Podcast di storia

La bizzarra importanza dei corpi sanguinanti nelle prove medievali

La bizzarra importanza dei corpi sanguinanti nelle prove medievali

La storia della giustizia penale e della scienza forense è davvero interessante a causa di tutti gli assurdi rituali e superstizioni su cui si sono basati i tribunali per determinare la colpevolezza o l'innocenza fino al XIX secolo. Prima dell'avvento degli esami del sangue, dell'analisi delle impronte digitali e del test del DNA, molte culture utilizzavano vari processi per aiutare a decidere la colpevolezza di un sospetto. Per dimostrare la colpevolezza di un assassino, ad esempio, molti tribunali europei si sono basati su un tipo di processo a prova di calvario che coinvolgeva un cadavere "sanguinante".

Un processo per prova è un antico metodo per accertare la colpa o l'innocenza e può essere trovato nelle culture di tutto il mondo (Roth 2010 e Primm 2013). Le società che usavano una prova per prova credevano che un dio o degli dei avrebbero protetto gli innocenti dal male e punito i colpevoli. Sono stati usati per crimini come omicidio, eresia e stregoneria (Roth 2010).

C'erano vari tipi di prove che un tribunale poteva usare per testare l'innocenza di un sospetto. Durante una prova del fuoco, l'imputato doveva camminare sui carboni ardenti o raccogliere un oggetto dal fuoco. Se lui o lei non sono usciti illesi sono stati giudicati colpevoli. In un processo sull'acqua, un sospetto è stato legato e poi immerso nell'acqua. Se fossero innocenti, affonderebbero; se colpevoli, galleggiano (Roth 2010).

Un calvario, risalente alla fine dell'Impero Romano, era riservato agli accusati di omicidio (Gran Bretagna 1965). Il diritto alla bara, o cruentazione, si basava sulla convinzione che il corpo sia ancora in grado di udire e agire poco tempo dopo la morte, in modo che se un assassino si avvicinasse o toccasse il cadavere della sua vittima, allora il cadavere sanguinerebbe o schiumerebbe a la bocca (Roth 2010 e Brittain 1965). Bier-right prende il nome dal supporto o tumulo, chiamato bara, che conteneva o trasportava un cadavere o una bara. Cruentation deriva dalla parola latina cruentazione significa colorazione del sangue o cruentare significa fare sanguinosa (Brittain 1965).

  • L'isteria del processo alle streghe di Salem e la posizione coraggiosa di Giles Corey
  • Trial by Ordeal: un metodo di giudizio per la vita o la morte
  • L'analisi degli scheletri rivela dure punizioni nell'antico Egitto

Bier funebre nella chiesa di Sant'Elena, Brant Broughton, Lincolnshire, Gran Bretagna. ( CC BY SA 2.0 )

In Cruentation: In Legal Medicine and Literature (1965), Brittain discute come è stato eseguito un cruentation.

“…il sospettato è stato posto a una certa distanza dalla vittima che era stata distesa nuda sulla schiena. Si avvicinò al corpo, chiamandolo ripetutamente per nome, poi gli girò intorno due o tre volte. Successivamente accarezzò leggermente le ferite con la mano. Se durante questo periodo si è verificata una nuova emorragia, o se il corpo si è mosso, o se è apparsa schiuma alla bocca, il sospettato è stato considerato colpevole di omicidio”.

La sostanza che queste persone probabilmente stavano vedendo era il liquido di eliminazione, o fluido di decomposizione. Il liquido di spurgo, che drena dalla bocca, dal naso e da altri orifizi durante la putrefazione, assomiglia molto al sangue e viene spesso scambiato per esso (DiMaio & DiMaio 2001).

Il diritto alla bara era così noto che il rituale si fece strada nella poesia e nelle commedie. Il miglior esempio è probabilmente nel Riccardo III di Shakespeare, nell'atto I, scena II (Fitzharris 2011). Durante il funerale del re Enrico VI, Lady Anne affronta Gloucester, l'uomo che ha ucciso Henry:

“Diavolo immondo, per l'amor di Dio, dunque, e non darci fastidio;
Perché hai fatto della terra felice il tuo inferno,
Lo riempiva di grida imprecanti ed esclamazioni profonde.
Se ti diletti a vedere le tue azioni atroci,
Guarda questo modello dei tuoi massacri.
Oh! gentiluomini; vedere vedere! ferite di Henry morto
Apri le loro bocche congelate e sanguina di nuovo.
Arrossisci, arrossisci, tu grumo di orrenda deformità,
Perché è la tua presenza che esala questo sangue
Dalle vene fredde e vuote, dove non alberga sangue:
La tua azione, inumana e innaturale,
Provoca questo diluvio molto innaturale.
O Dio! che questo sangue fa impazzire, vendica la sua morte;
Oh terra! che beve questo sangue, vendica la sua morte;
O il cielo col fulmine colpisce l'assassino morto,
O terra, spalancati e mangialo presto,
Come tu inghiotti il ​​sangue di questo buon re,
che il suo braccio governato dall'inferno ha massacrato!»

David Garrick come Riccardo III. (c. 1745) di William Hogarth.

L'Inghilterra ha smesso di usare la bara alla fine del 17 ns secolo, e le corti tedesche abbandonarono la cruentazione alla fine del 18 ns secolo (Fitzharris 2011 e Brittain 1965). Ma ci sono ancora registrazioni di tribunali negli Stati Uniti che lo utilizzano fino al 1869 (Lea 1878).

  • Il Malleus Maleficarum: un manuale medievale per cacciatori di streghe
  • Prigioni e reclusione nel mondo antico: punizioni usate per mantenere l'ordine pubblico
  • Delitto e castigo: le dannazioni eterne tramandate dagli antichi dei greci

Nel New Jersey nel 1767, per scoprire l'assassino di Nicholas Tuers fu usato un diritto di bara, nonostante il fatto che il coroner pensasse che l'intera faccenda fosse ridicola.

“Nel 1767, la giuria del coroner della contea di Bergen, NJ, fu convocata per vedere il corpo di un certo Nicholas Tuers, il cui omicidio era sospettato. L'attestazione di Joannes Demarest, il medico legale, affermava che non credeva nel diritto alla bara e non prestò attenzione all'esperimento, quando uno dei giurati toccò il corpo senza risultato. Alla fine Harry, uno schiavo, che era stato sospettato senza prove, fu allevato per lo stesso scopo, quando udì l'esclamazione "Lui è l'uomo", e gli fu detto che Tuers aveva sanguinato per essere stato toccato da Harry. Quindi ordinò allo schiavo di mettere la mano sul viso del cadavere, quando da ciascuna narice sgorgò immediatamente circa un cucchiaio di sangue, e Harry confessò l'omicidio in tutti i particolari (Lea 1878).”

A Filadelfia nel 1860, un corpo fu effettivamente riesumato per una bara, subito dopo essere stato sepolto per settimane.

“Nel 1860 i giornali di Filadelfia riportano un caso in cui i parenti di una persona deceduta, sospettando un delitto, invano importunarono il coroner, alcune settimane dopo l'internamento, per far riesumare il corpo, affinché potesse essere toccato da una persona che consideravano preoccupato per la sua morte (Lea 1878).”

"Bier-Right" (1879) di Jenő Gyárfás.

Ultimo, ma non meno importante, probabilmente il più grande diritto alla bara mai eseguito è avvenuto nel 1869 in Libano, Illinois.

"... nel 1869 a Libano, IL, i corpi di due persone assassinate furono dissotterrati e duecento dei vicini furono fatti sfilare davanti a loro, ognuno dei quali fu costretto a toccarli nella speranza di trovare i criminali."

Immagine in primo piano: dettaglio da a n illustrazione di un corpo nella sua bara che inizia a sanguinare in presenza dell'assassino durante un cruentation 1497. Fonte:

L'articolo di cui sopra, originariamente intitolato " Il calvario del cadavere sanguinante di Dolly Stolze è stato originariamente pubblicato sul suo blog ' Strani resti ' ed è stato ripubblicato con una licenza Creative Commons.


    7 bizzarri test per le streghe

    Come parte del famigerato "test di nuoto", le streghe accusate venivano trascinate nel più vicino specchio d'acqua, spogliate delle loro mutande, legate e poi lanciate per vedere se affondavano o galleggiavano. Poiché si credeva che le streghe avessero disdegnato il sacramento del battesimo, si pensava che l'acqua avrebbe rifiutato il loro corpo e impedito loro di immergersi. Secondo questa logica, una persona innocente affonderebbe come un sasso, ma una strega semplicemente ondeggerebbe in superficie. La vittima in genere aveva una corda legata intorno alla vita in modo che potesse essere tirata fuori dall'acqua se fosse affondata, ma non era insolito che si verificassero morti accidentali per annegamento.

    Il nuoto delle streghe deriva dal "processo sull'acqua", un'antica pratica in cui sospetti criminali e stregoni venivano gettati nei fiumi impetuosi per consentire a un potere superiore di decidere del loro destino. Questa usanza fu bandita in molte contee europee nel Medioevo, solo per riemergere nel XVII secolo come esperimento delle streghe, e persistette in alcune località fino al XVIII secolo. Ad esempio, nel 1710, la prova di nuoto fu usata come prova contro una donna ungherese di nome Dorko Boda, che fu poi picchiata e bruciata sul rogo come strega.


    Uccidere o curare? 10 pratiche mediche medievali e la loro efficacia

    Queste 10 pratiche mediche medievali ti avrebbero dato una nuova prospettiva di vita o ti avrebbero mandato in una tomba precoce?

    Questo concorso è ora chiuso

    Pubblicato: 10 agosto 2018 alle 10:30

    Salasso

    La flebotomia mirava a mantenere o ripristinare l'equilibrio umorale nel corpo rimuovendo una moderata quantità di sangue. Oggi sappiamo che perdere una piccola quantità di sangue di solito non è dannoso, ma nemmeno benefico. Nel Medioevo si riconosceva che era pericoloso prelevare il sangue dagli anziani o dai molto malati, e che bisognava fermare un'eccessiva emorragia, per ferita o per altra causa.

    POTEVA FUNZIONARE? NO

    Incantesimi

    Questi rimedi magici non erano privi di benefici, poiché a volte incorporavano piante medicinali e altre sostanze terapeutiche – e potevano servire a rassicurare il paziente. Tuttavia, i trattamenti di solito contenevano meno componenti benefici rispetto a ricette non magiche comparabili.

    POTEVA FUNZIONARE? NO

    Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta nel numero di settembre 2018 di Rivista di storia della BBC. Per leggere l'articolo completo di Elma Brenner, clicca qui, o per saperne di più sul numero, clicca qui

    Pianificazione famigliare

    Alle donne che cercavano di indurre un aborto venivano somministrati trattamenti erboristici a base di piante come salvia, ruta e mentuccia, spesso sotto forma di bevanda. Molte delle piante in questione sono note oggi per agire come stimolanti e per promuovere le mestruazioni. È noto che un alto dosaggio di mentuccia può provocare un aborto.

    POTEVA FUNZIONARE?

    Divano per la cataratta

    I chirurghi medievali curavano la cataratta usando un ago per rimuovere il cristallino torbido dalla sua posizione davanti alla pupilla dell'occhio. La gente ha riconosciuto che la procedura potrebbe essere pericolosa e che sono necessarie competenze specialistiche per farlo funzionare. Oggi il couching è visto come un metodo inefficace per curare la cataratta che spesso porta alla cecità.

    POTEVA FUNZIONARE? NO

    Farmacia

    Gli speziali preparavano i farmaci usando un'ampia gamma di sostanze. Mentre alcuni materiali erano probabilmente inefficaci o addirittura pericolosi, altri, come lo zenzero e la senna, sono oggi utilizzati per le loro proprietà medicinali. Le pagine dei manoscritti farmaceutici medievali possono infatti contenere rimedi i cui benefici sono ancora sconosciuti alla medicina moderna.

    POTEVA FUNZIONARE?

    Cure contraffatte

    I praticanti disonesti a volte commercializzavano rimedi medici contraffatti, specialmente durante i periodi di maggiore ansia per la peste. Questi trattamenti impedivano ai malati di cercare consigli più utili e potevano rivelarsi pericolosi, soprattutto se una sostanza velenosa veniva venduta a un paziente.

    POTEVA FUNZIONARE? NO

    Astrologia

    I medici hanno prestato attenzione ai movimenti dei pianeti e ai segni dello zodiaco per determinare il momento appropriato per curare disturbi specifici. L'immagine dell'Uomo dello Zodiaco (mostrata in alto a sinistra), ampiamente copiata nei manoscritti medievali, mostra i segni dello zodiaco associati a particolari parti del corpo. Esistono ancora idee sull'influenza dei corpi celesti, in particolare della Luna, sulle mestruazioni e su altri aspetti della salute. Tuttavia, la ricerca scientifica sembra aver smentito tali idee.

    POTEVA FUNZIONARE? NO

    Cure ospedaliere

    Sebbene fosse improbabile che i pazienti degli ospedali medievali venissero curati da un medico o da un chirurgo, beneficiavano dell'esperienza del personale infermieristico, che spesso erano donne. Gli ospedali offrivano cure fisiche di base, sotto forma di cibo, bevande e riparo. Sebbene questa cura non comprendesse trattamenti specializzati, consentiva ai malati di recuperare le forze per la loro guarigione.

    POTEVA FUNZIONARE?

    Teriaca

    Questo rimedio, in cui gli estratti vegetali venivano macinati con la carne di vipere e altre sostanze, era considerato un potente antidoto ai veleni e si credeva avesse molte altre proprietà curative. Tuttavia, sebbene la teriaca fosse costosa e molto ricercata, è difficile discernere come questo medicinale si sarebbe dimostrato efficace o benefico.

    POTEVA FUNZIONARE? NO

    Uroscopia

    L'esame delle urine era uno degli unici modi in cui il medico medievale poteva valutare lo stato interno del corpo. L'urina è stata raccolta in un flacone e ne sono stati valutati il ​​colore, l'odore e la consistenza. I manoscritti medici medievali contengono spesso diagrammi che mostrano le diverse qualità dell'urina e il modo in cui queste sono correlate a malattie e stati di salute. I campioni di urina vengono ancora analizzati dai medici oggi.


    9 strane medicine medievali

    Proprio come facciamo oggi, le persone nel periodo medievale si preoccupavano della loro salute e di cosa avrebbero potuto fare per scongiurare la malattia o alleviare i sintomi se si fossero ammalate. Qui, lo storico Toni Mount rivela alcuni dei rimedi più insoliti comunemente usati&hellip

    Questo concorso è ora chiuso

    Pubblicato: 20 aprile 2015 alle 11:55

    Le medicine nel periodo medievale a volte erano fatte in casa, se non erano troppo complicate. Le medicine semplici consistevano in un unico ingrediente – di solito un'erba – ma se richiedevano numerosi ingredienti o preparazioni in anticipo, potevano essere acquistate da un farmacista, un po' come un farmacista moderno.

    Sebbene alcuni rimedi medici fossero abbastanza sensati, altri erano straordinariamente strani. Ora vengono tutti con un avvertimento sulla salute, quindi probabilmente è meglio non provarli a casa...

    Pozione di San Paolo per epilessia, catalessi e problemi di stomaco

    Presumibilmente inventata da San Paolo, questa pozione doveva essere bevuta. L'ampio elenco di ingredienti includeva liquirizia, salvia, salice, rose, finocchio, cannella, zenzero, chiodi di garofano, sangue di cormorano, mandragora, sangue di drago e tre tipi di pepe.

    Anche se sembra un vero infuso delle streghe, la maggior parte degli ingredienti ha un valore medicinale: la liquirizia fa bene al petto - era e continua ad essere usata per curare la tosse e la bronchite si pensa che la salvia migliori il flusso sanguigno al cervello e aiuti la memoria, e il salice contiene acido salicilico, un componente dell'aspirina. Il finocchio, la cannella e lo zenzero sono tutti carminativi (che alleviano il gas nell'intestino) e alleviano uno stomaco colico.

    Il sangue di cormorano – o quello di qualsiasi altra creatura a sangue caldo – aggiungerebbe ferro per l'anemia La mandragora, sebbene velenosa, è un buon sonnifero se usata a piccole dosi, e, infine, sangue di drago. Questo non è affatto sangue, e certamente non di una bestia mitica! È la resina rosso vivo dell'albero Dracaena draco – una specie originaria del Marocco, di Capo Verde e delle Isole Canarie. La ricerca moderna ha dimostrato che ha proprietà antisettiche, antibiotiche, antivirali e cicatrizzanti, ed è ancora usato in alcune parti del mondo per curare la dissenteria, ma non sono sicuro che avrebbe potuto fare qualcosa per gli epilettici o i catalettici .

    Una buona medicina per la sciatica [dolore causato da irritazione o compressione del nervo sciatico, che va dalla parte posteriore del bacino, lungo entrambe le gambe]

    Un certo numero di rimedi medievali suggeriva variazioni di quanto segue: “Prendete un cucchiaio di fiele di bue rosso e due cucchiai di acqua-pepe e quattro dell'urina del paziente, e tanto cumino quanto mezza noce francese e tanto sugna quanto una piccola noce e rompere e ammaccare il cumino.

    Quindi bollire questi insieme fino a quando non diventano come la pappa, quindi lasciare che metta l'osso dell'anca [l'anca] contro il fuoco più caldo che può sopportare e ungerlo con lo stesso unguento per un quarto d'ora o mezzo quarto, e poi battere le mani su un panno caldo piegato cinque o sei volte e di notte stendi un lenzuolo caldo piegato molte volte fino in fondo e lascialo stare fermo due o tre giorni e non sentirà dolore ma starà bene”.

    Forse sono stati il ​​riposo a letto e i trattamenti termici a fare il trucco, perché altrimenti non riesco a vedere gli ingredienti dell'unguento fare molto bene!

    Per ustioni e scottature

    “Prendi una lumaca viva e strofina la sua melma contro l'ustione e guarirà”

    Un bel rimedio fai-da-te semplice e sì, aiuterebbe a ridurre la formazione di vesciche e alleviare il dolore! Recenti ricerche hanno dimostrato che la bava di lumaca contiene proprietà antiossidanti, antisettiche, anestetiche, antiirritanti, antinfiammatorie, antibiotiche e antivirali, oltre a collagene ed elastina, vitali per la riparazione della pelle.

    La scienza moderna ora utilizza la bava di lumaca, sotto il titolo "Gel di lumaca", come preparati per la pelle e per il trattamento di lesioni minori, come tagli, ustioni e scottature. Sembra che la medicina medievale abbia avuto ragione.

    Per un porcile sull'occhio

    "Prendere uguali quantità di cipolla/porro [c'è ancora dibattito sul fatto che il 'cropleek', come indicato nella ricetta originale, in Sanguisuga di Bald, è equivalente a una cipolla o un porro oggi] e aglio, e pestarli bene insieme. Prendete uguali quantità di vino e fiele di bue e mescolateli con la cipolla e l'aglio. Mettere il composto in una ciotola di ottone e lasciarlo riposare per nove notti, poi filtrarlo attraverso un canovaccio. Poi, verso la notte, applicalo sull'occhio con una piuma”.

    Questa ricetta anglosassone sarebbe servita a qualcosa? La cipolla, l'aglio e il fiele di toro hanno tutti proprietà antibiotiche che avrebbero aiutato l'orzaiolo, un'infezione alla radice di un ciglio.

    Il vino contiene acido acetico che, nell'arco dei nove giorni, reagirebbe con il rame nel recipiente di ottone formando sali di rame, che sono battericidi. Recentemente, gli studenti dell'Università di Nottingham hanno inventato e testato questo rimedio: all'inizio, la miscela faceva puzzare il laboratorio come una cucina, con aglio, cipolle e vino, ma nel corso dei nove giorni la miscela si è trasformata in una sostanza appiccicosa puzzolente. Nonostante il suo odore e l'aspetto poco promettenti, gli studenti lo hanno testato per qualsiasi proprietà antibiotica e hanno scoperto che è eccellente. La ricetta è ora oggetto di ulteriori indagini come trattamento contro il virus MRSA resistente agli antibiotici, e sembra promettente.

    L'antico farmacista aveva ragione su questo rimedio, ma era uno che doveva essere preparato in anticipo per la vendita al banco.

    Per la gotta

    “Prendi un gufo, puliscilo e aprilo, puliscilo e salalo. Mettilo in una pentola nuova e coprilo con una pietra e mettilo in un forno e lascialo riposare fino a quando non sarà bruciato. E poi pestalo [pestandolo] con grasso di cinghiale e ungi con esso la gotta”.

    Povero gufo! Non posso nemmeno pensare che questo avrebbe aiutato molto il paziente...

    Per l'emicrania

    “Prendete mezzo piatto d'orzo, una manciata ciascuno di betonia, verbena e altre erbe che fanno bene alla testa e quando saranno ben bolliti insieme, prendeteli e avvolgeteli in un telo e adagiateli al capo ammalato ed esso sarà intero. Ho dimostrato".

    La betonia [un'erba delle praterie] era usata dai farmacisti medievali e Tudor come ingrediente di rimedi da assumere internamente per tutti i tipi di disturbi, nonché in cataplasmi per uso esterno, come in questo caso. La medicina moderna fa ancora uso dei farmaci alcaloidi presenti nella betony per il trattamento di forti mal di testa ed emicrania.

    Anche i derivati ​​del glicoside della verbena [una classe di molecole in cui una molecola di zucchero è legata a una molecola 'non zuccherina'] sono usati nei moderni trattamenti per l'emicrania, la depressione e l'ansia, quindi ancora una volta il farmacista sapeva cosa stava facendo con questo ricetta!

    Per lui che ha la quinsy [una grave infezione alla gola]

    “Prendi un gatto grasso e scuoialo bene, pulisci e tira fuori le budella. Prendi il grasso di un riccio e il grasso di un orso e resine e fieno greco e salvia e gomma di caprifoglio e cera vergine. Tutto questo si sbriciola e riempi il gatto dentro come faresti con un'oca. Arrostisci tutto, raccogli il grasso e ungilo [il paziente] con esso”.

    Con trattamenti come questo, c'è da meravigliarsi che un amico abbia scritto a Papa Clemente VI quando era malato, intorno al 1350, per dire: "So che il tuo capezzale è assediato dai medici e naturalmente questo mi riempie di paura... imparano la loro arte a il nostro costo e anche la nostra morte porta loro esperienza”.

    Per curare la tosse

    “Prendi il succo di marrubio da mescolare con diapenidion e mangiarlo”

    Il marrubio [una pianta erbacea e membro della famiglia della menta] è buono per curare la tosse, e il diapenidion è una confezione fatta di acqua d'orzo, zucchero e albumi d'uovo, tirati fuori in fili, quindi forse un incrocio tra zucchero filato e fili di zucchero. Avrebbe avuto un buon sapore e lo zucchero fa bene al petto - ancora disponibile in una miscela per la tosse da banco come linctus simplex.

    Per lo stomaco

    “Per eliminare il vento che è la causa delle coliche, prendi cumino e anice, di ciascuno in egual misura, e mettilo a macerare nel vino bianco, coprilo di vino e lascialo stare così tre giorni e tre notti. E poi sia tolto e posto su un'asse di frassino perché si asciughi per nove giorni e si rigiri. E alla fine dei nove giorni, prendilo e mettilo in una pentola di coccio e asciugalo sul fuoco e poi fanne polvere. E poi mangialo in zuppa o bevilo e toglierà il vento che è la causa delle coliche”

    Sia l'anice che il cumino sono carminativi, quindi questa medicina farebbe esattamente quello che diceva sulla latta o sul vaso di terracotta. Le erbe aneto e finocchio potrebbero essere usate invece per lo stesso effetto: l'acqua lamentosa del 20 ° secolo per i bambini coliche conteneva aneto.

    Questo rimedio avrebbe richiesto quasi due settimane per essere realizzato, quindi i pazienti lo avrebbero acquistato dal farmacista, secondo necessità.

    Toni Mount è un autore, storico e insegnante di storia. Ha iniziato la sua carriera lavorando nei laboratori dell'allora azienda farmaceutica Wellcome [ora GlaxoSmithKline], e ha conseguito il Master studiando un testo medico del XV secolo presso la Wellcome Library. È anche membro del Comitato di ricerca della Richard III Society.

    I suoi libri, tutti pubblicati da Amberley, includono La vita quotidiana nella Londra medievale: dagli anglosassoni ai tudor La casalinga medievale e altre donne del Medioevo e il suo ultimo libro, Sangue di drago e corteccia di salice: i misteri della medicina medievale, che è uscito ora.


    Salute e medicina nell'Inghilterra medievale

    La salute e la medicina nell'Inghilterra medievale erano aspetti molto importanti della vita. Per molti contadini dell'Inghilterra medievale, le malattie e la cattiva salute facevano parte della loro vita quotidiana e le medicine erano sia basilari che spesso inutili. I paesi e le città erano sporchi e la conoscenza dell'igiene era inesistente. La peste nera doveva uccidere i due terzi della popolazione inglese tra il 1348 e il 1350.

    Nel 1349, Edoardo III si lamentò con il sindaco di Londra che le strade della città erano sporche:

    "Fai in modo che le feci umane e l'altra sporcizia che giacciono nelle strade e nei vicoli della città vengano portati con tutta la velocità in luoghi molto lontani, in modo che nessuna causa di mortalità più grande possa derivare da tali odori".

    Nessuno sapeva cosa causasse le malattie allora. Non c'era conoscenza dei germi. La chiesa aveva insegnato ai contadini medievali che qualsiasi malattia era una punizione di Dio per il comportamento peccaminoso. Pertanto, qualsiasi malattia era autoimposta, il risultato del comportamento di un individuo.

    Altre teorie avanzate per le malattie includevano gli "umori". Si credeva che il corpo avesse quattro umori (fluidi nel nostro corpo) e se questi si sbilanciavano ci si ammalava. I medici hanno studiato l'urina di un paziente per rilevare se c'era qualche squilibrio.

    Gli astronomi hanno accusato i pianeti di andare fuori linea

    Cosa importante, nessuno sapeva come si diffondessero le malattie: il fatto che le persone vivessero così vicine sia nei villaggi che nelle città significava che le malattie contagiose potevano dilagare quando apparivano come è successo con la peste nera.

    I medici erano visti come persone abili, ma il loro lavoro si basava su una conoscenza molto scarsa dell'anatomia umana. Gli esperimenti sui cadaveri erano sconosciuti nell'Inghilterra medievale e severamente vietati. I medici pagavano per i loro servizi e solo i ricchi potevano permetterseli. Le loro cure potevano essere bizzarre anche se alcune cure, incluso il sanguinamento e l'uso di erbe, avevano una logica per loro, anche se era un approccio incostante. Uno dei medici più famosi era Giovanni Arderne chi ha scritto "L'arte della medicina” e chi trattava la regalità. Era considerato un maestro nel suo campo, ma la sua cura per i calcoli renali era un cerotto caldo spalmato di miele e sterco di piccione!

    I medici avrebbero avuto le proprie idee su ciò che causava le malattie.

    Coloro che hanno incolpato i cattivi odori hanno sviluppato una "cura" per far sparire i cattivi odori.

    Coloro che incolpavano la sfortuna avrebbero usato preghiere e superstizioni.

    Coloro che incolpavano i quattro umori del corpo usavano sanguinamento, sudorazione e vomito per ripristinare l'equilibrio dei quattro umori.

    Quando per un po' di fortuna, un paziente migliorava o semplicemente migliorava, questo era un segno sicuro che una cura funzionava. Significava anche che la cura usata sarebbe stata usata di nuovo. Se non ha funzionato sul paziente successivo, è stata colpa del paziente piuttosto che della cura.

    Le operazioni sono state eseguite da "chirurghi". In effetti, questi uomini non erano qualificati e svolgevano altri lavori come macellai e barbieri. Il tradizionale palo rosso e bianco fuori dal negozio di un barbiere oggi è un ritorno ai tempi dell'Inghilterra medievale, quando i barbieri facevano le operazioni. Il rosso stava per sangue e il bianco per le bende usate alla fine di un'operazione.

    Le operazioni potrebbero terminare con la morte poiché le infezioni postoperatorie erano comuni. Gli strumenti utilizzati in un'operazione non sono stati sterilizzati: poiché non c'era conoscenza dei germi, non era necessario pulire gli strumenti utilizzati durante le operazioni. I pazienti potevano riprendersi da piccole operazioni, come l'estrazione di un dente (anche se questo non poteva essere garantito), ma le operazioni che includevano un taglio profondo attraverso la pelle erano molto pericolose.

    Ad alcuni monasteri erano annessi degli ospedali cottage. I monaci che lavoravano in questi ospedali avevano conoscenze mediche di base ma erano probabilmente le persone più qualificate del paese per aiutare i poveri e coloro che non potevano permettersi il proprio medico. Nel 1200, in Inghilterra potrebbero esserci stati fino a 400 ospedali.

    Cure dall'Inghilterra medievale :

    Prendi una candela e bruciala vicino al dente. I vermi che stanno rosicchiando il dente cadranno in una tazza d'acqua trattenuta dalla bocca.

    Il causa della Morte Nera secondo Guy de Chauliac, un medico francese:

    Tre grandi pianeti, Saturno, Giove e Marte, sono tutti in posizione ravvicinata. Questo avvenne nel 1345. Un tale raduno di pianeti è sempre un segno di cose meravigliose, terribili o violente a venire.

    Per gli spiriti maligni nella testa:

    Per questo, i chirurghi hanno usato trapanazione. Fu qui che un chirurgo fece un buco nel cranio per liberare gli spiriti maligni intrappolati nel cervello. L'operazione potrebbe anche includere il taglio della parte del cervello che era stata "infettata" da questi spiriti maligni. Incredibilmente, si sa che le persone sono sopravvissute a operazioni come queste poiché sono stati trovati teschi che mostrano una crescita ossea attorno al foro praticato da un chirurgo - un segno che qualcuno è sopravvissuto a tale operazione anche se solo per un po'.

    Per malattie generali:

    Alla gente veniva detto che un pellegrinaggio a un santuario santo per mostrare il tuo amore per Dio li avrebbe guariti dalle malattie, specialmente se avessero venduto dell'acqua santa nel luogo del pellegrinaggio. Dopo la morte di Thomas Becket nel 1170, la Cattedrale di Canterbury divenne un luogo di pellegrinaggio che portò ancora più ricchezza alla città. Tuttavia, più persone che vengono in città hanno anche aumentato il rischio di malattie.

    Questo accadeva quando il sangue veniva drenato da un certo punto del tuo corpo. L'idea alla base di questo era simile alla trapanazione in quanto rilasciava sangue cattivo dal tuo corpo. L'uso delle sanguisughe era comune per questo, ma venivano usati anche coltelli sporchi che aumentavano solo il rischio per il paziente.

    Sanguisughe usate sui reali

    Qui è stato dove un medico ha identificato che una certa parte del tuo corpo era malata ed è stata curata con attizzatoi roventi messi su di essa.

    L'astrologia ha svolto un ruolo importante in molte cure. Per la febbre, un libro di medicina affermava: "Un uomo che soffre di febbre dovrebbe essere dissanguato non appena la luna passa nel mezzo del segno dei Gemelli".


    38. Sangue cattivo

    Il salasso era una pratica medica comune nel Medioevo, che aveva lo scopo di far uscire il "sangue cattivo" dal corpo. Gli europei medievali erano così coinvolti, avevano testi che consigliavano quali giorni di santi erano i migliori per il salasso e grafici che mostravano quali parti del corpo erano le migliori per sanguinare secondo lo zodiaco.

    Wikimedia.Commons

    Legge e ordine medievale

    La legge e l'ordine erano molto severi nell'Inghilterra medievale. I responsabili della legge e dell'ordine credevano che le persone avrebbero imparato a comportarsi correttamente solo se avessero temuto cosa sarebbe successo loro se avessero infranto la legge. Anche i reati "più piccoli" avevano punizioni gravi. Le autorità temevano i poveri semplicemente perché c'erano molti più poveri che ricchi e qualsiasi rivolta poteva essere potenzialmente dannosa, come dimostrò la rivolta dei contadini del 1381.

    Al tempo di Enrico II, il sistema giuridico in Inghilterra era stato migliorato perché Henry aveva inviato i suoi giudici da Londra per ascoltare i casi in tutte le contee inglesi. Ogni accusato doveva passare attraverso un calvario. Ci sono state tre prove:

    Prova del fuoco. Un imputato teneva una sbarra di ferro incandescente e faceva tre passi. La sua mano fu poi fasciata e lasciata per tre giorni. Se la ferita stava migliorando dopo tre giorni, eri innocente. Se la ferita chiaramente non era migliorata, eri colpevole. Prova dell'acqua. Un imputato è stato legato e gettato in acqua. Se galleggiavi eri colpevole del crimine di cui sei stato accusato. Prova di combattimento. Questo era usato dai nobili che erano stati accusati di qualcosa. Combatterebbero in combattimento con il loro accusatore. Chi ha vinto aveva ragione. Chi perdeva di solito era morto alla fine del combattimento.

    Nel 1215, il Papa decise che i sacerdoti in Inghilterra non dovevano aiutare con le prove. Di conseguenza, le prove furono sostituite da processi con giurie. Per cominciare, questi non erano popolari tra le persone poiché sentivano che i loro vicini avrebbero potuto provare rancore nei loro confronti e sfruttare l'opportunità di un processo per vendicarsi. Dopo il 1275 fu introdotta una legge che permetteva di torturare le persone se si rifiutavano di essere processate davanti a una giuria.

    Se venissi giudicato colpevole di un crimine, ti aspetteresti di dover affrontare una punizione severa. Ai ladri sono state tagliate le mani. Le donne che hanno commesso un omicidio sono state strangolate e poi bruciate. Le persone che cacciavano illegalmente nei parchi reali avevano le orecchie tagliate e l'alto tradimento era punibile con l'impiccagione, l'estrazione e lo squartamento. C'erano pochissime prigioni perché costavano denaro e le comunità locali non erano disposte a pagare per il loro mantenimento. Era più economico giustiziare qualcuno per crimini gravi o mutilarlo e poi lasciarlo andare.

    La maggior parte delle città aveva un forca appena fuori di esso. Le persone venivano appese a questi e i loro corpi lasciati a marcire nel corso delle settimane come monito per gli altri. Tuttavia, tali punizioni violente chiaramente non hanno scoraggiato le persone. Nel 1202, la città di Lincoln ebbe 114 omicidi, 89 rapine violente e 65 persone furono ferite in risse. Solo 2 persone sono state giustiziate per questi crimini e si può concludere che molti a Lincoln se la sono cavata con il loro crimine.


    La corte signorile (processo con giuria)

    Il tribunale feudale si occupava di tutti i crimini tranne quelli più gravi. Si teneva a vari intervalli durante l'anno e tutti gli abitanti del villaggio dovevano partecipare o pagare una multa. Tutti gli uomini sono stati collocati in gruppi di dieci chiamati decima. Ogni decima doveva assicurarsi che nessun membro del loro gruppo violasse la legge. If a member of a tithing broke a law then the other members had to make sure that he went to court.

    The Lord’s steward was in charge of the court. A jury of twelve men was chosen by the villagers. The jury had to collect evidence and decide whether the accused was guilty or not guilty and, if found guilty, what the medieval punishment should be.


    The Bizarre Importance of Bleeding Bodies in Medieval Trials - History

    "Each had in his right hand a scourge with three tails."

    Although prevalent on the European continent, the Flagellants did not achieve popularity in England. However, a large contingent of the sect crossed the English Channel in 1349 and converged on London. The following description of the Flagellants comes to us from Sir Robert of Avesbury who witnessed their ritual:

    "In that same year of 1349, about Michaelmas (September, 29) over six hundred men came to London from Flanders, mostly of Zeeland and Holland origin. Sometimes at St Paul's and sometimes at other points in the city they made two daily public appearances wearing cloths from the thighs to the ankles, but otherwise stripped bare. Each wore a cap marked with a red cross in front and behind.

    A Contemporary View
    of the Flagellants, ca 1350

    Each had in his right hand a scourge with three tails. Each tail had a knot and through the middle of it there were sometimes sharp nails fixed. They marched naked in a file one behind the other and whipped themselves with these scourges on their naked and bleeding bodies.

    Four of them would chant in their native tongue and, another four would chant in response like a litany. Thrice they would all cast themselves on the ground in this sort of procession, stretching out their hands like the arms of a cross. The singing would go on and, the one who was in the rear of those thus prostrate acting first, each of them in turn would step over the others and give one stroke with his scourge to the man lying under him.

    This went on from the first to the last until each of them had observed the ritual to the full tale of those on the ground. Then each put on his customary garments and always wearing their caps and carrying their whips in their hands they retired to their lodgings. It is said that every night they performed the same penance."


    Guarda il video: PORCARI NEL MEDIOEVO (Ottobre 2021).