONtrol). Ci sono tre stati, A, B e C. A è nessuna emissione, B è emissione limitata (nessuna emissione unica) e C è senza restrizioni. EMCON non è una condizione generale per tutta la flotta. The surface units can be at A while a sufficiently distant AEW aircraft can be at C.

ECM is both offensive and defensive, covering all methods used to deny targeting information to an enemy. Offensive ECM is usually jamming. This prevents the accurate detection and identification of incoming strikes until the jamming unit is destroyed. Chaff is also used to confuse AAW operations by creating radar decoys. Defensive ECM also uses chaff as well as soids, blip enhancement and jamming of missile terminal homers.

Submarines are the greatest threat to offensive CVSG (carrier strike group) operations. The stealth of modern submarines (anechoic coatings, sound-damping equipment mountings, hydrodynamic design, etc.), can allow a submarine to get extremely close to an HVU target. The move towards shallow-water operations has greatly increased this threat. The threat is such that even the suspicion of the presence of a submarine means a fleet must commit resources to removing it, as the possible consequences of an undetected submarine are too serious to ignore. In most cases submarines have an upper hand in any naval combat.

The vulnerability of carrier strike groups to diesel-electric submarines owned by many smaller naval forces has been proven by the German U24 of the conventional 206 class which in 2001 "sank" USS Enterprise during the exercise JTFEX 01-2 in the Caribbean Sea by firing flares and taking a photograph through its periscope [1] or the Swedish Gotland which managed the same feat in 2006 during JTFEX 06-2 by penetrating the defensive measures of Carrier Strike Group 7 undetected and snap several pictures of USS Ronald Reagan. [2]

Sonar operation Edit

The main detection equipment to both sides in ASW is sonar. In the ocean the main factor affecting sonar operation is temperature. Ocean temperature varies with depth, but at between 25 and 90 m (90 and 300 ft) there is often a marked change—the thermocline, also simply called the layer. This divides the warmer surface water and the cold, still waters that make up the rest of the ocean. Regarding sonar, a sound originating from one side of the thermocline tends to remain on that side—it is 'reflected' off the layer change—unless it is very noisy (active sonar, cavitation, firing weapons, explosions etc.). Pressure, salinity and the turbulence of the water also affect sound propagation.

Water pressure creates convergence zones (CZ). Sound waves that are radiated down into the ocean bend back up to the surface in great arcs due to the effect of pressure on sound. Under the right conditions these waves will then reflect off the surface and repeat another arc. Each arc is called a CZ annulus. CZs are found every 33 nautical miles (61 km) forming a pattern of concentric circles around the sound source. Sounds that can be detected for only a few miles in a direct line can therefore also be detected hundreds of miles away. The signal is naturally attenuated but modern sonar suites are very sensitive.

As in all EW, the issue with sonar is passive versus active. Modern active sonar is limited to 250 dB (decibels), but this level of noise can be detected at about ten times the range that is useful to the operator, acting as a beacon to any submarine in 100–190 km. So a target needs to be nearby and preferably on the same side of the layer to be detected by active sonar, which amounts to a favorable attack position for the submarine.

In passive sonar operation the thermocline is the major issue. On passive detection the radiated noise of a unit is only apparent across the layer in a narrow cone: undetectable unless units pass almost directly over or under each other. For a surface unit there is the option of towing a passive sonar array above or below the thermocline - variable depth sonar (VDS).

A VDS passive array can be put below the layer to detect approaching submarines and when the target is within strike range a brief and unit-selective move to active transmissions can quickly return a targeting solution. An added advantage of VDS is that while it is operating below the layer, a unit's hull-mounted systems can be used above the layer.

VDS is a blue-water solution. In shallow water, the high levels of biological, wave and tide noise, the influx of fresh water from rivers and the lack of a thermal gradient — and therefore CZs — make it a truly formidable environment to detect a sub-surface threat. Passive detection is almost impossible and surface units are forced to use active sonar to search. Doctrine is that a fleet must act as if they have already been detected and maybe even targeted when navigating close to shore or in shallow waters. Because of this constraint, naval commanders hate operating in such waters.

ASW triad Edit

For successful ASW, a fleet must combine surface, air and subsurface assets in the most tactically efficient manner - if these assets are present. ASW engagements occur in three phases:

  • Detected - From any source a submarine is possibly (POSSUB) or probably (PROBSUB) in the area.
  • Localized - A submarine contact has been localized to a sufficiently small area to allow an attack with some chance of success.
  • Targeted - The submarine's bearing, range, course and speed are known with sufficient accuracy to attack with a high probability of success.

Area ASW is the coordination of search ahead of the main force, along the threat axis. Detection and localization are the objectives, with destruction if possible. At best, area ASW is conducted by units with endurance and potency: maritime patrol aircraft (MPA) at 150 nautical miles (280 km) out or towed-array equipped surface units 30 to 50 nautical miles (60 to 90 km) out are most common. If the air unit has magnetic anomaly detection (MAD) as well as sonobuoys then so much the better.

Local ASW is within the outer screen, 12 to 25 nautical miles (22 to 46 km) from the main fleet. Detection is strictly passive as the distance is still great enough for the HVUs to be safe. Once a contact has been made, helicopter ASW assets (with dipping sonar, MAD or sonobuoys) are rushed into the area. Three or more close passive contacts are enough for aerial delivery of torpedoes. Ship-mounted ASW weapons such as ASROC are reserved for when a contact is pure close—generally less effective, their role is to distract the submarine from attacking and buy time for a more effective strike. In modern combat depth charges are never used they are ineffective and have been completely replaced by guided torpedoes.

If a submarine is detected after it penetrates to the inner screen, the issue becomes getting weapons in the water, even if they are not accurately targeted. All and any efforts to distract the submarine from attacking the HVUs are made. Torpedo evasion maneuvers are also necessary.

A general maneuver tactic against submarines is a zig-zag. A submarine usually relies on passive detection, not risking active sonar or a periscope observation. So to determine where a unit is heading the submarine needs Target motion analysis (TMA). This requires several minutes of passive contact and if the contact starts to zig-zag this process must restart.

The most effective means of finding and destroying submarines is another submarine. Called Hunter-Killers, they utilize the stealth advantage of submarines to track enemy submarines. The difficulty is that they have to be out of communication with the units they are protecting for most of the time to use this stealth. Therefore, most submarines operate independently, having been given general rules of engagement (ROE) for reconnaissance, ESM and early offensive operations. Modern diesel submarines are almost as efficient as SSNs as Hunter-Killers. However diesel submarines lack the capability to stay with a fast moving battle group due to their slower speeds (20 knots instead of 35 knots for SSNs) requiring them to be deployed long before operations in a particular area will commence, or force the battle group to slow down to allow their diesel submarines to keep up. Diesel Hunter-killer submarines or SSKs would generally be deployed along the “choke points” formed by landmasses or shallow waters to interdict enemy submarines long before they could attack the battle group while the SSNs would tend to stay with the battle group.

The central weapon in modern naval combat is the missile. This can be delivered from surface, subsurface or air units. With missile speeds ranging up to Mach 4 or higher, engagement time may be only seconds.

The key to successful Anti-air warfare (AAW) is to destroy the launching platform prima it fires, thus removing a number of missile threats in one go. This is not always possible so a fleet's AAW resources need to be balanced between the outer and inner air battles.

There are several limitations to Surface-to-Air missiles (SAMs). Modern missiles are commonly semi-active homing. They need the firing unit to actively illuminate the target with a missile fire-control director throughout the flight. If a guiding director shuts down then the missiles still in flight will self-destruct. So the number of intercepts a unit can simultaneously prosecute is limited by the number of directors possessed. The use of directors exposes the firing unit to counterattack.

Clearly this is not a good situation and the US Navy has spent vast sums overcoming this limitation. The result is the Aegis combat system — phased-array radar and time-sharing technologies combined with missiles that have an inertial flight mode, allowing intercepts to be spaced more closely together. However, this is a partial solution at best, as the most numerous classes of ships with the Aegis combat system only have three or four illuminators, so only three or four missiles can be engaged at once.

Airborne early warning Edit

The key to successful anti-air warfare is airborne early warning. If attacking units can be identified before they reach their launch points then the battle can occur at the outer air-battle screen rather than the inner screen. An AEW unit in a race-track loiter 100 nautical miles (190 km) ahead of the PIM, with a fighter escort, is perfect.

Outer air battle Edit

In this area the interceptor aircraft of the Combat Air Patrol (CAP) are the principal element, whether originating from a CVBG or land base. CAP units protecting units other than their home base are called LORCAP (LOng Range CAP).

The CAP is usually positioned 160 to 180 nautical miles (300 to 330 km) from the units to be protected, along the expected threat axis. At this point the units will wait in a fuel saving loiter to engage incoming groups with AA missiles. As the engagements progress, relief units are dispatched to the CAP to ensure that later attacks are met with full weapon loads. If attacking units penetrate the outer defences they can be intercepted with aircraft in ready-5 status, if used.

Inner air battle Edit

Within the main body, ship-based AAW is the main protection. AAW shooters are, in best practice, positioned to provide both layered and overlapping coverage. The optimum firing position is directly between the target and the inbound missiles. If the missile passes a unit on a tangent (a crossing shot) the probability of a kill (Pk) is greatly reduced. The US Navy prefers that Aegis equipped units should be kept in close proximity to the units of high value, with less able AAW units no more than 10 nautical miles (19 km) out along the threat axis with, if possible, further AAW assets 18 to 24 nautical miles (33 to 44 km) out.

Other AAW tactics include the use of picket ships in a silent SAM or missile trap. In a missile trap, if the main body is forced to use active emissions (they are already detected and localized) then one or two ships can be positioned in emission silence 100 to 150 nautical miles (190 to 280 km) out. When other units detect an incoming raid, the unit (usually a cruiser) can go active as the raid moves into their engagement envelope. However once these units go active, they are unsupported and are vulnerable to individual attack.

Silent SAM is a technological tactic. Some modern missiles can be fired from one platform with targeting and guidance from another platform and need never illuminate the targets themselves.

Traditionally, surface naval combat was fought with large-caliber guns within visual range, but with modern anti-surface warfare, missiles, aircraft and submarine-launched torpedoes are now the predominant anti-ship weapons, with guns serving a secondary function.


The War in the Air - Introduction

Aircraft technology was little over a decade old when Archduke Franz Ferdinand's assassination in late June 1914 ultimately resulted in the outbreak of 'The Great War' a month later.

Initially deemed of little use to the armed services other than in a reconnaissance role, aircraft development exploded during wartime (all too often literally). For example, France had fewer than 140 aircraft when her war against Germany began four years later that number had ballooned to approximately 4,500.

This section of the website examines the role of the aircraft and associated technologies during the First World War, viewed from all sides. In addition to an exploration of aircraft innovations - such as deflector and interrupter gear - the planes themselves are summarised, from fighter aircraft to bombers to Zeppelins to naval aircraft and biographies are available for a great many of the war's air aces and commanders.

Use the sidebar to the right to access features within this section you are recommended to start with Ari Unikoski's summary introduction to the subject (click here).

Saturday, 22 August, 2009 Michael Duffy

The German word "U-Boat" was derived from "Unterseeboot" (undersea boat).

- Did you know?


London’s World War I Zeppelin Terror

As London settled in to sleep on May 31, 1915, a monstrous airborne machine blotted out the stars of the British night. Using the glow of the River Thames as a guide, the biggest flying vessel ever constructed droned over the city. As a trap door opened from underneath the futuristic 650-foot-long craft, German troops sent 90 incendiary bombs and 30 grenades plummeting from the dark menace. London rattled. Explosions illuminated the night. Panic tore through the city.

The attack seemed to be ripped straight out of a science-fiction novel. Eight years before, in fact, H.G. Wells had written “The War in the Air,” a novel in which Germany dispatched 𠇊 huge herd of airships,” some as mammoth as 2,000 feet long, in a surprise bombing raid against New York City. For Londoners, however, the storyline was all too real as dawn arrived with seven dead and 35 wounded.

The carnage that had infested the Western Front hundreds of miles away across the English Channel had now arrived at the British capital. For the first time in history, London was under attack from the air, and the craft delivering the bombs was a terrifying new weapon of mass destruction—the zeppelin. The colossal hydrogen-filled ocean liners of the air—named for German army officer Count Ferdinand Graf von Zeppelin who developed them in 1900, three years before the Wright Brothers took flight—that for years had carried civilians on pleasure cruises were now deployed to kill them.

In the early months of World War I, the German military employed their airships, which were capable of traveling 85 miles per hour and hauling two tons of explosives, on bombing raids on the cities of Liege, Antwerp and Paris. On January 19, 1915, the zeppelins struck Great Britain for the first time, dropping bombs on the seaside towns of Great Yarmouth and King’s Lynn. With the targeting of civilian populations from the air, modern warfare had arrived. “Nowadays there is no such animal as a non-combatant,” justified German zeppelin corps commander Peter Strasser, “modern warfare is total warfare.”

London home damaged by World War I German zeppelin raids

Germany hoped that the bombing of Britain would spark such fear that it would force the country out of the war. The military ramped up zeppelin production to the point that Germany ceased production of sausage because the intestinal linings of cows that were used as sausage skins were required to fashion the skins of the zeppelins’ leak-proof hydrogen chambers. (A quarter-million cows were needed to build one zeppelin.)

After the initial strike on London in May 1915, zeppelins continued to hit the city with impunity, timing raids to coincide with good weather and moonless nights. Not wanting to foment panic, British civil authorities gave few air raid warnings beyond policemen on bicycles blowing whistles and shouting for people to “take cover.” Technology also limited what Britain could do to stop the zeppelins early in the war because its airplanes were unable to soar as high as the lighter-than-air craft and machine gun fire had no effect. Londoners huddled in basements and descended deep underground in the city’s Tube stations to escape the terror from the skies.

On September 8, 1915, the shadow of a sleek cigar-shaped zeppelin passed over the dome of St. Paul’s Cathedral and unloaded a three-ton bomb, the largest ever dropped at the time, on the city’s financial hub. The attack caused massive damage and killed 22 civilians, including six children. The zeppelin raid would be the worst of the war on London. The public now demanded more protection from the airships they now referred to as �y killers.” Britain instituted blackouts and installed massive searchlights. Anti-aircraft defenses were diverted from the front lines in France and positioned around the capital. Authorities drained the lake in St. James’s Park to prevent its nighttime glitter from directing zeppelins to nearby Buckingham Palace, and to build morale, Charlie Chaplin filmed a propaganda short in which he brought down a zeppelin.


World War I was the first major conflict to see widespread use of powered aircraft -- invented barely more than a decade before the fighting began. Airplanes, along with kites, tethered balloons, and zeppelins gave all major armies a new tactical platform to observe and attack enemy forces from above.

As countries caught up in the war sent soldiers to the front lines, they also built support behind the lines and at home, with women taking many roles. As villages became battlefields, refugees were scattered across Europe.


World War Two & Aviation History

In addition to the articles in the top navbar, there are many photos and pictures of WW2, airplanes, ships, etc. on the site. Here are some random images from the various galleries.

Learn about the famous "Red Tails," the Tuskegee Airmen, who were the first black fighter pilots in American history.

Or great planes like the P-51 Mustang, P-38 Lightning, P-47 Thunderbolt, B-17 Flying Fortress, and the Sopwith Camel.

All the World War II theaters, services, and fighter planes are included: P-47 Thunderbolt pilots with the 56th Fighter Group of the 8th Air Force, Marine Corsair aces of Guadalcanal and the Solomons, carrier based Navy Hellcat pilots, and USAAF fighter pilots who flew the P-38 over New Guinea and the Philippines.

Since writing that introduction in 1999, I have greatly expanded this website, covering many other aspects of World War Two and aviation. The site now features a large section on World War One aviators and aircraft.

The inter-war period, the so-called 'Golden Age of Aviation,' when fliers like Charles Lindbergh and Amelia Earhart captured the world's imagination, is covered.

For that period, I have some fascinating material from my Dad (when he was a young aviation enthusiast) - the Hall of Fame of the Air cartoon feature, as well as some aircraft photos he took.

Within the topic of World War two aviation, there are some articles on German aces and fighter planes, as well as American bombers. So, enthusiasts of Erich Hartmann, the Bf109, the B-17 Flying Fortress, etc. will find much here.

There is a lot more: a section on Military Medals World War 2 Pictures, and a section of WWII ships, including many pictures from a contemporary Naval Recognition Guide. And a Facebook page.


Request Military Records

Textual documents relating to the Vietnam conflict are spread across several record groups (RGs).

U.S. Army

The most heavily used record group is:

Additional records relating to the U.S. Army in Vietnam may be found in:

  • RG 112 Office of the Surgeon General
  • RG 319 Army Staff
  • RG 334 Records of Interservice Agencies
  • RG 335 Office of the Secretary of the Army
  • RG 338 Records of U.S. Army Commands

U.S. Air Force

The National Archives has received a limited number of records from the U.S. Air Force for the Vietnam War period.
Please Note: These records have not been processed and almost all are still classified.

  • RG 341, Records of the U.S. Air Force Staff
  • RG 342, Records of U.S. Air Force Commands, Activities, and Organizations
  • RG 340, Records of the Office of the Secretary of the Navy

Unit histories and supporting documents of Air Force units are in the custody of the Air Force Historical Research Agency, Maxwell Air Force Base, AL.

U.S. Marine Corps

The National Archives has custody of U.S. Marine Corps command chronologies during the Vietnam era and some other records for Vietnam.

Researchers should also contact the Marine Corps Archives & Special Collections at

Marine Corps Archives and Special Collections
Alfred M. Gray Research Center
2040 Broadway Street
Quantico, VA 22134

U.S. Navy

The National Archives has custody of U.S. Navy deck logs and U.S. Navy muster rolls/personnel diaries for the Vietnam conflict. The personnel diaries include lists of officers in addition to the enlisted personnel. Please note: U.S. Navy muster rolls/personnel diaries after 1971 utilize social security numbers and are subject to privacy restrictions.

U.S. Navy action reports and war diaries for the Vietnam conflict are in the custody of the Naval History and Heritage Command.

Naval History and Heritage Command
Operational Archives Branch
805 Kidder Breese Street, SE
Washington Navy Yard
Washington, DC 20374-5060

U.S. National War Policy

For records relating to U.S. national war policy, information may be found in

  • RG 218 Records of the Joint Chiefs of Staff
  • RG 330 Records of the Office of the Secretary of Defense

This page was last reviewed on November 3, 2017.
Contattaci con domande o commenti.


Guarda il video: Guerra aerea nei cieli della Corea (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Dairan

    C'è qualcosa in questo. Ora tutto è chiaro, grazie per il tuo aiuto in questa materia.

  2. Syd

    Questo mi ha stupito.

  3. Mikalar

    Scusa per la mia intrusione... capisco questa domanda. Noi discuteremo.

  4. Chochuschuvio

    Hai assolutamente ragione. In c'è qualcosa anche che penso che sia il buon pensiero.



Scrivi un messaggio