Podcast di storia

Bell XFL-1 Airabonita

Bell XFL-1 Airabonita


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Bell XFL-1 Airabonita

Il Bell XFL-1 Airabonita era una variante dell'Airacobra prodotta per la US Navy come possibile sostituto della sua flotta di vecchi biplani. È stato progettato per soddisfare una specifica emessa il 1 gennaio 1938 e la Marina degli Stati Uniti ha ordinato un singolo prototipo l'8 novembre 1938.

Come l'Airacobra, l'Airabonita aveva il suo motore Allison XV-1710-6 dietro il pilota per fare spazio a un cannone pesante nel muso, anche se il prototipo non ha mai ricevuto il cannone da 37 mm suggerito da Bell o il cannone da 23 mm richiesto dalla marina.

Per renderlo adatto alle operazioni di trasporto, l'Airabonita aveva una fusoliera più robusta dell'Airacobra, era dotato di un gancio di arresto e abbandonò il carrello anteriore del P-39 in favore di un carrello di atterraggio più tradizionale con ruota di coda. L'Airabonita soffriva di gravi problemi di baricentro, causati dal peso elevato del motore nella parte posteriore del velivolo. Ha fatto il suo primo volo (non intenzionale) il 13 maggio 1940, quando un test di taxi si è concluso con l'aereo in volo, e ha raggiunto la Marina degli Stati Uniti il ​​27 febbraio 1941.

Nonostante abbia apportato una serie di modifiche a seguito dei test della Marina, Bell non è stata in grado di risolvere i problemi con l'Airabonita e il prototipo è rimasto l'unico esemplare ad essere prodotto. Il progetto è stato annullato nel febbraio 1941.

Metti questa pagina nei preferiti: Delizioso Facebook StumbleUpon


Bell XFL Airabonita

Scritto da: Staff Writer | Ultima modifica: 16/05/2016 | Contenuto e copiawww.MilitaryFactory.com | Il seguente testo è esclusivo di questo sito.

L'XFL "Airabonita" era un prodotto della Bell Aircraft Company sviluppato in parallelo con il P-39 Airacobra, un progetto USAAF (United States Army Air Forces) a terra che alla fine ha raggiunto lo stato operativo. In sostanza, l'Airabonita era una versione "navallizzata" dell'Airacobra con alcune modifiche indotte dalla marina per le operazioni a bordo delle portaerei. Nonostante il tentativo, l'Airabonita fu afflitto da problemi al motore e al telaio durante il suo sviluppo e si dimostrò del tutto sottodimensionato rispetto alla maggior parte degli altri aerei da combattimento dell'epoca. La Marina degli Stati Uniti alla fine decise per altri inseguimenti e il singolo prototipo XFL da $ 125.000 fu inevitabilmente messo a tacere.

Con le sue origini nel design dell'esercito P-39, il modello XFL ha mantenuto la maggior parte della stessa forma esterna. Destinato all'uso da parte della Marina degli Stati Uniti come aereo intercettore, l'Airabonita è stato progettato come tale, con un sistema di sottocarro convenzionale (con due carrelli di atterraggio principali e un ruotino di coda) in contrasto con il tipo di triciclo offerto dal P-39. La cellula è stata rivista e rinforzata per i rigori delle operazioni del vettore. Un gancio di arresto è stato aggiunto sotto la base dell'impennamento. L'Airabonita conservava ancora le porte in stile automobilistico per l'ingresso e l'uscita.

Il velivolo doveva essere alimentato da un singolo motore in linea Allison XV-1710-6 12 cilindri raffreddato a liquido Vee da 1.150 cavalli. Il motore era, come nel P-39, montato a poppa della cabina di pilotaggio e alimentava un'elica a tre pale montata in avanti tramite un albero di 10,38 piedi che correva sotto il pavimento della cabina di pilotaggio. Va notato che questo particolare motore mancava del turbocompressore come si trova sull'XP-39, già un fatto dannoso che avrebbe fatto entrare il sistema. I radiatori del liquido di raffreddamento sono stati spostati dalla sezione centrale dell'ala e posizionati nelle carenature sotto l'ala. L'armamento avrebbe ancora ruotato attorno al cannone Oldsmobile T9 da 37 mm che sparava attraverso il mozzo dell'elica. Se lo si desidera, questo cannone potrebbe essere sostituito da una singola mitragliatrice pesante Browning M2/AN da 12,7 mm, risparmiando potenzialmente sul peso critico e fornendo un'arma con una cadenza di fuoco più elevata. Inoltre, la potenza di fuoco doveva essere fornita attraverso 2 mitragliatrici da 7,62 mm (calibro .303) montate nel cappuccio. In ogni caso, questa disposizione sarebbe stata una tacca sotto i più formidabili armamenti dell'epoca, poiché anche il P-39 terrestre utilizzava mitragliatrici di calibro più pesante insieme al suo armamento di cannoni.

L'Airabonita ottenne il primo volo il 13 maggio 1940, ma dovette affrontare una dura battaglia fin dall'inizio poiché le consegne dei motori Allison furono ritardate per un po'. Questo ritardo ha aggravato le difficoltà dell'Airabonita quando i motori alla fine sono arrivati ​​per i propulsori che hanno mostrato problemi tutti loro. Anche l'uso del carro convenzionale ha funzionato contro l'XFL poiché i problemi hanno iniziato a svilupparsi durante i test. Di conseguenza, il sistema dovette essere rispedito alla Bell Aircraft per ulteriori revisioni alla fine del 1941. A questo punto, tuttavia, la Marina degli Stati Uniti decise di perseguire una direzione diversa e annullò completamente lo sviluppo dell'XFL. Il singolo prototipo XFL-1 è stato quindi utilizzato in una serie di test sugli armamenti fino alla sua demolizione.

Le specifiche delle prestazioni indicavano una velocità massima di 307 miglia all'ora con un tetto di 30.900 piedi. Era possibile raggiungere un'autonomia di 1.072 miglia con una velocità di salita che superava i 2.630 piedi al minuto. A detta di tutti, l'XFL sarebbe stato completamente surclassato se si considera il veloce F4U Corsair in uscita dallo sviluppo. Anche lo standard navale F4F Wildcat ha funzionato meglio in altitudine di quanto apparentemente avrebbe fatto l'Airabonita. Questo particolare motore Allison - con il suo compressore a velocità singola - aveva anche la tendenza a sottoperformare in quota come nel P-40 Warhawk, nel P-39 Airacobra e persino nel P-38 Lightning, quest'ultimo che necessitava di compressori azionati dallo scarico per avere prestazioni di altitudine accettabili.


Bell XFL-1 Airabonita

Il Bell XFL Airabonita era un velivolo intercettore sperimentale basato su portaerei sviluppato per la Marina degli Stati Uniti dalla Bell Aircraft Corporation di Buffalo, New York. Era simile e uno sviluppo parallelo del P-39 Airacobra terrestre dell'US Army Air Corps, che differiva principalmente nell'uso di un carrello del ruotino di coda al posto dell'ingranaggio del triciclo del P-39’. È stato prodotto un solo prototipo.

Nel gennaio 1938, la Marina degli Stati Uniti emise una specifica per un caccia leggero basato su portaerei per sostituire i biplani obsoleti allora in uso. L'11 aprile 1938 Bell, Brewster, Curtiss, Grumman e Vought-Sikorksy presentarono proposte, ma solo tre ricevettero contratti. Due di loro hanno ricevuto contratti per un prototipo ciascuno il 30 giugno 1938, questi erano per il Grumman XF5F-1 Skyrocket e il Vought XF4U-1 Corsair. Il terzo contratto, firmato l'8 novembre, è andato a Bell Aircraft per un XFL-1 Airabonita. Tutti e tre i velivoli effettuarono il loro primo volo nel 1940: l'XF5F-1 il 1 aprile, l'XFL-1 il 13 maggio e l'XF4U-1 il 29 maggio.

I successivi test furono prolungati a causa di difficoltà con il motore Allison e problemi di bilanciamento del velivolo. La valutazione ufficiale è iniziata nel luglio 1940, ma l'XFL-1 non è stato certificato per le operazioni del vettore a causa dei principali problemi del carrello di atterraggio. Il prototipo fu restituito alla Bell per le modifiche nel dicembre 1940 e restituito alla Marina il 27 febbraio 1941 presso la Naval Air Station Anacostia, nel distretto di Columbia. Sulla base dei risultati dei test, la Marina ha deciso di non ordinare la produzione del velivolo.

Nel febbraio 1942, l'XFL-1 fu trasferito all'Unità d'armamento aeronautico presso la Naval Air Station Patuxent River, Maryland. Successivamente è stato messo a terra, utilizzato per test sugli armamenti e successivamente distrutto. Per molti anni i suoi resti sono stati visibili nella discarica del NAS Patuxent River.

Come possibile ulteriore motivo per il rifiuto, si afferma spesso che la posizione della Marina in quel periodo era che tutti i suoi aerei avrebbero dovuto utilizzare motori raffreddati ad aria (mentre l'Allison era raffreddato a liquido). Questa sembra una speculazione infondata. La Marina degli Stati Uniti “prenderebbe in considerazione un'installazione di un motore raffreddato a liquido a condizione che si possa dimostrare un aumento sostanziale delle prestazioni rispetto al motore raffreddato ad aria.”

Inoltre, il motore Allison aveva solo un compressore a una velocità. Di conseguenza, le sue prestazioni in altitudine erano molto inferiori ad altri caccia navali del periodo, come il Grumman F4F Wildcat.

Infine, l'Airabonita ha dovuto competere con il più veloce ma non "leggero" Vought F4U Corsair, che nella versione iniziale F4U-1 era in grado di raggiungere i 390 mph a 24.000 piedi.

Specifiche

Lunghezza: 29 piedi e 9 pollici (9,07 m)

Apertura alare: 35 piedi 0 pollici (10,67 m)

Altezza: 12 piedi e 9 pollici (3,89 m)

Area alare: 232 piedi quadrati (21,6 m2)

Peso a vuoto: 5.161 libbre (2.341 kg)

Peso lordo: 6.651 libbre (3.017 kg)

Peso massimo al decollo: 7,212 libbre (3,271 kg)

Motore: 1 × motore Allison XV-1710-6 V-12 a pistoni, 1.150 CV (858 kW)

Prestazione

Velocità massima: 336 mph (541 km/h, 292 kn)

Gamma: 1.072 mi (1.725 km, 932 nmi)

Soffitto di servizio: 30.900 piedi (9.421 m)

Velocità di salita: 2.630 piedi/min (13,4 m/s)

Carico alare: 29 libbre/piedi quadrati (140 kg/m2)

Potenza/massa: 0,17 CV/lb (280 W/kg)

Armamento

2 mitragliatrici calibro 0,30 (7,62 mm)

1 mitragliatrice da 0,50 cal (12,7 mm) o cannone da 37 mm

Titoli di coda-

Enciclopedia dell'aviazione di Jane: Taylor, Michael J. H.

Enciclopedia mondiale dei produttori di aeromobili- Gunston, Bill

“XFL-1 Ariabonita”. P-39 Airacobra – in dettaglio.- Kinzey, Bert


Bell XFL Airabonita

Il Bell XFL Airabonita era un velivolo intercettore sperimentale basato su portaerei sviluppato per la Marina degli Stati Uniti dalla Bell Aircraft Corporation di Buffalo, New York. Era simile e uno sviluppo parallelo del P-39 Airacobra terrestre dell'US Army Air Corps, che differiva principalmente nell'uso di un carrello del ruotino di coda al posto dell'ingranaggio del triciclo del P-39. È stato prodotto un solo prototipo.

1. Progettazione e sviluppo. (Проектирование e разработка)
Nel campionato di calcio 1 campana modello 5 è stato alimentato da un unico 1.150 HP 858 kW Allison XV-1710-6 il motore dodici cilindri, due bancate, tipo V, raffreddato a liquido installato a centro barca dietro il pilota e che guida un'elica elettrica Curtis a tre pale nel naso attraverso un pozzo di 10,38 m 3,16 m. L'aereo aveva disposizioni per un singolo cannone Oldsmobile T9 da 37 mm 1,46 che poteva essere sostituito. Ha preso il volo per la prima volta il 13 maggio 1940.
Sebbene basato sul P-39 nella Football League-1 sia un carro convenzionale con ruotino di coda e i radiatori del liquido di raffreddamento sono stati montati esternamente nelle carenature sotto l'ala e non all'interno della sezione centrale dell'ala. Il motore Allison fu il primo del suo tipo ad essere provato in Marina e mancava di un turbocompressore installato sull'XP-39.

2. Storia operativa. (Оперативный истории)
Nel gennaio 1938 la US Navy emise una specifica tecnica per un caccia leggero basato su portaerei per sostituire gli obsoleti biplani, e quindi da utilizzare. 11 APR 1938, bell, Brewster, Curtiss, Grumman e hi-Sikorksy presentarono proposte ma solo tre furono aggiudicati contratti. Due di loro ottennero contratti per un prototipo ciascuno del 30 giugno 1938, erano Grumman XF5F-1 Skyrocket e Vought XF4U-1 "Corsair". Il terzo contratto, firmato l'8 novembre, è andato a Bell Airabonita della Lega-1. Tutti e tre i velivoli effettuarono il loro primo volo nel 1940: sull'XF5F-1 il 1 aprile, sulla Football League-1 il 13 maggio sull'XF4U-1 il 29 maggio.
Ulteriori test sono stati estesi a causa di difficoltà con il motore Allison e problemi di bilanciamento del velivolo. La valutazione formale è iniziata nel luglio 1940, ma la Lega calcio-1 non è certificata per il vettore perché il problema principale del telaio. Il prototipo è stato restituito alle modifiche alla campana nel dicembre 1940 e restituito alla Marina il 27 febbraio 1941 alla stazione aerea navale di Anacostia, DC. Sulla base dei risultati dei test, la Marina ha deciso di non ordinare la produzione del velivolo.
Nel febbraio 1942 la Football League 1 fu trasferita al Dipartimento di armamento dei velivoli dell'aviazione navale in seguito alla stazione di River, nel Maryland. In seguito è stato messo a terra, utilizzato per testare le armi e successivamente distrutto. Per molti anni i suoi resti sono stati visibili nella discarica del fiume NAS Patuxent.
Come possibile ulteriore motivo di rifiuto, si dice spesso che l'unità della Marina fosse equipaggiata in quell'epoca era il fatto che tutti i suoi velivoli avrebbero dovuto utilizzare motori raffreddati ad aria mentre l'Allison era raffreddato a liquido. Sembra una speculazione infondata. La US Navy "sarà trattata con un motore raffreddato a liquido a condizione che possa essere mostrato un significativo aumento delle prestazioni rispetto a un motore raffreddato ad aria".
Inoltre, il motore Allison era solo un compressore a una velocità. Pertanto, la sua altezza di prestazione era molto inferiore ad altri caccia navali del periodo, come il numero di Grumman F4F Wildcat.
Infine, l'Airabonita ha dovuto competere con il più veloce, anche se non "facile" Hello F4U Corsair, che nell'immagine iniziale dell'F4U-1 era in grado di raggiungere i 390 km/h a 24.000 piedi.

3. Specifiche XFL-1 Airabonita. (Спецификации утбольной Лиги-1 Airabonita)
Dati
Caratteristiche generali
Motore: 1 × motore Allison XV-1710-6 V-12 a pistoni, 1.150 CV 858 kW.
Peso caricato: 6.651 libbre 3.017 kg.
Area alare: 232 piedi 2 21,6 m 2.
massimo peso al decollo: 7,212 libbre 3,271 kg.
Altezza: 12 piedi 9 in 3,89 m.
Lunghezza: 29 piedi 9 in 9,07 m.
Peso a vuoto: 5.161 libbre 2.341 kg.
Equipaggio: uno. (Экипаж: ин)
Apertura alare: 35 piedi 0 in 10,67 m.
Prestazione
Potenza/massa: 0,17 cv/lb 280 W/kg.
Carico alare: 29 lb/ft2 140 kg/m2.
Gamma: 1.072 mi 1.725 km.
Velocità di salita: 2.630 piedi/min 13,4 m/s.
Soffitto di servizio: 30.900 piedi 9.421 m.
Velocità massima: 336 mph 541 km/h.
Armi
2 mitragliatrici da 0,30 cal 7,62 mm.
1 × 0,50 mitragliatrice cal 12,7 mm o cannone da 37 mm.
pistole. (Versione)

  • XFL può riferirsi a: Bell XFL Airabonita un aereo intercettore sperimentale della Marina degli Stati Uniti del 1940 Loening XFL un aereo da caccia sperimentale della Marina degli Stati Uniti del 1933
  • Luna. Bell modello 1 Bell XFM - 1 Airacuda Bell modello 3 progetto combattente Bell modello 4 progetto combattente Bell modello 5 Bell XFL Airabonita Bell modello 7
  • autobiografia di guerra, Nanette. Portale dell'aviazione Sviluppo correlato Bell XFL Airabonita Bell P - 63 Kingcobra Aerei di ruolo, configurazione ed epoca comparabili
  • Supermarine Spitfire, Hawker Hurricane, Curtiss P - 40 Warhawk, Bell P - 39 Airacobra, Bell XFL Airabonita Vought XF4U Corsair, Grumman F4F Wildcat e Brewster
  • AJ - Press, 1999. ISBN 83 - 7237 - 032 - X. Tomalik, Jacek. Bell P - 63 Kingcobra, XFL - 1 Airabonita P - 39 Airacobra Cz.2, Monografie Lotnicze 59 a Danzica polacca, Polonia:
  • Nord America ridisegnato F - 1 nel 1962 XFL - Loening XFL Airabonita - Bell F2L Kingcobra - Bell XF3L - Bell FM Wildcat - General Motors F2M Wildcat
  • iniezione. Questa variante, tuttavia, non fu mai realizzata. Bell FM - 1 Airacuda Bell FL Airabonita Bell P - 39 Airacobra Bell P - 63 Kingcobra Boeing XB - 38 Flying Fortress
  • LaGG - 3 Potez 230 aprile 1 Grumman XF5F - 1 Skyrocket 13 maggio - Bell XFL - 1 Airabonita 18 maggio - SAAB B17 29 maggio - Vought XF4U - 1, prototipo dell'F4U Corsair
  • bombardiere Progetto 0 Bell AH - 1 SuperCobra US Helicopter 1969 1, 271 Bell Boeing V - 22 Osprey US Rotorcraft 1989 160 Bell XFL Airabonita US Propeller Interceptor
  • Caccia biposto Bell YFM - 1 Airacuda US 1937 Produzione 13 Cacciatorpediniere Bell XFL Airabonita US 1940 Prototipo 1 Caccia navale Bell P - 39 Airacobra US

Dimensione del campo Xfl Famiglia Chiropratica di Clark.

Amo la mia Airabonita. Maneggia bene e una volta che ci si abitua al cannone può distruggere gli aerei. Ci sono stati alcuni dei miei migliori giochi. livello 1. Mahrs. Team Spatzi. Dati Bell XFL Airabonita. Bell XFL 1 Tipo Airabonita Modello FF Scala Militare. Apertura alare 13in.Lowwing. Gomma motore. Il designer Walt Mooney. Rivista MB Luglio 1976 Maggiori informazioni qui. Bell XFL Airabonita Alchetron, l'enciclopedia sociale libera. Aeronautica militare sovietica. Prodotto, 1940 – maggio 1944. Numero costruito, 9.588. Costo unitario, US $ 50,666 1944. Varianti, Bell XFL Airabonita. Blueprints WW2 aeroplani Bell XFL 1 Airabonita. Campana XFL 1 Airabonita. Dimensioni dell'immagine originale: 960 x 740 px. Non sei loggato: la risoluzione delle immagini è limitata a un massimo di 500px di larghezza e.

Piani stampati a grandezza naturale Peanut Scale BELL XFL l AIRABONITA One.

Il Bell XFL Airabonita era un intercettore sperimentale di bordo statunitense sviluppato per la Marina degli Stati Uniti nel 1939. Era simile e uno sviluppo parallelo della terra. Risorsa 3D Bell XFL 1 Airabonita CGTrader. COLLEZIONE RON DUPAS N. 2478. Bell 5 XFL 1 Airabonita 1588 US Navy. Fornitura fotografica per aeroplani Foto APS n. 40. Bell 5 XFL 1. United States Army Air Corps The Bell XFL 1 Airabonita, a. Curtiss P 40 Warhawk Supermarine Spitfire Republic P 47 Pesawat Thunderbolt Bell XFL Airabonita supports png.

Bell XFL Airabonita SimplePlanes.

Il Bell XFL 1 Airabonita, un prototipo di versione basata su portaerei del P 39 dell'azienda. I test non hanno avuto successo e la cellula singola lo era. Bell xfl airabonita video risultati della ricerca educratsweb. DescrizioneBell XFL 1. English: Bell XFL 1 Airabonita, U.S. Navy version of the P 39 Airacobra. Data, 1940. Bell Aircraft Corporation LiTOT. Sprue Brothers Models, LLC definisce lo standard del settore in termini di servizio, selezione e spedizione. Sprue Brothers Models, LLC è la tua fonte online di plastica militare. RS Models 1 72 XFL 1 Airabonita, in anteprima da Scott Van Aken. Lavorando su di esso! JoeUn'altra cosa Il modello RS Plastic dell'Airabonita è un pezzo di CRAP. Questo kit è l'unico accurato. Bell XFL 1 versione Airabonita.

Campana XFL 1 Airabonita con antiaereo World of Aviation Facebook.

Il Bell XFL Airabonita era un aereo intercettore di bordo sperimentale degli Stati Uniti. Bell XFL Airabonita pedia, l'enciclopedia libera Aircraft. CAMPANA X F L 1 AIRABONITA. $8,00. BELL X F L 1 AIRABONITA quantità. Aggiungi al carrello. COD: 21202 Categoria: Volo Libero Collezione: Stagno e vari altri piani. BELL X F L 1 AIRABONITA AMA Accademia di aeronautica modello. 24 ottobre 2015 Immagine utilizzata per illustrare i dettagli del Bell XFL Airabonita Carrierborne Interceptor pic2.

Bell XFL Airabonita Aereo Elicottero Motori Eliche Aviazione.

Bell XFL 1 Airabonita, versione Navy. Foto dell'aeronautica americana. Bell XFL Airabonita pedia. Bell P 39Q Airacobra foto, specifiche e dati sulle prestazioni del velivolo. Costo unitario $ USD: $ 50,666 nel 1944 Varianti: XFL Airabonita, P 63 KingCobra.

Bell XFL 1 Airabonita Navy Grey Late Version del prototipo.

Bell XFL 1 Airabonita CL modello in scala portante, per potenza.40. Questa era una versione prototipo della Marina del P 39 Airacobra. Dic 67 UOMO. FreeRcPlans Free RC. FGMEMBERS Bell XFL 1 GitHub. Combattenti navali 81 Thomason. Uno sguardo approfondito all'elegante intercettore di bordo sperimentale Airabonita a motore centrale sviluppato in parallelo con il terrestre. Bell XFL Airabonita Warbirds Resource Group. Riproduzioni dell'età dell'oro Bell P 39D Airacobra o XFL 1 Airabonita 24 pollici di apertura alare Balsa Flying Airplane. Kit modello in legno, condizione scatola: VG. Bell XFL 1 Airabonita Info. L'XFL 1 Airabonita era una versione sperimentale di bordo del P 39 Airacobra terrestre che è stato sviluppato in parallelo con l'esercito.

Campana P 39 Airacobra zero.

Varianti, Bell XFL Airabonita Bell P 63 Kingcobra Bell P 76. Il Bell P 39 Airacobra era uno dei principali caccia americani in servizio quando il. Bell XFL 1 Airabonita AeroFred Piani di aeromodelli gratuiti. Bell Aircraft XFL 1 Airabonita, versione US Navy del P 39 parcheggiato sulla vecchia rampa della Buffalo Aeronautical Corporation nel 1940. Siete qui:.

GAR Bell P 39 Airacobra 24 Span – Wind it up Enterprises.

Spedizione gratuita in 2 giorni. Acquista Descrizione: Bell XFL 1 Airabonita, versione Navy. US Air Force foto 20 pollici da 30 pollici poster laminato con. Categoria:Bell XFL Airabonita media Commons. Media nella categoria Bell XFL Airabonita. I seguenti 6 file sono in questa categoria, su 6 totali. Bell XFL 1 1588 Collezione Ray Wagner.

Riproduzioni dell'età dell'oro Bell P 39D Airacobra o XFL 1 Airabonita.

L'8 novembre 1938 la US Navy firmò un contratto con la Bell Aircraft Corporation per un singolo prototipo del caccia Model 12 della compagnia che era. BELL FL AIRABONITA Microworks. Brengun Models 1 72 BELL XFL 1 AIRABONITA Fighter Photo Etch Update Set. Articolo: Set di aggiornamento Bell XFL 1 Airabonita. Condizione nuovo: un nuovo di zecca, inutilizzato. XFL 1 Negozio Premium. 10 maggio 2014 13 maggio 1940 Primo volo dell'intercettore sperimentale di bordo Bell XFL Airabonita in competizione con il P 39 Airacobra. Bell Xfl Airabonita immagini png PNGWing. Le Bell XFL Airabonita è un prototipo davion de chasse embarque, realizzato da Etats Unis per Bell Aircraft Corporation per la United States Navy. Il sagit de. Bell XFL Airabonita. In questo articolo abbiamo raccolto informazioni su Bell XFL Airabonita Top Speed. La nostra pagina ha il database più grande per le velocità massime di.

Bell XFL Airabonita Velocità massima.

Costo unitario: 50.666 USD nel 1944. Varianti: XFL Airabonita P 63 Kingcobra. Il Bell P 39 Airacobra è stato uno dei principali aerei da combattimento americani in servizio presso​. Bell Xfl Airabonita png PNGEgg. Il Bell XFL Airabonita era un velivolo intercettore di bordo sperimentale degli Stati Uniti sviluppato per la Marina degli Stati Uniti da Bell Aircraft. Bell P 39 Airacobra Facts for Kids Enciclopedia per bambini. Scarica questa immagine stock: Bell XFL 1 Airabonita, versione Navy. Foto HE97KM dell'aeronautica statunitense dalla libreria Alamys di milioni di foto stock ad alta risoluzione,​. Modellazione del Bell XFL 1 Airabonita Tailhook Topics. Il Bell XFL 1 Airabonita era un velivolo intercettore sperimentale di bordo sviluppato per la Marina degli Stati Uniti. Era simile e uno sviluppo parallelo del.

Bell XFL Airabonita Aircraft Fid.

Bell XFL Airabonita. Manuale del pilota di aeroplano Bell XFL 1. $9,85. Indietro Avanti. Torna in cima. CATEGORIE. Disegni di ingegneria di progetti di aerei domestici. Bell XFL 1 Airabonita World of Warplanes. Bell XFL 1 Airabonita Fighter V livello 1. Pilota. Prototipo variante basata su portaerei del P 39 Airacobra, che ha volato per la prima volta nel maggio 1940. Testato come nuovo caccia per il. Bell P 39 Museo Nazionale dell'USAF. Bell Xfl Airabonita immagini png Vought O2u Corsair, Bell Xfl Airabonita, Aircraft, Grumman Xp50, North American P51 Mustang, Vought F4u Corsair, Grumman. Bell XFL 1 Airabonita Plans Download Model Airplane News by. L'XFL Airabonita era un prodotto della Bell Aircraft Company sviluppato in parallelo con il P 39 Airacobra, un USAAF con base a terra negli Stati Uniti.


Bell XFL-1 Airabonita - Storia

Posizione
Città/Idrovolante:Philadelphia - Henry C Mustin Naval Air Facility Aerodromo / Idrovolante (chiuso) Mappa
Regione/Paese:Pennsylvania, Stati Uniti
Codici aeroportuali:Nessuno
Data della foto:1 aprile 1942
Foto da:Archivio fotografico AirHistory.net
ID foto: 222070

Il taildragger Airabonita era una versione da portaerei navale del caccia P-39 Airacobra. Volato per la prima volta nel 1940, è stato costruito solo questo esemplare. Foto da: US Navy

Questa foto è stata aggiunta il 9 marzo 2020 e da allora è stata visualizzata 121 volte.


Bell XFL-1 Airabonita

Campana XFL -1 oli Yhdysvaltain laivastolle valmistettu hävittäjän prototyyppi ja kokeilukone. Vuonna 1938 laivasto teki aloitteen uudesta tukialushävittäjästä. Bell-yhtiö sai tilauksen prototyypistä 8. marraskuuta 1938 ja se lensi ensilentonsa 13. toukokuuta 1940. [1] Bell nimesi tyypin Airabonitaksi.

Kone pohjautui yhtiön P-39-koneeseen. Tukialuskäyttöä varten tehtiin huomattavia muutoksia. Alkuperäinen nokkapyörällinen laskuteline muutettiin kannuspyörälliseksi, mikä oli tuohon aikaan tavanomainen. Päälaskuteline siirrettiin siiven etuosaan. Tästä seurasi, että jäähdyttimet siirrettiin siipien tyven tunneleista koteloihin siiven takareunaan. Tukialukselle laskeutumisen helpottamiseksi siiven etuopuollelle rungon alle rakennettiin ikkuna. Pysäyttämistä varten rungon alle asennettiin ylösvedettävä jarrukoukku. [1]

Viralliset koelennot alkoivat heinäkuussa 1940. Pituusvakavuus havaittiin heikoksi. Tuulitunnelikokeiden jälkeen sivuperäsintä suurennettiin.

Lentäjät huomauttivat erityisesti ohjaamon hätäpoistumisluukusta pitäen kokonaan irrotettavaa kuomua parempana. Voimansiirtoakselin pelättiin värisevän ja heikentävän runkoa ja lyhentävän käyttöikää. Luvattu palvelulakikorkeus oli vaikea saavuttaa ja onnistui harvoin. Laivasto myös suosi tähtimoottoria nestejäähdytteisen moottorin sijasta. Havaitut puutteet sekä Vought-yhtiön onnistunut prototyyppi, josta kehittyi F4U Corsair, johtivat päätökseen lopettaa projekti. [1]


File: Bell XFL-1 Airabonita, versione Navy.jpg

Fare clic su una data/ora per visualizzare il file come appariva in quel momento.

AppuntamentoMiniaturaDimensioniUtenteCommento
attuale21:04, 17 gennaio 2008439 × 247 (42 KB) File Upload Bot (Magnus Manske) (discussione | contributi) <> <> |Fonte=Trasferimento

Non puoi sovrascrivere questo file.


Modelli RS 1/72 Bell XFL-1 Airabonita

Produttore: modelli RS
Codice prodotto: 92074
Scala: 1/72
Marca: modelli RS
Tipo: stampato ad iniezione
Stato Riedizione del kit del 2010.
Linee del pannello: ad incasso
Parti: 39 plastica 2 trasparente
Opzioni decalcomania:
1 – XFL-1, nella sua configurazione originale a Buffalo, NY, maggio 1940
2 – FL-1, Royal Navy britannica, 1942 (E se? contrassegni).
3 – FL-1, USS Saratoga, 1942 (E se? contrassegni).

Il Bell XFL-1 Airabonita era uno sviluppo parallelo del P-39 Airacobra, rispondendo a un requisito della US Navy del 1938 per un caccia leggero, destinato a sostituire le loro obsolete ali biplani. Bell, Brewster, Curtiss, Grumman e Vought-Sikorsky hanno presentato proposte e di queste, solo Bell, Grumman e Vought-Sikorsky hanno ricevuto contratti per sviluppare ulteriormente le loro idee. Ne risultarono i prototipi Airabonita, Skyrocket e Corsair.
(Lo Skyrocket è caduto in conflitto con le preoccupazioni sulla disponibilità delle parti, essendo un aereo bimotore, nonostante le sue prestazioni siano esemplari. Il Corsair è stato ritenuto troppo pesante, per il requisito del "caccia leggero", anche se questo è stato successivamente sviluppato per diventare il superbo Vought Corsair. Alla fine, Grumman ha vinto il contratto con il loro combattente Wildcat).
L'Airabonita differiva dal P-39, oltre ad avere un carrello del ruotino di coda, con la presa prominente dietro il pilota che si spostava su due grandi prese sotto le ali. La rimozione del carrello anteriore ha anche facilitato il posizionamento di un alloggiamento per fotocamera.
L'Airabonita era afflitto da problemi relativi al suo motore Allison e difficoltà relative all'equilibrio dell'aeromobile. (Bell ha progettato sia l'Airabonita che l'Airacobra con il motore vicino al baricentro, sperando di beneficiare dei vantaggi percepiti relativi a maneggevolezza e manovrabilità). Ulteriori problemi al carrello hanno ritardato il collaudo del vettore e, una volta risolti, la Marina aveva deciso di non procedere con il velivolo. È stato mai realizzato un solo aereo e questo ha concluso i suoi giorni, essendo stato utilizzato per "test di armamento", decadendo nella discarica del NAS Patuxent River.
Con il senno di poi e i vantaggi appresi di far atterrare un velivolo con configurazione a ruota anteriore, su un ponte di trasporto mobile, ci si può chiedere perché Bell abbia optato per la configurazione del ruotino di coda dell'Airabonita, al contrario della disposizione del triciclo del loro Airacobra?

06 agosto 2019 #2 2019-08-06T15:08

RS Models, dalla Repubblica Ceca, produce kit di plastica a bassa tiratura e li collocherei a metà strada nello spettro della qualità. Le loro parti sono generalmente ben prodotte, con trame superficiali adeguatamente fini e bordi sempre più nitidi nei dettagli più piccoli. Le trasparenze possono occasionalmente essere meno nitide e l'adattamento delle parti è spesso un problema, soprattutto per i modellisti più inesperti. Le istruzioni sono solitamente a dir poco basilari e ogni kit sembra contenere le parti necessarie per tutte le versioni della gamma di soggetti, richiedendo cura nell'assemblaggio e qualche ricerca in materia da parte del modellista.
Detto questo, tendono a concentrarsi su argomenti non trattati da altri produttori e, almeno per me, la loro gamma di aerei da addestramento è molto apprezzata.

Quando ho ricevuto questo kit per la revisione, un fastidio nella parte posteriore del mio cranio mi ha fatto rovistare nella mia scorta e, abbastanza sicuro, ho trovato un altro modello RS Airabonita, acquistato ad un prezzo d'occasione, da un Model Show, molto, molto tempo fa. Questo era un kit in resina degli anni '90, con dettagli in metallo bianco e mi sono ricordato di averlo nascosto finché non ho sentito che le mie capacità di modellazione erano all'altezza del compito. Guardando la ripartizione delle parti, ci sono molte somiglianze tra questo e il successivo kit stampato ad iniezione, sebbene ci siano, ovviamente, solo poche configurazioni disponibili per una cellula di base.
Quindi, il kit stampato a iniezione nelle mie mani è stato creato per la prima volta nel 2010 e questa è una riedizione, con una nuova scatola, nuove decalcomanie e un nuovo foglio di istruzioni CAD di base, ora così amato dai produttori di kit in questi giorni.

06 agosto 2019 #3 2019-08-06T15:10

Guardando la plastica, le linee dei pannelli sono molto nette e fini e ci sono differenze adatte a distinguere i diversi materiali utilizzati nella costruzione dell'aeromobile. I dettagli sono ben resi, con una menzione speciale per il cruscotto e il sedile, che viene fornito con un'imbracatura modellata sul posto.

Sfortunatamente, i cancelli di colata sono un po' pesanti in alcuni punti e, con i tubi di Pitot all'estremità dell'ala già modellati sulle ali e fissati con due pesanti cancelli ciascuno, sospetto che questi offriranno una piccola sfida nella rimozione pulita... e un'altra nel sopravvivere al processo di costruzione per completamento.

06 agosto 2019 #4 2019-08-06T15:11

Tra i lati positivi, il mio kit era completamente privo di flash o linee di cucitura. In negativo, le trasparenze non erano particolarmente nitide, anche se posso consolarmi con l'osservazione che anche i veri aerei d'epoca sembrano privi di tettucci cristallini.

Il fatto che sia stato costruito un solo esemplare dell'Airabonita potrebbe rappresentare un problema, se si considera la nostra necessità di schemi interessanti con cui decorare i nostri modelli. RS Models ha risposto a questa sfida offrendo un paio di modelli What-if di base? schemi, sia per velivoli USN che Fleet Air Arm, insieme allo schema per il prototipo, prodotto da Bell a Buffalo, NY.

06 agosto 2019 n. 5 2019-08-06T15:15

Quindi avanti con la build.
La cabina di pilotaggio è adeguatamente, (almeno per i miei gusti semplici), dettagliata, con alcune scatole modellate sul pavimento della cabina di pilotaggio e l'alloggiamento per l'albero dell'elica, che passa tra le gambe di Johnny Pilots. C'è un grande telaio che sale sul retro del sedile, con fori incisi per risparmiare peso che ho scelto di perforare. Come accennato in precedenza, il sedile è modellato molto bene e avrò bisogno del mio pennello per i dettagli per l'imbracatura.

Parlando di vernice, l'unica guida fornita era per un interno in cromato di zinco, con un cruscotto nero. Humbrol H81 ha fornito il mio giallo e ho usato un Revell 9 Antracite per le scatole.
Ho forato i quadranti del cruscotto e, dopo averlo verniciato con il grigio scuro, ho allagato i fori risultanti da dietro, con vernice nera. Questo e un tentativo di dipingere l'imbracatura di un pallido color camoscio completarono il mio lavoro interno, sapendo benissimo che ben poco sarebbe rimasto visibile, una volta che il baldacchino fosse stato a posto.

Nota che mentre alcuni modellisti si divertono a passare ore a dettagliare la loro cabina di pilotaggio e gli interni, sicuri di sapere che c'è, io guardo alla mia scorta e conosco i molti, molti altri kit con cui devo giocare, sapendo che sono lì e chiedendo la mia attenzione! Sono anche certo che l'aftermarket fornirà qualche incisione per dettagli extra, se qualcuno volesse concedersi.


Obsah

  • Osádka: 1 muž (pilota)
  • Rozpětí: 10,67 m
  • Delka: 9,07 m
  • Výška: 3,89 m
  • Nosná plocha: 21,55 m²
  • Hmotnost prázdného letounu: 2341 kg
  • Vzletová hmotnost: 3017 kg
  • massimo vzletová hmotnost: 3271 kg
  • Maximální rychlost: 541 km/h con velocità 3048 m
  • Dostup (operazioni): 9421 m
  • Dolet: 1725 km
  • Stoupavost: 13,4 m/s
  • Plošné zatížení: 140 kg/m²

Pohonná jednotka [ editovat | editovat zdroj ]

Výzbroj [ editovat | editovat zdroj ]

  • 2× 7,62 mm synchronizovaný kulomet v trupu
  • 1× 12,7mm nesynchronizovaný kulomet, nebo 37 mm nesynchronizovaný letecký kanón v ose vrtule

Tailhook Topics

It looks like it would be a colorful and straightforward conversion of the P-39, kits of which are available in every popular scale from 1/144 to 1/32. In fact, several have been done and documented in articles in modeling magazines. However, most—if not all—fall short of representing the actual XFL-1 configuration. Unfortunately, most of the structure, particularly the canopy, was different in detail from the P-39. Not even the 1/72 XFL-1 kits that are available are accurate, since they have the P-39 wing planform, which was somewhat different in taper and span.

(Note that the XFL-1 wing root is also closer to the fuselage centerline than the P-39's.)

For example, this is what it takes to convert a P-39 wing to an XFL-1 wing:

All this and more is contained in my XFL-1 monograph, available from Steve Ginter:


Guarda il video: Bell XFL-1 любитель полетов, с большим стволом. (Giugno 2022).