Podcast storici

Delville Wood

Delville Wood

I combattimenti che si svolsero all'interno di Delville Wood furono estremi. Quando i combattimenti finirono, non un albero nel bosco di Delville era rimasto intatto e il paesaggio circostante era disseminato solo dei ceppi di quelli che erano stati alberi. Non sorprende che i soldati che hanno combattuto lì si riferissero a 'Devil's Wood' in contrapposizione a Delville Wood.

L'attacco a Delville Wood fu solo una parte della battaglia della Somme nel luglio del 1916 - la famigerata "Grande spinta" di Haig per porre fine alla guerra sul fronte occidentale. Ad eccezione dei francesi, gli attacchi dei soldati alleati sul fronte della Somme furono un fallimento sia a breve che a lungo termine.

Delville Wood dovette essere liberato dalle forze tedesche scavate lì in quanto avrebbero rappresentato un grave pericolo per la parte posteriore delle forze alleate una volta che si fossero spostati dall'area e verso la "Switch Line" del tedesco. Tuttavia, questa pianificazione presupponeva che l'attacco attraverso il fronte di battaglia della Somme sarebbe stato un successo.

L'attacco a Delville Wood è iniziato il 15 luglioesimo. Poco più di 3.000 uomini del Sud Africa 1st La brigata di fanteria fu incaricata di sgombrare la legna e gli fu ordinato di prendere la legna "a tutti i costi". Come con molti altri attacchi, il legno fu pesantemente bombardato dall'artiglieria alleata prima che le truppe di fanteria entrassero.

Il settore meridionale del bosco fu presto eliminato dai tedeschi. L'ufficiale che sovrintende all'attacco, Tanner, riferì al suo quartier generale la sera del 15esimo che tutto il bosco era stato prelevato tranne il nord-ovest vicino alla città di Longueval. In effetti, i sudafricani si trovavano in una posizione molto precaria, affrontando oltre 7000 tedeschi. Il bombardamento di artiglieria aveva spinto oltre gli alberi ed esposto le loro radici. Ciò ha reso molto difficile scavare trincee. I sudafricani non solo si scontrarono con una forza più grande, ma dovevano sopravvivere in "trincee" che avevano poca profondità e offrivano una protezione minima soprattutto contro gli attacchi di artiglieria tedeschi.

Il terreno quasi imponeva che la maggior parte dei combattimenti all'interno del bosco erano combattimenti corpo a corpo e le perdite erano alte. Il terreno avrebbe reso difficile spostare i feriti in una stazione medica. Tuttavia, tale era la ferocia dei combattimenti che per ogni ferito sudafricano, quattro furono uccisi. I sudafricani hanno combattuto nel bosco fino al 19 luglioesimo quando furono sollevati. Le loro vittime furono tra le peggiori viste sul fronte occidentale.

Un soldato che combatté a Delville Wood e sopravvisse lo descrisse come segue:

“Ogni parvenza di trincea sembrava piena di corpi fradici, ammaccati e gonfi di morte. Fortunatamente i volti anneriti erano invisibili tranne quando le luci di Verey illuminavano la scena indescrivibile. Non un albero era intero in quel bosco.

Cibo e acqua erano molto brevi e non avevamo la più pallida idea di quando sarebbe stato possibile ottenerne altri.

Rimanemmo in piedi e stendemmo su corpi putrefanti e la meraviglia fu che la malattia (dissenteria) non finì ciò che avevano iniziato le conchiglie del nemico.

Ci furono combattimenti corpo a corpo con coltelli, bombe e baionette; le maledizioni e la brutalità di entrambe le parti come gli uomini possono essere responsabili quando si tratta della "tua vita o mia"; fango e puzza sporca; dissenteria e ferite incustodite; carenza di cibo, acqua e munizioni ".

Capitano S. J. Worsley, MC

Un ufficiale tedesco che ha combattuto a Delville Wood lo ha descritto come:

“Delville Wood si era disintegrato in una terra desolata in frantumi con alberi in frantumi, ceppi carbonizzati e in fiamme, crateri densi di fango e sangue e cadaveri, cadaveri ovunque. In alcuni punti erano ammucchiati quattro in profondità. "

I tedeschi reagirono all'attacco bombardando aree del bosco catturate dagli Alleati. Al culmine si pensa che 400 proiettili tedeschi sbarcassero nel bosco di Delville ogni minuto. Combinato con frequenti incursioni, il bosco non era solo sfocato rispetto agli alberi, ma divenne anche un pantano.

I combattimenti per il bosco continuarono fino ad agosto. Poste di mitragliatrici tedesche abilmente posizionate e cecchini ben nascosti ostacolavano notevolmente l'avanzata degli Alleati attraverso il bosco. Una volta sollevati i sudafricani, gli uomini dei Royal Welsh Fusiliers, i Royal Berkshires e i 1st King's Royal Rifle Corps ha cercato di prendere il legno. Tuttavia, come i sudafricani, affrontarono un nemico fortemente fortificato che fu sostenuto da un fuoco di artiglieria molto accurato. A loro volta furono sollevati e sostituiti dai 17esimo Divisione nord che furono rivissuti dai 14esimo e 20esimo Divisione della luce.

Si pensa che le vittime tedesche corrispondessero alle vittime degli Alleati, ma la perdita di registri rende questo difficile da verificare. I sudafricani avevano 3.155 uomini all'inizio dell'attacco e quando furono sollevati subirono 2.536 vittime. Ciò rappresentava una perdita dell'80%: uccisi, feriti e dispersi. 104 agenti su un totale di 123 sono stati uccisi, feriti o dispersi, quasi l'85%.

Quattro Victoria Crosses sono state premiate per il coraggio eccezionale:

  • William Faulds privato
  • Sergente Albert Gill
  • Albert Hill privato
  • Caporale Joseph Davies

Delville Wood è stato finalmente completamente eliminato dai tedeschi il 3 settembrerd.

I tedeschi ricatturarono Delville Wood nel marzo del 1918 come parte della loro offensiva di primavera. Durante gli Alleati avanzarono dopo che l'offensiva di primavera aveva fallito, i 38esimo La divisione di fanteria gallese combatté per essa e catturò il legno nell'agosto 1918.

Aprile 2010


Guarda il video: Battle of Delville Wood (Settembre 2021).