Podcast di storia

Battaglia di Lorena, 14 agosto-7 settembre 1914

Battaglia di Lorena, 14 agosto-7 settembre 1914



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Battaglia di Lorena, 14 agosto-7 settembre 1914

La battaglia di Lorena, 14 agosto-7 settembre 1914 (prima guerra mondiale), iniziò come parte dell'allora attuale piano di guerra francese (piano XVII). Ciò ha richiesto un'offensiva generale attraverso il confine franco-tedesco allo scoppio della guerra.

C'erano una serie di buone ragioni per lanciare questa offensiva. In primo luogo, l'Alsazia-Lorena era stata territorio francese fino al 1871, quando fu conquistata dal nuovo impero tedesco dopo la guerra franco-prussiana. Riconquistare l'Alsazia-Lorena era quindi una delle principali preoccupazioni francesi. In secondo luogo, si credeva che i russi avrebbero avuto bisogno di più tempo per mobilitare i loro vasti eserciti rispetto ai francesi o ai tedeschi. Un'offensiva francese allevierebbe la pressione sui russi e farebbe guadagnare tempo al rullo compressore russo per vincere la guerra. Terzo, i francesi erano consapevoli che col passare del tempo sarebbero stati sempre più in inferiorità numerica rispetto ai tedeschi. Un'offensiva immediata era la migliore possibilità di sfruttare il grande esercito francese in tempo di pace.

I francesi assegnarono due eserciti all'offensiva in Lorena: la prima armata, guidata dal generale Auguste Dubail a sud e la seconda armata guidata dal generale Édouard de Castelnau a nord. Tra di loro questi eserciti contenevano sei Corpi. Alla loro destra c'era il piccolo esercito dell'Alsazia, che aveva già effettuato un attacco senza successo in Alsazia (Battaglia di Mulhouse).

Sono stati contrastati da due eserciti tedeschi. Dubail ha affrontato la settima armata tedesca, sotto il generale Josias von Heeringen, mentre Castelnau ha affrontato la sesta armata tedesca sotto il principe ereditario Rupprecht di Baviera. Questi eserciti contenevano otto Corpi. I francesi sarebbero in inferiorità numerica.

I tedeschi stavano seguendo una versione modificata del famoso piano Schleiffen. Il principale sforzo tedesco doveva venire più a nord e avrebbe comportato un'invasione del Belgio neutrale e un grande movimento a ruota attraverso la Francia nord-orientale. Se tutto fosse andato bene parte dell'esercito tedesco sarebbe passato a ovest di Parigi, ma anche se ciò non fosse stato raggiunto, si sperava che il grande movimento a ruota avvolgesse i principali eserciti francesi, intrappolandoli contro il confine tedesco e costringendoli alla resa. Come parte di questo piano, gli eserciti tedeschi in Alsazia-Lorena dovevano ritirarsi ad est, permettendo ai francesi di avanzare in Alsazia-Lorena. Ogni miglio che gli eserciti francesi si spostavano verso est rendeva più difficile per loro intervenire nella battaglia cruciale che si svolgeva a nord-ovest.

L'attacco francese iniziò il 14 agosto. Per quattro giorni i francesi avanzarono senza incontrare una seria opposizione tedesca. I due eserciti tedeschi, sotto il comando generale del generale Krafft von Delmensigen, mantennero i contatti con i francesi, ma si ritirarono da ogni serio confronto. Il 18 agosto l'VIII Corpo francese conquistò Sarrebourg.

Durante l'avanzata si era aperto un varco tra i due eserciti francesi. Nella notte tra il 19 e il 20 agosto, Dubail ha lanciato un attacco volto a colmare questa lacuna. L'attacco francese si scontrò con un contrattacco tedesco completo. Questa era la seconda parte della trappola tedesca e aveva lo scopo di bloccare gli eserciti francesi sul posto. A questo punto la Battaglia di Lorena entrò a far parte della Battaglia delle Frontiere di Francia.

Il contrattacco tedesco ha sopraffatto la Seconda Armata. Dopo i combattimenti del 20 agosto, la maggior parte dell'esercito fu costretta a ritirarsi sul fiume Meurthe, punto di partenza sei giorni prima. Solo il XX Corpo, sotto il generale Ferdinand Foch, tenne duro (Battaglia di Morhange). La ritirata della Seconda Armata costrinse la Prima Armata a ritirarsi sulla stessa linea.

Nel piano tedesco originale, ciò avrebbe segnato la fine della battaglia. I francesi sarebbero stati bloccati sul Meurthe, incapaci di spostare molte truppe sul cruciale fronte settentrionale. Invece, il principe Rupprecht e il generale Heeringen convinsero von Moltke a lasciare poi lanciare una serie di contrattacchi sulle linee francesi. Questi sono iniziati il ​​25 agosto e sono proseguiti fino alla prima settimana di settembre. Non hanno avuto i risultati sperati. Le linee francesi ressero. I combattimenti sul fronte Alsazia-Lorena divennero sempre più statici durante questo periodo. Ciò permise al generale Joffre di spostare alcune truppe da questa zona verso Parigi e la Marna. Tra gli uomini spostati verso ovest c'era Ferdinand Foch, promosso al comando di una nuova Nona Armata, che avrebbe svolto un ruolo significativo nella battaglia della Marna.

Libri sulla prima guerra mondiale | Indice per argomenti: prima guerra mondiale


  • Generale Joseph Joffre
  • Feldmaresciallo Sir John French
  • Re Alberto I
  • 1.437.000 uomini

Con l'inizio della prima guerra mondiale, gli eserciti d'Europa iniziarono a mobilitarsi ea muoversi verso il fronte secondo tempistiche molto dettagliate. In Germania, l'esercito si preparò ad attuare una versione modificata del Piano Schlieffen. Creato dal conte Alfred von Schlieffen nel 1905, il piano era una risposta alla probabile necessità della Germania di combattere una guerra su due fronti contro Francia e Russia. Dopo la loro facile vittoria sui francesi nella guerra franco-prussiana del 1870, la Germania considerava la Francia meno preoccupante rispetto al suo vicino più grande a est. Di conseguenza, Schlieffen decise di radunare la maggior parte della potenza militare tedesca contro la Francia con l'obiettivo di ottenere una rapida vittoria prima che i russi potessero mobilitare completamente il loro esercito. Con la Francia fuori dalla guerra, la Germania sarebbe libera di concentrare la propria attenzione sull'est (Mappa).

Anticipando che la Francia avrebbe colpito oltre il confine in Alsazia e Lorena, che era stato perso durante il precedente conflitto, i tedeschi pianificarono di violare la neutralità del Lussemburgo e del Belgio per attaccare i francesi da nord in una massiccia battaglia di accerchiamento. Le truppe tedesche avrebbero tenuto lungo il confine mentre l'ala destra dell'esercito attraversava il Belgio e oltrepassava Parigi nel tentativo di distruggere l'esercito francese. Nel 1906, il piano fu modificato dal capo di stato maggiore, Helmuth von Moltke il Giovane, che indebolì l'ala destra critica per rafforzare l'Alsazia, la Lorena e il fronte orientale.


Battaglia della Marna (1914)

L'inizio della prima guerra mondiale segnò il crollo dei piani di guerra delle potenze occidentali. I leader di entrambe le parti hanno sperimentato sorprese, shock e il fallimento dei piani. I primi mesi hanno visto una violenza scioccante su una scala mai sperimentata prima, almeno non nell'Europa occidentale. Durante i primi mesi di guerra, ogni giorno persero una media di 15.000 vite. (cinque volte tanto quanto il peggior giorno della guerra civile). Ciò accadde nella battaglia della Marna, combattuta dal 6 al 12 settembre 1914. Gli Alleati ottennero una vittoria contro gli eserciti tedeschi in Occidente e posero fine ai loro piani di schiacciare gli eserciti francesi con un attacco da nord attraverso il Belgio. Entrambe le parti hanno scavato nelle loro trincee per la lunga guerra a venire.

L'inizio della guerra segnò il crollo dei piani bellici delle potenze occidentali. I leader di entrambe le parti hanno sperimentato sorprese, shock e il fallimento dei piani. I primi mesi hanno visto una violenza scioccante su una scala mai sperimentata prima, almeno non nell'Europa occidentale. Nelle parole di Dan Carlin, ci sono stati molti "falciatori" lanciati, ed entrambe le parti "hanno colpito il pavimento e si sono rialzati di nuovo.


Occasione persa, Battaglia di Lorena, 14-25 agosto 1914

Posta da Baltasar » 26 ott 2012, 16:28

La guerra era stata dichiarata e le forze francesi e tedesche erano già impegnate più a nord. Nel settore meridionale, i tedeschi pianificarono di attirare le forze francesi in una trappola da cui potevano essere attaccate da tre direzioni. Tuttavia, i francesi, consapevoli di un tale pericolo e il corpo principale tedesco più a nord, combattendo attraverso il Belgio, erano riluttanti a cadere nella trappola e invece avanzarono con cautela e con relativamente poche forze.

Il principe ereditario (bavarese) Rupprecht, comandante della 6a armata tedesca, chiese ripetutamente all'alto comando tedesco di consentire un'offensiva nel suo settore, insieme alla 7a armata tedesca. Alla fine, l'alto comando tedesco cedette e permise al principe ereditario bavarese di attaccare.


Tuttavia, cosa succede se? l'alto comando tedesco invece aveva spostato le forze dal 6° e 7° esercito tedesco per supportare l'attacco principale, non combattendo quindi la battaglia di Lorena in primo luogo? Con i francesi che non cascavano all'amo e con le forze tedesche sedute in posizioni difensive preparate, la situazione avrebbe permesso una simile manovra.


Il 6° esercito tedesco aveva 5 corpi con due divisioni ciascuno più almeno due brigate direttamente collegate al comando dell'esercito. La settima armata tedesca aveva tre corpi di due divisioni ciascuno. L'idea sarebbe quella di iniziare a spostare due corpi dalla 6a armata entro il 19 agosto 1914 e averli disponibili sull'ala destra in seguito spostando leggermente verso nord l'area operativa della 7a armata per mantenere stabile la linea del fronte tra le forze opposte in Lorena. I due corpi distaccati avrebbero dovuto essere disponibili nell'area della 1a e 2a armata tedesca entro la fine di agosto o l'inizio di settembre 1914, rafforzando così queste formazioni anche prima della storica battaglia della Marna (5-12 settembre 1914).

I due corpi avrebbero potuto essere a disposizione del 1° e/o 2° esercito tedesco in tempo per la battaglia di Le Cateau (26 agosto 1914). Qui, i tedeschi potevano attaccare solo con forze limitate perché i francesi li stavano combattendo allo stesso tempo. Alla fine, il BEF II. corpo potrebbe ritirarsi in ordine relativamente buono. Ma con altre quattro divisioni disponibili nell'area, questo corpo britannico avrebbe potuto essere definitivamente sconfitto. Senza questo corpo, tutte le altre operazioni sarebbero state decisamente colpite e potenzialmente si sarebbero concluse con una sconfitta militare francese se i tedeschi fossero riusciti a girare il fianco delle forze dell'Intesa qui.


Battaglie - La battaglia di Lorena, 1914

L'invasione francese della Lorena costituì uno dei principali obiettivi della strategia offensiva francese prebellica contro la Germania, Piano XVII. sia pubblico francese che militare allo stesso modo, un'umiliazione nazionale che doveva essere affrontata durante la prossima guerra con i prussiani.

Il Piano XVII fece quindi del recupero dell'Alsazia e della Lorena un asse centrale della strategia francese. Questo era noto alla Germania prima dell'inizio della prima guerra mondiale, e di conseguenza fu preso in considerazione nel piano tedesco Schlieffen.

Una delle battaglie delle frontiere, l'invasione della Lorena (nota anche come battaglia di Morhange-Sarrebourg) iniziò con il primo e il secondo esercito francese che entrarono in città il 14 agosto 1914, nonostante il fallimento dell'offensiva dell'8 agosto del generale Paul Pau a la battaglia di Mulhouse, un altro obiettivo chiave vicino al confine svizzero, con il suo "Esercito d'Alsazia".

La prima armata francese, sotto il generale Auguste Dubail, intendeva prendere Sarrebourg, a est di Nancy, una città fortemente difesa, con la seconda armata del generale Noel de Castelnau che prendeva Morhange, similmente fortificata. Il compito di difendere queste città toccò al principe ereditario tedesco Rupprecht, che aveva il comando generale della sesta armata tedesca e del generale Josias von Herringen.

Rupprecht attuò una strategia di apparentemente ritirarsi sotto la forza dell'attacco francese, solo per riprendersi in un feroce, abilmente manovrato contrattacco, dopo aver attirato gli eserciti francesi in un forte attacco su una posizione fortemente difesa Mentre gli eserciti francesi avanzavano incontrarono sempre più severa opposizione tedesca, compreso il fuoco insidioso di mitragliatrici e l'artiglieria pesante.

Rupprecht, tuttavia, fece pressione sul capo di stato maggiore dell'esercito tedesco Helmuth von Moltke per autorizzare una strategia più aggressiva, in base alla quale i tedeschi avrebbero organizzato un contrattacco, con l'obiettivo di respingere i francesi a Nancy.

Con l'accordo di Moltke l'offensiva fu lanciata il 20 agosto, mentre la Seconda Armata di de Castelnau colpì Morhange Preso di sorpresa e senza l'assistenza di una posizione trincerata, la Seconda Armata fu costretta a ripiegare, alla fine nella stessa Francia.

Ciò a sua volta obbligò il generale Dubail a ritirare la sua prima armata da Sarrebourg. Nonostante l'assalto tedesco, il XX Corpo di Ferdinand Foch riuscì a difendere la stessa Nancy.

Cominciarono ad apparire delle lacune tra gli eserciti francesi, spingendo il comandante in capo Joseph Joffre a ritirare l'esercito d'Alsazia, un duro colpo dato il recente successo di quest'ultimo nella riconquista di Mulhouse.

Otto giorni dopo l'inizio dell'offensiva francese, il 22 agosto, sia la prima che la seconda armata tornarono nelle zone fortificate di Belfort, Epinal e Toul.

Deviando dal piano Schlieffen, le forze di Rupprecht furono rinforzate in preparazione di un attacco contro i due eserciti francesi attraverso la Trouée des Charmes, un divario naturale tra Epinal e Toul. Tuttavia i francesi, attraverso l'uso riuscito di aerei da ricognizione, furono avvertiti dell'accumulo dei tedeschi e quindi prepararono un'adeguata difesa. Attaccati quindi il 24 agosto, i guadagni tedeschi furono minimi, limitati all'acquisizione di un piccolo saliente nelle linee francesi, a sua volta ridotta dai pesanti contrattacchi francesi la mattina del 25 agosto.

La linea francese ha tenuto Realisticamente le truppe raccolte per l'offensiva di Rupprecht - che comprendeva 26 divisioni di uomini - sarebbero state utilizzate molto di più nella prima battaglia della Marna, tuttavia Rupprecht ha continuato a combattere fino alla fine del mese, senza successo Stallo e trincea ne seguì la guerra.


Eventi storici il 7 agosto

Evento di Interesse

1573 La flotta di Francis Drake torna a Plymouth dopo un anno passato a razziare il tesoro spagnolo

Evento di Interesse

1606 Possibile prima rappresentazione della tragedia di Shakespeare Macbeth, eseguita nella Great Hall di Hampton Court Palace per il re Giacomo I

Evento di Interesse

1620 La madre dell'astronomo Johannes Kepler arrestata per stregoneria

Vittoria in Battaglia

1620 Battaglia a Ponts-the-Ce, Poitou: il re francese Luigi XIII sconfigge sua madre Maria de' Medici

Evento di Interesse

1782 George Washington crea la medaglia Purple Heart (nome originale Badge of Military Merit) come comandante dell'esercito continentale

Evento di Interesse

1802 Napoleone ordina il ripristino della schiavitù a St Domingue (Haiti)

Evento di Interesse

1814 Papa Pio VII ripristina la Compagnia di Gesù (Gesuiti)

    Battaglia di Boyacá Bolívar sconfigge gli spagnoli in Colombia Prime patate piantate alle Hawaii Battaglia di Moorefield, West Virginia L'apertura del Palazzo dei Poveri a Manchester. Hatfields del sud-ovest della Virginia e McCoys del Kentucky orientale faida, 100 feriti o muoiono La Germania annette Angra Pequena (Africa del sud-ovest) Cinque navi da guerra tedesche ancorano al largo di Zanzibar Theophilus Van Kannel di Filadelfia brevetta la porta girevole Il 53° Congresso (1893-95) convoca i lavoratori del diamante a Lo sciopero di Amsterdam Tommy Corcoran stabilisce il record MLB per gli shortstop quando registra 14 assist nella vittoria per 4 - 2 di Cincinnati contro i St. Louis Cardinals Il treno deraglia sul ponte a Eden, in Colorado, durante un'alluvione improvvisa, uccide 96

Evento di Interesse

1907 MLB Washington Senators leggendario lanciatore Walter Johnson vince la prima delle sue 416 vittorie in carriera, 7-2 contro Cleveland

Presidenziale Convenzione

1912 Il Partito Progressista (Bull Moose) nomina Theodore Roosevelt presidente degli Stati Uniti

    Impegno tra l'incrociatore britannico HMS Gloucester e gli incrociatori tedeschi SMS Breslau e SMS Goeben al largo della Grecia Il governo francese assegna il re Alberto del Belgio la Gran Croce Le truppe francesi del generale Bonneau occupano Altkitrch a Elzas L'esercito tedesco occupa la città di Liegi, Belgio La Russia invade la Prussia orientale WWI: Assalto contro Russell's Top a Gallipolis, Turchia - 232 australiani vengono uccisi Dario Resta, alla guida di una Peugeot, vince la prima gara Champ Car di sempre con una media di oltre 100 miglia all'ora in una corsa di 100 miglia a Chicago velocità media 101,8 miglia all'ora Il ciclista olandese Piet Moeskops vince la prima delle 4 campionati mondiali di sprint consecutivi e 5 totali quando batte il campione in carica Bob Spears dell'Australia a Copenhagen League of Nation sconsiglia la divisione turco/irachena di Mosoelgebied Peace Bridge tra Stati Uniti e Canada Il contrabbandiere di rum statunitense dedicato Horace Alderman uccide 3 forme di Charles Ruijs de Beerenbrouck governo olandese

Baseball Disco

1929 NY Yankees slugger Babe Ruth eguaglia il record MLB colpendo il Grande Slam in partite consecutive per la seconda volta nella vittoria 13-1 contro Philadelphia A's

    Una grande folla stimata in 2.000, lincia due giovani neri Thomas Shipp e Abram Smith a Marion, nell'Indiana

Elezione di interesse

1930 Il Primo Ministro canadese Mackenzie King perde l'elezione a Richard Bedford Bennett del Partito Conservatore

    Il governo iracheno massacra oltre 3.000 assiri nel villaggio di Sumail. Il giorno diventa noto come il giorno dei martiri assiri.

Evento di Interesse

1934 La Corte d'Appello degli Stati Uniti conferma la sentenza della corte di grado inferiore che annulla il tentativo del governo di vietare il controverso romanzo di James Joyce "Ulisse"

Baseball Disco

1938 2.000° fuoricampo dei Brooklyn Dodgers: il leggendario interbase Leo Durocher batte il lanciatore dei Reds Peaches Davis nell'ottavo inning di una vittoria per 6-3

Evento di Interesse

1939 Il milionario Howard Hughes riceve una medaglia d'oro del Congresso

    Churchill riconosce il governo francese di De Gaulle in esilio La cifra più alta pagata per un francobollo ($ 45.000 per 1 1856 Guiana britannica) L'Alsazia Lorena viene annessa al Terzo Reich (Germania) durante la seconda guerra mondiale 551 ebrei vengono fucilati nel ghetto di Kishnev in Romania Prima offensiva americana in Pacifico nella seconda guerra mondiale, Guadalcanal, Isole Salomone, bombe della resistenza olandese La ferrovia di Rotterdam Il trasporto 16 parte con ebrei francesi per la Germania nazista 20 luglio Inizia il processo di trama sotto Roland Freis a Berlino La 3a armata degli Stati Uniti raggiunge i sobborghi di Brest, in Bretagna IBM dedica il primo calcolatore controllato da programma, il calcolatore automatico a sequenza controllata (conosciuto meglio come Harvard Mark I)

Evento di Interesse

1946 Prima moneta commemorativa statunitense di un afroamericano, Booker T. Washington (mezzo dollaro)

Evento di Interesse

1947 Thor Heyerdahl e l'equipaggio del Kon-Tiki si schiantano contro una barriera corallina nelle isole Tuamotu, nella Polinesia francese, dopo 101 giorni di traversata dell'Oceano Pacifico

    Il primo governo olandese di Beel si dimette Delfo Cabrera dell'Argentina vince la maratona drammatica in 2:34:51.6 alle Olimpiadi di Londra Il marciatore svedese John Mikaelsson vince la medaglia d'oro nell'evento 10k di 30,6 secondi dal compagno di squadra Ingemar Johansson alle Olimpiadi di Londra Fanny Blankers- Koen dei Paesi Bassi vince la sua quarta medaglia d'oro su pista e campo alle Olimpiadi di Londra come parte della squadra olandese di staffetta 4 x 100 m in 47.5 Il nuotatore americano Jimmy McLane vince i 1.500 m per la sua seconda medaglia d'oro alle Olimpiadi di Londra (4 x 200 m stile libero staffetta) segna una piazza pulita di tutte le medaglie d'oro del nuoto maschile ai Giochi L'americana Alice Coachman diventa la prima donna di colore di qualsiasi paese a vincere una medaglia d'oro olimpica quando fa il salto in alto ai Giochi di Londra "All after Love" si chiude a Mark Hellinger Theatre NYC dopo 121 esibizioni La polizia esclude i giocatori bianchi-Lou Chirban, Stan Mierko e Frank Dyle, dal suonare in Negro League Tour de France: Ferdi Kübler diventa il primo pilota svizzero a vince il Tour Louison Bobet di Francia vince la classifica delle montagne Douglas D-558-II Skyrocket raggiunge i 1.992 km/h Il razzo US Viking raggiunge i 210 km di altezza (record) La Eastern Airlines entra nell'era del jet, usa il prop-jet Electra "Golden Apple" chiude all'Alvin Theatre di New York dopo 125 spettacoli Charles Mahoney diventa il primo nero degli Stati Uniti a servire come delegato completo delle Nazioni Unite

Evento di Interesse

1954 L'inglese Roger Bannister batte l'australiano John Landy nel miglio agli Empire Games di Vancouver per la prima volta che 2 uomini corrono sotto i 4 minuti di miglio nella stessa gara


Offensivo

L'8 agosto, il comandante in capo francese Joseph Joffre emanò l'Istruzione generale n. 1, ordinando l'apertura di un'offensiva generale il 14 agosto. Due eserciti dovevano avanzare in Lorena e tre nella foresta delle Ardenne e nel Belgio meridionale. Quando fu emesso l'ordine, una forza francese aveva già attraversato il confine tedesco. Un corpo d'armata e una divisione di cavalleria sotto il generale Louis Bonneau furono inviati in Alsazia il 7 agosto per prendere la città di Mulhouse. Ci si aspettava che gli alsaziani, presumibilmente sotto il dominio tedesco dal 1871, si sollevassero contro i loro oppressori. Superando la leggera resistenza tedesca, Bonneau entrò a Mulhouse, scatenando una fanfara da parte dei propagandisti francesi che celebravano euforicamente la liberazione dell'Alsazia.

I tedeschi contrattaccarono rapidamente e Bonneau ritornò imbarazzante attraverso il confine francese, dove divenne il primo di molti generali francesi in guerra ad essere licenziato da Joffre. Un esercito d'Alsazia organizzato frettolosamente riconquistò Mulhouse, ma lo sforzo francese in Alsazia fu superato da eventi più a nord e presto abbandonato.

Attentato alla Lorena

La principale offensiva francese si aprì in Lorena il 14 agosto. Il primo e il secondo esercito francese attraversarono il confine, avanzando con striscioni e bande che suonavano. Il sesto e il settimo esercito tedesco si ritirarono, combattendo rigide azioni di ritardo in cui le loro mitragliatrici presero un pesante tributo alla fanteria francese vestita in modo brillante. Il piano Schlieffen prevedeva che i tedeschi mantenessero posizioni difensive preparate a Morhange e Sarrebourg, ma il principe ereditario Rupprecht di Baviera, al comando in Lorena, ottenne il permesso dallo stato maggiore tedesco per lanciare una controffensiva.

Costretto a tornare indietro

Il 20 agosto, la fanteria tedesca avanzò dopo un concentrato bombardamento di artiglieria. Sbalordita dalla potenza dei cannoni pesanti tedeschi, la Seconda Armata francese si ritrasse da Morhange, costringendo anche la Prima Armata. Entro il 23 agosto, le truppe francesi, molto ridotte di numero, erano state respinte ai loro punti di partenza sul fiume Meurthe.

A quel punto, la terza e la quarta armata francesi erano impegnate più a nord, con risultati altrettanto disastrosi. Marciarono nelle Ardenne boscose aspettandosi di essere colti di sorpresa e di trovarlo tenuto alla leggera. Per i tedeschi, questo settore costituiva la parte più interna del loro grande movimento a ruota attraverso il Belgio. La loro quarta e quinta armata, comandate rispettivamente da Albrecht, duca di Württemberg e dal principe ereditario Guglielmo, stavano avanzando nella direzione opposta rispetto ai francesi. Aerei da ricognizione tedeschi segnalarono la presenza di truppe francesi, avvertendo i tedeschi dell'imminenza della battaglia.

A seconda della cavalleria per la ricognizione, i francesi si lanciarono in avanti, credendo che, come li informava il quartier generale di Joffre, "non fosse necessaria una seria opposizione". Il 22 agosto, gli eserciti opposti si scontrarono nella nebbia mattutina. Entrambe le parti hanno subito pesanti perdite. Il rapido fuoco dei cannoni da campo francesi da 75 mm massacrò le truppe tedesche catturate in campo aperto, ma i francesi se la cavarono peggio. Troppo spesso venivano lanciati in avanti con inutili cariche di baionetta e riluttanti a scavare trincee, l'unica protezione efficace contro l'artiglieria e il fuoco delle mitragliatrici. La 3a divisione coloniale francese ha perso 11.000 dei suoi 15.000 uomini in un giorno. Nonostante ricevessero ordini da Joffre di riprendere la loro avanzata nelle Ardenne, gli eserciti francesi si ritirarono in disordine dietro il fiume Mosa.

Fine dell'offensiva

Il 24 agosto l'offensiva francese prevista dal Piano XVII era chiaramente fallita. Durante l'attacco, le forze francesi si erano dimostrate ingenue, lanciando assalti di fanteria senza supporto di artiglieria e senza un'adeguata ricognizione. La mancanza di armi pesanti e di attrezzature per il trinceramento si era rivelata fatale. Costrette sulla difensiva, però, le truppe francesi combatterono come tigri. I tedeschi, a loro volta, scoprirono quanto fosse difficile assalire posizioni difensive tenute con determinazione. Il 26 agosto i francesi avevano fermato il nemico davanti alla città di Nancy.


Battaglia delle Frontiere

L'esercito tedesco invase il Belgio, giustiziando civili e radendo al suolo villaggi. L'applicazione della "responsabilità collettiva" contro una popolazione civile ha ulteriormente galvanizzato gli alleati e i giornali hanno condannato l'invasione tedesca e la violenza dell'esercito contro i civili e le proprietà, insieme chiamati "stupro del Belgio". Belgio, Lussemburgo e Ardenne, l'esercito tedesco avanzò nella seconda metà di agosto nel nord della Francia, dove incontrò l'esercito francese sotto Joseph Joffre e le prime sei divisioni della British Expeditionary Force sotto Sir John French. Ne seguì una serie di scontri conosciuti come la Battaglia delle Frontiere, che includeva la Battaglia di Charleroi e la Battaglia di Mons. Nella prima battaglia la 5a armata francese fu quasi distrutta dalla 2a e 3a armata tedesca e la seconda ritardò l'avanzata tedesca di un giorno. Seguì una ritirata generale degli Alleati, che portò a ulteriori scontri nella battaglia di Le Cateau, nell'assedio di Maubeuge e nella battaglia di San Quintino (chiamata anche prima battaglia di Guisa).


Battaglie - La battaglia delle frontiere, 1914

La battaglia delle frontiere comprendeva cinque offensive lanciate sotto l'iniziativa del comandante in capo francese Joseph Joffre e del capo di stato maggiore tedesco Helmuth von Moltke durante il primo mese di guerra, agosto 1914.

Le battaglie - a Mulhouse, Lorena, Ardenne, Charleroi e Mons - furono lanciate più o meno contemporaneamente e segnarono la collisione dei piani di invasione francesi e tedeschi (rispettivamente Piano XVII e Piano Schlieffen), ogni battaglia aveva un impatto sul corso del altri.

Clicca qui per visualizzare una mappa della Battaglia delle Frontiere

Battaglia Data
La battaglia di Mulhouse Aperto il 7 agosto
L'invasione della Lorena Aperto il 14 agosto
La battaglia delle Ardenne Aperto il 21 agosto
La battaglia di Charleroi Aperto il 21 agosto
La battaglia di Mons Aperto il 23 agosto

sabato 22 agosto 2009 Michael Duffy

Un "whizzbang" era un proiettile ad alta velocità e bassa traiettoria che emetteva uno stridulo rumore di avvicinamento e poi un acuto scoppio esplosivo.

- Lo sapevate?


Guarda il video: August 1914 - The Battle for France (Agosto 2022).