Podcast di storia

MacArthur nominato comandante coreano

MacArthur nominato comandante coreano


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il giorno dopo l'esercito delle Nazioni Unite, il generale Douglas MacArthur viene nominato capo del comando delle Nazioni Unite dal presidente Harry S. Truman.

MacArthur, figlio di un generale dell'esercito di alto livello che ha combattuto nella guerra civile, è stato nominato tenente dell'esercito nel 1903. Durante la prima guerra mondiale, MacArthur è stato comandante della famosa 84a brigata di fanteria. Durante gli anni '20 fu di stanza principalmente nelle Filippine, un Commonwealth degli Stati Uniti, e nella prima metà degli anni '30 servì come capo di stato maggiore dell'esercito degli Stati Uniti. Nel 1935, con l'espansione giapponese in corso nel Pacifico, il presidente Franklin D. Roosevelt nominò MacArthur consigliere militare del governo delle Filippine. Nel 1941, cinque mesi prima che il Giappone bombardasse Pearl Harbor, fu nominato comandante di tutte le forze armate statunitensi nel Pacifico.

Dopo il bombardamento giapponese di Pearl Harbor, condusse la difesa delle Filippine contro grandi avversità. Nel marzo 1942, con l'imminente vittoria giapponese, Roosevelt ordinò a MacArthur di recarsi in Australia, ma il generale americano notoriamente promise alle Filippine "Tornerò". Cinque mesi dopo iniziò la grande controffensiva americana contro il Giappone. Il 20 ottobre 1944, dopo essere avanzato isola per isola attraverso il Pacifico meridionale, MacArthur guadò le coste delle Filippine. Undici mesi dopo, officiò la resa giapponese e poi servì come sovrano effettivo del Giappone durante un'occupazione produttiva di cinque anni.

Dopo che la Corea del Nord invase la Corea del Sud il 25 giugno 1950, MacArthur fu nominato comandante supremo della forza delle Nazioni Unite guidata dagli Stati Uniti inviata per aiutare il Sud. A settembre organizzò uno sbarco rischioso ma di grande successo a Inchon, e in ottobre le forze nordcoreane erano state respinte attraverso il 38° parallelo. Con l'approvazione del presidente Truman, le forze delle Nazioni Unite attraversarono la Corea del Nord e avanzarono fino al fiume Yalu, il confine tra la Corea del Nord e la Cina comunista, nonostante gli avvertimenti che ciò avrebbe provocato l'intervento cinese. Quando la Cina è intervenuta, costringendo le forze delle Nazioni Unite a una disperata ritirata, MacArthur ha chiesto il permesso di bombardare la Cina. Il presidente Truman, temendo le implicazioni della Guerra Fredda di una guerra allargata in Estremo Oriente, rifiutò. MacArthur quindi minacciò pubblicamente di intensificare le ostilità con la Cina sfidando la politica di guerra dichiarata da Truman, portando Truman a licenziarlo l'11 aprile 1951.

Per la sua azione contro il generale MacArthur, il celebre eroe della guerra contro il Giappone, Truman fu sottoposto a un torrente di attacchi, e alcuni repubblicani ne chiesero l'impeachment. Il 17 aprile, MacArthur è tornato sul suolo americano per la prima volta da prima della seconda guerra mondiale ed è stato accolto come un eroe. Due giorni dopo, ha annunciato la fine della sua carriera militare prima di una riunione congiunta del Congresso, dichiarando: “I vecchi soldati non muoiono mai; semplicemente svaniscono.” Dopo aver corso senza successo per la nomina presidenziale repubblicana nel 1952, MacArthur è effettivamente svanito dalla vista del pubblico. Morì nel 1964.


Una storia concisa dell'aeronautica statunitense/guerra limitata in Corea

Quando le forze nordcoreane invasero la Corea del Sud il 25 giugno 1950, con un attacco a sorpresa, svegliarono gli Stati Uniti sui pericoli della guerra a fuoco nell'era nucleare. La precedente crisi del 1948 a Berlino, i successi comunisti in Cecoslovacchia nel 1948 e in Cina nel 1949 e la notizia dell'esplosione sovietica di un dispositivo atomico nel 1949, avevano spinto il Consiglio di sicurezza nazionale (NSC) a emanare una direttiva segreta, NSC-68 , nell'aprile 1950. Riteneva che l'Unione Sovietica fosse incline al dominio del mondo. NSC-68 ha chiesto un massiccio aumento della spesa per la difesa del 20 per cento del prodotto nazionale lordo, se necessario, lo sviluppo di una bomba all'idrogeno e il contenimento del comunismo. La costruzione sostenuta dall'America dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) in Europa è stata una prova inequivocabile di contenimento, ma la Corea sarebbe stata la prima prova della rivitalizzata risolutezza americana.

I principali comandanti aerei americani all'inizio della guerra di Corea, il maggiore generale Earle Partridge, sinistra, Fifth Air Force, e il tenente generale George Stratemeyer, Giusto, Forze aeree dell'Estremo Oriente (FEAF).

Una forte dipendenza dalla forza d'attacco nucleare ha lasciato l'Air Force mal preparata ad affrontare una guerra convenzionale dall'altra parte del globo. Inoltre, quando il 30 giugno 1950 il Congresso approvò l'uso della forza per respingere l'invasione nordcoreana, l'assenza di una formale dichiarazione di guerra introdusse l'Air Force alle nuove tribolazioni della guerra limitata. Le poche unità di combattimento aereo della Fifth Air Force del maggiore generale Earle Partridge, la principale forza di combattimento delle Forze aeree dell'Estremo Oriente (FEAF) del tenente generale George Stratemeyer, lanciarono raid di interdizione contro le unità nordcoreane che avanzavano dalle basi in Giappone nel tentativo di rallentare la loro precipitosa precipitare nella penisola coreana. La ricognizione armata da parte dei combattenti contro bersagli opportuni ne aumentava l'efficacia.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (ONU) aveva invitato i paesi membri ad aiutare la Corea del Sud il 27 giugno, ma per un certo periodo la sottile linea di alluminio dell'aeronautica statunitense è stata l'unico aiuto che le forze di terra americane e della Repubblica di Corea possono aspettarsi. I B-26 del 3d Bombardment Wing della Johnson Air Base in Giappone hanno messo in atto lo sforzo di interdizione 24 ore su 24 con operazioni notturne di intruso a partire dalla notte del 27 giugno. I B-29 del 19th Bombardment Group, con sede a Kadena , Okinawa, ha aggiunto bombe pesanti il ​​giorno successivo. I continui attacchi di interdizione (40 percento di tutte le missioni) contro le linee di rifornimento della Corea del Nord troppo estese e le disperate azioni di terra supportate da attacchi aerei (60 percento di tutte le missioni) hanno salvato le forze delle Nazioni Unite intrappolate nel perimetro di Pusan. Questo successo a sostegno diretto delle truppe delle Nazioni Unite ha liberato le unità dell'aeronautica per attacchi contro obiettivi strategici in Corea del Nord. Bombardamenti accurati in tutte le condizioni atmosferiche e le piccole dimensioni della Corea del Nord hanno permesso ai B-29 di eliminare la sua base industriale nel settembre 1950.

Il generale Douglas MacArthur, nominato comandante in capo del comando delle Nazioni Unite in Corea l'8 luglio, lanciò un atterraggio anfibio a sorpresa a Inchon il 15 settembre, insieme a una spinta delle Nazioni Unite a nord dal perimetro di Pusan, liberando la Corea del Sud dalle forze nordcoreane. All'inizio di ottobre l'ONU ha cambiato il suo obiettivo dal salvare la Corea del Sud all'unificazione di tutta la Corea sotto un governo filo-occidentale. Prima della fine del mese, mentre l'esercito di MacArthur si avvicinava al fiume Yalu che separa la Cina dalla Corea del Nord, i segnali indicavano un probabile intervento comunista cinese. L'Air Force è passato a interdire il flusso di uomini e materiale attraverso i ponti Yalu. Il congelamento del fiume Yalu nel gennaio 1951 e le regole di ingaggio che vietavano il sorvolo americano del territorio cinese all'estremità nord dei ponti, condannarono il tentativo al fallimento. I B-29 dovevano volare sopra i 20.000 piedi per sfuggire al fuoco dell'artiglieria antiaerea dal lato cinese dello Yalu, ma non potevano rispondere al fuoco. Quell'altitudine e le bombe che cadevano erroneamente sul territorio cinese assicuravano poco successo. Bombardare è diventato ancora più difficile quando la Cina ha intensificato il conflitto nel novembre 1950 con l'invio di caccia MiG-15 forniti dai sovietici, lanciati dal rifugio sicuro su attacchi fulminei contro aerei americani, in particolare FEAF B-29. Lo spazio aereo appena a sud del fiume Yalu, nella Corea nordoccidentale, divenne noto come "MiG Alley". I vantaggi prestazionali del MiG-15 in termini di velocità e altitudine inizialmente dominavano i Mustang P-51 a elica (velivoli da inseguimento ridisegnati dall'Air Force come caccia nel giugno 1948), gli F-80 Shooting Stars a propulsione e anche i più recenti F-84 Thunderjet.

Le forze comuniste cinesi contrattaccarono il 26 novembre, respingendo le unità delle Nazioni Unite verso la Corea del Sud. Per l'US Air Force, ciò significava una rinnovata concentrazione sull'interdizione, combinata con una campagna per mantenere la superiorità aerea contro i MiG-15. Il ponte aereo dell'Air Force ha portato 1.600 tonnellate di rifornimenti ai marines tagliati a Changjin (più ampiamente conosciuto con il suo nome giapponese, Chosin) Reservoir ed ha evacuato 5.000 feriti. Dopo la ritirata, le forze delle Nazioni Unite si stabilizzarono lungo il 38° parallelo all'inizio del 1951 e la guerra si deteriorò in una serie di piccole e sanguinose battaglie, senza movimenti significativi da entrambe le parti. Gli obiettivi di guerra sono cambiati di nuovo. I colloqui di pace si aprirono nel luglio 1951. Furono sostenuti da una nuova strategia americana per imporre al nemico alti tassi di logoramento. Spetterebbe alla FEAF, ora sotto il tenente generale Otto Weyland, e all'aviazione navale degli Stati Uniti portare la guerra oltre il fronte, fare pressione sulla Corea del Nord e sulla Cina per un cessate il fuoco, sostituendo la forza aerea quando possibile per operazioni di terra che inevitabilmente hanno provocato gravi perdite .

Questa strategia presentava nuove minacce e complicazioni per l'Air Force. La dottrina dettava attacchi contro il tessuto industriale del nemico, ma le operazioni di bombardamento del 1950 avevano distrutto questi limitati obiettivi nordcoreani. Industrie che sostengono lo sforzo bellico comunista, con sede a

Combattenti della guerra di Corea. Sciabole F-86 nordamericane, superiore, e Republic F-84 Thunderjet, centro, ha sfidato i MiG-15 sovietici, parte inferiore, inviato in "MiG Alley" nella Corea nordoccidentale dalla Cina Rossa, per minacciare i B-29 della FEAF. Le regole di ingaggio vietavano ai combattenti di inseguire i MiG oltre confine.

La Cina e l'Unione Sovietica erano vietate agli attacchi aerei. L'Air Force doveva operare secondo le regole e le restrizioni della guerra limitata e non poteva far valere l'enorme potenza nucleare della SAC. Le superfortezze FEAF B-29, supportate da aerei tattici, hanno bombardato obiettivi in ​​tutta la Corea del Nord con armi convenzionali, inclusi attacchi ad alta quota diretti dal radar contro le truppe nemiche in formazione per l'attacco. Hanno offuscato i confini tra la forza aerea tattica e strategica, dimostrando il valore dell'approccio "perfetto" di George Kenney.

Dopo l'intervento della Cina, sia gli Stati Uniti che le Nazioni Unite hanno cercato un obiettivo più limitato, quello di una tregua negoziata. Insoddisfatto, MacArthur consigliò al Congresso che "non c'era alcun sostituto per la vittoria" e contraddisse la politica nazionale. L'11 aprile 1951, il presidente Truman licenziò MacArthur, lo sostituì con Matthew Ridgway e nel processo cambiò la natura della guerra aerea in Corea. L'Air Force avrebbe comunque interdetto il flusso di rifornimenti alle unità cinesi lungo il 38° parallelo e avrebbe fornito supporto aereo ravvicinato alle forze delle Nazioni Unite che si opponevano a loro, ma ora avrebbe anche fatto pressione sul nemico per un insediamento infliggendo il massimo delle perdite di uomini e materiali. L'"azione di polizia" era diventata una guerra di logoramento.

Il nuovo comandante della Fifth Air Force, il tenente generale Frank Everest, riteneva che l'interdizione fosse la chiave per ridurre l'impatto delle offensive cinesi e delle perdite a terra delle Nazioni Unite. I MiG-15 superarono di cinque a uno gli F-86 Sabre sulla Corea del Nord nel 1951. Pertanto, le perdite dell'Air Force aumentarono poiché i B-29 operavano principalmente di notte. A complicare la sua campagna di superiorità aerea c'erano le basi aeree che i cinesi cercarono di costruire in Corea del Nord per supportare le proprie forze e che la FEAF fu costretta a prendere di mira. Gli F-86 hanno impegnato i MiG in combattimenti aria-aria e i B-29 hanno fatto saltare le piste delle basi aeree, costringendo i jet comunisti a continuare a volare fuori dalla Cina e limitando la loro capacità di sfidare a causa del loro corto raggio. Tuttavia, qualsiasi danno alle bombe è stato rapidamente riparato dalle unità di lavoro nemiche e ha richiesto continue missioni di ritorno. L'interdizione, sebbene costosa, ha accumulato lunghe liste di camion, treni, linee ferroviarie e ponti distrutti, compresi i valichi di Yalu, pesantemente difesi. Tuttavia, i rifornimenti raggiungevano ancora in quantità le linee del fronte comunista di notte. Il capitano John Walmsley, Jr., dell'8th Bombardment Squadron, destinatario della Medal of Honor, ha dato la vita usando il suo B-26 dotato di riflettore come un faro per dirigere altri B-26 mentre bombardavano un treno di rifornimento nemico il 14 settembre 1951. Come avuto nell'operazione STRANGLE in Italia durante la seconda guerra mondiale, l'Air Force apprese che nessuna campagna aerea era più dura dell'interdizione.

Nella primavera del 1952 i cinesi avevano vinto la battaglia dell'interdizione e gli americani avevano fallito nella loro strategia di logoramento lungo il 38° parallelo. I rappresentanti comunisti, prima a Kaesŏng e poi a Panmunjon, bloccarono i colloqui di pace e chiesero il rimpatrio obbligatorio per i prigionieri di guerra. Il generale Weyland propose di rompere l'impasse espandendo la guerra aerea contro la Corea del Nord. Mentre le vittime delle Nazioni Unite aumentavano e i negoziati si trascinavano, il nuovo comandante americano in Corea, il generale Mark Clark, accettò la proposta di Weyland. Nel giugno 1952 ordinò il bombardamento del Complesso Idroelettrico di Suiho, precedentemente "off limits" e uno dei più grandi impianti di questo tipo al mondo. Era un importante esportatore di elettricità per le industrie cinesi oltre confine. Un assalto di quattro giorni a Suiho e ad altre centrali idroelettriche è costato alla Corea del Nord il 90% del suo sistema energetico. Per il resto del 1952, l'Air Force attaccò 78 città e paesi identificati come a supporto di una serie di funzioni militari, principalmente di rifornimento, tuttavia, per limitare le vittime civili e indebolire il morale, allertò i loro abitanti.

In Corea, come nella seconda guerra mondiale, il bombardamento di obiettivi critici ha attirato l'aviazione nemica in cielo, dove potrebbe essere impegnata. L'intelligence ha rivelato che la Cina aveva un migliaio di MiG pronti per il combattimento e che gli squadroni di caccia della Fifth Air Force, per la prima volta in guerra, non dovevano andare a caccia: il "gioco" è arrivato a loro. Una nuova versione dell'F-86, il modello F, ha dato ai piloti dell'aeronautica prestazioni superiori per accompagnare il loro addestramento e le loro tattiche migliori. Nel maggio e giugno 1953 gli F-86F ottennero un vantaggio di 133 a 1 nelle uccisioni in combattimento sui MiG. I punteggi individuali sono aumentati, con il capitano dell'aeronautica Joseph McConnell, un navigatore di B-24 nella seconda guerra mondiale, che ha superato tutti i piloti con 16 vittorie confermate in soli quattro mesi.

Tre sviluppi nel 1953 portarono la pace in Corea. A marzo morì il premier sovietico Joseph Stalin, un grande ostacolo. A maggio, i bombardieri dell'aeronautica militare hanno nuovamente aumentato la frequenza dei loro attacchi, colpendo le dighe di irrigazione nordcoreane che, una volta violate, hanno spazzato via ferrovie e autostrade e hanno minacciato il raccolto di riso della nazione. Sotto la direzione del presidente Dwight Eisenhower, il segretario di Stato John Dulles ha chiesto al primo ministro indiano Jawaharlal Nehru di avvertire la Cina che gli Stati Uniti intendevano utilizzare armi nucleari tattiche e strategiche e potrebbero scatenare il SAC contro le città cinesi se non fosse arrivato un accordo. Il 27 maggio 1953 la Cina accettò l'armistizio in Corea. È entrato in vigore il 27 luglio.

La guerra di Corea avrebbe dovuto insegnare agli Stati Uniti che le armi nucleari avevano un uso limitato nelle guerre convenzionali, ma il fascino della nuova bomba all'idrogeno, testata per la prima volta nel novembre 1952, e i piani per un nuovo bombardiere intercontinentale a tutti i jet, il B-52, ha continuato a dominare il pensiero strategico. TAC ha cercato una nuova generazione di caccia (la "serie del secolo", tra cui F-100 Super Sabre, F-101 Voodoo, F-102 Delta Dagger, F-104 Starfighter, F-105 Thunderchief e F-106 Delta Dart) con velocità supersoniche, ma li ha anche adattati per trasportare armi nucleari tattiche. L'Air Force si rese conto che mentre la tecnologia a turbogetto era il futuro, da sola non poteva sostituire un buon addestramento, tattica e aggressività. Le vittime militari in Corea di oltre due milioni per entrambe le parti, inclusi più di 54.000 americani morti, hanno smentito il giudizio che si trattava di una guerra "limitata": gli americani hanno appreso in prima persona i costi della guerra in Asia. Gli aerei dell'aeronautica avevano sganciato 476.000 tonnellate di esplosivo per ottenere uno stallo. La Corea ha esposto l'Air Force alla realtà della guerra del secondo dopoguerra, in cui la potenza aerea convenzionale (non nucleare) sarebbe stata usata per "influenzare" un nemico, non per distruggerlo.


MacArthur è stato rimosso

Il generale Douglas MacArthur è stato sollevato da tutti i suoi comandi oggi mentre stava combattendo la sua terza guerra come soldato americano.

Il presidente Truman licenziò l'anziano generale a cinque stelle della nazione perché MacArthur era "incapace di dare il suo pieno sostegno alle politiche del governo degli Stati Uniti e delle Nazioni Unite in questioni relative ai suoi doveri ufficiali".

MacArthur ha ricevuto la notizia mentre era a pranzo nell'ambasciata americana a Tokyo. Gli arrivò sotto forma di un conciso messaggio di quattro paragrafi con la didascalia: "Ordine al generale MacArthur dal presidente". Non appena MacArthur l'ha letto, è stato automaticamente privato dei seguenti titoli:

"Comandante supremo, comandante in capo delle potenze alleate, comandante in capo del comando delle Nazioni Unite, Estremo Oriente e comandante generale, esercito degli Stati Uniti, Estremo Oriente.

L'ordine del signor Truman è stato efficace "immediatamente".

Il tenente generale Matthew B. Ridgway, comandante dell'ottava armata degli Stati Uniti in Corea e scelta personale di MacArthur per succedere al defunto generale Walton H. Walker, assunse tutti i titoli sotto la direzione del segretario alla Difesa George C Marshall.

A quanto pare è successo qualcosa nelle ultime 24 ore per indurre il signor Truman ad agire all'ora insolita in cui ha fatto. Una conferenza stampa della Casa Bianca è stata convocata oggi all'una di notte. La notizia è stata diffusa ed è scoppiata come una bomba in tutto il mondo.

I delegati delle Nazioni Unite a New York hanno dichiarato di non aver ricevuto alcun preavviso. Lo staff di MacArthur a Tokyo è rimasto sbalordito. Il tenente generale James A. Van Fleet, nominato per succedere a Ridgway come comandante dell'ottavo esercito degli Stati Uniti, non era nemmeno a Washington. Era in Florida e gli fu ordinato di partire per la capitale immediatamente in rotta verso il campo di battaglia coreano.

I giornalisti a Tokyo si sono precipitati all'ambasciata degli Stati Uniti e hanno cercato la reazione di MacArthur.

"Non ora, non ora", ha detto. Due ore dopo che MacArthur era stato sollevato dal suo comando, lasciò l'ambasciata per recarsi nel suo ufficio nell'edificio Dai Ichl. Stava cadendo una pioggia fredda e l'auto del generale si allontanò silenziosamente dalla folla radunata fuori dall'ambasciata. Quindici minuti dopo il segretario militare di MacArthur, il maggiore generale Courtney Whitney, ha chiamato i giornalisti.

"Ho appena lasciato il generale", disse. "Ha ricevuto magnificamente la parola del licenziamento del presidente dal comando. Non ha mai girato un capello. Le sue qualità di soldato non sono mai state più pronunciate. Penso che questa sia stata la sua ora migliore".

La capitale è stata scossa dalla sorpresa e dallo shock politico quando si è diffusa la voce per telefono e il passaparola che MacArthur era stato licenziato.

La reazione del Congresso è stata in gran parte di parte. Molti repubblicani hanno chiesto immediatamente il ritorno immediato di MacArthur in questo paese e un'inchiesta del Congresso.

Ma il senatore James H. Duff, (R.-Pa.) ha sostenuto il signor Truman.

"È deplorevole che ciò sia dovuto accadere", ha detto Duff. "Ma se questo è l'unico modo per ottenere l'unità, allora doveva essere fatto.La mancanza di unità è stata dannosa per il nostro Paese. Era una situazione impossibile e doveva essere risolta".

Il senatore Robert A. Taft, (R.-Ohio): "È una tragedia terribile. È il risultato di un'ostinata linea d'azione da parte del dipartimento di stato e della Casa Bianca".

Il senatore Homer Ferguson, (R.-Mich-): "In un momento di grave pericolo per il nostro paese, è difficile credere che uomini di responsabilità antepongano i sentimenti personali alla sicurezza della nostra nazione".

Senatore Robert S. Kerr, (D.-Okla.): "Per assicurare la vittoria i nostri capi militari devono lavorare come una squadra. Quando MacArthur è arrivato lì, non l'avrebbe fatto."

Il rappresentante Overton Brooks, (D.-La.), membro di maggioranza di secondo grado del comitato delle forze armate della casa: "Un uomo in servizio deve essere un soldato in grado di prendere ordini oltre a darli".

Rappresentante Brooks Hays, (D.-Ark.): "La cosa da fare è stare dietro a Ridgway in modo che questa azione non ci danneggi in Corea. Ma l'azione non influisce in alcun modo sul mio giudizio individuale sulla grandezza di Mac-Arthur come generale. "

Ridgway è stato poco sentito da quando ha assunto il comando dell'ottava armata in Corea l'anno scorso. Ma è noto per credere che la guerra di Corea sia in stallo per come stanno le cose. Due giorni fa, Ridgway ha detto:

"Non vedo fine alle operazioni militari a meno che non ci sia una soluzione politica".

MacArthur può andare dove vuole ora e in qualsiasi momento. Il signor Truman lo ha autorizzato ad emettere "gli ordini necessari per completare il viaggio desiderato in un luogo da te scelto". In genere si presumeva che sarebbe tornato negli Stati Uniti. Non è stato sul suolo americano dal 1937. C'erano rapporti non confermati che si sarebbe dimesso dall'esercito degli Stati Uniti.

Gli eventi di oggi hanno posto fine a una carriera quasi senza precedenti nella storia militare americana. MacArthur è stato un brillante comandante di divisione nella prima guerra mondiale, il più giovane capo di stato maggiore dell'esercito nella storia americana, architetto della vittoria sul Giappone nella seconda guerra mondiale, capo dell'occupazione alleata del Giappone e primo comandante supremo mai nominato dalle Nazioni Unite. Le sue truppe in Corea erano oltre il 38° parallelo e all'offensiva quando da Washington crepitò nell'aria la notizia che era passato.

La prima reazione al licenziamento di MacArthur è stata riassunta da due senatori degli Stati Uniti.

Parlando per i sostenitori di MacArthur, il senatore Joseph R. McCarthy, (R.-Wis.) ha detto: "Questa è forse la più grande vittoria che i comunisti abbiano mai ottenuto". Il senatore Robert S. Kerr, (D.-Okla.), che è stato critico nei confronti di MacArthur, ha dichiarato: "Per assicurare la vittoria i nostri leader militari devono lavorare come una squadra".

Apparentemente l'azione del signor Truman è stata una sorpresa per tutti a Londra, tranne forse per i funzionari di più alto livello. Gli inglesi, che hanno sollecitato una pace negoziata in Corea, hanno sentito che MacArthur stava mettendo a repentaglio le possibilità per essa con le sue dichiarazioni politiche. Da tempo fanno proteste informali a Washington.

La Casa Bianca ha reso pubblici una serie di messaggi che sono passati tra i capi di stato maggiore congiunti a Washington e Mac-Arthur. Hanno rivelato parte della storia interna di ciò che sta accadendo da mesi nella discussione su come condurre la guerra di Corea.

Il 6 dicembre dello scorso anno, il presidente Truman ha cercato di mettere a tacere MacArthur sulla questione diplomatica. Ma fallo in un modo carino. Ha inviato un ordine generale ai comandanti militari americani e ai funzionari civili di tutto il mondo e non ha individuato Mac-Arthur. Diceva: "Alla luce dell'attuale critica situazione internazionale, e fino a mio nuovo avviso scritto, desidero che ciascuno di voi prenda provvedimenti immediati per ridurre il numero di discorsi pubblici relativi alla politica estera o militare fatti da funzionari di i dipartimenti e le agenzie del ramo esecutivo. Questo vale per i funzionari sul campo così come a Washington. Nessun discorso, comunicato stampa o altra dichiarazione pubblica in materia di politica estera dovrebbe essere rilasciata fino a quando non ha ricevuto l'autorizzazione dal dipartimento di stato".

Il 25 marzo, ora dell'Estremo Oriente, MacArthur ha rilasciato una dichiarazione che a quanto pare Washington riteneva violasse la direttiva del presidente.

Ha fatto un viaggio in Corea e ha rilasciato una dichiarazione su come stava andando la guerra. Poi si offrì di incontrare il comandante militare comunista in una conferenza sul campo di battaglia per cercare di risolvere la guerra.

Lo stesso giorno i capi di stato maggiore congiunti lo hanno preso di mira. Questa volta non c'erano dubbi di chi stessero parlando. Il messaggio, indirizzato "Personal for MacArthur", diceva:

"Il Presidente ha disposto che si richiami la Sua attenzione sul suo ordine trasmesso il 6 dicembre 1950. In considerazione delle informazioni fornitele il 20 marzo 1951. ogni sua ulteriore dichiarazione dovrà essere coordinata come prescritto dall'ordinanza del 6 dicembre . Il presidente ha anche ordinato che nel caso in cui i capi militari comunisti richiedano un armistizio sul campo, lei riferisca immediatamente il fatto ai capi di stato maggiore congiunti per istruzioni".

Il 5 aprile il Registro del Congresso riportava una lettera che MacArthur aveva scritto il 20 marzo al leader repubblicano della Camera Joseph Martin. MacArthur ha chiesto un secondo fronte nella guerra di Corea un'invasione della terraferma cinese da nazionalista del Generalissimo Chiang Kai-shek, truppe di guarnigione su Formosa.

Il clamore tra gli avversari di MacArthur, in particolare britannici e francesi, salì a un nuovo massimo. Le proteste sono state fatte a Washington sulla base del fatto che MacArthur stava facendo dichiarazioni incendiarie che mettevano a repentaglio le possibilità di una pace negoziata.

L'impatto del licenziamento di MacArthur è stato pesante in Giappone. La guerra di Corea aveva messo in secondo piano il fatto che Mae-Arthur avesse praticamente governato il Giappone dal giorno in cui accettò la resa giapponese sul ponte della corazzata Missouri, il 2 settembre 1945.


Patton in Corea/MacArthur alla Casa Bianca

Direi che dipenderebbe da quanto se un Patton fosse cambiato dalla seconda guerra mondiale. Ha avuto diversi anni per guardare indietro alle sue esperienze ea quelle di altri generali. Avrà anche uno staff diverso da quelli che hanno servito sotto di lui nella seconda guerra mondiale o se qualcuno che ha servito sotto di lui nella seconda guerra mondiale viene inviato a lavorare con lui in Corea, le probabilità sono che sarebbero un grado o due più in alto. Un giovane capitano potrebbe non avere l'esperienza o il coraggio di scuotere la barca. Un maggiore esperto o anche un tenente colonnello appena promosso che è rimasto in servizio attivo o riserve attive ed è andato a un college del personale dalla seconda guerra mondiale potrebbe essere più disposto o a suo agio a parlare.

Patton è ancora subordinato a MacArthur, ma a differenza di Walker che era un tenente generale, ottenendo solo la sua quarta stella postuma, Patton ha il leggero vantaggio di essere un generale a quattro stelle.

Patton, per qualsiasi difetto avesse l'uomo, non era un idiota. Qui è fuori gioco da qualche anno, e da quando è entrato le cose sono cambiate. Nuova tattica, nuovo equipaggiamento, nuovo allenamento. Sarebbe andato a caricare alla cieca, o sarebbe stato disposto ad ascoltare i suoi subordinati. Il solo accesso a cose come gli elicotteri è un grande cambiamento rispetto alla seconda guerra mondiale. O avere accesso a radio migliori, più piccole e più portatili.

Dipende da cosa arriva al risultato finale della timeline. La Corea del Nord viene schiacciata e cessa di esistere. Un cessate il fuoco più o meno come l'OTL, forse con i cinesi e i nordcoreani che sono stati insanguinati peggio. Una Corea divisa alla fine più o meno come l'OTL, forse solo con le forze USA/ROK/ONU che prendono qua e là nuove miglia quadrate extra di immobili.

MorsoNibbleChomp

Sotto forma di molte persone
In tutte le panoplie del tempo
Ho visto la visione seducente?
Della Vittoria Cameriera, sublime.

Il presidente Harry Truman si accigliò mentre guardava il pezzo di carta che gli era stato messo davanti. Aveva quattro nomi, le quattro persone che l'esercito pensava sarebbero state le migliori per sostituire Walton Walker. Aveva chiesto l'elenco non appena aveva ricevuto la brutta notizia dal Giappone - sebbene i vertici dell'esercito fossero più che capaci di selezionare un comandante sul campo da soli, la guerra in Corea era tanto un lavoro politico quanto militare . Sebbene avesse il Segretario di Stato e due dei generali più alti del paese alla Casa Bianca, questa era una decisione che solo lui avrebbe preso. Il dollaro si è fermato qui.

MAJ. GEN. MATTHEW RIDGWAY
GEN. MARCO CLARK
BRIGANTINO. GEN. WILLIAM DEAN
Poi, scritto a mano in basso, in un'aggiunta ovviamente dell'ultimo minuto,
George Patton

"Parlami delle opzioni, generale." disse Harry Truman.
"Ridgway è il mio vice da circa un anno", ha esordito J. Lawton Collins. “Durante l'ultima guerra comandò il XVIII Airborne Corps a Bulge e fu destinato a comandare un corpo durante l'invasione del Giappone. Tutti quelli con cui ho parlato concordano sul fatto che sia un ufficiale esemplare.
“Clark era il nostro comandante in capo in Italia ed è l'unico uomo in quella lista ad aver comandato un gruppo d'armate. È stato anche il più giovane a cui è stato assegnato il grado di quattro stelle e ho grande fiducia nelle sue capacità in campo”. disse Collins.
"Clark ha anche prestato servizio nelle forze di occupazione in Germania e ha una certa esperienza di negoziazione con i comunisti". Dean Acheson ha aggiunto. “Mi aspetto che sia la migliore opzione che abbiamo per vincere una pace.
"Prima dobbiamo vincere la guerra". ha sottolineato Truman. "Continua."
"Il generale Dean comandava una divisione in Francia e attualmente comanda la maggior parte delle nostre unità in Corea". Collins continuò. “Anche se è l'uomo più giovane e meno esperto in quella lista, la sua familiarità con le condizioni di combattimento in Corea funzionerà meglio a suo vantaggio. "
Truman tirò fuori una penna e tracciò una riga sul nome di Dean prima che Collins potesse finire. “Abbiamo combattuto lì per una settimana ed è stato un gran casino. Abbiamo bisogno di qualcuno con esperienza. Considera Dean per un posto nel corpo, se uno si apre.
"Questo ci lascia con Patton." disse Collins. “Sono sicuro che sai tutto di lui. Gli piaceva vantarsi che la Terza Armata guidava più lontano e più veloce di qualsiasi altro esercito americano nella storia, e poi si ritirò quando non gli fu assegnato il comando del Pacifico nel giugno del 1945. Dopo ciò, è caduto fuori dalla mappa, per quanto mi riguarda. so che per alcuni anni ha allenato squadre di polo in California”.
"Sembra giusto." ha dichiarato Truman. "Ho ricevuto una lettera da sua moglie che chiedeva di dargli un comando due settimane fa."
"Politicamente, è di gran lunga l'opzione più pericolosa". disse Acheson. "FDR lo ha quasi licenziato due volte per aver parlato con lui, ed era ancora più convinto di Winston Churchill che avremmo dovuto combattere contro i russi subito dopo il giorno della VE".
"L'ho aggiunto alla lista solo perché mi è stato detto che Walker lo ha richiesto". disse Collins. "Walker era un uomo della Terza Armata, e non ho mai incontrato un generale così determinato a essere come il suo vecchio capo come lui."
"Brad, non hai detto niente." Truman se ne accorse. "Cosa ne pensi?"
"Patton era... difficile da lavorare." ha detto Bradley dopo aver trovato una parola adatta. “Lui era il mio capo e poi io ero il suo. Non mi importava molto dell'uomo personalmente. Pensa alla guerra come se fosse un gioco o un pezzo di teatro, mettendosi sempre in mostra ed essendo drammatico. Tuttavia potrebbe essere proprio l'uomo di cui abbiamo bisogno in Corea".
"In quale modo?" chiese Truman.
“Beh, quando siamo sbarcati in Nord Africa l'esercito era un disastro. La disciplina era scarsa e nessuno sapeva cosa stessero facendo. Furono mandati a Kasserine, dove i tedeschi li masticarono e li sputarono. Poi arrivò George e nel giro di due settimane erano tra i migliori soldati che avessi mai visto. Qualche anno fa ho detto che ha ottenuto più lavoro da uno staff mediocre di chiunque altro nell'esercito, e può fare qualcosa di simile anche con i soldati. Molti di loro lo odieranno per questo, ma per Dio lui sa come far combattere gli uomini”.
"Qualcosa delle ultime due settimane mi ha detto che potremmo averne bisogno." Collins ha aggiunto. “I tagli al budget sono stati un inferno per l'esercito. La scorsa settimana abbiamo inviato la Task Force Smith per cercare di fermare i nordcoreani. Non riuscivano nemmeno a rallentarli. Abbiamo bisogno di attrezzature e ne abbiamo bisogno, ma abbiamo anche bisogno di qualcuno che possa trasformare di nuovo quegli uomini in soldati”.
“Vale la pena rischiare? Politicamente, intendo». chiese Truman.
"Non c'è modo di saperlo con certezza." Bradley ha ammesso. “Credo che staremo bene comunque. Non so come abbia fatto, ma è rimasto zitto da quando ha lasciato l'Europa".
"Ottimo." disse Truman. «Patton ha il comando dell'Ottava Armata dal giorno in cui arriva. Taglia gli ordini di conseguenza.”

Quindici minuti dopo, era al telefono con Patton. “Generale, ho un nuovo comando per te. Ottava Armata in Corea, non appena potrai essere portato lì".
"Grazie mille, signor Presidente." Patton ha risposto. "Quali sono i tuoi ordini?"
“Aspetta che l'Air Force mandi qualcuno a farti salire su un aereo. Una volta arrivato a Tokyo, fai rapporto direttamente al generale MacArthur. A meno che le Nazioni Unite non decidano diversamente, hai piena libertà di agire a sud del 38° parallelo, ma ti è vietato attraversarlo”. disse Truman. «E tieni la bocca chiusa sui russi. Questa è una guerra limitata e mi aspetto che rimanga tale".
"Farò del mio meglio, signore." Patton ha promesso.
"Nient'altro che io possa fare per te?" chiese Truman.
“Se riesci a ottenerli, vorrei che alcune persone venissero aggiunte al comando. John Mims, il mio vecchio autista. William George Meeks, il mio aiutante. Erano entrambi sergenti». disse Patton, mentre Truman annotava i nomi. «Il generale Walter J. Muller, G4, e Creighton Abrams, che era colonnello l'ultima volta che l'ho visto, e per giunta molto bravo. Lo voglio come capo di gabinetto".
"Li avrai." Truman ha promesso. Mentre riattaccava, gli parve di sentire il vecchio generale mettersi a piangere.

Il lunedì mattina era luminoso e soleggiato, con a malapena una nuvola da vedere su Tokyo. Douglas MacArthur era seduto alla sua scrivania leggendo una lettera di un uomo d'affari giapponese che lo ringraziava per aver rilanciato l'attività. Letteralmente in questo caso: la fabbrica era stata bruciata in uno dei bombardamenti incendiari su Tokyo poco prima che le bombe atomiche venissero sganciate. Ora stava facendo una sorta di rifornimenti per l'esercito che combatte in Corea (cosa esattamente MacArthur non era sicuro, uno dei suoi uomini della logistica aveva fatto l'ordine e non aveva mai sentito parlare di questa particolare fabbrica fino ad oggi). Come tutto nelle ultime tre settimane, anche questo stava riportando la sua attenzione sulla Corea.
Fino a poco tempo fa, MacArthur non si era affatto preoccupato della Corea. La sua autorità come comandante supremo delle potenze alleate era terminata sulla costa coreana, mentre una serie di altre persone era stata incaricata di occuparsi degli affari nella stessa Corea del Sud. Evidentemente non avevano fatto un ottimo lavoro, dato che l'esercito della ROK non meritava più di essere chiamato un esercito. I suoi pensieri sulla guerra stessa erano contrastanti: da un lato, distraeva dai suoi sforzi per democratizzare e ricostruire il Giappone. Dall'altro, era l'ultimo regalo di Marte a un vecchio guerriero e la possibilità di vincere una gloria senza pari. Operazione "Chromite", seduta in una cartella da qualche parte nell'ufficio di "Pinky" Wright pronta per essere trasformata da una bozza in un piano di battaglia.
Sembrava che Marte avesse distribuito molti più doni del solito. Non appena aveva telegrafato a Washington che il generale Walker era stato gravemente ferito, il presidente Truman aveva deciso di interferire, insistendo affinché scegliesse il prossimo comandante dell'Ottava Armata. Il giorno seguente, a MacArthur fu detto che Patton sarebbe arrivato in Giappone il 16, verso il tramonto. La notizia non è stata particolarmente gradita: Patton era una prima donna, e se la sua esibizione in Europa era qualcosa da fare, probabilmente avrebbe causato molto dolore a tutti i suoi superiori. Non aveva detto a Marshall che non voleva far parte della teatralità di Patton fin dalla pianificazione dell'invasione del Giappone? Tuttavia, gli ordini erano ordini, ed era ovvio che Truman non avrebbe lasciato che questo venisse ignorato.
Quando Patton è arrivato per la sua riunione delle 09:30, ha fatto un saluto che avrebbe impressionato il più duro dei sergenti istruttori e ha superato di gran lunga gli standard molto più rilassati di MacArthur. Forse non sarebbe poi così male, dopotutto.
"Siediti." disse MacArthur mentre si appoggiava allo schienale della sua sedia. "Quanto bene ricordi il 1918?"
"È stato tanto tempo fa, signore." ha detto Patton.
"Così è stato." MacArthur accettò, ripensando al suo ultimo incontro con il suo nuovo subordinato. “Un giorno fuori dalle trincee, con le granate che scoppiavano tutt'intorno a noi, ho incontrato un giovane maggiore nel bel mezzo di un attentato. Mentre tutti gli uomini intorno a noi si stavano riparando, si fermò di fronte a me. Senza paura. Quel giovane maggiore eri tu, George. Non ho mai dimenticato quel momento".
Anche Patton ricordava quell'incontro, e anche che all'epoca aveva ricoperto il grado di tenente colonnello, ma MacArthur era già alzato dalla sedia, continuando il suo discorso.
«Chiederò a te e al resto dell'Ottava Armata di essere senza paura come lo eri in Francia. Il nemico attualmente detiene l'iniziativa e fino a quando i sudcoreani non impareranno a resistere e combattere, o non arriveranno rinforzi dall'America, mi aspetto che la situazione rimanga tale. A tal fine, devi condurre una ritirata combattente verso Pusan, mantenendo il fronte il più avanti possibile mentre uomini ed equipaggiamento arrivano per stabilizzare la linea. Ho richiesto cinque divisioni aggiuntive a Washington e il 1° Cavalleria atterrerà nella penisola domani per unirsi alle forze esistenti lì”.
MacArthur vide gli occhi di Patton illuminarsi alla menzione della cavalleria. "Hai iniziato la tua carriera con la cavalleria, se non sbaglio?"
"Giusto." ha detto Patton. "Anche se suppongo che non ci siano più troppi cavalieri in quella tenuta."
"Ora è un'unità di fanteria completa." MacArthur ha confermato. “Ma anche se fossero montati, li metterei comunque in riga. Non abbiamo abbastanza uomini di nessun tipo in questo momento. Ho spogliato le forze di occupazione di tutto tranne il minimo assoluto, dandoci circa un quarto della forza stimata del nemico. Forse la metà se le unità ROK mantengono la coesione. Fino a quando non arriveranno i rinforzi dall'America, agiremo in svantaggio. Non appena lo faranno, li trasferirò al tuo comando.
"Spero che non avrai obiezioni a un attacco?" chiese Patton.
«Ora l'Ottava Armata è tua, George. Fai quello che ritieni migliore.” MacArthur ha risposto. Dubitava che Patton avrebbe ascoltato se avesse detto "no".

Bob a Pittsburgh

Darth_Kiryan

Drago Nero98

Sconosciuto00

Bongani Il Mediocre

Germania

Ramontxo

MorsoNibbleChomp

Patton è stato al Dai Ichi solo per mezz'ora o giù di lì. Potrebbe non essere stato sufficiente a causare danni strutturali estremi

Cosa intendi per autoproiezione? MacArthur non è nessuna di queste cose. Proprio nessuno.
- Firmato, un tizio che lavora al Dai Ichi ed è membro del fan club MacArthur
- A proposito, il nome di quel tizio non è "Bite"

ATL MacArthur è esattamente lo stesso di OTL MacArthur fino al punto in cui Patton è entrato nella stanza (tranne per circa 5 minuti nel 1945 quando disse a Marshall che non voleva che Patton invadesse il Giappone). Non sta facendo alcuna auto-riflessione.Qualcosa mi dice che se gli fosse stato ordinato di fare qualcosa, lo farebbe fare a uno dei suoi compari per lui.

Non ne farò uno per l'arrivo immediato di Patton - quei primi giorni sono abbastanza impegnati, e mentre Patton è un grande nome dubito che il suo appuntamento da solo sarebbe sufficiente per Stalin o Mao per avere un attacco di panico. L'ONU non ha ancora dato spettacolo sul campo di battaglia.
Forse più tardi, se riesco a trovare una buona ragione, potrei includere qualcosa dal lato comunista (non voglio troppi però - una grande parte della guerra di Corea era quanto poco le Nazioni Unite sapessero su cosa stavano facendo i comunisti) .

Regno Trino

M0585

MorsoNibbleChomp

Ho combattuto per il mammut fresco,
Ho combattuto per nuovi pascoli,
Ho elencato i sussurri
Quando l'istinto del trekking è cresciuto.

Nessuno sapeva di chi fosse stata l'idea di allestire un gigantesco Stars and Stripes vicino alla pista di atterraggio di Pusan. Chiunque fosse aveva convinto il comandante della base, e poi aveva deciso di invitare la stampa e tutti i soldati che si potevano trovare in città. In poco tempo, metà della parte libera della Corea sapeva che Patton avrebbe tenuto un discorso al suo arrivo nel paese prima che lo facesse il generale. Sapeva che questi primi giorni in Corea sarebbero stati inimmaginabilmente impegnativi - la linea del fronte o caotica o addirittura sbriciolata quasi ovunque - ma decise che un breve discorso avrebbe potuto dare alle truppe il buon calcio nei pantaloni di cui alcuni di loro sembravano aver bisogno. Tutto dipendeva dal morale. In un esercito, doveva. E questo aumenterebbe il morale meglio di quanto possa sperare qualsiasi urlare agli ufficiali.
"A proprio agio!" Egli ordinò. La folla contava probabilmente diverse centinaia, molte delle quali dell'Aeronautica Militare, ma la schiera di microfoni di fronte a lui avrebbe trasmesso questo discorso a chiunque avesse una radio.
"Poco prima del D-Day, ho detto che nessun bastardo ha mai vinto una guerra morendo per il suo paese". ha annunciato Patton, ricevendo molte risate dal pubblico. "Era vero allora e sicuramente è vero adesso."
“Sono stato in Asia solo per mezza giornata e mi è già stato detto di una nuova parola che qualche figlio di puttana giallo ha provato ad aggiungere alla nostra lingua. 'Bugout'. Voglio che tutti voi dimentichiate subito quella parola. Non esiste. Le uniche persone che sanno usare questa parola sono i codardi, e l'America non è una nazione di codardi. L'America è una nazione di uomini coraggiosi.
«Siamo qui perché alcuni di quei dannati comunisti sembrano aver dimenticato cosa sanno fare uomini coraggiosi come te. Ora li mostreremo. L'Ottava Armata non sta tornando indietro. Andremo avanti, e avanti tutto il tempo! Se i comunisti non se ne vanno e corrono indietro attraverso il 38esimo, li investiremo con i nostri carri armati e poi getteremo le loro budella nella Corea del Nord. So che molti di voi non vogliono altro che uscire di qui. La strada per farlo passa direttamente a Seoul, quindi prima possiamo catturarlo, prima tutti possono tornare a casa.
“C'è un'altra cosa che voglio che ricordi. Tre settimane dopo l'inizio della Grande Guerra, il Kaiser era preoccupato di essere fuggito dalla Prussia, quindi ha ritirato il maresciallo Hindenburg dal ritiro e quasi immediatamente ha vinto una straordinaria vittoria. Siamo a tre settimane da questa lotta ora. Non ho l'età di allora Hindenburg, ma ho intenzione di fare la stessa cosa.
"È un onore essere il tuo nuovo comandante." Patton finito. "Non vedo l'ora di condurvi meravigliosi ragazzi in battaglia e alla vittoria!"

Quando scese dal palco improvvisato, Patton fu accolto da due degli uomini che aveva chiesto a Truman di aggiungere al suo comando. I sergenti maggiori John Mims e William Meeks erano entrambi in Corea da alcuni giorni ea un certo punto avevano ricevuto l'ordine di Pusan ​​dopo che a Patton era stata assegnata l'ottava armata. A differenza di quasi tutti alla base aerea, le loro scarpe brillavano e le loro uniformi erano in perfette condizioni. Patton era certo che fossero gli unici due sulla base, probabilmente in tutta la Corea, ad indossare cravatte.
"È bello rivederla, signore." disse Mims dopo aver salutato.
"È bello essere tornati." ha detto Patton. "Dov'è la jeep?"
"Solo laggiù." rispose Mims, indicando la strada. "Immagino che tu voglia andare a Taegu?"
"No, in realtà mi piacerebbe andare al fronte." decise Patton mentre si avviavano verso la jeep. "Dov'è quello in questo momento?"
"La 24a Divisione - che è l'unità del generale Dean - sta attualmente combattendo intorno a Taejon, circa a metà strada tra qui e Seoul". ha detto Meeks. “Il 25, sotto il generale Kean, è attualmente in posizione vicino a Sangju, a circa quaranta miglia a est di Taejon. Il resto della linea è presidiato dalle truppe ROK, tra Yongdok sulla costa orientale e Kunsan a ovest.
Meeks aveva in mano una piccola cartella che sembrava piena di carte. "Cosa c'è dentro?" chiese Patton.
«Rapporti da quello che sarebbe stato il quartier generale del generale Walker, signore.» Meeks ha risposto. "E una mappa."
Patton diede un'occhiata alla mappa, che ovviamente era stata stampata di recente, e si accigliò. “Taejon, dici? Ciò significa che i comunisti hanno invaso quasi i due terzi del paese in tre settimane?"
"Questo è quello che mi è stato detto, signore." Meeks ha confermato.
“Allora voglio andare a Taejon. Sembra che ogni strada in quella parte del paese la attraversi dritta”. ha detto Patton. "Telefona a Dean per dirgli che vengo."
"Non posso farlo, signore." ha detto Meeks. "Potremmo essere in grado di metterlo alla radio, ma quasi tutte le linee telefoniche al fronte sono fuori uso".
"Perché diavolo?" chiese Patton.
"Non lo so per certo, signore." ha detto Meeks. "Molto probabilmente i guerriglieri comunisti stanno interferendo con le nostre comunicazioni".
"Suppongo che lo scopriremo quando avremo trovato il generale Dean, allora." ha detto Patton. “John, portaci al comando di Dean il più velocemente possibile. Sono di fretta."
"Lo capisco, signore." Ha detto Mims, avendo ricevuto un ordine del genere almeno mille volte in Europa. “Farò del mio meglio, ma potremmo non essere in grado di muoverci velocemente come abbiamo fatto in Francia. Questa strada è una delle migliori in Corea, e la maggior parte delle altre è molto peggio".
Quando Patton salì sulla jeep, guardò quella che il sergente chiamava una delle migliori strade della Corea. In realtà era una strada sterrata dura e larga non più di sei metri.
Con le cattive strade, le vittorie nemiche al nord e un esercito chiaramente indisciplinato, il generale avrebbe potuto giurare di essere caduto indietro nel tempo di otto anni e in qualche modo di essere sbarcato in Nord Africa.

Anche con il sergente Mims che guidava a velocità molto superiori a quelle per cui erano state progettate le cattive strade coreane, il viaggio a Taejon durò quasi due ore, frustrando notevolmente il generale Patton. Aveva sperato di visitare entrambe le divisioni statunitensi, passare un po' di tempo al fronte e tornare al quartier generale dell'Ottava Armata a Taegu entro il tramonto. Nel 1500, era chiaro che la 25a divisione non avrebbe visto il loro nuovo comandante.
"Qual è il problema questa volta?" chiese Patton quando Mims fu costretto a rallentare la jeep a passo d'uomo per la quarta volta.
"Rifugiati, sembra." Mim ha risposto. "La prima linea è solo a circa dieci miglia più avanti."
"Fermi la macchina, sergente." Patton ha ordinato una volta che ha visto bene la folla di coreani sulla strada. Sicuramente erano civili che cercavano di scappare da Taejon, probabilmente due o trecento in tutto. Malnutriti e disorganizzati, non si muovevano molto velocemente. Alcuni di loro avevano carri trainati da muli che avevano poco interesse a muoversi, altri portavano i loro averi sulle spalle. Occupavano tutti i diciotto piedi della larghezza della strada. I campi di riso su entrambi i lati della strada assicuravano che nessuno si sarebbe allontanato.
Un paio di parlamentari erano in un'altra jeep che aveva seguito quella di Patton. Il generale fece loro cenno di avvicinarsi.
"Di cosa ha bisogno, signore?" Uno ha chiesto.
"Fai sgombrare questa dannata strada." ha detto Patton. "Nessuno di voi parla coreano?"
"No signore." Entrambi hanno risposto.
Patton imprecò, ma non fu troppo sorpreso. Quasi nessuno parlava la lingua, tanto meno la coppia di ragazzini che dovevano essere passati direttamente dal liceo all'esercito.
"Imparalo." disse loro Patton. Poi si rivolse ai profughi, che avevano smesso del tutto di muoversi. "Fuori strada!" egli gridò. "Ora!"
Alcuni coreani si sono arrampicati con riluttanza nelle risaie, ma la maggior parte è rimasta lì. Patton stava per ripetere i suoi ordini quando un uomo coreano sulla cinquantina si fece avanti dalla folla.
"Signore, gli animali non possono entrare nel riso." Egli ha detto. Il suo inglese non era molto buono - Patton sospettava che una volta avesse combattuto per i giapponesi e l'avesse imparato in un campo di prigionia.
“Non me ne frega niente degli animali. Ho bisogno della tua gente fuori strada. Anche gli animali». ha detto Patton.
Il coreano ha ripetuto gli ordini di Patton al resto dei rifugiati, il che ha fatto sì che circa la metà di loro si allontanasse dalla jeep, anche se non così lontano dalla strada come avrebbe voluto. Stava per tornare alla macchina quando notò un altro ragazzo, che aveva uno zaino militare dall'aspetto insolitamente rigido.
"Fammi vedere!" chiese Patton.
I due coreani – il vecchio che ora faceva da interprete a Patton, e il ragazzo – discussero nella loro lingua per un minuto, poi il ragazzo offrì il pacchetto.
Patton lo prese: aveva ricevuto rapporti secondo cui i comunisti avevano incluso spie nelle colonne dei rifugiati. Gli zaini dell'esercito americano erano difficili da trovare quanto la sporcizia, ma sospettava documenti o armi o qualcosa che potesse essere utile a un agente nordcoreano. Invece trovò alcune lattine di razione C, un libro che avrebbe potuto essere la Bibbia e un pezzo di filo di rame che spiegava perché lo zaino sembrava così rigido. Non appena vide il filo, lo strappò e gettò il pacco a terra.
"Dove diavolo l'hai preso?" sollevò il pezzo di filo per non lasciare dubbi su cosa intendesse.
"Fuori strada." I coreani alla fine hanno spiegato.
"Rubato allora." ha detto Patton. Si è rivolto ai parlamentari. “Non appena arriviamo a Taejon, voglio che si diffondano notizie su ogni lembo di territorio che controlliamo. Chiunque venga sorpreso a rubare il nostro cavo telefonico deve essere fucilato. Ordine permanente per il resto della guerra”.
Non appena l'ordine è stato dato, la faccia del coreano più anziano si è abbassata. "Gli sparerai?" chiese.
"Devo." disse Patton, prendendo uno dei suoi revolver. Il ragazzo non poteva avere più di undici anni e chiaramente non aveva più oggetti, quindi provava un po' di simpatia per lui. "Basta portarlo fuori di qui."
Con i parlamentari che hanno aiutato a togliere i rifugiati dalla strada, il percorso è stato quasi del tutto spianato. L'unica eccezione era un mulo che chiaramente si rifiutava di avvicinarsi alle risaie. Patton a questo punto sentiva di aver perso abbastanza tempo da queste parti. Invece di sprecare altro, tirò fuori il revolver e infilò due proiettili nel cranio del mulo. Più di alcuni coreani rimasero senza fiato. I parlamentari non avevano bisogno di sentirsi dire di trascinare il cadavere fuori strada.
"Non sarò trattenuto a causa di un somaro che affolla le nostre strade." Era l'unica spiegazione che avrebbe mai dato per le sue azioni. “Deputati, aggiungete a quel messaggio che ho dato un minuto fa. A partire da stasera, nessun profugo sulle strade dopo il tramonto e nessun animale su strade più larghe di dodici piedi. Gli animali possono essere fucilati a vista".
"Capito, signore." Hanno risposto.
"Allora ripetimelo." ha detto Patton. Finora non aveva ancora visto nessuno seguire questa pratica in Corea, anche se era il modo migliore che conosceva per assicurarsi che un ordine venisse seguito.
“Chiunque venga sorpreso a rubare cavi telefonici, o qualsiasi animale su strade più larghe di dodici piedi, deve essere fucilato a vista. Ai rifugiati è vietato uscire dalle strade dopo il tramonto”. Il parlamentare ha risposto.
"Molto bene." ha detto Patton. Senza aggiungere altro, risalì sulla jeep e fece cenno a Mims di proseguire.


Ricordando il generale Douglas MacArthur: ‘Non ci possono essere compromessi con il comunismo ateo’

Il 25 luglio 1951 il generale Douglas MacArthur si rivolse alla legislatura dello stato del Massachusetts a Boston:

Non è di alcuna minaccia esterna che mi preoccupo, ma piuttosto di forze insidiose che operano dall'interno che hanno già così drasticamente alterato il carattere delle nostre libere istituzioni - queste istituzioni che prima salutavamo come qualcosa di indiscutibile - quelle istituzioni che chiamavamo con orgoglio lo stile di vita americano.

Il presidente Harry Truman, che non voleva confrontarsi con i comunisti cinesi nella guerra di Corea, prese la decisione incredibilmente impopolare di rimuovere il generale Douglas MacArthur. Truman ha invece introdotto la strategia del "contenimento" che ha condannato milioni di persone a vivere sotto il totalitarismo comunista. MacArthur non era d'accordo, affermando: “È fatale entrare in una guerra senza la volontà di vincerla” e “In guerra non c'è alcun sostituto per la vittoria.”

… La principale di queste forze è quella direttamente, o anche più frequentemente indirettamente, alleata con il flagello del comunismo imperialista. Si è infiltrata in posizioni di fiducia e responsabilità pubbliche: nel giornalismo, nella stampa, nella radio e nella scuola.

Cerca attraverso la manipolazione segreta del potere civile e dei media di informazione e istruzione pubblica di pervertire la verità, compromettere il rispetto per i valori morali, sopprimere la libertà umana e il governo rappresentativo e alla fine distruggere la nostra fede nei nostri insegnamenti religiosi. … Questa forza malvagia, senza base spirituale né standard morale, raduna gli elementi anormali e subnormali tra la nostra cittadinanza e applica una pressione interna contro tutte le cose che riteniamo decenti e tutte le cose che riteniamo giuste.

Come è successo lì, può succedere qui. … Non ci può essere compromesso con il comunismo ateo, nessuna via di mezzo nella conservazione della libertà e della religione. Deve essere tutto o niente.

MacArthur ha avvertito nel suo discorso di addio al Congresso, 19 aprile 1951:

La minaccia comunista è globale … In nessun caso Formosa (Taiwan) deve cadere sotto il controllo comunista … … Bisogna comprendere i cambiamenti nel carattere e nella cultura cinese … La Cina, fino a 50 anni fa … 8230 seguì i principi dell'ideale confuciano della cultura pacifista.

All'inizio del secolo, sotto il regime di Chang Tso Lin, gli sforzi … produssero l'inizio di una spinta nazionalista. … Questo ha prodotto una nuova e dominante potenza in Asia, che, per i suoi scopi, è alleata con la Russia sovietica ma che nei suoi concetti e metodi è diventata aggressivamente imperialista, con una brama di espansione e aumento di potere …

Il sostegno dei comunisti cinesi ai nordcoreani era quello dominante. I loro interessi sono paralleli a quelli dei sovietici. … Ma credo che l'aggressività recentemente mostrata non solo in Corea, ma anche in Indocina e Tibet e che punta potenzialmente verso il Sud rifletta prevalentemente la stessa brama per l'espansione del potere che ha animato ogni aspirante conquistatore fin dall'inizio di tempo.

Ci sono alcuni che, per vari motivi, placherebbero la Cina rossa. Sono ciechi alla chiara lezione della storia … che la pacificazione ma genera una nuova e più sanguinosa guerra …Come il ricatto, pone le basi per nuove e successivamente maggiori richieste fino a quando, come nel ricatto, la violenza diventa l'unica altra alternativa.

MacArthur avvertì il Congresso il 19 aprile 1951: ‘Ci sono alcuni che, per vari motivi, placherebbero la Cina rossa. Sono ciechi alla chiara lezione della storia … che la pacificazione ma genera una nuova e più sanguinosa guerra …Come il ricatto, pone le basi per nuove e successivamente maggiori richieste fino a quando, come nel ricatto, la violenza diventa l'unica altra alternativa. 8217

Douglas MacArthur è nato il 26 gennaio 1880.

Il lignaggio di entrambi i genitori era militare ed episcopaliano cristiano.

Istruito a casa da bambino, ha frequentato il liceo presso l'Accademia militare episcopale del Texas occidentale, fondata nel 1893, la cui missione è "fornire un'eccellente comunità educativa, con valori basati sugli insegnamenti di Gesù Cristo".

La scuola era simile a D.L. Il Moody’s “Moody Bible Institute” fondato sette anni prima.

Ogni giorno, MacArthur e i suoi 48 compagni di classe camminavano per diversi isolati, indipendentemente dal tempo, per frequentare la cappella mattutina della St. Paul's Memorial Church.

Ha spiegato: “Le lezioni bibliche hanno cominciato ad aprire i portali spirituali di una fede in crescita”.

Si laureò valedictorian all'Accademia militare del Texas occidentale e nel 1898 divenne cadetto all'Accademia militare di West Point, dove si diplomò come primo della classe nel 1903.

MacArthur condusse una missione di ricognizione durante l'occupazione americana di Veracruz nel 1914, per la quale fu nominato per la Medal of Honor.

Ha servito come ufficiale in Francia durante la prima guerra mondiale. Fu sovrintendente di West Point, 1919-1922. Nel 1930, all'età di 50 anni, MacArthur divenne il più giovane capo di stato maggiore dell'esercito degli Stati Uniti.

Generale a quattro stelle, si ritirò nel 1939, ma tornò nel 1941 per difendere le Filippine.

Quando il Giappone invase le Filippine, il presidente Roosevelt ordinò a MacArthur di ritirarsi in Australia. MacArthur ha lasciato le Filippine, ma non prima di aver promesso “Tornerò.”

Quando il Gen. MacArthur seppe che 10.000 prigionieri filippini e americani morirono durante la Marcia della Morte di Bataan, dichiarò, il 9 aprile 1942:

Alle madri piangenti dei suoi morti, posso solo dire che il sacrificio e l'aureola di Gesù di Nazareth è sceso sui loro figli, e che Dio li prenderà con sé.

Il 20 ottobre 1944, il generale MacArthur tornò con un esercito americano per liberare le Filippine, affermando:

Popolo delle Filippine: sono tornato. Per grazia di Dio Onnipotente le nostre forze stanno di nuovo sul suolo filippino, suolo consacrato nel sangue dei nostri due popoli.

Siamo venuti, dedicati e impegnati nel compito di distruggere ogni traccia di controllo nemico … L'ora della tua redenzione è qui … Lascia che lo spirito indomito di Bataan e Corregidor ci guidi.

In un discorso radiofonico trasmesso dalla spiaggia dell'invasione al ritorno nelle Filippine, il 20 ottobre 1944 il generale Douglas MacArthur dichiarò:

Colpisci ogni occasione favorevole. Per le vostre case e focolari, colpite! Per le future generazioni dei tuoi figli e delle tue figlie, colpisci! In nome dei tuoi morti sacri, colpisci!

Nessun cuore sia debole. Lascia che ogni braccio sia d'acciaio. La guida del Dio Divino indica la via. Segui nel Suo nome il Santo Graal della giusta vittoria!

Il generale Douglas MacArthur ha dichiarato: “In guerra, quando un comandante diventa così privo di ragione e prospettiva da non capire la dipendenza delle armi dalla guida divina, non merita più la vittoria.”

Gen. MacArthur con l'imperatore Hirohito a Tokyo: ‘Il Giappone è un vuoto spirituale … Se non lo riempi con il cristianesimo, sarà riempito con il comunismo.’

Promosso Comandante Supremo delle Forze Alleate nel Pacifico sudoccidentale, ricevette la resa del Giappone sul USS Missouri nel porto di Tokyo.

Gli uomini fin dall'inizio dei tempi hanno cercato la pace... alleanze militari, equilibri di potere, leghe di nazioni, tutto a sua volta è fallito, lasciando che l'unica strada fosse il crogiolo della guerra. La totale distruttività della guerra ora cancella questa alternativa. Abbiamo avuto la nostra ultima possibilità. Se non escogiteremo un sistema più grande ed equo, il nostro Armageddon sarà alle nostre porte.

Il problema fondamentalmente è teologico e comporta una recrudescenza spirituale (rinnovamento), un miglioramento del carattere umano che si sincronizzerà con i nostri progressi quasi ineguagliabili nella scienza, nell'arte, nella letteratura e in tutti gli sviluppi materiali e culturali degli ultimi duemila anni. Deve essere dello spirito se vogliamo salvare la carne.

Dopo la resa, il Giappone era sotto il controllo diretto dell'esercito di occupazione degli Stati Uniti guidato da Douglas MacArthur, comandante supremo delle forze alleate del Pacifico (SCAP).

Questo era diverso dall'Europa del dopoguerra, in cui la Germania era divisa in quattro zone e controllava le potenze alleate.

Il 6 settembre 1945 il presidente Truman inviò un messaggio a MacArthur: “L'autorità dell'imperatore e del governo giapponese di governare lo Stato è subordinata a te come comandante supremo delle potenze alleate. Eserciterai la tua autorità come ritieni opportuno per svolgere la tua missione”.

Il giornalista investigativo giapponese Eiichiro Tokumoto ha scritto in All'ombra dell'occupazione: il bugnato e la croce (1945): “C'è stato un completo crollo della fede in Giappone nel 1945 – nel nostro invincibile esercito, nell'imperatore, nella religione che era diventata nota come “Scintoismo di Stato”.

Le credenze shintoiste venivano insegnate nelle scuole pubbliche e permeavano la società giapponese, eccitando il fervore militarista di un antico codice di guerrieri samurai noto come Bushido, che combatteva fino alla morte, simile ai martiri della jihad islamica.

MacArthur ha avvertito: “Il Giappone è un vuoto spirituale … Se non lo riempi con il cristianesimo, sarà riempito con il comunismo".

Ha supplicato che Youth for Christ e altri ministeri inviino 10.000 missionari in Giappone: "Invia missionari e Bibbie".

Mentre si trovava a Tokyo, MacArthur leggeva quotidianamente la versione standard americana della Bibbia e aiutava a distribuire 43 milioni di Bibbie, facendola diventare un best-seller in Giappone. Ha servito come presidente onorario della prima università cristiana del dopoguerra del Giappone e ha sostenuto la diffusione del cristianesimo:

MacArthur scrisse nel 1948: “Sono assolutamente convinto che la vera democrazia possa esistere solo su un fondamento spirituale. Durerà quando poggerà saldamente sulla concezione cristiana dell'individuo e della società”.

Queste opinioni erano sostenute da Franklin D. Roosevelt, che affermò il 1 novembre 1940: “Quelle forze odiano la democrazia e il cristianesimo … Si oppongono alla democrazia perché è cristiana. Si oppongono al cristianesimo perché predica la democrazia.”

L'imperatore Hirohito offrì al governo di convertire tutto il Giappone al cristianesimo. Il professore di storia giapponese dell'Amherst College, Ray Moore, raccontò che il generale disse all'evangelista Billy Graham: "l'imperatore si era offerto di fare del cristianesimo la religione ufficiale del Giappone".

MacArthur ha preso la fatidica decisione di declinare l'offerta, ritenendo che potesse potenzialmente creare conflitto tra protestanti e cattolici, e che la conversione dovesse avvenire solo per libera scelta: “Questo più sacro dei diritti umani – adorare liberamente secondo coscienza individuale – è fondamentale per tutte le riforme”.

Come registrato in “The Faith of MacArthur: Binding Up the Wounds of a Broken Nation,” di Joseff J. B. Smith, (College at Brockport, SUNY, 05/10/2013), MacArthur ha dichiarato:

Se lo storico del futuro dovesse ritenere il mio servizio degno di qualche lieve riferimento, mi auguro che mi menzioni non come un comandante impegnato in campagne e battaglie, anche se vittorioso alle armi americane, ma piuttosto come colui il cui sacro dovere divenne, una volta che le armi furono messe a tacere, per portare nella terra del nostro nemico sconfitto il conforto, la speranza e la fede della morale cristiana...

Un'occupazione non concepita in uno spirito di vendetta o di dominio del vincitore sui vinti, ma impegnata nello scopo cristiano di aiutare un popolo sconfitto, sconcertato e disperato.

Come comandante supremo delle Nazioni Unite nella guerra di Corea, MacArthur guidò l'audace invasione di Inchon che liberò la Corea del Sud.

Promosso generale a cinque stelle, MacArthur fu comandante supremo delle Nazioni Unite durante l'inizio della guerra di Corea, effettuando un audace sbarco di truppe dietro le linee nemiche a Inchon e riconquistando Seoul.

MacArthur divenne in disaccordo con il presidente Truman che non voleva confrontarsi con i cinesi comunisti. Truman ha invece introdotto la strategia del "contenimento" che ha condannato milioni di persone a vivere sotto il totalitarismo comunista.

MacArthur non era d'accordo, affermando: “È fatale entrare in una guerra senza la volontà di vincerla” e “In guerra non c'è alcun sostituto per la vittoria.”

Truman ha preso la decisione incredibilmente impopolare di rimuovere MacArthur.

Il 19 aprile 1951, dopo il suo tour in Corea, il generale Douglas MacArthur parlò a una sessione congiunta del Congresso per annunciare il suo ritiro:

Chiudo i miei cinquantadue anni di servizio militare. Quando mi sono arruolato nell'esercito, anche prima della fine del secolo, è stato l'adempimento di tutte le mie speranze e sogni di ragazzo.

… Il mondo si è capovolto molte volte da quando ho prestato giuramento sulla pianura di West Point, e da allora le speranze e i sogni sono svaniti, ma ricordo ancora il ritornello di una delle ballate da caserma più popolari di quel giorno, che proclamava con orgoglio che i vecchi soldati non muoiono mai, semplicemente svaniscono.

E, come il vecchio soldato di quella ballata, ora chiudo la mia carriera militare e svanisco, un vecchio soldato che ha cercato di fare il suo dovere come Dio gli ha dato la luce per vedere quel dovere. Arrivederci.

MacArthur disse ai cadetti di West Point, maggio 1962:

Il soldato, prima di tutti gli altri uomini, è tenuto a praticare il più grande atto di addestramento religioso: il sacrificio.

In battaglia e di fronte al pericolo e alla morte, rivela quegli attributi divini che il suo Creatore ha dato quando ha creato l'uomo a sua immagine …

Nessun coraggio fisico e nessun istinto bruto possono prendere il posto dell'aiuto divino che solo può sostenerlo.

Per quanto orribili possano essere gli incidenti di guerra, il soldato chiamato a offrire ea dare la vita per il suo paese è lo sviluppo più nobile dell'umanità.

Il 18 gennaio 1955, un monumento fu dedicato al generale Douglas MacArthur in occasione del suo settantacinquesimo compleanno, che aveva inciso la sua dichiarazione:

“Le battaglie non si vincono solo con le armi. Deve esistere soprattutto un impulso spirituale, una volontà di vittoria. In guerra non ci può essere sostituto per la vittoria.”

Il 25 luglio 1951, il generale Douglas MacArthur disse alla legislatura del Massachusetts:

Fu lo spirito avventuroso degli americani che, nonostante i rischi e i pericoli, scolpì una grande nazione da un deserto quasi impenetrabile … che costruì il nostro quasi incredibile progresso materiale … che elevò il tenore di vita del popolo americano oltre quello mai conosciuto prima …

Questo spirito avventuroso è ora minacciato, come ai tempi del Boston Tea Party, da un onere fiscale irragionevole.

Questo sta minando l'iniziativa e le energie delle persone e lascia scarsi incentivi per l'assunzione di quei rischi che sono inerenti e inevitabili nel forgiare il progresso nel sistema della libera impresa.

Peggio ancora, sta lanciando i suoi tentacoli attorno al settore delle fasce di reddito più basso della nostra società, dal quale ora viene estorta la maggior parte del costo del governo.

Sempre più lavoriamo non per noi stessi ma per lo Stato. Nel tempo, se si lascia continuare, questa tendenza non può non essere distruttiva. Perché nessuna nazione può sopravvivere in libertà una volta che il suo popolo diventa servitore dello Stato, una condizione a cui ora siamo additati con terribile certezza …

Nulla si sa da coloro che fanno parte della suprema autorità esecutiva circa la possibilità di una riduzione o anche di una limitazione di questi crescenti costi.

Nessun suggerimento riguarda il ripristino di una parvenza di sano equilibrio. Nessun piano è avanzato per alleviare i fardelli schiaccianti che già gravano sulle persone.

Al contrario, tutto ciò che ascoltiamo sono i piani con i quali tali costi possono essere progressivamente aumentati … per un maggiore ricorso al potenziale imponibile come se le risorse disponibili fossero inesauribili.

Nel 1942, il generale MacArthur è stato nominato padre dell'anno. Ha dichiarato:

Di professione sono un soldato e ne sono orgoglioso. Ma sono più orgoglioso - infinitamente più orgoglioso - di essere un padre.

Un soldato distrugge per costruire, il padre costruisce solo, non distrugge mai. L'uno ha la potenzialità della morte, l'altro incarna la creazione e la vita.

Ha composto “A Father’s Prayer” nei primi giorni della seconda guerra mondiale mentre si trovava nel Pacifico:

Costruiscimi un figlio, o Signore, che sarà abbastanza forte da sapere quando è debole, abbastanza coraggioso da affrontare se stesso quando ha paura, uno che sarà orgoglioso e inflessibile nell'onesta sconfitta, e umile e gentile nella vittoria.

Conducilo, ti prego, non sulla via dell'agio e del conforto, ma sotto lo stress e lo stimolo delle difficoltà e delle sfide. Qui impari a resistere nella tempesta, qui impari la compassione per coloro che falliscono …

Costruiscimi un figlio il cui cuore sarà chiaro, il cui obiettivo sarà alto, un figlio che padroneggerà se stesso prima di cercare di dominare altri uomini, uno che raggiungerà il futuro, ma non dimenticherà mai il passato.

MacArthur ha avvertito in un discorso all'Esercito della Salvezza, 12 dicembre 1951, affermando:

La storia non riesce a registrare un solo precedente in cui nazioni soggette al decadimento morale non siano passate al declino politico ed economico. C'è stato o un risveglio spirituale per superare l'errore morale, o un progressivo deterioramento che ha portato al disastro nazionale finale.

MacArthur, che si considerava "un soldato di Dio oltre che della repubblica", concluse il suo discorso alla legislatura statale del Massachusetts a Boston, il 25 luglio 1951:

Dobbiamo unirci nell'alto proposito che le libertà incise sul disegno della nostra vita dai nostri antenati siano intatte e che manteniamo il coraggio morale e la guida spirituale per preservare inviolato quel possente baluardo di ogni libertà, la nostra fede cristiana.

Ricordando il generale Douglas MacArthur: ‘Non ci possono essere compromessi con il comunismo ateo’ aggiunto da World Tribune Life il 21 gennaio 2021
Visualizza tutti i messaggi di World Tribune Life &rarr


Rispondi a questa domanda

Sociale

1. Qual è stata la risposta della Corea del Nord alla minaccia del 2001 del presidente George W. Bush di fermare i negoziati? A. La Corea del Nord ha subito ceduto alla sua lista di condizioni. B. La Corea del Nord ha ripreso il suo programma nucleare. C. La Corea del Nord ha cercato

Scienze Sociali

1. Quale dei seguenti è stato un risultato della rivoluzione russa? A. I bolscevichi presero il potere.*** B. Lo zar riprese il trono. C. La Russia ha sviluppato una democrazia. D. La dittatura russa è finita. 2. Come potrebbe la Germania?

Scienze Sociali

1. cosa è successo inizialmente quando le forze dell'ONU sono andate a sostenere la Corea del sud? R. Le forze nordcoreane furono rapidamente sopraffatte. B. Le forze dell'ONU erano in inferiorità numerica e scarsamente fornite. C. I combattimenti si sono intensificati oltre i confini coreani D.

Storia

Quali descrivono accuratamente le cause della controversa relazione tra il presidente Truman e il generale MacArthur? (Seleziona tutte le risposte pertinenti) a. Truman era favorevole a una politica di contenimento del comunismo, mentre MacArthur voleva perseguire

Storia del mondo

Cosa fermò l'avanzata dell'esercito nordcoreano il 4 agosto 1950? Il generale MacArthur sbarcò nella baia di Inchon per respingere le truppe nordcoreane. Le forze americane spinsero le truppe nordcoreane a nord del fiume Yalu. nazione unita

Scienze Sociali

1. Economia di comando| Economia mista Cina, Taiwan, Corea del Sud, Corea del Nord e Giappone. inserire questi paesi nell'economia corretta 2. Dire "questo" all'interno del | | per mostrare il governo corretto per ogni paese |Autocratic|

Storia

Quale descrive i termini dell'accordo al 38° parallelo? R. Questo armistizio definì il 38° parallelo come la linea di demarcazione tra le carriere, e sebbene chiedesse il cessate il fuoco, non citava ufficialmente la fine di quel

Storia

Qual è stato il significato dell'invasione della Corea da parte dell'Unione Sovietica durante la seconda guerra mondiale? I giapponesi si arresero per paura dell'esercito sovietico. La doppia occupazione della Corea portò alla guerra di Corea. La Cina si è unita alla guerra per fornire

Storia

Estratto dal discorso di Douglas: "Credo che l'Unione possa essere preservata solo mantenendo inviolata la Costituzione degli Stati Uniti come l'hanno fatta i nostri padri. Quella Costituzione garantisce al popolo di ogni Stato

Storia

Quali opzioni descrivono accuratamente le azioni dei singoli leader che hanno plasmato il conflitto coreano? (seleziona tutte le risposte pertinenti) a. Stalin era contrario a coinvolgere i sovietici in una disputa militare con gli Stati Uniti e

Scienza

l'erosione e gli agenti atmosferici sono esempi di quale tipo di forze? a) forze costruttive b) forze distruttive c) forze gravitazionali d) forze inerziali

Geografia

Trascina e rilascia le descrizioni degli eventi in modo che corrispondano alle condizioni in ogni paese dopo la seconda guerra mondiale cina giappone corea Taiwan 1. Le forze comuniste anticomuniste sostenute da nazioni straniere entrarono in guerra qui, dividendo il paese in


Database della seconda guerra mondiale


ww2dbase Douglas MacArthur è nato nell'esercito, letteralmente. Nacque nella base dell'Arsenal a Little Rock, in Arkansas, da Arthur MacArthur, vincitore della Medal of Honor per essere stato l'ufficiale dell'esercito che guidò una coraggiosa carica su Missionary Ridge a Chattanooga durante la guerra civile. Nel 1900, Arthur MacArthur si recò nelle Filippine come governatore generale delle isole degli Stati Uniti, mentre Douglas ottenne magnifici risultati a West Point. Nel 1903 MacArthur si unì al Genio come sottotenente, dopodiché fu assegnato a suo padre come aiutante fino al 1905. Come aiutante di suo padre osservò le truppe giapponesi durante la guerra russo-giapponese, quindi fece un giro l'orlo del Pacifico. Prima della prima guerra mondiale, MacArthur aveva anche prestato servizio in America Centrale e negli Stati Uniti. Raggiunse il grado di colonnello subito dopo la prima guerra mondiale, durante la quale prestò servizio in Francia e guadagnò sette Silver Stars (un record), un francese Croix de Guerre, due medaglie al servizio distinto e due cuori viola. È stato promosso al grado di maggiore generale il 10 novembre 1918, il giorno prima della fine della guerra, il suo grado è stato ripristinato al grado di colonnello in tempo di pace. Il suo coraggio nel guidare le sue truppe della Divisione Arcobaleno in prima linea gli è valso il commento "uno degli ufficiali migliori e più coraggiosi con cui abbia mai servito" dal generale francese Henri Gouraud.

ww2dbase Durante gli anni tra le due guerre, MacArthur prestò servizio in varie località oltre a diventare il sovrintendente più giovane che abbia mai comandato West Point. I suoi metodi erano poco ortodossi nei libri dei laureati conservatori di West Point: MacArthur era noto per mettere i piedi sulla sua scrivania, permettendo ai cadetti di prendere le sigarette dal suo portasigarette d'oro (il regolamento vietava ai cadetti di fumare) e eliminando i rimproveri scritti (tutti i rimproveri sono stati fatti faccia a faccia e senza documenti scritti). Tuttavia, molti cadetti sono stati ispirati dal suo stile unico di leadership e dal suo carisma. "Aveva un modo di toccarti il ​​gomito o la spalla, alzando il mento con un leggero sussulto e riempiendogli gli occhi di un tale calore di benedizione", disse il suo aiutante maggiore William Ganoe, "ti ha fatto sentire che avresti contribuito una manna per l'intera razza umana". Per MacArthur, tutte le politiche minori significavano poco se i cadetti non venivano a conoscenza dell'onore del soldato. Ha notato nel suo libro di memorie che

I più alti standard d'onore dovevano essere richiesti come l'unica solida base per una carriera militare - un codice di condotta individuale che mantenesse la reputazione e il benessere dell'insieme - una responsabilità personale verso i suoi compagni, la sua comunità e soprattutto tutto al suo paese.

ww2dbase Dopo che il suo mandato a West Point è stato completato, sette membri del Congresso degli Stati Uniti hanno riferito con entusiasmo, osservando che

[l]e Board desidera sottolineare la sua forte approvazione per lo splendido servizio che il generale MacArthur e gli ufficiali a lui associati stanno rendendo al paese costruendo un nuovo West Point, fondato sugli insegnamenti, le esperienze e i sacrifici della guerra mondiale, e nello spirito dell'Old West Point.

ww2dbase MacArthur è stato anche uno dei primi sostenitori della mobilità, prevedendo che aerei, carri armati e sottomarini sarebbero diventati le armi chiave del prossimo grande conflitto. Riferì ai suoi superiori che la prossima guerra sarà sicuramente di manovra e movimento. La nazione che non comanda l'aria dovrà affrontare probabilità mortali. Gli eserciti e le marine per operare con successo devono avere una copertura aerea." Questo suonerebbe vero come gli eventi della seconda guerra mondiale si sono svolti circa cinque anni dopo, quando i tedeschi guerra lampo rotolato attraverso il confine tra Germania e Polonia.

ww2dbase Tra gli altri suoi incarichi tra le due guerre figura l'insolita posizione di capo del Comitato olimpico americano. Ha ispirato gli atleti come aveva fatto con i suoi soldati nella prima guerra mondiale. "Siamo qui per rappresentare il più grande paese della terra", ha detto. "Non siamo venuti qui per perdere con grazia. Siamo venuti qui per vincere, e vincere con decisione".E vincendo lo ha fatto: la sua squadra ha stabilito 17 nuovi record e ha vinto più vittorie (131 punti) rispetto alle due nazioni successive (Finlandia con 62 punti e Germania con 59 punti) messe insieme.

ww2dbase Nel 1930, i veterani in pensione si impegnarono in quella che fu soprannominata la Marcia Bonus a Washington DC, protestando per i bonus in denaro dal Congresso per alleviare la pressione affermata dalla Grande Depressione. All'inizio, la protesta è stata piuttosto pacifica, con il governo che ha fornito tende e ha persino tentato senza successo di allestire cucine su ruote (alcuni membri del Congresso hanno protestato). Tuttavia, quando la maggior parte dei veterani se ne andò, gli autori della marcia iniziarono a introdurre la violenza. MacArthur è stato portato, con le sue truppe, per controllare la folla che era cresciuta oltre le capacità della polizia. MacArthur ha descritto la necessità di usare l'esercito per disperdere la folla come il risultato di "un'attenta puntura da parte dei comunisti" che ha trasformato i manifestanti in una "folla in rivolta". Ha annunciato con orgoglio che la protesta diventata violenta è stata dispersa senza una sola vita persa e senza spargimenti di sangue significativi, ma i giornalisti hanno presto riportato alla luce la storia di un bambino soffocato dai gas lacrimogeni usati dalle truppe di MacArthur. Divenne bersaglio di attacchi politici, alcuni veritieri e altri calunniosi, un poster di MacArthur in alta uniforme che brandiva una sciabola insanguinata alla testa di una carica di cavalleria è stato distribuito. Il suo nome fu in qualche modo scagionato nel 1949 quando John T. Pace, un ex comunista americano, testimoniò davanti al Congresso di aver guidato la sezione comunista della marcia bonus e di aver ricevuto l'ordine di provocare rivolte. Disse al Congresso, mentre era sotto giuramento, che avrebbe usato ogni trucco per provocare spargimenti di sangue nella speranza che il presidente Hoover fosse costretto a chiamare l'esercito. nella speranza che questo potesse innescare la rivoluzione." Fortunatamente per MacArthur, questo non ha danneggiato la sua carriera. Fu in quel periodo che Franklin D. Roosevelt, il futuro presidente, notò il potenziale politico di MacArthur. "Douglas, penso che tu sia il nostro miglior generale," disse a MacArthur, "ma credo che saresti il ​​nostro peggior politico." Forse era un tentativo di scoraggiare MacArthur dall'entrare in politica.

ww2dbase Nel 1935, di fronte a un taglio del budget militare, MacArthur ancora una volta ha rischiato la sua carriera insultando in faccia la decisione del presidente. Ancora una volta, la sua fortuna avrebbe prevalso e il suo lavoro sarebbe stato salvato. Tuttavia, le azioni non lo avrebbero salvato dalla costruzione di nemici a Washington DC che lo volevano fuori, come vedremo in seguito.

ww2dbase Sul fronte civile, Roosevelt era noto per i suoi programmi del New Deal e MacArthur vi svolse un ruolo significativo. Come leader del Civilian Conservation Corps (CCC), ha messo al lavoro giovani disoccupati, reclutando 275.000 reclute in meno di due mesi, e li ha messi a lavorare in modo efficiente nelle foreste di tutto il paese. Durante questo periodo, aveva sotto di lui il colonnello George Marshall, al comando di diciassette campi CCC nel sud. Marshall non era tra i preferiti di MacArthur. Dopo il successo di Marshall al CCC, il generale John J. Pershing ha contattato MacArthur un favore personale per promuovere Marshall al grado di generale di brigata MacArthur, invece, ha inviato Marshall come istruttore alla Guardia Nazionale dell'Illinois. Quando Marshall divenne il superiore di MacArthur durante la seconda guerra mondiale, la loro storia personale piuttosto spiacevole ebbe un ruolo nel loro rapporto di lavoro.

ww2dbase La madre di MacArthur, Mary Pinkney Hardy MacArthur, "Pinky", ha svolto un ruolo importante nella sua carriera. Era una fonte di ispirazione infinita per lui, spingendolo a sforzarsi sempre di diventare una persona migliore. Gli ricordava costantemente di diventare un grande generale come suo padre e Robert E. Lee (Pinky nacque in una famiglia del sud che sostenne la Confederazione durante la Guerra Civile), mentre scriveva regolarmente anche ai suoi contatti a Washington come Pershing a & #34ricorda loro quando MacArthur doveva ricevere una promozione. Quando MacArthur è stato nominato capo di stato maggiore dell'esercito, Pinky ha detto a suo figlio che solo tuo padre poteva vederti ora! Douglas, sei tutto ciò che voleva essere. Era il sesto uomo a detenere tale titolo nella storia di questa posizione.

ww2dbase Nel 1935, MacArthur si ritirò dal servizio attivo quando notò la pressione politica a Washington. Dopo il suo ritiro si unì al suo vecchio amico Manuel Quezon, ora presidente delle Filippine, come suo consigliere militare, prendendo Dwight Eisenhower come suo principale aiutante. Anche se Roosevelt vedeva MacArthur come un potenziale avversario politico, come si vede dal suo commento a MacArthur dopo la marcia bonus, non poteva ignorare le capacità del generale. Dopo aver sentito la partenza di MacArthur per Manila, gli disse: "Douglas, se la guerra dovesse improvvisamente arrivare, non aspettare che gli ordini tornino a casa". Prendi il primo mezzo di trasporto che riesci a trovare. Voglio che tu comandi i miei eserciti".

ww2dbase Durante il periodo a Manila, MacArthur era sul libro paga del Commonwealth delle Filippine e non degli Stati Uniti, ma ha mantenuto i contatti con i leader dell'esercito americano a Washington. Quezon gli conferì il titolo di feldmaresciallo del suo esercito filippino mal equipaggiato, un titolo che nessun americano prima o dopo aveva mai detenuto. Ha modellato l'esercito filippino sul sistema di coscrizione cittadino-soldato svizzero che addestrava 4.000 soldati all'anno in 128 campi, con entrambi i numeri in aumento ogni anno. Stimò che ci sarebbero voluti almeno dieci anni per sviluppare una forza in grado di dissuadere l'aggressione straniera nelle Filippine, sapeva che non avrebbe avuto abbastanza tempo, ma non immaginava che l'offensiva giapponese sarebbe arrivata così rapidamente. Per i suoi sforzi nello sviluppo dell'esercito filippino, è stato criticato sia negli Stati Uniti che nelle Filippine come guerrafondaio. Nel tentativo di cancellare il nome di MacArthur, Quezon sottolinea pubblicamente che lo scopo del piano è prevenire la guerra. Il suo scopo è la pace senza battaglia." Il 27 luglio 1941, Marshall riattivò MacArthur dalla lista dei pensionati dell'esercito degli Stati Uniti e lo nominò United States Army Forces in the Far East con quartier generale a Manila, con il grado di tenente generale (MacArthur& Il grado #39 in pensione era quello di un generale a pieno titolo, quindi stranamente era in realtà una sorta di retrocessione). Era un ultimo disperato tentativo di rafforzare le difese in Estremo Oriente, ed era troppo poco e troppo tardi.

ww2dbase All'inizio della seconda guerra mondiale, l'esercito filippino di MacArthur vantava dodici divisioni addestrate, ma l'invasione giapponese nel dicembre 1941 si rivelò ancora troppo difficile da gestire per questo giovane esercito. Nonostante le ore di avvertimento (dopo l'attacco di Pearl Harbor), MacArthur non riuscì a posizionare il suo aereo in cielo, causando la distruzione a terra di un grosso dei suoi aerei, tra cui una grande forza di bombardieri B-17. Forse un errore ancora più grande che commise fu l'incapacità di immagazzinare cibo, munizioni e forniture mediche nella penisola di Bataan. Da tempo era in atto il piano soprannominato "Rainbow 5", che specificava che in caso di ostilità contro le Filippine, le forze difensive si sarebbero ritirate a Bataan, combattendo una battaglia difensiva in attesa dell'arrivo degli Stati Uniti. Marina Militare. Con questo piano in atto prima dell'offensiva giapponese, MacArthur avrebbe dovuto inviare rifornimenti a Bataan secondo i piani, ma ciò non era stato fatto. Quel processo non iniziò fino all'arrivo dei giapponesi, anche se notò lo spettacolo impressionante di "colonne infinite di mezzi di trasporto a motore" che spostavano i rifornimenti a Bataan "giorno e notte" 34, era troppo tardi.

ww2dbase MacArthur ha anche realizzato un'impresa straordinaria, tuttavia, che forse ha compensato i suoi fallimenti: ha attraversato la linea militare-civile cablando Washington, raccomandando a Washington di avviare colloqui con la Russia. La Russia potrebbe frenare l'aggressione giapponese, ragionò MacArthur, aprendo un fronte settentrionale. In retrospettiva è stato un commento saggio, poiché la dichiarazione di guerra russa al Giappone negli ultimi giorni della seconda guerra mondiale è stata una delle ragioni principali della resa del Giappone. Tuttavia, in quel momento non era nell'interesse della Russia impegnarsi in una guerra con il Giappone. Prima dell'attacco giapponese, MacArthur avviò anche colloqui con il primo ministro australiano John Curtin che sfociarono nella nota dichiarazione australiana che "senza inibizioni di alcun tipo, rendo abbastanza chiaro che l'Australia guarda all'America, libera da ogni pena per i nostri tradizionali legami con il Regno Unito". Quelle trattative tra il soldato americano e lo statista australiano hanno anche sviluppato un'amicizia tra loro. Quando MacArthur in seguito arrivò in Australia, chiese a Curtin di essere al suo fianco quando Manila sarebbe stata liberata. Curtin ha risposto che non poteva garantire che il Primo Ministro australiano sarebbe stato lì, ma "posso promettere che John Curtin sarà". la linea tradizionale che separa le autorità militari e civili, ed entrambe sono state spesso trascurate dagli storici.

ww2dbase Il 22 febbraio 1942, MacArthur salutò il suo amico Quezon, che era stato finalmente convinto a trasferire il suo governo negli Stati Uniti. Prima che Quezon salisse a bordo del sottomarino Swordfish, rimosse il suo anello con sigillo e lo infilò al dito di MacArthur. "Quando troveranno il tuo corpo," Quezon disse al suo feldmaresciallo, "Voglio che sappiano che hai combattuto per il mio paese." Tra gli oggetti caricati sul sottomarino c'era una piccola scatola contenente i MacArthur medaglie, foto, certificato di matrimonio e altri oggetti personali che MacArthur non voleva far catturare dai giapponesi.

ww2dbase MacArthur ricevette l'ordine da Washington di ritirarsi in Australia, dicendogli che da lì "assumerà il comando di tutte le truppe degli Stati Uniti"34. Gli fu data l'impressione che una forza d'invasione americana dovesse essere radunata lì, e che sarebbe stato in grado di guidare questa forza per riconquistare immediatamente le Filippine. Ha interpretato male il messaggio e Roosevelt gli ha permesso di farlo. Non c'erano forze ad aspettarlo, infatti, l'Australia aveva appena abbastanza uomini per proteggersi, con i suoi eserciti in Nord Africa che combattevano per gli interessi britannici. Clark Lee dell'Associated Press vide MacArthur pochi istanti dopo aver ricevuto l'ordine di ritirata e commentò che il generale eternamente vigoroso era "privo della fiducia che aveva sempre mostrato" (sebbene Lee non fosse a conoscenza di cosa fosse esattamente triste per MacArthur, come l'ordine di ritiro è stato classificato). Ha giocato con le dimissioni dal suo incarico nell'esercito degli Stati Uniti, rimanendo con i suoi uomini come combattente volontario, ma il suo staff ha protestato e lo ha convinto a obbedire ai suoi ordini e guidare l'esercito americano (inesistente) per salvarli. L'addio la notte dell'estrazione di MacArthur, l'11 marzo 1942, fu personale. Secondo William Manchester, l'addio più importante di "[MacArthur'] è stato quello di [Jonathan] Wainwright", il suo braccio destro nell'esercito e un amico personale. "Addio, Jonathan," disse il generale, rivolgendosi a Wainwright per nome in un modo raro. "Quando torno, se sei ancora su Bataan, ti nomino tenente generale." Wainwright ha risposto, eroicamente e ignorando completamente la promessa della promozione, "Sarò Bataan se vivo." MacArthur partì per l'Australia con un viaggio insidioso su barche PT attraverso le acque delle Filippine per Mindanao con il Motor Torpedo Boat Squadron Three di John Bulkeley. Da Mindanao, è salito a bordo di un bombardiere B-17 Flying Fortress pilotato dal maggiore Richard Carmichael per l'Australia durante il viaggio, è stato notato che tutti, incluso MacArthur, erano malati d'aria, ma la moglie di MacArthur Jean è stata scelta come capro espiatorio per il motivo per cui il gruppo ha attraversato il continente australiano in treno piuttosto che volare per il resto del tragitto. In Australia, MacArthur accettò ufficialmente la posizione di comandante supremo delle forze alleate nella regione del Pacifico sudorientale. All'arrivo, ha fatto la seguente nota ai giornalisti:

Il presidente degli Stati Uniti mi ha ordinato di sfondare le linee giapponesi e di procedere da Corregidor in Australia allo scopo, a quanto mi risulta, di organizzare l'offensiva americana contro il Giappone, il cui obiettivo principale è il soccorso delle Filippine. Sono passato e tornerò.

ww2dbase Sebbene sia stato notato piuttosto casualmente, "Tornerò" divenne il potente simbolo che fu il centro spirituale della resistenza filippina. "È stato raschiato nella sabbia delle spiagge, è stato imbrattato sui muri delle barrios, è stato stampato sulla posta, è stato sussurrato nei chiostri della chiesa", ha ricordato MacArthur. "Divenne il grido di battaglia di una grande onda sotterranea che nessuna baionetta giapponese poteva ancora fermare."

ww2dbase Dall'Australia, MacArthur ha prima diretto una scommessa ma vincente difesa di Port Moresby, e poi ha condotto una campagna da un'isola all'altra nel Pacifico meridionale. Ha descritto la sua campagna da un'isola all'altra "ha colpito loro dove non sono". Le caratteristiche più notevoli della sua campagna erano attaccare piccole guarnigioni giapponesi e far morire di fame quelle più importanti e quasi mai lasciare che il suo esercito avanzasse oltre la sua copertura aerea. Di conseguenza, la sua campagna fu notevolmente incruenta. Aveva perso circa lo stesso numero di uomini durante l'intera campagna dall'Australia alla vigilia dell'invasione delle Filippine come la singola campagna della Normandia un altro confronto ha rilevato che la sua campagna dall'Australia alle Filippine costava meno uomini di quelli che Eisenhower aveva perso nella battaglia del Difesa del rigonfiamento. Grandi guarnigioni come Rabaul rimasero quasi intatte poiché era circondato e isolato. Le truppe giapponesi su Rabaul appresero della caduta di altre guarnigioni intorno a loro, e si esaurirono nella psiche ogni giorno, ma gli invasori americani non arrivarono mai MacArthur li privò della loro capacità di combattere semplicemente aggirandoli, e nel frattempo salvando il vite di innumerevoli soldati alleati. Dopo la guerra, il colonnello giapponese Matsuichi Juio, un ufficiale dell'intelligence, commentò che durante la guerra i giapponesi odiavano la strategia di MacArthur dove lui,

con perdite minime, attaccò e sequestrò un'area relativamente debole, costruì aeroporti e poi procedette a tagliare le linee di rifornimento alle truppe [giapponesi] in quell'area. I punti di forza [giapponesi] sono stati gradualmente ridotti alla fame. Abbiamo rispettato questo tipo di strategia. perché ha guadagnato di più perdendo di meno.

ww2dbase Durante la guerra, a partire dai primi giorni dell'invasione delle Filippine da parte dei giapponesi, sviluppò la diffidenza per la Marina degli Stati Uniti, che aveva buone ragioni. Chester Nimitz e MacArthur erano entrambi territoriali con le loro giurisdizioni, e MacArthur era convinto che già negli anni prebellici esistesse un complotto per "il completo assorbimento della funzione di difesa nazionale da parte della Marina", quindi diminuire l'importanza di Generali dell'esercito. Solo gli ammiragli combattenti duri come William Halsey hanno guadagnato il rispetto di MacArthur. Questo era qualcosa che MacArthur ha negato, tuttavia. Nelle sue memorie ha osservato che "[t]non c'è mito più grande delle storie dell'aspra rivalità tra esercito e marina", definendole nient'altro che "[s]esagerate stravaganze", citando la 39s dedizione e prestazioni.

ww2dbase Durante la Guerra del Pacifico, MacArthur era il Comandante supremo alleato dell'angolo sud-occidentale del Pacifico, mentre Nimitz aveva lo stesso titolo nel Pacifico centrale. Questo irritò MacArthur, che era convinto che, specialmente quando le punte di diamante delle due forze si incontrarono nelle vicinanze delle Filippine alla fine del 1944, si dovesse stabilire un comando unificato. Credendo che il comando alleato dovesse essere unificato, pensò che "l'incapacità di farlo nel Pacifico non può essere difesa con la logica, in teoria o con il buon senso". 34 Attribuì la perdita tattica della battaglia al largo di Samar durante il Leyte Campaign alla mancanza di un'autorità di comando centrale. Si appellò più volte a Washington, ma il desiderio non fu esaudito.

ww2dbase MacArthur ricevette la Medal of Honor e salì al rango di generale a cinque stelle prima che il Giappone si arrendesse. Mentre MacArthur guardava la Marina con sospetto, a Washington Roosevelt aveva pienamente compreso che MacArthur era un nemico politico, soprattutto quando si erano diffusi i discorsi su MacArthur in corsa per la presidenza. Tuttavia, Roosevelt lo nominò ancora suo candidato per il comandante supremo alleato della forza di occupazione in Giappone. Quando il Giappone si arrese, il successore di Roosevelt, Harry Truman, eseguì il desiderio di Roosevelt. In questo ruolo, MacArthur rappresentò le forze alleate e firmò il documento di resa del Giappone a bordo della USS Missouri il 2 settembre 1945.

ww2dbase Lettere di congratulazioni e onorificenze sono arrivate a MacArthur da tutte le direzioni, ma le due lettere del Congresso delle Filippine erano quelle che teneva di più. Il primo gli ha concesso la cittadinanza onoraria delle Filippine, e il secondo lo ha informato che "il suo nome sarà portato in perpetuo negli appelli della compagnia dell'esercito filippino, e negli appelli delle parate, quando viene chiamato il suo nome, il senior non- l'ufficiale incaricato risponderà "Presente in spirito", e durante la vita del generale sarà accreditato con una guardia d'onore composta da 12 uomini dell'esercito filippino." MacArthur annotò nelle sue memorie che " [i] t mi ha fatto piangere, qualcosa che non avevo fatto dalla mia prima infanzia."

ww2dbase In qualità di Comandante Supremo delle Potenze Alleate (SCAP), MacArthur organizzò il tribunale per i crimini di guerra in Giappone. Il tribunale ne ha condannati a morte sette, compreso Hideki Tojo. MacArthur aveva il potere di ridurre le condanne dei condannati a morte, ma scelse di non farlo "è stata una decisione difficile da prendere", commentò in seguito a Sebald. Mentre i tribunali in Giappone erano generalmente concepiti come equi e privi di vendicatività, MacArthur è stato criticato per aver presumibilmente sollecitato un comportamento opposto nelle Filippine, dove Masaharu Homma e Tomoyuki Yamashita sono stati processati e giustiziati in fretta. Manchester ha descritto questi due processi come "tribunali canguri che hanno violato la giustizia con l'approvazione del Comandante Supremo e probabilmente su sua richiesta".

ww2dbase Mentre i critici hanno attaccato MacArthur per il suo trattamento di Homma e Yamashita, altri lo hanno elogiato per le meraviglie che ha reso possibile portare il Giappone dalla sua tomba economica alla ricostruzione. Quando MacArthur ha assunto il controllo, la capacità industriale del Giappone era appena il 16% della sua capacità prebellica. MacArthur ha portato esperti fiscali dagli Stati Uniti e si è assicurato un finanziamento di due miliardi di dollari dal Congresso (anche se si deve notare che la Germania occidentale, con una popolazione che è solo il 20% dei giapponesi, ha ricevuto tre volte tanto in aiuti). I suoi programmi di aiuti economici raggiunsero anche le campagne conservatrici, dove il malcontento contadino per le tasse confiscatorie dell'ultimo anno di guerra fu completamente eliminato. Oltre agli aiuti economici, MacArthur ha anche introdotto riforme sanitarie.È stata introdotta la contraccezione, i programmi di mensa scolastica sono stati rinnovati, il colera è stato eliminato e i decessi correlati alla tubercolosi sono stati ridotti in modo significativo. Il dottor Crawford Sams in seguito concluse che l'aspettativa di vita media dei giapponesi del dopoguerra era aumentata fino a otto anni per gli uomini e quattordici anni per le donne rispetto alle stime prebelliche. Un commento dell'imperatore Showa nella primavera del 1947, come riportato dal ministro dell'Agricoltura Kozaemon Kimura, riassumeva l'apprezzamento che la leadership giapponese aveva per MacArthur: "L'ammiraglio [Matthew] Perry ha aperto la porta del Giappone all'America. Il generale MacArthur ha aperto al Giappone il cuore dell'America."

ww2dbase Nel 1950 fu nominato dal presidente Truman comandante delle forze delle Nazioni Unite durante la guerra di Corea. Durante le prime fasi del suo coinvolgimento, ha condotto uno sbarco anfibio altamente rischioso su Incheon, in Corea, che si è rivelato un grande successo nell'avvolgere le forze nordcoreane in Corea del Sud, e questa vittoria ha portato all'opportunità che ha permesso alle forze delle Nazioni Unite di inseguire nel Nord Corea, rendendolo di nuovo un eroe nazionale.

ww2dbase Nell'ottobre 1950, MacArthur si recò a Wake Island per incontrare il mito di Truman secondo cui il suo aereo era arrivato contemporaneamente a Truman in modo che fosse intenzionalmente assente dalla festa di saluto per Truman. Questa storia non era vera. Era arrivato la sera precedente prima dell'arrivo di Truman, ed era presente per salutare Truman come al solito dettato dalla cortesia.

ww2dbase La guerra di Corea era uno dei principali argomenti di discussione a Wake, e generalmente Truman diede a MacArthur l'approvazione per tutto ciò che aveva ottenuto fino a quel momento. MacArthur aveva anche chiesto casualmente a Truman dei suoi piani per le imminenti elezioni presidenziali del 1952. Truman ha risposto con la domanda se MacArthur avesse ambizioni politiche. MacArthur ha negato tali piani e ha consigliato a Truman di fare attenzione a Dwight Eisenhower. Truman ha riso all'idea, dicendo che "Eisenhower non conosce la prima cosa di politica". Perché, se dovesse diventare presidente, la sua amministrazione farebbe sembrare Grant un modello di perfezione

ww2dbase Mentre le forze di MacArthur si divisero in due colonne su entrambe le coste della Corea del Nord, le forze comuniste cinesi si unirono alla guerra inaspettatamente. MacArthur è stato criticato per la sua incapacità di prevedere questo sviluppo MacArthur ha tentato di scaricare la colpa sulla Central Intelligence Agency e altri dipartimenti di intelligence. Mentre la situazione diventava disperata, MacArthur ha chiesto al presidente Truman di intensificare la situazione in una guerra su vasta scala rimuovendo la restrizione all'ingaggio precedentemente imposta. Ha chiesto un blocco della costa cinese e ha raccomandato un bombardamento dei centri industriali cinesi per via aerea e marittima. Ha anche suggerito l'uso delle forze nazionaliste cinesi di Chiang Kaishek da Taiwan, consentendo alle forze di Chiang di effettuare incursioni nella Cina continentale controllata dai comunisti. Le sue richieste di escalation sono state respinte due volte, il secondo round di richieste includeva anche un'audace operazione aerea su larga scala per interferire con le linee di rifornimento cinesi e l'uso di scorie radioattive per impedire alle forniture cinesi di attraversare il confine coreano. Mentre queste richieste sembrano oltraggiose per alcuni, per MacArthur, la vittoria deve essere raggiunta ad ogni costo perché era suo dovere. Mentre i combattenti cinesi minacciavano abitualmente gli aerei americani sia prima che dopo l'ingresso delle truppe di terra cinesi, a MacArthur fu detto che non gli era permesso inviare aerei nello spazio aereo cinese. Ha notato con forza che questa decisione di Truman è stata la peggiore decisione che sia mai stata presa nella storia della guerra. Quando uno dei suoi piloti, "ferito a morte, con il moncherino di un braccio che gli penzolava al fianco, ansimò a [MacArthur] attraverso le bolle di sangue che sputò, "Generale, da che parte stanno Washington e le Nazioni Unite? '", non poteva fare altro che chiedere il permesso di dimettersi dal suo incarico. Anche quella richiesta è stata respinta da Truman. Quando la guerra divenne un'amara situazione di stallo, tentò di lavorare attraverso i canali politici. In una lettera al membro del Congresso del Partito Repubblicano Joseph Martin, che in seguito la fece trapelare al pubblico e valse a MacArthur un rimprovero da parte di Truman, era chiaramente pronto a oltrepassare la sua autorità per ottenere ciò che percepiva come il suo dovere: vincere la guerra. Poco dopo, Truman ha tentato di tornare al status quo rivolgendosi allo stesso tempo ai nemici, MacArthur, senza permesso, ha inviato un ultimatum ai cinesi. Questa mossa fece arrabbiare Truman poiché l'insubordinazione era chiara e MacArthur fu rimosso dal potere l'11 aprile 1951.

ww2dbase La rimozione di MacArthur dal potere ha creato scalpore nell'opinione pubblica. Anche prima che MacArthur raggiungesse il suo hotel a San Francisco, l'hotel stava già raccogliendo lettere di sostegno in grandi sacchi. La parata del nastro adesivo di MacArthur a New York City era molto più grande di quella di Eisenhower solo pochi anni prima. Truman, d'altra parte, scoprì che alla Casa Bianca arrivavano lettere contro di lui quelle che si esprimevano contro la sua decisione erano più numerose di quelle che la sostenevano con un rapporto di 20 a 1, e il suo indice di gradimento scese a 30 anni, e avrebbe continuato a precipitare più tardi nella sua carriera presidenziale. Quando Truman è entrato al Griffith Stadium, è stato fischiato dal pubblico, la prima volta che un presidente è stato fischiato dal 1932. Forse la reazione del pubblico che ha toccato di più MacArthur è stata quella del popolo giapponese. Il Dieta (Parlamento) approvò una risoluzione di gratitudine e l'imperatore Showa lo visitò di persona all'ambasciata, la prima volta che un imperatore giapponese avesse mai visitato uno straniero senza reputazione. Il giornale Mainichi ha detto

Il licenziamento di MacArthur è il più grande shock dalla fine della guerra. Trattò con il popolo giapponese non come un conquistatore ma un grande riformatore. Era un nobile missionario politico. Quello che ci ha dato non è stato solo un aiuto materiale e una riforma democratica, ma un nuovo modo di vivere, la libertà e la dignità dell'individuo. Continueremo ad amarlo e a fidarci di lui come uno degli americani che ha capito meglio la posizione del Giappone.

ww2dbase MacArthur lasciò il Giappone il 16 aprile 1951. Quella mattina 250.000 giapponesi allinearono la strada alle 0630 per salutare il loro rispettato ex SCAP, il generale "Makassar". I cartelli dicevano "Ti amiamo, MacArthur", "Con profondo rammarico", "Sayonara" e "Siamo grati al generale".

ww2dbase Al ritorno negli Stati Uniti, MacArthur tenne un discorso alla sessione congiunta del Congresso nell'aprile 1951. A causa della posizione che aveva ricoperto, il suo discorso dovette essere vagliato dai membri dell'amministrazione Truman, cosa che offese profondamente MacArthur. Quando Truman ha letto il discorso, ha commentato che "non era altro che un mucchio di dannate stronzate". Il discorso di MacArthur è iniziato con

Signor Presidente, Signor Presidente, distinti Membri del Congresso, sto su questa tribuna con un senso di profonda umiltà e grande orgoglio di umiltà sulla scia di quei grandi architetti americani della nostra storia che sono stati qui davanti a me orgoglioso della riflessione che questo forum di dibattito legislativo rappresenta la libertà umana nella forma più pura finora concepita. Mi rivolgo a te senza rancore né amarezza nel crepuscolo sbiadito della vita con un solo scopo in mente: servire il mio paese.

ww2dbase Il suo discorso ha toccato la sua carriera in Asia, l'espansione comunista cinese e il suo desiderio per l'amministrazione che la guerra di Corea sia portata a una guerra totale, altrimenti l'attuale stato di stallo sacrificherebbe solo la giovane generazione americana. Ha menzionato le sue raccomandazioni al presidente in passato e le ha esortate di nuovo al Congresso, anche se è interessante notare che non ha menzionato la sua precedente raccomandazione, più aggressiva, di bombardare le industrie e le città cinesi. Durante il discorso, MacArthur è stato interrotto da un applauso. L'ultimo è venuto subito mentre chiudeva il suo discorso con quanto segue.

Chiudo i miei cinquantadue anni di servizio militare. Quando mi sono arruolato nell'esercito, anche prima della fine del secolo, è stato l'adempimento di tutte le mie speranze e sogni di ragazzo. Ora chiudo la mia carriera militare e svanisco - un vecchio soldato che ha cercato di fare il suo dovere poiché Dio gli ha dato la luce per vedere quel dovere. Arrivederci.

ww2dbase Dopo il discorso, alcuni membri del Congresso sono rimasti così commossi dalle parole di MacArthur che hanno avuto le lacrime agli occhi. Truman è stato citato nel commento 'dannatamente stupidi membri del Congresso che piangono come un gruppo di donne'34, e ha detto che il discorso era 'cazzate al cento per cento'34.

ww2dbase Durante le successive udienze del Senato in merito ai precedenti di MacArthur in Corea, quando il generale fu attaccato con le domande dei senatori sulla situazione globale, MacArthur ribatté con l'argomento che era il comandante del teatro asiatico, e lui che era l'unica area della sua preoccupazione, sosteneva che la sua stessa vicinanza, sia fisica che nella conoscenza, gli dava l'intuizione che Washington non rispettava. Tuttavia, quello stesso argomento era anche la sua vulnerabilità durante le udienze del Senato, per cui non era in grado di rispondere efficacemente ai commenti che forse l'ex SCAP, pur chiedendo una guerra su vasta scala in Corea, non aveva idea della situazione globale che l'amministrazione Truman ei capi congiunti capirono meglio.

ww2dbase Nel 1952, MacArthur non riuscì a ottenere il suo nome nelle elezioni presidenziali insieme al suo alleato politico Taft. Quell'anno, il suo ex subordinato nelle Filippine, Eisenhower, divenne presidente eletto. MacArthur si avvicinò a Eisenhower e gli presentò essenzialmente una raccomandazione per la situazione in Asia, MacArthur stava raccomandando a Eisenhower, quando si trasferì ufficialmente alla Casa Bianca, di presentare un ultimatum a Mosca affinché tutte le truppe straniere si ritirassero dalla Corea, dalla Germania e dal Giappone , e per garantire la neutralità di questi paesi. Se Mosca si rifiuta, gli Stati Uniti, secondo la raccomandazione di MacArthur, dovrebbero lanciare immediatamente una vasta operazione nella Corea del Nord settentrionale per tagliare le truppe cinesi e anche per usare bombe atomiche sui centri industriali cinesi. Eisenhower ascoltò educatamente le raccomandazioni di MacArthur, ma le respinse perché troppo aggressive.

ww2dbase Dopo aver rinunciato ai suoi obiettivi politici, MacArthur e la sua famiglia si trasferirono alle Waldorf Towers a New York, New York, Stati Uniti e continuarono a vivere una vita pubblica, parlando spesso e consigliando personaggi politici. Il presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, ad esempio, si è consultato con MacArthur in molte occasioni per la sua esperienza in Asia, quando il panorama politico in Vietnam è stato messo sotto i riflettori. MacArthur ha anche fatto una visita commossa nelle Filippine, annunciando ai filippini il suo profondo amore e rispetto per il paese, e si è scusato per non aver potuto fare nuovamente la promessa "Tornerò". È stato accolto ovunque nelle Filippine come un eroe di ritorno.

ww2dbase MacArthur morì al Walter Reed Medical Center di Washington DC nel 1964, per cirrosi biliare. Il presidente Lyndon Johnson ha chiesto il saluto di 19 colpi di cannone in ogni base militare americana in tutto il mondo per rendere omaggio al generale, pur osservando che MacArthur dovrebbe essere sepolto - con tutto l'onore che una nazione grata può conferire a un eroe defunto - . Quando il 7th Regiment Armory a New York City, dove il corpo di MacArthur riposava il 7 aprile, è stato aperto al pubblico, 35.000 persone sono venute a porgere l'ultimo saluto. Un'opportunità simile data al pubblico a Washington DC ha attirato 150.000 visitatori tra l'8 e il 9 aprile. Il terzo a Norfolk, in Virginia, ha visto 62.000 visitatori sfilare davanti alla bara. Le processioni funebri a New York, Washington DC e in altri luoghi erano sorvegliate da militari di tutti i rami militari degli Stati Uniti.

ww2dbase Oggi riposa in pace a Norfolk, Virginia, Stati Uniti, al MacArthur Memorial.

ww2dbase Nel suo libro del 1978 Cesare americano, Manchester ha descritto MacArthur come un uomo di contraddizioni:

La sua fede in un Dio episcopale e misericordioso era genuina, eppure sembrava adorare solo sull'altare di se stesso. Non andava mai in chiesa, ma leggeva la Bibbia ogni giorno e si considerava uno dei due più grandi difensori della cristianità al mondo. Dietro la sua bravura e il suo severo fronte romano era irrequieto e nervoso, un'incarnazione del maschilismo che spesso piangeva. Dopo la seconda guerra mondiale fu generoso nei confronti del sconfitto Dai Nippon e giustiziò due generali nipponici la cui unica offesa era che avevano combattuto contro di loro. L'esercito era tutta la sua vita, ma alla fine ha detto 'Sono un miscredente al cento per cento nella guerra.'

ww2dbase Mentre Manchester continuava per quasi un'intera pagina nel preambolo del suo libro sulle contraddizioni di MacArthur dentro di sé, in un momento di guerra, tutto si riduceva alle sue capacità. "Il nostro generale più brillante", ha detto George Marshall di lui, nonostante i sospetti che MacArthur aveva nei confronti di Marshall per tutta la carriera. "Il glorioso comandante," disse Churchill. Anche Lord Alanbrooke aveva qualcosa da dire su di lui: "il più grande generale e il miglior stratega che la guerra abbia prodotto". C'era, e c'è tuttora, un gran numero di critici di MacArthur, ma Manchester ha sottolineato che "è un fatto notevole che i critici di MacArthur non abbiano mai incluso uomini che hanno lavorato con lui."

ww2dbase Fonti:
Douglas MacArthur, ricordi
William Manchester, Cesare americano
David McCullough, Truman
Dan van der Vat, La campagna del Pacifico
Centro di storia militare dell'esercito degli Stati Uniti

Ultima revisione principale: settembre 2010

  • "Niente mi farebbe più piacere che se mi dessero tre mesi e poi attaccassero qui."
    » Sulla difesa delle Isole Filippine, 5 dic 1940
  • "Tornerò appena posso con il più possibile. Nel frattempo, devi resistere."
    » A Wainwright prima di lasciare Corregidor, 1 marzo 1942
  • "Era vicino, ma è così che va in guerra. Vinci o perdi, vivi o muori, e la differenza è solo un ciglio."
    » A Sutherland dopo aver raggiunto l'Australia, 17 marzo 1942
  • "Ho detto, al popolo delle Filippine da dove sono venuto, ritornerò. Stanotte, ripeto quelle parole: tornerò!"
    » Dopo l'arrivo in Australia, 30 marzo 1942
  • "Sono tornato. Per grazia di Dio Onnipotente, le nostre forze stanno di nuovo sul suolo filippino."
    » All'atterraggio a Leyte, Isole Filippine, 20 ottobre 1944
  • "Vedo che l'asta della bandiera è ancora in piedi. Chiedi alle tue truppe di issare i colori al loro apice, e non lasciare che nessun nemico li abbatta mai."
    » Al ritorno a Corregidor, 2 marzo 1945
  • "Abbiamo conosciuto l'amarezza della sconfitta e l'esultanza del trionfo, e da entrambe abbiamo appreso che non si può tornare indietro. Dobbiamo andare avanti per preservare in pace ciò che abbiamo vinto in guerra."
    » In una trasmissione radiofonica post-resa, 2 settembre 1945
  • "'Dovere,' 'Onore,' 'Paese': queste tre parole sacre dettano con riverenza cosa vuoi essere, cosa puoi essere, cosa sarai. Sono il tuo punto di raduno per costruire coraggio quando il coraggio sembra venir meno, per riconquistare la fede quando sembra esserci poca ragione per fede, per creare speranza quando la speranza diventa disperata."
    » Discorso di West Point, 12 maggio 1962

Mappa interattiva di Douglas MacArthur

Cronologia di Douglas MacArthur

26 gennaio 1880 Douglas MacArthur è nato nel Tower Building dell'Arsenal Barracks a Little Rock, Arkansas, negli Stati Uniti, dall'ufficiale dell'esercito Arthur MacArthur, un veterano della guerra civile americana e vincitore della Medal of Honor.
13 giugno 1899 Douglas MacArthur è entrato all'Accademia Militare degli Stati Uniti a West Point, nello stato di New York, negli Stati Uniti.
11 giugno 1903 Douglas MacArthur si è laureato all'Accademia Militare degli Stati Uniti a West Point, nello stato di New York, Stati Uniti. È stato incaricato al grado di sottotenente ed è stato assegnato al Corpo degli Ingegneri dell'Esercito degli Stati Uniti.
1 maggio 1914 Douglas MacArthur è arrivato a Veracruz, in Messico, come membro del personale della sede centrale.
11 dicembre 1915 Douglas MacArthur è stato promosso al grado di maggiore.
18 ottobre 1917 Douglas MacArthur partì da Hoboken, New Jersey, Stati Uniti per la Francia per l'azione della prima guerra mondiale a bordo della USS Covington.
26 febbraio 1918 Douglas MacArthur ha aiutato a catturare un certo numero di prigionieri tedeschi durante un raid in trincea. Per questa azione, il maggiore generale francese Georges de Bazelaire in seguito assegnò a MacArthur la Croix de guerre, il primo premio di questo tipo assegnato a un membro dell'American Expeditionary Force.
9 marzo 1918 Douglas MacArthur guidò una compagnia del 168º reggimento di fanteria degli Stati Uniti durante i raid nelle trincee tedesche nel Salient du Feys, in Francia. Per questa azione, MacArthur è stato successivamente insignito della Distinguished Service Cross.
19 marzo 1918 Douglas MacArthur guidò il Segretario alla Guerra degli Stati Uniti Newton Baker in un tour vicino alle linee del fronte.
26 giugno 1918 Douglas MacArthur è stato promosso al grado temporaneo di generale di brigata, rendendolo il più giovane generale dell'American Expeditionary Force.
28 luglio 1918 Douglas MacArthur ricevette il comando a livello di brigata in Francia.
29 luglio 1918 Douglas MacArthur ha ricevuto la sua terza medaglia d'argento.
25 settembre 1918 Douglas MacArthur partecipò a un raid sulle linee tedesche che iniziò dopo il tramonto e durò fino al mattino successivo. Per questa azione, gli è stata poi assegnata la sesta medaglia d'argento.
12 ottobre 1918 Douglas MacArthur è stato ferito da un'arma chimica tedesca.
4 novembre 1918 Dopo il tramonto, la 42a Divisione statunitense ha lanciato un'offensiva su Sedan, in Francia. Durante la confusione della battaglia, Douglas MacArthur fu scambiato per un generale tedesco e fu catturato dagli uomini della 1a divisione degli Stati Uniti.
10 novembre 1918 Douglas MacArthur è stato nominato comandante della 42a divisione degli Stati Uniti con il grado di maggiore generale temporaneo.
22 novembre 1918 Douglas MacArthur è stato trasferito all'84a brigata di fanteria degli Stati Uniti.
18 aprile 1919 Douglas MacArthur partì da Brest, in Francia.
25 aprile 1919 Douglas MacArthur è arrivato a New York, New York, Stati Uniti tramite il transatlantico Leviathan.
14 febbraio 1922 Douglas MacArthur ha sposato Louise Cromwell Brooks nella tenuta della famiglia Cromwell a Palm Beach, Florida, Stati Uniti.
17 gennaio 1925 Douglas MacArthur è stato promosso al grado di maggior generale, rendendolo il più giovane a quel grado nell'esercito degli Stati Uniti.
2 maggio 1925 Douglas MacArthur tornò negli Stati Uniti dalle Isole Filippine per prendere il comando dell'area del IV Corpo con sede a Fort McPherson, Atlanta, Georgia.
17 giugno 1929 Louise Cromwell Brooks MacArthur ha ricevuto il decreto di divorzio da Douglas MacArthur a Reno, Nevada, Stati Uniti, per "mancata fornitura".
19 settembre 1930 Douglas MacArthur partì dalle Isole Filippine.
21 novembre 1930 Douglas MacArthur divenne capo di stato maggiore dell'esercito degli Stati Uniti con il grado di generale.
28 luglio 1932 Durante la marcia dell'esercito bonus a Washington DC, negli Stati Uniti, il presidente Herbert Hoover ha ordinato al capo di stato maggiore dell'esercito americano, il generale Douglas MacArthur, di portare truppe per "circondare l'area colpita e liberarla senza indugio".Il confronto risultante ha causato una morte, che è diventata un disastro di pubbliche relazioni per l'esercito degli Stati Uniti.
3 dicembre 1935 La madre di Douglas MacArthur, Mary Pinkney Hardy MacArthur, è morta a Manila, nelle Filippine.
24 agosto 1936 Il presidente filippino Manuel Quezon concesse a Douglas MacArthur il titolo di feldmaresciallo dell'esercito filippino.
30 aprile 1937 Douglas MacArthur ha sposato Jean Faircloth con rito civile.
31 dicembre 1937 Douglas MacArthur si ritirò dall'esercito degli Stati Uniti, ma rimase consigliere del presidente filippino Manuel Quezon come civile.
21 febbraio 1938 Il figlio di Douglas MacArthur, Arthur MacArthur IV, è nato a Manila, nelle Filippine.
26 aprile 1941 Il generale MacArthur emanò il suo terzo piano per il sequestro dell'area della Nuova Britannia, della Nuova Guinea e della Nuova Irlanda, sottolineando la cooperazione tra l'esercito e la marina degli Stati Uniti mentre i due servizi si spostavano ciascuno verso la roccaforte giapponese a Rabaul.
16 luglio 1941 Il generale dell'esercito americano Leonard Gerow raccomandò al generale George Marshall di attivare l'esercito filippino e di fornirgli finanziamenti aggiuntivi. Ha anche raccomandato di chiedere a Douglas MacArthur di tornare dalla lista in pensione come comandante in capo nelle Isole Filippine.
26 luglio 1941 L'esercito degli Stati Uniti ha richiamato Douglas MacArthur in servizio attivo come comandante delle unità nell'Estremo Oriente Le truppe filippine già sotto il comando di MacArthur sono state integrate nell'esercito degli Stati Uniti.
27 luglio 1941 Douglas MacArthur è stato promosso al grado di tenente generale.
15 agosto 1941 Douglas MacArthur ha supervisionato l'investitura del Philippine Army Air Corps.
1 settembre 1941 Douglas MacArthur ha mobilitato l'esercito filippino.
20 dicembre 1941 Douglas MacArthur è stato promosso al grado di generale.
1 gennaio 1942 Douglas MacArthur ha accettato un pagamento di 500.000 dollari dal presidente filippino Manuel Quezon per il suo servizio prebellico.
10 gennaio 1942 Douglas MacArthur viaggiò da Corregidor a Bataan nelle isole Filippine, visitando posti di comando avanzati, parlando con gli ufficiali ma generalmente rifiutandosi di parlare con i soldati arruolati. Quando è stato sottoposto a sporadici bombardamenti giapponesi mentre attraversava una piccola radura, è stato osservato camminare con sicurezza senza sussultare.
22 febbraio 1942 Roosevelt ordinò personalmente al generale MacArthur di lasciare le Isole Filippine.
1 marzo 1942 Douglas MacArthur chiese a George Brett di inviare 3 bombardieri B-17 Flying Fortress nelle isole Filippine per l'evacuazione di MacArthur, della sua famiglia e del suo staff.
10 marzo 1942 Il generale dell'esercito americano MacArthur ricevette ancora una volta l'ordine di evacuare le isole Filippine.
11 marzo 1942 Douglas MacArthur, la sua famiglia e un piccolo staff lasciarono Corregidor su barche PT Il generale Jonathan Wainwright rimase come comandante delle forze statunitensi e filippine nelle isole Filippine.
14 marzo 1942 Douglas MacArthur è arrivato all'aeroporto di Del Monte nella provincia di Bukidnon, Mindanao, nelle Filippine.
16 marzo 1942 2 bombardieri B-17 Flying Fortress (il tenente Frank Bostrom e il capitano Bill Lewis) volarono da Batchelor Field, Darwin, in Australia, a Mindanao, nelle Filippine, per raccogliere Douglas MacArthur.
17 marzo 1942 Douglas MacArthur è arrivato in Australia. Lo stesso giorno, i primi 3 squadroni americani di Kittyhawk hanno iniziato le operazioni in Australia.
18 marzo 1942 Douglas MacArthur accettò ufficialmente la carica di Comandante Supremo dell'area del Pacifico sudoccidentale mentre era ancora a bordo di un treno in viaggio per Melbourne, Victoria, Australia.
20 marzo 1942 Douglas MacArthur ha fatto il discorso "Sono passato e tornerò" a Terowie, nel South Australia, in Australia, durante il trasferimento dei treni.
21 marzo 1942 Il generale dell'esercito americano MacArthur arrivò in treno a Kooringa, in Australia, e scoprì che non ci sarebbe stato nessun esercito ad aspettarlo per rinforzare le isole Filippine.
22 marzo 1942 360 membri del personale dell'esercito americano hanno salutato il generale dell'esercito americano MacArthur a Melbourne, in Australia.
18 aprile 1942 Il generale MacArthur fu nominato al comando del Southwest Pacific Theatre.
8 giugno 1942 Douglas MacArthur propose al capo di stato maggiore dell'esercito un'offensiva limitata per riconquistare posizioni nell'arcipelago di Bismarck.
20 luglio 1942 Douglas MacArthur partì da Melbourne, in Australia.
23 luglio 1942 Douglas MacArthur è arrivato a Brisbane, in Australia.
30 agosto 1942 Douglas MacArthur ha inviato un messaggio radio a Washington DC, Stati Uniti, sollecitando una risposta per contrastare gli attacchi giapponesi alle forze alleate della Nuova Guinea.
9 gennaio 1943 Douglas MacArthur è arrivato a Brisbane, in Australia.
25 febbraio 1943 Douglas MacArthur ha pubblicato il suo piano per la campagna per il Pacifico sudoccidentale sostenendo che una campagna attraverso il Pacifico centrale sarebbe "dispendiosa in termini di tempo e costosa per la nostra potenza navale e le nostre spedizioni".
7 marzo 1943 Douglas MacArthur ha emesso un comunicato agli squadroni USAAF nel Pacifico meridionale per congratularsi con loro per il travolgente successo nella battaglia del Mare di Bismarck.
10 settembre 1943 Douglas MacArthur ha incontrato il contrammiraglio Robert Carney e il colonnello William Riley a Brisbane, in Australia, in merito agli attacchi a Rabaul nella Nuova Britannia, a Bougainville nelle Isole Salomone e alle Isole del Tesoro vicino a Bougainville.
19 aprile 1944 Il generale dell'esercito degli Stati Uniti Douglas MacArthur e un gruppo di osservazione dell'esercito si trasferirono dalla torpediniera a motore PT-192 all'incrociatore USS Nashville al largo di Cape Cretin, in Nuova Guinea, per osservare gli sbarchi ad Aitape e Hollandia, in Nuova Guinea, tre giorni dopo.
24 aprile 1944 Douglas MacArthur sbarcò USS Nashville tramite PT-115.
12 settembre 1944 Il generale dell'esercito degli Stati Uniti Douglas MacArthur e un gruppo di osservazione dell'esercito arrivarono a bordo dell'incrociatore USS Nashville a Hollandia, in Nuova Guinea, per osservare gli sbarchi a Morotai tre giorni dopo.
17 settembre 1944 Douglas MacArthur sbarcò dalla USS Nashville a Hollandia, nella Nuova Guinea olandese.
16 ottobre 1944 Dopo che l'Army Signal Corps installò speciali apparecchiature radio a lungo raggio, il generale dell'esercito degli Stati Uniti Douglas MacArthur e un gruppo di osservazione dell'esercito arrivarono a bordo dell'incrociatore USS Nashville a Hollandia, in Nuova Guinea, per osservare gli sbarchi nel Golfo di Leyte quattro giorni dopo.
20 ottobre 1944 Il discorso "Sono tornato" è stato pronunciato da MacArthur mentre atterrava a Leyte, nelle Filippine.
24 ottobre 1944 Douglas MacArthur e il suo staff sbarcarono dalla USS Nashville.
18 dicembre 1944 Douglas MacArthur è stato promosso al grado di generale dell'esercito.
3 gennaio 1945 In preparazione per gli attacchi a Iwo Jima, Okinawa e il Giappone continentale, all'ammiraglio Nimitz fu dato il comando di tutte le forze navali coinvolte, mentre il generale MacArthur fu posto al comando di tutte le forze di terra.
25 gennaio 1945 Douglas MacArthur trasferì il suo quartier generale avanzato nella piantagione Hacienda Luisita, Tarlac, nelle Filippine.
30 gennaio 1945 Douglas MacArthur ordinò al maggiore generale Verne Mudge della 1a divisione di cavalleria degli Stati Uniti di condurre una rapida avanzata su Manila, nelle Filippine.
6 aprile 1945 Douglas MacArthur è stato nominato comandante supremo alleato nel Pacifico.
15 agosto 1945 Douglas MacArthur ha dato la responsabilità di occupare le Indie orientali olandesi al comando alleato del sud-est asiatico.
23 agosto 1945 Douglas MacArthur ha ordinato la liberazione di 5.000 internati filippini a Manila, nelle Filippine.
23 agosto 1945 Douglas MacArthur ordinò il rilascio di tutti i filippini, la maggior parte dei quali collaboratori giapponesi, internati dall'esercito americano. Ha notato che il loro destino sarebbe stato messo alla prova dal governo filippino, non dall'esercito americano.
29 agosto 1945 A Douglas MacArthur fu ordinato di esercitare l'autorità attraverso il governo giapponese, conferendogli così autorità sull'imperatore Showa. In questa veste, avrebbe supervisionato la stesura di una nuova costituzione, la ridistribuzione della terra, lo scioglimento delle imprese monopolistiche Zaibatsu, tra le altre importanti iniziative.
30 agosto 1945 Douglas MacArthur è arrivato all'aeroporto di Atsugi vicino a Tokyo, in Giappone.
31 agosto 1945 MacArthur fondò il Comando Supremo Alleato a Tokyo, in Giappone.
8 settembre 1945 Il generale Douglas MacArthur arrivò a Tokyo, in Giappone.
18 settembre 1945 Douglas MacArthur ha stabilito il suo quartier generale a Tokyo, in Giappone.
27 settembre 1945 L'imperatore Showa ha fatto una visita formale all'ambasciata degli Stati Uniti per incontrare il generale Douglas MacArthur. Questa era una delle dieci visite del genere che il capo di stato giapponese avrebbe fatto.
4 ottobre 1945 Durante un incontro tra il governo giapponese e il quartier generale alleato a Tokyo, in Giappone, Douglas MacArthur ordinò al governo giapponese di riconsiderare lo status dell'imperatore, di rilasciare i prigionieri politici, di sciogliere la polizia speciale e di abrogare le leggi repressive. Al termine dell'incontro, Fumimaro Konoe ha chiesto a MacArthur se il generale americano avesse qualche idea sulla "costituzione" (ovvero la composizione) del nuovo governo giapponese sotto l'occupazione alleata. Traduzioni imprecise durante l'incontro hanno portato Konoe a credere che MacArthur desiderasse che la "Costituzione" giapponese (cioè la Costituzione Meiji) fosse rivista e rivista.
6 novembre 1945 Douglas MacArthur ha annunciato ufficialmente lo scioglimento dei 17 monopoli verticali zaibatsu giapponesi.
26 novembre 1945 Douglas MacArthur ha confermato che l'imperatore Showa del Giappone non sarebbe stato costretto ad abdicare al trono.
29 luglio 1950 Douglas MacArthur è arrivato a Taiwan, Repubblica di Cina.
26 agosto 1950 Il generale Douglas MacArthur ha pubblicamente criticato la politica del presidente degli Stati Uniti Harry Truman in Estremo Oriente in un discorso davanti ai membri dei Veterans of Foreign Wars, osservando, sul tema di Taiwan, "nulla potrebbe essere più fallace del logoro argomento di coloro che sostengono la pacificazione e il disfattismo nel Pacifico secondo cui se difendiamo Formosa alieniamo l'Asia continentale."
15 ottobre 1950 Il presidente degli Stati Uniti Truman e il generale MacArthur si sono incontrati a Wake Island. Alla sua conclusione, Truman ha assegnato a MacArthur un quarto grappolo di foglie di quercia per la sua medaglia al servizio d'eccellenza dell'esercito americano.
24 novembre 1950 Douglas MacArthur ha girato le linee del fronte durante la guerra di Corea da terra e in aria, notando la mancanza di un accumulo cinese, ma ha deciso di mantenere la posizione a causa della scarsa capacità delle forze sudcoreane.
20 marzo 1951 I capi di stato maggiore statunitensi hanno inviato al generale MacArthur un'anteprima della proposta di cessate il fuoco che l'ufficio del presidente Truman si preparava a inviare alla Cina comunista. MacArthur avrebbe deciso di inviare un comunicato in Cina da solo prima che Truman potesse completare la sua proposta.
24 marzo 1951 Douglas MacArthur ha invitato la Cina ad ammettere di essere stata sconfitta. Questa azione ha sfidato contemporaneamente la Cina e il presidente degli Stati Uniti Harry Truman.
5 aprile 1951 Il rappresentante del Congresso degli Stati Uniti Joseph William Martin, Jr. ha rivelato una lettera di Douglas MacArthur critico nei confronti della strategia di guerra limitata del presidente Harry Truman, fornendone copie alla stampa. Lo stesso giorno, i capi di stato maggiore statunitensi hanno redatto ordini che autorizzavano MacArthur a intensificare la guerra attaccando gli aeroporti cinesi in Manciuria a nord della Corea e la provincia di Shandong a ovest, con armi nucleari se necessario.
6 aprile 1951 Il presidente degli Stati Uniti Truman ha convocato il segretario alla Difesa George Marshall, il presidente dei capi congiunti Omar Bradley, il segretario di Stato Dean Acheson e Averill Harriman. Marshall e Bradley esprimono opinioni contro la strategia di Douglas MacArthur per la guerra di Corea nonostante la pianificazione preliminare dei capi di stato maggiore statunitensi per consentire a MacArthur di attaccare gli aeroporti cinesi.
8 aprile 1951 I capi di stato maggiore degli Stati Uniti si sono incontrati e hanno convenuto che Douglas MacArthur non era colpevole di insubordinazione, ma aveva semplicemente testato i confini.
9 aprile 1951 Il presidente degli Stati Uniti Harry Truman ha deciso di sollevare Douglas MacArthur dai suoi doveri. L'ordine non sarebbe andato ai capi di stato maggiore congiunti fino al giorno successivo.
10 aprile 1951 Il presidente degli Stati Uniti Joint Chiefs of Staff Omar Bradley ha firmato gli ordini del presidente degli Stati Uniti Harry Truman per alleviare Douglas MacArthur.
16 aprile 1951 Douglas MacArthur lasciò il Giappone. 250.000 giapponesi hanno fiancheggiato la strada alle 06:30, salutando con la mano mentre il suo corteo di automobili passava.
18 aprile 1951 Douglas MacArthur ha ricevuto una parata di nastri a San Francisco, California, Stati Uniti.
19 aprile 1951 Douglas MacArthur si è rivolto al Congresso degli Stati Uniti, osservando che il Giappone ha subito "la più grande riforma registrata nella storia moderna"34.
22 aprile 1951 Douglas MacArthur ha ricevuto una parata di nastri a New York, New York, Stati Uniti.
25 aprile 1951 Douglas MacArthur ha parlato a una folla a Soldier Field, Chicago, Illinois, Stati Uniti.
27 gennaio 1960 Douglas MacArthur è collassato mentre soffriva di un grave gonfiore alla prostata ed è stato ricoverato d'urgenza in un intervento chirurgico al St. Luke's Hospital di New York, New York, Stati Uniti.
5 aprile 1964 Douglas MacArthur è morto al Walter Reed Army Hospital, Washington DC, Stati Uniti, di cirrosi biliare.
7 aprile 1964 Il corpo di Douglas MacArthur è stato spostato al 7th Regiment Armory a New York, New York, Stati Uniti alle 04:00, dove è rimasto nella Clark Room per tutto il giorno. Alle 09:15, la sua famiglia è arrivata per un servizio commemorativo privato durante il servizio, dignitari tra cui il sindaco di New York Robert Wagner, il governatore di New York Nelson Rockefeller e l'ex governatore di New York Thomas Dewey hanno aspettato di vedere la famiglia MacArthur. Tra le 1000 e le 2315, l'armeria fu aperta al pubblico e 35.000 persone passarono davanti al catafalco.
8 aprile 1964 Il corteo funebre di Douglas MacArthur ha viaggiato per le strade di New York, New York, Stati Uniti al mattino, e poi il suo corpo è stato posto su un treno alla Pennsylvania Station per Union Station a Washington DC, Stati Uniti. Il corteo funebre a Washington lo ha portato al Campidoglio, dove ha deposto in stato per la visita pubblica a partire dalle 16:45.
9 aprile 1964 La rotonda del Campidoglio a Washington DC, Stati Uniti, dove il corpo di Douglas MacArthur è stato deposto, era chiusa al pubblico alle 12:30. A quell'ora, circa 150.000 persone erano passate dalla bara. Il corpo di MacArthur è stato scortato a una cerimonia all'aeroporto nazionale di Washington, poi è stato portato a Norfolk, Virginia, Stati Uniti tramite aereo. Alle ore 18 di quel giorno, il suo corpo fu nuovamente posto su un catafalco per una visita pubblica.
10 aprile 1964 Il corpo di Douglas MacArthur deposto in una bara su una bara per una visita pubblica a Norfolk, Virginia, Stati Uniti.
11 aprile 1964 Alle 07:00, la visita del pubblico alla bara di Douglas MacArthur è cessata tra le 18:00 del 9 aprile e questa volta, 62.000 persone hanno sfilato davanti alla bara. Alle 09:30, si è tenuta l'ultima cerimonia per MacArthur presso la rotonda di quello che sarebbe diventato il MacArthur Memorial a Norfolk, Virginia, Stati Uniti. L'atto finale del lutto nazionale ha avuto luogo al tramonto quando una batteria nel vicino Fort Monroe ha sparato a salve 19 colpi.

Ti è piaciuto questo articolo o hai trovato utile questo articolo? In tal caso, considera di supportarci su Patreon. Anche $ 1 al mese andrà molto lontano! Grazie.


MacArthur della prima guerra mondiale era un coglione

Il generale Douglas MacArthur è ben noto per le sue imprese nella seconda guerra mondiale e in Corea. Ciò che viene spesso trascurato è il suo esemplare record di combattimento come leader nella 42a divisione “Rainbow” nella prima guerra mondiale.

Brigantino. Il generale Douglas MacArthur festeggia la vittoria dei tedeschi a St. Benoit Chateau, Francia. (Archivio Nazionale, 1918)

All'inizio della Grande Guerra, MacArthur fu nominato Capo di Stato Maggiore della 42nd Divisione e promosso al grado di colonnello in tempo di guerra. Lui e il resto della divisione arrivarono in Francia nel novembre 1917.

Il 42° entrò in linea nel febbraio del 1918 e MacArthur non perse tempo a entrare in guerra. Il 26 febbraio, MacArthur e un altro ufficiale americano accompagnarono un'unità francese in un raid notturno di una trincea tedesca. MacArthur ha acquisito una preziosa esperienza da impiegare per le proprie truppe ma, cosa più importante, ha aiutato molto nello sforzo di catturare prigionieri tedeschi per l'interrogatorio. I francesi gli hanno conferito una Croix de Guerre mentre il Mag. Gen. Charles Menoher gli ha conferito una SilveFr Star.

Leggi anche: 8 fatti sorprendenti sul generale Douglas MacArthur

Quindi, il 9 marzo, MacArthur si unì alla compagnia D, 168º reggimento di fanteria, in un proprio attacco. Essendo la loro prima azione importante, la presenza e la freddezza di MacArthur sotto il fuoco ispirarono gli uomini e portarono rapidamente la posizione nemica. Lo stesso MacArthur lo descrisse come "una valanga ruggente di acciaio scintillante e uomini maledetti". Per il suo coraggio nell'attacco, MacArthur fu insignito della Distinguished Service Cross. Fu anche leggermente ferito e ricevette il suo primo Purple Heart.

MacArthur ricevette una promozione a generale di brigata il 26 giugno 1918 dopo che lui e gli uomini del 42° tennero la linea contro l'offensiva di primavera tedesca per 82 giorni.

Brigantino. Il Gen. MacArthur (terzo da sinistra) riceve la Distinguished Service Cross. (Esercito degli Stati Uniti, 1918)

Dopo un breve riposo, la divisione fu prontamente rimessa in linea per preparare l'offensiva tedesca nel settore Champagne-Marne. Mentre l'assalto tedesco avanzava sotto uno sbarramento ondulato, MacArthur si unì ancora una volta alle sue truppe in linea per calmare i loro nervi. Quando i tedeschi sfondarono le linee avanzate, MacArthur gridò incoraggiamento e radunò i suoi uomini per un combattimento. L'avanzata tedesca fu interrotta e MacArthur ricevette una seconda Silver Star.

Dopo aver tenuto con successo la linea, la divisione fu trasferita a Chateau-Thierry per sollevare la 26th Divisione e mantenere la pressione sui tedeschi in ritirata. MacArthur guidò i suoi uomini in una brutale offensiva giorno dopo giorno in azioni e incursioni di piccole unità. Mentre si avvicinavano alla linea principale di resistenza, MacArthur guidò diversi assalti su larga scala per cacciare i tedeschi dai punti forti e dai villaggi. Un villaggio passò di mano undici volte prima che gli americani rivendicassero finalmente le rovine fumanti.

Quindi, il 29 luglio, MacArthur guidò un valoroso assalto contro i tedeschi a Seringes et Nesles. Sotto un intenso fuoco nemico, gli uomini guadarono un ruscello e si precipitarono sui pendii delle difese prima di respingere i difensori tedeschi. Per la sua parte nell'azione, MacArthur è stato premiato con una terza Silver Star.

Pochi giorni dopo, MacArthur fu posto al comando dell'84a brigata di fanteria della 42a divisione, dopo che il suo ex comandante era stato sollevato dal servizio. Uno dei primi ordini del giorno di MacArthur era quello di condurre personalmente una ricognizione delle posizioni tedesche pensando che avrebbero potuto ritirarsi. Lui e un corridore strisciarono attraverso i cadaveri straziati e i feriti morenti dei difensori tedeschi lasciati indietro. In un momento di tensione, il corridore di MacArthur ha eliminato una posizione di mitragliatrice con una granata prima che potesse essere individuato.

Alla fine raggiunsero la brigata al loro fianco e stabilirono che i tedeschi si erano effettivamente ritirati. MacArthur è andato direttamente al quartier generale della divisione per riferire le sue scoperte. Dopo aver spiegato la sua missione ai suoi superiori e svenuto per non aver dormito per quattro giorni, il comandante del corpo, il generale Hunter Liggett, esclamò: "Bene, che sia dannato, Menoher, è meglio che lo citi!" MacArthur ha ricevuto la sua quarta Silver Star.

Dopo un altro riposo, MacArthur guidò l'84° Brigata nell'assalto principale contro i tedeschi a St. Mihiel il 12 settembre 1918.Dopo mesi di combattimenti, MacArthur sapeva che le tattiche tedesche avrebbero tenuto il centro della linea lasciando deboli i fianchi. Per contrastare ciò, il suo piano d'assalto avrebbe sistemato il centro tedesco e poi avvolto i fianchi. Ha funzionato e il primo giorno dell'attacco l'84a Brigata ha guidato più lontano di qualsiasi altra unità e ha subito meno vittime. Catturarono anche circa 10.000 prigionieri tedeschi. Questo è valso a MacArthur la sua quinta Silver Star.

Ingegneri americani di ritorno dal fronte nella battaglia di St. Mihiel. (Archivio Nazionale, 1918)

Due settimane dopo, durante l'offensiva Mosa-Argonne, all'unità di MacArthur fu ordinato di condurre un raid diversivo contro i punti di forza tedeschi nel loro settore. MacArthur ne ha fatto un grande spettacolo e, mentre compiva la sua missione diversiva, è riuscito a subire meno di 20 vittime. Per la sua eccezionale leadership è stato premiato con una sesta Silver Star.

Mentre l'offensiva continuava, MacArthur continuò la sua valorosa leadership. Quando il comandante del suo corpo ordinò di assumere una posizione - o di "consegnare una lista di 5.000 vittime”" - rispose di cuore: "Lo prenderemo, o il mio nome sarà in testa alla lista". I soldati dell'8217 combatterono attraverso un freddo pungente e una resistenza determinata con perdite crescenti, ma alla fine presero posizione. MacArthur è stato raccomandato per una promozione a Maggiore Generale e una Medaglia d'Onore. Invece, ha ricevuto la sua seconda Distinguished Service Cross, che nella citazione afferma: “In un campo in cui il coraggio era la regola, il suo coraggio era la caratteristica dominante.”

Successivamente, nella folle corsa per prendere la Sedan, gli fu assegnata la sua settima Silver Star quando evitò una disastrosa sovrapposizione di unità della 42a e della 1a divisione lasciando personalmente linee amiche per comunicare con le unità coinvolte con grande rischio personale per se stesso . Durante questo periodo di combattimento, MacArthur, noto per non portare la sua maschera antigas in quanto impediva il suo movimento, fu gasato, guadagnandosi un secondo Purple Heart.

Per il suo eccezionale servizio alla 42nd Divisione ricevette la Distinguished Service Medal e nel novembre 1918 divenne anche per breve tempo comandante della divisione. Le sue sette Silver Stars furono un record militare che durò fino a quando David Hackworth ne guadagnò dieci durante i combattimenti in Corea e Vietnam.


Guardia d'onore del generale MacArthur

La Guardia d'onore fu costituita nel maggio 1945 allo scopo di proteggere il quartier generale e la residenza del generale MacArthur, e servì il generale e la sua famiglia fino al soccorso di MacArthur durante la guerra di Corea nell'aprile 1951. I membri originali della Guardia d'onore furono scelti da ciascuno dei Divisioni dell'esercito degli Stati Uniti nel teatro del Pacifico, molte delle quali hanno decorato veterani di combattimento. Per essere ammessi nella Guardia d'Onore, gli uomini dovevano soddisfare criteri molto simili ai requisiti per la Scuola per Candidati Ufficiali.

L'unità ha mantenuto una forza di circa 200 ufficiali e uomini. Metà di quel numero sorvegliava il quartier generale del generale, l'altra metà sorvegliava la residenza della famiglia MacArthur nel complesso dell'ambasciata degli Stati Uniti. A causa della loro vicinanza a MacArthur, gli uomini della Guardia d'Onore non furono solo testimoni di importanti eventi della storia, ma in alcuni casi furono essi stessi parte di quegli eventi storici. I membri della Guardia d'onore sono visibili in molte delle centinaia di fotografie scattate al generale MacArthur durante l'occupazione del Giappone.


Quando il generale MacArthur fu rimosso dal comando durante la guerra di Corea dal presidente Harry Truman, uno dei suoi ultimi atti prima di salire a bordo dell'aereo che lo avrebbe portato dal Giappone fu una revisione della Guardia d'onore. Il generale disse al comandante della Guardia d'onore che l'unità non era mai stata più bella di quel giorno.


MacArthur nominato comandante coreano - STORIA

Il generale dell'esercito Douglas MacArthur ha servito il suo paese come soldato per più di 60 anni. Ha ottenuto il massimo successo per le sue imprese come grande stratega nella seconda guerra mondiale e in Corea e poi è stato al centro della scena in una delle controversie civili contro militari più aspre nella storia della nazione.

Praticamente ogni onore militare gli è stato conferito, ma la sua carriera attiva si è conclusa con amarezza e recriminazioni quando è stato sollevato dal suo comando nel bel mezzo di una guerra dal suo comandante in capo.

La sua vita non è stata segnata da alcuna lotta contro la povertà o mancanza di privilegi. La sua ascesa alla ribalta non fu guastata da battute d'arresto temporanee o disgrazie. Anche l'ultima nota discordante della sua carriera - la sua rimozione dal comando - lo lasciò serenamente fiducioso nel suo giudizio, esteriormente indifferente agli eventi che vorticavano intorno a lui.

La valutazione del generale MacArthur sul suo ruolo nella storia fu probabilmente espressa in modo più succinto e caratteristico da lui nel 1950 in una lunga conversazione con un corrispondente di giornale che lo conosceva da molti anni.

Quando gli è stato chiesto se poteva spiegare il suo successo, ha tirato lentamente una boccata dalla sua pipa di pannocchia, ha guardato fuori dalla finestra del suo ufficio di Tokyo attraverso un fossato sul terreno del Palazzo Imperiale e ha detto:

Douglas MacArthur nacque il 26 gennaio 1880, in una sezione dell'edificio dell'armeria a Fort Dodge, Little Rock, Ark., che era stato messo da parte come ospedale postale. Era il terzo di tre figli nati dal capitano Arthur MacArthur e sua moglie nata in Virginia, l'ex Mary Pinkney Hardy.

Suo fratello maggiore era Arthur, nato nel 1876, che si laureò all'Accademia Navale degli Stati Uniti nel 1896, ebbe una brillante carriera navale nella guerra ispano-americana, la ribellione dei Boxer in Cina e come comandante dell'incrociatore leggero U.S.S. Chattanooga nella prima guerra mondiale. Arthur morì di un'appendice rotta nel 1923.

Il secondo fratello era Malcolm, nato nel 1878, morto all'età di 5 anni.

Della morte del fratello maggiore, il generale MacArthur scrisse 40 anni dopo, "La sua morte prematura ha lasciato un vuoto nella mia vita che non è mai stato colmato".

Il padre del generale MacArthur era figlio di Arthur MacArthur, un discendente del ramo MacArtair del Clan Campbell. I MacArtair avevano la loro sede vicino a Glasgow, in Scozia. Il nonno del generale MacArthur, con sua madre vedova, arrivò in questo paese nel 1825 e si stabilì a Chicopee Falls, Mass. Divenne avvocato.

Ricordi del nonno

I ricordi del nonno del generale MacArthur rimasero, disse, vividi nella sua memoria. Nelle sue memorie che saranno pubblicate il prossimo autunno da McGraw-Hill, ha raccontato la storia di un caso giudiziario presieduto da suo nonno. Uno degli avvocati contendenti sembrava aver sopravvalutato il suo caso e perso la causa. Ha raccontato l'episodio a suo nipote Douglas.

"Mio nonno", scrisse, "illustrava così una lezione che, purtroppo, non ho sempre tenuto presente: non parlare mai più del necessario".

Il padre del generale MacArthur era destinato a West Point, ma nell'agosto 1862, poco più di un anno dopo lo scoppio della guerra civile, si arruolò nella 24a fanteria volontaria del Wisconsin. Ha scalato i ranghi, ha vinto la medaglia d'onore nella battaglia di Missionary Ridge nel novembre 1863 ed è stato conosciuto come "il ragazzo colonnello". Finita la guerra, ha lasciato l'esercito per studiare legge, è stato richiamato nei ranghi e ha combattuto contro gli indiani d'occidente. Mentre era in servizio a Fort Dodge, nacque il suo terzo figlio.

Nel 1898, il vecchio MacArthur fu mandato nelle Filippine dove, in seguito alla capitolazione della Spagna, combatté contro i rivoluzionari di Emilio Aguinaldo, tra cui Manuel Quezon. L'anziano MacArthur divenne maggiore generale comandante dell'esercito delle Filippine e si ritirò come tenente generale.

Durante questi anni Douglas MacArthur e sua madre rimasero negli Stati Uniti, mentre si preparava per l'ingresso a West Point.

I MacArthur avevano stabilito la loro casa a Milwaukee. Fu lì che nel 1898 sostenne i concorsi per l'Accademia Militare degli Stati Uniti.

"Sempre prima di me", scrisse molti anni dopo, "era la visione di West Point, la più grande istituzione militare del mondo. Unirmi alla Lunga Linea Grigia era stata la stella polare di tutte le mie speranze da quando il suono delle trombe mi aveva introdotto nel mondo."

Superò l'esame con ottimi voti ed entrò a West Point nel giugno 1899. Molto è stato scritto del suo curriculum militare e accademico di West Point. Nei quattro anni di laurea ha conseguito un primato scolastico non eguagliato nei 25 anni precedenti. Ha ricordato che c'erano altri nella sua classe più intelligenti di lui, ma ha detto che il suo successo derivava, forse, dall'avere "a una prospettiva un po' più chiara degli eventi - una migliore consapevolezza che le prime cose vengono prima. O, forse, è stata solo fortuna."

Se i suoi precedenti militari, scolastici e atletici erano eccezionali come cadetto, la sua tutela era tra le più strane mai notate nelle pianure di West Point.

La madre viveva vicino all'Accademia

Sua madre ha stabilito una residenza appena fuori dalla riserva di West Point. Suo figlio la visitava ogni giorno della sua vita da cadetto.

Ricordando una crisi nella sua carriera di cadetto quando fu convocato a un'udienza sulla questione del nonnismo all'accademia e dovette affrontare la sfida di ricevere l'ordine di rivelare i nomi dei colpevoli coinvolti, il generale MacArthur disse del fermo sostegno di sua madre alla sua decisione di rimanere silenzio, pena il licenziamento.

Ha scritto che sua madre "ha sentito la lotta che infuriava nella mia anima" e ha composto una poesia ispiratrice che lo esortava a stare fermo.

"Allora sapevo cosa fare", scrisse.

Rimase in accademia e si laureò primo della classe con molti voti nel 1903. Scelse il Genio, ricorda, perché le possibilità di promozione in quel ramo erano buone.

Gran parte del successo del generale MacArthur come cadetto è stato attribuito, da lui e dai suoi colleghi dell'epoca, a sua madre, l'indomita "Pinky" MacArthur. Con suo padre che prestava servizio nell'esercito a 10.000 miglia di distanza in quel periodo critico della sua vita, il giovane cadetto trasse dalla donna aristocratica e forte l'ispirazione e la forza che a volte provengono da entrambi i genitori.

A lei, per tutta la vita, il generale MacArthur ha attribuito il suo senso di rettitudine e "destino" che doveva muovere i suoi ammiratori a lodi senza limiti e infastidire coloro che lo consideravano un egocentrico.

Come sottotenente di nuova nomina fu inviato nelle Filippine e fu coinvolto nella sorveglianza delle isole dove, sebbene l'insurrezione fosse stata repressa, non erano rare le schermaglie con i dissidenti Moro e le squadre di rilevamento subivano di tanto in tanto un'imboscata. Lì, per la prima volta, sentì sparare colpi di rabbia. E, come preludio a molte fughe in molti altri campi di battaglia, una volta gli fu sparato il cappello.

Negli anni precedenti la prima guerra mondiale, il generale MacArthur vide il servizio in Messico, una volta travestito da vagabondo per guidare un gruppo di razziatori, una prima prova della sua propensione all'azione indipendente. Come capitano, prestò servizio nelle forze di spedizione a Veracruz.

L'ascesa della sua stella militare iniziò con lo scoppio della prima guerra mondiale. Contribuì a organizzare la 42a divisione (Arcobaleno) e andò in Francia come comandante di una delle sue brigate.

Mostrando audacia e slancio - spesso con fastidio dei suoi superiori - assaporava l'eccitazione della guerra e i pericoli del combattimento. Inoltre, mostrò la distaccata fiducia in se stesso che segnò la sua carriera per quasi mezzo secolo come soldato attivo.

Concorso per la berlina

Come comandante di brigata con il grado temporaneo di generale di brigata, diresse azioni che a volte andavano contro la grande strategia. In un'occasione, con la cattura della città francese di Sedan assegnata all'esercito francese, entrò in competizione con i francesi per essere il primo in città.

Il premio era di particolare importanza per i francesi perché fu il luogo della resa dei francesi ai tedeschi nel 1870.

Gli ordini per l'operazione erano stati redatti dal colonnello George C. Marshall, un ufficiale delle operazioni presso la sede dell'American Expeditionary Force. Il generale MacArthur ha agito in base alla propria interpretazione degli ordini. La storia ha registrato resoconti contrastanti di quali forze siano entrate per la prima volta a Sedan, ma i francesi sono stati elencati ufficialmente come i primi.

Trentatre anni dopo George C. Marshall, allora Segretario alla Difesa, elaborò un'altra serie di ordini ai quali il generale MacArthur non aveva alcuna possibilità di applicare un'interpretazione dissenziente. Erano gli ordini nel 1951, sollevando il generale MacArthur dai suoi comandi in Estremo Oriente durante il conflitto coreano.

Dopo aver detto una volta al generale MacArthur, "Giovanotto, non mi piace il tuo atteggiamento", il generale John J. Pershing, al comando dell'American Expeditionary Force in Francia, tuttavia, ha appuntato la Distinguished Service Cross e la Distinguished Service Medal sull'audace giovane ufficiale .

Nel 1919, il generale MacArthur tornò negli Stati Uniti e fu nominato sovrintendente dell'Accademia militare degli Stati Uniti. Gli è stato attribuito l'ampliamento del curriculum e l'innalzamento dello status della "scuola commerciale" dell'esercito a livelli accademici pari a quelli dei college e delle università non militari.

Un ex giocatore di football e baseball della squadra di college, il generale MacArthur ha incoraggiato l'atletica intramurale e ha scritto il motto che ora si trova in bronzo sulla parete interna della nuova palestra di West Point:

"Sui campi della contesa amichevole vengono seminati i semi che, su altri campi, in altri giorni, porteranno i frutti della vittoria."

Sprofondando nella stasi del tempo di pace e negli stanziamenti cascanti del Congresso e nell'indifferenza pubblica per la potenza militare in un mondo che aveva appena conquistato il "ultimo" trionfo della democrazia sulla tirannia, l'esercito offriva solo compiti di routine nelle stazioni di routine per i suoi professionisti.

Il generale MacArthur ha svolto un certo numero di questi incarichi a casa e nelle Filippine. Fu regolarmente coinvolto in una vivace controversia come membro della corte nella corte marziale di Briga. Gen. William B. Mitchell nel 1926. Billy Mitchell fu un entusiasta sostenitore dell'aeroplano come strumento di guerra. Dopo aver pubblicamente accusato il Governo di non aver riconosciuto la validità di tale posizione, è stato sottoposto alla corte marziale.

Il tribunale ha stabilito che le accuse contro di lui sono state "dimostrate" e si è dimesso dall'esercito. Per decenni voci, né confermate né smentite dal generale MacArthur, dicevano che il generale MacArthur aveva espresso un voto dissenziente. Il voto effettivo non è mai stato divulgato.

Il generale MacArthur ottenne la sua quarta stella nel 1930, quando fu nominato capo di stato maggiore dell'esercito dal presidente Herbert Hoover.

Fu in questo incarico, durante la Depressione, che entrò in netto contatto con le realtà del disordine nella vita economica della nazione. Nell'estate del 1932, diverse migliaia di disoccupati, molti dei quali veterani della prima guerra mondiale, si radunarono a Washington per chiedere il pagamento immediato dei premi di guerra. Si accamparono nello squallore su Anacostia Flats di Washington tra una diffusa simpatia per la loro situazione, ma con grande imbarazzo dell'amministrazione Hoover.

Il 29 luglio, il presidente Hoover ha emesso ordini scritti al capo di stato maggiore MacArthur di sgomberare e distruggere il campo. Il compito è stato compiuto. Con il Magg. Dwight D. Eisenhower, un assistente ufficiale esecutivo dell'Assistente Segretario alla Guerra, al suo fianco, il generale MacArthur ha diretto le operazioni sulla scena. In alcuni giornali il generale MacArthur è stato descritto come un damerino militare con i nastri che dirige le sue truppe per abbattere ex soldati affamati.

Quando il presidente Franklin D. Roosevelt successe a Hoover, il generale MacArthur fu nominato capo di stato maggiore dell'esercito. Ha ricoperto la carica fino al 1935, più a lungo di qualsiasi predecessore.

Ci sono state accuse da parte dei critici del generale MacArthur secondo cui, con la guerra in Europa a soli quattro anni di distanza, non era più consapevole, nonostante la sua posizione di capo di stato maggiore, dei progressi che Germania e Giappone stavano facendo verso una guerra moderna rispetto ad altri alti ufficiali nell'establishment militare degli Stati Uniti.

A lui fu però attribuito, a fronte di miseri stanziamenti, di aver effettuato un piccolo ammodernamento dell'esercito. Nella sua amichevole biografia del generale MacArthur, "The Untold Story of Douglas MacArthur", Frazier Hunt ha discusso a lungo della disputa del generale con il presidente Roosevelt sul tentativo del presidente di ridurre gli stanziamenti militari. Il signor Hunt ha scritto che il generale MacArthur aveva minacciato di dimettersi e di portare il suo caso davanti al popolo a meno che il presidente non avesse abbandonato i piani per alcune drastiche riduzioni dei budget militari.

Non era la prima, né sarebbe stata l'ultima volta che il generale MacArthur si mostrò recalcitrante nei confronti dell'autorità superiore. Fu notato dagli osservatori dell'orgoglioso e rigido soldato di professione come un'altra di quelle curiose posizioni che assumeva che sembravano smentire l'essenza stessa della sua formazione e professione: disciplina e rispetto degli ordini dall'alto. L'uomo che pretendeva e otteneva completa obbedienza ai suoi ordini da parte dei subordinati non applicava sempre a se stesso la regola d'oro militare.

In quei momenti si spiegava come "animato dal solo desiderio di aiutare a ripristinare. preservare e promuovere quei grandi principi e ideali americani di cui noi stessi siamo stati beneficiari e non siamo fiduciari per le generazioni future."

Parole usate come armi

Nel corso della sua carriera ha usato le parole come armi, spesso elevandosi a vette di magniloquenza alla ricerca di una frase, ispiratrice nel contenuto, sonora nel tono ed evocativa della sua chiamata al "destino".

Nessun rapporto si è mai sviluppato tra il presidente Roosevelt e il generale MacArthur. Ognuno aveva il suo "stile". Come nei suoi rapporti con tutti i comandanti in capo durante il suo servizio militare attivo, il generale MacArthur sembrava incapace di riconoscere che un civile il cui mestiere era la politica poteva essere il depositario della saggezza suprema. Tra le sue dichiarazioni e scritti, i riferimenti a un presidente come "Comandante in Capo" sono scarsi.

Il 3 ottobre 1935 il presidente Roosevelt sostituì il generale MacArthur come capo di stato maggiore e nominò il generale Malin Craig come suo successore. Riprendendo il suo rango permanente di maggior generale, il generale MacArthur fu inviato nelle Filippine come consigliere militare del Commonwealth.

Per due anni ha lavorato alla costruzione di una forza militare nelle Filippine che potrebbe alla fine essere in grado di difendere le isole con l'aiuto americano.

Il 6 agosto 1937 gli fu notificato che sarebbe tornato a breve per il servizio negli Stati Uniti. Affermando che il suo compito nelle Filippine non era ancora stato completato, ha bruscamente interrotto 34 anni di servizio ininterrotto chiedendo il ritiro dall'esercito.

In un messaggio indirizzato a lui come "Caro Douglas", il presidente Roosevelt gli ha comunicato che il suo ritiro era stato concesso. Il presidente ha scritto:

"Il tuo record in guerra come in pace è un capitolo brillante della storia americana."

Manuel Quezon, il presidente del Commonwealth delle Filippine, lo nominò feldmaresciallo delle Filippine. Era l'unico americano a ricoprire un tale grado. Fu allora, esercitando i privilegi di quell'altissimo rango, che il generale MacArthur disegnò il berretto da guarnigione tempestato di foglie d'oro che, insieme agli occhiali da sole e alla pipa in pannocchia, sarebbe diventato il suo marchio di fabbrica.

Il governo delle Filippine ha pagato al comandante uno stipendio di $ 25.000 all'anno e gli ha fornito un attico in cima al Manila Hotel. Furono forniti altri emolumenti, che gli permisero di vivere, come fece poi a Tokyo e nelle Torri Waldorf, una vita semplice in un ambiente lussuoso.

È stato notato durante il suo servizio al governo delle Filippine che il generale MacArthur era l'ufficiale militare più pagato della storia recente. I suoi cospicui investimenti, sia nelle Filippine che in questo paese, furono alla base di frequenti congetture, ma la loro portata e natura non furono mai rivelate. Il suo modo di vivere dopo aver raggiunto il grado più alto era tale che raramente apriva una porta, guidava un'automobile o doveva svolgere la miriade di compiti personali delle persone comuni.

Magro e alto poco meno di un metro e ottanta, il generale MacArthur mantenne un'aria ingannevolmente sbarazzina che il pensiero ignaro invitava alla familiarità, che fu rapidamente e freddamente respinta. A parte il suo berretto da campagna malconcio e tempestato di trecce, il suo abito militare era la semplicità stessa. Quasi ostentatamente, non indossava nastri, insegne o trecce oltre al minuscolo cerchietto di cinque stelle sulle linguette del colletto destro.

Con l'aumentare della possibilità di una guerra, l'esercito filippino fu fuso con l'esercito degli Stati Uniti sotto il comando del generale MacArthur, che fu ripristinato in servizio con le forze americane come tenente generale il 27 luglio 1941. A dicembre fu nominato a pieno titolo generale 11 giorni dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor.

Quell'attacco fu seguito lo stesso giorno da un attacco giapponese alle installazioni militari nelle Filippine dove le forze del generale MacArthur furono colte completamente di sorpresa. Il suo braccio aereo è stato praticamente distrutto. Il suo comando aereo in seguito spiegò che era stato catturato a Clark Field semplicemente perché non c'erano altri aeroporti in grado di riceverlo.

Ora iniziò la più grande ritirata di combattimento della vita del generale MacArthur. Una forza giapponese agguerrita e ben equipaggiata sbarcò a Luzon e attaccò la base militare fortificata degli Stati Uniti sulla penisola di Bataan in cui MacArthur aveva attirato le sue forze.

Con l'apertura della battaglia il 10 dicembre, il generale MacArthur comandò 12.000 esploratori filippini e 19.000 truppe degli Stati Uniti. A questa forza si sono aggiunti circa 100.000 filippini parzialmente equipaggiati. I giapponesi spinsero le forze americane nella penisola di Bataan, dove si sperava che potessero trattenerci per 14 mesi.

Roosevelt ha riferito incensato

Il generale MacArthur assicurò alle sue truppe che questo aiuto sarebbe arrivato, sebbene Washington non gli avesse dato assicurazioni sull'arrivo di rinforzi.

Le sue assicurazioni alle sue truppe raggiunsero il presidente Roosevelt, e, è stato riferito, il presidente fu irritato dalle dichiarazioni del generale MacArthur.

Una voce nel diario di William Hassett, un aiutante della Casa Bianca, pubblicato nel 1953, rivelò che il presidente aveva affermato che era stato "criminale per il generale MacArthur suscitare false speranze tra i suoi uomini".

Nel frattempo, le forze giapponesi altamente addestrate hanno stretto il cappio intorno a Bataan, costringendo le truppe americane e filippine verso la punta della penisola, preparando il terreno per la battaglia finale per Corregidor.

Mentre il generale MacArthur dirigeva la difesa dalle labirintiche fortificazioni sotterranee di Corregidor, il 22 febbraio gli giunse l'ordine di lasciare il suo comando nelle mani del tenente. Gen. Jonathan (Skinny) Wainwright e procedere in Australia per prendere il comando della nuova area del Pacifico sudoccidentale.

Salutando i suoi uomini e i loro compagni filippini, il generale MacArthur pronunciò una frase che doveva essere aggiunta ai suoi marchi di fabbrica.

Con sua moglie e il loro figlio di 4 anni, Arthur, e un'amah cinese, o balia, il generale MacArthur è stato portato via da Corregidor da una barca PT in uno scatto drammatico.

Imparato dalla situazione degli alleati

Arrivato a Melbourne, il generale apprese nei minimi dettagli la difficile situazione degli alleati in ritirata dalle Filippine al sud-est asiatico.

Iniziò ad agitare Washington con la richiesta di più uomini e attrezzature, sembrando non capire o non voler capire che la guerra in Europa aveva la priorità assoluta per il momento. Inoltre, ha espresso amara delusione per il fatto che l'area del suo comando fosse stata limitata.

Sognava di sollevare Corregidor fino al momento della sua capitolazione ai giapponesi il 5 maggio 1942.

Fino a quel momento, la strategia degli Stati Uniti nel Pacifico era totalmente difensiva. Ma con l'aumento della forza degli Alleati, l'iniziativa passò dai giapponesi e il 7 agosto 1942 i marines sbarcarono a Guadalcanal.

Ha avuto luogo una lotta prolungata e solo all'inizio di febbraio 1943 i giapponesi sono stati costretti a evacuare Guadalcanal. Era convinzione del generale MacArthur, e della Marina, che la barriera di Bismarcks dovesse essere rotta.

L'accordo MacArthur-Navy su questo punto, tuttavia, non si estendeva alla strategia globale di sconfiggere il Giappone. In effetti, le opinioni del generale e quelle dell'ammiraglio Chester W. Nimitz, comandante degli Stati Uniti nel Pacifico, dovettero essere opposte fino alla metà del 1944.

Il generale MacArthur preferiva avanzare in Giappone attraverso le Salomone e le Bismarck attraverso quello che chiamava l'Asse della Nuova Guinea-Mindanao. Voleva avere l'intera flotta e le forze anfibie sotto il suo comando per liberare le Filippine prima di avanzare sul Giappone stesso.

Il piano della Marina, che il generale si opponeva come una rotta troppo lunga, prevedeva un'avanzata attraverso il Pacifico, prendendo punti chiave nelle isole Gilbert, Marshall e Caroline sulla strada, poi verso le Marianne, verso Taiwan e infine verso la costa di La Cina stabilisce una base per l'assalto al Giappone.

Il piano adottato nel maggio 1943 era una combinazione dei due, ma indicava la Cina come base di invasione per il Giappone, una mossa poi abbandonata in segno di deferenza nei confronti del generale MacArthur.

A giugno, le forze del generale MacArthur, supportate dalla Marina, iniziarono il lento e faticoso processo di scavalcamento attraverso le isole controllate dai giapponesi.

Alla fine di febbraio 1944, le isole Gilbert e Marshall erano state messe in sicurezza e la barriera di Bismarcks era stata rotta. Da quel momento in poi, le forze del generale MacArthur avanzarono costantemente, conquistando gli Ammiragliati nello stesso momento in cui le forze dell'ammiraglio Nimitz entravano nelle Marianne, Tinian e Guam.

Filippine in questione

Durante i mesi che seguirono, fu lasciato aperto se il generale avrebbe tentato di liberare tutte o parte delle Filippine o se sarebbe andato direttamente da Mindanao e dalle Marianne a Taiwan. La Marina voleva entrare direttamente a Taiwan da Saipan e Mindanao, aggirando le altre isole filippine.

Il generale MacArthur era ancora intenzionato a liberare tutte le Filippine e ad usare Luzon come trampolino di lancio per il Giappone. Ha fatto un forte appello emotivo, sostenuto da argomenti strategici, che gli Stati Uniti erano vincolati dall'onore a liberare le Filippine.

In una conferenza a Pearl Harbor nel luglio 1944, convinse sia il presidente Roosevelt che l'ammiraglio Nimitz a liberare prima le Filippine.

Il 30 ottobre 1944, due anni e mezzo dopo aver promesso di tornare nelle Filippine, il generale MacArthur sbarcò a Leyte e proclamò: "Sono tornato. Per grazia di Dio Onnipotente, le nostre forze stanno di nuovo sul suolo filippino."

Il 18 dicembre 1944 fu promosso al nuovo grado di generale dell'esercito. Le sue forze andarono a Manila, che cadde il 25 febbraio 1945.

A questo punto, Okinawa era stata scelta come sostituto di Taiwan o della Cina come ultima tappa prima del Giappone. Okinawa è caduta a luglio.

Il mese successivo, il destino del Giappone fu segnato con il lancio delle prime bombe atomiche usate in guerra, su Nagasaki e Hiroshima.

Il tanto atteso sanguinoso assalto alle isole di origine giapponese è stato un incubo che non è mai accaduto. L'impero distrutto era ridotto a un insieme di isole frantumate, carbonizzate e sconcertate che non avevano mai conosciuto uno stivale di conquistatore.

Resa Incondizionata

In una carriera costellata di trionfi militari, il più grande di questi per il generale MacArthur arrivò il 2 settembre 1945, quando i rappresentanti giapponesi salirono a bordo della corazzata U.S.S. Missouri nella baia di Tokyo per firmare i documenti di resa incondizionata sotto il suo sguardo.

In rappresentanza dell'imperatore Hirohito, Mamoru Shigemitsu, abbigliato con soprabito e cappello a cilindro, raggomitolato al tavolo dei documenti con una gamba sana e una artificiale. Sembrava che il rappresentante giapponese intendesse leggere il documento di consegna prima di firmarlo.

"Mostragli dove firmare, Sutherland", ordinò il generale al tenente. Gen. Richard K. Sutherland, il suo capo del personale. Senza ulteriori esitazioni il ministro degli Esteri firmò il suo nome. L'impero giapponese era finito.

Pochi anni dopo il generale MacArthur ha valutato il suo ruolo di comandante supremo dell'occupazione del Giappone come segue:

"Se lo storico del futuro dovesse ritenere il mio servizio degno di qualche lieve riferimento, mi auguro che mi menzioni non come un comandante impegnato in campagne e battaglie, anche se vittorioso alle armi americane, ma piuttosto come colui il cui sacro dovere divenne, una volta che le armi furono messe a tacere, per portare nella terra del nostro nemico sconfitto il conforto, la speranza e la fede della morale cristiana.

"Potrei avere solo una riga tra un secolo da qui accreditando un contributo all'avanzata della pace, cederei ogni onore che è stato concesso dalla guerra."

L'occupazione di una nazione orgogliosa, prostrata, sconcertata e odiata, si sarebbe rivelata un fenomeno nella storia di sconfitte e conquiste.

I resti della sua istituzione militare furono smantellati. I suoi capi militari furono imprigionati, processati e puniti come criminali di guerra. Il suo vasto complesso industriale era in rovina e la sua gente era timorosa e incerta del futuro. In tempi rapidi, l'occupazione ha spogliato l'imperatore della sua divinità, ha smantellato lo Zaibatsu (una gerarchia industriale informale ma onnipotente basata sui legami familiari) e ha istituito riforme che hanno scosso le radici di un'antica società di classe.

Seduto lontano e serenamente in cima all'occupazione era l'architetto della sconfitta dei giapponesi, il simbolo della loro conquista, il cui potere su di loro superava quello dell'imperatore ormai impotente. A torto oa ragione, questa era la visione giapponese del generale MacArthur nel settembre 1945.

Con l'inizio dell'occupazione del Giappone, la misura in cui l'Unione Sovietica l'avrebbe condivisa non era stata decisa ai massimi livelli. Approfittando di questo, il generale MacArthur ha calpestato gli sforzi sovietici per mettere piede nella porta.

È diventato rapidamente uno scherzo permanente a Tokyo che il rappresentante di rango dell'Unione Sovietica in Giappone, Lieut. Il generale Kuzma Nikolayevich Derevyanko, ha trascorso più tempo nell'ufficio esterno del generale MacArthur in attesa di udienze che non hanno mai avuto luogo rispetto a chiunque altro nel paese.

Il generale Derevyanko, che aveva firmato la resa per il suo paese a bordo del Missouri, cercò l'orecchio del generale MacArthur per una discussione sul ruolo sovietico nell'occupazione, ma i russi non lo ottennero mai. Il generale Derevyanko tornò a casa la prima settimana di ottobre 1945 e l'occupazione rimase un affare americano.

L'occupazione si è protratta per cinque anni durante i quali il generale MacArthur, remoto ma onnipresente, si è spostato tra il suo ufficio nel centro di Dai Ichi Building e la sua residenza nella tentacolare, bianca pietra e cemento dell'ambasciata degli Stati Uniti.

I tradizionalisti erano inorriditi

Migliaia di giapponesi erano in fila per le strade e sui marciapiedi per guardarlo passare su una lunga macchina nera quattro volte al giorno. Tutti i precedenti andarono in frantumi ei tradizionalisti giapponesi rimasero sconvolti quando, all'inizio dell'occupazione, l'imperatore lo fece visita a casa sua. Il Tenno (Imperatore), ritenuto dai giapponesi un discendente della Dea del Sole, andò, come molti altri di alto rango di molte nazioni, a rendere omaggio al generale americano.

Due corrispondenti di giornali americani leggermente irriverenti pubblicarono un libro, "The Star-Spangled Mikado", che, tradotto in giapponese, ebbe un'ampia diffusione.

Dell'occupazione, il generale MacArthur ha fatto questa osservazione:

"Le pagine di storia nel registrare i contributi americani del XX secolo potrebbero, forse, passare alla leggera le guerre che abbiamo combattuto. Ma credo che non mancheranno di registrare l'influenza positiva sull'Asia che seguirà inevitabilmente la rigenerazione spirituale del Giappone."

La serenità dell'Asia fu infranta all'alba del 25 giugno 1950, quando le truppe nordcoreane, addestrate ed equipaggiate dai russi, avanzarono verso sud attraverso il 38° parallelo nel tentativo fulmineo di sopraffare le inadeguate forze sudcoreane, che erano state addestrato sotto la direzione di un team consultivo militare degli Stati Uniti di meno di 1.000 uomini e ufficiali.

Tecnicamente, il generale MacArthur non era responsabile della protezione della Corea del Sud, ma il destino del gruppo consultivo militare, delle loro famiglie e di diverse migliaia di altri americani nel paese era in dubbio.

Il presidente Truman ordinò al generale MacArthur di prendere tutte le misure che riteneva necessarie per evacuare gli americani dalla Corea del Sud. I civili sono stati evacuati via mare e via aerea. Le truppe consultive rimasero con le unità coreane.

Quindi il generale MacArthur informò il generale Lawton Collins, capo di stato maggiore, che i sudcoreani, con ogni probabilità, non potevano difendersi con successo. A Washington venivano prese decisioni ogni ora in conseguenza delle quali gli Stati Uniti furono, passo dopo passo, coinvolti nella lotta.

La Fifth Air Force, inizialmente assegnata per protestare contro l'evacuazione, iniziò a cercare di sostenere le forze sudcoreane in rapida ritirata. Il presidente Truman decise di agire su raccomandazione del generale MacArthur di inviare truppe degli Stati Uniti in Giappone e Okinawa nella lotta per arginare l'ondata comunista.

La lotta impari tra l'esercito comunista nordcoreano altamente addestrato di 500.000 e l'esercito sudcoreano mal preparato di poco più di 100.000 uomini presto coinvolse unità sparse di truppe americane, travolte in fretta da basi sparse in Estremo Oriente e gettate nel conflitto .

Se all'altezza dello spirito della sfida, il giovane GI del dopoguerra aveva poco addestramento e meno capacità di arginare la marea comunista, spazzando sotto i piani di battaglia preparati dai sovietici lungo le valli montuose e nella ciotola di riso della Corea del Sud.

Gli Stati Uniti hanno lanciato un appello alle Nazioni Unite affinché si uniscano alla lotta contro l'aggressione armata. Poiché l'Unione Sovietica in quel momento stava boicottando il Consiglio di sicurezza per altri motivi e non era presente per usare il suo veto, le Nazioni Unite decisero di unire le forze con i sudcoreani e gli Stati Uniti nella lotta.

Nel frattempo, uno degli ufficiali più fidati e competenti del generale MacArthur, il tenente. Il generale Walton H. Walker, comandante dell'Ottava Armata degli Stati Uniti, fu incaricato di fermare l'aggressore.

Diversi fattori erano a favore del generale Walker mentre cercava di accumulare le sue forze mentre combatteva aspre azioni di retroguardia contro l'invasore. Il braccio aereo nordcoreano era trascurabile, le sue forze navali erano inesistenti Il supporto della Quinta aeronautica del generale Walker era in costante aumento, le sue linee di rifornimento via mare non erano ostacolate. Prese posizione sul perimetro di Naktong in agosto, proteggendo il vitale porto di rifornimento di Pusan ​​e abbattendo il nemico respingendo, con costose perdite, i suoi assalti alle difese.

Il 12 settembre 1950, il generale MacArthur eseguì un audace e massiccio attacco dal mare sul retro della Corea del Nord e fiancheggiò uno sbarco anfibio nel porto occidentale di Inchon.

La difesa della Corea del Nord si ruppe e i resti del suo esercito fuggirono in disordine attraverso il 38° parallelo. Il generale MacArthur annunciò che a tutti gli effetti la guerra era finita, tranne che per la necessità di inseguire il nemico fino al fiume Yalu, il confine tra la Cina comunista e la Corea del Nord.

Verso la fine di settembre, le operazioni di rastrellamento delle forze comuniste nordcoreane a sud del 38° parallelo continuarono mentre alcune unità delle Nazioni Unite, le loro aree liberate dal nemico, segnavano il tempo.

Il gusto della vittoria fece impennare l'entusiasmo delle forze delle Nazioni Unite. I comandanti delle unità erano favorevoli a perseguire il nemico verso nord senza indugio. Tuttavia, gli ordini furono tenuti in sospeso quando giunse la notizia che c'era grave costernazione al quartier generale delle Nazioni Unite sul fatto che l'intento dello sforzo congiunto fosse stato quello di respingere gli invasori o liberare l'intera penisola dalle forze militari comuniste.

Seduto nel suo posto di comando nell'ufficio di Tokyo nell'edificio Dai Ichi, il generale MacArthur ha schierato le sue argomentazioni a sostegno del piano di inseguimento.

Per più di tre mesi aveva diretto gli affari del Giappone con una mano e condotto con l'altra la grande strategia della guerra.

Nel profondo del suo ufficio quasi impenetrabile, circondato da uno staff che sorvegliava con zelo il suo tempo e la sua presenza, leggeva i rapporti giornalieri e talvolta orari del fronte di battaglia.

In meno di una dozzina di occasioni si è diretto agli aeroporti di Haneda o Tachikawa fuori Tokyo, è salito a bordo del suo aereo da trasporto personale quadrimotore lussuosamente arredato, il Bataan, per una visita in Corea e colloqui con i suoi comandanti sul campo.

Fatta eccezione per le frequenti conversazioni telefoniche e telegrafiche con i suoi comandanti sul campo, la routine di cinque anni del generale MacArthur non fu visibilmente influenzata. Andava e veniva tra l'ufficio e la residenza con la stessa regolarità di un orologio, mentre i giapponesi e il G.I. restavano a bocca aperta davanti allo splendore distaccato della sua scomparsa.

Il 10 ottobre, il presidente Truman è volato a Wake Island per un incontro con il generale MacArthur. Il presidente sembrava preoccupato della propensione del generale all'azione indipendente.

A Wake Island, il generale MacArthur ha espresso grande ottimismo sulla situazione coreana. Disse al presidente che c'erano "pochissime" possibilità che i comunisti cinesi o l'Unione Sovietica avrebbero reagito a un'avventura nella Corea del Nord.

Il generale MacArthur tornò a Tokyo e iniziò a "chiudere" la guerra di Corea. Verso la fine di ottobre un'unità da combattimento aviotrasportata del reggimento fu impiegata nella sola operazione di paracadutisti di guerra. I paracadutisti degli Stati Uniti sono stati lanciati in due punti appena a nord della capitale nordcoreana di Pyongyang per tagliare le unità comuniste in fuga e disorganizzate. Allo stesso tempo, le truppe di terra delle Nazioni Unite attraversarono il 38° parallelo in un balzo verso il fiume Yalu, il confine settentrionale della Corea con la Cina.

Ma elementi identificati come truppe comuniste cinesi sono stati trovati a sud del 38° parallelo nei settori della costa centrale e orientale all'incirca nello stesso momento, alla fine di ottobre. Avevano attraversato lo Yalu verso il 16 ottobre. Gli ufficiali dell'intelligence del generale MacArthur, tuttavia, a quanto pare non sono riusciti ad attribuire alcun significato ai rapporti sulla loro presenza.

Le unità della prima divisione di cavalleria raggiunsero il fiume, ma nel giro di poche ore l'esercito comunista cinese attraversò il confine e la seconda fase della lotta coreana era in corso. Nella seconda settimana di novembre era iniziata una guerra su vasta scala e le forze delle Nazioni Unite stavano cedendo a una velocità che, in molti casi, equivaleva a una disfatta.

Ancora una volta, al 38° parallelo, le forze delle Nazioni Unite si sono raggruppate e hanno resistito per un po'.Più tardi, però, Seoul, la capitale sudcoreana, cadde per la seconda volta in mano ai comunisti.

Quella che il generale MacArthur aveva chiamato "a nuova guerra" andò avanti per tutto l'inverno e fino alla primavera. Divenne irrequieto e voleva colpire i depositi cinesi e le linee di rifornimento all'interno del territorio cinese.

Ha fatto sapere che era scontento delle decisioni elevate di astenersi dall'attaccare al di fuori della Corea per timore che la guerra si diffondesse. In un messaggio all'American Legion, ha ribadito la sua posizione e, in risposta a una richiesta del rappresentante Joseph W. Martin Jr., il repubblicano del Massachusetts, ha stabilito una posizione che Washington non riteneva conforme alle sue opinioni. Nel messaggio ha detto:

"Non c'è sostituto per la vittoria"

Nell'aprile 1951 fu sollevato dal suo comando in Estremo Oriente dal presidente Truman.

Nel suo libro "MacArthur, His Rendezvous with History", l'amico di lunga data del generale e aiutante senior, il maggiore generale Courtney Whitney, ha ricordato il momento in cui il generale MacArthur ha ricevuto il fatidico ordine:

La faccia di "MacArthur" si congelò. Non un barlume di emozione lo attraversò. Per un momento, mentre i suoi ospiti a pranzo erano perplessi su ciò che stava accadendo, rimase in un silenzio di pietra. Poi guardò sua moglie, che era ancora in piedi con la mano sulla sua spalla. Con voce gentile, udibile da tutti i presenti, disse: &aposJeannie, finalmente andiamo a casa.&apos"

Nel messaggio che accompagnava il suo ordine di sollevare il generale MacArthur, il presidente Truman diceva:

"Un dibattito pieno e vigoroso su questioni di politica nazionale è un elemento vitale nel sistema costituzionale della nostra libera democrazia. È fondamentale, tuttavia, che i comandanti militari siano governati dalle politiche e dalle direttive loro impartite secondo le modalità previste dalle nostre leggi e dalla nostra Costituzione. In tempi di crisi questa considerazione è particolarmente convincente.

Il posto del "Generale MacArthur" nella storia come uno dei nostri più grandi comandanti è pienamente stabilito. La Nazione gli ha un debito di gratitudine per il servizio distinto ed eccezionale che ha reso al suo Paese in incarichi di grande responsabilità. Per questo motivo ripeto il mio rammarico per la necessità dell'azione che mi sento in dovere di intraprendere in questo caso."

Il 17 aprile, il generale, sua moglie e suo figlio arrivarono a San Francisco. Il suo ritorno fu quello di un eroe conquistatore, città dopo città lo festeggiava con parate.

A partire dal 3 maggio ha testimoniato per tre giorni davanti alle Commissioni dei servizi armati e delle relazioni estere del Senato, insistendo sul fatto che avrebbe potuto vincere il conflitto coreano se gli fosse stata data mano libera. Si è rivolto alle Camere unite del Congresso il 19 aprile, suscitando una profonda impressione per la moderazione del suo discorso e la dignità della sua presentazione.

Concluse con una citazione da una vecchia canzone dell'esercito: "I vecchi soldati non muoiono mai, svaniscono semplicemente".

Tuttavia, non è svanito. Ha continuato a fare discorsi e dichiarazioni. Il suo nome è stato allevato prima della Convention nazionale repubblicana del 1952 come possibile candidato presidenziale. Era l'oratore principale, ma la nomina è andata al generale Eisenhower.

Delle Nazioni Unite una volta disse:

"Rappresenta forse lo sforzo più nobile che l'uomo abbia mai fatto per sviluppare un codice universale basato sul più alto dei precetti morali. Divenne la chiave di volta di un arco di speranza universale."

Il generale MacArthur e sua moglie si stabilirono in una suite al 37esimo piano delle Waldorf Towers, in alto sopra Park Avenue. Il 1° agosto 1952 è stato nominato presidente del consiglio di amministrazione di Remington Rand Inc. (ora Sperry-Rand), produttori di apparecchiature elettriche e macchine aziendali. Il generale Whitney rimase il suo inseparabile compagno e confidente.

Con la morte nel 1959 del generale George C. Marshall, il generale MacArthur divenne l'alto ufficiale dell'esercito degli Stati Uniti con il grado di generale dell'esercito. Rimase in servizio attivo senza incarico, diritto a un piccolo personale e paga e indennità pari a $ 20.543 all'anno.

Nel luglio 1961, il generale MacArthur, accompagnato da sua moglie, fece un viaggio sentimentale nelle Filippine, il suo unico viaggio all'estero dopo il suo ritorno negli Stati Uniti nel 1951. Ulteriori onorificenze gli furono conferite dal governo locale.

Ogni anno, il 26 gennaio, giorno del suo compleanno, si univa ai vecchi compagni a una cena privata al Waldorf per ricordare le campagne che avevano passato. Le delegazioni dei cadetti di West Point chiamavano ogni anno per fargli una serenata.

La sua unica precedente grave malattia lo colpì nel gennaio del 1960, quando fu operato per un problema alla prostata. Si è ripreso dal calvario nonostante i suoi 80 anni.

Il generale MacArthur si è sposato due volte. Il suo primo matrimonio fu con la signora Henrietta Louise Cromwell Brooks, la moglie divorziata di Walter Brooks, Jr., e figliastra di Edward T. Stotesbury, un ricco banchiere di Filadelfia. Ha ottenuto il divorzio da lui nel 1929 sulla base del fatto che non era riuscito a sostenerla.

Era sposato con Jean Marie Faircloth, di Murfreesboro, Tenn., 30 aprile 1937. Il loro unico figlio, Arthur, è nato a Manila il 21 febbraio 1938. Arthur si è laureato alla Columbia University nel 1961.


Guarda il video: Հարավային կորեայում Հայաստանի դրոշը (Potrebbe 2022).