Cronologia

Wilhelm Canaris

Wilhelm Canaris

Wilhelm Canaris fu il funzionario dell'intelligence senior nella Germania nazista durante la seconda guerra mondiale fino alla sua caduta in disgrazia. Canaris, come molti che secondo Hitler lo avevano tradito, fu giustiziato poco prima della fine della guerra.

Canaris è nato il 1 gennaio 1887 ad Alperbeck, vicino a Dortmund, in Germania. Si unì alla Marina tedesca nel 1905 e nella prima guerra mondiale, Canaris divenne un eroe per i suoi exploit come ufficiale dell'intelligence per operazioni di U-boat e nel 1917 comandò la sua U-boat con 18 uccisioni al suo attivo.

Alla fine della guerra, Canaris si unì ai Freikorps e prese parte al Kapp Putsch. Negli anni '20, rimase nella Marina e prese segretamente parte allo sviluppo del servizio sottomarino tedesco (i sottomarini tedeschi erano stati proibiti dal Trattato di Versailles) e dal 1931 divenne capitano nella Marina tedesca (Kriegsmarine)

Da quando apparentemente ebbe una carriera in mare, Canaris passò all'intelligence militare e nel 1935, fu nominato a capo dell'unità di intelligence militare Abwehr - una posizione di grande importanza all'interno del regime nazista poiché l'Abwehr fu incaricato, tra gli altri, di cacciare gli avversari a Hitler.

In vista della seconda guerra mondiale, Canaris fu visto quasi come un pacificatore. Tentò invano di convincere Hitler a non occupare la Cecoslovacchia nel marzo del 1939 e usò la sua posizione per contattare il generale Franco di Spagna, nel tentativo di convincerlo a non sostenere le mosse aggressive della Germania in Europa. Canaris credeva che la Germania avrebbe perso qualsiasi guerra combattuta in Europa che coinvolgesse le maggiori potenze.

La guerra scoppiò con l'attacco alla Polonia del 1 ° settembre 1939. Canaris visitò il fronte di guerra in Polonia per vedere come procedeva l'avanzata. Ciò a cui ha assistito - il massacro di 200 ebrei a Bedzin lo ha scioccato. I funzionari dell'intelligence informarono Canaris di aver appreso che erano stati osservati più massacri e che erano stati individuati gruppi specifici (come la nobiltà). Il 12 settembre andò al quartier generale di Hitler - un treno di stanza allora in Alta Slesia - e protestò formalmente contro il generale Keitel, capo dell'OKW. Canaris disse a Keitel che un giorno la Wehrmacht sarebbe stata trattenuta per spiegare i massacri. Si dice che Keitel abbia detto a Canaris di non approfondire ulteriormente la questione e di tacere sostanzialmente su tutto ciò che gli era stato detto.

Mentre Canaris e l'Abwehr avevano il compito di cacciare gli avversari di Hitler, lui stesso stava lavorando con alcuni dei cospiratori. Nominò il suo amico Hans Oster come suo vice nell'Abwehr. Oster ebbe un ruolo chiave nello sviluppo del movimento di resistenza contro Hitler nella Germania nazista. In questo modo, l'Abwehr poteva quasi coprire le tracce di queste persone della Gestapo di Himmler.

Dal 1943 in poi, Canaris lavorò attivamente contro Hitler e con gli Alleati nel tentativo di porre fine alla guerra. Nell'aprile del 1943 incontrò segretamente il comandante George Earle, rappresentante personale di F D Roosevelt per i Balcani in Turchia. Discutevano di come porre fine alla guerra. Nell'estate del 1943, Canaris incontrò segretamente il generale Stuart Menzies, capo dell'intelligence britannica, e William Donovan, capo dell'Ufficio dei servizi strategici (OSS) a Santander, in Spagna. Ancora una volta, Canaris discusse le sue idee su come porre fine alla guerra: un cessate il fuoco in Occidente, l'eliminazione di Hitler e la continuazione della guerra in Oriente. Roosevelt era molto arrabbiato per il fatto che Donovan aveva incontrato una figura di alto rango nella macchina da guerra nazista e si rifiutò di discutere le proposte avanzate da Canaris. Donovan fu anche portato al tallone dal presidente che credeva che il capo dell'OSS avesse superato la sua autorità.

Himmler non aveva mai sviluppato un rapporto positivo con Canaris ed è possibile che il capo delle SS lavorasse attivamente per abbattere il capo dell'Abwehr. Nel febbraio del 1944, Hitler licenziò Canaris e lo sostituì con Walter Schellenberg. La maggior parte dell'Abwehr fu poi fusa con la SD, dando a Himmler molta più influenza nel suo lavoro. Canaris fu posto agli arresti domiciliari e si trovò in una tale posizione quando il tentato assassinio di Hitler avvenne nel luglio 1944.

Canaris aveva usato la sua posizione di capo dell'Abwehr per coprire le sue tracce in tutto ciò che faceva. Tuttavia, tutto ciò si concluse dopo il fallimento del complotto bomba di luglio del 1944. Canaris, insieme ad altre figure di spicco del regime nazista, furono arrestati. Himmler, il grande rivale di Canaris, ricevette di fatto un blanchone alla carta da Hitler per arrestare chiunque fosse considerato sleale e Himmler non ebbe bisogno di incoraggiamento per arrestare Canaris. Fu imprigionato nel quartier generale della Gestapo a Berlino. Qui fu tenuto in una cantina, in isolamento e in catene. Le iscrizioni incriminanti nel suo diario erano considerate tutte le prove che il governo aveva bisogno per stabilire la sua colpa.

A causa del suo altissimo rango nella macchina nazista, Canaris ha dovuto sopportare difficoltà molto maggiori rispetto alla maggior parte degli altri arrestati. Gli fu dato solo un terzo delle normali razioni di cibo misero per i prigionieri nel carcere di Prinz Albrechtstrasse, la sua cella fu mantenuta permanentemente illuminata e quando l'inverno iniziò, la sua cella non fu riscaldata. Anche l'ex capo dell'Abwehr è stato costretto a pulire i pavimenti mentre gli uomini delle SS erano in giro a deriderlo.

Il 7 febbraio 1945, Canaris fu inviato nel campo di concentramento di Flossenburg. Nonostante ogni tipo di trattamento brutale, Canaris ha negato qualsiasi parte nel complotto della bomba di luglio. Riuscì anche a garantire che le persone nel movimento di resistenza di cui era a conoscenza non fossero implicate. Nelle ultime settimane di guerra, due ufficiali delle SS - Thorbeck e Huppenkothen - furono inviati a Flossenburg per uccidere Canaris e altri che erano lì accusati di essere coinvolti nel complotto della bomba. Dopo un "processo", Canaris, nudo nudo, è stato impiccato. Sempre impiccato lo stesso giorno - 9 aprile 1945 - c'era il suo caro amico Hans Oster. I loro corpi furono lasciati marcire sul patibolo che le SS avevano eretto in fretta.

Thorbeck e Huppenkothen furono processati dopo la guerra, ma un tribunale del 1956 decretò che il governo nazista aveva il diritto di giustiziare coloro che erano considerati traditori e che l'esecuzione di Canaris era, in effetti, legale.

“Muoio per la mia patria. Ho una coscienza pulita. Ho fatto il mio dovere nel mio paese solo quando ho cercato di contrastare la follia criminale di Hitler. "


Guarda il video: Wilhelm Canaris Il Cospiratore (Settembre 2021).