Cronologia

Vice ammiraglio Frank Fletcher

Vice ammiraglio Frank Fletcher

Il vice ammiraglio Frank Fletcher era il comandante della task force americana nella battaglia del Mar dei Coralli nel 1942. Fletcher combatté anche nella battaglia di Midway. Fletcher ha la particolarità di comandare la prima battaglia di portaerei contro portaerei in cui nessuna nave delle forze opposte si vedeva l'un l'altro mentre gli aerei, principalmente lanciati da vettori come la "USS Lexington", combattevano tutti.

Fletcher nacque il 29 aprile 1885 nello Iowa. Nel 1906, Fletcher si laureò alla US Naval Academy e ottenne una commissione come guardiamarina. Nel 1909 ottenne il suo primo comando sulla "USS Dale" nello squadrone asiatico dell'America. Nel 1914, Fletcher vinse la medaglia d'onore per il salvataggio dei rifugiati sulla nave da trasporto "Esperanza" durante l'occupazione di Vera Cruz. Durante la partecipazione americana alla prima guerra mondiale, comandò "USS Benham", un cacciatorpediniere di pattuglia sottomarina.

Durante gli anni tra le due guerre, l'America si ridusse in un periodo di isolazionismo a livello internazionale. Pertanto, i militari americani tendevano ad essere relativamente dormienti. L'America non era un membro della Società delle Nazioni; pertanto non ha partecipato a nulla a che fare con la Lega.

Nel 1930, Fletcher si laureò al Naval War College. Un anno dopo fece lo stesso dall'Esercito War College. Tra il 1933 e il 1936, Fletcher fu aiutante del Segretario della Marina e tra il 1936 e il 1939 fece parte dello staff dell'Ufficio del personale. Nel 1939, Fletcher fu promosso contrammiraglio e ricevette il comando della divisione cruiser III, flotta atlantica.

Alla fine del 1941, Fletcher ricevette il comando della "USS Yorktown", una portaerei. Molti in America credevano che la guerra con il Giappone fosse molto probabile e che le navi più importanti in una campagna navale nel Pacifico sarebbero state le portaerei. Pertanto, la gerarchia navale in America deve aver tenuto in grande considerazione Fletcher per dargli il comando della "USS Yorktown".

Nel febbraio del 1942, Fletcher prese parte alle incursioni sulle Isole Marshall e Gilbert - le prime campagne offensive americane nella seconda guerra mondiale. Poco dopo queste campagne, Fletcher fu promosso Vice Ammiraglio e ricevette il comando della Task Force 17, guidata da "Yorktown" per quella che sarebbe diventata la Battaglia del Mar dei Coralli. Anche Chester Nimitz diede a Fletcher il comando tattico generale di questa battaglia, incluso il comando della Task Force 11 comandata da Aubrey Fitch a bordo del condannato "USS Lexington". Mentre l'America perse rispettivamente "Lexington", "Sims" e "Neosho", un vettore, un cacciatorpediniere e una petroliera, i giapponesi persero solo, di conseguenza, il vettore leggero "Shoho". I giapponesi persero 43 aerei nella battaglia contro i 33 americani. Tuttavia, sebbene le perdite materiali per l'America fossero elevate, la battaglia è vista come una vittoria americana poiché i giapponesi sono stati fermati dal fare ciò che volevano fare: invadere e catturare Port Moresby in Nuova Guinea e isolando così l'Australia.

Dopo Coral Sea, Fletcher era con la "Yorktown" nella battaglia di Midway combattuta tra il 3 giugno e il 6 giugno. Gli aerei della "Yorktown" affondarono il "Soryu".

Fu a Midway che la "USS Yorktown" fu affondata - colpita da bombe e siluri da aerei provenienti da "Hiryu" e terminata da un attacco siluro da un sottomarino giapponese. La perdita di due vettori in rapida successione fu bilanciata dal fatto che i giapponesi persero quattro vettori a Midway. L'America potrebbe sostituire i suoi corrieri smarriti - il Giappone ha avuto un compito molto più difficile nel farlo.

Nell'agosto 1942, Fletcher ricevette il comando di una task force che avrebbe attaccato Guadalcanal. Guadalcanal è stata una battaglia che ha visto gravi perdite statunitensi sull'isola. Successivamente, Fletcher ricevette il comando di una forza di trasporto, che comprendeva la "USS Enterprise", la "USS Saratoga" e la "USS Wasp". Questa forza fu gravemente danneggiata nella battaglia delle Salomone orientali nell'agosto del 1942. I critici di Fletcher credevano di essere stato troppo cauto nelle sue tattiche.

Tra il dicembre 1943 e il 1945, Fletcher era al comando delle forze navali statunitensi nell'area del Nord Pacifico. Alla resa del Giappone, dopo gli attacchi con bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, Fletcher fu incaricato del nord del Giappone (Hokkaido) e sovrintese all'occupazione lì. Dopo la seconda guerra mondiale, fu presidente del consiglio generale della Marina fino al suo ritiro nel maggio 1947.

Frank Fletcher morì il 25 aprile 1973 e fu sepolto nel cimitero nazionale di Arlington.

Guarda il video: La morte in diretta televisiva di Franco Scoglio - "MorirĂ² parlando del mio Genoa" (Luglio 2020).