Podcast di storia

Gunnhild, un corpo di palude erroneamente identificato e la madre dei re nelle saghe norrene

Gunnhild, un corpo di palude erroneamente identificato e la madre dei re nelle saghe norrene


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Gunnhild, conosciuta anche come Gunnhild Gormsdóttir o Gunnhild konungamóðir (che significa "madre dei re"), è un personaggio che si trova in numerose saghe norrene. In queste storie, Gunnhild è raffigurata come la moglie di Eric Haraldsson, soprannominato Eric Bloodaxe, il secondo re di Norvegia che regnò nel X secolo d.C.

Mentre l'esistenza di Eric può essere accertata (ad esempio, sulla base di monete che portano il suo nome), la storicità di sua moglie è più discutibile, poiché, al momento, ci sono solo prove letterarie su cui fare affidamento. Durante il 19° secolo, fu scoperto il corpo di una donna nella palude, identificato come appartenente a Gunnhild, anche se in seguito si sarebbe dimostrato che era sbagliato.

Storia della Norvegia

Il Historia Norwegiæ (tradotto come "Una storia della Norvegia" ), ritenuto da una fonte scritto nel XIII secolo d.C., contiene un resoconto della discendenza di Gunnhild. In questo lavoro viene data una descrizione piuttosto negativa della regina,

una donna feroce e iniqua dalla Danimarca di nome Gunnhildr, figlia del notevole stolto Gormr, re dei danesi, e della donna particolarmente sagace, Þyri.

Nello stesso testo, si dice che Eric Haraldsson fosse il figlio maggiore di Harald Fairhair, il primo re di Norvegia. Dopo la morte di Harald, Eric divenne re e sposò Gunnhild. Insieme, la coppia ha prodotto sei figli,

Haraldr, con il soprannome di "Greypelt", secondo Gamli, terzo Sigvarðr Gleam, quarto Gunnrøðr, quinto Erlingr, sesto Gormr

Eric Bloodaxe, seduto, e Gunnhild si confrontano con Egill Skallagrimsson.

Un diverso resoconto delle origini di Gunnhild può essere trovato nel Heimskringla (tradotto come "La cronaca dei re di Norvegia" ). In questo testo, scritto durante il XIII secolo d.C., Erik incontrò Gunnhild in un luogo chiamato Finmark prima di succedere a suo padre.

Secondo questo resoconto, il padre di Gunnhild è un uomo di Halogaland di nome Ozur Tote. Questo testo afferma anche che Gunnhild era nel Finmark per "imparare la stregoneria da due dei finni più consapevoli di tutto il Finmark". Entrambi questi uomini volevano che Gunnhild si sposasse ed Erik dovette ucciderli prima di poterla sposare.

  • The Gisla Saga: una storia islandese di amore, famiglia e vendetta
  • Le saghe degli islandesi fanno luce sull'età dell'oro

La saga di Egil

Un'altra versione della storia di Gunnhild può essere trovata in La saga di Egil o La storia di Egil Skallagrimsson , scritto anche nel XIII secolo d.C. Come il Heimskringla, il padre di Gunnhild è registrato come Ozur Tote. Una differenza tra questi due testi è che in La saga di Egil , Erik ha incontrato Gunnhild a Bjarmaland. Inoltre, in questo testo non si fa menzione delle "due delle pinne più consapevoli".

L'autore di Historia Norwegiæ (un monaco anonimo, tra l'altro) incolpa Gunnhild per la perdita del trono da parte di Eric. Eric fu sostituito da un fratello minore Haakon Haraldsson (noto anche come Haakon il Buono) come re di Norvegia,

Dopo aver governato per un anno e non aver fatto piacere a nessuno a causa dell'eccessiva arroganza di sua moglie, Eiríkr fu privato del regno da suo fratello Hákon, figlio adottivo di Æthelstan, re d'Inghilterra, con l'accordo dei capi della Norvegia .

Egill Skallagrímsson in un manoscritto del XVII secolo della Saga di Egil.

Eric poi fuggì in Inghilterra, dove fu ben accolto da thelstan. Inoltre, secondo il Historia Norwegiæ , stava andando abbastanza bene, fino a quando "è arrivata la sua oltraggiosa moglie, Gunnhildr". Questo testo registra anche che Eric "morì quando fu attaccato durante un'incursione in Spagna", in seguito alla quale Gunnhild tornò da suo fratello, Harald, il re dei danesi, con i suoi figli.

  • Le antiche pianure parlamentari dell'Islanda
  • Il corpo di 800 anni trovato in un pozzo norvegese supporta la precisione di Sverris Saga

La versione di Heimskringla

Nel Heimskringla, d'altra parte, registra che dopo la partenza di Eric dalla Norvegia, salpò verso ovest e saccheggiò le isole britanniche. Come risultato di un accordo con Æthelstan, Erik si stabilì nel Northumberland.

Dopo la morte di thelstan, suo fratello, Jatmund, divenne il nuovo re d'Inghilterra. Jatmund ed Eric non erano in buoni rapporti e alla fine scoppiò una guerra tra i due, che si concluse con la morte di Eric. Quando Gunnhild venne a sapere della morte di suo marito, si dice che lei e i suoi figli abbiano saccheggiato la terra del re inglese, lasciato il Northumberland, saccheggiato le isole britanniche per un po', e poi siano partiti per la Danimarca, poiché c'era inimicizia tra questo paese e la Norvegia .

L'unica pagina sopravvissuta conosciuta come la foglia di Kringla (Kringlublaðið) è conservata nella Biblioteca Nazionale e Universitaria d'Islanda.

Nel Jómsvíkinga Saga (tradotto come "Saga dei Jomsvikings" ), è scritto che “Durante l'inverno, il re Haraldr Gormsson (noto anche come Harald Bluetooth) e il conte Hákon pianificarono il tradimento contro Haraldr, il re di Norvegia, e sua madre Gunnhildr. E in primavera ha ceduto al loro tradimento a Limfjord”.

Su istigazione di Harald Bluetooth, Gunnhild è annegata in una palude. Nel 1835, il corpo di una donna (nota come la donna Haraldskaer) fu scoperto nel Gunnelsmose ("palude di Gunnhild") nella tenuta di Haraldskaer in Danimarca. Inizialmente si credeva che questo fosse il corpo di Gunnhild, e il re danese, Federico VI, fece scolpire anche un bellissimo sarcofago per questo corpo di palude.

Gunnhild come una vecchia. Illustrazione di Krohg.

Fu solo nel corso del XX secolo, con l'aiuto della datazione al carbonio, che questa ipotesi fu fermamente smentita. Secondo questo metodo di fato, è stato dimostrato che questo corpo mummificato apparteneva a una persona vissuta intorno al 500 a.C., precedendo la vita di Gunnhild di circa 1500 anni.

Immagine in primo piano: dalla Gisla Saga: quando Eyjólfur e i suoi uomini attaccarono Gísli in numero schiacciante, la moglie di Gísli, Auður, era al suo fianco, armata di una mazza. ( hurstwic.org)

Per wty


Gunnhild, Madre dei Re

Gunnhildr konungamóðir (madre di re) o Gunnhildr Gormsdóttir, [1] il cui nome è spesso anglicizzato come Gunnhild (c. 910 - c. 980) è una figura quasi storica che appare nelle saghe islandesi, secondo le quali era la moglie di Eric Bloodaxe (re di Norvegia 930-34, 'Re' di Orkney c. 937-54 , e re di Jórvík 948-49 e 952-54). Appare in primo piano in saghe come Fagrskinna, La saga di Egils, Njáls saga, e Heimskringla.

Le saghe raccontano che Gunnhild visse in un periodo di grandi cambiamenti e sconvolgimenti in Norvegia. Suo suocero Harald Fairhair aveva recentemente unito gran parte della Norvegia sotto il suo dominio. [2] Poco dopo la sua morte, Gunnhild e suo marito Eric Bloodaxe furono rovesciati ed esiliati. Trascorse gran parte del resto della sua vita in esilio nelle Orcadi, Jorvik e in Danimarca. Alcuni dei suoi numerosi figli con Eric divennero co-governanti della Norvegia alla fine del X secolo.


Contenuti

Heimskringla descrive Sigrid come la figlia bella ma vendicativa di Skogul-Tosti, un potente nobile svedese. Come vedova di Eric il Vittorioso, possedeva molte grandi proprietà e viveva con suo figlio Olav lo Svedese, quando il suo fratello adottivo Harald Grenske, un re di Vestfold, chiese la sua mano. Aveva lui e un altro corteggiatore reale, Vissavald di Gardarik, bruciato a morte in una grande sala dopo una festa per scoraggiare altri corteggiatori. Questo episodio le è valso il suo soprannome. [3]

La sua mano fu poi chiesta da Olaf Tryggvasson, il re di Norvegia, ma avrebbe richiesto che si convertisse al cristianesimo. Gli disse in faccia: "Non mi separerò dalla fede che i miei padri hanno tenuto davanti a me". In preda alla rabbia, Olaf la colpì con un guanto e Sigrid gli disse con calma: "Questo potrebbe essere la tua morte un giorno". Sigrid ha quindi proceduto a creare una coalizione di suoi nemici per provocare la sua caduta. Si alleò alla Svezia con la Danimarca, sposando il vedovo Sweyn Forkbeard che aveva già litigato con Olaf. Sweyn aveva mandato sua sorella Tyri a sposare il re wendish Burislav, che era stato il padre della prima moglie di Sweyn, Gunhild. Tyri fuggì e sposò Olaf, provocandolo in conflitto con suo fratello, mentre Sigrid infiammava Sweyn contro il suo ex corteggiatore. Questa animosità condivisa avrebbe portato alla Battaglia di Swold, in cui cadde Olaf. Snorri afferma anche che Estrid Svendsdatter era una sorella paterna di Canuto il Grande, e come figlia di Sigrid era sorella materna di Olav lo svedese, ma in un altro luogo dice che Estrid era figlia di Gunhild di Wenden. [3]

Lo storico danese Saxo Grammaticus avrebbe ripetuto queste informazioni, scrivendo che la vedova di Eric il Vittorioso, Syritha, aveva sposato Sweyn Forkbeard dopo aver disprezzato Olaf Trygvasson. [3]

Un ulteriore punto che è stato citato a favore dell'esistenza storica di Sigrid è che i possedimenti dei re danesi nella Svezia medievale erano conosciuti come "Syghridslef" - "l'eredità di Sigrid". [3]

C'è poco materiale nelle cronache medievali per fornire dettagli sui matrimoni di Sweyn di Danimarca ed Erik di Svezia:

    menziona che la figlia di Mieszko I di Polonia e sorella di Bolesław I Chrobry di Polonia sposò Sweyn Forkbeard e gli diede due figli, Canuto il Grande e Harald II di Danimarca, ma non menziona il suo nome. [3] Thietmar è probabilmente il più informato dei cronisti medievali che affrontano la questione, poiché era contemporaneo degli eventi descritti e ben informato sugli eventi in Polonia e Danimarca. L'affermazione che la madre di Harald e Canute fosse la sorella di Boleslaw può spiegare alcune misteriose affermazioni che compaiono nelle cronache medievali, come il coinvolgimento delle truppe polacche nelle invasioni dell'Inghilterra. scrive quasi un secolo dopo che una principessa polacca, sorella o figlia di Bolesław I Chrobry di Polonia, era la moglie di Eric il Vittorioso e con questo matrimonio madre di Olof Skötkonung di Svezia, prima di diventare madre di Canuto il Grande e Harald II di Danimarca nel suo secondo matrimonio con Sweyn. [3] Le affermazioni di Adam sul matrimonio con Eric sono considerate inaffidabili da molti storici, poiché è l'unica fonte a dichiarare questa relazione e perché scrive diverse generazioni dopo. Gli scoli di Gesta Hammaburgensis Ecclesiae Pontificum ricordano che fu il re polacco Boleslao a dare in sposa la mano della principessa. [3] Un problema è che Olof nacque al più tardi all'inizio degli anni '80, prima che Boleslaw Chrobry salisse al potere, e quindi era troppo vecchio per essere il figlio della principessa senza nome.

Durante questo periodo, i matrimoni tra monarchi nordici e nobili Vendic si ripetevano per motivi politici. Ad esempio, Tove degli Obotriti, figlia del signore di Vendic Mistivoj, sposò il re Harald Bluetooth di Danimarca negli anni '60.

  • Gesta Cnutonis regis menziona in un breve passaggio che Canuto e suo fratello andarono nella terra degli Slavi e riportarono la loro madre, che viveva lì. Ciò non significa necessariamente che sua madre fosse slava, ma tuttavia questa cronaca suggerisce fortemente che lo fosse.

Questi dati sono stati utilizzati per ricostruzioni alternative. Si potrebbe interpretare il racconto della saga di Sigrid come una confusa resa di una principessa, Świętosława, figlia del primo duca dei polacchi Mieszko I, che sposò in successione Erik e Sweyn, essendo madre di Olaf (da Erik), Harald e Canuto (entrambi di Sweyn). Sigrid sarebbe o un nome contemporaneo adottato dalla Principessa per conformarsi al suo nuovo contesto linguistico, oppure semplicemente un nome inventato da autori di saghe che non conoscevano o non potevano comprendere il suo nome slavo. Questa soluzione potrebbe inoltre renderla identica alla prima regina della saga di Sweyn, "Gunhild", figlia di Burislav, suggerita come una confusa resa dello stesso matrimonio storico con la sorella di Boleslav di Polonia. In alternativa, i matrimoni polacchi attribuiti a Sweyn ed Eric potrebbero essere stati a donne diverse, con Gunhild che era la figlia di Mieszko, mentre la vedova di Eric, una principessa distinta e il modello per Sigrid, sposò Sweyn dopo di lei. Infine, alcuni considerano Sigrid essere una fantasia creata da scrittori di saga scandinavi.

Ulteriore confusione è stata introdotta da interpretazioni datate di una scoperta archeologica. Nel 1835, la donna di Haraldskær fu scoperta in una torbiera nello Jutland. Questo corpo di donna è stato datato all'XI secolo ed è stato identificato con Sigrid (o Gunhild). La datazione al radiocarbonio ha successivamente dimostrato che questa datazione non è corretta, che i resti sono molto più antichi. Tuttavia, la datazione errata si è intrecciata con numerosi episodi di intrighi scandinavi, poiché la teoria è stata elaborata per servire una varietà di ordini del giorno di re e nobili prima della sua riedizione.

Henry Wadsworth Longfellow compose una poesia dal titolo "Queen Sigrid the Haughty" di cui questo è il primo verso:

La regina Sigrid l'Altezzosa sedeva orgogliosa e in alto nella sua camera, che si affacciava su prati e campi. Carissima, perché ti addolori così?

Karen Blixen, nel racconto "Il diluvio a Norderney" in Sette racconti gotici, si riferisce a Sigrid, sostenendo che ha invitato tutti i suoi corteggiatori a casa sua e li ha bruciati per scoraggiare gli altri corteggiatori. [ citazione necessaria ]

La storia della vita di Sigrid, liberamente ispirata ai materiali della Saga, è al centro di due romanzi dello scrittore e giornalista svedese Johanne Hildebrandt [4] [ riferimento circolare ] : "Sigrid" (2014) e il suo seguito "Estrid" (2016).

Ci sono tre romanzi sulla vita e sui tempi di Sigrid la Superba (trattandola come identica a Świętosława):


Guarda il video: A little bit of shieldmaiden Gunnhild S05 EP14 (Potrebbe 2022).