Podcast di storia

Elezione del 1840

Elezione del 1840

Martin Van Buren fu rinominato senza entusiasmo dai Democratici nel 1840; nessun candidato è stato nominato per la vicepresidenza. Per molti di quei connazionali che avevano sofferto per anni di depressione, era "Martin Van Ruin". Henry Clay sentiva che il suo momento era finalmente arrivato e si aspettava di ricevere la nomination ai Whig. Altre forze del partito, tuttavia, sapevano che l'importanza di Clay nel corso degli anni gli aveva procurato molti nemici e appoggiarono ancora una volta William Henry Harrison. Harrison era un vecchio eroe di guerra e aveva fatto poche dichiarazioni su questioni pubbliche, una situazione simile a quella di Andrew Jackson nel 1824. Per l'equilibrio regionale, John Tyler della Virginia fu scelto come candidato alla vicepresidenza; Tyler era un ex democratico e in seguito sarebbe tornato a molte delle sue convinzioni precedenti. Lo slogan della campagna era: "Anche Tippecanoe e Tyler!"La campagna del 1840 fu pesante per la creazione di immagini, meno sulla sostanza: un presagio di cose a venire. I Whigs hanno trasformato questa affermazione sprezzante a loro vantaggio e hanno lanciato la campagna "casetta di tronchi e sidro duro", giocando sull'appello di Harrison alle masse e servendo grandi quantità di sidro duro ai raduni. Aspiranti poeti politici dell'epoca offrivano versi come:

Lascia che Van dai suoi refrigeratori d'argento beva vino
E rilassati sul suo divano imbottito,
Il nostro uomo su una panca buckeye può reclinare,
Contento del sidro duro è lui.

Nessuna rappresentazione era accurata. Harrison aveva molte qualità aristocratiche e proveniva da una famiglia benestante, mentre Van Buren era un uomo fatto da sé che credeva fermamente nei valori democratici. I risultati elettorali sembravano essere una valanga nel Collegio Elettorale, ma il voto popolare era vicino.

Elezione del 1840
candidati

Partito

Voto elettorale

Popolare
Votazione

William Henry Harrison (OH)
John Tyler (VA)

Whig

234

1,275,612

Martin Van Buren (NY)
(nessun candidato alla vicepresidenza)

Democratico

60

1,130,033



Elezione del 1840 - Storia

Il presidente Van Buren era molto impopolare quando si avvicinarono le elezioni del 1840. Van Buren fu accusato della depressione che seguì il panico del 1837. Il presidente Van Buren fu insultato per non aver fatto nulla per migliorare l'economia. Di conseguenza, il Partito Whig ha ritenuto di avere buone possibilità di conquistare la Casa Bianca.

Henry Clay, del Kentucky, fu il primo favorito alla convention Whig di Harrisburg, in Pennsylvania, nel dicembre 1839. Clay, tuttavia, era un massone. Un forte sentimento antimuratorio era abbastanza forte da bloccare la sua nomina. Nella votazione finale, Harrison è stato nominato, con 148 voti contro i 90 di Clay e 16 di Scott. John Tyler è stato nominato come candidato alla vicepresidenza. Nel frattempo, il presidente Van Buren è stato nominato all'unanimità dai democratici.

L'elezione del 1840 fu la prima campagna con slogan, canzoni e moderni accessori da campagna. Il motto che divenne più noto fu: "Tippecanoe e anche Tyler". Tippecanoe fu la battaglia che Harrison vinse contro gli indiani nel 1811. Harrison fu ritratto come un uomo del popolo. Le sue opinioni sulle questioni più significative erano sconosciute agli elettori. L'economia è stata la questione principale della campagna. Van Buren si è addossato la colpa per il cattivo stato dell'economia. Harrison ha promesso di rimettere in moto l'economia. A quel tempo, Van Buren era così selvaggiamente impopolare che perse persino il suo stato d'origine.


Il problema della temperanza nelle elezioni del 1840: Massachusetts

La questione della temperanza era stata invischiata nella politica del Massachusetts per un certo numero di anni prima del 1840. Man mano che l'entusiasmo per la temperanza crebbe negli anni 1820 e 1830, le singole città iniziarono a discutere se limitare l'emissione di licenze per i liquori. Il culmine dello sforzo per promuovere la temperanza con mezzi legali arrivò nel 1838 quando la Boston Temperance Society promosse una legge per vietare la vendita di liquori in quantità inferiori a quindici galloni. La legge ha approvato la legislatura prevalentemente Whig ed è stata firmata dal governatore Whig, Edward Everett.

La legge sui quindici galloni era chiaramente discriminatoria e antidemocratica. Aveva lo scopo di impedire la vendita di superalcolici al dettaglio sopra il bar nelle taverne. Gli uomini più poveri erano tagliati fuori quasi completamente dai liquori, mentre i più ricchi che potevano comprare in grandi quantità e bere in casa non ne erano affatto colpiti. La legge non limitava le vendite di birra e sidro, ma la sua natura discriminatoria dispiacque a molti dei sostenitori della temperanza moderata, oltre, ovviamente, alle forze anti-temperanza.

L'elezione statale del 1839 dipendeva dalla legge dei 15 galloni. Sebbene l'avversario democratico di Everett, Marcus Morton, fosse in realtà un sostenitore della temperanza, i Whigs furono responsabili dell'approvazione della legge e la questione divenne rapidamente di parte. Nella contea di Worcester, i Whigs furono divisi sulla questione e un gruppo che si faceva chiamare Liberal Whigs si separò e sostenne Morton. Il risultato nel 1839 fu una vittoria sottile per Morton.

La campagna elettorale del 1840 portò a un apparente ribaltamento di posizioni sulla questione della temperanza. Utilizzando l'ovvia popolarità degli slogan "cabina di tronchi e sidro duro", i Whigs tirarono fuori il barile di sidro come simbolo della loro affinità con lo stile di vita dell'uomo comune. I Democratici del Massachusetts hanno sottolineato l'apparente incoerenza dei Whigs della temperanza e hanno accusato i Whig di promuovere l'intemperanza e persino di allacciare il sidro con spiriti più duri. I Whig, tuttavia, sostenevano che il barile di sidro fosse semplicemente un simbolo, che il sidro fosse usato con parsimonia con vera sobrietà. Hanno anche accusato i Democratici di incoerenza con il loro atteggiamento apparentemente più santo di te. Tuttavia, sebbene alcuni scrittori e oratori di entrambe le parti siano andati agli estremi nelle loro accuse, nessuna delle due parti era davvero incoerente nelle sue posizioni sulla temperanza nel 1840 e si potevano trovare sostenitori della temperanza in entrambe le parti.

Sebbene la temperanza fosse indubbiamente una questione secondaria nelle elezioni del 1840, fatta eccezione per alcuni fanatici di entrambe le parti, probabilmente influenzò la campagna dei moderati di entrambe le parti.

I Temperance Whig erano probabilmente più tranquilli nel 1840 di quanto non fossero stati nel 1839, mentre i Democratici anti-temperanza erano anche un po' meno rumorosi nel 1840 rispetto all'anno prima. Magazzinieri, tavernieri e distillatori furono probabilmente i più colpiti dai tentativi di legiferare sulla temperanza. A Oxford, un certo numero di importanti democratici erano commercianti o tavernieri con una licenza di vendita. Asa Knight era un democratico e se fosse stato residente nel Massachusetts, avrebbe potuto opporsi alla legge da quindici galloni in quanto deleteria per i suoi affari. Tuttavia, con l'eccezione dei fautori dell'astinenza totale e dei pochi membri della classe superiore che vedevano la legge come un mezzo per controllare i poveri, la maggior parte dei sostenitori della temperanza considerava il problema minore. Salem Towne, un sostenitore della temperanza, non sembra essersi preoccupato di alcuna incoerenza sulla questione, poiché probabilmente stava producendo il sidro da solo. Quindi, per la maggior parte, la questione della temperanza era probabilmente più marginale o simbolica di qualsiasi altra cosa.


I candidati alle elezioni del 1840

William Henry Harrison proveniva da una ricca famiglia della Virginia e si era fatto una reputazione nell'esercito nel 1794 quando partecipò alla vittoria decisiva nella battaglia di Fallen Timbers, che concluse con successo la guerra indiana del nord-ovest. Successivamente si è trasferito in politica, diventando segretario del Territorio del Nord Ovest, delegato territoriale al Congresso e per dodici anni governatore del Territorio dell'Indiana. Durante la guerra del 1812 fu nominato generale di brigata e guidò una forza che sconfisse un'alleanza di britannici e indiani nella battaglia del Tamigi nell'attuale Ontario, Canada. In questa battaglia, il capo Shawnee Tecumseh fu ucciso, ponendo fine alla Confederazione indiana e alla loro stretta associazione con gli inglesi. Man mano che la sua fama e reputazione crebbero, prestò servizio in entrambe le camere del Congresso prima di diventare un candidato alla presidenza nel 1836.

Il candidato democratico, Martin Van Buren, noto come il "piccolo mago", era un politico molto esperto. Era un uomo magro e nerboruto, alto solo un metro e ottanta, con capelli biondi e folti e folte basette, nato a Kinderhook, New York, nel 1782 da un proprietario di una taverna. Van Buren si era fatto strada fino a diventare vicepresidente sotto Andrew Jackson nel 1832. Lo scrittore Washington Irving scrisse di Van Buren, “Più vedo il signor Van Buren, più mi sento confermato in una forte considerazione personale per lui. È uno degli uomini più gentili e amabili che abbia mai incontrato. Come vicepresidente di Andrew Jackson e successore nominato di Jackson, Van Buren vinse facilmente le elezioni del 1836 per diventare presidente. Il significato duraturo di Van Buren nella politica americana si basa più sui suoi successi prima e dopo la sua presidenza. Fu una forza trainante nella creazione del primo partito politico nazionale moderno, che in seguito divenne una forza contro l'espansione della schiavitù e lo rimase fino alla sua morte nel 1862.


Elezioni presidenziali del 1840: una guida alle risorse

Le collezioni digitali della Biblioteca del Congresso contengono un'ampia varietà di materiale associato alle elezioni presidenziali del 1840, tra cui vignette politiche, bordate, articoli di giornale e spartiti. Questa guida raccoglie collegamenti a materiali digitali relativi alle elezioni presidenziali del 1840 disponibili nel sito Web della Biblioteca del Congresso. Inoltre, fornisce collegamenti a siti Web esterni incentrati sull'elezione del 1840 e una bibliografia selezionata.

Risultati delle elezioni presidenziali del 1840 [1]

  • Il 10 febbraio 1841, i voti del Collegio Elettorale per le elezioni presidenziali del 1840 furono contati da una sessione congiunta del Congresso e riportati nel Congressional Globe, nonché nel Diario del Senato e il giornale della casa.
  • L'extra della Pennsylvania. Ritornano le elezioni in Pennsylvania, Virginia, New York e Maine, il 6 novembre 1840. , "Le apprensioni espresse nel mio ultimo sono state pienamente realizzate. Avendo seguito un percorso in cui la mia fiducia è aumentata di giorno in giorno, e che non mi ha lasciato nulla di cui rimpiangere, è, spero, inutile dire a voi, che mi conoscete bene, che il risultato non mi provoca rimpianti personali. Di questo i miei nemici avranno abbondanti prove."

Musica per la nazione: spartiti americani, ca. 1820-1860 consiste di oltre 15.000 spartiti registrati per il diritto d'autore negli anni dal 1820 al 1860. In questa raccolta sono inclusi spartiti relativi alle elezioni presidenziali del 1840, inclusi oltre trenta brani sulla campagna di William Henry Harrison.

Cronaca dell'America: giornali storici americani

  • "Voce della stampa Whig" Vermont Watchman e State Journal. (Montpelier, Vermont), 23 dicembre 1839.
  • "Atti del Convegno Nazionale"Burlington Free Press. (Burlington, Vermont), 27 dicembre 1839.
  • "Tippecanoe Club" Boon's Lick Times. (Fayette, Missouri), 2 maggio 1840.
  • "L'unione redenta" repubblicano jeffersoniano. (Stroudsburg, Pennsylvania), 20 novembre 1840.

Divisione Stampe e Fotografie

Cerca PPOC utilizzando i seguenti titoli per soggetto per trovare stampe aggiuntive, vignette politiche e altre immagini digitali relative alle elezioni presidenziali del 1840.

5 dicembre

Martin Van Buren, ottavo presidente degli Stati Uniti e fondatore del Partito Democratico, nacque il 5 dicembre 1782 a New York. L'incapacità di Van Buren di alleviare la depressione, insieme alla sua opposizione all'annessione del Texas perché avrebbe diviso la nazione sull'espansione della schiavitù, portò alla sua sconfitta da parte del candidato Whig William Henry Harrison nel 1840.

Il progetto della presidenza americana: elezioni del 1840

Il sito Web dell'American Presidency Project presenta i risultati delle elezioni presidenziali del 1840. Questo sito contiene anche la Piattaforma del Partito Democratico del 1840.

Il sito Web del progetto di digitalizzazione storico di Abraham Lincoln fornisce le storie delle campagne presidenziali dal 1840 al 1860, oltre a materiale di origine primaria, come biografie della campagna e libri di canzoni della campagna. Sono disponibili anche le registrazioni di alcuni dei brani.

Il sito Web EDSITEment, un progetto del National Endowment for the Humanities, contiene tre piani di lezione sulle elezioni presidenziali del 1840.


Elezione del 1840 - Storia

Il problema principale nelle elezioni del 1840 fu l'economia. Nel 1844 la questione più importante per gli elettori era il futuro dell'espansionismo americano. La questione dell'annessione del Texas era diventata una questione politica. Tuttavia, sia l'atteso candidato democratico, l'ex presidente Van Buren, sia l'atteso candidato Whig Clay, hanno deciso di non fare del Texas un punto nella campagna.

Alla convention democratica, a Baltimora, nel maggio 1844, molti democratici si opposero alla posizione del presidente Van Buren sul Texas. Van Buren non ha ricevuto i 2/3 di voto richiesti. Di conseguenza, la convenzione sembrava vicina a un punto morto. Alla fine, al nono scrutinio, la convention ha oscillato dietro a James Polk. Questa è stata la prima volta che un cavallo oscuro (uno sconosciuto) ha ricevuto la nomination.

Il Partito Democratico ha approvato una piattaforma che chiedeva l'annessione del Texas e la rioccupazione dell'Oregon. Si oppose anche al miglioramento federale e alla resurrezione della Banca degli Stati Uniti. I Whigs nominarono Henry Clay, all'unanimità.

Nell'aprile del 1844, il presidente Tyler aveva lanciato la sua "bomba del Texas", come era diventata nota quando aveva presentato un trattato per l'annessione del Texas. Questo ha fatto da cornice alla campagna elettorale. Questioni di destino manifesto e schiavitù hanno dominato la campagna.

Clay è stato il primo in testa e si aspettava di ottenere una vittoria confortevole. La sua opposizione all'annessione del Texas gli perse il sostegno nel sud. Il fatto che fosse un proprietario di schiavi gli ha fatto perdere il sostegno nel nord. Un candidato abolizionista di terze parti di nome James Birney ha dirottato abbastanza sostegno nel Nord per negare a Clay una vittoria a New York, che avrebbe garantito la sua vittoria elettorale. Questa elezione è stata molto personale, con attacchi sui giornali che hanno definito Polk "codardo" e Clay un "ubriacone". James Polk ha vinto le elezioni.


La campagna del 1840: William Henry Harrison e Tyler, Too

Dopo la sconfitta della campagna presidenziale del partito unico del 1824, iniziò a emergere un nuovo sistema bipartitico. La forte reazione pubblica alla corruzione percepita nel voto alla Camera dei rappresentanti, così come la popolarità di Andrew Jackson, ha permesso a Martin Van Buren di organizzare un Partito Democratico che ha resuscitato una filosofia jeffersoniana del minimalismo nel governo federale. Questo nuovo partito si oppose alle tendenze dei repubblicani nazionali come John Quincy Adams e Henry Clay a investire più potere nel governo federale. Van Buren costruì una macchina politica per sostenere Jackson nelle elezioni del 1828. Le capacità di Van Buren hanno contribuito a dare ai Democratici un vantaggio in una campagna in stile moderno e un chiaro vantaggio nell'organizzazione. I Democratici e Jackson sconfissero i repubblicani nazionali nel 1828 e 1832 e mantennero la loro presa sulla presidenza quando sconfissero i Whig, un'unione di ex repubblicani nazionali, antimassoni e sostenitori dei diritti di alcuni stati, nel 1836. Ma una grave depressione economica in Il 1837 diede finalmente ai Whig la loro migliore possibilità di occupare la Casa Bianca. Hanno affrontato l'organizzatore politico, vicepresidente e successore scelto di Andrew Jackson, il presidente Martin Van Buren, in lizza per un secondo mandato nel bel mezzo di tempi difficili.

Mentre si preparavano per le elezioni del 1840, sia i Democratici che i Whigs furono organizzati per una campagna su scala nazionale. In un'elezione che si sarebbe rivelata un sorprendente 80 per cento di un elettorato notevolmente ampliato, gli attivisti hanno cercato di attrarre un'ampia gamma di elettori in una varietà di blocchi elettorali. La gara tra Martin Van Buren e William Henry Harrison ha segnato la prima campagna presidenziale veramente moderna, con metodi che gli studenti di oggi sicuramente riconosceranno.

Le lezioni di questa unità consentono agli studenti di acquisire familiarità con i problemi e le personalità e di rivedere un assortimento di documenti primari. Analizzandoli, gli studenti riflettono sulla campagna presidenziale del 1840. Come fu condotta? Qual è stato il ruolo della campagna pubblicitaria? Quanto sono state cruciali le questioni per l'elezione di William Henry Harrison? Quanto è stata determinante l'immagine?

Domande guida

Quali questioni furono importanti per la campagna presidenziale del 1840?

In che modo la campagna era sui problemi? In che senso si trattava di immagine?

Che cosa nel passato di William Henry Harrison lo ha reso la scelta del Partito Whig nel 1840?

In che modo i Whig hanno promosso l'immagine di Harrison nel 1840?

In che modo il background di Harrison corrispondeva o contraddiceva la sua immagine?

Cosa fece di Martin Van Buren la scelta del Partito Democratico nel 1836?

In che modo i Democratici hanno promosso l'immagine di Martin Van Buren?

In che modo il background di Van Buren corrispondeva o contraddiceva quell'immagine?

Perché la campagna del 1840 è spesso citata come la prima campagna moderna?

Obiettivi formativi

Elenca alcune questioni importanti durante la campagna del 1840.

Confronta e confronta le carriere di Martin Van Buren e William Henry Harrison prima che diventassero presidente.

Spiega perché i Whigs volevano trovare un candidato sullo stampo dell'ex presidente Andrew Jackson.

Discutere i modi in cui Harrison si è adattato e non si è adattato allo stampo.

Identifica alcune differenze fondamentali tra Democratici e Whigs.

Discutere l'uso delle immagini visive nella campagna del 1840.

Prendi posizione sul fatto che la campagna del 1840 fosse basata più sulla sostanza o sull'immagine.

Un'unione più perfetta
Storia e studi sociali

Dettagli del curriculum

  • Rivedere il programma della lezione. Individua e contrassegna i materiali suggeriti e altri siti Web utili. Scarica e stampa i documenti che utilizzerai e duplica le copie secondo necessità per la visualizzazione degli studenti.
  • Scarica il PDF del Master. Stampa e fai un numero appropriato di copie di tutte le dispense che intendi utilizzare in classe.
  • I collegamenti ai grafici sulla risorsa EDSITEment American Memory, utilizzati in questa lezione, portano a una pagina con un'immagine a bassa risoluzione e collegamenti a materiale bibliografico e immagini a risoluzione più elevata.
  • L'enorme popolarità di Andrew Jackson contribuì notevolmente alla capacità del neo costituito Partito Democratico di vincere tre mandati consecutivi alla Casa Bianca (1828, 1832, 1836). Ci sono molte somiglianze tra Andrew Jackson e William Henry Harrison, un fatto che non è sfuggito all'attenzione di coloro che hanno appoggiato la candidatura di Harrison. Sia Jackson che Harrison hanno acquisito una reputazione nazionale come eroi di guerra. Entrambi, prima o poi, abbracciarono gli obiettivi contraddittori del trattamento equo degli indiani d'America e dell'acquisizione da parte degli Stati Uniti di terre dagli indiani d'America. Entrambi gli uomini guidarono le truppe in importanti vittorie nella guerra del 1812. Sebbene Jackson fosse il primo candidato presidenziale a utilizzare una varietà di novità della campagna come bottoni, poster, fiaschette, scatole di fiammiferi e tazze, la campagna di Harrison portò tale promozione a nuovi livelli. Harrison ha vinto le elezioni con un ampio margine in un anno in cui circa l'80% degli aventi diritto si è recato alle urne.

Piani di lezione nel curriculum

Lezione 1: La campagna del 1840: i Whigs, i Democratici e i problemi

Molti resoconti ritraggono la campagna del 1840 come quasi esclusivamente basata sull'immagine. Questa lezione offre agli studenti l'opportunità di riflettere sulla natura della campagna. Sebbene destinate all'insegnante, tutte o parte delle seguenti informazioni di base possono essere utili per alcuni studenti.

Lezione 2: La campagna del 1840: I candidati

Molti resoconti ritraggono l'immagine di Harrison come fabbricata e l'immagine di Van Buren è anche aperta a critiche e scherni. Questa lezione offre agli studenti l'opportunità di riflettere sulla natura dei candidati nel 1840. Sebbene destinate all'insegnante, tutte o parte delle seguenti informazioni di base possono essere utili per alcuni studenti.

Lezione 3: La campagna del 1840: La campagna

Molti resoconti ritraggono la campagna del 1840 come quasi esclusivamente sull'immagine, e le immagini prodotte a questo. Questa lezione offre agli studenti l'opportunità di riflettere su quel punto di vista mentre analizzano i documenti e i conti della campagna. Sebbene destinate all'insegnante, tutte o parte delle seguenti informazioni di base possono essere utili per alcuni studenti.


Frutteto americano

Nell'ultimo decennio, gli Stati Uniti hanno vissuto una rinascita del sidro, con nuovi produttori di sidro artigianali che sono entrati in scena praticamente in ogni regione della nazione. I produttori di sidro artigianali di oggi stanno compiendo sforzi straordinari per produrre sidri monovarietali pregiati e blended, e i loro sforzi stanno dando i loro frutti. Come storico americano e persona che si diletta sia nel mangiare che nel bere mele, la rinascita del sidro americano è un momento emozionante. Dal primo periodo coloniale, per tutta la prima metà del XIX secolo, gli americani consumarono grandi quantità di sidro. Ma a dire la verità, il sidro americano in questi primi anni non era sempre di ottima qualità. I visitatori europei spesso scrivevano in modo sprezzante dei primi produttori di sidro americani, affermando che spesso spremevano mele mezze marce e tarlate, e che erano casuali nel modo in cui controllavano il processo di fermentazione. La quantità, non la qualità, sembrava essere il valore prioritario per molti produttori di sidro americani, e la maggior parte del sidro veniva consumato a casa o barattato localmente. Ma il sidro era economico e ampiamente disponibile, e si era guadagnato la reputazione di bevanda dell'uomo comune. Forse non sorprende quindi che in un'epoca di crescente populismo in politica, il sidro duro emergesse come il simbolo di un candidato che corteggia il voto dell'uomo comune.

La campagna elettorale del 1840 fu un momento spartiacque nella politica americana. L'affluenza alle urne tra gli aventi diritto ha raggiunto il massimo storico, con quasi l'80% degli aventi diritto che hanno espresso il proprio voto. Ha rappresentato anche un'opportunità per il relativamente nuovo Partito Whig per ottenere finalmente il controllo della Casa Bianca. Dalla sua elezione alla Presidenza nel 1828, Andrew Jackson e il suo Partito Democratico avevano dominato la politica americana presentandosi con successo come il partito dell'uomo comune. Ma nel 1840, la nazione era ancora immersa nella depressione causata dal panico finanziario del 1837 e gli elettori erano scontenti. I pericoli di un mercato nazionale imprevedibile riaccesero tra molti elettori un po' di nostalgia per i “tempi più semplici” della frontiera, delle fattorie autosufficienti e del commercio locale, e nel 1840 il Partito Whig era pronto a sfruttare questa nostalgia. Dopo essersi accontentati del vecchio eroe di guerra William Henry Harrison per il loro candidato presidenziale, i Whigs hanno avuto un'opportunità quando un giornale democratico, suggerendo che Harrison era troppo vecchio per candidarsi alla presidenza, sogghignò: "Dagli un barile di sidro duro e paga una pensione di duemila all'anno su di lui, e la mia parola per questo, siederà il resto dei suoi giorni nella sua capanna di legno accanto al suo fuoco "carbone marino" e studierà filosofia morale".

I sostenitori di Harrison hanno colto sulla capanna di tronchi e gli elementi del sidro duro dell'insulto per suggerire che il presidente democratico Van Buren e i suoi sostenitori erano elitari che disdegnavano lo stile di vita del semplice contadino che si autofornisce, produce e beve sidro.

Tira la linguetta e Van Buren è scontento di trovare il suo champagne di fantasia sostituito con sidro comune.

Un souvenir della campagna Harrison era una carta di carta con un'immagine che cambiava quando veniva tirata una linguetta sul fondo. La prima immagine che lo spettatore ha incontrato è stata quella di un Van Buren dall'aspetto aristocratico, sorridente mentre sorseggiava un delizioso “White House Champagne” da un calice. Una volta che la linguetta è stata tirata, il calice è stato sostituito con "un brutto boccale di sidro duro da capanna di legno", gli occhi di Van Buren si sono alzati nella sua testa, mentre ha fatto la familiare espressione di "faccia da birra amara". Il messaggio era chiaro: questo ragazzo pensa di essere troppo bravo per bere quello che beviamo io e te. Non votare per lui!

La capanna di legno di Harrison nella letteratura della campagna del 1840. Carbone di mare che brucia nel camino, barili di sidro duro accatastati fuori.

I sostenitori di Harrison hanno dichiarato che il loro uomo era il candidato "capanna di tronchi e sidro duro", una svolta politica perversa su molti livelli. Lungi dall'essere nato in una capanna di tronchi, Harrison è nato in una piantagione di James River, discendente di una delle famiglie d'élite della Virginia, proprietarie di schiavi. Anche la maggior parte dei suoi giorni come ufficiale militare in Occidente trascorse a Grouseland, una magnifica tenuta, circondata da alberi da frutto innestati e giardini, che aveva costruito a Vincennes durante il suo periodo come governatore del territorio dell'Indiana. In un modo più ironico e trasparente, i sostenitori di Harrison costruirono capanne di legno vecchio stile sui ponti dei moderni battelli a vapore e alimentarono da una città all'altra per vincere voti per il loro eroe del sidro duro.

Berkeley Plantation, luogo di nascita effettivo di Harrison. Nessun barile di sidro evidente.

Mentre il meme "hard sidro" è andato abbastanza bene con gli elettori ordinari, ha minacciato di alienare uno degli interessi più leali del partito Whig: il movimento per la temperanza. I riformatori della temperanza avevano lavorato per sradicare i frutteti di sidro dalla fine del 1820 e minacciarono di abbandonare il partito per promuovere il consumo di alcol.

Il movimento della Temperanza affronta la campagna del sidro duro

“ L'intemperanza è diventata il distintivo di un partito politico! ” ha incitato il New York Evangelist. “Sì, gli uomini intelligenti – gli uomini che hanno goduto dei benefici degli insegnamenti cristiani – e che vivono in una terra di luce evangelica – sono chiamati a mostrare il loro entusiasmo per le lotte politiche, bevendo sidro duro, reso più duro dal brandy duro, per Gloria del generale Harrison!» L'evangelista predisse che "più di diecimila uomini saranno resi ubriachi in un anno da questo duro entusiasmo del sidro". Uno scrittore su un altro giornale di New York, dichiarando "una vergogna bruciante che la bandiera del mio paese sventoli su tale scherno e abominio, come se le sue stelle e strisce non fossero state insultate dall'essere associate a tale iniquità", ha lanciato un avvertimento all'Harrison campagna. Se queste capanne di tronchi dovessero essere aperte "domenica, giorno o notte", i Whig perderebbero i voti di così tanti uomini temperanti da negare l'effetto di questo assecondamento.

Ma per quanto la capanna di tronchi e la dura campagna del sidro abbiano esasperato la temperanza Whigs, la strategia ha funzionato. Gli americani, turbati dal malessere economico che si era abbattuto sul paese nel 1837, abbracciarono la nostalgia per un'epoca più semplice in cui i loro destini non erano legati a misteriose forze di mercato al di fuori del loro controllo. Capanne di tronchi e sidro duro erano un simbolo perfetto di quel passato perduto. Il sidro di mele dure rappresentava non solo una celebrazione dello stile di vita che stava scomparendo, ma era anche una protesta contro i riformatori morali buonisti decisi a dire alla gente comune come vivere e cosa bere. Non sembrava importare che il soft money del partito Whig, la politica economica a favore dello sviluppo promettesse di accelerare la rivoluzione del mercato, o che quei benefattori morali fossero più comunemente associati al partito Whig. Questa era la triangolazione politica al suo meglio. Gli elettori sono stati conquistati dalla celebrazione del meleto della piantina e del suo prodotto nostrano. E ha funzionato. Harrison ha sconfitto facilmente Van Buren.

Van Buren viene inseguito da un barile volante di sidro duro.

Tuttavia, la campagna potrebbe essersi rivelata una maledizione per il sidro duro. Con il miglioramento dell'economia dopo il 1843, la nostalgia per i "vecchi tempi" svanì rapidamente e la campagna del 1840 aveva collegato il sidro in modo abbastanza completo a quei modi antichi e primitivi. Quando gli immigrati tedeschi si riversarono nel Nord America, molti birrifici affermati e la birra, non associata a quei giorni di frontiera non raffinati, iniziarono a sostituire il sidro come bevanda preferita. I sidri artigianali di oggi potrebbero finalmente rimediare ai danni causati dal Partito Whig e dalla loro "campagna del sidro duro".


Questo giorno nella storia della ceramica

Gli usi a cui mettiamo la storia determinano la sua durata.  Questo adagio è palesemente visibile in inglese, stampa di trasferimento, esportazione di ceramiche in America (cioè mostrami i soldi).  Prendi i primi cinque presidenti: Washington, Adams, Jefferson , Madison e Monroe (ovviamente).  La loro durata di conservazione variava.

Tutti amavano George Washington (presidente dal 1789 al 1797).  Scaffali pieni di merci inglesi da esportazione commemoravano la sua amministrazione.  Forse c'era da aspettarselo dal "padre fondatore" centrale di ogni rivoluzione.

Non c'è praticamente nessun articolo di esportazione inglese che commemori John Adams (1797-1801).  Forse Adams era semplicemente troppo austero per gli inglesi.  Ma dovrebbe essere piuttosto austero per vincere l'amore per il commercio inglese. .

Le cose tornarono un po' alla normalità con Thomas Jefferson (1801-1809).  Anche se molti dei suoi ritratti erano in realtà solo ritratti "clip art" con il suo nome incollato sotto di loro.  Non importa, purché il nome venduto.

James Madison (1809-1817) tenne il passo, sebbene dichiarò una guerra abbastanza inutile contro l'Inghilterra nel 1812.  Ma a quel punto le aziende di ceramica inglesi conoscevano l'estensione del mercato americano ed erano pronte ad andare lontano nel soddisfare le popolari richiesta.

Il che ci porta a James Monroe (1817-1825).  Anche lui ha avuto la sua giornata.  Ma la ceramica per ritratti presidenziale aveva iniziato il suo declino.  Non tanto a causa della Dottrina Monroe, ma perché le aziende inglesi erano impadronirsi di ciò che i ceramisti americani già sapevano.  La politica come decorazione può essere una vendita difficile.  Praticamente nessuna azienda di ceramiche americana si è preoccupata dell'immaginario politico fino all'elezione del 1840.  I paesaggi, i fiori e i luoghi famosi erano neutrale partigiano.

L'ironia è che il partito democratico-repubblicano di Monroe aveva spazzato via i federalisti dell'opposizione.  L'ideale originale di George Washington di un governo "senza partiti" era a portata di mano. 

The country was still wracked by economic crises, but the opposition party had imploded from it’s own colossal intransigence and a major war was over.  People called the time “The Era Of Good Feelings.”  Yes, people once actually spoke like that about American national politics.   

To those who warn that we risk repeating the past, I say “I wish.”

Readings:
American Patriotic and Political China.  Marian Klamkin.  Scribner’s and Sons/New York.  1973.

China-Trade Porcelain.  John Goldsmith Phillips.  Harvard University Press/Cambridge, MA.  1956.


The 1828 Campaign of Andrew Jackson and the Growth of Party Politics

Portrait of Andrew Jackson, the seventh president of the United States.

Changes in voting qualifications and participation, the election of Andrew Jackson, and the formation of the Democratic Party—due largely to the organizational skills of Martin Van Buren—all contributed to making the election of 1828 and Jackson's presidency a watershed in the evolution of the American political system. The campaign of 1828 was a crucial event in a period that saw the development of a two-party system akin to our modern system, presidential electioneering bearing a closer resemblance to modern political campaigning, and the strengthening of the power of the executive branch.

In this unit, students analyze changes in voter participation and regional power, and review archival campaign documents reflecting the dawn of politics as we know it during the critical years from 1824 to 1832.

Guiding Questions

How did changes in the electorate affect the election of 1828?

How were party politics reflected in the campaign of 1828?

What was the source of Andrew Jackson's popularity?

How did the election of Andrew Jackson change the function of party politics and elections in the U.S.?

Learning Objectives

Examine how the franchise was extended in the first half of the 19th century and how this affected elections and political parties in the U.S.

Evaluate the impact of changes in voting participation on the election of 1828.

Analyze maps, graphs, and images to determine how regional factors influenced the voting results in the election of 1828.

Evaluate the short and long-term effects of the election of 1828 on voting and elections in the U.S.

A More Perfect Union
History & Social Studies

Curriculum Details

  • Review each lesson plan. Locate and bookmark suggested materials and other useful websites. Download and print out documents you will use and duplicate copies as necessary for student viewing.
  • This unit is one of a series of complementary EDSITEment lessons on the early growth of political parties in the United States. Some student knowledge of the events and issues covered in the following complementary lessons is essential to a complete understanding of the presidential election of 1828.
      covers such issues and events as the negative attitude among the Founders toward political parties, as reflected in Washington's Farewell Address the differences in philosophy and policy between followers of Thomas Jefferson and James Madison (who favored a less active federal government and eventually formed the Democratic-Republican Party) and the followers of Alexander Hamilton (who espoused a more powerful and active federal government and eventually formed the Federalist Party). deals with—among other issues and events—foreign affairs during the Federalist presidency of John Adams, and the political differences that contributed to the creation of the Sedition Act, which led, in turn, to the demise of the Federalist Party. touches on events in the presidential campaign of 1824, in which every candidate belonged to the Democratic-Republican Party, throwing the election into the House of Representatives, and thus setting the stage for the election of 1828. The lesson also discusses the Electoral College and the procedure to be used when an election is thrown into the House of Representatives.
  • If time permits, some students would benefit from the background gained through reading the essays as well.

      Throughout this unit, but especially in the culminating activity for Lesson Four, below, students read and analyze a variety of primary documents. The following materials from EDSITEment-reviewed resources may be useful to teachers seeking expert advice on the use of primary documents:
        on American Memory and History in the Raw on National Archives Educator Resources on History Matters

      Lesson Plans in Curriculum

      Lesson 1: 1828 Campaign of Andrew Jackson: Expansion of the Voting Base

      Did changes in state constitutions tend to affect the voting population? In this lesson, students discuss the general trend in the first half of the 19th century to extend the right to vote to more white males.

      Lesson 2: The 1828 Campaign of Andrew Jackson: Changes in Voting Participation

      Did the increased right to vote translate into an increase in the percentage and totals of white males who actually voted? Students will look for connections between the candidacy of Andrew Jackson and trends in voter participation in the presidential election of 1828.

      Lesson 3: The 1828 Campaign of Andrew Jackson: Territorial Expansion and the Shift of Power

      By 1828, the United States had changed greatly, though it was still a young country. Instead of 13 states, there were 24, and enough territory to make quite a few more. What was the source of Andrew Jackson's popularity?

      Lesson 4: The 1828 Campaign of Andrew Jackson: Issues in the Election of 1828 (and Beyond)

      How were party politics reflected in the campaign of 1828? What were the positions of the fledgling Democratic Party and its opposition?


      Guarda il video: 18042013 Votazione in Aula per lelezione del Presidente della Repubblica (Ottobre 2021).